Articoli filtrati per data: Giovedì, 29 Novembre 2018

Pratola Peligna. Il giorno 2 dicembre, alle ore 11,00, presso il prestigioso Palazzo Colella di Pratola Peligna, verrà inaugurata la mostra “Arte in prospettiva 2“. La mostra, organizzata dall’Associazione Culturale Lejo, è stata patrocinata dalla Regione Abruzzo, e dal Comune di Pratola Peligna, che ha reso disponibili le sale espositive. Saranno rappresentate tutte le principali arti visive (pittura, scultura, fotografia, ceramica e arte digitale), con la partecipazione di circa cinquanta artisti, tra i principali esponenti dell’arte abruzzese. Ospite d’onore sarà il noto artista abruzzese Pino Procopio. Nell’ambito della manifestazione ci sarà una personale dell’artista Enrico Cappuccilli.

La mostra vuole essere una riproposizione di quella presentata a settembre presso l’Aurum di Pescara, nella logica della promozione artistica dell’Associazione Lejo su tutto il territorio abruzzese.

Nell’occasione, verrà riproposto il catalogo Lejo 2018, che raccoglie le opere degli artisti in mostra ed illustra tutti i momenti salienti del progetto artistico – culturale. Progetto che è iniziato a maggio con la selezione, operata da una qualificata commissione, degli studenti provenienti dai lucei artistici di Pescara (MIBE), di Vasto (Pudente-Pantini), di Sulmona(Gentile Mazara) e di Teramo (Montauti). Agli elaborati degli studenti selezionati è stata dedicata una speciale sezione, all’interno del sopracitato catalogo. La presentazione della Mostra sarà coordinata dal giornalista Ennio Bellucci e vedrà gli interventi del Presidente dell’Associazione Lejo Roberto Di Giampaolo, del prof. Raffaele Giannantonio, Presidente dell’Associazione Culturale “Il quadrivio” ( Premio Sulmona) e del Prof. Enrico Cappuccilli, responsabile Lejo per l’area peligna. Ci saranno inoltre i saluti istituzionali del Sindaco di Pratola Avv. Antonella Di Nino e del Delegato alla Cultura, sempre di Pratola, Avv. Aldo Di Bacco. Ampia spazio verrà dato a tutti i soggetti coinvolti, a partire dai Licei Artistici, con la presenza di Dirigenti Scolastici, insegnanti e tanti studenti che quest’anno hanno aderito numerosi al progetto dando, con il loro entusiasmo, un nuovo slancio al movimento artistico abruzzese. La mostra resterà aperta fino al 9 dicembre. Di seguito elenco artisti partecipanti:

Enzo Angiuoni, Luciano Astolfi, Sonia Babini, Rosalba Barillà, Rosamaria Brandimarte, Mario Buongrazio, Enrico Cappuccilli, Rita Colaiocco, Bruno Colalongo, Leone D’Aguì, Sabina D’Alfonso, Valeria De Cecco, Michele De Flaviis, Giuseppe De Matteo, Franca Di Bello, Maria Grazia Di Biase, Roberto Di Giampaolo, Sara Di Giampaolo, Franco Di Nicola, Mario Di Profio, Alessandra D’Ortona, Anna Maria Ferrone, Nicola Guarino, Concetta Iaccarino, Giuseppe Liberati, Nadia Lolletti, Angela Agata Lupi, Ibrahim Mahjoub, Pierpaolo Mancinelli, Francesca Matteis, Sandro Melarangelo, Lucio Monaco, Pasquale Pagnottella, Annarita Pantaleone, Luisa Parabella, Maria Pierdomenico, Renato Pillitteri, Nestore Presutti, Sebastiano Privitera, Terezina Radovani, Romina Rossoli, Alessandro Seccia, Fabiola Speranza, Maria Stasio, M.Luisa Torlontano, Pina Trabucco, Gianfranco Zazzeroni.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. "Gli esponenti di Forza Italia che dicono no all'election day dimenticano che quando erano alla guida della Regione non solo lo chiesero ma allungarono di mesi una legislatura finita. Si doveva votare a dicembre 2013 e il voto fu spostato al 25 maggio 2014. Ora fanno gli smemorati e invocano le urne con la neve. Smemorati o patetici buffoni?

La stessa prepotenza partitocratica mostrano purtroppo i pentastellati.
Come può Sara Marcozzi dichiarare che "8 milioni sono niente" e quindi si possono sprecare non accorpando le date del voto regionale e europeo?
Centrodestra e M5S pensano di vincere o temono di calare nei sondaggi ma è davvero vecchia politica anteporre i propri interessi di bottega a quelli della comunità.
8 milioni sono tanti e meriterebbero di essere spesi per far fronte alle tante emergenze sociali della nostra regione.
Centrodestra e M5S dovrebbero ricordare che l'antica saggezza popolare insegna che la superbia parte a cavallo e ritorna a piedi.
Non ci rassegnamo a questa follia e speriamo che si levino tante voci in Abruzzo". Lo affermano in una nota Maurizio Acerbo, segretario nazionale Prc-Se, e Marco Fars, segretario regionale Prc-Se.

Pubblicato in Politica

San Salvo. Continua l’impegno dell’Amministrazione comunale di San Salvo nella messa in sicurezza degli edifici scolastici. Sono state messe a disposizione risorse per nuova indagine sullo stato di vulnerabilità delle scuole primarie di via Verdi, via De Vito e Sant’Antonio.
Il Consiglio comunale nell’odierna seduta ha deliberato una variazione di bilancio destinando ulteriori risorse per proseguire nell’attività di indagine sullo stato di vulnerabilità sismica delle scuole.
“Con questo ennesima iniziativa – afferma il sindaco Tiziana Magnacca – ci avviamo al completamento dell’indagine sullo stato di salute delle scuole comunali. Questa maggiore dotazione consentirà di dare corso alla procedura di valutazione della sicurezza degli edifici esistenti con lo scopo di stimare la vulnerabilità delle scuole dei plessi Sant’Antonio, via Verdi e via De Vito ed eventualmente studiare gli interventi di ripristino più opportuni”.
In particolare il sindaco evidenzia: “Dobbiamo garantire alle famiglie che i loro figli frequentano scuole sicure, dobbiamo consentire agli insegnanti e al personale tecnico e amministrativo di lavorare in strutture non vulnerabili sismicamente. E’ un impegno che per la mia Amministrazione comunale continuerà senza sosta”.

Pubblicato in Politica
Giovedì, 29 Novembre 2018 00:00

Treglio, torna il “Il borgo dei folletti”

Treglio. Come d'incanto, si rianimerà, il prossimo 2 dicembre, nel centro storico di Treglio (Ch), “Il Borgo dei folletti”. L'iniziativa, promossa dall'associazione culturale “Treglio affresco” in collaborazione con il Comune, è giunta alla quarta edizione. “Laboratori didattici, stand gastronomici, la Ruota della fortuna, fiabe animate, il truccabimbi, la possibilità di scattare foto con Babbo Natale, spettacoli itineranti, esibizioni musicali e il classico mercatino, con oltre 30 stand di artigiani ed hobbisti. Sono tante e più numerose le proposte rispetto agli altri anni – spiega Antonella D'Addario, presidente di “Treglio affesco” -. Il tutto respirando... il Natale che si avvicina”. “Un appuntamento – aggiunge il sindaco Massimiliano Berghella – che richiama soprattutto i bimbi, che s'immergono nella magia delle favole e delle tradizionali feste di dicembre. Un evento per le famiglie, che possono anche fare acquisti, curiosando tra creazioni fatte a mano, e degustare prodotti tipici. Insomma, da non mancare”. L'apertura degli stand gastronomici è prevista già alle 10; l'inizio degli spettacoli e dei laboratori, tutti gratuiti, è fissato per le ore 15.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. "Gli sviluppi dell'inchiesta della Procura di Teramo sulla sicurezza dell'autostrada A24 illustrati nel servizio di Roberta Mancinelli per il TGR andato in onda oggi alle 14 confermano tutte le nostre preoccupazioni e la necessità di fare chiarezza per la tranquillità di tutti, dai cittadini alla stessa concessionaria, come avevamo evidenziato nei nostri esposti di agosto e settembre.

Come sempre stiamo dando il nostro contributo in questa vicenda così delicata. Riteniamo che ulteriori approfondimenti debbano essere fatti a seguito delle dichiarazioni perentorie dell'Ing. Migliorino, del Ministero delle Infrastrutture, rilasciate durante il consiglio comunale di L'Aquila del 19 novembre. Ci hanno impressionato le frasi del tecnico ministeriale sulle prove sui materiali che sarebbero state fatte dal concessionario anche 5 anni fa.

Passaggi inequivocabili sulla mancanza, secondo l'ingegner Migliorino, di sicurezza delle autostrade a cui deve essere posto rimedio con i correttivi indicati dal Ministero, che devono essere attuati fino in fondo.

Anche sul nuovo PEF in discussione è necessaria chiarezza e coinvolgimento dei cittadini e delle comunità. Ad esempio, sono stati inseriti i fondi per i lavori per la messa in sicurezza del sistema Gran Sasso? Sono stati previsti fondi specifici per la risoluzione della problematica del rischio incidenti con la fauna selvatica?". Si legge così in una nota di NUOVO SENSO CIVICO ONLUS, STAZIONE ORNITOLOGICA ABRUZZESE ONLUS e FORUM H2O.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Si è concluso l’iter autorizzativo per la realizzazione di barriere fonoassorbenti lungo il tracciato ferroviario nel territorio di Montesilvano. Con l’autorizzazione paesaggistica emessa in seguito al parere favorevole della Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio dell’Abruzzo, infatti, può partire il progetto esecutivo dell’intervento di risanamento acustico (previsto nel piano redatto da Rfi, Rete ferroviaria italiana, lungo il tracciato Bologna – Lecce) che porterà all’avvio dei lavori in un paio di mesi.

Le barriere saranno realizzate, dove possibile, con pannelli trasparenti in modo da conservare le visuali paesaggistiche, con particolare attenzione ai luoghi più meritevoli; le colorazioni delle pannellature saranno scelte in maniera da mimetizzarsi il più possibile con l’ambiente circostante; l’altezza dei pannelli sarà contenuta al minimo di legge per evitare il più possibile l’effetto barriera visiva e, naturalmente, tutti i lavori di scavo saranno eseguiti sotto controllo archeologico, al fine di garantire che non siano danneggiati eventuali resti archeologici.

«Accogliamo la conclusione dell’iter burocratico con grande soddisfazione», sottolinea il sindaco, Francesco Maragno, «Finalmente il nostro territorio potrà essere dotato di barriere fonoassorbenti lungo il tracciato ferroviario, un’opera attesa da oltre 30 anni, da quando è stato dismesso il vecchio tracciato, in particolare da una consistente fetta di popolazione che vive a ridosso dei binari, molti, infatti, sono gli edifici residenziali che si trovano sia a monte che a valle del tracciato. L’installazione delle barriere fonoassorbenti contribuirà a migliorare la qualità della vita di queste persone, riducendo l’inquinamento acustico, il tutto con la massima attenzione all’impatto estetico sull’immagine del territorio. Contiamo entro un paio di mesi di poter vedere l’avvio dell’intervento che – lo ricordo – è a carico non del Comune ma di Rfi, proprietaria del tracciato e delle aree limitrofe. Colgo l’occasione per ringraziare i nostri uffici e Rete ferroviaria italiana per la disponibilità, l’impegno e la professionalità».

Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 29 Novembre 2018 00:00

Pescara, Cittadinanza Attiva: seconda giornata

Pescara. Grande partecipazione anche alla seconda giornata dell’iniziativa “Ingresso di Cittadinanza Attiva", ideata e organizzata dall’Assessorato alle Politiche Sociali e alle Pari opportunità, al teatro Massimo, per festeggiare i nuovi maggiorenni. Circa 900 studenti delle classi quinte del liceo scientifico “L. Da Vinci”, del liceo “G. Marconi”, dell’I.P.S.S.E.O.A. "F. De Cecco”, dell’I.T.C. "Aterno - Manthonè’ “, dell'I.P.S.I.A.S. "Di Marzio-Michetti”, dell’istituto “Nostra Signora” e dell’istituto ”Mecenate” hanno partecipato all’evento ricevendo in dono una copia della Costituzione. I giovani sono stati accolti e salutati dal vicario del prefetto Carlo Torlontano, dal sindaco Marco Alessandrini e dall’assessore alle Politiche sociali e alle Pari Opportunità Antonella Allegrino, ideatrice del progetto.

“I valori contenuti nella nostra Carta Costituzionale, anche a distanza di 70 anni, sono altamente attuali - ha detto Torlontano - Sono valori sui quali occorre sempre riflettere per indirizzare la nostra azione quotidiana di cittadini. Andrete a partecipare attivamente alla vita politica, economica e sociale di questo Paese e sono sicuro che saprete fare meglio di noi”.

“Vi doniamo la Costituzione perché è la legge dello Stato, ma racconta anche la storia di questa nazione, attraverso i suoi drammi e le sue difficoltà - ha aggiunto il sindaco Marco Alessandrini - Sfogliatela perché è viva e riguarda tutti noi. Il mio augurio è di fare un buon viaggio lungo quella traversata che si chiama vita”. “Nei due giorni della manifestazione abbiamo donato a oltre1700 studenti - ha sottolineato l’assessore Allegrino - Le scuole hanno risposto con entusiasmo e grande disponibilità all’ iniziativa, che abbiamo articolato in due eventi per consentire una partecipazione totale degli studenti delle classi quinte. Ringrazio i dirigenti scolastici e i docenti, che hanno preparato i ragazzi facendoli riflettere sui principi e i valori contenuti nella Carta Costituzionale. Spero che i giovani li facciano diventare propri e che costruiscano un futuro migliore, custodendo il passato e la memoria del nostro Paese”.

Nel corso della cerimonia, sono stati letti e commentati da 4 studenti in rappresentanza di ogni scuola, i 12 principi fondamentali della Costituzione e suonati gli inni di Mameli e d’Europa, eseguiti dai sassofonisti del liceo artistico, musicale e coreutico “Misticoni-Bellisario” Ylenia Ametta, Federica Giusti, Stefano Antonini, Thomas Di Rado, Giorgio Di Prinzio, Gianmaria D’Alleva e Simone Tenerelli, diretti dal professor Nicola Costantini. Tutti gli studenti presenti in platea hanno ricevuto una copia della Carta Costituzionale, un facsimile di scheda elettorale che riporta i 12 principi della Costituzione e un attestato di partecipazione. Hanno vissuto un momento da protagonisti anche i ragazzi che si sono diplomati con il massimo dei voti a conclusione dello scorso anno scolastico. L’assessore Allegrino ha consegnato loro una pergamena con i complimenti per il risultato raggiunto e un augurio per il futuro. Un ringraziamento per la collaborazione all’iniziativa è stato rivolto a tutte le scuole con la consegna di una targa celebrativa. Un momento della cerimonia è stato dedicato anche alle attività della Consulta provinciale degli studenti illustrate dal presidente Cristian De Lellis, accompagnato da Lorenzo Palumbaro, Sofia Giorgia, Naomi Pesce e Luigi Quaglieri.

 

I nomi degli studenti che nella cerimonia di oggi hanno rappresentato le scuole sono:

Francesco De Sanctis, Martina Rasetta, Massimo Pavone e Giulia Di Fonzo (liceo “Da Vinci”); Francesco La Monaca, Giorgia Anzellotti, Alessia Foschini ed Eleonora Di Pietro (liceo “Marconi); Lorena Jilcu, Irisa Cristina, Elisa Di Biase e Daniele Subashi (Ipsseoa “De Cecco”); Erika Spadone, Chiara Galante, Caterina Santonastaso e Alessandra De Rosa (Ipsias "Di Marzio-Michetti"); Benedetta Adriano Battistella, Elena Ottombrini, Mattia Britti e Carola Esposito (ist. "Nostra Signora"); Giorgia Cappelletti, Alessandro Fragasso, Vanessa Di Censo e Moreno Neviconi (Ist. Mecenate); Giada Surricchio, Cristina Fontana, Alessia Fusella e Simone Villani (I.T.C. “Aterno-Manthonè”).

I nomi dei diplomati con il massimo dei voti che hanno ritirato la pergamena sono: Francesco Mongia, Giulia Fioriti, Vittoria Moretti, Giorgia Viola, Federica Grande, Marco Ingelido, Alisia Di Felice, Angelica Bucco, Alessandro D’Agostino, Daniel Perinetti, Alessandra Brandimarte, Valentina Ferretti, Samuele Longoverde, Marika Mantini, Flora Schinzari, Riccardo Grasso e Cristina Ruggiero.

I diplomati non presenti alla manifestazione potranno ritirare la pergamena chiamando la segreteria dell’Assessorato alle Politiche Sociali, tel. 085428355.

Pubblicato in Politica

Vasto. Le Terme Romane di Via Adriatica non hanno subito alcun danneggiamento da atti vandalici. E’ quanto assicura il direttore della Soprintendenza Archeologica di Chieti, la dott.ssa Rosaria Mencarelli, attraverso una dettagliata nota indirizzata al Sindaco di Vasto, Francesco Menna. Una precisazione fatta a seguito di notizie di stampa, rilanciate dal consigliere di minoranza Vincenzo Suriani attraverso una mozione, che sono risultate del tutto infondate.

“Un sopralluogo tecnico, effettuato da personale della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo, e da esponenti del FAI che da tempo ha in gestione la struttura - è scritto nella missiva - ha permesso di verificare che nessun vandalo è entrato nell’area né vi sono stati accesi fuochi”.

“La notizia - prosegue la dott.ssa Mencarelli - è stata suscitata con ogni probabilità dal fatto che osservatori che si affaccino sull’area possono talvolta notare zone più scure sulla superficie musiva, ma tale colorazione delle tessere è dovuta all’umidità di risalita del terreno sottostante, di cui non si conoscono consistenza e costituzione”. Inoltre , il Direttore della Soprintendenza Archeologica assicura che “le coperture attuali, a prescindere dal loro aspetto estetico, sono funzionali in quanto proteggono gli ambienti anche in caso di pesanti acquazzoni”.

Il consigliere Vincenzo Suriani che in sede di discussione della mozione, dinanzi alla relazione dettagliata e puntuale della dott.ssa Mencarelli, si è visto costretto a fare marcia indietro modificando quasi completamente la sua mozione grazie alla disponibilità di una maggioranza aperta al dialogo ed al confronto che si è impegnata a migliorare la sorveglianza di un’area molto a cuore a chi amministra Vasto ed ai cittadini vastesi.

Il commento dell’Assessore ai Beni ed alle Attività Culturali Giuseppe Forte: “Nessun oltraggio da parte dei vandali al mosaico del Nettuno e nessuna condizione di degrado dell’area che, guarda caso, proprio in questo periodo è oggetto di un intervento migliorativo grazie a risorse impegnate dalla Soprintendenza Archeologica. Lavori che una impresa di Chieti sta eseguendo sotto il controllo dei tecnici. Guarda caso le Terme Romane di Vasto sono al centro delle Giornate FAI d’autunno in fase di svolgimento proprio in questi giorni”.

Il Consiglio Comunale di Vasto, per la verità, all’unanimità ha condiviso l’idea di bandire un concorso di idee, aperto alla cittadinanza, alle scuole, ai professionisti del settore, alle associazioni culturali, per elaborare un progetto di riqualificazione del parco archeologico e di valorizzazione dei capolavori romani, da sottoporre alla Sovrintendenza per la relativa approvazione.

Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 29 Novembre 2018 00:00

Pescara, convegno su Nicola D'Antino

Pescara. Nicola D'Antino è un'artista abruzzese, precisamente di Caramanico, ma sconosciuto al grande pubblico della nostra regione. E' il problema principale di questo territorio, di essere cioè incapace di valorizzare i propri uomini. Molte volte, protagonisti. Come nel caso di questo scultore autore, tra l'altro, delle statue che si vedono sul Ponte Littorio  nelle cartoline degli anni '30 di Pescara. I pescaresi avranno visto tante volte le immagini antiche di quel ponte, senza però interrogarsi circa la provenienza di quelle statue. Magari molti avranno pensato a qualche artista d'importazione. E invece in questa circostanza ad esportare siamo stati noi. Perchè le opere monumentali piu' importanti di questo artista sono a L'Aquila (la fontana luminosa e la fontana gemella) e a Roma, al Foro Olimpico, con due sculture. Ma è nato a Caramanico. Piccolo Comune collinare, nell'entroterra pescarese. Sicuramente un piccolo centro non può  sostenere un proprio figlio, quando diventa un grande protagonista.  Ma il Comune in questi ultimi anni, grazie all’attivismo del Suo Sindaco, Simone Angelucci, ha provveduto a varie iniziative di concreta valorizzazione, come  la trasformazione dell’abitazione in cui nacque l’artista in “Casa d’Arte Nicola D’Antino” dove questa estate si sono svolte mostre ed eventi di vario genere. Rimane l’idea di organizzare una grande Mostra antologica  sollecitata anche da Vittorio Sgarbi. E di questa Mostra si parlerà nell’incontro organizzato da “Pescaratutela -  Laboratorio provinciale di Storia Locale” venerdì 30 novembre alle ore 18 all’Aurum in cui verrà esposto il modello d’autore in bronzo di una delle quattro statue del Ponte Littorio e precisamente “Allegoria della pastorizia. Questa esposizione è resa possibile grazie a Pasquale Del Cimmuto che interverrà alla manifestazione unitamente al Comandante del Nucleo Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale di Ancona Maggiore Carmelo Grasso, a Maria Grazie Tolomeo Speranza, a Paola Di Felice, al Sindaco di Caramanico Simone Angelucci, alla Soprintendente Rosaria Mencarelli e a Giovanni D’Antino, nipote dell’artista. Possiamo, comunque, sicuramente affermare che, Nicola D’Antino, è uno degli ultimi esponenti di quel movimento culturale che dalla fine dell'ottocento ha dato molto alla cultura nazionale ed internazionale e che aveva il centro nevralgico nel cenacolo michettiano.  “Pescaratutela”, inoltre, ha provveduto due anni fa a sporgere una denuncia internazionale per la sottrazione delle  quattro Statue, avvenuta ad opera dei tedeschi in ritirata agli inizi del giugno 1944. Un disperato tentativo di rintracciare i segni della memoria della città.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Il Capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio Comunale di Chieti, Marco Di Paolo, a seguito delle modifiche apportate lo scorso luglio dalla Regione Abruzzo alla legge regionale n.96/96 disciplinante l’assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, ha presentato un Ordine del Giorno da discutere in Consiglio per impegnare Sindaco e Giunta a richiedere formalmente la modifica della Legge Regionale in questione, affinché i cittadini stranieri che intendano accedere all’edilizia residenziale pubblica attestino i propri requisiti mediante certificati rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero ed autenticati dall'autorità consolare italiana che ne verifichino la conformità all'originale.

«Ai cittadini stranieri che intendono accedere all’edilizia residenziale pubblica – spiega il Capogruppo Di Paolo – nel rispetto della normativa statale in materia di immigrazione, oggi è richiesta una residenza regolare, di almeno cinque anni consecutivi, nel territorio nazionale. Contemporaneamente, per effetto della recente riforma, al cittadino viene richiesta anche la documentazione concernente l’assenza di condanne passate in giudicato negli ultimi dieci anni dalla data di pubblicazione del bando, per reati di particolare gravità per i quali la legge prevede la pena detentiva non inferiore a cinque anni e, terzo requisito, il non essere titolare di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione di alloggi ubicati sul territorio nazionale e in qualsiasi altra località.

Se il primo requisito, ovvero la residenza nel territorio nazionale, è facilmente verificabile attraverso l’esame della documentazione attestante l’ingresso del cittadino straniero nel nostro Paese – evidenzia il Capogruppo – sul secondo e terzo punto- inesistenza di condanne penali e impossidenza - le amministrazioni che si trovano ad evadere l’istruttoria e a controllare la veridicità delle dichiarazioni dei cittadini stranieri risultano impossibilitate ad effettuare regolari controlli al di fuori del territorio italiano.

È questa una situazione paradossale – rimarca il Capogruppo –. A parità di requisiti presentati, infatti, il cittadino italiano che rispetta la legge potrebbe vedersi “surclassato” in un suo diritto dal furbetto straniero di turno che magari nel suo paese di origine ha a suo carico un casellario giudiziale con carichi pendenti o abitazioni di proprietà per le quali risulta impossibile effettuare controlli sulla scorta delle autocertificazioni prodotte. Le istanze fornite dal cittadino italiano sono oggetto attento di verifica, perché non dovrebbe essere lo stesso per i cittadini stranieri? Perché le amministrazioni pubbliche dovrebbero avvantaggiare cittadini i cui requisiti non sono accertabili?

Al fine di scongiurare l’assegnazione di un alloggio popolare a chi non ne ha diritto – conclude il Capogruppo –, al fine di rispettare la legge, vista l’impossibilità di effettuare regolari controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rese dagli stranieri, mi sono fatto promotore di un OdG da discutere in Consiglio, all’esito del quale, se sarà approvato, impegnerà Sindaco e Giunta a richiedere formalmente alla Regione Abruzzo la modifica della Legge Regionale riguardante l’accesso all’edilizia residenziale pubblica. Gli stranieri che intendono accedere alle abitazioni pubbliche, al pari degli italiani, devono attestare i propri requisiti mediante certificati rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero ed autenticati dall'autorità consolare italiana: basta autocertificazioni, basta corsie preferenziali, fermiamo situazioni di irregolarità».

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione