Articoli filtrati per data: Venerdì, 16 Novembre 2018

Casalincontrada. Nella ricorrenza del 90° anniversario della morte dell’insigne letterato abruzzeseCesare de Lollis (1863-1928), il Centro Nazionale di Studi Delollisiani di Casalincontrada annuncia la pubblicazione del 3° volume (SigrafEd., pp. 176) della collana “Ricerche e studi”.
Il nuovo libro del prof. Fausto De Sanctis s’intitola proprio CESARE DE LOLLIS e, come si evince dal sottotitolo, riporta non soltanto i carteggi inediti intercorsi tra De Lollis e l’editore Giovanni Laterza e Benedetto Croce, ma anche un più completo profilo biografico dello scrittore casalese, una raccolta di “nuovi scritti”,testimonianze e foto, euna sezione bibliografica aggiornata al 2018. Si tratta quindi di una documentazione di prima mano che, ignorata e non segnalata perfinodai più stretti collaboratori del De Lollis edagli studiosi successivi, vienefinalmente fatta conoscere al mondo della culturaitaliana ed europea.

 

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. “Un grave atteggiamento di scorrettezza istituzionale” dichiara il Presidente del Consiglio Comunale di Vasto, Mauro Del Piano, al termine della riunione della delegazione istituzionale costituita con Deliberazione consiliare n. 71 del 20.06.2018. “Non un mero documento d’intenti - sottolinea il Presidente - “ma quello che l’intero Consiglio ha ritenuto fosse il giusto modo di interfacciarsi con il Governo”.
La delegazione in data 13 settembre aveva chiesto di essere ricevuta dal Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, l’On. Luigi Di Maio, edal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’On. Giancarlo Giorgetti, “un incontro che non è finora stato convocato, segno di come la nuova compagine governativa intende rispettare i rappresentanti della realtà locale maggiormente gravata dalla crisi occupazionale dello stabilimento Pilkington di San Salvo”.
“Pur apprezzando l’importante investimento del gruppo N.S.G. ammontante a 30 milioni di euro su nuove tecnologie impiantistiche - grazie al quale è stata concesso l’ulteriore anno di C.I.G.S. in deroga, la stessa delegazione ritiene che questo istituto non sia affatto risolutivo nell’azzerare il numero degli esuberi. Così come va attentamente monitorato l’iter di applicazione di tale investimento - che, va ricordato, è partecipato dagli stessi lavoratori - rispetto alla auspicata saturazione degli impianti.”
“Ma l’incontro richiesto - chiarifica il presidente - mirava prevalentemente ad individuare ogni percorso ritenuto idoneo alla riduzione degli esuberi, anche incentivando il turn-over attraverso il riconoscimento del lavoro usurante: è questo il vero snodo del problema e, pertanto, l’atteggiamento di noncuranza del governo, e dei locali parlamentari di maggioranza, è una grave mancanza non verso la delegazione, né tantomeno per il Comune della Città del Vasto, ma soprattutto verso i lavoratori e le loro famiglie.”
Rammarico, infine, è stato espresso dalla delegazione rispetto alle recenti dichiarazioni del presidente Pilkington San Salvo, il dott. Graziano Marcovecchio: “Vasto è da sempre al centro della vertenza, attraverso un impegno profuso in ogni sede politica ed istituzionale, promuovendo interventi strutturali qualificanti, primo tra tutti, la realizzazione dell’ultimo miglio ferroviario presso l’area industriale di Punta Penna, di cui le aziende - e, tra esse, la Pilkington - beneficeranno in termini di riduzione dei costi di trasporto delle materie prime.”
“Nell’incontro - ha concluso il Presidente Del Piano - avremmo sollecitato il governo a velocizzare le procedure burocratiche alle quali si devono attenere questi irrinunciabili investimenti”.

 

Pubblicato in Politica

Chieti. L’Asd Chieti Basket, dopo le novità emerse nel corso di questa settimana, si prepara con rinnovato ardore al test con Nuovo Pineto Basket (sabato 17 novembre, ore 18:00). Gli ospiti, nonostante la vittoria con Porto San Giorgio (49-68), hanno avuto un inizio di stagione un po’ al di sotto delle aspettative. Tuttavia, come i nostri ragazzi, hanno già affrontato le teste di serie del girone, potendo ora tentare la risalita nella classifica con partite più abbordabili.

Pineto ha deciso di ripartire dall’ossatura dello scorso anno, riconfermando il capitano Maurizio Pavone, il play Alessio Di Francesco ed il pericolo “numero uno” Eli Pira, vero protagonista di queste prime uscite ufficiali in stagione con percentuali realizzative molto consistenti. Con Pira impiegato come “3”, sono arrivate altre tre conferme nel pacchetto degli esterni: Stefano Leonzi, Giorgio Pallini e Matteo Timperi. Ma la campagna acquisti estiva ha visto anche diversi colpi di mercato per i pinetesi che si sono aggiudicati il prezioso apporto di veterani della categoria a partire da Pasquale Sulpizii, proveniente da Silvi, e dal duo che lo scorso anno ha vestito la maglia di Basketball Teramo (poi retrocessa nella finale playout contro Pescara Basket): l’ala/pivot Nicola Cantatore ed il play Simone Scarnecchia. Chiudono il roster tre giovani promesse quali Simone Alcini (play), Emiliano Gigliotti (guardia) e Armando Di Sante (play).

Chieti affronterà questa sfida con la consapevolezza di star affrontando una squadra dotata di un buon mix d’esperienza e freschezza, motivo per il quale non va presa assolutamente sottogamba. Sabato dovrebbe fare il suo esordio in maglia biancorossa Enrico Pappalardo, arrivato nelle scorse ore dalla Teate Basket Chieti (Serie B).

Pubblicato in Sport

Ortona. “Andiamo diritti alle storie!” è il titolo del ciclo di iniziative per bambini e famiglie che, a partire dal prossimo lunedì 19 novembre per l’intera settimana, proporrà letture di storie e incontri con bambini e famiglie in occasione della Settimana Nazionale “Nati per Leggere”. Coordinato dalla Biblioteca comunale il programma mette in rete anche i servizi educativi per la prima infanzia con il Nido “Antonio Gramsci” e il CIPI’, che nel 2017 ha vinto proprio il Premio nazionale del progetto Nati Per Leggere al salone del Libro di Torino. «Una occasione di contatto con la creatività e la lettura – dichiara il sindaco Leo Castiglione – a sottolineare ancora una volta come i nostri servizi culturali per l’infanzia e le famiglie abbiano una qualità di portata nazionale».

Di seguito il programma quotidiano:

Lunedì 19 novembre, ore 17; sala ragazzi biblioteca: “Da sopra verso giù. Diritti in movimento. Letture ad alta voce per bambini di 3 e 4 anni.

Martedì 20 novembre, ore 10.30; area piccolissimi biblioteca: “Mammalingua”. Bambini dai 7 ai 12 mesi con mamme e papà incontrano i libri

Martedì 20 novembre, ore 16; nido d’infanzia “Antonio Gramsci”: “Tana libera diritti”.Un pomeriggio di letture per bambini e famiglie.

Mercoledì 21 novembre, ore 10; area piccolissimi biblioteca: “Quante cose so”. Letture ad alta voce per bambini da 18 a 36 mesi e famiglie.

Mercoledì 21 novembre, ore 17; area piccolissimi biblioteca: “I diritti non erano colorati”. Letture ad alta voce per bambini da 0 a 6 anni e famiglie.

Giovedì 22 novembre, ore 17; area piccolissimi biblioteca: “Quante cose faccio”. Letture ad alta voce per bambini da 18 a 36 mesi e famiglie.

Sabato 24 novembre, ore 10.30; area piccolissimi biblioteca: “Mammalingua”. Bambini dai 13 ai 17 mesi con mamme e papà incontrano i libri.

Dal 19 al 23 novembre, nido d’infanzia “Antonio Gramsci”: “Diritti ad alta voce”.

Una storia al giorno per raccontare ai bambini i loro diritti; ore 16,30/17: “Tutte le storie portano al nido”. Un nido di libri da prendere in prestito aspetta i bambini iscritti ai servizi 0/6 del Comune di Ortona e le loro famiglie.

Pubblicato in Cultura e eventi

Ortona. Da tempo i Carabinieri della Stazione di Ortona monitoravano il “mercato” del piccolo spaccio di stupefacenti ad Ortona, destinato in particolar modo ai giovani e ai frequentatori dei locali notturni cittadini: tutti i “segnali” portavano verso quell’abitazione di Contrada Lazzaretto dove ieri sera è scattato il blitz. Nell’appartamento, occupato da una giovane coppia ortonese, lui F.C., 29 anni, operaio, lei S.A., 25 anni, in attesa di occupazione, entrambi con piccoli precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, i militari si sono trovati di fronte ad un vero e proprio supermercato della droga: all’interno di uno scatolone nascosto nell’armadio della camera da letto, infatti, erano stipati, perfettamente confezionati “sottovuoto”, 2 kg. e 700 di marijuana, tre panetti di hascisc, del peso di 100 grammi ognuno, e 90 grammi di cocaina. Insieme allo stupefacente, anche una bilancia elettronica di precisione. Per i due, quindi, è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; dopo le formalità di rito, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Chieti, l’uomo è stato tradotto presso il carcere di Chieti mentre la donna agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, entrambi in attesa dell’udienza di convalida.

 

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Come ogni anno il 17 novembre si festeggia nel mondo la Giornata Mondiale del Prematuro, il Comune di Pescara ha accolto la proposta della Onlus "L'Abbraccio dei prematuri" di illuminare di viola il Ponte Flaiano e la Torre Civica nella giornata del 17 novembre come segno di sensibilizzazione verso la ricorrenza per testimoniare vicinanza attenzione ai piccoli e alle famiglie.

“La torre civica sarà viola domani, sabato 17 novembre in occasione della celebrazione della Giornata Mondiale del Prematuro – così il presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli – Si tratta di un segno che simbolicamente accende i riflettori su questi piccoli, coraggiosi bambini, che vengono seguiti con passione e competenza nel nostro reparto di Neonatologia, un fiore all’occhiello della sanità locale. Storie di amore e di resistenza che legano indissolubilmente le famiglie al reparto e creano un importante cordone di collaborazione a disposizione di chi vive situazioni simili”.

“Quest'anno l'evento prevede una festa nel Reparto di Neonatologia di Pescara dalle ore 16:00 – spiega la dottoressa Laura Sabatini – un’occasione per concentrarsi su alcuni tempi importanti come le cure dolci in reparto con la tecnica del "marsupio" e con le "fasce", del tocco speciale dell'osteopatia tradizionale e di altri progetti a sostegno delle famiglie dei prematuri.

Un momento di formazione e confronto a cui prenderanno parte le Associazioni dei prematuri: "L'Abbraccio dei prematuri" e "Gli Angeli dei prematuri", la mamma-ostetrica Antonella Giglio, l'osteopata Luca Cicchitti dell'Accademia di Osteopatia Tradizionale e la psicologa Alessandra Pagnani per il progetto della Fondazione Focolare «Maria Regina» Onlus a sostegno dell'infanzia e della maternità assistita”.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. I REMinisce R.E.M. tribute band rinascono a nuova vita con l’arrivo di un carismatico frontman e, dopo anni di silenzio, tornano con grande entusiasmo al loro pubblico.
Per questo loro comeback hanno scelto il palco dello Stammtisch Tavern dove si esibiranno sabato 17 novembre aprendo il loro Winter Tour (inizio del concerto ore 22.30).

I REMinisce nascono come tributo ai R.E.M. nella primavera del 2012, pochi mesi dopo lo scioglimento della band di Athens seguito all’uscita del loro ultimo album “Collapse into now”.
L’impulso parte da Marco Angelucci (chitarra e voce del nascente gruppo), al quale si aggiungono prima Vincenzo Bozzi (basso e cori) e poco dopo Pier Giorgio Verrigni (chitarra e cori).
Marco, Vincenzo e Piergiorgio costituiscono il nucleo a partire dal quale, con l’alternarsi alla batteria di diversi elementi, si snoda inizialmente l’attività live dei REMinisce, in questa fase più vicini alle sonorità post-punk. Nel 2015 si aggiunge Andrea Iachini alla tastiera e continua l’attività live, ampliando il repertorio e la gamma sonora in modo da rappresentare al meglio l’evoluzione stilistica dei quattro di Athens. La ricerca di una proposta musicale il più possibile vicina ad una performance alla Michael Stipe e il desiderio di diventare un punto di riferimento nel centro-sud italiano per le tribute dei R.E.M. spingono i REMinisce a cercare un vero e proprio frontman che trovano, nella primavera del 2018, in Gianluca Del Forno. La formazione si completa con l’ingresso alla batteria di Umberto Origlia, musicista versatile e di grande esperienza.
A proposito della serata allo Stammtisch Tavern, Vincenzo Bozzi, bassista del gruppo, dichiara:
“E’ stato un onore ricevere la chiamata da parte di Marco De Rosa, manager e deus ex machina dello Stammtisch. Siamo tutti entusiasti di esibirci in questo bel locale, tra i più importanti della nostra zona per la musica live. Vi aspettiamo numerosi per far rivivere la musica di una band iconica nel suo genere!”.

La line-up attuale dei REMinisce comprende: Gianluca Del Forno (Voce), Vincenzo Bozzi (Basso e Cori),
Piergiorgio Verrigni (Chitarra e Cori), Marco Angelucci (Chitarra e Cori), Umberto Origlia (Batteria) e Andrea Iachini (Tastiera).

REMinisce in concerto allo Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
17 novembre 2018
Info e prenotazioni: 0871. 577171 – 342.0704408 (anche whatsapp)

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Porto Sant’Elpidio battuta al PalaGas&Power, Corato espugnata e… E adesso l’Unibasket Amatori Pescara vuole calare il tris al tavolo del campionato. Alle porte c’è la sfida alla Luciana Mosconi Ancona, squadra da prendere con le pinze. Al PalaCastellana, domenica scorsa, la formazione di coach Marsigliani ha reso la vita difficilissima alla capolista Allianz Pazienza San Severo, mettendo sul parquet carattere e determinazione ma cedendo in extremis. Lo scarto finale di appena 8 punti lascia capire dunque le potenzialità di un brutto cliente per Pescara. La squadra di coach Stefano Rajola, però, vuole sfruttare il fattore campo e allungare la striscia positiva inaugurata da due settimane.
«Siamo in un buon momento, nello sport le vittorie fanno sempre bene e noi siamo reduci da due successi consecutivi che ci permettono di lavorare con entusiasmo ma con il massimo impegno», le parole di coach Rajola. «C’è un bel clima e grande disponibilità da parte dei miei ragazzi a lavorare sulle cose che abbiamo potuto sbagliare nelle precedenti partite, come qualche passo a vuoto che abbiamo fatto registrare nell’arco dell’ultimo match. Dobbiamo però rimanere super concentrati perché all’orizzonte c’è la sfida ad una squadra come l’Ancona che non per caso ha vinto a Chieti ed è stata in partita fino a due minuti dalla sirena con San Severo. E’ una squadra da non sottovalutare, dovremo arrivare alla gara con grande carica e grande determinazione».
I dorici saranno privi di Matteo Redolf, infortunatosi nel corso del primo tempo dell’incontro disputato con San Severo. Gli esiti delle radiografie hanno escluso lesioni ossee alla caviglia destra, scongiurando quindi ogni tipo di frattura, ma si tratta comunque di una importante distorsione con interessamento legamentoso che lo mette fuori dai giochi per Pescara. Ma il roster di Ancona resta comunque temibile.
«Allungare questa piccola striscia di vittorie sarebbe importante», le parole ancora di coach Rajola, «dopo aver avuto un inizio di campionato assolutamente non facile, al di là del valore degli avversari. Giocare nelle prime 7 gare del torneo solo 2 volte in casa, 4 fuori ed aver già riposato non è capitato a nessuno ma questo ci deve dare la forza e la consapevolezza che tutto ciò che stiamo facendo ci sta ripagando, pur sapendo che dobbiamo continuare a crescere, lavorare e migliorare per ottenere sempre il massimo». L’appuntamento per gli appassionati di pallacanestro è domenica alle ore 18 presso il PalaGas&Power di via Elettra a Pescara.
Per quanto concerne la Serie C Gold, invece, domani l’Unibasket Lanciano affronterà tra le mura amiche la Sutor Montegranaro alle ore 17:30. Cancellare le due sconfitte consecutive e riprendere la marcia è l’obiettivo del team di coach Corà.

Pubblicato in Sport
Venerdì, 16 Novembre 2018 00:00

La Coged attende la Faroplast School V. Perugia

Chieti. Dopo la vittoria sul campo della Talete Roma che ha consentito di conquistare la vetta solitaria della classifica, la CO.GE.D. è pronta ad ospitare a Colle Dell’Ara la Faroplast School V. Perugia. La squadra imbra occupa le zone rosse della classifica, a quota 4 punti, ma è reduce comunque da una vittoria sudata e importante: il 3-2 casalingo rifilato alla Volleyro’ Casal de’ Pazzi. Contro di loro, Alceo Esposito avrà a disposizione l’intero roster, convinto di poter vedere in campo quei miglioramenti che persino una squadra prima, e a punteggio pieno, può e deve ancora mostrare. Dello stesso avviso è anche Izabela Kus:

“Quella contro la Talete è stata una vittoria importante, conquistata contro una squadra tosta, che ha lottato su tutti i palloni e ha difeso davvero alla grande. Noi, come quasi sempre ci accade, abbiamo avuto dei momenti di blackout, ma siamo sempre riuscite a venirne fuori, il che è certamente incoraggiante per noi. Si sono giocate solo 5 giornate di campionato, il cammino è lungo ed è decisamente troppo presto per cantare vittoria, però il primo posto è un bel segnale, soprattutto considerando che è un primo posto figlio di cinque vittorie da tre punti. Non è casuale insomma la nostra attuale posizione in classifica, ma anzi ce la siamo meritata. Ciò conferma le nostre qualità e le nostre ambizioni, ma sappiamo che c’è ancora tanta strada da fare. Secondo me sarà solo a partire dalla fine del girone d’andata che si potranno veramente misurare le forze in campo.

Per quanto mi riguarda, non riesco ancora ad essere incisiva come lo scorso anno, specialmente a muro, ma lavorerò per crescere di livello e dare il mio contributo. Decisamente il muro deve essere uno dei nostri assi nella manica, stiamo andando bene ma credo si possa ancora migliorare. Siamo una squadra molto alta, specie in prima linea, quindi non sfruttare questo vantaggio fisico sarebbe davvero un delitto. Secondo me, come squadra, dobbiamo migliorare nelle cose semplici, quelle che magari non vanno neanche a finire nelle statistiche di fine gara ma che, alla fine dei conti, ti fanno vincere le partite. Parlo delle coperture, degli appoggi, delle ribattute. Nei vari fondamentali, invece, credo che non si possa dire proprio niente alla nostra squadra, le cui qualità tecniche mi sembrano fuor di dubbio”.

Pubblicato in Sport

Pescara. Il Sottosegretario Regionale Mario Mazzocca annuncia l’approvazione del Profilo Climatico e delle Linee Guida a definizione del PACC - Piano regionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici della Regione Abruzzo.

«I cambiamenti climatici rappresentano la più grande sfida che governi, enti territoriali, istituzioni internazionali e popolazioni sono chiamati ad affrontare. Per farvi fronte bisogna mettere in campo politiche complesse ed integrate. Da un lato, si devono contrastare le cause dell’innalzamento delle temperature globali, riducendo le emissioni di gas serra. Dall’altro, occorre predisporre piani di adattamento che minimizzino gli impatti dei cambiamenti climatici a livello locale e che sostengano le capacità resilienti dei territori. Su quest’ultimo punto, centrale è il ruolo dei governi territoriali e in particolare delle Regioni».

Si pronuncia così sul tema il Sottosegretario d’Abruzzo Mario Mazzocca con delega all’Ambiente, che sottolinea come «la Regione Abruzzo fin dal 2015 lavora alla definizione di un proprio Piano Regionale di Adattamento. Con la deliberazione assunta recentemente, l’esecutivo regionale ha definitivamente concluso la 1A Fase del PACC con l’approvazione del Profilo Climatico regionale e delle Linee Guida del Piano di Adattamento ai Cambiamenti Climatici (Pacc)». Entrambi i documenti sono stati redatti dalla Università degli Studi 'G. D’Annunzio' - Dipartimento 'Disputer' - e dal CDCA (Centro Documentazione sui Conflitti Ambientali) Onlus. L’atto verrà a breve pubblicato sul sito web della Regione Abruzzo dal competente Servizio che si occuperà anche di porre in essere tutte le attività ivi previste.

«La Regione Abruzzo - continua Mazzocca - mantiene l’impegno assunto di dotarsi di uno strumento operativo finalizzato a costruire una risposta organica e coordinata agli effetti dei cambiamenti climatici in corso. Il PACC 'Abruzzo Regione Resiliente', inoltre, mette a frutto anche i risultati di un articolato processo partecipativo. Vanno ricordati, a tal riguardo, alcuni passaggi del percorso finora svolto. Nello specifico:


1. Il contributo dato dalla Regione Abruzzo alla formulazione della 'Strategia Nazionale di Adattamento' da parte del Ministero dell’Ambiente, approvata nel giungo 2015.

2. La partecipazione dell’Abruzzo - come parte attiva della delegazione nazionale - ai lavori della Cop20 (2014 - Lima), della Cop21 (2015 - Accordo di Parigi - in detta sede la Regione organizzò una serie di tavoli di lavoro in collaborazione con Unione Europea, Ministero dell’Ambiente e Fedarene) e della Cop22 (2016 - Marrakech), su invito del Ministero dell’Ambiente con cui ha organizzato un side event.

3. Definizione e divulgazione del protocollo internazionale "Under 2 MoU" (Memorandum of Understanding on Subnational Global Climate Leadership) in cui la Regione Abruzzo coopera con i Paesi aderenti alla riduzione delle emissioni di gas-serra entro il 2050.

4. Il citato “processo partecipativo” al PACC è stato avviato nel giugno 2015 con il 'World Wide Views on Climate and Energy', la consultazione planetaria sul clima ed energia tenutasi a Chieti il 6 giugno 2015 mediante il coinvolgimento di 120 abruzzesi individuati su un campione rappresentativo, il collegamento con 75 nazioni per 96 dibattiti tenutisi fra 10.000 cittadini e la discussione in tempo reale con la Regione Toscana (unico partner italiano dell’evento), la Mauritania, la Nigeria e la municipalità di Parigi.

5. È stato compiutamente realizzato il programma del “Processo Partecipativo”, rappresentato dal coinvolgimento delle parti interessate, dalle pubbliche istituzioni, al tessuto produttivo, alle realtà associative, in decine di incontri disseminati sul territorio regionale.


«Una delle principali difficoltà affrontate - conclude il Sottosegretario - è la penuria di adeguate risorse finanziarie. Analizzando le vulnerabilità del nostro Paese, le cui cronache riportano sempre più spesso eventi meteorologici che sfociano in drammatiche emergenze territoriali, appare evidente l’urgenza di un intervento che garantisca il rafforzamento delle capacità resilienti sia a livello urbano, sia nelle zone rurali, montane e costiere. L’Unione Europea si appresta a varare delle misure concrete al fine di sostenere le strategie di adattamento di tutti i Paesi membri. Toccherà alle Regioni metterle in atto e cogliere tale importante opportunità».

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione