Articoli filtrati per data: Mercoledì, 21 Novembre 2018

Pianella. "L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PIANELLA DOPO 4 ANNI HA RISOLTO SOLTANTO PARZIALMENTE IL PERICOLO ALLA PUBBLICA INCOLUMITÀ PER IL BUS SCOLASTICO IN VIA CAVALIERI DI VITTORIO VENETO E CON NOTEVOLE RITARDO VISTE LE SEGNALAZIONI DEGLI ANNI PASSATI
Il sottoscritto Filippone Gianni Consigliere Comunale e Capogruppo di “PIANELLA VICINA”, durante il Consiglio Comunale del 15-11-2018, ha chiesto con interpellanza le spiegazioni sulle decisioni prese dal Dirigente della Polizia Municipale sulla sicurezza stradale, pedonale e l’incolumità pubblica, della strada comunale di Via Cavalieri di Vittorio Veneto, come da foto allegate, che ricade nel pieno centro abitato di Pianella (PE).
PREMESSA
L’amministrazione del Sindaco Marinelli ha istituito un percorso preferenziale degli scuolabus su Via Martiri Ungheresi con proseguimento in Via Cavalieri di Vittorio Veneto dietro la Palestra delle Scuole Medie di Pianella, fino all’ingresso nell’area scolastica da Via Villa De Felici (Campo di Basket), nel Dicembre 2013. Con una interpellanza nel Consiglio Comunale del 28-11-2014, il sottoscritto insieme ad un altro Consigliere comunale di “Pianella Amica”, ha segnalato dei problemi alla sicurezza stradale, pedonale e di pericolo alla pubblica incolumità, sul tratto di Via Cavalieri di Vittorio Veneto dietro la Palestra delle Scuole Medie di Pianella, fino all’ingresso nell’area scolastica da Via Villa De Felici (Campo di Basket). La risposta del responsabile dell’Area Vigilanza - Dr.ssa Leonzio Sara, “smentiva” i pericoli segnalati. Anche la risposta del Sindaco - Sandro Marinelli, smentiva i pericoli su detto tratto della viabilità comunale, dichiarando che dopo l’intervento eseguito si sono ottenuti dei notevoli miglioramenti alla sicurezza stradale e pedonale.
SITUAZIONE DI FATTO
Ultimamente con Ordinanza N°63 del 16-10-2018 “Divieto di transito tratto di Via Cavalieri di Vittorio Veneto”, il responsabile dell’Area Vigilanza - Dr.ssa Leonzio Sara, sostiene che al Comando della Polizia Municipale sono pervenute delle segnalazioni che evidenziano la pericolosità del tratto di Via Cavalieri Vittorio Veneto che va dalla palestra della scuola al numero civico 14.
• Alla interpellanza presentata al Consiglio comunale del 15-11-2018, ho chiesto, in che modo la Polizia Municipale avesse valutato nel Dicembre 2013 i presunti pericoli, affrontati nell’ Ordinanza N°63 del 16-10-2018 “Divieto di transito nel tratto di Via Cavalieri di Vittorio Veneto.
• In che modo il Comandante della Polizia Municipale ed il Sindaco, hanno valutato i problemi evidenziati dai due consiglieri comunali con “Interpellanza_Pericolo alla pubblica incolumità e sicurezza stradale presso Via Cavalieri di Vittorio Veneto di Pianella (PE)” Prot. 20006, del 28-11-2014, visto che dopo 4 anni dalla segnalazione, cioè il 16-10-2018, nell’ Ordinanza N°63 citata si sono smentiti, visto che hanno sottovalutato i pericoli emersi alla pubblica incolumità, per la viabilità comunale ed il traffico pedonale dei ragazzi e genitori e non hanno ancora fatto installare per protezione un paracarro alla scarpata.
1
CONCLUSIONE
Viste le critiche frequenti ed ingiustificate in Consiglio comunale del Sindaco ai Consiglieri di minoranza, come dobbiamo fare per farci ascoltare e fare il bene pubblico? I cittadini si ascoltano anche grazie al lavoro dei Consiglieri di minoranza!
Per una maggiore efficienza della macchina amministrativa, tutti contribuiscono al suo funzionamento, nell’interesse della collettività e non solo la maggioranza ma anche chi è preposto ad esercitare forme di controllo. Certamente noi saremo vigili per non avere atti e omissioni che provocano danni a terzi che si possono evitare semplicemente con l'ascolto ed il lavoro quotidiano per il quale si è chiamati dai cittadini a giugno! Pianella Vicina lavora per il bene comune, se c’è volontà da parte di tutti il paese può migliorare! Noi ci mettiamo tutto il nostro impegno". Lo afferma in una nota il consigliere comunale di Pianella, Gianni Filippone.

Pubblicato in Politica

Dopo l'album Parte di me, uscito nel 2017, è uscito a Ottobre scorso il singolo Il Traguardonelle radio italiane, su Spotify e nei principali digitalstore.  Dal 7 novembre al singolo si affianca il videoclip girato da Andrea Vialardi e che segna il ritorno dell'artista genovese Gianluca Corrao.

Questa volta la produzione musicale è stata affidata a Francesco Ciccotti, noto producer che ricordiamo anche come autore perFrancesco Guasti al Festival di Sanremo.

Il video, vede alla regia, montaggio e colourcorrection Andrea Vialardi e i protagonisti della storia sono Giulia Vialardi, Alberto Giudice e Davide Bergaglio

Il traguardo parla di tutte le volte in cui ci prefissiamo un obiettivo, dimenticandoci di quanto, l’unica cosa importante sia correre tenendo la mano delle persone che amiamo. Parla di famiglia, di speranza, di sincerità.

"Al termine di ogni strada esiste un traguardo ma ognuno è libero di scegliere il proprio".

Molto attivo sui social, Gianluca Corrao vanta anche migliaia di visualizzazioni in tutti i suoi videoclip, questo a confermare il grande seguito del cantante ligure.

Guarda il Video
https://youtu.be/F-rBqm-4Sk8

Sin da piccolo Gianluca Corrao ha la passione per la musica e per il canto e partecipa all'eta di 8 anni ad una specie di Zecchino d'oro regionale e poi da ragazzo a gare di karaoke nella sua città e per gioco nelle serate con gli amici.
Nel 2012 Gianluca Corrao pubblica il suo primo singolo Desy.

Il singolo Il Traguardo è disponibile in streaming su Spotify, sui digitalstore e dal 7 novembre 2018 su Youtube.

Credits Audio e Video
Regia montaggio e colourcorrection : Andrea Vialardi
Attori storia video : Giulia Vialardi - Alberto Giudice - Davide Bergaglio
Operatore drone : Ricardo Mantilla
Etichetta discografica : Waves Music https://www.wavesmusic.it 

Ascolta il singolo su Spotify: https://spoti.fi/2PNGbec 

Segui Gianluca Corrao
http://www.gianlucacorrao.com 
https://www.facebook.com/corraogianluca 
https://twitter.com/corrao77 
http://www.vevo.com/artist/gianluca-corrao 

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Giovedì 22 novembre continuano le proiezioni dei corti selezionati dalle ore 16.00 alle 18.15 e alle 18.30 è la volta del film-documentario “Isis Tomorrow. The last souls of Mosul” di Francesca Mannocchi e Alessio Romenzi. Parlerà del documentario Romina Remigio.

Isis, Tomorrow ripercorre i mesi di guerra attraverso le voci dei figli dei miliziani addestrati a diventare kamikaze, ma anche delle loro vittime e di chi li ha combattuti. Oggi i figli dei combattenti sono bambini che portano sulle spalle il peso di essere stati educati a uccidere i propri vicini e far sopravvivere l’ideologia per farla rinascere dalle ceneri dei padri. Isis, Tomorrow segue i destini delle famiglie sopravvissute dei combattenti nella complessità del dopoguerra in cui il sangue della battaglia lascia spazio alle vendette e alle ritorsioni quotidiane, alla violenza come sola risposta alla violenza.

Programma della giornata
Ore 16.00 – 18.15 Proiezione corti selezionati
Legacy, Libia - SCRITTURA E IMMAGINE
Fuecu e cirasi, Italia - SCRITTURA E IMMAGINE
La giornata, Italia - SCRITTURA E IMMAGINE
Looking for Odisseo, Italia – SCRITTURA E IMMAGINE
Balo, Italia – CORTOSCUOLA
The predators of Transylvania, Slovacchia – ANIMACORTO
En cuarto oscuro, Spagna – SCRITTURA E IMMAGINE
La silla de la estación, Colombia – ANIMACORTO
Minus one, Iran – SCRITTURA E IMMAGINE
Chapter XIV-The Duel, USA – SCRITTURA E IMMAGINE
Denied, Estonia – SCRITTURA E IMMAGINE
Iran, Iran – SCRITTURA E IMMAGINE
The Border, Italia-Iran – SCRITTURA E IMMAGINE

Ore 18.30 “Isis, tomorrow”, Francesca Mannocchi, Alessio Romenzi

Ore 20.15 – 21.30 Proiezione corti selezionati
La cartolina, Italia – CORTOSCUOLA
Les misérables, Francia – SCRITTURA E IMMAGINE
Incline Al Benessere Forse Perde La Salute Cercandola, Italia – SCRITTURA E IMMAGINE
Back home, Italia – SPAZIO ABRUZZO
El atraco, Spagna – SCRITTURA E IMMAGINE
Il figlio, Italia – SCRITTURA E IMMAGINE
Weltschmerz, Bosnia Erzegovina – SCRITTURA E IMMAGINE
The Knife, Palestina – SCRITTURA E IMMAGINE
Una famiglia anomala, Italia – SCRITTURA E IMMAGINE


INGRESSO LIBERO

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Testimone di commerci e di vicende che hanno caratterizzato la vita di una comunità; crocevia di scambi e incontri. Un luogo affascinante al centro dell’interesse della delegazione Fai di Chieti sul territorio.

Venerdì 23 novembre, alle ore 17.00, nell’aula magna dell’Istituto Nautico di Ortona, in via Mazzini 26, in programma il convegno “Il porto antico di Ortona, storia, archeologia, leggenda”.

Il pomeriggio di studio ed approfondimento si aprirà con i saluti del capo delegazione Fai di Chieti Roberto Di Monte; della dott.ssa Rosaria Mencarelli, soprintendente archeologia belle arti e paesaggio dell’Abruzzo; del sindaco di Ortona Leo Castiglione; del comandante della capitaneria di porto di Ortona Giuseppe Marzano e del dirigente scolastico dell’Istituto Nautico, Marcello Rosato. Introduzione dei lavori affidata al prof. Antonio Falcone dell’associazione Storia Patria.

Primo relatore del convegno il dott. Elio Giannetti, dell’associazione Storia Patria, che parlerà dei traffici marittimi nell’antichità.

A seguire l’analisi dell’archeologo Andrea Rosario Staffa che si soffermerà sulla collocazione del porto lungo le rotte antiche e altomedievali del medio adriatico ed analizzerà le testimonianze storiche e archeologiche del periodo in esame.

Il Dott. Tito Viola, direttore della biblioteca comunale di Ortona, si addenterà invece, nella leggenda della “Ritorna” e sul patrimonio immateriale dell’antico porto.

Sarà offerta al pubblico, inoltre, una panoramica sulle prime attività di archeologia subacquea svolte lungo la costa ortonese. Previsti i contributi di

Domenico Iubatti (associazione Ambiente e Cultura), Claudia Minciarelli, Maurizio Paluzzi (scuola sub Loto-sommozzatori della protezione civile di Pescara ) e Maria Luisa.Orlandi (associazione Experia.

Ultimo intervento affidato a Barbara Napoliello, responsabile comunicazione per il comune di Ortona del gruppo di lavoro progetto Approdi, che presenterà una proposta per la possibile valorizzazione delle testimonianze archeologiche sommerse.

All’interno dell’Isitituto Nautico presente una mostra fotografica sulle attività subacque svolte a cura di Mario Cesarii.

L’evento è organizzato in collaborazione con la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo ed è patrocinato dal comune di Ortona.

Un appuntamento che rientra in pieno nella mission del Fai che è quella di educare al rispetto della tutela del nostro territorio attraverso la sua conoscenza e valorizzazione.

Pubblicato in Cultura e eventi

Milano. Ryanair, la compagnia aerea N.1 in Europa, continua oggi la sua “Cyber Week”, con tantissimi posti ora in vendita a partire da €4,99 per viaggiare tra dicembre e gennaio, da prenotare entro la mezzanotte di oggi (le 24:00 di mercoledì), offrendo ai clienti un’ultima opportunità per aggiudicarsi una vacanza invernale a €4,99.

I clienti sono invitati a tenere d’occhio il sito Ryanair.com per essere aggiornati sulle nuove offerte della “Cyber Week”: le tariffe più basse d’Europa diventeranno, infatti, ancora più basse.

 

Robin Kiely, Head of Communications di Ryanair, ha dichiarato:

“È il terzo giorno della nostra “Cyber Week” e, vista la grande richiesta, abbiamo esteso di 24 ore la nostra offerta sui posti a €4.99. Tantissimi posti sono così in vendita a soli €4,99 per viaggiare tra dicembre e gennaio, da prenotare entro la mezzanotte di oggi (le 24:00 di mercoledì).

Sul sito Ryanair.com abbiamo 8 giorni di fantastici sconti, offrendo ai clienti le tariffe più basse d’Europa con un ulteriore risparmio. Consigliamo ai clienti di monitorare il sito Ryanair.com per non perdere le ultime offerte, poiché le tariffe più basse d’Europa stanno per diventare ancora più basse.

Inoltre, applicheremo anche uno sconto del 70% su tutte le macchine noleggiate questa settimana, assicurando ai nostri clienti un ulteriore risparmio”.

Pubblicato in Cronaca

Lanciano. L’Officina Storica Sangritana di Lanciano torna ad essere teatro di laboratori, performance ed esibizioni dell’innovazione didattico-pedagogica con “OFFICINA DIGITALE 2018” - «ABRUZZO CODING» tra pensiero computazionale e didattica laboratoriale, in programma venerdì 23 novembre 2018 a partire dalle 15.45.

L’idea di tornare nella grande Officina storica della Sangritana è nata e condivisa tra l’Associazione (Rete di Abruzzesi per il Talento e l’innovazione) e ben 18 Scuole dell’Ambito scolastico 7 del Sangro Aventino resa possibile dalla reiterata ospitalità dell’omonima Azienda trasporti.

Come per le gloriose edizioni delle “Notti dei ricercatori” si torna in un luogo suggestivo ed evocativo che ben si presta ad ospitare eventi dai robusti e coraggiosi contenuti innovativi

Questa volta sono gli alunni e gli inseganti delle Scuole di ogni ordine e grado a presentare alla Comunità locale di appartenenza le attività derivanti dalla innovazione didattico-pedagogica realizzata in questo ultimo triennio; è questo il senso dell’evento organizzato dai Dirigenti scolastici insieme ai Soci dell’associazione RATI, in programma venerdì 23 novembre dalle 15.45 presso l’Officina storica della Sangritana, con ingresso dalla vecchia Stazione (Piazzale Dellarciprete).

Per l’occasione, l’Officina, ospiterà tanti box quanti sono gli Istituti partecipanti, sul concetto del Make Faire. In essi si svilupperanno performance, laboratori, proiezioni, iniziative live delle singole scuole che ‘animeranno’ il pomeriggio all’insegna dei nuovi ‘linguaggi’ e sistemi educativi e didattici: il Pensiero computazionale, il Coding, la Robotica educativa rappresentano infatti strumenti preziosi per sviluppare una scuola all’altezza dei tempi, capace di creare negli alunni una attitudine all’apprendimento per tutta la vita. I visitatori potranno fare il giro, soffermarsi ed interagire con il personale scolastico presente.

A questa prima fase, intervallata con un passaggio musicale reso dalla Orchestra giovanile dell’Istituto comprensivo di Castelfrentano, seguirà una tavola rotonda animata dalla Dirigente Responsabile di Ambito, Costanza Cavaliere e partecipata da due esperti di livello nazionale, la prof.ssa Anna Mancuso e l’ing. Ireneo Germani che tratteranno tematiche di grande impatto innovativo.

L’evento collegiale si colloca tra la «Settimana europea del Coding 2018» e la «Settimana europea della Robotica educativa 2018» grandi manifestazioni che annualmente si svolgono in contemporanea in moltissime scuole dei 27 Paesi dell’Unione europea. L’Associazione RATI ne è referente per l’Abruzzo e le scuole del Sangro Aventino ne sono protagoniste di rilievo sin dal 2015.

“Si tratta – sottolineano all’unisono i Dirigenti Scolastici e la presidenza della Associazione RATI – di un grande evento nel quale la «scuola presenta se stessa alla sua comunità» con spirito festoso e con il protagonismo proprio degli alunni e degli insegnanti. Si vuole cogliere, con questo evento collegiale, la magnifica occasione fornita dalla Unione Europea per coinvolgere anche le famiglie, le istituzioni, le organizzazioni sociali e culturali in una riflessione collettiva, per elevare la percezione dell valore strategico della scuola e sugli sforzi che in essa si compiono proprio sul terreno della innovazione didattica”. Difatti, la manifestazione è aperta ed è rivolta al mondo scolastico, alle famiglie, ai rappresentanti delle istituzioni, delle organizzazioni sociali e culturali ed è sostenuta dalla VALAGRO, dalla BPER.

La conclusione prevede un “aperitivo a km zero” offerto dal consorzio Citra, dal Gal Maiella verde e l’Istituto alberghiero di Villa Santa Maria.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Si intitola Dove volano gli asini ed è l’entusiasmante esordio letterario di Federica Fusco, giornalista pescarese, vincitrice del Premio Polidoro con un articolo pubblicato sul Corriere.it, attualmente attiva come antenna abruzzese del quotidiano La Stampa, è stata per tre anni la referente culturale del Messaggero Abruzzo.

La prima presentazione è annunciata per sabato 24 novembre alle 18 allo Spazio Matta di via Gran Sasso, ingresso libero. Modera Antimo Amore (giornalista Rai della TGR Abruzzo). È prevista anche la partecipazione dell’attrice Monica Ciarcelluti per le letture ad alta voce di alcuni passi del testo.

Come nasce questo libro? “Tutto parte da un viaggio di qualche anno fa - racconta l’autrice - in Africa, dove ero tornata con Angelo Rosato e la sua Progetto Etiopia Onlus Lanciano. Ero coinvolta come ufficio stampa, per dare risalto all'apertura di una scuola costruita grazie ai fondi raccolti. Una buona notizia! Alla fine dell’esperienza mi sono ritrovata con immagini, volti, sapori che non riuscivo a dimenticare. Ho lasciato decantare tutto, senza fretta. Di tanto in tanto mi sono messa a scrivere quello che ricordavo ed un bel giorno, con grande sorpresa, mi sono accorta che stava venendo fuori un libro, un libro di narrativa”.

Dove volano gli asiniinfatti non è un diario di bordo, né un semplice resoconto. È un libro fuori dal comune, sorprendente, che in un centinaio di pagine unisce cronaca e letteratura scardinando ogni regola: “Non è stato facile, da giornalista, lasciarmi andare all’invenzione - aggiunge Federica Fusco - eppure, una volta rotto il ghiaccio, mi sono divertita molto a mischiare esperienze vere con altre verosimili o impossibili. Per una volta, ho chiesto ai fatti di fare spazio alla fantasia”.

È in questo modo che il libro si popola di asini che volano, frati che pregano, ballerine e uno steward che predice il futuro. Lo stesso FabrizioBosso - che firma le note di copertina - ne parla come di un testo bellissimo, minuzioso, fresco in grado di restituire immagini favolose nel vero senso della parola. Immagini sospese a mezz’aria tra realtà e fantasia, come la luna tra la terra e il cielo. Protagonista, insieme con Luciano Biondini, del concerto di inaugurazione, il noto jazzista torinese ha condiviso il viaggio a fianco dell’autrice.

Edito dalla casa editrice teatina Il Viandante, Dove volano gli asini inaugura la collana Libera. Questo il commento dell’editore, Arturo Bernava: “Sono molto orgoglioso di aver pubblicato un libro che rompe i soliti schemi. Un libro coraggioso, la cui musicalità permea le corde del lettore e lo cattura sino all'ultima pagina. Brava Federica!”.

L'opera, inoltre, è corredata da 14 fotografie scattate dall'autrice: i lettori più audaci potranno provare ad accoppiare un’immagine ad un capitolo. Dove volano gli asini costa 12 euro ed è in distribuzione nelle principali librerie abruzzesi, si può anche ordinare in tutta Italia oppure online all'indirizzo www.edizioniilviandante.it/prodotto/dove-volano-gli-asini/ (non ci sono costi aggiuntivi per le spedizioni sul territorio nazionale). A breve, infine, questo titolo sarà inserito anche nel catalogo Amazon.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. È di stamane la notizia di un provvedimento di custodia cautelare, emesso dal giudice per le indagini preliminari dell’Aquila, a carico di un giovane egiziano.

L’accusa per il momento ipotizzata sarebbe associazione con finalità di terrorismo internazionale e istigazione e apologia del terrorismo.

Fabrizio di Stefano commenta così l’accaduto:

“Questa notizia induce ad una serie di riflessioni: l’Abruzzo non è più un’isola felice. Efferate violenze commesse in passato come quelle avvenute in una villa di Lanciano, tentativi di infiltrazione della malavita organizzata in più settori, ed oggi anche presenze preoccupanti come questo terrorista, mi inducono a ritenere che la sicurezza è diventato un problema primario per la nostra Regione. Anche per questo occorre una Regione forte che chieda la vicinanza delle Forze dell’Ordine e delle Istituzioni Militari. Più presenza dunque dei tutori della legge, scongiurando le previste chiusure dei tribunali minori che costituiscono presidio di legalità nei territori. Ad oggi le suddette strutture potranno svolgere le proprie funzioni fino al 2020, attualmente sotto organico senza prese di posizione da parte di alcuno. La questione sicurezza è anche e soprattutto indice di una buona qualità di vita, è di fondamentale importanza in conclusione, che il nostro territorio dia certezze ai propri cittadini”.

Pubblicato in Politica

Ortona. Sabato 1 dicembre alle ore 17 nella splendida cornice del Teatro F. P. Tosti si svolgerà la cerimonia di premiazione della 13° edizione di See in the Sea International Underwater Photocontest.

Questa manifestazione, per i numeri che esprime, è tra le più prestigiose del panorama nazionale e vede una crescente partecipazione di autori stranieri.

Il contest fotografico è un prodotto Ortona Sub, storica associazione subacquea abruzzese che da 28 anni è affiliata alla ACDC (Associazione Cmas Diving Center).

L’edizione 2018 organizzata sotto la Direzione Tecnica di Giuseppe Pignataro (Bari Ita) ha visto una giuria composta da Domenico Roscigno (Napoli Ita), Davide Vezzaro (Svizzera), Massimo Zannini (Bologna Ita).

Il concorso si è articolato in cinque categorie che hanno visto queste classifiche:

MACRO: 1) Songda Cai CINA
2) Paolo Bausani Porto Santo Stefano Ita
3) Claudio Zori Portomaggiore Ferrara Ita
Runner Up Nicholas Samaras Tessalonichy GRECIA
Runner Up Marco Gargiulo Sorrento Ita
Runner Up Daniele Maggi Lucca Ita

COMPATTE: 1) Alessio Tinti Vescovana Padova Ita
2) Stefano Cerbai Lasta a Signa Firenze Ita
3) Davide Clementelli Torino Ita
Runner Up Chuang Melody New Taipei City TAIWAN
Runner Up Gianluca Cucco Bolzano Ita
Runner Up Chen Stan New Taipei City TAIWAN

GRANDANGOLO: 1) Luc Rooman Kidhriect BELGIO
2) Francesco Visintin Prato Ita
3) Claudio Zori Portomaggiore Ferrara Ita
Runner Up Claudio Zori Portomaggiore Ferrara Ita
Runner Up Gabriella Luongo Napoli Ita
Runner Up Francesco Visintin Prato Ita

PORTFOLIO MEDITERRANEO:1) Virginia Salzedo Povo di Trento Ita
2) Nicholas Samaras Tessalonichy GRECIA
3) Salvatore Ianniello Marano Napoli Ita
Runner Up Paolo Fontanella Napoli Ita
Runner Up Guido Villani Pozzuoli Napoli Ita
Runner Up Fabio Strazzi Milano Ita

STORYBOARD: 1) Virginia Salzedo Povo di Trento Ita
2) Gabriella Luongo Napoli Ita
3) Emanuele Vitale Catania Ita

La Cerimonia di Premiazione vedrà la presenza di Francesco Sena Testimonial Omer Italia e Istruttore Apnea Academy, in esclusiva il cortometraggio di Sergio Riccardo girato in Artico e la multivisione spettacolare di Mimmo Drago.

Ricchissimo il montepremi con ben 4 viaggi intercontinentali nei paradisi della subacquea mondiale, attrezzature fotosub e profili assicurativi Dan Europe, soggiorni subacquei in località top nazionali, due omaggi esclusivi offerti da CDC ITALIA e il bellissimo trofeo Click Fish realizzato in esclusiva per Ortona Sub dal Maestro Valter Polleggioni.

“ E’ stata un’ edizione importante che conferma il successo di See in the Sea, rafforzando la sua propensione ad essere apprezzata ben oltre i confini nazionali, evidenziando un livello tecnico davvero spettacolare. - commenta soddisfatto il Presidente Paolo De Iure - “Ci conforta poter vantare alcuni tra i massimi rappresentanti della fotosub italiana e opere fotografiche di grande impatto emotivo, notevole valore scientifico e alto spessore emozionale. In tredici edizioni di questo Contest, abbiamo avuto oltre mille autori e vantiamo un archivio immenso di più di 6000 immagini incredibili che sono la storia della fotografia subacquea italiana. Le opere sono visibili sul sito dedicato www.ortonamare.org e sulla notra pagina FB, e sempre più spesso sono richieste per progetti didattici che si propongano la tutela dell’ambiente marino e la divulgazione delle sue bellezze.”

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 21 Novembre 2018 00:00

Comune di Pescara, il Bilancio in cifre

Pescara. E’ un bilancio vitale quello presentato oggi dall’Amministrazione comunale, il documento approvato in Giunta e pronto per approdare all’esame del Consiglio Comunale i primi di dicembre. Anticipazioni contenute nel documento programmatico sono state rese in conferenza dal sindaco Marco Alessandrini, dall’assessore al Bilancio Marco Presutti, dal dirigente e i tecnici del Settore Ragioneria e dal direttore generale Guido Dezio, a capo del Dipartimento amministrativo, presenti anche il vicesindaco Antonio Blasioli e il consigliere comunale Emilio Longhi.

“Il bilancio va avanti lungo un determinato percorso di risanamento dei conti cittadini – così il sindaco Marco Alessandrini – Grazie al lavoro svolto con gli Uffici questo Comune ora ha solidità finanziaria. Il documento che portiamo all’approvazione del Consiglio è un atto concreto che vale a ricordare sempre la lezione che una casa si costruisce dalle fondamenta ed è solida se questo lo sono. Pescara oggi ha capacità di investimento e di programmazione e ne siamo lieti e orgogliosi perché è un lavoro a vantaggio della comunità”.

“Sono appena arrivato ma al contempo onorato di firmare un atto che raccoglie il lavoro puntuale e positivo degli uffici– esordisce l’assessore al Bilancio Marco Presutti - Il documento dovrà approdare in Consiglio per discussione e approvazione, per la fine di questa settimana avrà il parere del Collegio dei Revisori e immaginiamo di poter calendarizzare il lavoro della sessione con la fine della prima decade di dicembre. Ci siamo portati avanti nell’attività di confronto con le forze consiliari, nonché con le parti sociali, che abbiamo già incontrato e che rivedremo per integrare l’atto delle istanze che ci hanno portato. L’obiettivo è approvare il bilancio entro il 31 dicembre, in modo che l’anno nuovo inizi con lo strumento nella sua piena operatività. Dato importantissimo perché consente l’utilizzo delle risorse già per il 2019 e non in dodicesimi come accade finché non viene approvato un bilancio oltre il 31 dicembre e perché bisogna ottimizzare i tempi, visto che il nuovo sarà un anno elettorale, che sconta necessari rallentamenti per via delle operazioni di voto.

Il dato più importante è quello degli investimenti a totale vantaggio della città, perché espressi attraverso la manutenzione delle strade, il verde e i lavori pubblici per un importo pari a 16.625.180: pur essendo un Ente in predissesto e non potendo pertanto contrarre mutui, sono state destinate somme importanti alle spese di investimento. Continua il cammino virtuoso dell’Ente, i cui primi passi nella procedura di riequilibrio economico e finanziario sono stati volti al pagamento dei debiti. Dal 2014 a oggi i tempi di attesa per i fornitori dell’Ente sono considerevolmente diminuiti, dando così sempre maggiore respiro a imprese, lavoratori e famiglie. La capacità di spesa evidenziata è stata, per quanto riguarda i primi due esercizi 2015 e 2016, determinata anche dal fondo di rotazione che ci ha erogato il Ministero, che ha sì, ovviamente facilitato la capacità di spesa dell’Ente, ma va sottolineato come negli anni seguenti la maggior parte della spesa è da attribuire ai risparmi derivanti dalla rinegoziazione mutui, di importo di 4 milioni di euro per l’anno 2015; 5,5 mln per il 2016; 5,7 mln nel 2017 e 5,9 milioni nel 2018. Tale risparmio proseguirà anche per l’anno 2019 per terminare nel 2020. A tale proposito molto rilevante è la discesa della spesa per interessi secondo una curva abbastanza regolare che fa fronte alla riduzione dell’indebitamento residuo da 151 milioni di euro a 116, con l’obiettivo di arrivare nel 2020 a 108 milioni di euro e di fatto questo significa che a breve l’indebitamento sarà pari al bilancio, Pescara avrebbe così un bilancio migliore di quello governativo. Come detto, malgrado noi non possiamo attingere alla cassa depositi e prestiti siamo riusciti ad avere performance importanti sul fronte lavori pubblici: al 31 dicembre 2017 abbiamo previsto 29 milioni di impegni di investimento, spendendone 14; quest’anno sono 16 milioni come impegno e come pagamenti effettivi. L’Ente avrebbe potuto dedicare tali risparmi all’aumento della spesa corrente, ma ha invece deciso di stornare le cifre citate a vantaggio della città, aggiungendole agli investimenti, la maggior parte dei quali sono nati da istanze dei cittadini e sono stati condivisi con la comunità stessa: quindi manutenzione strade, manutenzione e tutela del verde pubblico e opere pubbliche.

Questa è la fotografia della città oggi, nel 2014 era ferma e sull’orlo dell’abisso economico, oggi è una città che è tornata a programmare, che lo fa a testa alta, senza debiti e senza dimenticare le fasce più sensibili della sua popolazione e le aree più provate del suo territorio”.

“A Pescara è stato compiuto un lavoro straordinario negli ultimi quattro anni – così il direttore generale Guido Dezio - Al momento importanti Comuni come Napoli (in predissesto) e Catania (in dissesto) hanno pesanti problemi economici e il nostro lavoro ha fatto scuola, è stato preso ad esempio in quanto capace di rimettere nella giusta rotta la città. L’indebitamento nel 2019 sarà pari al 100 per 100 delle entrate correnti e nel 2020 il rapporto debito entrate correnti sarà abbondantemente sotto il 100 per cento. Tale indicatore dimostra, insieme ad altri indicatori, la solidità del bilancio comunale e infatti, a fronte di 60 milioni di crediti correnti da incassare, abbiamo un fondo crediti di dubbia esigibilità pari a 40 milioni (cioè i 2 terzi dei crediti sono garantiti da apposito accantonamento: pertanto, in linea teorica se tutti i crediti venissero riscossi dall’ente si libererebbero 40 milioni di euro da utilizzare liberamente per opere pubbliche, sociale, verde, scuole e servizi in genere). Continuando su questa linea nel 2020 prevediamo di poter liberare risorse per circa 10 milioni di euro, senza aumentare la pressione fiscale. Ciò riteniamo sia possibile migliorando la capacità di riscossione attraverso l’affidamento in-house entro gennaio 2019 della riscossione delle entrate a una società appositamente costituita con specifica decisione del Consiglio Comunale e anche grazie a uno specifico software di cui l’Ente si è dotato per combattere l’evasione fiscale a seguito di un bando vinto mesi fa.

Quando nel 2014 l’Amministrazione comunale approvò il bilancio, la stessa fu costretta ad aumentare al massimo l’addizionale Irpef e le aliquote Imu. In realtà, però, a seguito di quanto deciso dal Governo nel 2015, la pressione fiscale è sostanzialmente rimasta invariata, in quanto il gettito Imu prima casa viene garantito dallo Stato ai Comuni, mentre l’addizionale Irpef ha una franchigia di 10.000 euro per ogni cittadino, andando pertanto a colpire soltanto i redditi più alti e in proporzione agli stessi.

Per quanto riguarda la tassa dei rifiuti, la stessa è stata riportata a quella del 2014, ma con la differenza che all’epoca la percentuale della differenziata era al 30 per cento circa, mentre oggi, è al 45 per cento e con gli ulteriori estendimenti in corso, per febbraio-marzo sarà pari a circa il 50 per cento. Va aggiunto inoltre che, grazie al processo di fusione delle tre Spa del settore (Attiva, Ambiente e Linda) si avranno delle economie di scala e un importante piano degli investimenti volto alla costruzione e gestione di impianti per il trattamento dei rifiuti (piattaforma ecologica di Alanno, piattaforma di Loreto Aprutino, seconda ricicleria di via Prati e soprattutto impianto di compostaggio anaerobico, cosiddetto biodigestore) l’obiettivo per Pescara sarà quello di raggiungere nei prossimo triennio una raccolta differenziata fra il 65/70 per cento senza ulteriore aumento della tassa dei rifiuti, con ricadute economiche virtuose sulle utenze”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 5

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione