Articoli filtrati per data: Sabato, 25 Agosto 2018

Vigo di Fassa. Domenica 26 agosto appuntamento finale per Panorama Music, la sezione del TrentinoInJazz che si è svolta nel palcoscenico naturale delle Dolomiti della Val di Fassa, organizzata dalle società di impianti a fune della Val di Fassa, con la direzione artistica di Enrico Tommasini. Al Ciampediè il duo Albertini-Bruni.

Un programma con musiche di autori classici (Bach, Vivaldi, Marcello, Schubert, Beethoven, Gounod, Massenet, Saint-Saens, Sarasate, Tarrega, De Falla, Kachaturian, Bruni, Offenbach, Satie, Fauré, Debussy…) e moderni (Gershwin, Morricone, Piazzolla, Weill…). Il duo composto da Santo Albertini (armonica a bocca) e Edoardo Bruni (pianoforte) concentra la propria attenzione sull'armonica a bocca, strumento dalle enormi potenzialità, forse maggiori di molti altri strumenti a fiato: l’estensione supera le quattro ottave, il suono è prodotto sia espirando che inspirando, è possibile eseguire note doppie ed accordi, esistono diversi tipi di vibrato e numerosi effetti timbrici particolari. L’armonica a bocca ha origine da uno strumento risalente a più di 3000 anni fa, che si suonava e si suona ancora in estremo oriente: l’organo a bocca orientale, che appare solo agli inizi del XIX secolo in Occidente e inizia la sua diffusione in tutto il mondo alla fine dello stesso secolo. L’armonica più conosciuta è quella diatonica, facile da suonare perché limitata ad una specifica tonalità. Il vero e proprio strumento completo è invece l’armonica cromatica, che permette l’esecuzione di qualsiasi brano musicale grazie alla sua eccezionale estensione ed alla possibilità (assente nell’armonica diatonica) di eseguire tutte le dodici note della scala cromatica. In caso di maltempo il concerto si terrà alle ore 14.30 nella tenda manifestazioni di Vigo di Fassa.

Prossimo appuntamento con il TrentinoInJazz 2018 domenica 2 settembre: Carlo Maver Trio a Lagolo (TN).


TrentinoInJazz 2018:

Cartellone:
http://synpress44.blogspot.com/2018/06/trentinoinjazz-2018-il-programma-dei.html 

Sito:
http://www.trentinojazz.com/ 

Facebook:
http://www.facebook.com/trentinoinjazz 

Pubblicato in Cultura e eventi

L’Aquila. Organizzata dall’Atletica L’Aquila, domenica 26 agosto torna puntuale la Campestrina della Perdonanza, manifestazione all’interno dei programmi della 724esima Perdonanza Celestiniana. Si tratta della prima delle tre giornate del Corrilaquila con Noi, messe a punto dall’Atletica L’Aquila, a seguire il 1 settembre il 3° Meeting Città dell’Aquila di Miguel e Michela, il 29 settembre l’8^ Staffetta delle Scuole Medie di Miguel e Michela e Palio dei Quarti Aquilani e la 3^ Staffetta del’Arcobaleno quest’ultima per studenti diversamente abili. La manifestazione giunta alla 39^ edizione, è una delle più longeve dell’Atletica L’Aquila, quella più viva nei ricordi di tanti aquilani e aquilane, che oggi invece portano a correre i loro figli. Nata il 31 agosto del 1980, ideata da Floro Panti e Padre Quirino Salomone, all’epoca rettore della Basilica di Collemaggio, e supportata da dirigenti e atleti del gruppo sportivo Liberi Podisti Aquilani, che poi ha cambiato denominazione in Atletica L’Aquila, la Campestrina della Perdonanza, ha contribuito insieme al Fuoco del Morrone, alla rivitalizzazione delle celebrazioni della Perdonanza Celestiniana. Oggi, l’orgoglio dell’Atletica L’Aquila è l’aver fatto in modo che la manifestazione, dal 1980, anno che l’ha tenuta a battesimo, non saltasse nessuna edizione, neanche nell’anno più funesto per la nostra città, quello del terremoto del 2009. La gara è riservata a bambini e ragazzi, maschi e femmine, fino a 15 anni di età, che si cimenteranno su distanze diverse dai m.200 ai m.1200 in base all’età. All’interno della Campestrina si corre anche la 5^ edizione del CorrinsiemeaNoi, corsa per bambini e ragazzi diversamente abili. Ritrovo ore 9,30 Piazzale Santa Maria di Collemaggio. Inizio gare ore 10,15. Ci si può iscrivere fino a mezz’ora prima dell’inizio gare. Categorie ammesse : esordienti C nati 2011 e successivi, B nati 2010 e 2009, A nati 2008 e 2007, ragazzi nati 2006 e 2005, cadetti nati 2004 e 2003. A tutti gli iscritti maglia in tessuto tecnico con logo della manifestazione. Medaglia ricordo per tutti i partecipanti, premiazioni per i primi tre di ogni categoria. Ricco ristoro. Ci si può iscrivere per posta elettronica ai seguenti indirizzi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure per telefono (SMS al 3289667870) indicando cognome, nome, anno di nascita, recapito telefonico e l’eventuale associazione sportiva di appartenenza. Per Info: www.atleticalaquila.com

Pubblicato in Sport

Cremona. Cremonese beffata sul filo di lana nell’esordio con il Pescara: al gol del vantaggio di Castrovilli, risponde Mancuso proprio sui titoli di coda. Dopo una lunga fase di studio prende l’iniziativa Castrovilli che prova ad impensierire Fiorillo con un tiro da fuori area. Al 22’ cross di Castrovilli che sorvola tutta l’area di rigore senza che i grigiorossi possano intervenire. Nella circostanza si infortuna Montalto dopo uno scontro con Perrotta che lo costringe a lasciare il campo. Passa alla mezz’ora la Cremo con una veloce ripartenza di Carretta che smarca sul secondo palo Castrovilli, freddo ad insaccare. Reagisce il Pescara che al 37’ chiama Radunovic alla parata su colpo di testa di Cocco.

La ripresa si apre con un’altra parata del portiere grigiorosso sul tiro cross di Balzano (3’). Cinque minuti più tardi la Cremonese perde Greco per espulsione e il Pescara Marras per doppia ammonizione a causa di reciproche scorrettezze. Grigiorossi pericolosissimi al 19’ quando Claiton non riesce ad intercettare un invitante traversone di Castagnetti. Poi è Brighenti a non trovare lo specchio su servizio di Arini (22’). Si fa notare subito Mancuso che gira a lato di testa il cross di Balzano.

Al 26’ ripartenza di Migliore che smarca Brighenti, il centravanti non riesce a concludere per l’intervento in scivolata di Gravillon. Al 35’ ancora Mancuso protagonista con un colpo di testa che sbatte sulla traversa, rimbalza sulla linea bianca e viene allontanato da Migliore. La Cremonese cerca di gestire sino al fischio finale il vantaggio, ma un traversone al 4’ minuto di recupero pesca libero Mancuso che infila alle spalle di Radunovic.


Cremonese-Pescara 1-1

Cremonese (4-3-3): Radunovic; Mogos, Claiton, Terranova, Migliore; Arini, Greco, Croce; Carretta (17’ st Castagnetti), Montalto (25’ pt Brighenti), Castrovilli (42’ st Kresic). All.: Mandorlini.

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Ciofani, Gravillon, Perrotta, Balzano; Memushaj, Brugman, Machin (40’ st Capone); Marras, Cocco (22’ st Mancuso), Antonucci (12’ st Monachello). All.: Pillon.

Arbitro: Ros di Pordenone (Assistenti: Margani di Latina e Marchi di Bologna. Quarto ufficiale: Bitonti di Bologna).

Note – Espulsi: Greco (C), Marras (P)

Reti: 30’ pt Castrovilli (C), 49’ st Mancuso.


articolo proveniente da http://www.uscremonese.it

Pubblicato in Sport

Pescara. L’ottava edizione di Estatica arriva all’ultimo concerto in programma, domani, domenica 26 agosto, con Antonella Ruggiero e il suo “Stralunato Recital”. Con questa serata termina anche la rassegna Concerti sotto le stelle, storica partner di Estatica, tra i principali riferimenti della bella stagione pescarese.

Giunta alla sua 25esima edizione, la longeva rassegna ha ospitato i suoi appuntamenti su 3 palcoscenici: l'Aurum, le Naiadi e il porto turistico. Direttore artistico, nonché chitarrista della serata in arrivo, è Maurizio Di Fulvio, che accompagnerà la Ruggiero con i suoi compagni di palco: Renzo Ruggieri alla fisarmonica, Ivano Sabatini al contrabbasso, Davide Marcone alla batteria.

Sarà un live acustico che unirà, in una sola serata, i principali successi della ex membro dei Mattia Bazar, gruppo fondato negli anni ’70. Ormai attiva come solista, la Ruggiero resta tutt’oggi una delle più belle voci italiane.


La serata - racconta appunto Di Fulvio - vede in scaletta alcuni grandi successi, come Per un’ora d’amore, Ti sento e Vacanze Romane, ma anche diversi standard americani. Sono contento di tornare a calcare, con questa bella formazione, il prestigioso palcoscenico di Estatica.

Biglietti 10 euro o in abbonamento, disponibili su CiaoTickets o al botteghino. In caso di maltempo il concerto si terrà al chiuso, all’interno del padiglione Becci.

Il variegato cartellone di Estatica ospiterà ancora Fermenti d’Abruzzo e Primi d’Abruzzo: 30, 31 agosto, 1 e 2 settembre spazio alle birre artigianali. 7, 8 e 9 settembre invece, si chiude con la tre giorni dedicata alla cucina regionale. Per info: www.estatica-pescara.com.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. “Fare piena chiarezza e smantellare la gestione arrogante portata avanti in T.U.A. SpA e bloccare quel familismo (tutto del PD dalfonsiano) che regna da anni all’interno di una, se non la più importante, delle società a totale capitale pubblico della Regione Abruzzo”. Questa la denuncia sollevata dal consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo che spiega quanto segue: “Ho presentato alla Procura della Repubblica di Chieti e alla Procura della Corte dei Conti de L’Aquila un circostanziato esposto e richiesta indagini per bloccare la tracotanza con cui viene amministrata TUA e sui presunti abusi e violazioni di legge compiuti da parte del Socio- Regione e da parte degli Amministratori della Società Unica Abruzzese di trasporto. In questi ultimi mesi – spiega Febbo – ho inoltrato richieste di chiarimenti, rimaste quasi tutte evase, sia al Direttore Dipartimento Trasporti Emidio Primavera sia al Presidente di TUA Tullio Tonelli in riferimento agli affidamenti di incarichi legali esterni e relativa documentazione sulla compatibilità dello stesso Presidente Tonelli, nonché sulle limitazioni imposte dall'art.11, comma 2, D.Lgsv 175/2016 sul numero degli Amministratori ed è emerso un quadro allarmante tanto da indurmi ad inviare segnalazione presso le due Procure. Nello specifico è urgente fare chiarezza sulla gestione degli incarichi affidati e se sono stati osservati i principi di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza e proporzionalità come prescritti dall’art. 4 d.lgs. n. 50/2016 (sul punto v. il parere n. 2017 in data 3 agosto 2018 del Consiglio di Stato, Commissione speciale). Infatti non si conoscono quali modalità e procedure sono state utilizzate dal Consiglio di Amministrazione TUA nella scelta degli avvocati e dei consulenti esterni. Dalla risposta scritta, per nulla chiarificatrice, a firma del Presidente Tonelli, alla mia istanza inviata il 15 giugno 2018 emerge un quadro preoccupante poiché negli ultimi due anni e mezzo sono stati affidati ben 61 incarichi legali e non conosciamo gli importi e altre 39 prestazioni e consulenze per un importo di circa 760 mila euro. Quindi si danno decine e decine di incarichi per consulenze per oltre un milione di euro ma vengono licenziati 5 lavoratori della ex Sistema Spa !!!Il Presidente Tonelli con la sua risposta mia ha indicato solo la lista degli incarichi legali e dei consulenti/fornitori, evitando ogni accenno sulle modalità seguite malgrado le leggi in vigore. Ricordo che il codice dei contratti pubblici e decreto Madia - impongano alle società controllate, specie se titolari di affidamenti in house, l’osservanza di rigide procedure di trasparenza e legalità negli affidamenti degli incarichi e delle consulenze, per il cui utilizzo occorrerebbe giustificare: a) l’assenza di risorse interne; b) i criteri eventualmente osservati nella selezione del contraente. Infatti di tutte queste consulenze e incarichi di vario genere affidati non comprendiamo qual è l’iter adottato dalla società. Sempre nella risposta fornitami mi è stato scritto come la Società TUA abbia approntato una bozza di regolamento sugli affidamenti degli incarichi legali, inviata in data 27 aprile 2018 alla Regione Abruzzo per l’approvazione. Peccato che sino al 27 aprile e anche nei mesi a seguire gli affidamenti di incarichi legali e dei consulenti siano stati ancora conferiti in assenza totale di ogni procedura di legge. Su tale aspetto, in qualità di Presidente della Commissione di vigilanza della Regione Abruzzo, ho chiesto di conoscere a che titolo il dott. Tonelli, Amministratore unico anche di una società controllata dal comune di Pescara, abbia potuto assegnare incarichi ad avvocati di propria fiducia, in assenza di un albo dei fiduciari e di qualunque procedura comparativa.

Infatti – prosegue Febbo – ho più volte evidenziato, anche qui senza aver risposte esaurienti e precise, se il dott. Tonelli possa contestualmente ricoprire sia la carica di Amministratore unico di società partecipata dal Comune di Pescara sia quella di Presidente di società partecipata dalla Regione Abruzzo. Anche qui ci troviamo di fronte ad una situazione del tutta anomala che solo questo governo regionale dalfonsiano è riuscito a realizzare. Ad oggi non comprendo su quale base normativa o legislativa un amministratore di società interamente controllata dalla Regione Abruzzo possa esercitare funzioni che invece parrebbero negate al medesimo dal decreto legislativo 8 aprile 2013 n. 39. Sull’argomento ho ricevuto da parte del Dipartimento Infrastrutture e Trasporti una comunicazione del 24 luglio 2018 con la quale si indicava nel Responsabile della Prevenzione della Corruzione e Trasparenza della TUA s.p.a. il soggetto incaricato ad approfondire lo status di non incompatibilità e non inconferibilità del dott. Tullio Tonelli nel rispetto del D.Lgs n.39/2013 e dell’art.9 del Codice Etico della Società, ad oggi però non abbiamo avuto riscontro.

Così come non ho avuto riscontro circa la segnalazione da fare alla Corte dei Conti per gli anni 2016 e 2017 sulla necessità della mancata nomina dell'Amministratore Unico, come previsto dall'art.11,cimna2, del D.Lgsv. 175/2016, anziché del CdA composto da ben 5 membri (ma non era nata anche per eliminare i "poltronificio"???).

Pubblicato in Politica

Chieti. Prima uscita ufficiale all’Angelini per i neroverdi che affrontano il Miglianico nel ritorno del primo turno di Coppa Italia di Eccellenza, dopo aver vinto 2 a 3 al “F.lli Ciavatta”, domenica scorsa.

C’è molta curiosità nell’ambiente di vedere all’opera lo spagnolo Francis Delgado e l’argentino Luciano “El Tractor” Leccese alla loro prima convocazione: l’esterno d’attacco funambolico ha ricevuto il transfert per scendere in campo, e il secondo ha scontato la squalifica. Rifinitura mattutina al “G. Angelini” per prendere confidenza con il terreno in erba naturale, e mettere appunto gli ultimi accorgimenti tattici agli ordini di mister Marino.

Ad una settimana dal via del campionato, i neroverdi sono pronti per sfidare i gialloblu che si presenteranno nel capoluogo non avendo nulla da perdere, provando a sbilanciarsi per cercare di ribaltare il k.o. dell’andata. Il centrocampista Augusto Marfisi andato a segno su rigore nel finale di partita a Miglianico, ci presenta la sfida di domani e fa il punto sull’intesa di gioco con i compagni di reparto:

“Abbiamo trascorso una buona settimana – spiega l’ex Miglianico – pian piano stanno diminuendo i carichi di lavoro e soprattutto stiamo iniziando sempre più a mettere in pratica le nozioni che ci da il mister e su cui lavoriamo ogni giorno. Per il match ci domani credo che sarà una partita completamente diversa da quella dell’andata perché sarà la prima all’Angelini che è uno stadio totalmente diverso da quello di sette giorni fa e soprattutto perché ci teniamo a far bene davanti ai nostri tifosi. Con i miei compagni di reparto mi trovo molto bene, sono giocatori molto forti con cui ho trovato subito intesa! certo c’è ancora molto da lavorare per tutti noi ma siamo sulla buona strada!”.

Nel Miglianico ci sarà l’esperto difensore Giovanni Martelli, fresco di rinnovo con la società del Presidente Aurora. Nel Chieti F.C. assenti Gasquez e Tato per infortunio, oltre a Lanza.

Ad arbitrare l’incontro è stato designato il sig. Matteo Cavacini di Lanciano. Assistenti: Caporali di Pescara e Consalvo di Lanciano. Fischio d’inizio alle ore 16:00. Ricordiamo che il botteghino dello stadio sarà operativo dalle ore 15:00.

Pubblicato in Sport

Ortona. Si è chiusa con la seduta del sabato mattina la prima settimana di allenamento della Tombesi. Carichi di lavoro, sudore e fatica, ma anche movimenti e situazioni di gioco con la palla, per un programma di attività concordato in piena sintonia da mister Antonio Ricci e dal professor Marco Pizzoli. Ed è proprio il preparatore atletico gialloverde a tracciare un primo bilancio della preparazione della Tombesi in vista degli impegni ufficiali:

“La prima è sempre una settimana di carico, ma a noi è servita anche per osservare in che condizioni sono arrivati i giocatori dalle vacanze e anche le abitudini di allenamento di ognuno. Abbiamo una situazione molto variegata, con ragazzi abituati a ritmi di lavoro da serie A ed altri che provengono da categorie inferiori, dalla serie B e alcuni anche dalla C. Dopo due-tre giorni abbiamo stabilito il lavoro da portare avanti, ovvero un lavoro misto, che sia cioè incentrato sull’intensità atletica ma anche con la palla tra i piedi. Io e mister Ricci siamo completamente d’accordo su questa esigenza di lavoro misto, ci siamo subito trovati in sintonia sulle modalità e sulle attività da proporre ai ragazzi. Questa Tombesi è una squadra atleticamente valida, con la quale si può lavorare e con la giusta intensità. In più c’è comunicazione tra noi e i giocatori, cosa fondamentale, e il gruppo segue le nostre indicazioni. Io credo che un buon preparatore debba avere la capacità di adattarsi e di adattare il proprio lavoro alla situazione in cui deve operare, indipendentemente dalla categoria o dal tipo di squadra. È vero, vengo da tanti anni in serie A con il Pescara e con un certo tipo di atleti e quindi mi sono dovuto adattare alla nuova situazione, ma non più di tanto perché, lo ripeto, ho capito che con questa squadra si può lavorare. Poi, come in A, anche in A2 i dettagli fanno la differenza e puntiamo ad ottenere quel decimo di secondo che in partita può permettere a un nostro giocatore di anticipare o saltare l’avversario, di recuperare un pallone o di arrivare per primo su una palla vagante. Maggiore è la frequenza sui passi, migliore è il tempo di movimento, e questo vale ancor di più per una squadra che si propone di fare pressione alta a tutto campo e di essere sempre aggressiva. I carichi proseguiranno almeno fino alla terza settimana, e sono importanti perché non costituiscono solo un allenamento dal punto di vista atletico, ma anche da quello mentale: se i giocatori si abituano alla fatica, a lavorare sotto sforzo, acquisiranno quella capacità che potrà permettere, magari nei finali delle partite (quando le energie vengono meno), di portare a casa una vittoria con la testa, prima ancora che con la forza. Per me personalmente, l’impatto con il “mondo Tombesi” è stato ottimo, perché sono a contatto con gente ambiziosa ma che allo stesso tempo crede in una crescita graduale, senza fare il passo più lungo della gamba. Certo, anche la società deve crescere come la squadra, ma possiamo farlo insieme: man mano che andremo avanti cresceremo, miglioreremo, cambieremo dettagli e situazioni e accresceremo la professionalità di tutti, preparandoci a quel salto di qualità per il quale comunque esistono già basi solide”.

Pubblicato in Sport

Montesilvano. Promuovere l’inclusione sociale, attraverso lo sport, di ragazzi tra gli 11 e i 18 anni affetti da autismo o sindrome di Down. Questo il principale obiettivo del progetto Alis, Alleanza per l’Inclusione sociale, che vede il Comune di Montesilvano, attraverso la sua Azienda Speciale, lavorare al fianco della fondazione Papa Paolo VI, l’ASD Parco De Riseis e il dipartimento di Scienze Psicologiche della salute e del territorio dell’Università d’Annunzio.

Il progetto, elaborato dall’associazione temporanea di scopo che unisce i 4 partner, approvato dal dipartimento per le pari opportunità, e finanziato da un contributo ministeriale prevede il coinvolgimento di circa 30 ragazzi affetti da disabilità intellettiva, principalmente residenti a Montesilvano. Verrà costituita una equipe inclusione composta da educatori, assistenti sociali, psicologi, neuropsichiatri, logopedisti e terapisti della neuro e della psicomotricità, e di una equipe scientifica per valutare gli effetti delle azioni messe in atto.

«Diversi studi - sottolinea l’assessore allo sport e alla disabilità, Ottavio De Martinis – hanno messo in evidenza una stretta correlazione tra sport e salute mentale. Praticare uno sport con regolarità infatti può portare benefici a livello psicologico. In particolare un recente studio pubblicato sulla rivista Autism, ha messo in luce una gamma di benefici a livello comportamentale nelle persone affette da disturbi dello spettro autistico, legati proprio alla pratica dell’equitazione delle arti marziali e della corsa. Il progetto sarà una occasione importante di studio proprio per analizzare gli effetti a livello educativi e relazionali generati dalla pratica sportiva svolta anche insieme a soggetti normodotati».

«Siamo molto contenti - sottolinea il presidente del CdA dell’Azienda Speciale, Luca Cirone – perché attraverso questo progetto, possiamo dare la possibilità anche alle persone con disabilità di avvicinarsi ad un’attività sportiva. Questa è l’ulteriore dimostrazione dell’attenzione che il Comune e l’Azienda Speciale pone per intercettare fondi nazionali e regionali e cogliere, pertanto, tutte le opportunità per sviluppare e migliorare i servizi di assistenza ai cittadini. Il progetto - conclude Cirone - prevede anche il rifacimento della pavimentazione di un campo polivalente all’interno del centro sportivo Trisi, che poi verrà utilizzato per svolgere le attività con gli stessi ragazzi coinvolti nel programma».

Pubblicato in Sport

Pescara. “All’inizio di agosto sono andato a trovare Franco Summa nel suo studio. Una visita cercata, perché il Maestro sta lavorando per la città, ridisegnando la nuova Piazza Caduti del Mare intorno ad un’opera, La rosa dei venti, che è prevista nel progetto del Comune per il bando di riqualificazione delle periferie che sarebbe dovuto diventare realtà a partire da settembre, com’è noto abbiamo tutti i progetti pronti a diventare cantiere.

Condivido in pieno con lui l’auspicio che il suo laboratorio, la sua casa-museo, così colorata e intensa per i temi che nella sua parabola artistica fin qui ha trattato e le visioni che Summa ha proiettato in disegni, mobili, dipinti, divenga una casa dell’arte, visitabile dalla città e questa è anche stata una delle cose di cui abbiamo parlato durante l’incontro.

Lo scopo della visita era condividere il suo punto di vista su come riqualificare il cuore del centro cittadino, piazza della Rinascita e la passeggiata verso il mare e su come renderlo più attrattivo attraverso l’arte e il discorso si è subito incentrato sul ritorno della Porta del Mare. Nel suo laboratorio c’è il prototipo che, rispetto a quello che realizzò all’epoca dell’installazione in piazza Primo Maggio nel 1993, oggi potrebbe essere perfezionato sia per materiali che per ingegneria, in modo da renderlo ancora più sostenibile e significativo.

Il mio augurio è che questa operazione riesca, per questo firmerò anch’io la petizione e collaborerò fattivamente con il comitato, di cui conoscevo già l’esistenza, perché il fine sia raggiunto. A tale fine martedì, prima del consiglio pomeridiano, riceverò i rappresentanti del comitato per un incontro.

Mi sembra un buon obiettivo riportare l’intervento di Summa in città, per Pescara la porta che fece parlare all’epoca e che ancora oggi fa parlare, rappresenta tutt’altro che un’opera dimenticata e il fatto che accenda punti di vista diversi sulla sua natura e significato è segno che non è un’opera indifferente, ma un lavoro che centra in pieno la finalità stessa dell’arte, portare bellezza e movimento intorno a sé”. Lo ha affermato in una nota il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. C’è grandissima attesa per l’unica data abruzzese dello spettacolo di Enrico Brignano “Enricomincio da Me Unplugged” che si terrà domani 26 agosto all’Anfiteatro La Civitella di Chieti.

È corsa agli ultimi biglietti disponibili nei circuiti Ticketone.it e Ciaotickets e presso la biglietteria dell’Anfiteatro La Civitella il giorno dell’evento (apertura per accrediti e botteghino ore 17.30).

L’organizzazione comunica che il pubblico entrerà da un ingresso unico all’area dello spettacolo da Via Piannell per poi essere smistato nei vari settori (due tribune e platea). Apertura cancelli per lo spettacolo ore 19.30.

Dopo il grande successo di pubblico del tour 2017/2018, Enrico Brignano torna a teatro con nuove date estive dello spettacolo “Enricomincio da Me Unplugged”, scritto insieme a Mario Scaletta, Riccardo Cassini, Manuela D’Angelo, Massimiliano Giovanetti e Luciano Federico. Fuoriclasse del teatro italiano, Brignano compie 30 anni di carriera e 50 di vita, un doppio anniversario che pone le basi per la genesi di questo nuovo allestimento.

Varcato il traguardo del mezzo secolo, l’attore non smette, infatti, di farsi domande. Soprattutto, si chiede se ciò che è diventato è stato il frutto consapevole delle scelte fatte, un disegno del destino oppure una gran botta di cu… riosa casualità. Campione indiscusso della scena italiana, amato dal pubblico che lo premia con la sua folta presenza a ogni spettacolo, Brignano è arrivato ai 30 anni di carriera. Ecco perché decide di rimettersi in discussione.

Cosa lo ha condotto dov’è ora? Enrico intraprende un viaggio nel tempo, attraverso un’analisi attenta di ciò che è stato, ritrovando vecchie conoscenze, strane figure, forse ombre o forse realtà; rinfrescando brani storici della sua comicità, si pone di fronte a bivi da ripercorrere prendendo una strada diversa da quella già fatta, per il gusto di scoprire dove lo avrebbe condotto.

Tra i suoi pezzi forti e nuove situazioni comiche, coadiuvato da strani personaggi dai mille volti, musiche accattivanti e originali scritte da Andrea Perrozzi e Federico Capranica, scene che attraversano il tempo insieme alla storia che viene raccontata, Enrico ricomincia dal principio, ricomincia dal palcoscenico… praticamente ENRICOMINCIA per darsi la chance di guardarsi dentro, di ritrovarsi e rinnovarsi; per guardare al futuro che gli si prospetta davanti e poter dire a se stesso: “Stavolta ENRICOMINCIO DA ME!”.

LINK
http://www.enricobrignano.it
https://www.facebook.com/EnricoBrignanoPaginaUfficiale/

Lo spettacolo di Chieti è organizzato da Alhena Entertainment.

Prezzi dei biglietti:

Poltronissima Gold: €60,00 + €9,00 diritti di prevendita
Poltrona Centrale: €50,00 + €7,50 diritti di prevendita
Poltrona Laterale: €40,00 + €6,00 diritti di prevendita
Gradinata: €30,50 + €4,50 diritti di prevendita
Tribuna Legno: €25,00 + €3,75 diritti di prevendita

Infoline: 085.54062; 366.2783418

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione