Articoli filtrati per data: Mercoledì, 03 Ottobre 2018
Mercoledì, 03 Ottobre 2018 00:00

Verso la canonizzazione di Nunzio Sulprizio

Pescara. “Nunzio, il giovane santo”. È questo il titolo dell’Oratorio Sacro di venerdì 5 ottobrevoluto dall’Arcidiocesi di Pescara-Penne in preparazione alla canonizzazione del beato di Pescosansonesco.

Appuntamento alle 21 nella chiesa Spirito Santo di Pescara «per guardare alla canonizzazione di Nunzio Sulprizio del prossimo 14 ottobre – spiega monsignor Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne- conoscendo più da vicino questo nostro giovane attraverso la preghiera del canto e le riflessioni proposte in questo delicato e creativo momento spirituale».

Speaker e attori professionisti aiuteranno i presenti a rileggere i testi di Paolo VI, ad approfondire il senso della Gaudete et Exsultate, esortazione apostolica sulla chiamata alla Santità nel mondo contemporaneo di Papa Francesco, e ad introdurre le note dei Cori riuniti dell’Arcidiocesi di Pescara-Penne e dell’orchestra diretti da Roberta Fioravanti.

«All’appuntamento – continua entusiasta l’arcivescovo – sarà presente anche il postulatore della canonizzazione, don Antonio Salvatore Paone e sarà presentato l’inno liturgico “Vero Nunzio di Cristo” composto per l’occasione dal Maestro Marco Frisina».

Concluderà l’iniziativa il brano “Dall’Incudine al cielo” del cantautore Tony Nevoso.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. L'Unibasket chiama, Pescara risponde! Nel capoluogo adriatico oggi si è svolta la prima presentazione ufficiale dell'Unibasket, la società nata dal legame di tre importantissimi sodalizi (e si sono già uniti altri due club). Davanti a un folto pubblico, nonostante il giorno feriale e le concomitanze sportive, la città ha abbracciato le due squadre che disputeranno un campionato nazionale e tutto il settore giovanile.

Intervenuto durante la presentazione Giuliano Diodati, Assessore allo Sport del Comune del Pescara, che ha sottolineato con orgoglio la vicinanza dell'istituzione comunale all'impegno dell'Unibasket, non solo per i risultati sportivi che ottiene ma soprattutto per il valore sociale della sua azione sul territorio, ringraziando il sodalizio per quello che sta facendo.

Ha fatto gli onori di casa il presidente Carlo Di Fabio, che poi si è concentrato sugli impegni agonistici ormai imminenti: "una grande serata di basket con uno splendido pubblico. Complimenti a tutta l'organizzazione, ma siamo già concentrati sul campo, con un solo obiettivo: vincere domenica, per partire con il piede giusto e prepararci ad espugnare Teramo e Chieti subito dopo. Forza Unibasket: occhi puntati già da sabato per la partita della squadra di Lanciano, senza mai dimenticare che sta per iniziare anche l'Under18 in DNG, ma la punta dell'iceberg è la serie B e quindi mi sento di invitare tutti al palazzetto già domenica prossima: riempiamo il Pala Aterno Gas&Power per iniziare una lunga striscia di vittorie".

Il presidente Luca Di Censo ha spiegato il percorso del settore giovanile Unibasket: " Sono soddisfatto di come ci siamo mossi in estate, i gruppi sono tutti competitivi e gli staff sono formati da allenatori professionisti. Credo che quest'anno avremo grandi gioie a livello giovanile: abbiamo molti ragazzi che presto potranno giocare nelle squadre di vertice del progetto".

Soddisfatto della presentazione anche il vice presidente Luca D'Onofrio: "di presentazioni simili ne abbiamo fatte diverse nei tanti anni di attività, ma questa ha un sapore davvero particolare, perché inaugura un percorso importante. Abbiamo posto la prima pietra di una costruzione che diventerà molto grande e ci darà tante soddisfazioni. La DNG si innesta in questa struttura, un trampolino di lancio per i ragazzi del settore giovanile. Sarà difficile essere subito competitivi in un campionato difficilissimo ma ci tengo a sottolineare che tutti i ragazzi coinvolti in questo progetto sono elementi in cui crediamo molto; questo è il modo migliore per farli crescere, creando un modello che durerà nel tempo".

"Siamo orgogliosi di riportare il basket nazionale a Lanciano dopo cinque anni di assenza- ha dichiarato il dirigente Valerio Di Battista - ci siamo impegnati tanto per riuscire in questa impresa. Siamo molto fiduciosi perché la città ha risposto alla grande, c'è parecchio fermento e di certo la convincente vittoria ottenuta a Perugia ci sta dando una mano. Speriamo di fare un'altra prestazione di livello sabato sera contro il Pisaurum, sconfitto all'ultimo secondo dalla corazzata Valdiceppo. Speriamo di esordire in casa nel migliore dei modi".

Spazio all'associazione Amici della Pallacanestro, con l'intervento del presidente Francesco De Santis, che ha sottolineato traguardi e obiettivi del gruppo, che ha appena spento la prima candelina: "vogliamo consolidare la tifoseria, sviluppando lo zoccolo duro che si sta creando. Abbiamo superato i 100 associati, abbiamo tanti contatti social, abbiamo partecipato a 12 trasferte in una stagione organizzando cinque pullman. Nel futuro vogliamo avvicinare al basket chi non si è ancora appassionato a questo meraviglioso sport e aiutare la parte giovane del tifo a organizzarsi, per sostenere la squadra da dietro il canestro"

La serata è stata presentata magnificamente da Renato Fulgente, dirigente della We're Basket, che ha sostituito il giornalista Enrico Giancarli, volto del basket abruzzese, oggi impossibilitato a condurre la presentazione a causa del rinvio della partita del Pescara Calcio. Giancarli ha salutato tutta la società con un graditissimo videomessaggio. Con lo stesso strumento la società ha lanciato la Campagna Abbonamenti, con le riprese dello storico personaggio dello sport regionale Antonio Totò De Leonardis, che con il classico "Io sono abbonato, e tu?" ha accompagnato il messaggio della campagna, vero e proprio tormentone dell'ultimo periodo.

Il presidente Carlo Valentinetti, che di questa campagna abbonamenti è il motore, ha commentato così l'evento: "bellissima serata, trascinata dalla voce di Renato. Mi sono sinceramente emozionato, ho percepito un entusiasmo travolgente: il progetto viene seguito e apprezzato. Siamo carichissimi per questi campionati nazionali e tutte le giovanili. Incrociamo le dita, siamo molto fiduciosi".

Culmine della serata la presentazione della squadra di serie B, guidata da coach Stefano Rajola: "un entusiasmo coinvolgente che ci ha davvero colpito. La nostra squadra è l'ammiraglia del gruppo Unibasket e ora, dopo tutta la fase di preparazione, siamo finalmente alla vigilia dell'esordio in campionato, per di più in casa, dunque vogliamo moltiplicare questo entusiasmo conquistando la prima vittoria":

Appuntamento dunque sabato e domenica per la prima partita dell'Unibasket Lanciano e l'esordio assoluto della serie B. Due impegni casalinghi per lanciare al massimo la nuova stagione agonistica e valorizzare tutto questo entusiasmo contagioso.

Pubblicato in Sport

Milano. 1° Premio all’avezzanese Alina Di Mattia al Concorso Giornalistico Benedetta D’Intino, nato per volontà della famiglia Mondadori, Formenton e D’Intino, con l’obiettivo di valorizzare il lavoro della Stampa che approfondisce tematiche legate ai bambini con disagio psicofisico e gravi disabilità di cui si occupa la onlus omonima.

Con un articolo di forte impatto emotivo dal titolo “Emanuele, l’Asperger ed io” pubblicato sulla testata Il Faro24, ed affrontando il tema dell’autismo con consapevolezza e sensibilità, Alina Di Mattia si aggiudica meritatamente il 1° posto per la categoria articoli giornalistici, convincendo all’unanime la Giuria.

Per la categoria servizi giornalistici, vince il primo premio Alessio Lasta con lo straordinario e commovente reportage “SLA – Malati invisibili agli occhi dello Stato”, andato in onda su Piazzapulita LA 7.

Una menzione speciale va a Barbara Rachetti, per l’articolo di Donna Moderna “Vivere con un disabile: e se si tratta di un fratello?”

“Il premio Benedetta D’Intino è un appuntamento importante, per la Fondazione. Siamo orgogliosi di premiare chi, tra i giornalisti candidati, ha dimostrato professionalità e interesse nei confronti di un tema delicato come il ruolo dei fratelli e delle sorelle di persone con disabilità”, sostiene Mattia Formenton, presidente della Fondazione Benedetta D’Intino.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roma. "Non un evento, ma la tappa di un percorso. Tale considero questo progetto”, ha dichiarato ieri nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento “Liberi nell’Arte”, svoltasi presso la Sala Marconi di Palazzo Pio, mons. Dario Edoardo Viganò definendo il carcere “un luogo magico, dove possiamo mettere alla prova la nostra fede cristiana e il nostro spirito fraterno".

"Liberi nell'Arte", iniziativa di solidarietà promossa da UCSI Molise in collaborazione con Vatican News, Ministero della Giustizia e Ispettorato generali dei Cappellani è un itinerario che, in occasione del Sinodo dei Giovani, si svilupperà, dal 18 al 25 ottobre, presso quattro istituti penitenziari attraverso differenti forme artistiche che vedono la partecipazione di importanti partner. Il progetto, il cui fine è di favorire la cultura del reinserimento dei detenuti sarà presentato il 6 ottobre, all'interno della cerimonia di apertura del Sinodo, presso l'Aula Paolo VI in Vaticano, alla presenza del Santo Padre (in allegato il calendario).

"Dalla marginalità abbiamo colto un'opportunità - ha commentato Rita D'Addona, Presidente UCSI Molise - L'arte, nelle sue molteplici forme, riesce oggi a parlare ai giovani, consentendo a noi adulti di creare un ponte di comunicazione che diventi per noi un momento di misericordia. Liberi nell’Arte è un’espressione attraverso la quale UCSI Molise mira a promuovere la cultura del reinserimento nelle carceri".

"Portiamo la nostra vicinanza, attraverso l'arte, alla popolazione carceraria. Perché l'arte non ha confini", ha aggiunto Alfonso Cauteruccio della Segreteria Generale del Sinodo, prima di lasciare la parola a don Raffaele Grimaldi (Ispettorato Generale Cappellani): "Papa Francesco ha voluto fortemente portare la Chiesa in carcere, ma affinché i giovani possano continuare a credere nella realizzazione dei propri sogni, è necessaria una sinergia e una condivisione tra le varie realtà".

L’incontro, moderato dal coordinatore di Vatican News, Davide Dionisi si è concluso su un toccante audio che alterna le dichiarazioni di un detenuto a quelle di papa Francesco durante una delle sue tante visite presso le case circondariali.

 

Pubblicato in Cultura e eventi

La Terza Classe è una band atipica per la scena musicale italiana. Con le radici ben piantate nel folk e nel bluegrass americano, hanno sviluppato un sound personale ricco di influenze inglesi ed internazionali.

ASCOLTA IN ANTEPRIMA IL NUOVO VIDEO-SINGOLO "PROMISE":
https://youtu.be/A8B2WeJsA9c

E' fissata per venerdi 26 Ottobre 2018 la release date del loro primo disco di inediti.
I cinque brani che compongono l'EP sono stati prodotti dalla band in collaborazione con Massimo De Vita (Blindur), mixati da Paolo Alberta (Negrita, Roy Paci, Ligabue); masterizzati da Andrea Suriani (Cosmo, Calcutta, Coez)
Se i primi due lavori discografici, "Ready to Sail" (2013, autoprodotto) e "FolkShake" (2016, su etichetta "Ad Est dell'Equatore"), i brani proposti erano re-interpretazioni di classici della tradizione folk americana oggi il trio, che dal vivo diventa quintetto, pubblica cinque brani inediti che vanno a comporre l'EP dal titolo omonimo.

Prima di partire per gli Stati Uniti, dove la band realizzerà un tour di oltre 20 date, La Terza Classe presenta in esclusiva le nuove canzoni in tre occasioni:
07 ottobre Radio3 Rai - Zazà, dalle ore 15:00 intervista e pre-ascolto EP
14 ottobre ore 12:30 presso la Fiera del Vinile e della Musica DiscoDays - Napoli
20 ottobre presso foyer Teatro Bellini - Napoli
mentre al ritorno dagli USA il 7 Dicembre saranno di scena presso l'Ex OPG, Je sò Pazz di Napoli.

Pierpaolo Provenzano (chitarra, voce), Rolando "Gallo" Maraviglia (contrabbasso, voce), Enrico Catanzariti (percussioni, voce) - con l'ormai consolidata collaborazione dei musicisti Corrado Ciervo (violino, keyboard) e Alfredo D'Ecclesiis (voce) sono partenopei nel cuore ma americani nello spirito. Un connubio stranissimo che però li ha caratterizzati sin dagli esordi quando la loro attività di busking li ha portati in giro per l'Italia e l'Europa.

"La novità sonora di questo disco è frutto prima di tutto delle ricerche che abbiamo operato nella tradizione musicale folk anglosassone"; dichiara la band. "Dopo aver suonato, studiato e fatto ricerca in questi ambiti abbiamo voluto portare la nostra musica ed i nostri testi in una dimensione più moderna rispetto a quella affrontata nel nostro precedente lavoro".

La sorte è dalla loro parte: nel 2014 La Terza Classe parte per il primo tour negli Stati Uniti dove fra una data e l'altra incontra fortunosamente Jim Lauderdale (Jim si fermò sull'Highway fra Knoxville e Nashville poiché il nostro van era in panne, da lì nacque una profonda amicizia, racconta la band). Il famoso artista country/soul pluripremiato ai Grammy Awards (produttore e collaboratore di George Strait, Gary Allan, Elvis Costello, Blake Shelton, the Dixie Chicks, Vince Gill, Patty Loveless) invita la band ad esibirsi al noto show televisivo americano Music City Roots (guarda http://bit.ly/2Qgc5zM), a Nashville; da questo momento in poi La Terza Classe parteciperà a ben quattro edizioni del programma.
Nel 2015, 2016, 2017 La Terza Classe ritorna in America per tre tournée calcando numerosi palchi, fra i più prestigiosi quelli del Big Ears Festival in Tennessee, il Rockwood Music Hall di New York ed il Bluegrass Undreground.

Il gruppo non disdegna partecipazioni nel mondo del cinema e la tv, così sono presenti in alcuni spot Sky, partecipano a "Italia's got talent", arrivando alle semifinali, e partecipano ad alcune trasmissioni tv di Joe Bastianich. Col cinema il flirt è più intenso così sono presenti nel film di Francesco Prisco con Rocco Papaleo (Bob & Marys, 2018) e producono un documentario dal titolo "Flat Tyre - An American music dream" (regia diUgo Di Fenza) sull'esperienza della loro prima tournée americana; il docufilm ha vinto il premio come migliore documentario al Napoli Film Festival e al Salento International Film Festival.

Ascolta/Guarda il video clip del primo singolo "Have you Again" estratto dall'Ep omonimo:
https://youtu.be/Ujwvd3jqnzY
La regia e il montaggio del videoclip sono di Ugo Di Fenza.

Pubblicato in Cultura e eventi

L’Aquila. Si terrà a L’Aquila domani 4 ottobre 2018 dalle ore 15.00 presso la Sala Rivera di Palazzo Fibbioni – sede del Municipio – la tavola rotonda e l'assemblea dei lavoratori, organizzata dalla FIRSTCISL, sul Manifesto AdessoBanca. Il progetto nasce da una attenta analisi del settore ed è stato realizzato dalla Segreteria Nazionale FIRSTCISL sui temi dell’etica bancaria, dopo aver individuando la necessità comune alla politica, all’industria, alle lavoratrici, ai lavoratori e ai risparmiatori di una riforma socialmente ed eticamente utile del sistema bancario.

La FIRSTCISL nel suo Manifesto, presenta una soluzione d’insieme, volta a restituire le banche ai cittadini, salvaguardando i risparmiatori, diminuendo e mettendo un tetto agli stipendi dei manager, combattendo speculazioni e abusi, con il fine ultimo di stilare una nuova legge per tutti i reati economici/finanziari, al fine di punire i responsabili dei disastri bancari passati e prevenirne di ulteriori.

I lavori saranno aperti da Claudio Bellini, Segretario Generale FIRSTCISL Abruzzo-Molise, seguirà il saluto del Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, si alterneranno poi in una tavola rotonda: Giulio Romani Segretario Generale FIRSTCISL, Giovanni Lolli Presidente Vicario Regione Abruzzo, Fabrizio Marinelli Professore ordinario di Diritto Privato Università dell’Aquila, Stefano Cianciotta Professore universitario di Crisis Management, Michele Borgia Presidente BCC Cappelle sul Tavo, modera il giornalista e scrittore Angelo De Nicola.

Partendo da un breve excursus storico sulle varie modifiche alla normativa bancaria e in considerazione che il continuo dialogo tra politica, sindacato, associazioni industriali, consumatori, lavoratrici e lavoratori, è necessario per sostenere il tessuto economico sociale dei territori, attraendo nuovi investimenti e nuove risorse, presentiamo il manifesto AdessoBanca, costituito da sei punti, che trattano della tutela del risparmio e del lavoro e delle problematiche legate alle vicende del settore bancario.

Pensiamo che la proposta possa aiutare a riportare il sistema bancario verso quelle attività proprie previste anche dalla nostra Costituzione. In particolare gli art. 1,2,4,46,47.

L’idea a livello territoriale è quella di istituire un tavolo permanente (Osservatorio), con la presenza del Sindacato, della Regione, delle Prefetture, delle Associazioni Datoriali, della Guardia di Finanza, e dei Comuni, che possa monitorare il settore del credito e nel contempo creare condizioni favorevoli tali, da consentire l’accesso al credito alle famiglie e alle imprese con l’obiettivo di tutelare i livelli occupazionali nel settore e rilanciare l’economia nella nostra regione.

 

Pubblicato in Economia

Pergola. Dopo quella nazionale all’Enit di Roma, presentazione regionale della Fiera Nazionale del Tartufo bianco pregiato di Pergola presso la sede della Confcommercio Marche nord. La 23esima edizione è in programma il 7, 14, 21 ottobre nella città dei Bronzi dorati, in provincia di Pesaro e Urbino.

Sono intervenuti il sindaco di Pergola Francesco Baldelli, il direttore Confcommercio Amerigo Varotti, il direttore regionale Cia Gianfranco Santi, il presidente provinciale associazione ristoratori afferente a Confcommercio Mario Di Remigio, Raffaele Papi dell’AIS Marche. Programma ricchissimo che come sempre punterà sul binomio cucina e cultura con l’oro della tavola, il tartufo pregiato, e l’oro dei Bronzi Dorati.

Dopo lo straordinario successo raggiunto nelle ultime edizioni, con circa 80mila presenze, che hanno trasformato Pergola in una delle principali ‘Capitali italiane’ del Tartufo Bianco, anche quest’anno la città si propone per una delle più importanti vetrine nazionali di valorizzazione del tartufo e dei prodotti tipici. Ben 11 le regioni rappresentate. Presenze anche straniere e, tra queste, uno stand tedesco con i migliori prodotti della Foresta Nera.

Alcuni numeri testimoniano la qualità e l’importanza che ha raggiunto l’evento: 1,5 km lineari di stand espositivi, 500 mq di spazi per la vendita di tartufo; 4000 mq di esposizione di prodotti tipici; 4200 mq di fiera commerciale; 850 mq di area concerti, eventi, spettacoli; 450 mq di attività didattiche e divertimento per i più piccoli; 190 mq di Piazza del Gusto a disposizione dei migliori chef.

Pergola città del tartufo tutto l’anno: grazie al suo vastissimo territorio, può offrire una produzione annuale di tartufo di estrema importanza e qualità con i suoi 113 km quadrati di territorio, oltre 40 ettari di tartufaie e 340 cavatori.

«Sarà una edizione – ha sottolineato il sindaco Baldelli – ricca di novità e che, come sempre, punterà tutto sulla eccellenza e la qualità, contro ogni tipo di sofisticazione alimentare, nel segno del “rispetto” di questo prodotto unico che ci offre la terra e del rispetto per il visitatore amante della qualità e del tartufo pregiato marchigiano. Una Fiera che cresce anno dopo anno e che tanto fa bene allo sviluppo turistico ed economico del territorio».

La novità più importante è senz’altro rappresentata dalla istituzione della commissione qualità che prima della Fiera valuterà attentamente i tartufi in vendita, per verificarne e garantirne la qualità e i profumi. Solo Alba finora si era dotata di questo fondamentale strumento. Il coordinatore tecnico della commissione è Raffaele Papi, Sommelier Professionista e rappresentante AIS Marche, che guiderà, nella valutazione del prezioso tubero, i sette esperti marchigiani che compongono l'organismo.

«Era una sagra di paese, ma da qualche anno – ha sottolineato il direttore Varotti - è diventata una fiera rinomata a livello nazionale grazie all’impegno e alle intuizioni della giunta Baldelli. Un evento che ottiene sempre più consensi e quest’anno ha anche il patrocinio dell’Enit, l’agenzia nazionale italiana del turismo, dove abbiamo tenuto la presentazione nazionale nei giorni scorsi. Per noi che ormai da anni collaboriamo con ottimi risultati con l’amministrazione pergolese è un piacere lanciare a livello regionale la kermesse. La formula eccellenze enogastronomiche e beni culturali è vincente, Pergola può vantare l’oro della terra e l’oro dei Bronzi dorati. Pergola è anche città del tartufo tutto l’anno e questo brand vogliamo promuoverlo in tutto il mondo». Una promozione quella di Confcommercio che sta dando risultati molto importanti: «Stiamo girando il mondo, siamo stati in Cina e ora andremo in Russia. E durante la Fiera arriveranno ben 14 agenzie di viaggio canadesi e diversi turisti. E in occasione della prima domenica inaugureremo l’ufficio turistico turistico della città di Pergola, che sarà gestito proprio da noi di Confcommercio».

«E’ una Fiera che cresce anno dopo anno, ormai conosciuta ovunque. Il grande merito è del lavoro straordinario del sindaco Baldelli», ha proseguito Santi. «Per quanto concerne il tartufo, in alcune aree della nostra regione dovrebbe essere abbondante e di buona qualità, e tra queste quella di Pergola».

«Il tartufo è il nostro prodotto di eccellenza – ha evidenziato De Remigi -. Queste fiere sono importanti anche per i ristoratori, rappresentano un volano per l’economia».

Ha concluso Papi: «E’ una sfida stimolante e bella la creazione della commissione. Dobbiamo garantire la qualità del tartufo e la provenienza territoriale

In sala presente il patron del ristorante Giardino che nelle tre domeniche gestirà la Piazza del Gusto “Marche da Mangiare”. Da non perdere, assoluta novità, il Truffle Burger, hamburger di carne marchigiana con tartufo.

Tra le tante collaborazioni, quella con Ais Marche che proporrà degustazioni, aperitivi e approfondimenti.

Nelle tre domeniche tante iniziative: animazione, spettacoli, musica (Grande Concerto con Antonello Cuomo canta Venditti, Stefano Ligi in concerto, Leonardo Manera, direttamente da Zelig), divertimento per bambini, cene di qualità.

Speciale pacchetto cultura e cucina ‘L’oro alla portata di tutti’. Il sindaco Francesco Baldelli, ha deciso di proseguire in un’iniziativa di grande interesse: pagando un biglietto di 23 euro, non obbligatorio, in quanto l’ingresso alla fiera è libero, il pubblico avrà diritto ad entrare nel museo per visitare la splendida pinacoteca e vedere lo straordinario gruppo bronzeo ricoperto d’oro, e potrà degustare, all’interno del ristorante ‘Marche da Mangiare’, appositamente allestito in piazza IV Novembre, un abbinamento di un primo e secondo piatto di qualità a base di tartufo pregiato elaborati dagli chef di Massimo Biagiali, patron del ristorante ‘Il Giardino’.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roccamorice. Domenica 7 ottobre 2018 alle ore 15.30, presso l’eremo di Santo Spirito a Ma-jella di Roccamorice, è prevista la quarta presentazione del libro, Il Beato Roberto da Salle, discepolo di San Pietro del Morrone. L’evento è stato promosso dal sindaco di Roccamorice, il dott. Alessandro D’Ascanio, che lo ha inserito all’interno delle pregevoli iniziative della Perdonanza Celestiniana. A patrocinare l’evento è stata la cooperativa Ripa Rossa (organizzatrice dell’evento), Italia Nostra e il Comune di Roccamorice. Ad intervenire saranno padre Guglielmo Alimonti, discepolo di padre Pio e presidente dei gruppi di preghiera di San Pio in Italia; il sindaco di Roccamorice, il dott. Alessandro D’Ascanio; il sindaco di Salle Maurizio Fonzo; il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco; il Dirigente Scolastico, prof.ssa Daniela D’Alimonte e l’autrice, prof.ssa Katja Battaglia. Saranno presenti inoltre, il presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marcoe l’Assessore alla cultura di Caramanico Terme, Rita Silvaggi.
Si tratta di un libro di notevole importanza, perché l’autrice grazie alla sua ricerca in Italia e oltre confine è riuscita a rintracciare Vita Beati Roberti, l’agiografia anonima del Beato Roberto da Salle (monaco celestino nato a Salle nel 1272 e morto a Morrone del Sannio, in Molise, nel 1341), nella Biblioteca Nazionale di Francia a Parigi, all’interno di un preziosissimo codice cinquecentesco, che tramandava le vite dei santi.
Il volume si sofferma sugli aspetti meno noti della vita del Beato Roberto, proprio grazie alla trascrizione e alla traduzione del manoscritto Vita Beati Roberti; nonché all’analisi e all’incrocio delle fonti coeve, fra le più importanti il Libro dyalogorum, il Compendium dell’Inquisitio in partibus, Vita et obitus Beati Petri Confessoris, le pergamene custodite nell’Archivio Arcivescovile di Chieti e nell’Archivio dell’Abbazia di Montecassino.
Di questo libro, l’autore della prefazione, S.E. Mons. Claudio Palumbo, vescovo di Trivento, scrive: “corona degnamente la storiografia sul Beato, rinsaldandola entro i binari della ricerca scientifica. Davvero eccellente il capitolo quarto (fra tutti gli altri ammirevoli che compongono l’opera)”. Proprio per questa motivazione, l’autrice del libro ha ricevuto una pregevole onorificenza dal Sindaco del Comune di Salle, Maurizio Fonzo e dal Comitato Feste in onore del Beato Roberto da Salle.
Il volume è stato presentato per la prima volta nella chiesa Ss. Salvatore, il 18 luglio 2018, davanti ad un vastissimo pubblico, costituito dai Sallesi residenti a Salle ed emigrati in altre regioni d’Italia e all’estero, dai pellegrini provenienti da Morrone del Sannio, in provincia di Campobasso e dalla Congregazione di S. Maria di Casaluce, in provincia di Caserta, di cui è priore Mario Comella. Hanno partecipato anche molti devoti dei vari centri abruzzesi; alcuni soci e deputati della Deputazione di Storia Patria d’Abruzzo.
A presentare il volume è stato S.E. Mons. Claudio Palumbo, vescovo di Trivento, docente universitario di Storia della Chiesa e grandissimo conoscitore dei Celestini, tra l’altro autore di un brillante libro su San Giovanni da Capestrano. Sono intervenuti anche il sindaco di Salle, Maurizio Fonzo; il sindaco di Morrone del Sannio, il dott. Antonio Colasurdo; padre Federico Bazongo; la moderatrice, la prof.ssa Daniela D’Alimonte, Dirigente Scolastico e l’autrice, la prof.ssa Katja Battaglia.
Il libro, inoltre, è stato presentato a Caramanico Terme il 20 agosto 2018 e sono intervenuti, padre Quirino Salomone, Presidente della Fondazione Studi Celestiniani per la Pace, esperto sulla storia dei Celestini; l’arch. Mario Mazzocca, sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo; l’ins. Rita Silvaggi, assessore alla cultura di Caramanico Terme; il sindaco di Caramanico, il dott. Simone Angelucci; la Dirigente Scolastica, prof.ssa Daniela D’Alimonte e l’autrice, prof.ssa Katja Battaglia.
Una terza presentazione del volume c’è stata a Roccamontepiano, su invito del Sindaco Adamo Carulli, con gli interventi, oltre all’autrice del libro, di padre Guglielmo Alimonti, discepolo di padre Pio e presidente dei gruppi di preghiera di San Pio in Italia; del sindaco di Roccamontepiano, Adamo Carulli; del sindaco di Salle, Maurizio Fonzo; dell’assessore alla cultura di Roccamontepiano, la prof.ssa Maria Lucia Calice; del prof. Aurelio Subranni, ricercatore e del parroco Giulio Capetola.

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 03 Ottobre 2018 00:00

La 17 Rivers presenta Marte

Massimiliano Gallo, in arte Marte, è un eclettico musicista cantautore dotato di una fervida attività creativa, come si può cogliere dal suo ultimo Album. Marte, oltre alla produzione musicale autonoma, si destreggia bene anche nel mondo del video editing, realizzando i suoi stessi videoclips.

 

PRESENTAZIONE ALBUM

 

ACROSS MY UNIVERSE , album dai toni forti, sensuali ed accattivanti.

Si potrebbe definire un connubio tra elettronica e alternative rock.

Un disco energico e passionale che rappresenta l’ennesima sfida del polistrumentista/cantautore.


MARTE è disponibile per interviste.

http://Musicmarte.it 
- https://www.facebook.com/musicmarte/ 


link all'album per eventuali recensioni
https://open.spotify.com/album/4He8lSedl7xJ6tTn7qSarE 

link al singolo
https://www.youtube.com/watch?v=pYRfsN-NfjM 

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. “Invito il governo nazionale a considerare il potenziamento delle forze dell’ordine sul nostro territorio” è quanto ha dichiarato il sindaco di Vasto, Francesco Menna in merito al tentato furto al Cup di Vasto e ai recenti avvenimenti accaduti nel territorio.

“Mi auguro - ha continuato Menna - che il governo nazionale riesca a garantire la presenza del Tribunale in città. Ricordo che il Comune di Vasto, per scongiurare la chiusura del Tribunale cittadino, ha firmato un accordo storico con Lanciano. E’ indispensabile assicurare in città la presenza della Procura, soprattutto su una comunità di confine come quella in cui viviamo”.

 

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione