Articoli filtrati per data: Venerdì, 30 Novembre 2018

Chieti. Un vecchio adagio recita che a San Benedetto la rondine è sotto il tetto, volendo significare che il 21 marzo, giorno dedicato al Santo in questione, sia possibile scorgere i segni di un’incipiente primavera. Un proverbio questo che ben potrebbe adattarsi all’attuale cammino della Magic che cerca, in quel di San Benedetto … del Tronto, i segni di una rinnovata ripartenza dopo tre sconfitte in serie. Sfortuna vuole, però, che i neroverdi, sabato, si confrontino con una squadra in gran ripresa, dopo una partenza sofferta, andando a violare nell’ultimo turno di campionato sorprendentemente il campo della capolista Fossombrone, grazie ad una vittoria netta, inequivocabile. Dieci sono i punti dei marchigiani, attualmente appaiati in classifica ai magici, pochi forse rispetto alle attese rivolte ai rossoblù ad inizio di stagione.

In realtà Daniele Aniello, valente coach ex Fabriano, ha dovuto fare i conti con i guai che sempre accompagnano un rinnovamento massiccio del roster, che nel suo caso è stato del tutto rivoluzionato. Nuovo di zecca è infatti lo starting five, che vede in campo cinque nuovi acquisti estivi. A dirigere le danze in cabina di regia c’è un uomo di fiducia di coach Aniello, vale a dire Michele Bugionovo, ventiseienne play ex Fabriano, giocatore affidabilissimo e con tanti punti nelle mani. Ad affiancarlo ci sono Carlo Ortenzi, combo capace di attaccare il ferro con continuità e precisione, e poi i 196 centimetri del nazionale inglese Connor Murtagh, cecchino infallibile se in serata buona, e dell’ala Matthew Pebole, ex Ascoli di passaporto e formazione statunitense. Sotto le plance completa il quintetto d’avvio Davide Cesana, ventiquattrenne centro proveniente da Viterbo. In panca pronti a subentrare ci sono poi l’ala Quercia e il pivot Roncarolo più una batteria di giovani rampolli di belle speranze, quali il portoghese Miguel Correja, l’ex Osimo Michele Carancini e la guardia Tyrel Capleton.

Affrontare i rossoblù non sarà facile, ad attendere i magici ci sarà, infatti, un gran bel roster, che in casa ha sinora sofferto più che altrove ma che ad oggi sembra esser pronto a spiccare il volo verso le zone alte della classifica. Della complessità di questo impegno coach Castorina è ben consapevole: “Ennesimo scontro diretto che ci viene proposto dal calendario in questo momento. Incontriamo San Benedetto che è una squadra che sta facendo sicuramente bene e che è reduce da una vittoria molto importante in casa della capolista Fossombrone. Abbiamo fatto una buona settimana di allenamenti anche se purtroppo non abbiamo Pelliccione influenzato. Speriamo, però, di poterlo recuperare per sabato. Tutti noi ed i ragazzi per primi hanno la voglia di tornare a vincere, e per farlo sarà importante focalizzarsi sulle nostre cose e tornare a farle come le prime giornate campionato”.

Appuntamento, dunque, in quel del PalaSpeca di San Benedetto, alle ore 18.15 di sabato 1 dicembre, quando il primo arbitro, Davide Valletta di Montesilvano, coadiuvato dal secondo arbitro, Mario Foti di Ancona, alzerà palla a due. Come sempre la gara sarà accompagnata dal racconto di Amos Tucci in diretta streaming sul canale FB della Magic Chieti.

 

Pubblicato in Sport

Pescara. Dopo il successo della mostra “Tempi lunghi”, allestita all’Aurum con oltre 100 immagini storiche dell’Abruzzo degli anni ’30 e ‘40, si conclude la quarta edizione del Premio di fotografia “Tonino Di Venanzio”, che sarà assegnato sabato 1 dicembre, ore 16, a San Valentino, nella sala “Giannino Ammirati”.

La cerimonia sarà anche l’occasione per premiare (appuntamento sala Ammirati, ore 10) i vincitori del Concorso fotografico dedicato alle scuole, cui hanno partecipato gli alunni del Liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Pescara, dell’Istituto scolastico “Galileo Galilei” di San Giovanni Teatino e dell’Istituto comprensivo “Benedetto Croce” di San Valentino.

Nel pomeriggio, ci sarà anche l’intervento del prof. Enrico Maddalena, che dialogherà sul tema “Fotografia non convenzionale, ovvero esplorazione dei territori meno battuti dello scrivere con la luce”.

Il concorso prevedeva un elaborato a tema libero o un lavoro sul tema “I Borghi del Parco della Majella”.

A comporre la giuria, l’ottico e fotografo Carlo Di Venanzio (presidente), Gianni Iovacchini (direttore artistico, docente Fiaf), Giovanni Bucci (critico d’arte), Maurizio D’Amato (esperto di fotografia), Enzo Federico (fotoamatore), Alejandra Meda (architetto), segretario della giuria Beniamino Gigante (presidente Associazione Amici del Museo dei Fossili e delle Ambre).

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Un test davvero probante, la classica “prova di maturità” per una squadra che vuole fare il definitivo salto di qualità: è questo ciò che attende la CO.GE.D. nella quarta partita casalinga di questo campionato. L’avversario di giornata, la Massimi Ecosoluzioni Ladispoli, è infatti la terza forza del torneo a quota 18 punti, frutto di 6 vittorie piene (3-0 o 3-1) e di una sola sconfitta, rimediata in casa contro la seconda in classifica, la Virtus Orsogna. Cresciute di livello rispetto a quella gara contro Orsogna, le laziali rappresentano ora un osso davvero duro, per superare il quale occorrerà la CO.GE.D. migliore. Alceo Esposito avrà a disposizione l’intero roster per vincere la partita e difendere così il primo posto, compresa la “piccola” Michela Greco: la centrale salentina, la più giovane del roster neroverde con i suoi 17 anni, si è messa sin da subito a disposizione dello staff tecnico teatino mostrando, giorno dopo giorno, contui miglioramenti tecnici e la voglia costante di crescere come giocatrice.

“Questi primi mesi a Chieti hanno superato le mie aspettative, perché ho scoperto di essere capitata in una società molto organizzata, tra palestra pesi, allenamenti e trasferte. Anche dal punto di vista tecnico, nello spogliatoio si è formato un bel gruppo e mi trovo più che bene con tutte le compagne. Dalle mie pari ruolo in particolare, Izabela Kus e Simona Galiero, sto imparando tanto, perché sono due giocatrici molto forti ed esperte, brave dal punto di vista tecnico ed entrambe dotate di grande fisicità. Per me è una opportunità preziosa allenarmi con loro e imparare, giorno dopo giorno, ad essere una centrale più pronta ed efficace. Guardando più in generale alla squadra, non sono stupita del nostro inizio e delle sette vittorie, perché pur avendo ancora poca esperienza ho comunque capito subito, sin dai primi allenamenti, di essere parte di un gruppo molto forte, una squadra dal livello tecnico assai alto, di grande fisicità ma anche dotata della cattiveria giusta, con un bel mix di giovani e giocatrici più esperte. Quanto alla gara di domani, Ladispoli è una squadra forte, con tante individualità di valore e ha già messo in grande difficoltà Orsogna. In generale noi non stiamo sottovalutando mai l’avversario, ma cerchiamo sempre di tenere la concentrazione al massimo, figurarsi poi contro una squadra così temibile. Di certo non sarà una passeggiata, ma sono comunque ottimista: conosco le mie compagne, conosco la nostra forza e sono fiduciosa che potremo continuare il nostro percorso netto in testa alla classifica”.

Pubblicato in Sport

Chieti. L’Europa Ovini Chieti, dopo aver ufficializzato il nuovo head coach Piero Coen, ha iniziato a lavorare in queste poche ore con il tecnico dorico al fine di dare una sterzata alla stagione, fin qui altalenante. Il calendario ci offre la possibilità di tornare alla vittoria contro la giovane compagine della Mastria Vending Catanzaro, fanalino di coda del Girone C se non venisse considerata la malcapitata Campli ferma ancora a -4. Tuttavia la giovane età media del roster calabrese non induca a pensare che si tratti di una partita scontata: i teatini dovranno dimostrare sicuramente un diverso atteggiamento sul parquet, limitando o addirittura eliminando quei momenti di blackout che hanno avuto un peso specifico importante in diverse gare. L’era Coen sta per partire!

Dopo essere stata relegata nel Girone C, la Mastria Vending Catanzaro ha voluto confermare il suo diktat societario presentando una squadra molto giovane, frutto del proprio vivaio in collaborazione con la Società satellite della Virtus che milita in C Silver (proprio come noi con l’Asd Chieti Basket). L'ossatura della squadra è, per lo più, la stessa che l'anno scorso ha disputato il campionato di Serie B (Girone D), impreziosita da giovani di gran talento. L’accordo iniziale di affidare la panchina al giovane Francesco Lorusso, reduce da due stagioni come assistente di coach Sorgentone a Bisceglie, dura solo poche settimane e porta alla scelta dell’esperto Nino Furfari per ricoprire il ruolo di head coach. Il quintetto, di solito, presenta uno dei due senior del roster nello spot di play, ovvero il capitano classe 1996 Luca Calabretta, un ragazzo che fa del proprio estro la sua dote principale, bravo nei cambi di ritmo soprattutto in campo aperto e con un rendimento discreto (7 ppg, 4.4 rimbalzi e 2.6 assist in 29.6 minuti d’utilizzo). A lui si affiancano Nikola Markovic, ala di 197 cm (’00), che ad oggi è il loro principale terminale offensivo (12.3 punti ad allacciata di scarpe) e Amar Klacar, guardia classe 2000, promosso come Markovic in Serie B dopo aver disputato una grande stagione lo scorso anno con la Società satellite della Virtus Catanzaro (C Silver Calabria) in cui è risultato il miglior realizzatore, vincendo anche l’Under 18 regionale. Come “4” gioca Franco Gaetano(ala classe 1999) arrivato in corso d’opera da Lamezia il quale, con i suoi 200 cm, è attualmente il secondo realizzatore della squadra e miglior rimbalzista.

Sotto le plance parte nel quintetto Andrea Locci: il centro, arrivato da poco più di una settimana da Battipaglia, causa l'infortunio avvenuto al secondo senior e veterano della squadra Devil Melizza, è leggermente fuori condizione ma in grado di poter dare un buon apporto alla sua squadra grazie al buon gioco che può produrre dentro l'area con i suoi movimenti ed i blocchi per liberare i suoi compagni.

Dalla panchina entra come cambio del play Andrea Procopio, canterano di Catanzaro classe 1999, cecchino dalla linea dei 6,75 ma capace anche di buoni arresti e tiro nei suoi 18 minuti di media sul parquet. Sotto canestro un buon apporto viene offerto da Emin Mavric (’98) che cambia anche per il “4” così come MattiaDolce, ala/centro di 201 cm, prodotto del vivaio dei calabresi, di spola lo scorso anno tra la B e la C Silver. Il pacchetto dei lunghi viene completato da Riccardo Trevisan, centro di 206 cm, nella passata stagione in Serie B con Costa Volpino e da Stefan Malkic, vecchia conoscenza abruzzese avendo giocato nel 2017/18 con Pescara Basket nell’Under 18 (sfiorando l’impresa delle finali nazionali) e in Serie C Silver. La panchina viene completata da Gianmarco Gobbato, guadia/ala del 1998 che si contraddistingue per la sua capacità di mettere tanta energia in mezzo al campo soprattutto in difesa ed a rimbalzo e da Daniele Dell’Uomo, guardia del 189 cm, anche lui proveniente da una stagione esaltante in C Silver con la Virtus Catanzaro.

Pubblicato in Sport

Chieti. Un altro grande sponsor al fianco della Europa Ovini Chieti: il presidente Gabriele Marchesani ha infatti chiuso un importante accordo di partnership con Banca Mediolanum Ufficio dei Consulenti di Pescara.

Banca Mediolanum è uno dei partner da sempre vicini al mondo dello sport, ma soprattutto la forte presenza sul territorio abruzzese arricchisce ancora più di significato il legame tra la squadra teatina e il prestigioso partner. Il legame è stato siglato tra il presidente della squadra e Paolo Fortunato, intermediario per la zona di Pescara.

«Avere il supporto di una banca così prestigiosa sulle nostre maglie è senza dubbio motivo di orgoglio- spiega il presidente Gabriele Marchesani - ringrazio il dott. Paolo Fortunato perche' ha creduto nel nostro progetto e ha deciso di sostenere la nostra squadra, che si propone come un veicolo per la crescita dello sport nella nostra regione».

Pubblicato in Sport

Pescara. Nelle scorse settimane, militari del dipendente Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Pescara, nel novero delle attività di prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti e contro la pirateria audiovisiva, ispezionavano una discoteca di Città Sant’Angelo (PE).
Il controllo effettuato nel locale, svolto con l’ausilio di personale della SIAE di Pescara e di unità cinofile della Compagnia, permetteva di rinvenire circa 13 grammi di sostanze stupefacenti (cocaina e marijuana) suddivise in numerose dosi, di cui evidentemente i detentori si erano liberati alla vista dei finanzieri che effettuavano il controllo.
Un paio di giovani venivano trovati in possesso di marijuana e spinelli e, nei loro confronti, si procedeva a segnalazione alla locale Prefettura per le sanzioni di carattere amministrativo.
Per la restante sostanza stupefacente si procedeva al sequestro ed alla segnalazione alla locale Procura della Repubblica a carico di ignoti.
Nel corso del controllo, si accertava, altresì,che uno dei deejay presenti nel locale per la serata danzante non era in regola con le norme in materia di diritti d’autore,in quanto deteneva decine di migliaia di files musicali illecitamente scaricati e, pertanto, nei suoi confronti si procedeva alla denuncia alla locale Procura con sequestro delle apparecchiature.
Gli esiti delle attività svolte ed i successivi approfondimenti venivano comunicati, per quanto di competenza in materia di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, all’Autorità di Pubblica Sicurezza.
Il Questore di Pescara, preso atto che all’interno del locale era tollerato l’uso di sostanze stupefacenti, tale da configurare una fonte di pericolo concreto, persistente ed attuale per la collettività nonché della gravità e recidività dei fatti, emetteva un’ordinanza di sospensione della licenza per la somministrazione di alimenti e bevande per 90 giorni, che veniva notificata dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria.

Pubblicato in Cronaca

Ortona. E dopo la trasferta in quel di Piacenza, nome altisonante per gli appassionati di Volley, ecco che la SIECO dovrà affrontare un altro nome che ha fatto la storia della Pallavolo Italiana: Cuneo. Questa volta, però, si giocherà tra le mura amiche e gli ortonesi vogliono a tutti i costi sfruttare questo vantaggio per fare bottino pieno.

Dopo l’impresa sfiorata nella tana di un sestetto alquanto ostico, per usare un eufemismo, qual è la Gas Sales Piacenza, i ragazzi di Coach Nunzio Lanci cominciano a prendere coscienza dei propri mezzi, e tentare la proibitiva ma non impossibile scalata della classifica è l’imperativo. La missione “risalita” riprenderà domenica 2 dicembre alle ore 18.00 con la BAM Acqua S. Benedetto Cuneo. Mai fare i conti senza l’oste, tuttavia, e l’oste cuneese batte anch’egli cassa. I piemontesi occupano l’undicesimo posto in classifica con sette punti, tre in meno della Sieco. Entrambe le formazioni sono dunque a caccia di punti e di certo Cuneo non mollerà l’osso tanto facilmente. Nunzio Lanci: «Sappiamo che la prossima sarà una gara importantissima. Affrontiamo una squadra con una situazione di classifica molto simile alla nostra, con tanta voglia di riscatto proprio come noi. Al solito ci stiamo preparando al meglio per questa sfida. Gli obiettivi sono due: il primo è senza dubbio quello di dare continuità al nostro gioco, tentando di entrare in partita sin da subito. Il secondo è quello di regalare un po’ di felicità ai nostri tifosi, che ringrazio, e che spero vengano a sostenerci anche domenica.»

Ad arbitrare l’incontro ci penseranno i Signori GASPARRO Mariano (SA) e NOCE Alessandro (FR). Questo il calendario completo della nona giornata di andata nel girone BLU di questo Campionato Nazionale Serie A2 CredemBanca:

Videx Grottazzolina – Elios Messaggerie Catania
Gioiella Gioia Del Colle – Pag Taviano
Pool Libertas Cantù – Olimpia Bergamo
Tinet Gori Wines Prata – Matedominivolley.it Castellana Grotte
Tipiesse Cisano Bergamasco – Maury’s Italiana Ass. Tuscania
Gas Sales Piacenza – Club Italia Crai Roma

Classifica: Olimpia Bergamo 23, Gas Sales Piacenza, 19, Videx Grottazzolina 18, Materdominivolley.it, Castellana Grotte 15, Elios Messaggerie Catania 15, Club Italia Crai Roma 15, Gioiella Gioia Del Colle 12, Sieco Service Ortona 10, Pool Libertas Cantù 9, Tinet Gori Wines Prata 8, Bam Acqua San Bernardo Cuneo 7, Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 6, Pag Taviano 6, Tipiese Cisano Bergamasco 5.

Pubblicato in Sport
Venerdì, 30 Novembre 2018 00:00

Sambuceto Calcio, intervista a Florian Legnini

Sambuceto. Domenica scorsa non ha potuto dare il suo apporto in prima persona a causa di un infortunio, ma dalla sua posizione privilegiata ha potuto osservare e festeggiare la vittoria del suo Sambuceto in trasferta col Martinsicuro. Florian Legnini, fermo ai box ancora per qualche giorno per uno stiramento all’adduttore, è pronto a tornare ad allenarsi, e allo stesso tempo ad analizzare una vittoria importante ottenuta dai viola anche grazie all’ottima prestazione degli avversari, che a dispetto di una classifica deficitaria, si sono rivelati ostici e ben messi in campo: «È stata una partita dura e fisica, il Martinsicuro aveva preparato molto bene la partita, e ha saputo limitarci nei nostri punti di forza. Dal canto nostro siamo stati bravi a soffrire e a vincere e a portare a casa i 3 punti. Ogni partita è difficile», prosegue il difensore, «soprattutto in queste categorie. Anche quando si va a incontrare l’ultima in classifica nessuno ti regala niente».
In questa prima parte di stagione il Sambuceto, a prescindere dagli uomini scesi in campo, sta dimostrando di avere un’ottima difesa, come certificato dai pochi gol subiti sin qui, ma per Legnini il merito è tutt’altro che da ascrivere solamente ai difensori: «Il segreto di questo non parte dalla difesa ma da tutto il lavoro che c’è dietro, dal mister e dallo staff, dall’attacco e dai centrocampisti. Stiamo dimostrando di avere una buona difesa, ma non andiamo da nessuna parte senza l’aiuto di tutti. Ed è per questo che posso dire che siamo un ottimo gruppo, che oserei definire una famiglia».
Se le cifre relative alla difesa sono molto buone, risultano addirittura ottime quelle relative all’attacco, che vede il Sambuceto al primo posto per i gol fatti (al pari della capolista Chieti), e che, a parte i “bomber di professione” come Lalli e Criscolo, ha mandato in rete diversi altri giocatori. Una vera e propria cooperativa del gol quella viola, della quale è entrato a far parte anche lo stesso Legnini, autore di un gol in campionato: «Credo sia il frutto di quello che facciamo in allenamento. Proviamo a fare bel gioco e a portare più persone possibili nell’area avversaria. È quindi una sorta di conseguenza quella di veder segnare non soltanto gli attaccanti ma anche gli altri».
Nel complesso, i numeri recitano 28 punti conquistati in 15 partite giocate e un secondo posto in classifica in Eccellenza alle spalle dei neroverdi teatini. Il centrale classe 1995 analizza così i suoi primi mesi di esperienza alla Cittadella dello Sport, svelando anche i motivi che lo hanno spinto alla scelta di vestire il viola, e la conferma delle aspettative della vigilia, con un occhio proiettato anche agli obiettivi a medio e lungo termine della squadra: «Quando ho scelto di venire a Sambuceto sapevo che le ambizioni fossero importanti, e mi aspettavo un campionato molto positivo sia per i giocatori che già erano stati inseriti in rosa che per mister Del Zotti. L’allenatore e il suo staff hanno proposto di fare un bel gioco e di provare a fare la differenza proprio tramite questo. Quello che vediamo in campo ogni domenica è il frutto del lavoro che stiamo facendo. Attualmente meritiamo la posizione che abbiamo e sappiamo che dobbiamo continuare così se vogliamo toglierci delle soddisfazioni, perché secondo me ne abbiamo le possibilità e le potenzialità».

Pubblicato in Sport

Ortona. La biblioteca comunale di Ortona ha ottenuto per la prima volta il finanziamento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per la tutela e la valorizzazione dei beni librari. Tra le diciotto biblioteche abruzzesi finanziate, di cui tre solo comunali, lo stanziamento di 3.250 euro è finalizzato alla realizzazione di interventi conservativi e di catalogazione del fondo “Gennaro Finamore”, circa mille volumi rari e di pregio che concorrono a costituire i ricchi patrimoni storici della nostra biblioteca. «Al di là del finanziamento ottenuto – dichiara il sindaco Leo Castiglione – siamo veramente soddisfatti del riconoscimento di valore culturale dei nostri beni librari, grazie anche al lavoro di coordinamento messo in opera dalla Soprintendenza ai Beni Librari e Archivistici per l’Abruzzo». Il fondo “Gennaro Finamore”, fu donato dagli eredi della famiglia del grande intellettuale abruzzese al comune di Ortona nel 1927, anno in cui l’allora amministrazione acquisì la biblioteca del Circolo di Cultura Popolare trasformandola in biblioteca di pubblica lettura a carattere comunale. Si compone di numerosi volumi a soggetto antropologico, medico, religioso e giuridico conservati nei depositi storici della biblioteca di Ortona, oltre che di numerosi autografi rinvenuti all’interno degli stessi libri. «Questo finanziamento – sottolinea il vicesindaco con delega alla cultura Vincenzo Polidori – consentirà di intervenire in modo scientifico su questo patrimonio, rendendolo disponibile al pubblico e valorizzandolo come merita. Inoltre vorrei sottolineare una nota di colore che allarga l’importanza di questo riconoscimento per la nostra città e comunità attenta ai libri e al mondo editoriale, che giunge proprio quando ricordiamo i cinquecento anni dell’attività tipografica di Girolamo Soncino ad Ortona nel 1518. Una tradizione nel mondo della stampa che con la nostra biblioteca vogliamo continuare a coltivare».

Pubblicato in Politica

Pescara. Cosa è cambiato nello scenario italiano degli ultimi anni? E come si è arrivati alla bruciante sconfitta del Partito Democratico alle elezioni del 4 marzo? A queste e altre domande risponde l’ex presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in "La sfida impopulista", il suo libro recentemente pubblicato per Rizzoli, che sarà presentato domani, sabato 1° dicembre, alle ore 19 all'Auditorium Petruzzi del Museo delle Genti d'Abruzzo, a Pescara.
Durante l’incontro, introdotto dall’assessore alla Cultura del Comune di Pescara Giovanni Di Iacovo, Gentiloni dialogherà con il direttore del FLA Vincenzo d'Aquino e con l'onorevole Giovanni Legnini, già vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura. L’iniziativa è organizzata dal FLA – Festival di Libri e Altrecose e dal Museo delle Genti d’Abruzzo.
«Questo populismo nazionalista mi fa paura. L’onda sovranista ingrossata dalla crisi e sospinta al governo di alcuni grandi Paesi è una minaccia per i valori del sistema liberale. Per difendersi, bisogna prima di tutto sottrarsi al contagio. Essere saldamente, fieramente impopulisti. Che è tutto il contrario dell’essere impopolari», spiega Paolo Gentiloni nel libro che ripercorre la sua stagione di governo, dall’arrivo a Palazzo Chigi dopo la sconfitta del referendum ai rapporti con i leader mondiali, dalla crisi sociale a quella delle banche, dalla fine dell’epoca d’oro della globalizzazione alle tensioni in Europa, al terrorismo e all’emergenza migratoria.
Capire come si è arrivati alla situazione attuale è la premessa per ripartire. Una riflessione non priva di autocritica e più che mai attuale nel panorama della sinistra, attraverso la quale l’autore tratteggia un manifesto per il rilancio democratico, per un’alleanza per l’alternativa capace di ricostruire la relazione naturale dei progressisti con il popolo, di fermare il nazionalismo populista prima che sia troppo tardi, di tornare a vincere.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione