Articoli filtrati per data: Sabato, 06 Gennaio 2018

Francavilla al Mare. Due colpi in entrata per il Francavilla negli ultimi giorni: ilclub giallorosso si è infatto assicurato le prestazioni del portiere Marco Forgione e del centrocampista Domenico Di Cecco.

Marco Fargione, classe 1999, nato a Pescara, è cresciuto nelle giovanili del Pescara dove ha giocato fino alla fine del 2017.

Invece Domenico Di Cecco, centrocampista classe 1983, è nato a Lanciano. Di Cecco ha indossato casacche prestigiose come quelle di Avellino, Virtus Lanciano e Catania, fino al 29 dicembre 2017 ha giocato con la Sambenedettese, disputando 9 gare per poi svincolarsi. La trattativa con il Francavilla Calcio 1927 si è conclusa il 30 dicembre scorso ma, per questioni burocratiche, è stata ufficializzata solo nella mattinata di oggi.

Intanto la compagine adriatica si prepara per la prima gara ufficiale dell'anno sul campo del Fabriano Cerreto, nel video le parole del tecnico Pierluigi Iervese che presenta l'incontro.

Pubblicato in Sport
Sabato, 06 Gennaio 2018 00:00

Il Chieti all’assalto dell’Angolana

Chieti. “Ci aspetta una battaglia ma il Chieti vuole confermarsi ad alti livelli”. Questo è il Marino pensiero alla vigilia del match con l’Angolana (ore 14:30) che apre il 2018 in casa neroverde.
Durante la sosta natalizia Lalli e compagni hanno avuto modo di assaporare sul campo i dettami e consigli del tecnico Umberto Marino che ha sempre tenuto in alto la guardia tra i calciatori.
Clima di rinnovata fiducia si respira in tutto l’ambiente per il nuovo anno che si spera sia ricco di successi per i colori neroverdi.
Il Chieti riparte dopo aver concluso il 2017 con la bella vittoria, in rimonta, ottenuta in notturna all’Angelini grazie alla doppietta di Lalli. I nuovi innesti hanno portato sicuramentenuova linfa a tutto il gruppo e alzato il tasso qualitativo.
La trasferta di domani nasconde molte insidie. I nerazzurri, allenati da Paolo Rachini, tra le mura amiche hanno perso solo una volta ed è la squadra che ha vinto di più in casa. Quinto posto in classifica in piena zona play off a quota 31 punti. I giovani angolani sono la rivelazione del torneo e senza dubbio tenteranno di rendere la vita difficile al Chieti.
“La squadra sta bene – riprende Marino – stiamo lavorando su nuove metodologie di lavoro: ora attendiamo la prova del campo per mettere in pratica quanto di buono fatto durante la sosta. Dobbiamo continuare a migliorare la nostra intensità e concentrazione. L’Angolana è una compagine giovane ma molto ben attrezzata in grado di mettere in difficoltà chiunque”.
Nell’Angolana torna dalla squalifica Cipressi. Il tecnico Rachini, però, dovrà rinunciare a Nazari. Al suo posto in difesa giocherà D’Alonzo. In attacco probabile l’inserimento dal primo minuto dell’ultimo arrivato Sablone a far coppia con Ruggeri e Massa. In mediana attenzione a Farindolini che possiede grande qualità.
Nel Chieti assente solo Felli che sta recuperando dall’infortunio. Tutti gli altri sono a disposizione conMarino chedovrà sciogliere gli ultimi dubbi di formazione.
Ricordiamo che i neroverdi mercoledì torneranno in campo per disputare la semifinale di Coppa Italia di Eccellenza a Castelnuovo al Vomano contro la Torrese. Il ritorno è previsto mercoledì 24 Gennaio sempre alle 14:30 all’Angelini.
Al “Leonardo Petruzzi” dirigerà Guido Verrocchi di Sulmona a dirigere R.C. Angolana – Chieti F.C. con gli assistenti Carella e Sica dell’Aquila.

Pubblicato in Sport

Pescara. Si celebra la diciassettesima ed ultima giornata del girone d’andata con le biancazzurre, già virtuali campionesse d’inverno, attese al PalaGems dalla Lazio, che in settimana, vin-cendo il recupero con Falconara, ha acciuffato l’ottavo e ultimo posto utile per la parteci-pazione alle final eights. La netta differenza di punti tra il Pescara e le biancocelesti po-trebbe far pensare ad una gara scontata. Niente di più erroneo, perché il roster della La-zio, rifondato ad inizio di stagione e rinforzato nel mercato invernale dagli arrivi del portiere Tunde Nagy, ex Lanciano e Pescara, e della ventiseienne ala pivot brasiliana Luisa Mayara, può considerarsi a ragione come uno dei meglio attrezzati del campionato di Serie A. La rivoluzione operata da Daniele Chilelli è stata radicale, una vera “epurazione”, via tutte, fatta eccezione per le conferme della pivot spagnola Rebe, dell’universale romana Sara Agnello e delle giovani Arianna Tirelli e Cecilia Barca, prodotti del fiorente settore giovanile laziale, ma già consacrate per aver vestito la maglia azzurra nell’ultimo Torneo delle 4 Nazioni. Molti, di conseguenza, gli arrivi in casa biancoceleste e tutti di qualità. Tra questi spiccano gli ingaggi di due campionesse d’Italia: la nazionale brasiliana Lucileia, ritornata alla Lazio dopo due stagioni e la spagnola Ana Soldevilla Delgado, uno dei migliori centrali del campionato italiano. Alle due si aggiungano poi gli arrivi eccellenti di un’altra azzurra, Aida Xhaxho, della madrilena Beita, giocatrice di grande duttilità ed esperienza, del pivot Antonella Sabatino e infine della “eterna” Claudia Alvino, chiamata a far da chioccia ai giovani talenti laziali. Ad integrare l’organico, infatti, ci sono altre promettenti ragazze, quali le diciassettenni Carmel D’Ambrosio e Ludovica Luzi promosse in prima squadra dal settore giovanile, o come il pivot ventenne Costanza Amici, attesa in questa stagione ad un salto di status che la consacri sullo stesso piano di Tirelli e Barca. Un mix quindi di giovani promesse e di giocatrici esperte e di qualità, una miscela di talenti destinata inevitabilmente a trovare un sempre maggiore equilibrio di gioco, partita dopo partita.
Farà bene dunque il Pescara a non prendere sottogamba un impegno che potrebbe rive-larsi ben più duro di quello che l’attuale classifica potrebbe far pensare. Conoscendo però l’umiltà e la capacità di concentrazione delle galattiche si può ragionevolmente credere che il Pescara scenderà in campo con la determinazione che l’ha caratterizzata in tutte le precedenti sedici partite. Alla ripresa degli allenamentimister Segundo ha potuto lavorare con la giusta tranquillità d’animo di chi è in cima alla classifica. Clima disteso ma privo di rilassatezza, nessuna si sente già arrivata, e biancazzurre tutte compatte nella volontà di riprendere il cammino vittorioso. Buona la condizione fisica di tutte ad eccezione di Siclari, alle prese con un banale raffreddore che non le impedirà certo di scendere in campo. Appuntamento, quindi, alle ore 15.00 di domenica 7 gennaio, quando al PalaGems di Roma gli arbitri Nicola Doneddu di Nuoro e Giovanni Varola di Olbia, coadiuvati dal cronometrista Dario Pastatesh di Olbia, daranno il via al confronto tra la Lazio e il Pescara.

Pubblicato in Sport
Sabato, 06 Gennaio 2018 00:00

Tombesi, un pari agrodolce a Campobasso

Campobasso. La stagione della Tombesi aveva finora conosciuto, tra campionato e coppe, tutte vittorie e un paio di sconfitte. Mancava il pareggio, e per la legge dei grandi numeri è arrivato alla prima del girone di ritorno. Senza Piovesan e Andrea Dell’Oso, e con Vidal non al meglio, i gialloverdi strappano un buon punto su uno dei campi più difficili del campionato, ma rimane una sensazione di amaro in bocca. Dopo un primo tempo di studio e di assoluto equilibrio, praticamente privo di occasioni da gol da entrambi i lati, la Tombesi ha trovato il gol del vantaggio a inizio secondo tempo con Silveira, sfiorando poi in altre occasioni la palla del 2-0. Sull’unica vera occasione capitata ai padroni di casa è pero arrivato il pari molisano, che costringe la Tombesi ad accontentarsi del punticino. Sono ora 28 i punti in classifica, a +2 sul Cassano vittorioso contro la Real Dem.

“Peccato per il risultato – ha commentato a fine partita mister Massimo Morena –, perché nonostante i problemi che abbiamo in questo momento avremmo, secondo me, meritato i tre punti. Dopo un primo tempo di studio, nel secondo avevamo trovato meritatamente il vantaggio e siamo stati poi raggiunti da un gol che non mi so ancora spiegare, un’azione fortuita con la palla che è finita in rete oltre i nostri demeriti. C’è un po’ di amaro in bocca, però siamo sempre primi e ora il calendario prevede due partite in casa per noi, contro Capurso e Canosa, che dobbiamo assolutamente sfruttare. In mezzo, ci sono le partite delle due coppe, che noi cercheremo comunque di onorare, perché la Tombesi deve sempre scendere in campo con l’obiettivo di vincere”.

Pubblicato in Sport

Chieti. Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La CO.GE.D. rialza la testa dopo tre sconfitte consecutive e lo fa con una partita dominata dall’inizio alla fine, costringendo le avversarie alla loro peggiore prestazione stagionale e tenendole addirittura a 6 punti nel terzo set. Spazio per tutte le neroverdi in campo, e tutte hanno risposto con una bella prestazione. Quattro giocatrici in doppia cifra, a partire dalla solita Lupidi (16 punti), passando per Kus (13 e una serie letale di battute nel terzo set), Ragone e Matrullo (entrambe a 10). Ma la CO.GE.D. registra cifre positive in tutti i fondamentali, dalla battuta al muro (8 totali, di cui 5 di Ragone), fino alla ricezione (76% di squadra, 58% perfetta).

“La partita non è stata mai in discussione – ha commentato a fine gara Alceo Esposito –. Onestamente l’abbiamo dominata, giocando bene in tutte le fasi del gioco. Sono contento in particolare per le ragazze partite dalla panchina, che sono entrate e hanno date tutte il loro contributo. Era una vittoria che ci voleva, soprattutto pensando al fatto che ora il calendario ci riserva due partite dure, a Mesagne e in casa contro Sant’Elia. Speriamo che questa vittoria sia uno stimolo e un’iniezione di fiducia per tutto l’ambiente, in vista del prosieguo della stagione”.

CO.GE.D. Pallavolo Teatina – Molinari Ponticelli 3-0 (25-13, 25-16, 25-6)

CO.GE.D. Pallavolo Teatina: Mazzarini (L), Michetti (L), Palmieri 3, Kus 13, Negroni 1, Di Tonto 4, Matrullo 10, Capone, Ragone 10, Lupidi 16, Perna (C) 3. All.: Alceo Esposito.

Molinari Ponticelli: Musella (L), D’Apice, Manzo 4, Romano, Del Giudice 2, D’Aniello (C) 2, Aprea 4, Guarracino, Oliviero 2, Rapillo, Battaglia, Imbimbo 4. All. Paolo Strigaro.

Pubblicato in Sport

Pescara. All’inizio del quarto anno del suo mandato, e a supporto di quanti vogliano farsi un’idea di quello che è stato fatto in tre anni e poco più dall’amministrazione provinciale guidata da Antonio Di Marco, si traccia un bilancio delle attività in Provincia: i lavori svolti e quelli in corso, nonché i progetti avviati e da realizzare nel 2018 con le risorse ottenute attraverso un lavoro di concertazione portato avanti in primo luogo con la regione Abruzzo.
“Non si tratta di un elenco finalizzato a dimostrare l’operatività della mia persona - dichiara Di Marco - quanto utile alla conoscenza di dati che facciano capire come, al di là delle enormi difficoltà dovute agli effetti della legge Delrio e ai tagli di risorse subiti in previsione della cancellazione delle Province dalla Costituzione, questa Provincia sia riuscita a gestire le sue funzioni principali, e anche a rilanciare alcune attività che avremmo potuto interrompere, a discapito dei servizi per i cittadini. In questi anni di attività in Provincia ho sempre cercato di coinvolgere gli Amministratori nei progetti e nelle iniziative istituzionali di cui mi sono occupato. Ritengo, infatti, che il ruolo della “nuova” Provincia sia innanzitutto quello di essere vicina ai piccoli e grandi Comuni e di aiutarli nel difficile compito di presidiare il territorio. Abbiamo ottenuto risultati importanti, grazie proprio ad una gestione collegiale e alla mediazione e coinvolgimento di tutte le parti politiche, arrivando addirittura alla piena condivisione con l’opposizione di una serie di azioni che hanno consentito la risoluzione di questioni che altrimenti non si sarebbero risolte (ad esempio lo sforamento del Patto di stabilità 2015, pagando le imprese per un importo di 16 milioni di euro, e che diversamente, avrebbe visto il fallimento di diversi soggetti imprenditoriali). Siamo stati molto attenti alla gestione finanziaria e all’attività amministrativa, anche perché i tagli da parte delle Leggi di Stabilità ci hanno obbligati ad una gestione oculatissima delle poche risorse disponibili. Non c’è stato tempo per praticare un’attività esclusivamente politica, come accadeva negli anni precedenti. D’altra parte, con la legge Delrio, i Consiglieri provinciali sono eletti dai Sindaci e dai Consiglieri dei Comuni della Provincia, che hanno loro delegato la risoluzione dei problemi del territorio”.

FINANZIAMENTI
“Non vorrei che si confondesse l’autorevolezza con l’autoritarismo, poiché i fondi ottenuti sono anche frutto del mio impegno istituzionale, da Presidente di Provincia e Presidente dell’UPI Abruzzo, e del rapporto solido, strutturato e diretto instaurato con la Regione Abruzzo e con il Presidente Luciano D’Alfonso, sempre in ascolto e pronto ad adoperarsi a sostegno delle esigenze e delle richieste del nostro territorio. In un momento di estrema difficoltà da parte delle Province, caratterizzato da profonde trasformazioni per l’Ente ed un’insostenibile carenza di risorse finanziarie per la gestione dei servizi di competenza, si è riusciti ad intercettare ed attrarre finanziamenti oltre ogni più rosea prospettiva, inimmaginabili all’epoca del mio insediamento.
La precedente amministrazione provinciale, nell’arco di un quinquennio, ha ottenuto € 18.645.000,00 di finanziamenti per le funzioni della Provincia.

Nel 2017 dal Masterplan Abruzzo- Patto per il Sud deriverà un piano di investimenti che potrà cambiare il corso dello sviluppo e dell’economia della regione Abruzzo e della nostra Provincia, considerati gli interventi diretti alla Provincia di Pescara; tutti interventi finanziati da qui al 2020 con risorse nazionali, dell'Ue e del Fondo per lo sviluppo e la coesione, ma anche ricorrendo ad altri strumenti finanziari quali i fondi rotativi o project financing.

Lavori conclusi:

1. messa in sicurezza e prevenzione rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi del liceo scientifico “C. D’Ascanio” di Montesilvano e del liceo artistico “M. dei Fiori” di Penne e dell’istituto ITCG “G. Marconi” di Penne, lavori di sistemazione e messa in sicurezza all’Istituto Istruzione Superiore “A. Volta” di Pescara;
2. Interventi di messa in sicurezza IPSSAR “De Cecco” nella sede di via dei Sabini. Lavori relativi al II stralcio della messa in sicurezza dell’Istituto Alberghiero “De Cecco” – Edificio “A”, posto ad angolo tra Via dei Sabini e Via dei Marsi, all’interno del campus sede dell’I.P.S.S.A.R. “Filippo De Cecco” di Pescara.
3. Lavori di risanamento igienico-sanitario dei laboratori cucina e servizio mensa di via Tirino dell’ IPSSAR “De Cecco”;
4. Lavori di manutenzione straordinaria Istituto Superiore “Misticoni-Bellisario” di viale Kennedy (Mutui BEI);
5. Indagini diagnostiche dei solai degli edifici scolastici pubblici di Pescara, Popoli, Penne, Villareia di Cepagatti, Città S. Angelo;
6. Lavori e riapertura Piscina Provinciale c/o Istituto “A.Volta”;
7. Lavori di messa in sicurezza (“Scuole d’Abruzzo – il futuro in sicurezza”) degli istituti scolastici: “T. Acerbo di Pescara, Mibe di Pescara – sede di via Einaudi; Istituto tecnico “G. Marconi” di Penne;
8. messa in sicurezza e prevenzione rischio connesso alla vulnerabilità degli elementi dell’istituto “Aterno – Manthoné” di Pescara , del liceo scientifico “L. Da Vinci” di Pescara e dell’istituto “A.Volta” di Pescara e lavori di manutenzione straordinaria (regione Abruzzo);
9. Lavori di manutenzione straordinaria dell’istituto “T. Acerbo” e all’istituto Volta di Pescara (mutui BEI);
10. Messa in sicurezza del Convitto dell’istituto tecnico agrario di Alanno e riapertura , il 17 ottobre 2017, dei locali della mensa a piano terra dello storico edificio dell’Istituto di Stato per l’Agricoltura (Par Fas Abruzzo 2007/2013);
11. Istituto Professionale di Stato per l’Agricoltura di Cepagatti: lavori di manutenzione straordinaria a seguito del maltempo del gennaio 2017 con fondi della regione Abruzzo.

Lavori in corso:

1. Lavori di messa in sicurezza e manutenzione straordinaria del palazzo storico sede del Convitto dell’istituto tecnico agrario “P. Cuppari” di Alanno;
2. Lavori di messa in sicurezza (“Scuole d’Abruzzo – il futuro in sicurezza”) Istituto Istruzione Superiore “Amedeo di Savoia” di Popoli;
3. Realizzazione dei nuovi laboratori e aula magna dell’IPSSAR De Cecco, nei locali dell’ex palestra del vecchio collegio Aterno di via dei Sabini;
4. lavori di completamento degli spogliatoi a servizio dei nuovi laboratori specialistici dell'alberghiero "F. De Cecco" di Pescara.
5. Lavori di messa in sicurezza del Liceo artistico “M Dei Fiori” di Penne;


VIABILITA’ E LAVORI PUBBLICI

Lavori conclusi

1. Ripristino del collegamento interrotto per frana complessa sulla SP 53 Corvara-Pescosansonesco;
2. Lavori di collegamento viario SP Lungofino Adriatica, tratto finale della SP 2, a Elice;
3. Lavori di messa in sicurezza della SR 151 della “Valle del Tavo” – miglioramento della strada di variante di collegamento con la SS 81, Comuni di Loreto Aprutino e Penne;
4. Lavori di valorizzazione e messa in sicurezza delle strade provinciali per Farindola, Montebello, Vestea, Civitella Casanova, Carpineto della Nora, Villa Celiera, Vicoli, Brittoli, Civitaquana;
5. Pista ciclabile Bike to Coast: lavori finanziati a valere sui fondi PAR FAS 2007/2013, per l’adeguamento di piste già esistenti e realizzazione di alcuni tratti ex novo, in sede propria a doppio senso di marcia, finalizzati a riconnettere i tratti esistenti e mancanti e dare continuità al completamento della pista ciclabile che attraverserà tutto il litorale abruzzese, e per questo chiamata BIKE TO COAST.
6. Opere per ammodernamento e potenziamento della bretella di collegamento tra la SR 16 bis e la variante alla SS16;
7. Realizzazione della viabilità di collegamento tra la variante SS 16 e i Comuni di Montesilvano e Città S. Angelo; conclusione del primo ponte sul Saline;
8. Lavori di somma urgenza per emergenza eventi maltempo gennaio 2017 (1.200.000,00 €)

Lavori in corso:

1. Realizzazione della viabilità di collegamento tra la variante SS 16 e i Comuni di Montesilvano e Città S. Angelo; realizzazione degli altri due ponti sul Saline;
2. Viabilità sulla Strada Provinciale 59 nei pressi di Turrivalignani: aggiudicati oggi i lavori per ristabilire le condizioni di sicurezza sul tratto di viabilità della strada che conduce al Comune di Turrivalignani, per il crollo del muro di sostegno a monte della S.P. n. 59 Scafa - Turrivalignani.
3. Interventi su diverse infrastrutture stradali nel Comparto Nord e Sud di competenza della Provincia di Pescara. L’ammontare totale è di 700.000,00 euro (fondi regione Abruzzo).
Interventi per il Comparto Nord: (350.000,00 euro)
1. S.P. 7 (Penne – Villa Degna) Comune di Penne
2. S.P. 10 (S.S. 81 – Montebello di Bertona – Farindola – Bivio Mirri), nel tratto che collega i due Comuni di Montebello di Bertona e Farindola
3. S.P. 10/b (Variante Colasante) dissesto stradale al Km 0+550
4. S.P. 34 (Bivio Catignano – Vicoli – Bivio Civitella Casanova), Comune di Vicoli
5. S.R. 151 (ex S.S. Della Valle del Tavo), in prossimità del centro abitato di Loreto Aprutino
interventi previsti per il Comparto Sud: (350.000,00 euro)
1. S.P. 53 (Torre de Passeri – Variante Castiglione- Pescosansonesco – Corvara – Bivio San Biagio)
2. S.P. 54 (Bivio San Biagio – Forca di Penne)
3. S.P. 64 (Colle Botte – Roccamorice – Fonte Tettone)
I lavori hanno preso il via tra ottobre e dicembre 2017.
Trasferimenti regionali riguardanti interventi di sistemazione viaria per diversi milioni di euro sono stati inseriti in entrata nel bilancio provinciale.
Nello specifico si tratta di:
• 1.600.000,00 euro per la sistemazione della strada consortile che va dal nucleo industriale di Alanno Scalo fino al centro del Paese (delib. GR 418/2017);
• 500.000,00 euro finalizzati a risolvere alcune criticità prioritarie di messa in sicurezza della rete viaria e ciclopedonale della val Pescara. Si tratta di interventi di sistemazione viaria sulla S.P 44, conosciuta come strada della Bonifica, tra Villareia di Cepagatti e Scafa e sulla SP 20 “Pianella Cartiera”. (delib. GR 418/2017);
• 30.000,00 euro per manutenzione straordinaria delle strade interessate dalla gara ciclistica “Ironman”.

Con l’approvazione del bilancio della Provincia, verrà dato il via all’opera di sistemazione idraulica del bacino del fiume Pescara nei territori di Pescara, Spoltore, Cepagatti, San Giovanni Teatino e Chieti, finanziato dal ministero dell’Ambiente con un importo di 1.549.370,00 euro. La somma deriva da un vecchio stanziamento che il ministero, fin dal 2003, tramite la regione Abruzzo, aveva concesso alla Provincia di Pescara per un massiccio intervento di sistemazione idraulica. Oggi quei fondi sono stati recuperati, e la Provincia ha provveduto a fornire il progetto definitivo di manutenzione ordinaria e difesa delle sponde del fiume.

Per ben cominciare il nuovo anno 2018, con i piedi piantati per terra e con azioni attive e concrete posso già comunicare il finanziamento di l’avvenuta concessione, da parte del MIUR, delle risorse per il finanziamento dei lavori di ripristino delle condizioni di agibilità dell’Istituto professionale di Alanno “P. CUPPARI”, per un importo di 222.000,00 euro. Con questo finanziamento, ottenuto in tempi record grazie alla mediazione del Presidente della Regione, possiamo tirare un sospiro di sollievo perché andremo a risolvere un problema reale, quello dell’agibilità piena di un istituto frequentato da decine di studenti e di docenti.
“Noi - conclude Di Marco - continuiamo a lavorare incessantemente per reperire tutte le risorse economiche possibili per arrivare a ripristinare le condizioni di sicurezza in ogni istituto superiore della Provincia di Pescara. Chiaramente il percorso è lungo, perché non esistono i finanziamenti a pioggia, ma solo quelli mirati e concessi in base a richieste documentate e presentate nei momenti giusti. Se si vuole, ci sono tutte le condizioni per poter lavorare per il territorio. Non è la sostituzione di un Presidente che cambia la funzione affidatagli dalla Riforma Delrio: sarà sempre un Presidente che avrà la rappresentanza dell'Ente, convocherà e presiederà il Consiglio Provinciale e l'Assemblea dei Sindaci, sovrintenderà al funzionamento degli uffici e dovrà coordinare e valutare il tutto secondo le disposizioni di legge. Sono stati tre anni intensi e molto impegnativi, ma il mandato ricevuto dai Sindaci, in nome della cittadinanza che essi rappresentano, è per me un motivo di onore ed orgoglio e di responsabilità: per questo ho cercato di vivere questa esperienza con entusiasmo e passione, impegnandomi nel mio incarico istituzionale a tempo pieno e sempre in ascolto delle istanze che vengono dai territori. Come spesso mi trovo a ripetere, la Provincia è un ente di prossimità, recettore delle esigenze della comunità di riferimento, con cui ho voluto instaurare un dialogo aperto non solo per rendere chiaro il modo in cui questa amministrazione interpreta il proprio ruolo ed assume le proprie responsabilità, ma anche per condividere gli obiettivi a breve e lungo termine da realizzare”.

Pubblicato in Politica

L'Aquila. Dal 1 gennaio Non si accettano più abbonamenti TUA, è questa la decisione che ha preso Prontobus, l'azienda che da agosto 2017 gestisce con TUA la tratta tra Roma e Pescara, nonostante fosse stato garantito dal Direttore Generale di TUA, Giuseppe Alfonso Cassino, che gli abbonamenti avrebbero continuato ad esistere e a valere attraverso un accordo tra le due società.
“Quindi quella che doveva essere una situazione di disagio temporaneo per gli utenti abituali, primi su tutti i pendolari, si è trasformata in un incubo permanente” commenta il consigliere regionale M5S Gianluca Ranieri “Lavoratori che si sono visti aumentare i costi a fronte di un servizio peggiorato. E non bastano” incalza il 5 stelle “le agevolazioni temporanee che Prontobus propone per l'acquisto dei biglietti: i viaggiatori saranno comunque costretti a pagare di più e non poco.
L’offerta più vantaggiosa di Prontobus è un carnet da 100 biglietti a 500€. Ora, a parte l'esborso anticipato esagerato necessario ad avere un risparmio sul prezzo del biglietto, l'aggravio di costo è comunque rilevante. Infatti il costo medio mensile, con il biglietto carnet, per un pendolare che viaggi da Avezzano a Pescara diventa 200€, a fronte dei 134€ dell'abbonamento mensile TUA, con un aggravio di 800€ all'anno. Una vera e propria tassa, se si considera che i viaggiatori in questione non hanno nessuna alternativa”.
LA BEFFA
“Ma se questo scenario sembra già di per sé ingiusto” spiega ancora Ranieri “vogliamo sottolineare che essendoci soltanto una corsa TUA in andata e una in ritorno, sulla tratta Avezzano - Pescara (rispettivamente alle 6.15 e alle 14.00) per alcuni utenti sarà necessaria una doppia bigliettazione, per prendere in una direzione TUA e nell'altra Prontobus, qualora non si abbiano possibilità di utilizzare entrambe le corse a disposizione per problemi di orario.
Siamo di fronte a scelte senza senso, che ancora una volta ricadono sui cittadini, ma la cosa pubblica non è qualcosa di cui disporre a proprio piacimento, è davvero ora che qualcuno in questa Regione, ed anche in questo Paese se lo metta bene in testa. Un governo sensato applicherebbe normative e obblighi di legge con criterio e lungimiranza, valutando in prima istanza gli effetti che le scelte hanno sulla vita dei cittadini.
L’aumento dei pedaggi autostradali, la devastazione del servizio pubblico di trasporto che non garantisce più nemmeno i servizi essenziali e l’incapacità di creare un’alternativa credibile al trasporto su gomma rappresentano un enorme fallimento del Governo D’Alfonso. Un fallimento” conclude il consigliere regionale del M5S “che potrebbe costare a tutta la Regione arretratezza rispetto al resto del Paese e dell’Europa. Davanti a questo stato di cose fa quasi sorridere il futuro che qualcuno immaginava tempo fa per l’attuale presidente di Regione all’interno del Ministero dei trasporti del prossimo Governo”.

Pubblicato in Politica

L'Aquila. WWF e ProNatura hanno scritto nei giorni scorsi al Parco d’Abruzzo Lazio e Molise e ai due Comuni interessati sul delicato tema del sistema depurativo a servizio di Opi e Pescasseroli, un’opera per la quale l’iter di approvazione è concluso e i lavori sono in fase di avvio.

È indiscutibile – sottolineano in primo luogo le associazioni – come sia sicuramente prioritario risolvere le problematiche di inquinamento ambientale dovuto al trattamento dei reflui dei Comuni di Pescasseroli e Opi. Appare infatti del tutto inaccettabile che sia classificato come “scarso” il tratto del fiume Sangro che scorre nel Parco, un’area protetta dove, data la rilevanza ambientale degli ecosistemi, le azioni di gestione e di tutela dovrebbero garantire ben altri risultati.

WWF e ProNatura ricordano che l’estate scorsa si è dovuto assistere a una situazione al limite della sostenibilità ambientale e sociale, anche per il risalto che la stessa ha avuto sui media, non rappresentando un efficace biglietto da visita per il Parco stesso. Senza neppure dimenticare che l’Abruzzo è in procedura di infrazione comunitaria per il mancato raggiungimento degli obiettivi di qualità delle acque fissati dalla Direttiva 2000/60/CE. L’adeguamento o la realizzazione del nuovo impianto di depurazione Pescasseroli-Opi è, dunque, urgente e non prorogabile, visto che gli impianti attuali, per limiti tecnologici e strutturali, non sono sufficienti, soprattutto nei mesi estivi.

L’attuale progetto prevede la realizzazione di un’unica struttura a servizio dei due Comuni, ubicata in un’area pressoché pianeggiante nel comune di Pescasseroli, in località “Peschiera”, con sversamento delle acque trattate nel fiume Sangro. Certamente un miglioramento rispetto alla prima ipotesi (rigettata dal CCR-VIA; giudizio 2492 del 5.3.2017) che prevedeva il depuratore in località Colle della Regina. Non si può tuttavia non considerare il contesto nel quale l’opera andrà a inserirsi: l’area di intervento ricade infatti all’interno del SIC IT7110205 (Parco Nazionale d’Abruzzo) e della ZPS IT7120132 (Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise), zone di tutela ai sensi delle direttive 79/409/CEE e 92/43/CEE; ricade inoltre nell’area 119 del Programma IBA (Important Birds Area), ovvero un territorio considerato habitat rilevante per la conservazione delle popolazioni di uccelli.

Il progetto comporta sicuramente un impatto ambientale rilevante, visto che prevede scavi, attraversamenti in alveo e su costone roccioso, all’interno di una unità ambientale unica nell’Appennino centrale. A ciò si assomma anche un danno paesaggistico, in un’area come quella della piana di Opi, dalla forte immagine identitaria del paesaggio del Parco.

WWF e ProNatura si chiedono se soluzioni alternative sull’ubicazione dell’impianto siano state prese seriamente in considerazione, al fine di limitare tali impatti e per quali motivazioni siano state eventualmente scartate. Alla luce di questo discorso le due associazioni hanno chiesto all’Ente Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise di farsi attore di una revisione del progetto, facendosi promotore di una conferenza di servizi che possa rivedere l’ubicazione dell’impianto in modo da limitare la lunghezza dei connettori e degli scavi, su terra e in alveo, per ridurre i potenziali impatti derivanti dall’interferenza con la falda acquifera superficiale e sotterranea, nonché individuare un’area che limiti in modo più rilevante l’impatto paesaggistico sulla pregiata piana di Opi, senza che la modifica di progetto comporti insostenibili ritardi per la realizzazione dell’impianto e/o costi e penali a carico degli Enti interessati.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Nella serata di ieri si è concluso un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato in questo centro cittadino e nei comuni ricadenti nella giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Pescara, segnatamente i comuni di Spoltore e Cappelle sul Tavo, nel corso del quale sono state effettuate numerose perquisizioni personali e veicolari, controllate centinaia di persone, nonché tratte in arresto, in flagranza di reato, due soggetti stranieri in quanto resisi responsabili di concorso in furto aggravato.
Nel dettaglio, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia cittadina, nell’ambito di un controllo dinamico alla circolazione stradale, hanno sorpreso un 61enne ed un 47enne di origine romena a bordo di un’autovettura Mercedes lungo questa Via Lago di Campotosto ed, a seguito di perquisizione personale/veicolare, sono stati trovati in possesso di 8 taniche per un totale di 225 litri di gasolio e 5 taniche vuote, asportate poco prima, previa forzatura delle chiusure a tappo, dai serbatoi degli autocarri parcheggiati all’interno di una locale ditta di autotrasporti.
Arrestati, espletate formalità di rito, sono temporaneamente trattenuti presso gli uffici della Compagnia di Pescara in attesa del rito direttissimo che si è concluso nella mattinata di ieri con la traduzione in carcere per uno e l’obbligo di firma per l’altro complice.

Pubblicato in Cronaca

Francavilla al Mare. I volontari di Abruzzo eco Solidale, in occasione delle feste natalizie hanno inviato al reparto un pacco contenente materiale didattico, utile al progetto “scuola in ospedale” gestito da insegnanti di Soroptimist di Pordenone. Insieme a piccoli pensieri natalizi ed un messaggio di auguri a tutti i ragazzi ospiti del reparto, Abruzzo eco Solidale, rinnova, per il terzo anno consecutivo un gesto di vicinanza e solidarietà al reparto intero, allo staff del C.R.O., una realtà di eccellenza dell’oncologia italiana. Un gesto reso possibile grazie a quanti partecipano e credono nella missione dell’associazione. Un ringraziamento va ai bimbi di Emozioni che hanno realizzato il mosaico natalizio, a Silvia Storbini e Fabio Silvia per la donazione del materiale didattico. Non dimentichiamo di certo l’amministrazione del Comune di Francavilla al Mare, la soc. Cosvega, le associazioni Orizzonti, il Comitato Paese Alto, Maramè, NCT, Water service, la ditta ICC, le scuole, le attività commerciali, gli ospedali, ed i tantissimi cittadini di Francavilla e dintorni.
Il testo della lettera inviata dal prof. Maurizio Mascarin (www.areagiovanicro.it)
“Gent.le Associazione Abruzzo eco Solidale Vi ringraziamo per la vostra scelta di contribuire a sostenere il nostro progetto volto a garantire iniziative assistenziali e di ricerca per gli adolescenti ed i giovani con tumore. Il "Progetto Area Giovani" è un progetto rivolto alla realizzazione di un'area di cura dedicata agli adolescenti e ai giovani adulti (14-24 anni) affetti da tumore ricoverati presso il Centro di Riferimento Oncologico di Aviano (PN). La vostra donazione devoluta all'Area Giovani e alla Radioterapia Pediatrica del CRO servirà a sostenere le attività assistenziali e di ricerca favorendo lo scambio di conoscenze con altri centri nazionali ed internazionali attivi nel trattamento della malattia, ma favorirà anche attività di supporto, iniziative relazionali e scolastiche, e di accoglienza dei pazienti e delle loro famiglie. In questo progetto vogliamo portare un miglioramento della qualità delle cure e di vita a coloro che si trovano costretti ad affrontare una patologia oncologica. Ringraziandovi per il vostro sostegno, vi preghiamo di estendere la nostra gratitudine a tutti coloro che con voi hanno condiviso la scelta di aiutare il nostro reparto.”

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione