Articoli filtrati per data: Sabato, 13 Gennaio 2018

Chieti. Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, ieri mattina, presso il suo ufficio, ha presieduto una riunione operativa per definire i dettagli tecnici e organizzativi in vista della FED CUP Italia-Spagna, evento sportivo di livello internazionale valido per il primo turno della World Cup di Tennis femminile, che Chieti ospiterà al Palatricalle il 10 e 11 febbraio 2018.
All’incontro erano presenti l’Assessore allo Sport, Antonio Viola, l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, la Presidente della Commissione “Sport, Cultura, Turismo e Tempo libero”, Maura Micomonaco, il Dirigente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Chieti, Ing. Paolo Intorbida, l’A.D. FIT Servizi, Carlo Sciarra, il Presidente del Comitato Regionale della FIT, Luciano Ginestra, il Delegato provinciale FIT, Ennio Marianetti, e Luca Del Federico, componente del Comitato organizzatore.

Le squadre di Italia e Spagna arriveranno in città già il 5 febbraio 2018. Le competizioni sportive saranno precedute, l’8 febbraio, da una cena di gala che si svolgerà presso la Sala dei Frontoni del Museo de La Civitella. Il 9 febbraio, alle ore 12.00, nel Teatro Marrucino, avverrà il sorteggio delle atlete che animeranno la due giorni di gare.

I lavori per la realizzazione del campo in terra rossa nel Palatricalle avranno inizio il 20 gennaio per concludersi entro il 2 febbraio 2018.

Nella giornata di ieri, intanto, si è svolta una ulteriore riunione con le società che usufruiscono del Palatricalle nel corso della quale sono state individuate soluzioni alternative per consentire loro di poter proseguire le attività sportive durante il periodo in cui la struttura sarà impegnata per il prestigioso evento della FED CUP.
I biglietti per il 10 e 11 febbraio sono già in vendita i biglietti on line. Questi i prezzi resi noti dall’A.D., FIT Servizi, Carlo Sciarra: 35 euro al giorno per i 158 posti del parterre (60 euro per l’abbonamento; 25 euro al giorno per i 260 posti numerati (40 euro per l’abbonamento). Per gli altri posti il prezzo del biglietto sarà di 20 euro (30 in abbonamento).

Pubblicato in Sport

Pescara. Ancora una trasferta per le galattiche, attese al PalaCertosa di Vigodarzere per il primo confronto del girone di ritorno, che ci si augura possa replicare quanto di buono hanno sinora espresso le ragazze biancazzurre. La compagine della Rambla, spazzata via all’andata con un passivo di 13 gol a 0, è penultima in classifica, con soli 4 punti in carniere, frutto di una vittoria con l’unica squadra che la precede, il Thiene, e un sorprendente pareggio esterno a Cagliari. Non ci si inganni, però, della squadra che naufragò al PalaRigopiano sotto le cannonate di Vanessa e compagne è rimasto poco o nulla, perché la compagine del presidente Lorenzin da allora è cambiata radicalmente. Alla fine di ottobre Arianna Barcaro è stata esonerata e alla guida delle rossoblu è stato chiamato Willy Lapuente, inserito, sino ad allora, nei ranghi societari della squadra padovana in qualità di direttore sportivo. Babbo Natale, poi, ha lasciato sotto l’albero ben cinque nuove giocatrici che hanno innalzato di livello la cifra tecnica del roster Rambla. Sono arrivate da Locri ben quattro giocatrici: il portiere Martina Cacciola, già più volte nel giro della nazionale azzurra, le catanzaresi Sara Borello e Federica Marino e la spagnola Maria Vela Soto. Tutte ragazze di sicuro affidamento che permetteranno alla compagine di Lapuente di poter quantomeno lottare per evitare la retrocessione diretta. A queste si è aggiunto anche l’ingaggio di un’altra atleta spagnola di cui si dice un gran bene, la ventenne Sandrita (n.d.r.: Sandra Munõz Fernandez), proveniente da Segovia, seconda divisione spagnola, ma ancora in attesa di transfer. Contro il Pescara Lapuente potrà contare sui rientri di Gaigher e Rovea, assenti per squalifica nella precedente partita con lo Statte, ma dovrà fare a meno della talentuosa ispanica Jessica Nogales, appiedata dal giudice per un turno.
Le ragazze di Segundo, da parte loro, hanno sostenuto in settimana un intenso ciclo di allenamenti, rispondendo da par loro, cioè con la professionalità e l’impegno che sempre le hanno contraddistinte. Il girone di andata è ormai archiviato e si si appresta ad aprire con la massima concentrazione la seconda fase della stagione, quella cruciale. La trasferta di Vigodarzere non sarà di certo una di quelle più impegnative da affrontare da qui alla fine del campionato ma rappresenta pur sempre un nuovo inizio che va approcciato nel migliore dei modi. Appuntamento, quindi, alle ore 16.00 di domenica 14 gennaio, quando al PalaCertosa gli arbitri Stefano Billo di Vicenza e Andre Della Costa di Schio, coadiuvati dal cronometrista Alberto Fantin di Padova, daranno il via al confronto tra la Futsal Rambla e il Pescara.
Prima di chiudere mi si permetta di ricordare che in settimana Vanessa Pereira è stata vo-tata da una giuria di 211 “esperti” come 3° miglior giocatrice di futsal femminile del mon-do. Un risultato che appagherebbe qualunque atleta di qualsiasi sport ma che certo risulta ingeneroso per chi come Vanessa, dall’alto di una serie considerevolissima di successi e di attestazioni internazionali, tutti conseguiti nel 2017, meritava, a nostro personale giudizio, di essere celebrata come la giocatrice più forte al mondo. Consigliamo gli organizzatori del premio di rivedere i meccanismi di voto, perché suscettibili, limitatamente al futsal femminile, di una comprensibile ma del tutto evidente scarsa conoscenza da parte di molti “esperti” dei reali valori delle migliori giocatrici. Disponibili a dimostrare, grazie ad un’attenta analisi dei voti disaggregati, quanto affermiamo, non possiamo che concordare con quanto dichiarato dalla stessa Vanessa sull’argomento: “Sono orgogliosa di essere nel novero delle 3 migliori giocatrici del mondo. Sono orgogliosa, consapevole e felice di quanto raggiunto da me nel 2017. Come ho sempre detto, però, “guardo sempre avanti”, anche perché non vivo di riconoscimenti individuali. Sarebbe stato bello vincere, per mia soddisfazione personale, oggi sono un po’ delusa ma passerà. La mia mentalità di vincente la metto al servizio del mio club e della mia nazionale, lì mi conoscono e continuerò a lavorare duramente per conseguire altre vittorie. Seguite la lega italiana, adesso viene il bello, si gioca per alzare i trofei. Solo questo conta per me!”.

Pubblicato in Sport
Sabato, 13 Gennaio 2018 00:00

Tombesi, la coppa sfuma sul più bello

Ortona. Una bella partita, equilibrata, combattuta fino all’ultimo, giocata su ritmi altissimi, caratterizzata da undici gol e da grandi giocate e infine decisa a 59 secondi dalla fine. Il pubblico del palazzetto dello sport di Ortona si è certamente divertito di fronte a un grande spettacolo sportivo, anche se è tornato a casa con un po’ di amaro in bocca. L’Atletico Cassano, supportato da un buon numero dei suoi tifosi, approda al prossimo turno di Coppa Italia e dimostra ancora una volta la sua forza e la qualità del suo roster.

Nel primo tempo, un’ottima Tombesi impatta al meglio la gara, andando in rete prima con Pizzo (il migliore dei suoi, al minuto 3.47) e poi con Piovesan (6.17), favorito da un rimpallo. In una partita resa surreale dalla condotta arbitrale, con entrambe le squadre a quota cinque falli dopo pochi minuti, il Cassano ha prima trovato il gol dell’1-2 (deviazione su tiro di Murilo Rodrigues, 8.28), poi il pareggio con Alemao (10.04) ed infine, dopo una grande seconda metà di tempo, la rete del vantaggio su tiro libero trasformato da Cutrignelli (18.09). Nella seconda frazione, immediato botta e risposta tra le due squadre: al 3-3 di Pizzo (dopo 51 secondi di gioco) ha subito risposto il solito Alemao (2.02). Il quinto gol ospite, a firma di Garofalo (10.56), sembra indirizzare la partita verso il Cassano, che colpisce anche un palo con Manzalli. Ma sul ribaltamento di fronte, la Tombesi trova il 4-5 con Silveira (14.53) e nei minuti successivi produce lo sforzo decisivo per raggiungere, anche grazie al portiere di movimento, il 5-5 con Piovesan (18.12). Quando però i supplementari sembrano ormai vicini, una clamorosa palla persa dai gialloverdi nella loro metà campo consegna al solito Alemao l’occasione, prontamente sfruttata, per siglare il 5-6 (19.01). Piovesan sfiora ancora una volta, con un’azione fotocopia del quinto gol, il pareggio, ma alla fine a vincere è l’Atletico Cassano.

“Dispiace davvero tanto uscire così -questo il commento a fine gara del tecnico Massimo Morena-, perché abbiamo commesso un errore banale che ci è costato la partita dopo aver prodotto una grande rimonta. Contro una corazzata come il Cassano, rimontare da 3-5 non era affatto facile, ma ci siamo riusciti con una grande prova di forza e di orgoglio. Non ho davvero nulla da rimproverare ai miei, che oggi hanno dimostrato ancora una volta di potersela giocare fino all’ultimo contro un avversario fortissimo. Ed anzi, proprio la forza del Cassano ci dà un’idea della grande stagione che abbiamo fatto finora e di quanto valga il nostro primato in classifica. Purtroppo sfuma uno dei nostri obiettivi di inizio stagione, ma complimenti ai nostri avversari. Ora però testa e cuore al campionato. Giochiamo partita dopo partita, continuiamo su questa strada e a fine torneo vedremo in che posizione saremo”.

Pubblicato in Sport
Sabato, 13 Gennaio 2018 00:00

Prima trasferta dell'anno: Coged a Mesagne

Chieti. La vittoria contro Ponticelli nell’ultimo turno di campionato ha certamente ridato una boccata d’ossigeno alla CO.GE.D. e al suo morale. Ora a +5 sulla zona retrocessione, le teatine puntano a risalire qualche posizione in graduatoria, complice una classifica cortissima, con nove squadre in otto punti, nella quale bastano due vittorie consecutive per assumere tutt’altre prospettive in vista della seconda parte di stagione. Dall’altro lato, ci sarà però Mesagne, capolista fino a poche settimane fa e ora scivolata a -5 dalla LP Pharm Napoli a causa di due pesanti e, probabilmente, inaspettate sconfitte contro Oria (in casa) e Castellammare, entrambe per 3-0. In un palazzetto che di solito si riempie in ogni ordine di posto, le pugliesi vorranno certamente riprendere il loro cammino di vittorie, ma di fronte si troveranno una CO.GE.D. per nulla rinunciataria, ma anzi decisa a muovere ancora la sua classifica. Lo conferma anche Federica Matrullo:

“Contro Ponticelli abbiamo ottenuto una vittoria che poteva sembrare facile o scontata, guardando la classifica, ma che in realtà nascondeva parecchie insidie. Era la classica partita in cui bisognava tenere alta la concentrazione dal primo all’ultimo minuto, e direi che ci siamo riuscite alla perfezione, senza avere nessuno di quei cali che, purtroppo, avevamo sempre avuto nelle gare precedenti. È stata poi una vittoria importante perché ci ha aiutato a lasciarci alle spalle il momento negativo vissuto nelle ultime settimane del 2017. Domani ci aspetta una sfida molto dura, contro una squadra che sì ha perso le ultime due, ma rimane comunque molto ostica, specie di fronte al suo pubblico. A Mesagne non basterà solo essere concentrate, dovremo giocare bene ed essere più “cattive” di loro. La classifica attuale non rispecchia il nostro reale valore, ma per invertire la tendenza non dobbiamo limitarci a speranze e buoni propositi, alle parole insomma: dobbiamo scendere in campo e fare, dimostrare chi siamo e quello che possiamo dare. Rispetto all’anno scorso, credo di essere migliorata un po’ dal punto di vista psicologico e caratteriale, anche se sono consapevole che certi limiti rimangono e io continuo a lavorarci. Ma non succede più (almeno non mi risulta) che io smetta di giocare, che mi smonti dopo due errori in fila… al massimo non gioco proprio dall’inizio, come contro l’Antoniana… cerco di lavorare su me stessa e so che dovrò continuare a farlo. Questa partita arriva inoltre alla vigilia di un traguardo personale per me molto importante, ovvero la mia laurea (peraltro nei tempi, e da non frequentante!) [altra risata]. Sono contenta di poterla festeggiare qui a Chieti, dove ho trovato, si può dire, la mia seconda famiglia: e non mi riferisco solo alla squadra e alla società, ma anche a persone che fuori dal campo mi hanno mostrato affetto e vicinanza, su tutti i miei cari Fabrizio e Franco. Spero di poter dedicare loro una seconda parte di stagione migliore della prima!”.

Pubblicato in Sport

Francavilla al Mare. Alla vigilia del derby abruzzese di serie D con i Nerostellati, il tecnico del Francavilla, Pierluigi Iervese, ha presentato l'incontro.

"E' una partita che temiamo tantissimo, che rispettiamo - ha detto Iervese - perché è la classica partita dove si ha solo da perdere e noi non vogliamo assolutamente commettere nessun errore perché è una partita che dobbiao approcciare con la giusta mentalità perché altrimenti soffriremo. Di questo ne abbiamo parlato durante la settimana e sono convinto che i ragazzi non sbaglieranno l'approccio ed avranno la giusta mentalità per una partita che dobbiamo assolutamente vincere. Rispetto alla larga vittoria dell'andata il Francavilla è cambiato tantissimo, ha trovato second ome il giusto equilibrio, stiamo facendo un ottimo campionato nonostante le tante difficoltà iniziali e anche attuali con i vari infortuni e via dicendo. Abbiamo detto che dobbiamo superare tutte le problematiche, dobbiamo cercare la soluzione per tutto ciò che è negativo per guardare in avanti e sperare di recuperare tutti per poter fare bene la seconda parte del campionato perché sono convinto che in questo momento la squadra ha trovato equilibrio, ha le idee chiare, mancano solamente i giocatori che possono far fare il salto di qualità, ma sono sicuro che questi arriveranno e che poi sarà dura per tutti. I nostri tifosi sono stati sempre vicini alla squadra e sono convinto che anche domani saranno in tanti a tifare per noi. Siamo contenti di tornare nel nostro stadio perché abbiamo la voglia di vincere in casa perchè il girone di andata non lo abbiamo fatto assolutamente bene, vogliamo migliorarci e lo spirito è quello giusto per tornare alla vittoria sul nostro campo già da domani".

Pubblicato in Sport

Chieti. Il Chieti F.C. torna all’Angelini per ricevere la visita dell’Amiternina per la ventunesima giornata del campionato di Eccellenza.
I neroverdisono reduci dal bel successo in campionato con la R.C. Angolana, mentre in settimana la squadra del tecnico Marino è stata sconfitta di misura (1-0) nel match di andata di Coppa Italia.
L’obiettivo sono i tre punti per continuare la corsa al Giulianova, capolista, distante cinque punti dai Teatini e dal Martinsicuro. Sulla carta Lalli e compagni sono favoriti contro gli scoppitani allenati da Angelone invischiati in piena zona play-out.
Tensione alta, dunque, perché ogni partita può nascondere insidie inaspettate e bisogna entrare in campo con la giusta cattiveria agonistica.
Il trend positivo iniziato nel girone di ritorno ha prodotto solo vittorie. Il lavoro che sta portando avanti Marino, tecnico che non lascia nulla al caso, sicuramente sta iniziando a dare i frutti sperati.
L’Amiternina arriva a Chieti dopo lo stop casalingo imposto dal Capistrello.
Tra gli aquilani, sicuri assenti, la punta Terriaca e Morra. In dubbio Romano e Santirocco. Il peso dell’attacco sarà tutto su Mazzaferro, atleta trattato dal Chieti in estate.
Sul fronte teatino, invece, Marino potrà contare sull’intera rosa al completo, ad eccezione di Felli che probabilmente sarà disponibile da martedì alla ripresa degli allenamenti.
Chieti F.C. – Amiternina, sarà diretta dal sig. Fabio D’Ettorre della sezione di Lanciano (assistenti Coccagna di Teramo e Maiolini di Avezzano).
All’andata i neroverdi espugnarono il “Comunale” di Scoppito per 0 – 3, grazie alle reti di Selvallegra, Catalli e Lalli.
Ricordiamo che il botteghino dello stadio “G. Angelini” aprirà alle ore 13:30.

Pubblicato in Sport

Pescara. 16 milioni di euro. A tanto ammonta il totale dei finanziamenti pubblici che la Provincia di Pescara potrà investire nel corso del 2018/2019 per 9 Istituti Superiori di Pescara e provincia. Oggi, nel corso di una conferenza stampa, il presidente della Provincia Antonio Di Marco e il presidente della Regione Luciano D’Alfonso hanno illustrato il percorso seguito per ottenere i fondi e i progetti ai quali sono mirati. Fondamentalmente, si tratta di progetti riguardanti l’adeguamento e il miglioramento sismico, e dunque la sicurezza degli edifici scolastici. Solo per due istituti, il Galilei di Pescara e il D’Ascanio di Montesilvano, serviranno a realizzare un’opera attesa da decenni: la realizzazione della palestra. Alla conferenza stampa hanno partecipato i consiglieri provinciali Silvina Sarra, Franco Galli e Pietro Gabriele; il sindaco di Città Sant’Angelo Gabriele Florindi, il vicesindaco di Penne Vincenzo Ferrante con l’assessore Nunzio Campitelli; il vicesindaco di Alanno Fabio Di Domizio, l’assessore di Popoli Maurizio Santoro e l’assessore di Montesilvano Deborah Comardi.
Presenti i dirigenti scolastici di Penne Eleonora Dell’Oso del liceo L. da Penne e Mario dei Fiori e Angela Pizzi, dell’istituto “G. Marconi”; Carlo Cappello, del liceo “G. Galilei” di Pescara; Manuela Ciacio, del liceo “C. D’Ascanio di Montesilvano; Annateresa Rocchi dell’Istituto “T. Acerbo” di Pescara; Raffaella Cocco, del Mibe di Pescara; Danila De Angelis, dell’Istituto Spaventa di Città Sant’Angelo; Maria Teresa Marsili, dell’istituto agrario di Alanno. Unica assente (per motivi di salute) la dirigente del Savoia di Popoli, rappresentata da alcuni docenti.
La sicurezza sugli avvenuti stanziamenti a favore delle scuole del pescarese è arrivata dopo le comunicazioni del Cipe e dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione, che destinano, per i diversi istituti, le seguenti somme: Mario dei Fiori di Penne (adeguamento sismico) € 2.500.000,00; Liceo Savoia di Popoli (adeguamento sismoco) € 1.500.000,00; Misticoni-Bellisario di Pescara (adeguamento sismico) € 3.200.000,00; Acerbo di Pescara (adeguamento sismico) € 1.700.000,00; Marconi – sede di Penne (miglioramento sismico) € 2.100.000,00; Marconi – succursale di Penne (miglioramento sismico) € 611.065,00; Spaventa di Città Sant’Angelo (miglioramento sismico) € 1.221.700,00; D’Ascanio di Montesilvano (realizzazione palestra) € 1.400.000,00; Galilei di Pescara (realizzazione palestra) € 1.500.000,00; Cuppari di Alanno (miglioramento sismico) € 222.000,00.
“È stata una sfida quasi ipossibile da vincere – ha sottolineato il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco - perché abbiamo conquistato con tenacia con i dirigenti scolastici, con i sindaci impegnati negli Istituti Superiori ad ottenere questi 16 milioni di euro di cui abbiamo parlato oggi. È una sfida adesso da mettere in cantiere nel senso che bisogna far partire gli appalti e i lavori perché il sistema Scuole in Abruzzo, e soprattutto nella provincia di Pescara, merita le giuste risposte in tempi celeri, lo sanno i dirigenti, lo sanno i rappresentanti d’Istituto da parte dei ragazzi, lo sanno i genitori. Noi su questo abbiamo lavorato in modo convinto con tutto il Consiglio Provinciale, sia maggioranza che opposizione che ringrazio, perché sull’obiettivo della sicurezza nelle scuole non c’è stata mai divisione, pochissime volte c‘è stata divisione in Consiglio Provinciale, ma su questi temi c’è massima sintonia affinchè tutto si faccia al più presto. Stiamo lavorando con questa tenacia, con questa determinazione e siamo convinti di aver fatto un ottimo lavoro e ringrazio anche la Regione nella persona del presidente che ha scommesso sulle richieste che noi come Provincia abbiamo avanzato e nei fatti determinavano le soluzioni attese dal sistema delle Scuole della provincia di Pescara. Noi quest’anno, come ci dice la documentazione del Cipe, abbiamo 4 Istituti, l’anno prossimo ci sarà un altro appalto, per tutti gli altri Istituti ci saranno tempi più veloci perché i finanziamenti sono immediati, già disponibili, già li avevamo programmato in Bilancio, c’era solo la necessità del progetti definitivo e della procedura della gara d’appalto. Io sono convinto che dopo luglio i laori in alcuni Istituti potrebbero già partire e quindi cominciare a dare le risposte attese”.

Pubblicato in Politica

L'Aquila. Il Servizio Protezione civile della Regione ha autorizzato ieri ulteriori ordinativi di pagamento per euro 1.054.693,93 quale quarta erogazione agli enti locali (13 Comuni e la Provincia di Chieti) che hanno rendicontato le spese sostenute a causa del maltempo del gennaio 2017. Ad oggi sono stati erogati circa 6 milioni di euro, mentre proseguono le sollecitazioni ai Comuni affinché facciano pervenire tutta la documentazione necessaria.

I pagamenti derivano da quanto previsto nell’ordinanza n. 441 del capo Dipartimento della Protezione civile, emessa in data 21 marzo 2017 e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 78 del 3 aprile 2017, per fronteggiare i danni causati dagli eccezionali eventi metereologici verificatisi nella seconda decade di gennaio 2017.

Pubblicato in Politica

Pescara. Si ricorda che dal 15 gennaio sarà possibile presentare le domande di accesso ai finanziamenti direttamente al sito INVITALIA - soggetto gestore della misura per conto della Presidenza del Consiglio dei ministri – che valuterà il progetto entro 60 giorni. Le domande possono essere inviate dalle ore 12.00 del 15 gennaio 2018, esclusivamente online, attraverso la piattaforma web di Invitalia. E’ necessario registrarsi sulla piattaforma dedicata, disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta certificata (PEC). La domanda è costituita dal progetto imprenditoriale da compilare on line e dalla documentazione da allegare, secondo la modulistica presente sul sito. Le domande vengono valutate in ordine cronologico di arrivo entro 60 giorni dalla data di presentazione. Gli aggiornamenti e i dettagli sulle modalità per richiedere il finanziamento saranno disponibili su questo sito. E’ possibile richiedere un servizio di consulenza ed assistenza per la predisposizione del progetto imprenditoriale ad uno dei soggetti accreditati.
Le attività finanziabili sono relative alla produzione di beni nei settori dell’artigianato e dell’industria della pesca, dell'acquacoltura e dei servizi. Non sono finanziabili le attività libero professionali e commerciali, ad eccezione della vendita dei beni prodotti nell’attività d’impresa. Col bonus Resto al Sud possono essere riconosciuti sino a 50mila euro per singolo richiedente, di cui una quota a fondo perduto del 35% e il restante 65 attraverso un prestito a tasso zero da restituire in 8 anni. Se l’impresa deve essere costituita in forma di società, l’importo di 50mila euro si riferisce al singolo socio e possono essere richiesti sino a 200mila euro. A tale riguardo con delibera CIPE del 20 agosto u.s. sono state destinate importanti risorse a fronte dell’investimento complessivo di euro 1.250.000,00 per il periodo 2018/2025 , di cui, parlando delle prime annualità, 36 milioni per il 2017, 280 milioni per il 2018 e 462 milioni per il 2019.

Ciò che rende particolarmente interessante la misura Resto al Sud è che essa può riguardare anche, e direttamente, i Comuni. Tra le agevolazioni delle misure contenute nel Decreto Legge 91/2017 infatti, è inclusa la valorizzazione di aree e immobili abbandonati: terreni incolti da almeno dieci anni e aree edificate ad uso industriale, artigianale, commerciale, turistico-ricettivo abbandonate da almeno quindici anni. I progetti potranno riguardare anche le singole unità immobiliari abbandonate presenti. Se un bene è privato, infatti, un giovane che volesse recuperarlo, può chiederlo al Comune, che interpella il proprietario. Gli immobili potranno essere destinati ad iniziative agricole, artigianali, commerciali e turistiche, per le quali interviene l’aiuto economico previsto dalla misura RESTO AL SUD. Il Presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco, ha informato i Sindaci dei Comuni dei passaggi e delle tempistiche delle procedure per arrivare alla presentazione e al finanziamento dei progetti che riguardano beni che ricadono nel territorio comunale. La tempistica per gli Enti locali, infatti, è alquanto stringente. Entro il 12 febbraio 2018 i Comuni dovranno provvedere ad una ricognizione complessiva dei beni immobili di cui sono titolari. La ricognizione dei beni oggetto della concessione ai privati deve essere pubblicata sul sito istituzionale del Comune stesso entro 30 giorni dalla scadenza del termine della ricognizione. Invece il termine entro il quale il Comune deve aver pubblicato sul proprio sito uno o più bandi per l’assegnazione dei beni è il 15 maggio 2018. La presentazione delle domande non può essere inferiore a 120 giorni dalla pubblicazione del bando, e comunque il termine massimo per la presentazione dei progetti non può superare la data del 15 settembre 2018.

Pubblicato in Politica

Montesilvano. «Sono ripresi a pieno ritmo i lavori per il completamento di via Saragat, un’altra opera incompiuta del nostro territorio, dalla portata strategica per la viabilità cittadina». Lo dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici Valter Cozzi che ricorda: «La storia di questo progetto è stata particolarmente travagliata e ha subito ulteriori rallentamenti durante lo scorso inverno dovuti alle cattive condizioni meteorologiche. Il maltempo che ha flagellato a più riprese il nostro territorio nei primi mesi del 2017, ha prodotto una lunga sospensione del cantiere che era stato riattivato proprio in quei giorni, e soprattutto ha causato delle evidenti erosioni e scivolamenti del terreno. Queste circostanze hanno reso necessario ripensare il progetto con interventi di contenimento che rispondono alla necessità di apportare alcune modifiche nella conformazione, disposizione e tipologia di alcune parti delle opere in progetto al fine di adattarle alla reale situazione dei luoghi ed alle mutazioni pervenute a causa degli eventi calamitosi. Abbiamo ricevuto da parte della Regione, lo scorso mese, la presa d’atto delle circostanze sopraggiunte e della variante progettuale proposta, che lascia inalterato il quadro economico già approvato. Questo ha permesso alla ditta Di Persio, affidataria degli interventi di riprendere il cantiere».

Il progetto dell’arteria parallela a via Verrotti risale al 2006. La Regione Abruzzo stanziò un finanziamento di oltre 2 milioni e 200 mila euro. Nel novembre 2012 si tenne la gara per l’affidamento dei lavori che iniziarono nel 2013. Dopo la rescissione anticipata del contratto con la ditta aggiudicataria dell’appalto nel 2015, vennero affidati alcuni lavori sul primo tratto della strada ad una seconda ditta, per consentire ai residenti di accedere alle loro abitazioni. Il progetto di completamento, dell’importo totale di 516.000 euro, consiste nella pannellatura della palificazione, nella realizzazione di una pista ciclabile lato monte, nel completamento della pubblica illuminazione, della pertinenza stradale e pedonale e di tutta la segnaletica necessaria. «Sono trascorsi 11 anni da quando si cominciò a parlare di questa arteria, che oltre a rappresentare una valvola di sfogo del traffico urbano, diventerà anche un luogo di attrazione. Abbiamo infatti arricchito - conclude Cozzi - il progetto anche con un intervento di riqualificazione per mezzo della street art, già approvato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per l’Abruzzo, così da dare una veste identitaria forte al progetto e una sembianza scenica esclusiva».

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 5

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione