Francavilla al Mare. Sabato 20 ottobre sará inaugurata la Mostra Collettiva di Arte Contemporanea MumArt, giunta alla IV edizione.
Il vernissage sarà caratterizzato dall'omaggio all'artista di fama internazionale Athos Faccincani e al 'Memorial Alfonso Sulpizio' fondatore della Rima a Francavilla al Mare.
Altri protagonisti saranno i 26 artisti partecipanti, 20 pittori e 6 scultori, provenienti da tutta Italia e dall'estero,
fra i quali:
Giorgio Acerra
Glauco Del Ponte
Vittorio Verderosa
Antonio Cicchetti
Mirta Maranca
Anna Seccia
Patrizia Franchi
Vladimiro Verdat
S.L. Giardinelli
Paola Santilli
Concetta Daidone
Fabiola Murri
Valeria Vitulli
Antonio Di Campli
Fabio Di Paolo
Mario Paris
Daniele Guerrieri
Amilcare Di Paolo
Laura Buzzetti
Valerio Simoncini
Nadia Parisi
Alessia Cigliano
Giancarlo Ciccozzi

Josephine Zayal (Siria)
Herman Chavar (Argentina)
Merima Fetahovic (Serbia).

All'inaugurazione nelle sale del prestigioso Mu.mi. (Museo Michetti) a Francavilla al mare, presenzierà il sindaco Antonio Luciani, l'ideatore e curatore Sandro Lucio Giardinelli, e il poeta e scrittore d'arte Ciro Cianni che curerà i testi e modererà l'evento.
Durante il vernissage si potranno degustare prodotti tipici abruzzesi.
La manifestazione ha ricevuto il Patrocinio del comune di Francavilla al mare. La mostra potrà essere visita dal 20 ottobre e il finissage il 04 novembre 2018.

Francavilla al Mare. Questa mattina al Foyer di Palazzo Sirena si è svolta la presentazione dell'Adriatic Film Festival, in programma dal 28 al 30 settembre prossimi nella stessa struttura.
“Possiamo dire che questo evento, oltre a chiudere la stagione estiva, apre quella autunnale – ha sottolineato il sindaco di Francavilla, Antonio Luciani – noi tentiamo di dare vita culturale a Francavilla. Questo è un territorio che ha un vero contenitore che è Palazzo Sirena che è operativo dalla scorsa stagione e quindi si dà il via al cartellone autunnale. L’Adriatic Film Festival, organizzato dall’associazione Adriatic Movie, che ringrazio, sarà sicuramente un’occasione per vedere tanti cortometraggi di vario genere. Insomma si parlerà di Cinema, non lo si faceva da tanto tempo a Francavilla dato che l’unica sala cinematografica rimasta aperta è stata chiusa, quindi in questo nuovo contenitore faremo Teatro, Musica, Cinema e partiamo con questo Festival che è molto atteso e sicuramente sarà seguito da molte persone. Approfitto anche per ringraziare e salutare l’associazione Alphaville che è stata sempre attiva e operativa in questo settore con la presidente Grazioso e tanti volontari che danno anima e corpo per il Cinema anche nei momenti in cui non c’era un contenitore adatti per accoglierli, per di più gli daremo questo spunto e questa spinta. La cultura ha molte sfaccettature e vuol dire far vivere una comunità in modo integrale perché se si vuol far crescere la nostra comunità lo si può fare solo attraverso la cultura e non attraverso la repressione, città militarizzate, la cultura è la chiave di volta per il futuro della nostra comunità”.
Il programma. Si parte venerdì 28 settembre con la serata “Non solo corto”: alle 16.30 apertura manifestazione, alle 17 “La musica nel Cinema” con il concerto di Cinedelika (Original NON conventional soundtracks”. Alle 18.15 proiezione corti in concorso: “Bismillah” di Alessandro Grande (Italia), “Peggie” di Rosario Capozzolo (Usa), “Someone (Irgenwer)” di Marco Gadge (Germani). Alle 19.15 “Esff Edimburgh Short Film Festival – International corner”, proiezioni de migliori lavori selezionati dal Festival di Edimburgo con intervento del Festival Director Paul Bruce. Alle 20 proiezione corti in concorso: “Rise of a star” di James Bort (Francia), “Lost in the middle” di Senne Dehandschutter (Belgio), “Acquario” di Lorenzo Puntoni (Italia). Alle 21 proiezione documentario in concorso “Terraform” di Sil Van Der Woerd (Indonesia). Alle 21.30 proiezione film fuori concorso “Quanto basta” di Francesco Falaschi con intervento dell’attore protagonista Luigi Fedele. Sabato 29 settembre serata “Caffè corto/Scuola”: alle 15 proiezione corti in concorso: “La giornata” di Pippo Mezzapesa (Italia), Game di Jeannie Donohoe (Usa), “Il regalo di Alice” di Gabriele Marino (Italia), “Mama” di Eduardo Vieitez (Spagna). Alle 16.30 “BSFF: Bruxelles Short Film Festival” – International corner”: proiezione dei migliori lavori selezionati dal Festival di Bruxelles con intervento del Festival Director Fred Martin. Alle 17.30 proiezione Corto Scuola e premiazione: “Seventy” di Jiage Tong (Cina), “Spirito Santo” di Michele Marchi (Italia) con intervento del regista, “La faim va tout droit” di Giulia Canella (Italia) con intervento della regista. Alle 18.15 proiezione del corto fuori concorso “Scala 6” con intervento dei registi e degli attori e “Ifa Academy – Scuola di Cinema” con l’intervento del direttore Cristiano Di Felice. Alle 19 proiezione documentario in concorso “The european dream: Serbia” di James Alekos (Spagna), con intervento del regista, alla stessa ora premiazione del miglior documentario. Alle 19.45 proiezione corti in concorso: “Denise” di Rossella Inglese (Italia), “Parru pi tia” di Giuseppe Carleo (Italia), “Nightshade” di Shade El-Hamus (Olanda). Alle 21.30 proiezione film fuori concorso “Beate” di Samed Zarmadili” con intervento dell’attrice protagonista Donatella Finocchiaro. Domenica 30 settembre alle 16 proiezione corti in concorso: “Amici comuni” di Marco Castaldi (Italia) con intervento del regista “La lepre” di Svletana Noskova (Italia), “One small step” di Aqsa Altaf (Usa). Alle 17 presentazione della giuria tecnica con l’intervento di Gianluca Arcopinto (produttore), Piercesare Stagni (docente e storico del Cinema), Michele D’Attanasio (direttore della fotografia), Cristiano Di Felice (regista). Alle 17.15 proiezione di “Chimera” con intervento di Gianluca Arcopinto. Alle 18 proiezione e premiazione dei corti vincitori: premio miglior corto Italia, premio miglior corto internazionale, premio miglior regia, premio miglior fotografia, premio miglior attrice, premio miglior attore. Alle 21 proiezione del film fuori concorso “The end?” di Daniele Misischia con l’intervento dello stesso regista.
“Il Festival si propone come un evento che vuole promuovere il Cinema indipendente in tutte le sue forme, con cortometraggi, documentari e film – ha spiegato il presidente dell'associazione Adriatic Movie, Guido Casale – ringraziamo il Comune di Francavilla per l’opportunità che ci ha dato. Questa è la prima edizione, avremo cortometraggi da 9 Paesi diversi, è un programma di grande qualità con più di 400 cortonetraggi selezionati grazie ad una giuria qualificata formata da Gianluca Arcopinto, michele D’Attanasio, Cristiano Di Felice e Piercesare Stagni. Oltre ai cortometraggi e ai documentari che sono sia di sezione regionale che nazionale, è prevista anche una serie di film fuori rassegna, avremo la possibilità anche di avere alcuni attori dei film del Festival come Luigi Fedele, Premio Nastro d’Argento a Venezia nel 2016, che presenzierà il film ‘Quanto basta’. La serata successiva invece ci sarà l’intervento di Donatella Fiocchiaro, attrice molto richiesta in questo momento nel panorama italiano, il film che lei presenzierà è ‘Beate’, è di recente uscita, poche settimane fa è stato presentato a Roma. E nell’ultima serata ci sarà la proiezione di un film fuori concorso, ‘The End’, anche questo uscito da pochissimo, ed interverrà il regista Daniele Misischia. L’idea è nata perché noi sostanzialmente siamo un’associazione formata da filmmakers, avevamo come idea quella di creare un evento cinematografico che si occupasse in particolare della promozione dei cortometraggi. Questo perché in questo momento non ci sono eventi nella zona che promuovono questa forma particolare di Cinema, quindi abbiamo pensato di organizzarlo in questa sede, l’Auditorium si presta tantissimo a eventi del Cinema, da subito abbiamo pensato di organizzarlo qui e grazie al sindaco e all’amministrazione è stato possibile”.

Francavilla al Mare. "Come è noto il 6 ottobre è il termine per eliminare le cause di incompatibilità alla candidatura, tra le quali è prevista la carica di Sindaco di città superiori a 5.000 abitanti. La storia che riguarda i Sindaci d'Abruzzo si intreccia con l'art. 53 del TUEL: “le dimissioni presentate dal sindaco ... diventano efficaci ed irrevocabili trascorso il termine di 20 giorni dalla loro presentazione”. Il significato è chiaro. Le dimissioni non sono efficaci e non hanno alcun effetto né sulla carica né sulla funzione se non decorsi 20 giorni dalla loro presentazione. Le mie verranno protocollate, quindi, il 13 settembre 2018".

Lo afferma il sindado di Francavilla sulla pagina Antonio Luciani - #perlabruzzoconantonio, e prosegue: "Continuerò ad esercitare le mie funzioni h24 come ho sempre fatto ed avrò tempo fino al 3 ottobre 2018 per decidere serenamente se ritirarle. Questi 20 giorni saranno utili per capire se le numerose istanze che mi giungono da ogni parte della Regione Abruzzo affinchè mi candidi per la carica di Presidente non possano essere ricondotte su altre ipotesi. Istanze legate al merito delle questioni, dal turismo all'ambiente, dalla sanità ai trasporti, dall'agricoltura alle politiche sociali alle infrastrutture, per rendere grande come merita il nostro Abruzzo. Non ho mai fatto mistero della mia aspirazione né del mio stato d'animo. Mi sentirei pronto, prontissimo ad affrontare questa sfida se non ci fosse la mia Francavilla a sussurarmi di restare. Sono un po' sconcertato dalle discussioni di questi giorni, tutte incentrate sui nomi di questo o di quello schieramento e non affatto rivolte al merito e ai territori. La buona politica avrebbe dovuto rivolgersi all'ascolto, all'autocritica. Segnare una rottura con il passato, fare un bagno di umiltà e ripartire dalle persone, termine quest'ultimo tanto caro a uno dei padri costituenti, lo statista Aldo Moro. Già, perchè sono le persone al centro dell'universo, non certo i simboli. Invece continuano i balletti romani, le scelte verticistiche, le spartizioni".

"Mi sento un corpo estraneo rispetto a queste dinamiche - conclude Luciani - che non accetto e non tollero e come me tante persone nel nostro territorio regionale. Anche per questi motivi non escludo un possibile coinvolgimento al di fuori dei partiti tradizionali alcuni dei quali danno l'impressione di avere a cuore solo la loro conservazione o la loro crescita, a partire da quelli di governo. Altra dovrebbe essere la loro funzione. Ho a cuore la mia città. Ogni volta che mi fermo a pensare a questa possibile scelta il mio respiro rallenta, il mio cuore scoppia. Il percorso di Francavilla al Mare deve proseguire e proseguirà comunque, la strada è stata tracciata ed è quella giusta".

Francavilla al Mare. Gravi disagi per un 34enne disabile di Francavilla al Mare che nel pomeriggio di ieri, sabato 8 settembre, intorno alle 18 si è recato alla fermata dell’autobus, linea 21 della Tua, per dirigersi a Pescara.
Ben tre mezzi, di tre corse consecutive, presentavano l’apposita pedana per potergli permettere di salire a bordo non funzionante. All’arrivo del terzo bus la situazione si è risolta con l’autista e due passeggeri che si sono gentilmente prestati a farlo salire con le loro forze, però non senza rischi per l’incolumità del 34enne che tra l’altro aveva già dovuto attendere circa 45 minuti alla fermata.

Francavilla al Mare. Settembre inizia con una bella notizia per il Comune di Francavilla al mare e per molti comuni della Val di Foro. Grazie ad un progetto presentato, abbiamo ottenuto un finanziamento di 70.000 euro sul bando regionale Empowerment delle Istituzioni Locali, per il sostegno alla gestione associata dei servizi di progettazione, programmazione e accesso ai finanziamenti resi disponibili a valere su programmi europei, nazionali e regionali . Il progetto ottenuto anche grazie al partenariato già collaudato con i Comuni di San Giovanni Teatino, Miglianico, Torrevecchia, Villamagna, Vacri, Ripa Teatina e Ari, prevede l'apertura di uno sportello di progettazione comunitaria e un ciclo di formazione per il personale degli enti suli temi della progettazione, del monitoraggio e della gestione dei fondi europei, nazionali e regionali.
Lo sportello, nello specifico, gestito da un team multi professionale, non solo dovrà migliorare la capacità degli Enti di intercettare tutti finanziamenti possibili, ma dovrà essere una sentinella per tutto il territorio, comunicando all'esterno, alle imprese, ai professionisti, alle associazioni e a tutta la società civile le numerose opportunità di finanziamento comunitarie, nazionali e regionali. Sarà quindi centrale tutta la strategia di comunicazione esterna, soprattutto costruita sul sito web e i canali sociale (Facebook, Instragram, Telegram, News Letter etc.), sulla quale il progetto investe risorse organizzative e finanziarie.

Il corso di formazione ha invece l'obiettivo di aumentare le competenze interne all'ente in tema di progettazione e gestione dei fondi comunitari, attraverso moduli specifici che spazieranno dalla formazione in tema di lettura di dati statistici fino alla contabilità di progetto e all'uso delle principali piattaforme informatiche per il monitoraggio e la rendicontazione della spesa comunitaria. "Questo filone di attività è molto importante" sottolinea il Vice Sindaco "Francesca Buttari " perché le amministrazioni pubbliche hanno bisogno di occasioni di maturazione e di apprendimento in tema di progettazione e gestione di risorse comunitarie. E' sempre ancora alto il ricorso all'esterno per questo tipo di attività. Per questo siamo molto contenti di riuscire a dare questa occasione al nostro Ente"

L'obiettivo principale del progetto è quello di creare e sedimentare delle competenze che superino il progetto stesso e di dare ai nostri comuni la possibilità di accedere a tutte le risorse aggiuntivi possibili, in questo momento di sempre minore disponibilità di risorse ordinarie . " In questi anni abbiamo fatto già moltissimo in termini di accesso ai finanziamenti europei e nazionali" conclude il Vicesindaco " portando sul territorio cifre a sei zeri, su tanti settori, dal sociale allo sport fino ai lavori pubblici e all'ambiente, costituire un team di progettazione era però un nostro obiettivo strategico, che si realizza anche grazie ad un finanziamento regionale. Solo internalizzando le competenze , gli Enti vinceranno le sfide del futuro, nel quale chi saprà attingere di più e meglio alle risorse comunitarie, nazionali e regionali , sarà più capace di dare risposte adeguate ai propri territori".

Francavilla al Mare. A quarant’anni dal sequestro e dall’omicidio di Aldo Moro, il dibattito sulla sua vita, sulle sue idee politiche e giuridiche, sulla sua attività di governo e soprattutto sulla sua tragica fine è ancora aperto e assai vivo, a conferma del prestigio e dell’importanza della figura dello statista democristiano e dell’attualità del suo pensiero.

Il Comune di Francavilla al Mare, in collaborazione con la Fondazione Bertrando e Silvio Spaventa, ha deciso di organizzare sabato 1° settembre alle ore 18,30, presso il Pontile a mare, un convegno per discutere dell’eredità morale e politica di Moro, ossia di ciò che è vivo e profondamente attuale del suo pensiero e della sua attività pubblica. Uomo del dialogo e del confronto democratico tra le diverse forze politiche, sinceramente rispettoso delle idee e delle convinzioni altrui e lontano da ogni tipo di ottuso fanatismo, Moro rappresenta un punto di riferimento obbligato per quanti auspicano una politica non ridotta a rissa quotidiana e a continua delegittimazione dell’avversario. Inoltre, i principi fondamentali del suo pensiero, quali il valore e la dignità della persona umana, l’importanza della solidarietà sociale e del ruolo delle libere associazioni, la necessità di difendere le istituzioni democratiche da ogni minaccia interna ed esterna, conservano ancora un’indubbia validità e possono fungere da stelle polari anche nell’Italia di oggi. Un’Italia che, come affermò lo stesso Moro nel suo ultimo intervento alla Camera dei Deputati il 28 febbraio 1978, «non si salverà» se non vedrà nascere «un nuovo senso del dovere», alimentato dal rispetto dei valori sanciti dalla Costituzione e dal quotidiano impegno di governanti e cittadini per una loro effettiva realizzazione.

Dopo i saluti del Sindaco di Francavilla al Mare Antonio Luciani, sarà Raffaele Bonanni, Presidente della Fondazione Bertrando e Silvio Spaventa, ad introdurre il convegno, sottolineando l’impegno della Fondazione abruzzese nel custodire la memoria dei grandi padri della patria. Prenderà poi la parola Rocco D’Alfonso, storico del pensiero politico e Responsabile Cultura dell’Ufficio di Presidenza della Regione Abruzzo, che ripercorrerà l’itinerario culturale e politico dello statista pugliese con la sua preziosa eredità morale e civile. Infine, sarà l’ambasciatore Arnaldo Sanguini a chiudere il convegno, soffermandosi principalmente sull’attività di Moro nel campo della politica estera. Modererà il convegno Silvano Barone, caporedattore TG3 Abruzzo.

In caso di pioggia, la manifestazione si svolgerà all'interno del Foyer di Palazzo Sirena, antistante il pontile.

Francavilla al Mare. Verra' presentato sabato alle 18 presso lo stabilimento balneare E' nata una stella di Francavilla al Mare, il nuovo libro di Marco Strona "Artrosi e osteoporosi", un interessante saggio su questi fastidiosi "disturbi" che affliggono purtroppo diverse persone.
Il dottor Strona, qualificato fisioterapeuta, dopo una disamina delle principali cause alla base delle due malattie, fornisce consigli e soluzioni. Il libro verra' presentato alla presenza dell'autore, dell'editore Arturo Bernava e del prof. Massimo Pasqualone.

Francavilla al Mare. Per le cattive condizioni atmosferiche, la quindicesima edizione del “Premio Culturale MuMi” non si terrà domenica 26 agosto ed è stata rinviata a data da destinarsi. Nei prossimi giorni, recita una nota della segreteria del "Premio MuMi", verrà comunicata la nuova data.
Quest'anno il prestigioso riconoscimento è stato conferito all'attore Fortunato Cerlino (il don Pietro Savastano nella fiction di Sky “Gomorra”) e alla “Fondazione Ada Manes – for children onlus” presieduta dalla dottoressa Maria Grazia Andriani.
Durante la serata era prevista la partecipazione del tenore Piero Mazzocchetti. L'appuntamento si terrà entro il prossimo mese di settembre.

Pescara. Sculture, graffiti, stampe e pale, tutte in cioccolato, che riproducono le tele e gli autoritratti di Francesco Paolo Michetti: sono decine le opere d’arte realizzate in cioccolato dallo chef Maurizio Tricca, docente dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara e che sono in vendita all’interno dell’evento ‘Al Cenacolo dei Sapori’ aperto sino a domani, domenica 26 agosto, a Francavilla al Mare, e il ricavato verrà devoluto alla Lilt – Lega Italiana Lotta contro i tumori – Sezione di Pescara, presieduta dal professor Marco Lombardo, Coordinatore della Lilt Abruzzo. L’iniziativa si inserisce all’interno dell’evento promosso dalla professoressa Laura Intilangelo, Presidente dell’Associazione ‘Gli Amici del Cenacolo’.
“La Lilt – ha detto il Presidente Lombardo – è impegnata in una nuova stagione di grandi e intense attività: con il ritorno dell’autunno ci prepariamo alla nuova campagna senologica del ‘Nastro Rosa’, con visite ed ecografie gratuite a donne giovani, di età compresa tra i 25 e i 49 anni. Poi ripartiranno le attività all’interno delle scuole con il ‘Progetto Sistema Salute’ e la produzione degli elaborati che mostreremo in occasione del Terzo Convegno nazionale della Lilt in ottobre. Stiamo preparando la prima Campagna di prevenzione al maschile, dunque una stagione ricca di appuntamenti in cui porteremo avanti il nostro obiettivo, ovvero quello di fare informazione a tutto campo sulla prevenzione oncologica, perché fare prevenzione salva la vita. Puntiamo alla prevenzione primaria, ovvero insegnare ai cittadini uno stile di vita corretto, sano, che ci consentirà di abbattere l’incidenza dell’insorgenza del cancro del 40 per cento entro i prossimi dieci anni; poi la prevenzione secondaria, ossia fare i controlli costanti, partecipare alle campagne di screening, perché scoprire un tumore nel suo stadio iniziale, quando è ancora piccolissimo, significa guarire; e poi la prevenzione terziaria, ovvero costituire una rete di sostegno per chi già si è ammalato e ha bisogno di riabilitazione o di supporto socio-assistenziale. In queste attività continue – ha sottolineato il Presidente Lombardo – ogni aiuto, ogni contributo è prezioso, essenziale, e per questo ringraziamo il professor Tricca, sempre al fianco della Lilt nei nostri eventi, per aver promosso un’iniziativa di solidarietà tanto preziosa per l’Associazione”. La Lilt è stata ospitata in uno stand all’interno dell’evento ‘Al Cenacolo dei Sapori’ dov’è possibile scoprire e acquistare le sculture di cioccolato del professor Tricca ispirate agli artisti michettiani e dannunziani e alla Bella Epoque.

Francavilla al Mare. Domenica 26 agosto alle ore 21.30, lo scenario della quindicesima edizione del “Premio Culturale MuMi” sarà Piazza del Convento Michetti con la partecipazione straordinaria dell’attore Fortunato Cerlino (il don Pietro Savastano nella fiction di Sky “Gomorra”) del tenore Piero Mazzocchetti. La serata sarà interamente dedicata alla “Fondazione Ada Manes – for children onlus” presieduta dalla dottoressa Maria Grazia Andriani.
La serata, che rientra negli appuntamenti della rassegna “Al Cenacolo di sapori: Francavilla e l’estate di Michetti”. La serata sarà condotta dalla giornalista Mila Cantagallo e il palcoscenico avrà una cornice d’eccezione con due luoghi culturali della città rivierasca, il Convento Michetti (dove si riuniva l’allegra brigata con Michetti, D’Annunzio, Tosti, Barbella) e la villa “La Romita” (dove ha vissuto il compositore Alessandro Cicognini, autore di centinaia di colonne sonore per il cinema degli anni 40-60).
Il “Premio Culturale MuMi” è stato fondato ed è presieduto dal compositore e regista francavillese Davide Cavuti e nel corso degli anni il riconoscimento è stato assegnato a grandi personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo quali Ugo Pagliai, Giorgio Albertazzi, Ambra Angiolini, Michele Placido Gabriele Cirilli, Lino Guanciale, Arnoldo Foà, Grazia Di Michele, Paola Gassman, Edoardo Siravo, Dacia Maraini e ha coinvolto associazioni che operano in favore dei più deboli quali l’Arda, l’Ail, Amico, Unicef, Fondazione Il Cireneo, etc.
Per la quindicesima edizione, il Premio MuMi è stato assegnato per la sezione ”Miglior attore dell’anno” a Fortunato Cerlino, per la sua interpretazione del boss don Pietro Savastano nella fiction di Sky “Gomorra”: l’attore napoletano Cerlino è attivo, oltre che in Tv, anche al Cinema e in Teatro. È, inoltre, autore del libro “Se vuoi vivere felice” edito da Einaudi.
“Non bisogna eludere l’obbligo morale di occuparsi dei più deboli nella cultura dell’amore e del rispetto che ha bisogno però di concretizzarsi nell’agire di ciascuno di noi” si legge nelle note di regia della serata.
Ospite della kermesse di solidarietà il cantante Piero Mazzocchetti, già vincitore del Premio MuMi nel 2010, e ambasciatore Unicef. Parteciperanno numerose associazioni di solidarietà per una rassegna che da anni è vicina alle persone che soffrono e alle associazioni che operano nel sociale.
Il Premio, denominato il “tronchetto della solidarietà”, verrà realizzato dall’Associazione Orizzonte presieduta da Michela Mattoscio.
Durante la serata interverrà la “Fondazione Ada Manes”, che riceverà il riconoscimento come “Ente impegnato nella solidarietà” è presieduta da Maria Grazia Andriani: la Ada Manes Foundation for Children Onlus nasce a Pescara con lo scopo di facilitare le terapie chirurgiche dei bambini di ogni luogo e provenienza sociale, con particolare attenzione alla formazione in chirurgia pediatrica del personale medico nei Paesi a risorse limitate.
Avendo radici forti nella città di Pescara da cui prende vita, la Fondazione in primo luogo affianca la Unita Operativa Complessa (UOC) di Chirurgia Pediatrica, unica realtà nella Regione Abruzzo, e crea la possibilità per i bambini nati in contesti meno fortunati, di avere all’occorrenza le giuste cure chirurgiche: si è cosi proiettata nei “Paesi a Risorse Limitate” (Etiopia, Tanzania, Haiti, Sudan) partecipando, in rete con altre istituzioni non profit, a missioni di Chirurgia Pediatrica, preferendo quelle a carattere formativo con training on the job, per un efficace trasferimento di know how alle risorse professionali locali.
Nei “Paesi a Risorse Limitate”, la Fondazione ha lavorato in associazione con altre non profit, partecipando a numerose missioni di Chirurgia Pediatrica: dal 2016 al 2018 per cinque volte in Haiti (di 21 gg l’una), per la formazione in chirurgia pediatrica di due giovani chirurghi generali. Tale formazione avviene nell’ambito del progetto della Fondazione Francesca Rava-NPH Italia Onlus di attivazione di un reparto di Chirurgia Pediatrica, presso l’Hopital Saint Damien di Port au Prince–Haiti , unico ospedale pediatrico dei Caraibi..
La “Fondazione Ada Manes” ha effettuato la donazione all’Hopital Saint Damien di Port au Prince di Haiti di 100 dispositivi sanitari per la terapia degli empiemi pleurici che affliggono quasi 10 bambini al mese presso lo stesso Ospedale.

Pagina 1 di 44

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione