Articoli filtrati per data: Mercoledì, 22 Agosto 2018

Chieti. Elezioni regionali a dicembre? No grazie! Lo stop, fermo e deciso, arriva direttamente dal presidente provinciale di Confcommercio Chieti, Marisa Tiberio. “Dicembre è da sempre il mese deputato agli acquisti natalizi. Programmare le elezioni regionali, attese da più parti, a ridosso della Vigilia di Natale dal momento che è rimbalzata l’ipotesi di ritorno alle urne il 22 dicembre, è un qualcosa di assurdo. Come Confcommercio- annuncia Tiberio- ci opporremo in ogni sede.” Non a caso la prossima settimana si chiederà un incontro urgente al vice presidente della Regione Giovanni Lolli, delegato alle attività produttive. “Ribadiremo che a dicembre, specie se a ridosso delle festività natalizie, non si può tornare alle urne per decidere il rinnovo del consiglio regionale. Gli imprenditori- spiega Tiberio- aspettano con ansia il mese di dicembre per raddrizzare bilanci in rosso considerando che durante il 2018 la ripresa dei consumi tanto annunciata non è stata neppure abbozzata. Per questo non si possono compromettere affari già peraltro risicati con le elezioni.” Anche perché le elezioni regionali a dicembre rischiano di bloccare l’economia locale. “Gli insediamenti di nuovi Governi, siano essi nazionali che regionali o locali, frenano da sempre i consumi a causa di un clima di attesa nei confronti della tornata elettorale vissuta in prima persona da ogni territorio. A dicembre una situazione del genere- ribadisce Tiberio- rappresenterebbe una vera catastrofe per la nostra categoria peraltro costretta a non poter seguire i vari incontri elettorali poiché i negozi, in quel mese, sono aperti tutti i giorni e spesso osservano un orario continuato. Chi di noi, in tal senso, potrebbe lasciare il proprio negozio per andare a votare il 22 dicembre? Con una scelta del genere si correrebbe il rischio di incrementare le percentuali di astensionismo alle urne.” Da qui la richiesta accorata, pronta ad essere girata al vice presidente Lolli, di evitare che si voti a dicembre. “Bisogna tener conto delle sacrosante esigenze di una categoria- dice Tiberio- che continua a non avere le giuste attenzioni dalla politica.”

Pubblicato in Politica

Teramo. Si conferma appuntamento fisso dell’estate abruzzese il Campus ORA - Orientamento in Abruzzo, organizzato dall’Associazione Residents of Abruzzo in the World (RAW) e giunto oramai alla sua terza edizione, ospitato quest’anno a Mosciano Sant’Angelo (Teramo) a partire dal 23 agosto. I 20 studenti più meritevoli, selezionati nel corso dell’anno scolastico nelle scuole superiori d’Abruzzo, parteciperanno a tre giornate ricche di laboratori, seminari e iniziative mirate a valorizzare il merito. Il programma, che gode dell’Alto Patrocinio della Regione Abruzzo, vedrà salire in cattedra numerosi professionisti abruzzesi.

Spiccano, in ambito scientifico, la medaglia Fields Alessio Figalli, la ricercatrice di Harvard Annalisa Di Ruscio, il professore di meccanica aerospaziale del Politecnico di Milano Pierluigi Di Lizia, il dottor Pietro Di Martino e il fisico Salvatore Croce. Altrettanto ricco il parterre in ambito economico-giuridico, che annovera Eugenia Monti, investment manager della finanziaria abruzzese Fi.R.A., Raffaele Bonanni, professore straordinario di diritto del lavoro Universitas Mercatorum ROMA, il professore Carlo Di Marco e l’avvocato Pierangelo Guidobaldi. Tra gli imprenditori saranno presenti Giammaria De Paulis, Presidente Giovani Imprenditori Abruzzo, Paolo Capece, plant manager presso U.Form Hot Stamping, e Lorenzo Cilli, startupper presso YouFarmer. Nell’ambito storico-letterario, il Campus ospiterà Carlo Fonzi, presidente dell’Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea e vicepresidente ANFE e il latinista Giulio Belfiore.

Ospiti d’eccezione saranno gli attori Federico Perrotta e Giacomo Ferrara. “L’entusiasmo in associazione è davvero tanto! C’è molta attesa e voglia di offrire ai giovani e brillanti abruzzesi la possibilità di fare una scelta più mirata per il loro futuro, conoscere nuove persone e condividere un’esperienza di vita formativa”, dichiara il vicepresidente RAW, la pluricampionessa mondiale di pattinaggio artistico Debora Sbei. “Il Campus è un impegno che si rinnova, che segna la convergenza di persone intellettualmente curiose sul territorio abruzzese, nell’ottica di un passaggio generazionale volto a valorizzare le menti più brillanti della nostra regione, con l’augurio che i nostri giovani possano avere successo nel mondo e ripotare in Abruzzo ciò che di buono avranno appreso. Un grazie molto caloroso allo staff del RAW ed anche alla Fondazione De Agostini e a Il Sole 24 Ore per aver donato libri e materiale editoriale.”, chiosa il presidente, l’ing. Fania Michelucci.

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 22 Agosto 2018 00:00

Alla grotta di San Franco

Nel quadro dei festeggiamenti dell’Assunta, il 16 agosto, tre giorni dopo l’immancabile gita all’Acqua di San Franco, come si usa da qualche anno a questa parte, si è svolta ad Assergi un’escursione con meta la grotta di San Franco, il luogo dove, secondo la tradizione, il santo eremita del Gran Sasso trascorse i suoi ultimi quindici anni di vita e dove morì, la notte tra il 4 e il 5 giugno di un anno imprecisato tra il 1220 e il 1230. Si racconta che quella notte gli abitanti di Assergi furono svegliati dalle campane della chiesa, che suonarono a distesa, ad annunciare più una festa che una morte, mentre dalla grotta rifulse un grande straordinario chiarore.
Non lontana dal tragitto c’è un’altra grotta legata alla memoria del santo, più piccola, e accessibile solo con l’aiuto di una corda assicurata ad un gancio fissato nella roccia : quella dei “Peschioli” , località non lontana dalla stazione intermedia della funivia che porta a Campo Imperatore.
La piccola comitiva (in tutto meno di venti persone, assergesi ma non solo), diretta dall’assergese Leandro Giannangeli, guida esperta e simpatica, ha preso le mosse dal piazzale della stazione della funivia del Gran Sasso. Il percorso, lungo ed impervio e a tratti insidioso per l’erba resa scivolosa dalle piogge dei giorni precedenti, ha messo a dura prova i polpacci e l’equilibrio, ma la fatica non ha spento il clima festoso dell’ascensione. Una breve sosta a metà cammino per un piccolo panino e un sorso d’acqua, e su..su fino all’affascinante spelonca, lunga e stretta, poco distante dai rilievi rocciosi di Pizzo Cefalone. La fatica è stata ripagata da una vista mozzafiato. Poco sotto, un piccolo mare di verde, quello del bosco di “Macchia grande” ; più in basso, dove la campagna si confonde con la valle, il borgo di Assergi, con le sue case in pendìo e le sue antiche mura di cinta da poco restaurate : uno spettacolo che lo sguardo accarezza a lungo, insieme al verde della ridente valle del Raiale, che da lassù appare ancor più dolce e piena di magìa. Viene da pensare che questi uomini di Dio erano anche dei grandi esteti.
Franco, nativo di Roio, monaco benedettino fin da giovane nel convento di Collimento di Lucoli, sentendo nel suo cuore una chiamata più radicale, assetato di solitudine, e rivestito del solo nudo Vangelo, non aveva esitato a prendere congedo dai suoi confratelli, e aveva girovagato a lungo nelle montagne circostanti prima di stabilirsi negli orridi e irraggiungibili anfratti del Gran Sasso.
La mente stenta a credere, alle sole viste umane, come l’anacoreta abbia potuto vivere da solo in questa grotta angusta e umida, considerati i rigidi inverni delle nostre montagne. Forse un altro prodigio, in aggiunta ai tanti attribuiti al santo in vita e dopo la morte. E’ lecito ipotizzare, comunque, che l’eremita, di tanto in tanto, scendesse per ascoltare la messa, e accettasse volentieri, al ritorno, di dare consigli a chi gliene chiedesse : ai pastori, che volentieri avranno ricambiato con del buon pecorino o con un pezzo di carne appena arrostita ; e ai suoi confratelli del convento di Assergi, che forse gli davano ricetto nei periodi invernali più rigidi.
Del resto, era destino dei solitari dello spirito – sarà così anche per Pietro Celestino – che più si ritraessero dalla vita associata e più la gente li cercasse. San Franco, come l’eremita del Morrone portatore sano di una lucida follia che quasi gli invidiamo, ha molto da dire a noi uomini moderni “ equilibrati” ed insani, che spesso ci scopriamo soli e sperduti anche nelle piazze più affollate.
In questi luoghi di silenzio, lontano dal fragore della quotidianità, l’anima è più disposta a cantare. Per pochi minuti ci siamo raccolti per recitare una preghiera molto bella ( di seguito trascritta ), riprodotta ed incorniciata in un rudimentale quadretto consunto dai venti e dalle piogge : parole inusitate, di un’altra grammatica, di un altro mondo.
Poco dopo è iniziata la discesa, che ha richiesto pari impegno della salita, con la guida alpina a sorvegliare i passi di ciascuno, come fa un buon cane pastore abruzzese con le pecore che gli sono state affidate.
Alla fine dell’impresa la giusta ricompensa : un buon pasto, predisposto dalla generosità degli organizzatori della festa nei locali polifunzionali attigui alla chiesa parrocchiale, consumato in allegria e con la promessa di rivedersi il prossimo anno,...a Dio piacendo.


PREGHIERA A SAN FRANCO

O San Franco d’Assergi,
eroico eremita del Gran Sasso !
Tu lasciasti tutto nel modo,
per ritrovare tutto in Dio.
Ti allontanasti dagli uomini
per avvicinarti al Signore.
Rinunciasti alla terra
per acquistare il Cielo.
Sulle cime dei monti,
immensi altari della natura,
offristi al Creatore l’omaggio
della tua vita innocente
e penitente: pura come il cielo,
vergine come l’acqua che sgorgò,
per tua preghiera, dalla roccia;
dura come i denti del lupo
che ammansisti,
difficile come i dirupi impervi
che praticasti.
Oh, la bellezza della tua
vita solitaria, nascosta
con Cristo, in Dio.
O caro Santo, noi siamo ancora
troppo legati alla terra:
Ottienici dal Signore
il distacco dalle cose,
e avviaci per il sentiero
delle vette dello spirito:
Fa’ che non abbiamo paura
di salire.
Salire di virtù in virtù.
Dacci coraggio: tu fosti scalatore !
Tu sei una guida ! Facci trovare
le fresche sorgenti della Grazia,
che sono i Sacramenti:
con Cristo nell’anima
raggiungeremo la meta del Cielo.
Verremo con te: vedremo il Signore :
godremo per sempre. Amen.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pesaro Urbino. Sono molteplici gli aspetti che accomunano la città di Pesaro e San Lorenzo in Campo, su tutti la musica, tanto che le due amministrazioni comunali da tempo hanno sottoscritto da tempo un protocollo di collaborazione.
Pesaro ‘Città della Musica’ ha dato i natali a Gioachino Rossini, straordinario compositore ed eccellente gourmet, mentre a San Lorenzo in Campo ‘Paese della Musica’ è nato il tenore Mario Tiberini.
In occasione del 150esimo della scomparsa di Gioachino Rossini, Comune e Pro loco per la quinta edizione dell’evento ‘Pizza in Piazza’ che si tiene a San Lorenzo in Campo il 24, 25, 26 agosto, propongono un ‘gemellaggio’ gastronomico musicale, sfornando una pizza dedicata al cittadino laurentino più illustre: il tenore Mario Tiberini, amico ed estimatore di Rossini.
La pizza, base rossa, prosciutto di Carpegna Dop, gocce di marmellata di cipolla di Suasa e fiordilatte, è realizzata dalla Nazionale Italiana Acrobati Pizzaioli, conosciuta in tutto il mondo e sin dalla prima edizione partner dell’evento.
Sarà presentata venerdì alle ore 17.30 in sala consiliare in occasione del convegno ‘Il farro cibo della salute’, organizzato dall'azienda Monterosso, al quale interverranno esperti e amministratori locali. Un abbraccio tra la pizza ‘Rossini’ pesarese e la ‘Tiberini’ all’insegna della gastronomia di qualità e delle sette note.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Prima di ferragosto la presidente del WWF Italia, Donatella Bianchi, ha incontrato il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. Un incontro nel corso del quale sono stati affrontati problemi cruciali per le politiche ambientali del Paese, a cominciare dalla necessità di dare forza e ruolo al Dicastero stesso, attraverso una maggiore dotazione di risorse economiche e professionali, ma anche con la sua trasformazione in un Ministero dell’Ecologia e dello Sviluppo, attore primario delle politiche italiane di sostenibilità e di adattamento ai cambiamenti climatici.

Durante l’incontro la presidente del WWF e il Ministro si sono anche confrontati su alcuni temi di grande rilievo per la conservazione della biodiversità: la tutela dei grandi carnivori e la situazione delle aree protette, sia marine che terrestri. È emersa la necessità, condivisa dal Ministro, di restituire ai Parchi nazionali una governance efficiente. Molte presidenze sono infatti vacanti (in Abruzzo quella del Parco della Majella) mentre altri Parchi sono da tempo in attesa della nomina del direttore (Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, ad esempio). Il WWF ha chiesto che queste nomine, nella piena autonomia decisionale del Ministro e nel percorso d’intesa che coinvolgerà le Regioni territorialmente competenti, escano da qualsiasi logica politica localistica e siano invece pienamente rappresentative degli interessi e dei valori che in ciascun parco nazionale riguardano l’ambiente nel suo complesso e l’intera collettività dei cittadini italiani.

Donatella Bianchi e il ministro Sergio Costa hannocondiviso l’esigenza di rilanciare il sistema e si è fatto esplicito riferimento ai Parchi già istituiti ma fermi al palo, come Portofino e quello della Costa Teatina. Quest’ultimo è stato varato addirittura nel 2001 ed è stato perimetrato da un commissario ad acta già nel 2015, ma la pratica è tuttora vergognosamente ferma in un cassetto della presidenza del Consiglio dei ministri.

«Il WWF Abruzzo – sottolinea il delegato regionale Luciano Di Tizio – già nei primi giorni del giugno scorso, quando il nuovo governo si era appena insediato, aveva scritto al presidente Conte e al ministro Costa proprio per ricordare che per il varo del Parco manca solo la firma del Capo dello Stato sul decreto di perimetrazione. I due precedenti leader, Renzi e Gentiloni, cui pure ci eravamo analogamente rivolti per sollecitare la chiusura di una pratica da troppo tempo in giacenza, non avevano ritenuto neppure di dover rispondere all’appello. Gli uffici del presidente Conte ci hanno invece informato di stare valutando la situazione. Ora che anche il ministro ha risposto positivamente alle sollecitazioni della presidente del WWF Italia aspettiamo fiduciosi… L’istituzione di questa area protetta avrebbe innanzitutto un valore immenso dal punto di vista naturalistico (nel perimetro sono compresi numerosi Siti di Interesse Comunitario e Riserve Regionali), e sarebbe inoltre preziosa anche per il rilancio economico e di immagine di un territorio da troppi anni in profonda crisi».

Pubblicato in Politica

Alba di Canazei. Penultimo appuntamento estivo per Panorama Music, la sezione del TrentinoInJazz che si svolge nel palcoscenico naturale delle Dolomiti della Val di Fassa, organizzata dalle società di impianti a fune della Val di Fassa, con la direzione artistica di Enrico Tommasini. Giovedì 23 agosto al Ciampac torna il duo Me + Marie.

Me + Marie nasce dall’incontro di Maria Moling, cantante e musicista proveniente dalla ladina Val Badia (in passato ha fatto parte del gruppo Ganes), con il chitarrista e compositore svizzero Roland Vögtli, appartenente alla minoranza linguistica romancia del Cantone dei Grigioni. Il duo, che nel 2015 ha vinto il concorso per canzoni in lingue minoritarie SUNS International di Udine, si è allargato alla collaborazione di alcuni giovani talenti dell’area tedesca. I brani in repertorio possono essere melanconici, energici, delicati, a volte spietati e consentono, attraverso una perfetta armonizzazione tra voci e strumenti, di far percepire la semplicità e franchezza di un intimo ritratto dell’anima. Lo scorso 17 agosto hanno pubblicato il nuovo album Double Purpose.

In caso di maltempo il concerto si terrà all’interno del rifugio Crepa Neigra. Il concerto fa parte della rassegna “Lingue minoritarie, giovani e Musica Jazz” promossa dall'Associazione di Cultura e Musica “La Grenz” di Moena con il contributo della Regione Trentino - Alto Adige, della Provincia Autonoma di Trento e del Comun General de Fascia.

Prossimo appuntamento con il TrentinoInJazz 2018 domenica 26 agosto: Albertini-Bruni Duo a Vigo di Fassa (TN).


TrentinoInJazz 2018:

Cartellone:
http://synpress44.blogspot.com/2018/06/trentinoinjazz-2018-il-programma-dei.html 

Sito:
http://www.trentinojazz.com/ 

Facebook:
http://www.facebook.com/trentinoinjazz 

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. La stagione tanto a]esa in ci]à, quella della “rinascita” e del rilancio dei colori tea/ni nel campionato di Serie B “Old Wild West”, è par/ta ufficialmente da due giorni con il primo allenamento tenutosi lunedì pomeriggio alle ore 17 so]o la sapiente regia del preparatore atle/co, prof. Dante Falasca.
Di fronte ad un nutrito gruppo di /fosi giun/ al palazzo per vedere finalmente all’opera i propri beniamini, i ragazzi “nuovi” hanno potuto subito testare il grado di a]accamento della ci]à ai nostri colori, restando piacevolmente sorpresi del calore ricevuto. Al contempo le “vecchie conoscenze” del parquet del PalaLeombroni hanno riallacciato i propri scarpini con il volto visibilmente emozionato e felice per il proprio ritorno in un impianto che è quasi una seconda casa.
Emozione accresciuta con l’arrivo di Nicola Rizzoli, disegnatore arbitrale italiano con una carriera che lo ha consacrato nell’olimpo dei migliori fischie del mondo, grazie alla direzione di diverse gare dallo spessore internazionale tra Champions League, Europei e, sopra]u]o, Mondiali, nei quali ha dire]o anche una finale (Argen/na-Germania del 2014 a Rio de Janeiro), unico italiano ad esserci riuscito insieme a due leggende come Gonella e Collina. In una breve riunione a bordo campo poco prima dell’allenamento, Rizzoli, bolognese e noto fedelissimo virtussino, ha voluto complimentarsi con la squadra facendo un “in bocca al lupo” per la stagione che sta per iniziare.
La squadra, quindi, ha ripreso a lavorare in preparazione anche della preseason assolutamente ricca e di spessore. Di seguito vi riproponiamo l’elenco dei nostri impegni prestagionali:
lunedì 3 se embre a Roseto degli Abruzzi: Roseto Sharks vs Teate Basket Chie/;
venerdì 7 e sabato 8 se embre a Chiefi: Errea Cup “Memorial Alessandro Giuliani” (Teate Basket Chie/, Virtus Arechi Salerno, Pallacanestro Palestrina e Tigers Cesena);
sabato 15 se embre a Chiefi: Teate Basket Chie/ vs Virtus Cassino;
sabato 22 se embre a Recanafi: Janus Fabriano vs Teate Basket Chie/;
mercoledì 26 se embre a Chiefi: Teate Basket Chie/ vs Ces s ca San Severo;
domenica 30 se embre a L’Aquila: Luiss Roma vs Teate Basket Chie/.

 

Pubblicato in Sport

Pescara. È stato pubblicato ufficialmente sulla gazzetta ufficiale il bando nazionale per il servizio civile 2018 e tra i vari progetti presentati c'è anche quello dell'Avis Nazionale che consentirà a 408 giovani di svolgere il servizio civile nell'associazione volontari italiani del sangue.

Di questi 408 posti, 6 saranno nell'Avis Comunale Pescara nella sede di corso Vittorio Emanuele II, 10 in attesa del prossimo trasferimento nella nuova in fase di ultimazione in piazza Salvo D'Acquisto.

L'obiettivo è quello di far collaborare i giovani di collaborare alla promozione della donazione del sangue e del plasma all’interno dei contesti associativi, tra i coetanei e nel territorio di riferimento.

L'Avis Comunale Pescara, di cui è presidente Vincenzo Lattuchella, invita ragazzi e ragazze dai 18 ai 28 che vogliano partecipare al bando nazionale per il servizio civile a conoscere l'opportunità di passare dodici mesi all'interno di una realtà che basa la sua attività su solidarietà, generosità e altruismo.

«Nel corso degli anni», sottolinea Lattuchella, «il servizio civile ha consentito alla nostra sede di poter contare sull’apporto indispensabile di questi giovani, per promuovere ancora di più la donazione di sangue e stabilire un rapporto continuo e diretto con i donatori. Per i giovani, inoltre, il servizio civile ha rappresentato un’opportunità formativa utile anche per successive esperienze lavorative. Attualmente prestano servizio nella nostra sede di Pescara, 5 giovani: 3 per il progetto Avis Pescara e 2 per il progetto Avis Abruzzo, mentre nel bando attuale sono 6 i posti a disposizione. Chi ci sceglierà troverà un ambiente dove collaborazione e spirito di gruppo la fanno da padrone».

La partecipazione ai progetti di Servizio Civile viene, inoltre, riconosciuta da alcune università in termini di crediti formativi universitari e di tirocinio, e garantisce un rimborso da parte dello Stato pari a 433,80 euro mensili.
Chi fosse interessato può visitare il sito www.avis.it e a seguire le indicazioni riportate per presentare la propria candidatura.

Per informazioni su come svolgere il servizio civile nell'Avis Comunale Pescara ci si può inoltre recare nella sede in corso Vittorio Emanuele II, 10, nei seguenti giorni e orari:

Lunedì e martedì dalle ore 7:30 alle 15;
Mercoledì e venerdì dalle 7:30 alle 12 e dalle 16 alle 19:30;
Sabato dalle 7:30 alle 12;
Ogni ultima domenica del mese apertura straordinaria dalle 9 alle 12.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. La società Chieti F.C. 1922 è lieta di annunciare, con viva soddisfazione, l’abbinamento con i colori neroverdi, della WALTER TOSTO SPA che torna ad essere Main Sponsor del club.

La storica Azienda Teatina fondata nel 1960 da Walter Tosto e oggi gestita dal figlio Luca ha siglato un accordo con il nostro responsabile dell’Area Marketing Giuseppe Di Giovanni per la stagione sportiva 2018/19.

La WALTER TOSTO SPA è un’azienda italiana, leader nella produzione di componenti industriali a livello mondiale nei mercati Oil & Gas, Petrolchimico, Nucleare, Food and Pharma. Dal 1960 progetta e produce apparecchi critici: Reattori Hydrocracking e Hydrotreater, HP Pressure Vessels, Separatori, Colonne, HP Scambiatori di calore (Breech-Lock type), Coke drums, Waste heat boiler. Grazie a tecnologie di produzione avanzatissime, a macchinari unici al mondo e al know-how consolidato, l’azienda è in grado di realizzare apparecchi di altissimo spessore, senza nessun limite di peso e dimensione.

“Siamo molto lieti di fornire il nostro supporto al Chieti calcio – spiega l’Amministratore Delegato Luca Tosto – un team con cui abbiamo diversi punti in comune: l’importanza di fare squadra, l’ambizione di puntare a risultati eccellenti, la sana competizione, la consapevolezza che il successo va conquistato ogni giorno, lavorando con dignità e impegno”.

Una partnership che da lustro al nuovo corso societario avviato dal Presidente Filippo Di Giovanni che aspira a riportare la città di Chieti nel calcio che conta e punta al coinvolgimento del tessuto imprenditoriale cittadino.

“L’accostamento tra il CHIETI F.C. 1922 e la WALTER TOSTO SPA ci onora e rilancia l’immagine della nostra società che quest’anno vuole vincere e tornare ad essere protagonista in futuro – spiega il responsabile dell’Area Marketing Giuseppe Di Giovanni – il mio augurio è che anche altri imprenditori Teatini sposino il progetto Chieti e diano una mano al nostro Presidente Filippo Di Giovanni, il quale sta facendo enormi sforzi per riportare in alto il calcio nella città di Chieti. Ringrazio l’Amministratore Delegato Luca Tosto per aver legato il nome della sua azienda, che campeggerà sulla maglia da gioco in questa stagione e che senz’altro sarà un binomio vincente”.

Pubblicato in Sport

Pescara. “Questa mattina. Come già annunciato, abbiamo avuto l’occasione di fare un sopralluogo con Guido Margiotta, direttore tecnico della sede locale del Provveditorato delle Opere Pubbliche nell’immobile che sarà adibito ad alloggi dei Carabinieri in via Rigopiano. Il progetto è stato già approvato dal Comitato Tecnico Ministeriale del Provveditorato Opere Pubbliche sebbene con delle prescrizioni e proprio l’ottemperanza a queste prescrizioni ha comportato un ritardo di due mesi rispetto alla tabella di marcia già comunicata a febbraio.

Ora il progetto verrà sottoposto nuovamente al CTA del Provveditorato e quindi si procederà alla gara.

Possiamo presumere quindi che ad ottobre verrà bandita la gara per la fase del completamento dello stabile da cui nasceranno 16 alloggi, e che permetterà anche di dismettere i precedenti alloggi e quindi i fitti passivi. Aggiudicata la gara occorreranno 270 giorni da capitolato per concludere il lavoro il cui ammontare è di 1341.000 euro. Intanto la struttura si presenta senza intromissioni abusive. Il piazzale è pulito ed il materiale esistente serve per gran parte al prossimo lotto dei lavori.

E’ questo il modo di lavorare e collaborare con il Provveditorato delle Opere Pubbliche che fa capo al Ministero delle Infrastrutture, un modo di lavorare che avvantaggerà in termini di sicurezza tutto il rione ospedale.

Presto quindi un’altra incompiuta cambierà sorte, riqualificando la zona in cui si trova: da tetto per senza fissa dimora e focolaio di degrado, la presenza dei Carabinieri restituirà vita, sicurezza e dignità ad una porzione di città a un passo dal centro e nel cuore di una porzione cittadina ad alta densità abitativa e popolare”. Lo afferma in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Blasioli.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione