Articoli filtrati per data: Venerdì, 05 Ottobre 2018

Chieti. Ormai è solo una questione di ore ed inizierà finalmente il campionato di Serie B “Old Wild West” 2018-19 che, per quanto riguarda il Girone C, vedrà ai nastri di partenza diverse compagini nuove per il torneo. E tra queste annoveriamo sicuramente Basket Corato, prossima avversaria della Teate Basket Chieti (domenica 7 ottobre al PalaLosito).

La Società del Presidente Marulli, dopo aver trionfato lo scorso anno nella finale promozione contro Foligno (44-74) al termine di una stagione che li ha visti partire dalla Serie C pugliese, approda nel terzo campionato nazionale con un roster che ha mantenuto l’ossatura storica riconfermando Amendolagine (con i coratini dalla Promozione) e Morresi oltre a Cicivè, atleta insidioso specie a rimbalzo, e Stella. A questi quattro pilastri, il DS Martinelli ha operato bene sul mercato facendo accasare in Puglia giocatori di indubbio valore per la categoria, a partire da Gints Antrops, ala grande lettone del 1982, che, con i suoi 202 cm e tutta l’esperienza accumulata nella sua lunga carriera, potrà alzare il tasso tecnico e fisico della propria squadra in entrambe le fasi di gioco. Altrettanto importanti sono gli innesti di Leonardo Marini, ala-centro di 205 cm proveniente da Rieti (Serie A2), e di Ferdinando Smorra, guardia campana con un lungo passato tra le categorie cadette prima della consacrazione con il Globo Basket Isernia (Serie B, Girone D) con la quale milita fino allo scorso anno. Riconfermato anche l’head coach Marco Verile al suo quarto anno sulla panchina neroverde.

La Teate Basket Chieti, quindi, inizierà la sua nuova avventura lontano dalle mura amiche affrontando il Basket Corato in un impianto come il PalaLosito che è considerato dagli addetti ai lavori uno dei più caldi dell’intero girone. Per tutti coloro che non potranno venire in trasferta, vi aggiorneremo costantemente sui social (Facebook, Instagram e Twitter) per non farvi perdere nemmeno un’emozione della gara.

Pubblicato in Sport

Milano. Lo scorso lunedì 1 ottobre, Turkish Airlines, leader mondiale nel settore dell'aviazione civile, ha portato presso il Golf Club «L’Albenza» di Bergamo la sesta edizione dell’ormai celebre Invitational dedicato agli Amateur: la Turkish Airlines World Golf Cup (TAWGC).

Motivo di vanto per Turkish Airlines, vettore n°1 per destinazioni nazionali e internazionali raggiunte, è il suo pluripremiato servizio di Business Class e il suo impegno nella TAWGC, che vede la partecipazione di 8.000 giocatori in oltre 100 tornei di qualificazione in tutto il mondo. A ciò si aggiungono i servizi innovativi e i prodotti unici offerti dalla compagnia aerea per rendere impareggiabile l’esperienza di volo dei propri passeggeri.

Turkish Airlines condivide le aspirazioni della competizione sportiva e della sua indiscutibile capacità nell’unire persone provenienti da ogni nazione.

L'impegno della compagnia aerea a supporto dello sport spazia dal calcio al basket, dal rugby al golf a ogni livello, e il torneo rivolto agli Amateur è un chiaro esempio dell’attenzione del vettore, che offre inoltre ai propri passeggeri golfisti il trasporto gratuito della propria sacca da golf.

Il torneo di quest'anno è sostenuto da The Financial Times, National, Titanic Hotels e dal brand di abbigliamento Ruck & Maul. I vincitori di ogni torneo di qualificazione, che si assicurano un posto nella Gran Finale ad Antalya a novembre, voleranno in Business Class con Turkish Airlines e soggiorneranno nel lussuoso cinque stelle Titanic Golf Deluxe Hotel.

Alberto Cattaneo si è aggiudicato la competizione con 41 punti, seguito da Gianfranco De Bellis e da Michele Gallerani.

Il vincitore della competizione Nearest The Pin è stato Michele Gallerani. Marcello Zamboni, con 24 punti, ha vinto per il punteggio lordo più basso.

“Vogliamo ringraziare tutti i nostri ospiti che hanno contributito a rendere la tappa milanese della Turkish Airlines World Golf Cup un evento di successo” ha affermato Fatih Atacan Temel, General Manager di Turkish Airlines a Milano.

“Ancora una volta è stato un torneo fantastico all’interno delle competizioni della TAWGC e vogliamo congratularci con il nostro finalista, Alberto Cattaneo, al quale auguriamo buona fortuna per la finale di Antalya.”

Turkish Airlines vola verso 301 destinazioni in 121 Paesi al mondo e in occasione degli Skytrax World Airlines Awards nel 2017 ha collezionato numerosi riconoscimenti: ‘World’s Best Business Class Catering Service’, ‘World’s Best Business Class Lounge’, e ‘World’s Best Busines Class Lounge Dining’.

Pubblicato in Sport

Negli ultimi anni,i Death Cell hanno partecipato a numerosi eventisu scala nazionale come MusicaW Festival di Castellina Marittima e Emergenza Festival al The Cage di Livorno, e queste esperienze li hanno portati a rinnovare ed esaltare le loro sonorità caratteristiche, a cercare nuove fonti d’ispirazione e a comporre nuova musica originale. Per fornirci un’anteprima del loro prossimo EP “Lancia in Resta”,in uscita a novembre, i Death Cell rendono da oggi disponibile un nuovo singolo: “Il Gioco delle Parti”.
Ecco il link per lo static video de “Il gioco delle parti”:
https://www.youtube.com/watch?v=Zrlkjvc-_Zw&feature=youtu.be 
Per maggiori informazioni
www.volcanopromotion.com
www.facebook.com/nativedivisionrecords 
https://www.facebook.com/DeathCellOfficial/ 

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Muoversi in anticipo e con efficacia per salvaguardare la qualità delle acque del fiume Saline e, di conseguenza, del mare con le evidenti ricadute sul turismo, volano economico della città.

In quest’ottica, dopo un primo incontro della settimana scorsa con i rappresentanti dell’associazione Nuovo Saline (che avevano evidenziato uno sversamento nel fiume), c’è stata una riunione tra il sindaco Francesco Maragno, i tecnici dell’Aca, dell’Arta e delle associazioni degli albergatori e dei balneatori.

La riunione tecnica ha individuato le possibilità di intervento per evitare episodi di sversamenti con possibili rischi di inquinamento del mare. E’ il caso di ricordare, comunque, che la qualità delle acque a Montesilvano è risultata sempre eccellente e anche nella stagione balneare appena conclusa, l’emissione di ordinanze sindacali di divieto temporaneo di balneazione si è resa necessaria solo in due occasioni (10 agosto e 7 settembre).

«I tecnici hanno evidenziato diversi interventi possibili e sostenibili anche economicamente», spiega Annalisa Fumo, assessore con delega alle Politiche ambientali, Politiche di efficientamento del sistema di smaltimento delle acque d'intesa con gli enti competenti in materia, «stiamo studiando le migliori strategie e le azioni più incisive per prevenire il più possibile sversamenti inquinanti nel fiume, che poi, ovviamente, potrebbero ripercuotersi sulla qualità delle acque di balneazione. La collaborazione fattiva tra Comune, Aca, Arta e associazioni di categoria e la tempestività dei nostri interventi ci fanno essere ottimisti su soluzioni rapide ed efficaci».

«La nostra città garantisce una enorme accoglienza turistica in Abruzzo», sottolinea Adriano Tocco, consigliere e vicepresidente di Federalberghi, «con oltre mezzo milione di presenze e circa 140 mila arrivi ogni anno. Abbiamo quindi l’onore e l’onere di rappresentare una realtà importantissima, non solo per la nostra regione, e dobbiamo mantenere l’appeal delle nostre spiagge garantendo ai turisti, oltre a tutte le nostre ricchezze, anche una qualità assoluta delle acque di balneazione».

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Partita in equilibrio su ritmi altissimi. Parte bene il Civitella, il più in palla dei ragazzi di mister Palusci è Titon; nei primi 5' minuti di gioco impensierisce l'estremo difensore del Rieti, Garcia Pereira, per ben cinque volte. Da una sfida personale si passa al break di Tuli che porta in vantaggio gli amarantoclesti su una ripartenza errata della ColorMax. Ma non c'è tempo di esultare che, sempre Titon, serve un assist al bacio per Fabinho che basta solo spingere la palla in rete. Si torna in pareggio e su una rimessa dal fondo per i padroni di casa Fabinho raddoppia con un bel tiro da fuori. Il vantaggio dura poco, a ristabilire la partita in pareggio ci pensa Kaka. Il primo tempo finisce con le due squadre in pareggio per 2 a 2.
Lo spartito della partita, nella ripresa, continua nel direzione dell'equilibrio, occasioni da una parte e dall'altra, a rompere questa stabilità, a circa metà ripresa, è RAFINHA con un pregiato tracciante laterale che si i infila sotto il sette della porta di Mazzocchetti. Il Civitella ci prova a riprendere l'incontro e gioca il restante tempo di gioco con il portiere di movimento, ma ad allungare è il Rieti con JOAOZINHO che si invola a porta vuota dopo un errato giro palla dei biancazzurri.
CIVITELLA COLORMAX SIKKENS-REAL RIETI 2-4 (2-2 p.t.)
CIVITELLA COLORMAX SIKKENS: Mazzocchetti, Morgado, Horvat, Coco Schmitt, Titon, Gargantini, Rocchigiani, Jelavic, Romano, Correia, Fabinho, Curri, Pavone. All. Palusci
REAL RIETI: Garcia Pereira, Chimanguinho, Nicolodi, Jefferson, Rafinha, Esposito, Stentella, Tuli, Borges, Chilelli, Joaozinho, Kakà, Evandro, Giannone. All. Mannino
MARCATORI: 5’40’’ p.t. Tuli (R), 6’34’’ e 8’20’’ Fabinho (C), 13’ Kakà (R), 9’20’’ s.t. Rafinha (R), 18’10’’ Joaozinho (R)
AMMONITI: Morgado (C), Horvat (C), Jefferson (R)
ARBITRI: Nicola Maria Manzione (Salerno), Luigi Fiorentino (Molfetta) CRONO: Gabrio Scarpetti (San Benedetto del Tronto)

Pubblicato in Sport

Ortona. Terza partita ufficiale nella stagione della Tombesi. Dopo le vittorie contro Città di Chieti in Coppa della Divisione e Virtus Aniene in Coppa Italia, è il turno del campionato, che prevede alla prima giornata lo scontro con un’altra squadra vincitrice della scorsa serie B. La CS Gisinti Montecatini Futsal Pistoia ha giocato e perso in settimana a Grosseto, venendo di fatto estromessa dalla Coppa Italia di A2, ma proprio per questo si presenterà in Abruzzo agguerrita e pronta a dare battaglia. Mister Ricci dovrà fare a meno degli infortunati Burato e Scarinci, mentre Adrian Sanchez sconterà il turno di squalifica rimediato con l’espulsione di Chieti. Certamente in campo sarà invece Cesar Fernando Silveira “Nikinha”, assoluto protagonista della promozione in A2, neocapitano e pedina fondamentale anche in questa nuova stagione:

“Per me è un grande onore avere la fascia al braccio. Non mi spingerà a dare di più, nel senso che io ho sempre dato il massimo, anche quando non ero capitano, ma certo sono felice di aver ricevuto questa investitura, e la responsabilità che ne deriva sarà solo positiva per me. Arriviamo alla prima di campionato nel modo, credo, migliore: abbiamo vinto le prime due gare ufficiali della stagione, facendo vedere un buon gioco nel primo tempo di Chieti, e mettendo in mostra le nostre doti caratteriali e la nostra compattezza di squadra nella gara contro l’Aniene. Come ha detto il mister, tutte le partite di campionato assomiglieranno a quella vista sabato scorso contro la Virtus, perché siamo stati inseriti in un girone tosto, dove soprattutto le romane non ci regaleranno niente, come per loro abituale. Pistoia verrà a fare lo stesso tipo di partita, con grande intensità ed aggressività, ma il nostro campo deve rimanere il nostro punto di forza, come la passata stagione, perché giocare qui non è semplice e gli altri non sono abituati a certe dimensioni ristrette. Io sto bene, mi sento a mio agio a Ortona sia dentro che fuori dal campo. Non dobbiamo nasconderci: con la squadra che abbiamo dobbiamo lottare per arrivare fino in fondo in Coppa Italia e per conquistare la promozione in campionato. Poi, come sempre, parlerà il campo, e dovremo essere bravi noi a tradurre nella pratica le nostre potenzialità. Iniziare con il piede giusto sarebbe un primo, ma già importantissimo passo”.

 

Pubblicato in Sport

Pescara. Manca solo l’invasione delle cavallette ed il delirio di certi soggetti politici di PD e FI sarebbe degno di una delle scene più belle della commedia americana. Ma non siamo al cinema, siamo nella realtà quotidiana che vivono tutti i cittadini abruzzesi, e c’è poco da scherzare. Trovo profondamente squalificante che chi ha costretto gli abruzzesi a subire tagli ai servizi primari e manovre volte ad arricchire banche e multinazionali, si permetta di parlare su una manovra che finalmente restituisce quanto finora è stato solo sottratto ai cittadini. A parlare sono FI, che ha istituito Equitalia, e il PD, che ha abolito l’articolo 18. Chi ha distrutto il Paese ieri, oggi sale in cattedra e ci dice cosa è meglio per gli italiani? Dovrebbero almeno avere la decenza di tacere!”.
Non usa mezzi termini Sara Marcozzi, consigliere regionale e candidato per il M5S alla Presidenza di Regione Abruzzo, nel commentare le esternazioni di Pagano di Forza Italia e Di Sabatino del Partito democratico, relative alla Manovra del Popolo prevista per la prossima legge di Bilancio.
“Si stanno trincerando dietro una politica del terrore” incalza Marcozzi “che ha solo lo scopo di nascondere l’inefficienza e la negligenza che ha caratterizzato i governi di centro destra prima e centro sinistra poi, che non hanno mai fatto in 20 anni quello che il M5S è riuscito a fare in pochi mesi al governo. Una realtà evidentemente troppo dura da accettare.
Ci accusano di fare deficit, ma noi abbiamo iniziato tagliando gli sprechi. Sprechi basati su privilegi che proprio i partiti, che vogliono giocare il ruolo dei moralizzatori oggi, si sono concessi ieri, votandosi leggi ad personam. Stiamo mettendo fine a questo stato di cose e gli unici a dover avere paura di questo governo sono i signorotti della politica e alcuni giornalisti dalla memoria corta, non certo i cittadini, non le piccole e medie imprese o i disoccupati. Non certo gli abruzzesi.
La manovra 2019 è incentrata su alcuni punti fondamentali del contratto di governo e prevede per il 2019 un rapporto fra deficit e PIL pari al 2,4%, non certo il più alto della storia, anzi, alcuni governi precedenti hanno innalzato questo rapporto con punti ben maggiori (Governo Berlusconi arrivò ad un massimo di 5,30% ed il Governo Letta/ Renzi al 3%) e non certo per ridare ricchezza ai cittadini. Questo minimo innalzamento del decifit è necessario a finanziare tutto quello che vogliamo realizzare con la prossima Legge di Bilancio. Reddito di cittadinanza, Pensione di Cittadinanza, abbassamento delle tasse, risarcimenti ai cittadini truffati dalle banche, e qui in Abruzzo sappiamo bene cosa significhi. Stiamo ridando aria pura all’Italia e quindi anche all’Abruzzo. Ma quali sono reali effetti di un piccolo aumento del deficit e come la prenderebbero i mercati? Se ci sono risorse inutilizzate, ed è difficile pensare che non ci siano con una disoccupazione sopra l'11%, un aumento della spesa in deficit produce un aumento più che proporzionale del PIL. Più tecnicamente si dice che il moltiplicatore è molto maggiore di 1 e questo lo sostengono anche il Fondo Monetario ed economisti di rilievo.”
Conclude Marcozzi: “La manovra del popolo non fa paura agli abruzzesi. Fa paura alla vecchia politica terrorizzata dal restituire dignità ai cittadini spezzando definitivamente le catene del ricatto clientelare di decenni di politiche di centro destra e centro sinistra”.

Pubblicato in Politica

Pescara. “Ci sarebbero delle incongruenze nell’atto di acquisto da parte del Comune di Bussi per le aree di proprietà della Solvey. Il documento, del 24 maggio 2018, è preso in esame dal consigliere regionale M5S Domenico Pettinari, che punta il faro sulle operazioni che hanno determinato i rapporti tra Solvey e Amministrazione comunale, sull’acquisto da parte di quest’ultima delle aree all’interno del Sin Bussi, relative alla bonifica”.
“Leggendo l'Accordo di Programma” Spiega Pettinari “sottoscritto nel 2017, tra il Ministero dell'Ambiente, la Regione Abruzzo, il Comune di Bussi e la Solvey, relativo alla procedura ad evidenza pubblica per l'affidamento della progettazione esecutiva ed esecuzione degli interventi di bonifica delle aree esterne Solvay in Bussi sul Tirino, notiamo che al comma 4, dell'articolo 2 (Passaggio di proprietà delle Aree Solvay), è riportato : "il passaggio di proprietà delle Aree Solvay non potrà in alcun caso avvenire in caso di mancata aggiudicazione della Procedura di Gara, nonchè in caso di mancata stipula del contratto. In tal caso le Parti dichiarano sin d’ora di non aver nulla a pretendere l’un l’altra in ragione del mancato verificarsi di tali presupposti". Ed il contratto sembrerebbe proprio mancare, non essendo stato ancora firmato, così come dichiarato dallo stesso Sindaco del Comune di Bussi sul Tirino nella sua missiva dell’11 luglio 2018, (protocollo n. 4245) inviata al Ministro Costa, dove si legge chiaramente, tra le atre cose: "Inoltre non è stato ancora nominato il direttore dei lavori, non è stato ancora sottoscritto il contratto con la società aggiudicataria e non è avvenuto il trasferimento delle risorse disponibili nella contabilità speciale n. 3911 all’uopo istituita”. Un aspetto che violerebbe quanto previsto dall’Accordo tra Ministero, Regione e Comune, che di fatto non avrebbe dovuto permettere al Comune di Bussi di poter procedere a sottoscrivere l'atto di compravendita. Esortiamo il Sindaco a fare chiarezza su questo aspetto.
A questo dubbio si aggiunge quello relativo ad alcune particelle catastali, che se pur presenti nell'atto di compravendita firmato tra la Solvay e il Comune di Bussi, non risulterebbero comprese nell'allegato "C" dell'Accordo di Programma, dove si elencano gli estremi catastali delle Aree Solvay e delle Aree Privati. Come è possibile tale discrepanza? Ci chiediamo, inoltre, se l'atto di compravendita sia stato comunicato nei tempi previsti alla Regione e al Ministero, così come disposto dall'Accordo di Programma.
E’ importante sottolineare” continua Pettinari “che il comune di Bussi ha tutto il diritto di riprendersi quanto negli anni è stato levato, anzi, crediamo che un’ulteriore occasione persa si riscontri nell'ultimo atto di concessione della derivazione di acqua ad uso idroelettrico del Fiume Tirino nel territorio del Comune di Bussi, emanato da Regione Abruzzo. Infatti, a seguito della concessione della derivazione di acqua ad uso idroelettrico, qualcosa non torna: il Comune di Bussi, in data 10.11.2016, con nota prot. n. 90919, ha manifestato il proprio interesse per lo sfruttamento della risorsa idrica presente nel proprio territorio in quanto "bene pubblico al servizio dello sviluppo della comunità" come concordato nel protocollo di intesa, finalizzato al rilancio produttivo e occupazionale nel territorio di bussi. Una richiesta nel pieno delle funzioni in quanto il Comune, in caso di nuova assegnazione, poteva beneficiare di uno speciale diritto di prelazione per interesse pubblico, come stabilito dal Decreto 13 agosto 2007, n. 3/reg. della Regione Abruzzo. Una richiesta, però, apparsa carente sia nei contenuti che nelle modalità di presentazione, tanto che Regione Abruzzo ha invitato il Comune di Bussi a presentare un'integrazione. Integrazione che non è mai arrivata, come si evince dalla stessa Determinazione di assegnazione, lasciando di fatto che la concessione venisse assegnata ad una società privata, estromettendo lo stesso comune di Bussi da qualsivoglia futura possibilità di utilizzo della risorsa acqua per uso idroelettrico ai fini del rilancio del territorio. Come è stato possibile presentare una domanda carente dei principali contenuti e non preoccuparsi poi di effettuare le opportune integrazioni? La gestione della derivazione di acqua per uso idroelettrico sarebbe stata un valore aggiunto per il Comune di Bussi che attraverso il governo diretto degli introiti che ne sarebbero derivati, avrebbe rappresentato un importante incentivo per la riqualificazione del territorio e dei servizi per la comunità”. Conclude Domenico Pettinari.

Pubblicato in Politica

Pianella. Dopo l’aggiornamento del regolamento edilizio con la previsione obbligatoria di installare sugli edifici non residenziali di nuova costruzione, di dimensione superiore ai 500 metri quadri, la predisposizione all’allaccio di infrastrutture elettriche per la ricarica dei veicoli, il comune di Pianella ha siglato un protocollo d’intesa con Enel per l’installazione delle colonnine nella città vestina.
L’accordo, in linea con la normativa comunitaria che punta ad incentivare i combustibili alternativi e perseguire gli obiettivi per la riduzione dell’inquinamento, consentirà l’installazione di 5 colonnine. Saranno i tecnici Enel, con il supporto dell’ufficio tecnico comunale, ad individuare ed allestire le aree per favorire l’installazione e la loro messa in funzione.
“ Abbiamo posto la tutela dell’ambiente al centro del nostro progetto amministrativo di sostenibilità e sviluppo, afferma il sindaco Sandro Marinelli, e tale convenzione ci consente di fare ulteriori passi in avanti anticipando i tempi di un imminente, quanto radicale e massiccio passaggio verso tali sistemi di mobilità alternativa. Si cercherà di individuare collocazioni tali da garantire la copertura del nostro vasto territorio, sia per fornire un servizio capillare alla cittadinanza, sia per diventare ulteriormente attrattivi verso un turismo di qualità alla ricerca delle bellezze del territorio e delle eccellenze enogastronomiche, inscindibili dalla massima attenzione alle tematiche ambientali.”

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “Questo governo regionale verrà ricordato in futuro solo per i pastrocchi creati, le forzature commesse e le nomine illegittime. Lo stop della nomina del nuovo direttore dell’Ater di Lanciano arriva addirittura dallo stesso assessore regionale delegato Berardinetti (vedi allegato) che mette per iscritto sia l’immediato ritiro del bando sia evidenziando il pressapochismo e la forzatura portata avanti dal Commissario Forchetti, nonché della pessima figura rimediata”. Questo il commento del Consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo che sottolinea quanto segue: “Grazie alla mia pronta denuncia arriva anche l’obbligo di blocco dalla stessa maggioranza dalla quale il Commissario è stato nominato. Nello specifico, dalla nota dell’assessore Berardinetti, si evince come il commissario sia stato convocato, unitamente agli altri due sub commissari, oggi stesso, presso gli uffici regionali dell’Aquila per conoscere le sue intenzioni e credo ormai che grazie alla nostra segnalazione abbia capito che portare avanti l’avviso avrebbe solo esposto l’Azienda per l’Edilizia Residenziale a ricorsi amministrativi e danni erariali. Una decisione incomprensibile ma soprattutto illegittima in quanto la Legge è chiara e inequivocabile, ossia la decisone di bandire un Avviso sono prerogative in capo all’organo straordinario, inteso come il commissario unitamente ai due sub commissari. Quindi adesso è auspicabile che, invece di pensare come occupare l’ennesima poltrona inutile e ben remunerata (superiore a 120 mila euro annui) a soli scopi elettoralistici, quelle somme vengano utilizzate per manutenzione e investimenti seri”.  “Pertanto, come scrive anche l’assessore regionale, - conclude Febbo – ribadisco come sia urgente sospendere senza indugio la procedura avviata con l’Avviso pubblico (delibera n.1 del 28/09/2018) prima che si produca un ulteriore danno erariale”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 6

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione