Articoli filtrati per data: Sabato, 03 Marzo 2018

Ortona. Un’altra dimostrazione di forza, un altro trionfo sul proprio campo, e ora la Tombesi vede la A2 davvero a un passo. Contro il Sagittario Pratola, lanciatissimo secondo che non perdeva proprio dalla gara di andata contro i gialloverdi, i padroni di casa ci hanno messo un po’ a carburare, rischiando anche qualcosa dietro: la traversa di Raguso quando si era ancora sullo 0-0 rimarrà l’occasione più netta costruita dai peligni in tutta la partita.

A sbloccare il match ci ha pensato il solito Piovesan, con un colpo da biliardo sugli sviluppi di un calcio di punizione: palo-gol e 1-0 Tombesi al minuto 7.24. Il secondo e il terzo gol portano invece la firma di Renan Pizzo: un destro violento e imparabile, un’autentica fucilata da fuori area (14.06) e un rasoterra che si è infilato giusto nell’angolino, scagliato anche questo da fuori area (15.18). Già a partire dagli ultimi minuti del primo tempo, e poi praticamente per tutto il secondo tempo, il Sagittario ha provato ad attaccare in superiorità numerica, con il portiere Filò (autore anche di alcune belle parate) costantemente nella metà campo avversaria. La Tombesi però ha sofferto il giusto, non concedendo clamorose occasioni agli avversari e anzi trovando nel secondo tempo altri due gol: la quarta rete con Adami (preciso rasoterra in diagonale al minuto 2.26) e la quinta del solito Piovesan, sempre più capocannoniere del campionato (rete numero 29, minuto 6.21). Con questa vittoria, la Tombesi sale a quota 46 punti, a +10 sul Cassano e +12 sul Sagittario (ormai fuori dai giochi per gli scontri diretti sfavorevoli). Basterà una vittoria nelle prossime quattro partite (Ruvo, Manfredonia, Altamura e Cassano in casa) per staccare il pass verso la A2.

“Questa sera i nostri ragazzi hanno fatto vedere al pubblico di Ortona un’altra grande prestazione – questo il commento a fine partita di mister Morena –, contro un avversario forte e che veniva da un gran momento. L’inizio è stato difficile, equilibrato come ce lo aspettavamo, ma dopo il gol del vantaggio abbiamo condotto la gara come volevamo, segnando a ripetizione e soffrendo pochissimo dietro. Abbiamo confermato tutte le nostre doti, dalla capacità di difenderci benissimo contro il portiere di movimento, fino alla concentrazione e all’organizzazione in campo, in ogni fase del gioco. Siamo primi in classifica dall’inizio dell’anno, non abbiamo mai mollato la vetta, abbiamo perso due partite, pareggiato un’altra e poi vinto tutte le rimanenti: direi che ci strameritiamo di vincere questo campionato. E voglio chiuderlo già dalla prossima a Ruvo, per poi goderci le ultime tre giornate. È il regalo più bello che possiamo fare a noi stessi e alla nostra gente”.

“Faccio i complimenti alla Tombesi – ha aggiunto l’allenatore del Sagittario, Matteo Di Giustino – perché anche questa sera hanno dimostrato di essere i più forti e di meritare la vittoria del campionato. Noi avevamo iniziato bene, ma sapevamo che contro di loro sarebbe bastato mezzo errore per andare sotto, e così è successo. Poi ci abbiamo provato, ma non siamo più riusciti a recuperare la partita. Abbiamo perso il secondo posto, ma mancano ancora quattro partite e lotteremo per arrivare ai playoff nella migliore posizione possibile”.

Pubblicato in Sport

Aversa. Nulla di fatto. La gara tra la Sigma Aversa e la SIECO Service Impavida Ortona, in programma per oggi, sabato 3 marzo alle 18.00 non è stata disputata.
Problemi al Palajacazzi costringono i due sestetti a darsi appuntamento a data da destinarsi. Infiltrazioni d'acqua dovute alle nevicate dei giorni scorsi hanno causato problemi di condensa sulla superficie di gioco che non è stato possibile asciugare nonostante l'impegno degli addetti al campo. Come se non bastasse si è verificato un black-out con conseguente problemi all'impianto di riscaldamento. Come da regolamento si è dovuto attendere due ore e quindi, alle 20.00, verificata l’impraticabilità di campo, gli arbitri hanno chiuso il referto e sospeso il match in attesa della decisone del Giudice Sportivo Nazionale per la disposizione del recupero.

Pubblicato in Sport

Pescara. “Federica, Lilia e Patrizia uniscono le loro forze e la loro professionalità e creano FeLiPa Concept uno dei primi negozi di abbigliamento a Pescara in co-working, un plurinegozio. Ho ricevuto da loro un messaggio di ringraziamento e oggi sono andato a trovarle in via Piave 28, mi hanno scritto dicendomi che se riusciranno a sopravvivere è grazie alla possibilità di mettersi insieme e condividere spazi e spese, che l’assessorato alle Attività Produttive e l’Amministrazione comunale hanno loro dato con il regolamento che oggi a Pescara lo consente".

Così in una nota l’assessore alle Attività Produttive del Comune di Pescara, Giacomo Cuzzi, che aggiunge: "Si tratta di un’innovazione che abbiamo fortemente voluto per rilanciare il commercio e per aiutare le forze del comparto a rimanere sul mercato e sviluppare il proprio progetto. Un’idea che ci ha fatto diventare anche un modello in Italia, perché siamo stati i primi a regolamentare questa opportunità, approvata dal Consiglio Comunale il 16 febbraio del 2016, tanto che molti Comuni ci chiedono di replicare il nostro regolamento.

Siamo ben felici di consentirlo e oggi è stato davvero bello vedere passare dalla teoria alla pratica un’idea vincente come il plurinegozio che, nel condividere gli spazi anche in zone centralissime, consente di abbattere i costi di gestione e i fitti e affrontare la congiuntura con nuove offerte messe a sistema e in sinergia.

Pescara dagli ultimi dati conferma la sua alta vocazione commerciale nel primo centro commerciale naturale della città, su cui abbiamo investito 100mila euro, abbiamo registrato oltre mille attività che ci collocano tra i primi insediamenti commerciali del centro Italia. Anche il grande risultato a livello nazionale registrato dal Sole 24 ore che ci vede terzi per numero di attività aperte nel settore enogastronomico e per resistenza sul mercato attesta la bontà del nostro operato.

Invitiamo tutti a vagliare al meglio questa opportunità e per questo sono a disposizione di chiunque voglia approfondire la questione: promotori possono essere indifferentemente il proprietario del locale che ospita il plurinegozio o un suo affittuario; quest’ultimo potrà sub-affittare a terzi, per le attività complementari costituenti il plurinegozio, se debitamente autorizzato dal proprietario del locale con cui ha contratto l’affitto principale. Grazie a questa riforma contiamo di aiutare i negozianti e gli artigiani ad abbattere i costi di affitto, a innovare la propria offerta e dare nuova spinta all’autoimpresa”.

Per aprire un plurinegozio la superficie complessiva di vendita delle varie attività commerciali, riconducibili singolarmente ad esercizi di vicinato e contestualmente inserite nella stessa unità immobiliare, non potrà eccedere la superficie complessiva di vendita di mq 250, al netto di ulteriori superfici eventualmente utilizzate per servizi igienici, depositi, magazzini e disimpegni e comunque non destinati alla vendita.

La superficie di ogni singola attività (di vendita e non) dovrà essere ben delineata rispetto alle altre ed evidenziata, e la coesistenza dei diversi esercizi e l’eventuale compresenza di attività operanti nel settore non alimentare e alimentare dovrà ovviamente operare nel pieno e rigoroso rispetto delle vigenti normative in materia igienico-sanitaria, attraverso la produzione di apposita NIAs corredata da tutta la documentazione necessaria e presentata per il tramite del SUAP alla competente AUSL".

Pubblicato in Politica

Pescara. Il Sottosegretario Regionale Mario Mazzocca ha incontrato, nei suoi uffici a Pescara, le esponenti del Comitato Cittadini per l'Ambiente Sulmona allo scopo di valutare elementi utili ai fini del ricorso al Tar che la Regione Abruzzo sta predisponendo contro la delibera del 22 dicembre 2017, con la quale la Presidenza del Consiglio dei Ministri adottò il provvedimento per la costruzione ed esercizio della centrale di compressione Snam a Sulmona.

Nell’analisi dettagliata delle dieci pagine della delibera, il Comitato ha rilevato aspetti ed elementi documentati che evidenziano contraddizioni da parte del Governo e della società proponente in contrasto con quanto dispone la procedura che ha portato all’approvazione della delibera (art. 14 quater – 3^ comma L.241/90). Tali elementi riguardano le alternative proposte, le modalità con le quali sono state condotte le trattative non corrispondenti ai dettami della Corte Costituzionale (Sentenze n.33 e n. 165 del 2011) e l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio delle aree interessate.

Il Comitato, che segue la vicenda da dieci anni, ha ribadito il proprio no alla realizzazione dell’opera “Rete Adriatica” costituita dal metanodotto Sulmona-Foligno e dalla centrale di compressione.

Il Sottosegretario d'Abruzzo Mazzocca ha convocato per mercoledì 7 marzo alle ore 12, presso la sede del Consiglio Regionale in Piazza Unione a Pescara, il terzo e ultimo incontro, aperto agli organi di stampa e di comunicazione, incentrato sulla strategia dei ricorsi differenziati e convergenti verso lo stesso obiettivo "No Snam".

Pubblicato in Politica

Chieti. “Il lupo perde il pelo ma non perde il vizio. D’Alfonso, infatti, ci ricasca: lo aveva fatto nel 2015, durante la campagna elettorale per la mia rielezione a sindaco, e oggi ci riprova con la Sanità elettorale”.
E’ quanto evidenzia il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio,commentando l’annuncio del Governatore Luciano D’Alfonso circa la firma della delibera con la quale viene dato parere positivo agli aspetti tecnico funzionali del project financing per la realizzazione del nuovo ospedale di Chieti.

«Ricordo che tre anni fa – aggiunge il Sindaco Di Primio – D’Alfonso riunì la giunta presso l’ospedale di Chieti per deliberare in merito al nuovo ospedale allora da realizzarsi a S. Giovanni Teatino. Oggi, dopo un lungo periodo di inattività, alla vigilia del voto del 4 marzo, ci ricasca offendendo i cittadini di Chieti e gli abruzzesi con l’ennesima delibera farsa che ha, quale unico fine, quello di recuperare qualche voto per un Pd affogato con tutto il centro sinistra nelle sue stesse bugie.

Solo con la fine di questo centro sinistra incapace e dannoso per le nostre comunità potremo iniziare a parlare seriamente di sanità per gli abruzzesi. Per la prossima settimana convocherò una riunione urgente del Comitato Ristretto del Sindaco della Asl perché non è più tollerabile,nonché dannoso per i cittadini, questo accanimento politico amministrativo su un progetto, quello della Maltauro, che non ha ottenuto la dichiarazione di pubblico interesse e che ha visto trattare a pesci in faccia la direzione generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, commissariata dalla giunta regionale che ha avocato a sé, illegittimamente, l’istruttoria del project. Una giunta regionale che, a distanza di tempo, è stata capace di produrre null’altro che una delibera elettorale i beneficiari della quale, ad essere buoni, sono sconosciuti».

Pubblicato in Politica

Pescara. Si celebra la ventiseiesima giornata di campionato e il Pescara viaggia alla volta di Grisignano del Zocco per affrontare la compagine locale e ritrovare dopo due sconfitte la via della vittoria. Segundo potrà contare su tutte le ragazze della rosa, fatta eccezione per Vanessa e Jenny, cedute in Spagna rispettivamente al Murcia e al Burela. Due cessioni pesanti ma che non preludono, a dispetto di alcune  notizie assolutamente prive di fondamento, ad alcun disimpegno né parziale né totale dall’attuale stagione. Spazio, pertanto, ancora una volta alle giovani e per per chi dovrà sopperire alle latenze di un organico ridotto ma non per questo meno ambizioso. Appuntamento, quindi, alle ore 16.00 di domenica 4 Marzo tra le mura amiche del Palasport di Grisignano, quando a dare il via alla gara saranno gli arbitri Angelo Tasca e Enrico Barracano di Treviso, coadiuvati al cronometro daAlberto Fantin di Padova.

Pubblicato in Sport

Pescara. In vista delle operazioni di voto per le elezioni politiche di domani, domenica 4 marzo, continuano le aperture straordinarie dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Pescara, per consentire ai cittadini che ne hanno bisogno, di richiedere il certificato elettorale, o all'occorrenza, l'eventuale duplicato della carta d'identità.
Oggi gli sportelli resteranno aperti fino alle ore 19, mentre domani dalle ore 7 alle 23.
A Palazzo di Città è iniziata anche la distribuzione delle schede nei seggi cittadini dove si potrà votare domani dalle ore 7 alle ore 23.

Pubblicato in Politica

Pescara. Un viaggio goloso nel cuore delle più antiche tradizioni cioccolatiere e un percorso letterario che lega i due massimi poeti di Pescara e Modica, Gabriele D’Annunzio e Salvatore Quasimodo. Nell’anno in cui si celebrano gli 80 anni dalla morte del Vate e i 50 anni dalla scomparsa del premio Nobel siciliano, le città di Modica e Pescara si uniscono idealmente in un gemellaggio gastronomico e culturale che funge da filo conduttore dei “Chocolate Days”.
Si conclude domani, domenica 5 marzo 2018, il festival del cioccolato, prima tappa della tournee nazionale “ChocoModica in tour”, inaugurato giovedì 1° marzo in Piazza della Rinascita, a Pescara. Gli stand dei maestri artigiani provenienti dalla Sicilia, ma anche da altre città italiane quali Perugia, Enna, Merate, Monza, Jesi e Pesaro, per quattro giorni hanno invaso il centro città pescarese con carrellate di dolcezze e altri prodotti tipici, proposti ogni giorno, dalle 10 alle 22, nelle forme e nei gusti più disparati. La manifestazione è organizzata dal Movimento del Turismo del Cioccolato e delle Eccellenze Italiane e dal Consorzio di Tutela del cioccolato di Modica, diretto da Nino Scivoletto, con il patrocinio del Comune di Pescara.
Protagonista assoluto dei “Chocolate Days” è il cioccolato artigianale di Modica dall’inconfondibile sapore dolce e granuloso, ottenuto dalla spremitura a freddo delle fave di cacao senza l’aggiunta di ulteriori ingredienti se non lo zucchero di canna. Le diverse fasi di lavorazione del cacao sono mostrate ai visitatori all’interno della tensostruttura che ospita la “Ciokofabbrica” del maestro perugino Fausto Ercolani, in Piazza della Rinascita. Ogni giorno, all’interno della fabbrica del cioccolato, grandi e piccini possono lasciarsi incantare dal lungo viaggio delle fave di cacao, dai paesi di origine fino a Pescara, assistendo alle fasi di tostatura, spremitura, incontro con lo zucchero e, infine, trasformazione e assaggio del cioccolato di Modica. I maestri cioccolatieri di Modica sono rappresentati da Andrea Iurato, che ha portato all’Expo di Milano le dimostrazioni sulle antiche tecniche di lavorazione a freddo del cioccolato, mentre un confronto tra le diverse tradizioni cioccolatiere e dolciarie di Pescara e Modica è affidato agli incontri con i maestri Massimo Tavoletta e Lorenzo Puca.
Il festival “Chocolate Days” non è solo un itinerario goloso, bensì una manifestazione in cui la tradizione dolciaria si mescola con percorsi artistici e letterari incentrati sulle figure dei poeti Gabriele D’Annunzio e Salvatore Quasimodo (a cura degli studiosi Dante Marianacci e Grazia Dormiente), suggestioni legate al cinema e al teatro e allettanti connubi tra cucina e cultura territoriale. Nella tensostruttura in piazza della Rinascita le performance artistiche di scultura e pittura a partire da blocchi di cioccolato, con la partecipazione straordinaria del maestro scultore Enrico Candiano e degli studenti del liceo artistico Bellisario-Misticoni, si alternano a show cooking, convegni a tema, laboratori didattici, proiezione di fiction e documentari su cacao e cioccolato. Spazio alla solidarietà, grazie al progetto “ChocoModica for life - Il cioccolato di Modica per Happy Child” a cura del Kiwanis, in collaborazione con Save the Children, dedicato alla raccolta fondi per i bambini abbandonati, presentato stamattina alla presenza del sindaco Marco Alessandrini. Nell’occasione, il primo cittadino ha espresso l’intenzione di partecipare alla raccolta fondi, mettendo all’asta la scultura “Il Moro di Modica”, realizzata a partire da un blocco in cioccolato dal maestro Enrico Candiano e donata al Comune di Pescara dal Consorzio di Tutela del cioccolato di Modica. Alla battuta d’asta, che avverrà nei prossimi giorni, parteciperanno i club service cittadini.


Il programma di domenica
Domani, domenica 4 marzo, gli stand in piazza della Rinascita aprono i battenti alle ore 10 per poi proseguire fino alle 22. Tra visite guidate alla fabbrica del cioccolato e performance artistiche di pittura e scultura degli studenti del Mibe Misticoni-Bellisario, all’interno della tensostruttura alle ore 11 e alle ore 15 si terrà il laboratorio didattico per bambini “Le mani in… pasta di cacao”, mentre alle 11 e alle 15 per il ciclo di incontri “ChocoTalk” si svolgerà lo show cooking “Il cioccolato di Modica di Barry Callebaut”.
Gli intermezzi musicali, dalle 16,30 alle ore 18, sono a cura degli studenti del liceo musicale Misticoni-Bellisario di Pescara. Infine, dalle 18,30 alle 20, per la sezione “Cineciok” saranno proiettate fiction (“Little Big George” e “Chocolate”), animazioni (“Creamen”, “Hot chocolate”, “A chocolate story”, “Chocolate Lava Cake” e “Chocolate”) e documentari (“Le isole del cacao”, “Cacao collective” e “Cacao corto”) incentrati sul cacao e sul cioccolato. Fuori sezione saranno proposti filmati relativi al cioccolato di Modica. Infine è prevista anche un’area dedicata ai più piccoli con trucca bimbi e face art a cura degli artisti Liza Levina e Sergei Levin.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roma. Il Deputato di Art.1 - LeU Gianni Melilla sull'istituzione della Zona Economica Speciale (Zes): "Il Governo ha reso operativa l'istituzione della Zona Economica Speciale in provincia di Chieti a partire dal porto di Ortona, coinvolgendo la parte più dinamica a livello industriale dell’Abruzzo. Si tratta di una importante opportunità di sviluppo dell’occupazione e delle imprese, che potranno beneficiare di incentivi fiscali e facilitazioni amministrative. Il decreto Mezzogiorno é stato esteso per questo giustamente anche all’Abruzzo.
È un tema su cui ho lavorato in Commissione Bilancio per favorire la sua puntuale e intelligente attuazione in Abruzzo.
In particolare, ricordo la questione della contiguità territoriale per coinvolgere anche l’area industriale del Sangro e di Atessa e la dimensione anche interregionale del sistema portuale da comprendere.
Una battaglia vinta per la determinazione di rappresentare la particolarità del nostro territorio che non ha grandi porti come Napoli, Palermo, Gioia Tauro, Bari-Brindisi, ma un sistema di porti industriali piccoli come Ortona e Vasto in Abruzzo e Termoli in Molise.
La Zes abruzzese è il tipico esempio in cui un parlamentare che studia le carte può fare gli interessi del territorio in cui è eletto, senza per questo rinunciare alla sua primaria funzione di rappresentante della Nazione.
E naturalmente tutto deve svolgersi nella visione lungimirante di una sinergia istituzionale con la Regione e gli Enti Locali".

Pubblicato in Politica

Pescara. Nel pomeriggio di mercoledì 28 febbraio scorso, nella Sala Masciarelli dell’Assessorato alla Mobilità del Comune di Pescara, si è svolto il secondo incontro di confronto con gli stakeholders nell’ambito del processo partecipativo finalizzato alla stesura del piano generale del traffico (P.G.T.U.).

All’incontro, presieduto dall’Assessore alla Mobilità Stefano Civitarese, oltre agli stakeholders che avevano partecipato alla prima riunione, erano presenti i rappresentanti della società incaricata di predisporre il piano nonché i referenti degli uffici tecnici comunali di riferimento.

“La riunione ha avuto lo specifico scopo di individuare, attraverso una apposita matrice di valutazione, le strategie di intervento con le quali attuare gli obiettivi specifici selezionati grazie al contributo dei testimoni privilegiati, degli stakeholders e della giuria dei cittadini – riferisce l’assessore Stefano Civitarese Matteucci - Tra questi, in particolare, sono emersi come obiettivi prioritari l’aumento dell’efficienza del trasporto pubblico, la necessità di promuovere sistemi di trasporto a maggiore sostenibilità ambientale ed energetica, alternativi ai mezzi di trasporto individuali, come il trasporto pubblico locale su gomma e su ferro e la mobilità ciclopedonale nonché la necessità di migliorare le condizioni di spostamento per gli utenti deboli e in particolare per quelli a mobilità ridotta.

Oggetto di discussione sono state anche le misure per incentivare forme alternative di mobilità che consentano una minore presenza di veicoli circolanti, come il cash-sharing e il car-pooling e l'ottimizzazione della sosta nelle aree centrali e in quelle di scambio alle porte della città.

Tra le strategie che hanno raccolto più consensi il ridisegno, la messa in efficienza e la razionalizzazione della rete di trasporto pubblico locale e gli interventi di limitazione del traffico. Questa fase si concluderà la prossima settimana con l'incontro finale con la giuria dei cittadini in seguito alla quale si individuerà la gerarchia degli obiettivi specifici e delle relative modalità operative che porterà alla stesura del PGTU, da adottare prima dell'estate”.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione