Articoli filtrati per data: Giovedì, 22 Novembre 2018

Chieti. L'Istituto comprensivo 3 di di Chieti ha vinto il primo premio del concorso nazionale #giornatadellasicurezza indetto in occasione della “Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole” per il videoclip realizzato per l'edizione 2017 dalle classi 3 A e 3 B della Scuola primaria Via Lanciano.
Il 22 novembre 2018, proprio in occasione delle celebrazioni della terza Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole”, gli studenti delle due classi, il Dirigente scolastico Maria Assunta Michelangeli, il team dei docenti Anna Maria Borgonsoli, Enrica Polidoro, Anna Buccione, Daniele Aceto hanno ricevuto a Roma, nella sede del MIUR, il premio di 15000 euro dal sottosegretario Salvatore Giuliano.
La delegazione dell'Istituto comprensivo 3 è stata poi ricevuta dal Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti che si è complimentato con tutti per la lusinghiera affermazione.
I giovani studenti hanno conquistato tutti i partecipanti all'evento per la loro simpatia e spontaneità e anche per la competenza manifestata nell'esporre i contenuti del progetto realizzato sotto la supervisione, in particolare, dell'insegnante Enrica Polidoro, che è anche Animatore digitale dell'istituto.
Nel videoclip premiato sono messi in evidenza l'attenzione per la cultura della sicurezza, la qualità della progettualità e l'innovazione didattica che sono propri della identità dell'Istituto comprensivo 3 di Chieti.
Da sempre, infatti, l'Istituto è all'avanguardia per la sperimentazione didattica anche nell'ambito digitale, che è stato particolarmente valorizzato nel progetto premiato, in tutti gli ordini di scuola, dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado.
Per questo anno scolastico proseguono i progetti del Piano nazionale scuola digitale e le sperimentazioni di Avanguardie educative, saranno a breve ufficialmente inaugurati l'Atelier creativo (plesso Via Lanciano) e la Biblioteca scolastica innovativa (Scuola secondaria di primo grado “V. Antonelli”), è iniziata la seconda edizione dei corsi STEM.
E' previsto anche lo svolgimento del corso di secondo livello di Philosophy for children per la formazione dei docenti e la successiva applicazione con gli studenti nell'ottica dell'evoluzione da da Scuola 3.0 a Scuola 4.0, che mira a rendere effettivo il principio dello “stare bene a scuola”, in tutti gli ambiti e per tutta la comunità educante.

 

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Tornano per il settimo anno consecutivo le Mattinate FAI d’Inverno, il grande evento nazionale del FAI – Fondo Ambiente Italiano, pensato per il mondo della scuola e dedicato alle classi iscritte al FAI. Da lunedì 26 novembre a sabato 1 dicembre 2018, gli studenti diventano protagonisti nelle rispettive città per raccontare il patrimonio storico e artistico del loro territorio. Gli Apprendisti Ciceroni sono giovani studenti, appositamente preparati dai volontari FAI, che operano in un dialogo continuo con i loro docenti. Indossati i panni di narratori d’eccezione, gli studenti racconteranno alle classi in visita il valore di questi beni e le storie che custodiscono. Questa esperienza permette a tutti i ragazzi di vivere un’insolita esperienza di “educazione tra pari”. Grazie alle Delegazioni FAI attive su tutto il territorio nazionale saranno aperti più di 170 meravigliosi tesori poco conosciuti e spesso chiusi al pubblico in oltre 100 città d’Italia.


I PALAZZI DI PIAZZA ITALIA RACCONTANO

L'itinerario a cura della Delegazione FAI Pescara


Gli Apprendisti Ciceroni dell'Istituto IPSSAR "F. De Cecco" - Sezione Accoglienza Turistica di Pescara sono i protagonisti dell'itinerario I palazzi di Piazza Italia raccontano, a cura della Delegazione FAI Pescara. I beni saranno aperti alle scuole dale h. 9 alle h. 13, dal 26 al 30 novembre 2018. Oggi la presentazione a Palazzo di Città.

“Siamo felici di essere la destinazione di queste visite esclusive per le scuole a Palazzo di Città – così il presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli – La Sala Aternum contiene veri e propri reperti documentali e artistici che raccontano la storia della città e che verranno illustrati ai ragazzi. Fra questi l’atto di nascita del Vate il Prg Muzii e Piccinato, le cartoline di Cascella, i bozzetti di Baldacci che sono diventati i dipinti della Sala Consiliare, nonché opere che arrivano dal Museo delle Genti e dal Cascella e sono divenuti patrimonio dal Palazzo di Città. Queste giornate enfatizzano la destinazione aperta della Sala, prima Ufficio di Presidenza, oggi tornata alla sua funzione di museo a disposizione della città e di prestigioso contenitore di appuntamenti, eventi, conferenze stampa”.

“Come Alberghiero collaboriamo da anni con il FAI – così la dirigente Alessandra Di Pietro - Dal 26 al 30 novembre i nostri allievi saranno apprendisti ciceroni e guideranno i ragazzi delle scuole primarie alla scoperta dei palazzi scelti per le Mattinate FAI inverno, perché il progetto coinvolge anche una pluralità di Istituti Comprensivi cittadini. Si tratta di un progetto importante di cittadinanza attiva, perché educa gli studenti alla bellezza e promuovere l’attenzione verso il patrimonio storico e architettonico, pittorico e scultoreo del territorio, ma importante anche perché promuove il piacere e sentirsi parte della città. Il senso del bene comune ha un elevato potere formativo, saranno coinvolti una cinquantina di studenti dell’Indirizzo turistico che saranno accompagnati dai docenti saranno accompagnati dai docenti Fosco e Bianchi di Arte, Temperini di Accoglienza turistica e Ceccomancini di Italiano e storia. L’altro valore è che si esalta il rapporto fra pari: i ragazzi più grandi educano i più piccoli e si lavora molto sulla valorizzazione della capacità relazionale che ha un alta valenza educativa. E’ anche un percorso di alternanza scuola-lavoro estremamente importante nella formazione, specie in quella tecnico professionale. Ha valore sia informativo per i ragazzi, perché vengono prima formati dal FAI e poi diventano docenti delle conoscenze assunte che possono trasmettere ad altri ragazzi. Ha anche valenza orientativa perché i nostri allievi cominciano a operare e comprendere cosa significhi svolgere una funzione di guida turistica, con un’esperienza operativa sul campo”.

“L’iniziativa – sottolinea Rosaria Morra, Capo Delegazione FAI Pescara – rientra nella promozione del territorio che serve a far conoscere storie, valore e patrimonio culturale pescarese e consente di raccontare un’identità storica della città, all’infuori dell’aula scolastica. Si tratta di un momento importante, riservato ai giovani studenti che saranno i futuri custodi del nostro prezioso patrimonio culturale». Gli Apprendisti Ciceroni accompagneranno i visitatori in una passeggiata che attravera tre luoghi simbolo. Il primo è la fontana marmorea dello scultore Giuseppe Di Prinzio, al cui centro si trova "La Pescara", scultura in bronzo raffigurante una donna sul dorso di un cavallo, realizzata nel dopoguerra, in un momento di grande rinascita culturale per la città. Il Fiume, la Miniera, l'Agricoltura, il Mare: i simboli della facciata del Palazzo del Governo, costruito nel 1927 dall'architetto Pilotti, che conserva le sculture di Guido Costanzo di Ortona, la statua "Il canto d'amore" di Costantino Barbella e le tele di Ugo Cerasoli, a seguire la magia della grande tela de «La Figlia di Jorio» (1895) di Francesco Paolo Michetti, in cui l'arte prende forma di parola con la tragedia pastorale omonima di Gabriele D'Annunzio del 1904. Una donna urlante, scarmigliata, giovane e formosa inseguita da una folla di mietitori ubriachi e provati dal sole: la nostra Pescara che veste di rosso. Infine, l'autentico Museo della Città: la Sala “Aternum” che racchiude tremila anni di storia, fra le cartoline donate dalla famiglia Cascella, i registri storici del ‘600 e ‘700, il primo Piano regolatore di Leopoldo Muzii (1882) e quello di Piccinato (1946) e l’atto di nascita originale di Gabriele D’Annunzio”.

Per informazioni sui beni aperti e per le prenotazioni delle visite consultare il sito internet www.mattinatefai.it 

Pubblicato in Cultura e eventi

Campobasso. «Per un’economia ecologica e solidale» è il tema del primo incontro promosso dalla Scuola di Cultura e Formazione Socio-Politica “G. Toniolo” dell’arcidiocesi di Campobasso –Boiano. A dare inizio al percorso formativo è il missionario comboniano, padre Alex Zanotelli, Lunedì 26 novembre, alle ore 17,30, presso l’auditorium Celestino V, in via Mazzini, 80 a Campobasso dove si terrà il primo incontro. L’urgenza di porsi di fronte al dramma del dissesto ecologico, della corruzione che minaccia la salute della natura e dell’uomo, sono i principali segmenti che affronterà, nel suo intervento, l’attivista per la Pace Zanotelli. Seguiranno la testimonianza dei rappresentanti del Comitato civico “Rispetto e tutela del territorio” di Sassinoro, sulla vicenda dell’impianto di compostaggio che minaccia il territorio beneventano al confine col Molise. Le conclusioni sono affidate all’arcivescovo di Campobasso –Boiano, mons. Giancarlo Bregantini.
Una custodia responsabile del creato, della persona, della speranza. È questa la sfida cui tenta di rispondere il nuovo ciclo di conferenze e dibattiti aperti organizzato e promosso dalla Scuola Toniolo. Il programma “Hereditatem” che vuol dire appunto “Patrimonio”, prevede quest’anno i “Dialoghi della Dignità”, saranno presentati dalla Direttrice della scuola, prof.ssa Ylenia Fiorenza, nella stessa giornata di lunedì 26 novembre durante l’inaugurazione della scuola. Saranno otto gli incontri mensili di approfondimento dedicati a tematiche e sfide attuali che richiedono l’impegno attivo di una riformata militanza culturale, sul fronte del principio responsabilità. L’iniziativa si articola in momenti seminariali e laboratoriali a partire dalle esortazioni principali dell’enciclica sociale “Caritas in Veritate” di Benedetto XVI nel suo decimo anniversario. Non solo per contribuire a rendere possibile una società più umana e fraterna, ma soprattutto la Scuola Toniolo quest’anno ha tra le finalità principali quelle di indicare, con la profezia di esperti, strade possibili di riscatto e di giustizia sociale.
Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel 347 1637431

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Entro l’8 dicembre sarà possibile partire in autobus per Roma con gli autobus di Tua/Sangritana anche dalla stazione di Pescara Porta Nuova. Il vicesindaco e assessore alla Viabilità Antonio Blasioli spiega tempi e novità sul terminal bus voluto dall’Amministrazione per nato a seguito di una mozione dei consiglieri Lola Gabriella Berardi e dove oggi termineranno i lavori di segnaletica orizzontale e verticale per consentire la fermata, che entro l’8 dicembre diventerà operativa.

“L'idea è quella di favorire dentro la stazione di Portanuova la sosta di chi deve partire e la possibilità di prendere l'autobus in posizione riparata sotto il sottopasso ferroviario – così il vicesindaco e assessore alla viabilità Antonio Blasioli – Gli spazi dedicati alla fermata non toglieranno posti auto, che saranno ricavati sul lato sud della carreggiata, dove ci saranno anche due stalli per i Taxi. Stiamo inoltre lavorando con Pescara Parcheggi per prevedere delle tariffe ridotte per chi prende l'autobus e vuole lasciare l'auto nel parcheggio coperto di 350 posti, ottimizzando così anche questa infrastruttura comunale.

Tutto questo diventerà possibile entro l’8 dicembre, ci assicura Tua. Agli orari dei bus interessati non cambierà nulla, i bus partiranno quindici minuti prima dalla stazione di Porta Nuova, che verrà vissuta maggiormente e rianimata dal viavai quotidiano verso la Capitale. Questo significa anche più presenza e più controllo e un vantaggio nell'ottica cittadina degli spostamenti.

Si evita di convogliare al centro persone di Porta Nuova che devono prendere l'autobus per Roma, spostandole qui, dove c'è un parcheggio coperto ed è più agevole arrivare.

Le partenze interessate sono quelle delle 5, 6.15, 12.30 e 19.30”.

 

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Sono iniziati i lavori di messa in sicurezza dei solai del Mercato Coperto di via dei Bastioni. Si tratta di interventi di complessivi 230.000 euro che con il ribasso si tradurranno in 150.000 euro di lavori e che riguardano la parte soprastante e sottostante della struttura, nonché il risanamento dalle infiltrazioni. A questi si aggiungeranno ulteriori interventi per 75.000 euro, annunciati stamane dal vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli e dall'assessore alle Attività Produttive Giacomo Cuzzi in sopralluogo sul cantiere con il tecnico comunale Enrico Iacomini e la ditta esecutrice degli interventi.

“Abbiamo condiviso tutte le fasi di questi lavori con gli operatori del mercato con i quali abbiamo anche calibrato le azioni, affinché rispondessero meglio alle esigenze della struttura – così il sindaco Marco Alessandrini, il vicesindaco Antonio Blasioli e l’assessore Giacomo Cuzzi – Da tempo era necessario agire per la messa in sicurezza dei locali sia al piano superiore che al piano interrato, cosa che consentirà di recuperare spazi preziosi per gli operatori attivi, nonché per animare ancora di più il mercato, che è uno dei nostri maggiori obiettivi e che ci vede anche favorevoli alle aperture pomeridiane e alla contaminazione con eventi e iniziative non soltanto enogastronomiche.

La struttura deve resistere e crescere, perché è parte della storia identitaria della città e deve mantenere la sua funzione di centro di aggregazione della zona, oltre che di vetrina della qualità a km zero.

I lavori sono di fatto iniziati e si svolgeranno senza bloccare le attività di vendita della struttura. Attualmente interessano il locale pescheria di circa 200 mq che nel 2015 aveva avuto problemi al solaio e che verrà interamente recuperato e il locale sotterraneo, originariamente utilizzato come deposito dagli operatori. Ma oltre alla prima tranche di intervento è previsto un ulteriore progetto in fase di redazione per 75.000 euro che consentirà un restyling, pulizia e decoro dell’intera area di vendita, nonché il ripristino della pubblica illuminazione. Potremmo utilizzare ulteriori fondi pari a circa 12.000 euro pari al 15 per cento del ribasso, per ulteriori lavorazioni che condivideremo con gli operatori e che arricchiremo con interventi anche artistici in grado di innovare l’immagine della struttura, che vogliamo vedere sempre più inserita nel tessuto economico della città e rispondente alle esigenze di chi la frequenta e di chi vi opera”.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. "Nella seduta del Consiglio Comunale di Domani approda in Aula il Piano di Assetto Naturalistico della Riserva dannunziana. Si tratta di un documento atteso che nei fatti è un vero e proprio Piano Regolatore Generale della nostra riserva, su cui in questi giorni sono concentrate particolari attenzioni e azioni.

La Riserva è il nostro più importante patrimonio verde ed è abbastanza unica in Italia perché il suo perimetro ricade in un ambiente urbano, più volte abbiamo avuto modo di sottolineare la sua speciale natura, perché non è un parco ed ha zone che sono sempre interdette alla fruizione e vietate al pubblico, affinché le specie che ospita possano conservarsi e continuare a crescere.

Cosa questa che è necessario valutare sia nella manutenzione che nella riqualificazione e di cui il PAN tiene debitamente conto per tutelare il futuro del suo delicato ecosistema ambientale, fissando il perimetro di una convivenza capace di arricchire il rapporto con la città e i cittadini e, soprattutto, di non nuocere alla pubblica incolumità. Per questo abbiamo investito in studi capaci di valutare la messa in sicurezza della Riserva, dopo la caduta di un grosso esemplare di pino verificatasi a seguito di una delle ultime ondate di maltempo. Da qui, di concerto con gli uffici e con gli esperti che ci accompagnano nel composito cammino di tutela si è stabilito di garantire la fruizione sicura dei sentieri e delle aree di aggregazione, attraverso la Visual Tree Assesstment di 400 piante collocate lungo i sentieri più fruiti, più 8 verifiche strumentali analitiche per un totale di 11.000 euro. L’esame è affidato a Rocco Sgherzi fra i maggiori professionisti italiani del settore che sta visionando i comparti. A tali verifiche cui si somma un’ulteriore spesa di 37.000 euro di cui 16.000 prelevate dal Fondo di Riserva del Sindaco.

Un’altra azione che metteremo in campo a fronte delle risultanze del lavoro di accertamento della staticità degli alberi attualmente in corso, sarà quella di delimitare alcune aree con un sistema di dissuasione sostenibile, attraverso pali e corde, al fine di interdire le zone dove non si svolgono le VTA, così pure provvederemo alle potature e agli abbattimenti ritenuti necessari in caso di pericolosità degli esemplari per la pubblica incolumità e, infine, all’eliminazione delle piante esotiche, perché minano le specie autoctone che devono essere valorizzate e protette e perché dentro la Riserva restino specie autoctone capaci di elevarne il già ingente valore naturalistico. Oltre alla messa in sicurezza promuoveremo l’istituzione di un tavolo tecnico con il Servizio Fitosanitario della Regione per monitorare la minaccia di focolai fitofagi che aggrediscono i pini d’Aleppo di cui la Riserva è piena. Sono infine in corsoi anche iniziative che riguardano il monitoraggio faunistico e floristico dei comparti che sta svolgendo l’associazione Ambiente e vita, che sta rivelando sia la vitalità che elementi sorprendenti in entrambe le dimensioni di cui a brevissimo comunicheremo gli esiti”. Lo afferma in una nota l’assessora alla Riserva dannunziana del Comune di Pescara, Paola Marchegiani.

Pubblicato in Politica

Vasto. Questa mattina in Municipio a Vasto è stato presentato il portale web “Vamos” acronimo di Vasto mobilità sostenibile, realizzato in collaborazione con la CNA Giovani, rappresentata dal presidente regionale Luca Lecce e dal delegato alle Smart City Roberto Raspa. All’incontro nella Sala Consiliare hanno preso parte insieme all’assessore ai Traporti, Mobilità Sostenibile e Smart City, Paola Cianci i rappresentanti della giunta, i consiglieri Marra e Artese, il dirigente del Settore di riferimento Avv. Luca Mastrangelo, il Comandante della Polizia Municipale Giuseppe Del Moro, il presidente della Consulta Giovanile Mario Testa, le associazioni ciclistiche, ambientaliste, le aziende di trasporto e i dirigenti delle scuole secondarie di secondo grado e i rappresentanti d’Istituto.

“Con Vamos - ha spiegato l’assessore Paola Cianci - inizieremo a confrontarci con tutti gli interlocutori impegnati sul tema della mobilità sostenibile del territorio con il coinvolgimento del mondo dei giovani tramite la scuola e la Consulta Giovanile. Rappresenta un contenitore di idee per promuovere una visione di città smart partendo dalle politiche già messe in campo dall’Amministrazione Comunale, per arrivare a nuove strategie e progetti già in cantiere. Nel portale l’utente troverà informazioni in merito alla collocazione di parcheggi a pagamento e per diversamente abili, aree verdi, spazi pubblici, ZTL con aggiornamenti, la geolocalizzazione dei sentieri e percorsi ciclabili. Ringrazio i colleghi di giunta per la collaborazione e tutti gli intervenuti. Con il loro supporto e i preziosi consigli realizzeremo gruppi di lavoro e laboratori nelle scuole per preparare le nuove generazioni ad una visione di città sostenibile che mette al centro la qualità della vita delle persone”.

“La mobilità sostenibile - ha aggiunto Luca Lecce - è una occasione per sviluppare nuove opportunità imprenditoriali. Promuovere progetti innovativi ed inclusivi è uno degli obiettivi della CNA”.

“Da oggi - ha concluso Roberto Raspa - è stata attivata anche la pagina Facebook. Per garantire la massima partecipazione degli utenti del portale sarà possibile rispondere ai questionari sulla mobilità”.

Pubblicato in Cronaca

L'Aquila. Si terrà venerdì 23 novembre alle ore 15 (ingresso su invito) nella “Sala Fermi” dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) di Assergi a L'Aquila l’appuntamento con il cosmonauta Paolo Nespoli che che ritirerà il “Premio Scienza Giovani” 2018 e a seguire terrà una lectio magistralis dal titolo “Nello Spazio per la Terra”. La giornata di approfondimento rientra nel programma di incontri “Il Futuro della mobilità” organizzato dalla “Società Italiana della Scienza e dell’Ingegneria” (SIdSI) in collaborazione con i “Laboratori del Gran Sasso” (“Istituto Nazionale di Fisica Nucleare”) e con il patrocinio dell’ENEA.

“Il racconto di esperienze personali e prospettive per l’umanità filtrate da un punto di vista davvero extra ordinario come il guardare il nostro pianeta dallo Spazio è un privilegio che solo pochi esseri umani hanno potuto sperimentare da quando la nostra specie è comparsa sulla Terra e che attraverso questa insolita prospettiva si può trasformare in insegnamento, monito e incoraggiamento soprattutto alle nuove generazioni alle quali il cosmonauta Paolo Nespoli non smette mai di dire: “Puntate in alto e non abbiate paura di sognare! Le stelle non sono poi così lontane.” – ha dichiarato l’Ing. Davide Cavuti, direttore della SIdSI.

La “Società Italiana della Scienza e dell’Ingegneria”, che ha come presidente onorario il Prof. Antonino Zichichi, si avvale di collaborazioni con Università italiane e straniere, Ordini professionali, Centri di ricerca, Istituzioni pubbliche e private, Industrie, Scuole ed Enti culturali di varia natura, per realizzare programmi comuni di ricerca e di studio, aderendo ad iniziative volte a soddisfare le esigenze espresse nel territorio nazionale.

<< Vogliamo produrre sistemi performanti seguendo i paradigmi della sostenibilità - spiega l’Ing. Davide Cavuti - realizzando un’azione integrata tra il mondo della ricerca universitaria, gli ordini professionali e le industrie per il raggiungimento dell’obiettivo. I cinque progetti che verranno elaborati da SIdSI sono i seguenti :“Sicurezza sismica delle costruzioni e del territorio”; “L’Idrogeno, opportunità per la mobilità del futuro”; “Azienda 4.0 e Sistemi integrati per l’efficienza della produzione industriale”; “Economia e Ingegneria del Mare " e "Formazione".

Nell’attuarli la SIdSI – continua l’Ing. Cavuti - ha individuato la parola chiave “Five S” declinata come Sostenibilità, Società, Scienza, Salute, Sicurezza prendendo spunto dalle “Cinque S” che sono le fondamenta del metodo di ottimizzazione dei processi industriali, applicato attraverso il miglioramento continuo strutturato, nelle aziende moderne e prerogativa della sostenibilità aziendale.

Nel nostro percorso – conclude Cavuti - verremo talvolta affiancati da personaggi noti al pubblico che ci aiutino a diffondere tra la gente i risultati del nostro lavoro. Uno di questi è l’Ingegner Paolo Nespoli, il popolare astronauta che, con 313 giorni di permanenza nella stazione Iss, in tre missioni diverse, detiene il record di italiano che ha vissuto di più nello spazio. Paolo Nespoli è un personaggio di cui conosciamo l’elevato spessore culturale e scientifico e nel quale abbiamo riscontrato una grande sensibilità verso l’impegno e le prospettive della SIdSI.>>

Il Comitato Scientifico, presieduto dal Prof. Enzo Chiricozzi, ha la sede nazionale all’interno dei “Laboratori del DICEAA” dell’Università dell’Aquila ed è composto da un gruppo di lavoro che annovera tra le sue fila docenti universitari, ricercatori, studiosi, cultori delle materie scientifiche e non, manager d’azienda e professionisti.

<<La mobilità ha da sempre avuto un ruolo centrale nel sistema sociale – ha dichiarato il Prof. Enzo Chiricozzi presidente del Comitato Scientifico della SIdSI - Mai come oggi l’evoluzione dei mezzi di trasporto sta cambiando la vita della collettività; tra le varie tecnologie che puntano a rivoluzionare i servizi di trasporto si possono citare l’auto elettrica a guida autonoma, il treno supersonico, gli aerei a propulsione elettrica e, nelle città di un futuro molto prossimo veicoli elettrici capaci di decollare e atterrare in verticale.>>

All’interno del “Comitato Scientifico” della SIdSI, oltre al Prof. Enzo Chiricozzi (già Prorettore delegato per il placement universitario e per i rapporti con il mondo del lavoro e Professore Emerito di “Macchine elettriche”) e all’Ing. Davide Cavuti (Direttore generale della “SIdSI” e Docente del corso professionalizzante di “Ingegneria del miglioramento continuo” all’Università dell’Aquila), sono presenti esponenti autorevoli del mondo accademico, dell’industria e delle professioni tra i quali, il Prof. Gianfranco Totani (Docente di “Ingegneria Geotecnica” all’Università dell’Aquila e membro della “International Society of Soil Mechanics and Geotechnical Engineering”), l’Ing. Giuseppe Zia (già membro del “Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Ingegneri” e del “Continuing Professional Development Committee” del “F.E.A.N.I.”).
<<Un incontro scientifico, quello con l’astronauta Paolo Nespoli, che farà riflettere sulla vivibilità nel pianeta terra e sulla sopravvivenza della nostra civiltà a causa dell'inquinamento e della distruzione dell'ambiente. - ha dichiarato il Prof. Gianfranco Totani docente di Geotecnica e componente del Comitato Scientifico della SIdSI - Un aiuto fondamentale ce lo può dare l'occhio dallo spazio attraverso una osservazione continua e precisa sia a livello globale che puntuale.>>
<<La “Società Italiana della Scienza e dell’Ingegneria” opera in un momento storico che vede l’Italia nella necessità di impegnare le proprie energie intellettuali con impiego dell’intelligenza e delle migliori tradizioni della propria storia e della propria cultura. - ha affermato l’Ing. Giuseppe Zia componente del Comitato Scientifico della SIdSI – Solo con un linguaggio scientifico, di corrispondenza certa ed accertabile tra il dire ed il fare, possiamo comunicare credibilità e concretezza a sostegno di nuove azioni per rivalutare i nostri saperi e la loro applicazione, in termini utili socialmente, economicamente e politicamente. Cosi, la loro sostenibilità potrà tornare a vantaggio di tutti per il massimo benessere sociale, in un sistema di interrelazioni dinamiche ed aperte.>>
La SIdSI ha inoltre ideato e realizzato il “Festival della Scienza e dell’Ingegneria” e il “Premio Scienza Giovani” entrambi nati con il presupposto di coniugare la cultura scientifica con le attività dei giovani sensibilizzandoli e avvicinandoli ai vari insegnamenti universitari e post-universitari e non solo.

 

Sito web ufficiale: http://www.sidsi.it/

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Nuova ispezione a sorpresa, questa mattina, della commissione mensa scolastica nella scuola dell’infanzia generale Dezio, Istituto comprensivo Villa Verrocchio, in via Adda. Le componenti Monica Di Campli, Vittoria Fischietti e Mersia Ruggieri, accompagnate dall’assessore alla Pubblica istruzione, Maria Rosaria Parlione e da Maria Lucia Nenni dell’ufficio Pubblica istruzione, hanno controllato, dalle 12,20 alle 13,05, la somministrazione dei pasti ai bambini. La visita segue di tre settimane la precedente verifica nella scuola Colonnetta di via Isonzo.

Il menu di oggi prevedeva riso al sugo, coscia di pollo con patate, purea di frutta, pane e acqua. Le componenti della commissione hanno potuto constatare di persona la distribuzione dei pasti e hanno assaggiato i piatti riservati ai piccoli.

Il verbale ha messo in evidenza «l’adeguatezza del mezzo di trasporto dei pasti e degli ambienti di sporzionamento, molto ampi e con pulizia ottima. Il personale addetto è in numero adeguato, la dotazione relativa all'abbigliamento risulta consona allo scopo e altrettanto adeguata, vengono utilizzati sistematicamente guanti monouso e mascherine. Ottima anche la disinfezione delle aule. Per quanto riguarda i pasti sono stati ritenuti adeguati per quantità e di buona qualità. Da evidenziare l’utilizzo del misuratore per il monitoraggio della temperatura, che viene posto all’interno di ogni contenitore prima che i pasti vengano serviti. Una volta serviti i primi piatti, le sporzionatrici cambiano rigorosamente i guanti prima di sporzionare i secondi piatti. I pasti risultano adeguati per quantità e buona la qualità. La temperatura dei pasti all’arrivo è adeguata e lo è anche nel momento in cui essi vengono serviti. Si evidenzia che il parmigiano viene servito solo ed esclusivamente su richiesta dei bambini che lo desiderano e in quantità sufficiente. Posateria, piatti e bicchieri risultano adeguati per quantità e buona la qualità dei materiali. Nessuna criticità è stata evidenziata per le diete speciali. I pasti vengono serviti in contenitori sigillati monodose, privi di rischio di contaminazione. Da evidenziare che le sporzionatrici addette, cambiano i guanti prima di servire i piatti speciali per poi iniziare a servire le “diete normali”. Si evidenzia, infine, che in questo Istituto scolastico è stata rilevata la presenza di tutti i componenti, all’entrata ed all’uscita ed è stato firmato un registro per l’accesso alla cucina».

«Anche oggi è stata una ispezione positiva», dice l’assessore Maria Rosaria Parlione, «insieme alle mamme abbiamo verificato la qualità dei piatti e gli elevati standard di igiene e di attenzione alla salute dei bambini. Merito della ditta fornitrice, del personale addetto alla sporzionamento e del personale scolastico, certo, ma un grazie particolare va sempre alla dottoressa Marisa Calabrese, nutrizionista del Sian, Servizio igiene alimenti e nutrizione della Asl che sovrintende alla scelta dei menu. Sicuramente, poi, la conformazione dell’edificio aiuta a svolgere il servizio nella massima efficienza e sono particolarmente orgogliosa di far parte della giunta presieduta dal sindaco Francesco Maragno che è riuscita a inaugurare nel 2016 questa scuola, una delle grandi incompiute di Montesilvano. A gennaio la nuova ditta, la Serenissima Ristorazione – avendo vinto la gara – subentrerà alla Cir Food nella fornitura dei pasti delle nostre scuole».

Pubblicato in Politica

Pescara. Basta proroghe: si decida definitivamente di mantenere operativi i quattro tribunali abruzzesi. È la richiesta avanzata al Ministero di Grazia e Giustizia da parte di Valeria Giancola, consigliere nazionale dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili con delega alle funzioni giudiziarie e rappresentante dell’Abruzzo, insieme ai quattro presidenti degli Ordini dei Commercialisti dei territori interessati al problema: Ettore Perrotti (L’Aquila-Sulmona), Valerio Dell’Olio (Avezzzano), Giancarlo Talone (Lanciano) e Francesco Pietrocola (Vasto). I cinque rappresentanti hanno partecipato ad un incontro che si è tenuto a Roma al quale ha partecipato il capo di gabinetto Fulvio Bandi.

“Grazie al provvedimento di proroga della legge 7 di aprile 2017 – spiega Valeria Giancola - i tribunali restano aperti fino al 13 settembre 2020 nonostante dovevano essere soppressi nel 2018. Non dimentichiamo che i tribunali sono presidio di legalità fondamentali per i territori, oltre che realtà capaci di generare un indotto economico e culturale importantissimo. Al capo di gabinetto abbiamo rappresentato tutte le criticità di tale soppressione e chiesto all’unisono e a nome della federazione degli Ordini dei Commercialisti abruzzesi il mantenimento di tutti e quattro i tribunali abruzzesi attraverso una norma definitiva e non una proroga che possa permettere ai tribunali di avere non solo l’operatività ma anche dotazione organica di personale e magistrati”.

Per questo, il consigliere e i presidenti hanno elaborato e consegnato un documento su ogni territorio e tribunale, che dimostra l’impatto della soppressione. “Il capo di gabinetto – conclude Valeria Giancola - si è dichiarato disponibile a sollevare il problema e a discuterne con il ministro al fine di trovare la soluzione più idonea, sottolineando che siamo stati l’unica categoria unita a richiedere tale intervento”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 6

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione