Pescara. L’aritmologia cardiaca, pur essendo un branca specialistica che si occupa di una patologia prepotentemente emergente, è ancora considerata, nell’ambito dell’ospedalità pubblica, una “disciplina cenerentola” relegata a prestazioni di minima e con mezzi organizzativi miseri. E non perché manchino le professionalità e le tecnologie: anzi, in Abruzzo, e solo negli ospedali di Chieti e Pescara, operano specialisti di fama che si confrontano con realtà internazionali avviando proficui scambi e relazioni. Ma che, proprio a casa loro non dispongono di posti letto, e dunque non hanno la possibilità di curare i pazienti in modo adeguato e controllato, come avviene, invece, nel nord d’Italia. E’ indispensabile creare un Centro Aritmologico Regionale, che inverta l’attuale trend di mobilità passiva dei cittadini abruzzesi affetti da aritmie cardiache verso il nord Italia, per venire incontro alle esigenze dei pazienti costretti a lunghe trafile fuori regione.
Bastava seguire il convegno “Basic live atrial fibrillation”, promosso dall’associazione Cardioaritmie.com, tenutosi sabato 21 ottobre presso il Centro Congressi dell’Hotel Villa Maria di Francavilla al Mare, per rendersi conto del livello di professionalità esistente nei principali ospedali dell’area metropolitana Chieti-Pescara. L’edizione 2017, sotto la direzione scientifica dei dottori Tullio Agricola, dell’ospedale di Pescara, e Massimiliano Faustino, dell’ospedale di Chieti, è stato di fatto un corso di aggiornamento rivolto ai medici specialisti, ai medici di base, agli internisti ospedalieri e agli infermieri dell’area cardiologica, sulle novità della diagnostica e del trattamento delle aritmie cardiache. L’intento era ed è quello di creare e far vivere con una serie strumenti di comunicazione (corsi, convegni, sito internet e social network) una piattaforma comune e dinamica di conoscenze tra gli specialisti, gli infermieri e la medicina di base.
Dalla giornata di lavoro sono emerse interessanti novità scientifiche sul trattamento interventistico delle aritmie, sulla diagnostica avanzata e il trattamento farmacologico, sia preventivo che post evento, con un focus particolare sull’ablazione trans-catetere, la resincronizzazione cardiaca e la terapia anticoagulante. Le aritmie cardiache, patologia sempre più in crescita, sono tra le prime voci di accesso al pronto soccorso e ricovero in area medica. Se tali patologie venissero adeguatamente inquadrate, e, quando necessario, trattate, sarebbe possibile ridurre la morbilità e mortalità ad esse correlate.

Pescara. “Basic live atrial fibrillation”, convegno ECM gratuito, promosso dall’associazione Cardioaritmie.com, si svolgerà sabato 21 ottobre presso il Centro Congressi dell’Hotel Villa Maria di Francavilla al Mare.
L’edizione 2017, che vede la direzione scientifica dei dottori Tullio Agricola, dell’ospedale di Pescara, e Massimiliano Faustino, dell’ospedale di Chieti, si propone come aggiornamento per la medicina di base, i medici internisti ospedalieri e gli infermieri dell’area cardiologica, sulle novità della diagnostica e del trattamento delle aritmie cardiache. Le aritmie cardiache, patologia sempre più in crescita, sono tra le prime voci di accesso al pronto soccorso e ricovero in area medica. Se tali patologie venissero adeguatamente inquadrate, e, quando necessario, trattate, sarebbe possibile ridurre la morbilità e mortalità ad esse correlate.
Le opportunità diagnostiche e terapeutiche odierne ci consentono di impattare positivamente sia sul dato di mortalità che sulla morbilità, attualmente ancora molto elevate, a causa del cattivo trattamento della fibrillazione atriale. Alla luce di questo è necessario che i medici di base, oltre ai medici ospedalieri, conoscano le basi delle aritmie cardiache per poter quantomeno indirizzare in maniera corretta il paziente verso centri specialistici di aritmologia.
Il corso intende far acquisire conoscenze teoriche di diagnostica e cura delle aritmie cardiache, per rendere sempre più automatico il giusto comportamento del sanitario quando sarà chiamato a confrontarsi con un paziente affetto da aritmia cardiaca. Il programma, che è stato sviluppato grazie ad una serie di relazioni mirate, in molti casi prodotte da rappresentanti delle categorie a cui il corso è rivolto, si focalizza sul trattamento interventistico delle aritmie e sulla diagnostica avanzata e il trattamento farmacologico, sia preventivo che post evento. L’intento è quindi di creare una piattaforma comune di conoscenze tra gli specialisti, gli infermieri e la medicina di base.

Nell’ambito del convegno “Basic live atrial fibrillation” è stata pianificata e sarà realizzata un’attività di recupero delle eccedenze alimentari con consegna immediata a un ente o associazione di supporto a persone bisognose. Data l’incertezza sul numero dei partecipanti e la necessità di garantire un pasto a tutti i potenziali ospiti, il settore dei congressi è caratterizzato dalla presenza di grandi eccedenze alimentari, che diventano spreco. Eventgarde è molto sensibile a questo tema e ha deciso di adoperarsi per rendere i suoi progetti sempre più solidali e sostenibili. Recuperare cibo non è solo una soluzione allo smaltimento delle eccedenze, ma rappresenta un valore aggiunto da offrire ai partecipanti e un’occasione di responsabilità sociale. Per questi motivi, in occasione del convegno annuale sulle cardioaritmie è stato raggiunto un accordo con l’hotel Villa Maria di Francavilla al Mare, per il recupero e il confezionamento del cibo avanzato che verrà consegnato alla Fondazione Caritas Onlus di Pescara. Per chi dona il cibo non ci sono costi, anzi la normativa italiana prevede incentivi fiscali per chi dona l’eccedenza.
Con un semplice gesto, quindi, si ottengono benefici sociali ed economici, grazie all’ottimizzazione delle risorse che non vanno sprecate. Senza contare l’aspetto educativo, perché salvando il cibo si diffonde l’importanza e il rispetto della natura e dell’impegno umano necessario a produrlo.

Francavilla al Mare. Continua il tour promozionale de “L’amore coniugato” di Annalisa Giuliani. L’autrice atessana sarà a Francavilla al Mare giovedì 19 ottobre alle ore 18 presso l’Erboristeria Linfa d’Erbe, in via Adriatica 209, per parlare del suo primo romanzo, recentemente pubblicato dalla Ianieri Edizioni, con nota dello scrittore Sandro Bonvissuto. L’evento è in collaborazione con la Libreria Mondadori.
Premiata al “John Fante” con una menzione speciale nel 2013 e col primo premio della giuria tecnica nel 2015 per “Sogni nella casa di bouganville”, Annalisa Giuliani esordisce nella narrativa con un intenso libro sull’amore. Protagonista la giovane e bella Artemisia, avvocato civilista in carriera, con un doloroso passato e un amore, appunto, all’orizzonte: Ernesto. Ma Ernesto è un uomo sposato, con una famiglia, e Artemisia, nonostante il loro appassionato rapporto, diventa inevitabilmente l’altra, l’amante, relegata in un tempo sospeso, clandestino come il loro amore.
Quando Artemisia scoprirà di essere incinta, sarà costretta a scegliere tra l’amore condizionato per Ernesto e quello per il figlio che ha in grembo. Rivisiterà così il suo difficile passato, segnato dalla morte precoce della madre, e cambierà vita per evitare sofferenze al nascituro. Solo allora la donna scoprirà che l’amore autentico non si esaurisce ma si trasforma, passa di persona in persona, torna al punto di partenza. Sempre uguale, sempre diverso. Coniugato, appunto.
Annalisa Giuliani è nata nel 1968 ad Atessa, dove vive e lavora come avvocato civilista. Ha vinto numerosi concorsi per racconti brevi.

Francavilla al Mare. Domenica 8 ottobre, presso il campo di addestramento dell'Associazione di volontariato "Sea Rescue Dog"(www.searescuedog.org), è cominciata la nuova stagione di formazione delle Unità cinofile dedite al salvataggio in mare. Dopo una breve presentazione del corso da parte del presidente, Fabrizio Calgione, si è subito passati alla fase operativa affidata all'istruttore Marco Santarelli. I preziosi consigli di quest'ultimo saranno anche per quest'anno fondamentali per l'addestramento di nuove unità cinofile capaci di soccorrere persone in difficoltà durante le emergenze che si possono verificare in acqua. La “Sea Rescue Dog”, che ormai da otto anni addestra unità cinofile al soccorso nautico, ha ripreso la fase di addestramento a terra presso il proprio campo di addestramento di contrada Foro, a Ortona, al confine con Francavilla al Mare, un’area dove cominciare a educare “a terra” il cane da salvataggio prima di inserirlo in ambienti particolarmente sensibili, come le spiagge affollate, costantemente a contatto con altre persone, bambini in particolare. Alla prima giornata di addestramento è stato presente tutto il direttivo della Sea Rescue Dog e sono intervenuti numerosi nuovi associati entusiasti di intraprendere un percorso formativo per loro e per i loro fidi amici a 4 zampe. Nelle due ore di addestramento domenicale l'istruttore Santarelli ha cercato di dare indicazioni utili a quanti vogliono acquisire una conoscenza approfondita del cane per diventare unità cinofile per il salvataggio nautico e svolgere questa attività di volontariato lungo le spiagge abruzzesi.

La Sea Rescue Dog mantiene attivo, anche per la stagione scolastica 2017/2018 un progetto rivolto alle scuole delle province di Chieti e Pescara, denominato “Sea Re-School Dog”, col quale intende educare gli alunni delle ultime classi della scuola primaria e dei primi anni della scuola secondaria a conoscere i pericoli nascosti in una giornata di divertimento al mare, alla prevenzione, alla sicurezza sulle spiagge, in acqua, in viaggio, al rispetto dell’ambiente, alla cultura della Protezione civile. Concetti favoriti dalla curiosità verso le unità cinofile che i ragazzi mostrano negli incontri svolti nelle scuole.

Francavilla al Mare. Estate di controlli serrati, a Francavilla, in materia di conferimento dei rifiuti e rispetto per l'Ambiente. Oltre ai normali canali di verifica delle irregolarità, ai quali sono dedite polizia municipale e Cosvega, fondamentale è stato il supporto delle Guardie Ambientali, con le quali il Comune ha da qualche mese stipulato una convenzione inserendo così altri 16 volontari dediti al controllo. Le squadre, che hanno operato sul territorio a piedi e con i propri mezzi, hanno svolto il controllo al fine di arginare,contrastare l’abbandono indiscriminato dei rifiuti. Gli illeciti riscontrati dalle guardie ambientali, da luglio a settembre, sono stati oltre 200, raccolti e segnalati alle autorità competenti. Soddisfatto l'assessore comunale all'Ambiente Wiliams Marinelli, "Ringrazio il Dirigente regionale delle guardie ambientali Luigi Di Benedetto e tutte i volontari per il supporto offerto ai nostri agenti della polizia locale per il monitoraggio del territorio. Più occhi abbiamo sulla nostra città, meglio riusciremo a preservarne il decoro educando cittadini e turisti al rispetto dell'ambiente". Tra gli illeciti contestati dalle guardie ambientali, anche l'episodio del ritrovamento, lo scorso settembre, di più di 70kg di polpi pescati irregolarmente sulla spiaggia al confine tra Francavilla e Ortona.
L'utilizzo dei volontari delle guardie ambientali per cotrastare l'abbandono incontrollato dei rifiuti è soltanto uno degli aspetti dell'attenzione massima da parte dell'amministrazione guidata dal sindaco Antonio Luciani a questo problema.
Si ricorda che Francavilla ha attiva su tutto il territorio la raccolta differenziata porta a porta, e che le quantità di rifiuti smaltita in maniera differenziata a livello cittadino supera una percentuale del il 65 per cento. Francavilla dispone inoltre sul territorio comunale ben 5 isole ecologiche. Di queste, quattro sono automatizzate (Pretaro, Valle Anzuca, Piazza Adriatico e Piazza Angeli Custodi) e quindi aperte H24, ed una è dotata di operatori ecologici, e si trova nei pressi dello stadio Valle Anzuca, aperta tutti i giorni dalle 7.30 alle 9.30 e dalle 17.00 alle 19.00. Si possono conferire tutti i rifiuti differenziati: carta, plastica e metalli, vetro, organico, residuo non riciclabile. In aggiunta possono essere conferiti anche altri rifiuti quali pile, farmaci, piccoli ingombranti e RAEE (rifiuti elettrici ed elettronici).

Francavilla al Mare. Arriva una novità importante per il Comune di Francavilla al Mare. Da lunedì prossimo l'ufficio anagrafe inizierà a rilasciare la carta d'identità elettronica. A partire da questa data NON verrà rilasciato più il documento cartaceo.

L'avviso a firma del Sindaco, Antonio Luciani, è stato pubblicato sul portale del Comune di Francavilla ed è disponibile a questo link:

http://www.comune.francavilla.ch.it/archivio10_notizie-e-comunicati_0_15885_0_1.html

La nuova carta di identità elettronica (che quindi a decorrere dal 09 ottobre 2017 sarà l’unico modello richiedibile), ha un procedimento di rilascio diverso per tempi, costi e modalità rispetto a quello attualmente in vigore. In particolare, relativamente al tempo, non verrà rilasciata immediatamente, ma occorreranno sei giorni lavorativi prima che l'istituto Poligrafico e Zecca dello Stato producano il documento e lo spediscano al Comune. Il documento va quindi richiesto per tempo all'Ente. Il costo previsto al cittadino per legge è di 22,21 euro.

Francavilla al Mare. Un gradito ritorno a Francavilla al Mare del giovane e famoso scrittore del noir Pirgiorgio Pulixi.
Dopo aver vinto con Il canto degli innocenti il Premio Franco Fedeli, i Corpi Freddi Awards 2015, il Premio Grotte della Gurfa 2016, il Premio Garfagnana in Giallo 2016 e il Premio Serravalle noir 2016, Pulixi torna con una nuova storia che spazia dal thriller psicologico al poliziesco più nero,
“La Scelta del Buio”
Alcune persone nascono col buio dentro. Altre, nel buio, ci devono entrare per catturare chi ha deciso di vivere nell’oscurità.
Venerdì 6 ottobre alle ore 19, presso i locali del Museo Michetti, l’autore incontra i cittadini di Francavilla al Mare, intervistato da Carla Porcaro.
L’evento è organizzato dalle Associazioni Culturali Maramè e Sophia, in collaborazione con la gestione di Spazio Mu-Mi. L’ingresso è libero.

Francavilla al Mare. Oggi a Francavilla la celebrazione per i 9 anni di attività dell'Associazione di volontariato EMOZIONI ONLUS. L'evento, che ha visto l'intervento dell'assessore regionale alle Politiche Sociali, Marinella Sclocco, ha aperto le porte al pubblico alle ore 17:00 nella sede dell'associazione di Francavilla al Mare, in Via Nazionale Adriatica Sud n.100. Per l'occasione, non solo è stata ricordata la qualità dell'impegno adoperato in questi anni dall'associazione sul territorio, ma sono state lanciate le nuove iniziative in programma. In particolare, sono stati presentati i nuovi progetti della onlus, come l'orto solidale e il centro d'ascolto, e sono stati inaugurati il primo laboratorio di sartoria e il centro di aggregazione dedicato al doposcuola, ai cineforum e ad altri laboratori.
"Sono felice di essere qui a sostegno della onlus EMOZIONI -- ha commentato l'assessore Sclocco -- la vitalità di queste realtà nel nostro territorio rende l'Abruzzo un posto di cui essere sempre più fieri, perché è ricco di solidarietà. Abbiamo tante buone prassi nel sociale -- ha concluso la Sclocco -- e bisogna continuare a sostenerle per dare risposte efficaci e tempestive alle esigenze di tutti i cittadini".

Francavilla al Mare. Contrasto alla povertà e all’ esclusione sociale attraverso progetti di inclusione socio-lavorativa e tirocini extracurriculari in favore di persone in condizione di svantaggio e povertà. Gli Enti Capofila di Ambito Distrettuale n.9 “Val di Foro”, n. 8 “Chieti” e n.13 “Marrucino” hanno ottenuto un importante finanziamento da parte della Regione Abruzzo e propongono l’avviso “Abruzzo Include”. L’importo totale del progetto è di 450mila euro.
“Le finalità sono quelle di aiutare i soggetti svantaggiati attraverso il lavoro di avere una vita dignitosa – ha spiegato l’assessore regionale alle Politiche Sociali, Marinella Sclocco – questo progetto è stato già fatto nella scorsa annualità e abbiamo deciso di ripeterlo benché in effetti ha avuto buoni risultati. Questa volta però è stato migliorato perché ci sarà la possibilità di far sì che queste persone possano fare un tirocinio più lungo rispetto a quello dell’annualità precedente perché potranno fare un tirocinio di sei mesi rinnovabile per altri sei. Alcuni di questi soggetti, cittadini che hanno potuto avere questa opportunità poi hanno trovato successivamente grazie a questo progetto un lavoro stabile. Quindi è una risposta seria, concreta a chi per diversi motivi oggi purtroppo si trova completamente escluso. È stata una sfida quella di voler fare questo progetto perché poteva anche non funzionare, in realtà il mondo imprenditoriale, che ha aperto le porte a questi soggetti, si è dimostrato quindi anche sensibile e ha colto l’opportunità e devo dire che anche i cittadini che si sono messi in gioco hanno saputo giocare la loro partita, tanto che un terzo di loro è stato poi assunto”.
Il progetto si articola in due Linee di intervento: Linea 1: Sportello di contrasto alla Povertà e all’Esclusione Sociale, finalizzato all’individuazione, presa in carico e redazione di un progetto individuale di inclusione socio-lavorativa dei soggetti in condizione di svantaggio o povertà. Linea 2: Azioni di inclusione attiva, finalizzata alla attivazione di tirocini extracurricolari in favore degli utenti dei servizi di cui alla Linea 1 e, per quelli gravati da carichi di cura, all’erogazione di voucher di servizio.
I destinatari degli interventi saranno persone residenti nei Comuni afferenti gli Ambiti Distrettuali Sociali n.8, n.9 e n.13, utenti dei Servizi Sociali Professionali degli stessi Ambiti Distrettuali Sociali ovvero nuovi richiedenti, disoccupati o inoccupati, gravati da una delle seguenti situazioni di svantaggio: persone con disabilità; over 45 anni; donne vittime di violenza; persone uscite dalla dipendenza; ex detenuti; immigrati; senza fissa dimora; persone in situazione di povertà certificata da ISEE inferiore a € 6.000,00.
“Abbiamo partecipato a questo progetto grazie ad un finanziamento regionale ottenuto per la seconda volta, il primo nel 2015 – ha sottolineato il vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali del Comune di Francavilla, Francesca Buttari – nel 2016 è stato ripetuto questo bando che si chiama ‘Abruzzo include’, abbiamo presentato un progetto in partenariato con l’Ecad,un ambito sociale distrettuale di Chieti e l’ambito distrettuale sociale Marrucino, Francavilla con l’ambito sociale Val di Foro è capofila, è un progetto grande dal punto di vista finanziario perché abbiamo 450 mila euro interamente finanziati dalla Regione Abruzzo che ci consentiranno di finanziare 80 tirocini per soggetti svantaggiati. È un progetto importante per prove sperimentali di partenariato pubblico-privato perché dentro il nostro grande partenariato abbiamo agenzie per il lavoro, enti di formazione, cooperative sociali di tipo B, associazioni e via dicendo e inoltre ci permette di sperimentare il cosiddetto marchio solidale, cioè iniziare a creare quel ciclo virtuoso per cui le aziende che ospitano tirocini, ma comunque esperienze di lavoro di soggetti svantaggiati possono comunque nel tempo avere benefici che si possono trasformare in sconti fiscali e quant’altro. Credo molto in questo tipo di intervento perché veramente consente di includere una parte ormai quasi trasparente del nostro tessuto sociale: nella nostra prima esperienza abbiamo avuto otto inserimenti nel mondo del lavoro di cui addirittura quattro a livello indeterminato, sembra un piccolo numero ma non lo è perché in assenza di questo intervento probabilmente queste persone non avrebbero avuto questa occasione. Francavilla a livello sociale e lavorativo è in linea con il dato nazionale, regionale e provinciale, ha delle criticità come ormai in tutti i luoghi, Francavilla è un luogo dove si vive ancora bene, quindi non viviamo quella situazione cruenta che si può vivere nei grandi centri urbani o comunque nelle situazioni di periferia, quindi anche le criticità si possono affrontare con la calma, l’interesse e la forza che richiedono. Quindi c’è tanto lavoro da fare, ma lo possiamo svolgere in modo sereno”.
In particolare si terrà conto delle situazioni di “doppio svantaggio” nelle quali le condizioni di fragilità dell’individuo sono accompagnate da situazioni di povertà certificata. Una particolare attenzione, inoltre, sarà rivolta agli over 45 che molto più spesso senza lavoro, hanno grande difficoltà di ricollocazione professionale e per i quali i tirocini possono invece costituire un’opportunità concreta. I posti disponibili sono 80. Qualora le richieste pervenute superassero il numero di posti previsto verrà effettuata una selezione. Gli ammessi percepiranno una indennità mensile pari a € 600,00 per 6 mesi di tirocinio. E’ prevista l’erogazione di voucher di servizio, agli utenti impegnati nell’attuazione del tirocinio extracurriculare, gravati da un carico di cura di familiari conviventi (minori, anziani non auto-sufficienti, disabili).
I modelli di iscrizione sono disponibili presso gli uffici degli Ambiti distrettuali Sociali o scaricabili dai seguenti siti web: EAS 9: www.comune.francavilla.ch.it e www.ats29.abruzzo.atsit.it; EAS 8: www.comune.chieti.it; EAS 13: www.guardiagrele.gov.it. I modelli di iscrizione dovranno pervenire presso l’Ente Capofila di Ambito Distrettuale n.9 “Val di Foro” - Comune di Francavilla al Mare, Corso Roma 7 - entro e non oltre il 31.10.2017 con le seguenti modalità: a mano (c/o l’Ufficio Protocollo dell’Ente); posta elettronica certificata: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; raccomandata A/R (farà fede il timbro di arrivo al Protocollo)
“Nel nostro ambito abbiamo accomunato anche Casalincontrada, quindi non siamo più monocomunale – ha detto l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Chieti, Emilia De Matteo – oggi più che mai, poter arrivare ad un obiettivo di tipo reale e concreto si deve gestire la capacità programmatoria in sinergia, in condivisione, ormai credo che sia un dato assoluto a tutti i livelli. La cosa importante è che questo rapporto sinergico tra l’utente e gli operatori che andranno anche a selezionare le persone che saranno oggetto e soggetto di questo programma. La presa in carico, lo abbiamo visto anche nel Piano Sociale, è diventato un elemento fondamentale per cui l’utente diventa partecipe anche delle proprie scelte, quindi il gioco si ribalta perché gli viene tirata fuori l acosa positiva che può dare alla società e che lo può far crescere culturalmente. Naturalmente bisogna ringraziare anche gli enti di formazione, gli enti datoriali che contribuiscono ad offrire questa opportunità sul territorio. La scelta del partenariato è stata facile e semplice perché si comprende che oggi, soltanto mettendosi insieme, si raggiungono determinati obiettivi e gli obiettivi più importanti, soprattutto nel settore dell’inclusione sociale, economica ed occupazionale può garantire un’accessibilità anche futura, anche uno solo che trova una sistemazione stabile è sicuramente un obiettivo raggiunto”.
La realizzazione dell’intero progetto è stata resa possibile grazie alla partecipazione di alcuni partner: Ambito Sociale Distrettuale n.9 Val di Foro; Ambito Sociale Distrettuale n.8; Ambito Sociale Distrettuale n.13 Marrucino; Agenzia per il lavoro Manpower; Agenzia per il lavoro Quanta SpA; Ente scuola Edile Chieti; ForMe S.r.l.; Confartigianato Imprese Chieti; Cooperativa Sociale Recoopera; associazione “Capanna di Betlemme- Maria Stella del Mattino”; associazione “Orizzonte”. Per tutte le informazioni relative all’avviso si rinvia al bando integrale, che verrà pubblicato domani 3 ottobre sul sito del Comune di Francavilla all’indirizzo www.comune.francavilla.ch.it.
“Il nostro ente d’ambito crede molto in questo progetto – ha rimarcato l’assessore alle Politiche Sociale del Comune di Guardiagrele, Inka Zulli – quindi ringrazio gli assessori Buttari e Sclocco che hanno creduto molto nella partecipazione del nostro ambito territoriale. Soprattutto dall’analisi del profilo sociale regionale sono emersi due dati molto importanti che mi hanno veramente colpito che riguardano sia la violenza sulle donne sia la mancanza di lavoro che sono per noi assessori al Sociale di grande importanza e con cui ci confrontiamo tutti i giorni anche nei nostri Comuni. Il progetto ‘Abruzzo include’ va perfettamente in questa direzione: nella direzione del partenariato pubblico-privato nella quale dobbiamo per forza andare e vanno a tutela di queste persone che hanno particolare rilievo sull’analisi del profilo sociale regionale. Quindi noi ci crediamo e speriamo di poter andare avanti anche nel futuro con i partenariati e che questo progetto abbia un bel riscontro”.

Francavilla al Mare. Al via domani a Francavilla la celebrazione per i 9 anni di attività dell'Associazione di volontariato EMOZIONI ONLUS. L'evento, che accoglierà l'intervento dell'assessore regionale alle Politiche Sociali, Marinella Sclocco, aprirà le porte al pubblico alle ore 17:00 nella sede dell'associazione di Francavilla al Mare, in Via Nazionale Adriatica Sud n.100 e sarà occasione di ricordare la qualità dell'impegno adoperato in questi anni dall'associazione sul territorio. Durante le celebrazioni, inoltre, saranno lanciate le nuove iniziative in programma. In particolare, saranno presentati i nuovi progetti della onlus, come l'orto solidale e il centro d'ascolto, e saranno inaugurati il primo laboratorio di sartoria e il centro di aggregazione dedicato al doposcuola, ai cineforum e ad altri laboratori.

Pagina 1 di 27

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione