Articoli filtrati per data: Lunedì, 01 Ottobre 2018
Lunedì, 01 Ottobre 2018 00:00

Padova - Pescara rinviata

Pescara. La società Delfino Pescara 1936 comunica che la gara tra Padova e Pescara non sarà disputata a causa della decisione assunta dal Direttore di gara che non ha ritenuto praticabile il terreno gli gioco in alcune zone del manto erboso. Altre comunicazioni saranno fornite nelle prossime ore.

Inoltra la società Delfino Pescara 1936 comunica che la gara tra Padova e Pescara sarà recuperata domani alle ore 17:30.

Pubblicato in Sport

Padova. Negli ultimi anni il welfare aziendale si è posto come elemento chiave nel rinnovo dei contratti nazionali di categoria. Una manovra – quella attuata – che ha scardinato le vecchie logiche di incentivazione e retention di contratti storici e che ha dato il via ad una vera e propria rivoluzione che, sempre più prepotentemente, ha portato il Welfare all’interno delle aziende, grandi ma non solo.
Il welfare aziendale sta diventando sempre più importante facendosi strada all’interno del panorama italiano. Ogni dove è coinvolto e la territorialità svolge un ruolo fondamentale nell’ideazione e creazione di piani welfare a misura
d’uomo. Il 24 Ottobre a Padova si svolgerà l’ottava edizione di uno dei più noti appuntamenti dedicati al mondo delle Risorse Umane: “Welfare Forum”.
Per la prima volta nel Triveneto e con l’esclusiva presenza di Secondo Welfare che modererà la conferenza: dagli approfondimenti normativi a due casi di successo. Dai concetti teorici alla pratica. A conclusione un talkshow di dibattito ed approfondimento. “Easy Welfare è sempre stata recettiva nei confronti dei bisogni delle Aziende.” Dichiara Nelly Bonfiglio, Direttore Commerciale di Easy Welfare. “Welfare Forum è per noi un appuntamento annuale fisso che ormai da anni accompagna la Direzione del Personale. Per la prima volta abbiamo deciso di spostarci dalla nostra Milano e di portare il nostro “Welfare” sul territorio. Arriviamo a Padova con il nostro bagaglio di conoscenze, casi di successo e la voglia di confrontarci con le Aziende del Triveneto” continua la Bonfiglio.
Per maggior dettagli sull’evento: https://easywelfare.com/welfare-forum/

Pubblicato in Economia

Pescara. “Quando uno chef si mette ai fornelli e assembla gli ingredienti, non cucina semplicemente ma racconta una cultura, un popolo, una storia, una tradizione, un modo di intendere la vita, la sua convivialità, le sue relazioni. E il cibo è tutto questo, è tradizione che viene reinterpretata attraverso la creatività individuale e attraverso il gusto del momento. Mangiare è una necessità, mangiare bene è un'arte che si ispira ad almeno tre valori: passione, creatività, equilibrio. Non basta assemblare con cura gli ingredienti, ma occorre creare accordi ed armonie, far dialogare tradizione e innovazione, e soprattutto aggiungere emozione e cuore”. È stata questa la premessa con la quale la dirigente dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara Alessandra Di Pietro ha aperto il Convegno ‘L’Arte Gastronomica Abruzzese – Il cibo come espressione culturale e identitaria’, promosso dallo stesso Istituto Alberghiero ‘De Cecco’ nell’ambito della rassegna culturale ‘Abruzzesi di ieri e di oggi tra Arte, Musica e Letteratura – Terza edizione’ organizzata dall’Associazione ‘Teatranti d’Abruzzo’ di Vittorina Castellano e che si chiuderà il prossimo 5 ottobre. L’evento, ospitato in una gremita Sala conferenze del Circolo Aternino, ha visto protagonista il dibattito tra Mimmo Russi, Delegato territoriale dell’Accademia Italiana della Cucina, e Roberto D’Intino, Presidente Regionale dell’Associazione Panificatori AssiPan-Confcommercio, sul tema dell’enogastronomia quale veicolo privilegiato per la promozione turistica del territorio abruzzese, ma anche come espressione di arte e cultura.
“La cucina è identità, ma è anche innovazione – ha sottolineato la dirigente Di Pietro – ed è su questo binomio che oggi si gioca la formazione dei futuri chef, che devono essere i primi tutori della tradizione, del rispetto delle proprie radici, della ‘verità’ nella proposta culinaria, ma, al tempo stesso, per essere al passo con i tempi, per essere competitivi e concorrenziali rispetto a una cucina sempre più internazionale, globale che non significa massificata, devono anche reinventare, o meglio innovare, introdurre quelle curiosità, quelle tipicità capaci di caratterizzare un piatto e di renderlo unico, riconoscibile, dunque uno chef capace di ‘firmare’ il proprio piatto”. “L’Accademia Italiana della Cucina – ha ricordato Russi - è nata a tavola, come accade spesso per le cose importanti, quando un gruppo di amici, riuniti a cena il 29 luglio del 1953, ascoltarono e condivisero l'idea che Orio Vergani perseguiva da tempo: fondare un'Accademia col compito di salvaguardare, insieme alle tradizioni della cucina italiana, la cultura della civiltà della tavola, espressione viva e attiva dell'intero Paese. I personaggi raccolti attorno a una tavola dell'Hotel Diana di Milano, qualificati esponenti della cultura, dell'industria e del giornalismo, credevano tutti che la cucina non fosse cosa di poco conto, ma degna delle migliori cure da parte di ogni uomo intelligente e colto. La Cucina è patrimonio culturale di un Paese, è il frutto della storia e della vita dei suoi abitanti, diversa da regione a regione, da città a città. La cucina racconta chi siamo, riscopre le nostre radici, si evolve con noi, ci rappresenta al di là dei confini. La cultura della cucina è anche una delle forme espressive dell'ambiente che ci circonda, insieme al paesaggio, all'arte, a tutto ciò che crea partecipazione della persona in un contesto. È cultura attiva, frutto della tradizione e dell'innovazione e, per questo, da salvaguardare e da tramandare. E civiltà della Tavola vuol dire prima di tutto civiltà e cioè ‘Insieme di usi e costumi, di stili di vita, di consuetudini e di tradizioni degli uomini che li condividono’. E' civiltà del gusto, di quel senso preposto al piacere della tavola, quel gusto capace di affinarsi, di perfezionarsi, di riscoprire sapori perduti e di tentare il palato anche con il nuovo, vuol dire l'insieme dei valori che anche attraverso la tavola un popolo si tramanda, rinnovandoli continuamente, e che ne costituiscono l'identità culturale. Salvaguardare il gusto, quindi, diventa un elemento essenziale per la difesa non solo della civiltà della tavola, ma dell'identità stessa di un popolo”. A difendere la necessità di innovazione è stato il Presidente di AssiPan Confcommercio D’Intino: “Anche nella panificazione, arte di cui l’Italia è stata sempre maestra, abbiamo dovuto guardare al nuovo: oggi, anche e necessariamente prestando attenzione alle nuove patologie alimentari, come la celiachia o le intolleranze, è stato doveroso, da parte dei ‘panettieri’, studiare, elaborare, nuove proposte, come il pane senza glutine o il pane di kamut, portando nelle tavole italiane anche sapori nuovi, ma comunque senza dimenticare la tradizione”. “Tutto ciò – ha ripreso la Di Pietro – sottolinea ulteriormente l’importanza della preparazione, della formazione didattica degli studenti di ogni Istituto Alberghiero: oggi la figura del cuoco non è certamente quella di sessant’anni fa, chi lavora tra i fornelli deve necessariamente conoscere la composizione degli alimenti che tratta, dev’essere pronto e preparato a fronteggiare qualunque richiesta del cliente, è una sorta di ‘medico della buona Tavola’”. Russi, al termine del dibattito, ha proposto l’istituzione di un Premio ai migliori studenti che nasca proprio dagli Istituti Alberghieri A chiudere la serata è stato il Coro delle Voci Bianche del Conservatorio ‘D’Annunzio’ di Pescara dirette dal Maestro Paola Ciolino.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Sì della Giunta Comunale al progetto per la riqualificazione attraverso opere di risanamento conservativo, l’impianto sportivo di proprietà comunale denominato “Renato Curi”, meglio conosciuto come “Rampigna”.

“Si tratta di un impegno preso con la città che pratica e promuove lo sport – così l’assessore allo Sport Giuliano Diodati– L’impianto deve tornare a vivere, la sua posizione centralissima all’interno della città lo rende l’unico impianto facilmente raggiungibile con la maggior parte dei mezzi pubblici, oltre che dalla viabilità ciclabile, pertanto facilmente fruibile da parte delle giovani generazioni, dedite alle attività sportive. La sua storia è da sola una ragione più che valida dell’esigenza di riportarlo in piena attività, un passato glorioso a cui vogliamo dare un futuro nuovo.

Le opere da realizzare consistono nella riqualificazione della struttura sportiva, finalizzata alla restituzione alla comunità di un impianto con caratteristiche versatili, sia per lo svolgimento di attività sportive, sia di eventi culturali. Abbiamo dunque approvato il Progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’intervento, per un importo complessivo di 800.000 euro e con l’intenzione di avviare il processo già nel 2018.

Il progetto è già pronto, prevede la realizzazione di un nuovo campo di calcio in erba sintetica, il rifacimento delle tribune e degli spogliatoi e nuovi sotto servizi. Stiamo pensando anche alla memoria di questo storico campo, inserendo nel progetto anche un museo dedicato alla storica squadra di calcio Strapaesana, mito nel Dopoguerra. Sport e non solo sport ci saranno anche gli eventi nella nuova vita del Rampigna: posizione e logistica lo rendono candidabile ad ospitare concerti e iniziative anche di altra natura, valorizzando ancora di più la porzione di città dove storicamente sorge".

Pubblicato in Politica

Pescara. Nel primo pomeriggio di oggi si è svolta una riunione voluta dall’assessore all’Ambiente Simona Di Carlo e dal sindaco Marco Alessandrini per approfondire le cause dello sforamento dei dati sulla qualità dell’aria riscontrati nei giorni scorsi dall’Arta sulla centralina di via D’Annunzio. All’incontro erano presenti oltre all’assessore Simona Di Carlo anche il direttore dell’Arta Francesco Chiavaroli con Sebastiano Bianco responsabile del Settore Aria dell’agenzia, la dirigente e il responsabile di servizio del Settore Ambiente del Comune Emilia Fino e Giovanni Caruso.

“L’incontro è stato utilissimo a chiarire gravità e cause dei tre sforamenti consecutivi riscontrati sulla centralina di via D’Annunzio – riferisce l’assessore Simona Di Carlo– Il direttore Chiavaroli ci ha chiarito che non si trattava di inquinamento da smog, perché le sostanze riscontrate erano puramente naturali e non di origine antropica, di conseguenza gli sforamenti non vengono considerati nel computo stabilito dalla legge per l’adozione dei provvedimenti. In ogni caso la nostra attenzione resta altissima a mantenere nei limiti stabiliti i valori della salubrità dell’aria e avere una qualità dell’aria buona giornalmente. La nostra preoccupazione è stata tradotta e riportata nella convenzione ratificata dal Comune che stabilisce che dopo quattro sforamenti l’Amministrazione insieme agli altri cinque Comuni del tavolo provvederà ad adottare i rimedi previsti dalla convenzione nei casi di allerta.

Nei prossimi giorni solleciteremo i sindaci dei Comuni che non hanno ancora approvato in Consiglio questo documento a procedere, perché è indispensabile condividere le stesse misure e perché la qualità dell’aria sia buona sulla maggiore porzione di territorio possibile. Comunque agiremo, riunendo il tavolo anche in assenza di ratifica e qualora si verificassero 4 sforamenti in una delle centraline di Pescara, la cui qualità dell’aria non è influenzata solo da fattori cittadini, ma risente dell’area vasta e delle interazioni giornaliere che si verificano attraverso vari vettori.

Nei fatti va riscontrato un progressivo miglioramento dei dati negli anni, visto che Pescara non è più andata oltre i 35 sforamenti e com’è riscontrabile anche dai dati Ispra del Ministero dell’Ambiente, che nell’ultima relazione dettagliata sulla qualità dell’aria in Abruzzo e nello specifico di Pescara, ci colloca in una buona posizione nella classifica delle maggiori città italiane di riferimento, dove siamo al 55esimo, posto.

Per dare maggiore trasparenza e condivisione sia ai dati che alle politiche che adotteremo il Comune provvederà a creare un link ad hoc con la sezione del sito dell’Arta grazie a cui la situazione dell’aria e gli altri parametri ambientali analizzati dall’Arta saranno verificabili in tempo reale”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Si riapre il 5 ottobre all’Aurum – fabbrica delle idee, fino al 7 con tre giorni fitti di incontri e un programma ricco di novità, il terzo Festival sulla Qualità della Vita organizzato dall’associazione Pescara Punto Zero.

Il tema del Festival di questa edizione è l’ALIMENTAZIONE intesa anche come nutrimento del pianeta che stiamo portando al collasso, dove” Sarà la miriade di progetti socialmente, economicamente, ecologicamente sostenibili, ormai diffusi ovunque nel mondo, saranno le risorse spontanee di un’agricoltura libera dalla gabbia delle monocolture e restituita all’equilibrio della natura e della biodiversità…[…] a salvare il pianeta” citando Vandana Shiva nel suo ultimo libro “Chi nutrirà il mondo”.

Intorno al tema centrale si snoderanno una serie di eventi divisi in aree tematiche: ECONOMIA CIRCOLARE - artigianato e riuso creativo - MOBILITÀ E TURISMO RESPONSABILE, QUALITÀ DELLA VITA - cibo, sport, salute - EDUCAZIONE E INFANZIA, ARTI VISIVE - documentari, corti e lungometraggi.

Per l'AREA EDUCAZIONE E INFANZIA, curato dalla Dott.ssa Zuleika Manari di Officine Arcobaleno quest'anno abbiamo voluto dare risalto ad un evento mondiale, che si svolge dal 1 al 7 Ottobre in tutto il mondo: la Settimana mondiale per l’Allattamento Materno 2018, “Allattamento: base per la vita”.

Si terrà una tavola rotonda "ALLATTAMENTO NATURALE" di donne esperte del tema, la Dott.ssa Emilia Sigillo, Dott.ssa Sara Acconciamessa – l’Albero della Vita, Dott.ssa Daniela Renisi, dell’associazione AlberghiAmo e che presenterà nell’occasione il progetto “Via LATTEA”, la Dott.ssa Rossana Liberatoscioli, ma aperta a tutte coloro che avranno voglia di condividere un'esperienza, raccontarsi ed essere eventualmente guidate in questo delicato percorso.

L'area infanzia continua e si sviluppa per i tre i giorni con una serie di laboratori che spaziano dalla Grafologia e gesto Grafico con la Dottoressa Carla Iocco e con il Dott. Danilo D'Addazio all’ apicoltura per bambini.

La D.ssa Manari: “Il motore che ci ha spinto a continuare questo “coraggioso” progetto è sicuramente la lungimiranza. Creare una piattaforma che potesse mettere in contatto diverse realtà che avessero come denominatore comune la riscoperta delle buone pratiche, la tutela del territorio e la qualità della vita intesa anche come ricchezza di tempo: in un luogo, l'Aurum, con le caratteristiche di una grande agorà, una piazza ideale come nella polis greca, un luogo dove far ritornare le persone a confrontarsi.”

Alcuni ospiti illustri animeranno i dibattiti, come l’architetto Paolo Berdini, già membro di rilievo dell’istituto nazionale di Urbanistica, reduce dall’esperienza come assessore all’urbanistica e ai lavori pubblici di Roma Capitale che presenterà “Roma, polvere di stelle” suo ultimo libro, per poi prendere parte alla tavola rotonda “PESCARA COMUNE OBIETTIVO: IMMAGINARE LACITTA’ DEL FUTURO”.

Per l’occasione ci sarà un confronto con Stefano Civitarese, anch’egli ex assessore all’urbanistica di Pescara, Adriana Gandolfi, antropologa ed esperta museale, e Laura di Russo, di Pescara Bici FIAB.

Il sabato si apre la mattina con il laboratorio di pittura per adulti “Osservando il Cielo” di Francesca Quintilio, per poi presentare il progetto ambientale “PANTA REI: I CAMMINI DELL’ACQUA” in collaborazione con Coop Alleanza 3.0 sulla tutela dell’acqua, a cura dell’associazione Pescara Punto Zero, organizzatrice del Festival.

Per l’area turismo e mobilità il primo pomeriggio si apre con la presentazione del progetto “TERRA AUTENTICA” un progetto turistico integrato, nato per tutelare, raccontare e per conservare la nostra identità culturale, il nostro patrimonio e la nostra storia. Ad esso partecipano 21 istituzioni comunali della provincia di Pescara e un’importante serie di enti e istituzioni regionali e nazionali, tra le quali la Fondazione Pescarabruzzo, la Soprintendenza Archivistica dell’Abruzzo e del Molise, l’Archivio di Stato di Pescara, le Pro-Loco e le associazioni culturali del territorio, ma soprattutto le forze migliori dell’area: uomini e donne di tutte le età determinati a far conoscere e valorizzare i loro luoghi.

A seguire ci sarà l’incontro centrale del festival sull’alimentazione: “L’IMPATTODEI PROCESSI INDUSTRIALI SU ALIMENTAZIONE E SALUTE”. Nella società del consumo l'alimentazione oggi assume un'importanza sempre maggiore, ma paradossalmente gli standard qualitativi dei prodotti, all'aumentare della popolazione e della domanda di beni di consumo, si abbassano.

La necessità di sfamare tutti e con prodotti sempre più elaborati, porta a scendere a compromessi del tutto svantaggiosi e spesso nocivi per la salute. Di questo si discuterà con la D.ssa Anna De Antoni e con il dott. Arrigo de Simone, biologo nutrizionista, moderati dal giornalista freelance Fabio Rosica. All’incontro la presentazione della prima piattaforma di COFARMING al mondo, “YOUFARMER”.

Domenica 7 ottobre, in anteprima regionale “Hunger for Bees” proiezione del film-documentario in anteprima regionale, scritto da Monica Pelliccia, Adelina Zarlenga e Daniela Frechero, per la regia di Silvia Luciani.

un viaggio che racconta le storie di apicoltori e apicoltrici incontrati tra l’Italia e l’India, che con grande dedizione portano le loro api in mezzo alle coltivazioni per favorire l’impollinazione e migliorare la salute dell’uomo, fino ad arrivare in un piccolo comune della provincia di Bolzano, Malles, dove i cittadini hanno abolito l’utilizzo dei pesticidi con un referendum.

Giorgio Baracani, Armanda Manghi, Emilio Alberici, Ammasai Parthiban, Rhea Cordeiro, Neema Ramesh Bilkule, Vimal Dileep Vadri, Ripa Jaitya Kuwav, Ulrich Veith e Johannes Fragner sono i protagonisti di questo documentario. Dalle loro parole e dai loro silenzi emerge l’amore incondizionato che hanno verso la natura e verso il mondo. Il racconto è diviso in tre capitoli: “la transumanza della vita”, “dare valore al cibo” e “liberi dai pesticidi” e ripercorre l’inchiesta giornalistica delle autrici, realizzata l’anno scorso con l’obiettivo di spiegare come la diminuzione delle api abbia ripercussioni sul sistema alimentare globale e sulla sicurezza alimentare. Le api sono una ricchezza incommensurabile, sono impollinatori fondamentali per la produzione di cibo. La diminuzione degli insetti impollinatori ha dunque conseguenze tangibili sulle nostre tavole, sulla nostra salute, sull’ambiente e sulla biodiversità: “ogni ape porta in sé il meccanismo dell’universo: ognuna riassume il segreto del mondo”.

Un grande padiglione allestito in sala D’Annunzio dedicato all’Economia circolare, sarà scenografia e punto centrale del Festival, dove artigiani e creativi del riuso potranno presentare i propri manufatti e opere artistiche. Da segnalare la presenza di Francesca de Marinis, [Scartell] artista pescarese conosciuta in ambito internazionale, che con l’uso delle mani e dell’immaginazione trova nuove forme e configurazioni artistiche alla plastica, per uscire dal circolo vizioso e dannoso del ciclo di vita del prodotto.

Quest’anno importante novità saranno le esibizioni musicali, che ogni sera dalle 20.00 completeranno le degustazioni offerte dalla Cantina San Lorenzo vini, eccellenza del territorio: sabato 6 ottobre con Osvaldo Bianchi e gli “inediti contemporanei anni ‘70” e in chiusura del Festival, domenica 7 ottobre in anteprima nazionale, la presentazione in concerto del disco “VOL.1OrtO” degli Organico Ridotto in Piazzale Michelucci.

Il gruppo musicale propone canzoni in lingua abruzzese “deliberatamente manomessa” e indaga, rilegge e rielabora la tradizione popolare, per avere come risultante una nuova proposta di folklore. Il progetto ha quindi l’ambizione di ricollegare quel tessuto in via di estinzione rappresentato dal rapporto tra memoria popolare e collettività, attraverso un percorso che mira a dare un nuovo respiro alla musica popolare utilizzando sonorità contemporanee.

Come in ogni edizione, la collaborazione con la condotta di Pescara di Slow Food porterà al festival in sala Michelucci i laboratori pratici alla scoperta del gusto, con Ida di Biagio, maestra gelatiera con “il gelato è meglio dolce o salato?” un’esperienza sensoriale fuori dagli schemi e il Dottor Giorgio Davini, docente Master of Food con “Miele, pecorino di Farindola e vino cotto, abbinamenti più o meno scontati”.

Pubblicato in Cronaca

Francavilla al Mare. "Nell'attesa del progetto di questa amministrazione di privatizzare i parcheggi per i prossimi cinque lustri, Fratelli d'Italia è contro la politica del fare cassa a tutti i costi con l'abuso del disco orario. Prendiamo atto che, finita la stagione del parcheggio a pagamento, inizia quella dissennata del disco orario, ma dove devono parcheggiare i cittadini francavillesi? Registriamo le lamentele dei residenti che non sanno dove lasciare le loro auto per rientrare a casa e la loro rabbia perché sono consapevoli che questo sistema serve solo a fare multe! Ricordiamo al Sindaco che in questa città esistono anche le necessità dei residenti che non possono essere trattati come bancomat. Al contrario, in tempi così conflittuali, riteniamo più opportuno utilizzare la Polizia Municipale per il controllo del territorio e per la sicurezza dei cittadini." Lo afferma in una nota il portavoce di Fratelli d'Italia, Carmine Di Giovanni.

Pubblicato in Politica

Pescara. “Dopo via Bardet, via Modesto della Porta e via del Santuariol stamane sono partiti anche su Corso Umberto i lavori di manutenzione straordinaria del manto stradale: interventi su tutto il territorio cittadino, per un importo pari a circa 500.000 euro.

Come annunciato queste risorse non ci consentono di rifare intere strade, né interi marciapiedi, ma ci danno la preziosa possibilità di intervenire per eliminare quelle situazioni di pericolo che ci sono state segnalate dai cittadini o che sono state ispezionate dal servizio manutenzione del Comune, a partire dai marciapiedi e dai camminamenti pedonali.

Un lavoro iniziato in via del Santuario (lato monte), via Bardet (ultimo tratto), via Modesto della Porta (betonella), che da oggi prosegue su Corso Umberto e Piazza Salotto e andrà poi avanti anche sui marciapiedi in betonella di via Regina Margherita, viale Kennedy, Piazza Allende (ripristino dei cubetti di porfido), via Benedetto Croce (betonella dal civico 163 e successivi), via Doria (betonella), Piazza San Silvestro (betonella), via Figlia Di Iorio (betonella, via Tavo (Betonella), viale Sabucchi (betonella) e viale Muzii (betonella).

Terminati i lavori sui marciapiedi, inizieremo quelli con l’asfalto a caldo, con fresatura e ripristino del manto. Nei fatti in vista dell’inverno andiamo ad agire su punti dove dopo le piogge si creano buche e avvallamenti che rendono rischiosa la mobilità, creando dei veri e propri punti deboli della viabilità cittadina, che abbiamo ricoperto durante l’inverno con asfalto a freddo e che ora potremo chiudere definitivamente con un lavoro più accurato.

A tale proposito continua la mappatura della città, privilegiando le arterie più trafficate e di grande scorrimento. Interventi previsti quindi su via Caravaggio (nel tratto dalla rotatoria via Bernini verso Montesilvano), Colle Renazzo, via Maestri del lavoro d’Italia, via Arapietra, via Salara Vecchia, via Lago di Campotosto, via del Circuito (nel tratto compreso tra il Ponte delle Libertà e via Pian delle Mele), via Ferrari (dal sottopasso di via Michelangelo fino a via Arapietra), via Luisa d’Annunzio, via Marconi, via Caduta del Forte (dinanzi al cinema Massimo), via Celommi e via della Bonifica”. Lo afferma in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore alla Manutenzione, Antonio Blasioli.

Pubblicato in Cronaca

Roseto degli Abruzzi. Solita grande affluenza per la cena di solidarietà a sostegno dei progetti a favore dei ragazzi disabili dell’associazione Dimensione Volontario. Sabato sera al Lido d’Abruzzo di Roseto circa 300 persone hanno partecipato all’evento, dando il proprio supporto all’onlus che da 23 anni lavora incessantemente sul territorio. Nel corso della serata sono stati incassati 6700 euro.
Numerose le autorità presenti, tra le quali la deputata del M5S Valentina Corneli, l’ex deputato Dante D’Elpidio, il sindaco di Pineto Robert Verrocchio e quello di Notaresco Diego Di Bonaventura, il presidente del consiglio comunale di Roseto Teresa Ginoble, l’assessore Carmelita Bruscia, il consigliere Rosaria Ciancaione e il presidente di Anpas Abruzzo Serafino Montaldi.
Ognuno di loro ha rilevato l’importanza e la necessità per il nostro territorio di pervenire al più presto ad uno sviluppo di un modello di turismo accessibile a chiunque, garantendo il proprio impegno per facilitare il raggiungimento dell’obiettivo.
Assente l’assessore regionale alle politiche sociali Marinella Sclocco, che però ha voluto inviare un video messaggio per salutare i presenti e sostenere le iniziative dell’associazione presieduta da Peppe Palermo.
Due i momenti clou nel corso della serata. Nel primo è stato presentato il progetto “IN…FORMA. VIAGGIO SOCIALE”, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dalla Regione Abruzzo, co-finanziato e realizzato da Dimensione Volontario in partenariato con l’Associazione Guardie Ambientali Roseto, Associazione Abruzzo Amore Solidarietà e Beneficenza ONLUS, A.D.A. Associazione per i Diritti degli Anziani Teramo e la Pubblica Assistenza PROS ONLUS Pineto-Roseto.
Il progetto verrà sperimentato nei comuni di Roseto e Pineto, avrà una durata limitata di 11 mesi ma la vera sfida sarà quella di continuare a garantire il servizio anche successivamente. La finalità è quella di intervenire nell'erogazione di servizi, attività ed informazioni inerenti all'accoglienza e alla permanenza dei disabili.
Si tratta di un’iniziativa che potrà avere un evidente impatto sia nel settore sociale che sull'economia turistica del territorio, in quanto è auspicabile che si possa verificare un afflusso di nuovi turisti, assieme all'aumento della capacità produttiva e della diffusione della cultura della disabilità.
Dopodichè si è proceduto alla presentazione della polisportiva Dimensione Volontario e alla consegna, fra gli applausi scroscianti dei presenti, ai paratleti locali delle nuove divise, realizzate grazie al contributo dell’azienda Ponzio S.r.l. Gli obiettivi saranno quelli di migliorare i buoni risultati già ottenuti in alcune competizioni al di fuori della nostra regione ma soprattutto di far vivere ai ragazzi dell’Associazione delle esperienze piacevoli e gratificanti.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. "Seguendo le orme del predecessore anche il Presidente facente funzione Giovanni Lolli se la canta e se la suona da solo nascondendo sotto il tappeto il disastro e l'enorme ritardo accumulato da questo Governo regionale sulla spesa dei fondi comunitari". A dichiararlo è il consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo dopo aver appreso il rinvio della visita istituzionale del Ministro Lezzi attesa oggi a L'Aquila. "Ormai è noto - continua Febbo - come, purtroppo, la nostra Regione sia posizionata terzultima nella spesa del Feasr e penultima nella gestione dei fondi Fesr e Fse. Mai l'Abruzzo aveva raggiunto questo pessimo e negativo risultato causando la restituzione all'Europa di consistenti risorse economiche che non sono state impegnate in bandi e avvisi. Infatti l'Abruzzo nel 2019 potrebbe restituire risorse comunitarie non spese per qualcosa come 37 milioni di euro. Infatti Giovanni Lolli sara regolamente smentito, purtroppo, dai dati del report trimestrale al 30 settembre pubblicati e resi noti dai diversi Ministeri che certificavano nuovamente il disastro causato dal duo D'Alfonso- Rivera. Quindi - conclude Febbo - invito il Presidente Lolli a non continuare a sottovalutare il problema con dichiarazioni rassicuranti ma, al contrario, di trovare soluzioni che possono in parte rimediare o almeno arginare la perdita dei fondi comunitari che dovevano essere gestiti diversamente, casomai attraverso un'Autorità di Gestione competente e concreta".

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione