Fossacesia. L'Amministrazione Comunale di Fossacesia chiede la costituzione - e la convocazione in tempi ragionevolmente brevi- di un tavolo di lavoro che affronti la questione inerente la chiusura "definitiva", fissata al 2020, dei tribunali abruzzesi di Lanciano e Vasto. Il sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio ed il suo vice sindaco Paolo Sisti con una nota congiunta inviata al Presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso ed ai sindaci di Lanciano e Vasto, Mario Pupillo e Francesco Menna, hanno evidenziato che il tempo della proroga fino al 2020 deve servire per individuare una soluzione che consenta di salvare i presidi di giustizia abruzzesi, in ragione della loro specificità e delle funzioni fondamentali che svolgono per i cittadini. "Abbiamo seguito questa problematica da vicino da amministratori provinciali prima ed ora da amministratori comunali e dirigenti di partito - dichiarano Di Giuseppantonio e Sisti- Abbiamo riscontrato profonda preoccupazione nei professionisti (avvocati, commercialisti, ingegneri, architetti, geometri, tecnici ecc.) che lavorano quotidianamente nei Tribunali, nel personale giudiziario (cancellieri ecc.) e soprattutto nei cittadini che si rivolgono al servizio Giustizia e che chiedono più sicurezza." "La riforma della geografia giudiziaria, per come pensata e realizzata, penalizza pesantemente alcune zone dell’Abruzzo, ove invece è necessario avere presidi di giustizia, soprattutto con riferimento alla mancanza di sicurezza percepita dai cittadini negli ultimi anni, a fronte di episodi di criminalità sempre più frequenti." "Siamo consapevoli che individuare una soluzione per la salvaguardia dei tribunali abruzzesi è difficile e complicato, - proseguono gli amministratori di Fossacesia - ma è compito dei rappresentanti delle Istituzioni quello di battersi in tutte le sedi e fino alla fine per garantire sicurezza e giustizia ai cittadini abruzzesi." Di qui l'invito al Presidente della Regione Luciano D'Alfonso a promuovere un incontro operativo, esteso anche a tutti i sindaci ed ai rappresentanti degli ordini professionali, per studiare iniziative concrete dirette ad evitare la chiusura dei Tribunali di Lanciano e Vasto e degli altri abruzzesi(Avezzano e Sulmona). Contro la chiusura dei tribunali abruzzesi il sindaco Enrico Di Giuseppantonio, nella sua veste di segretario regionale dell'UDC, ha fatto approvare un documento dal consiglio nazionale del partito,che si ė tenuto recentemente a Roma. "Torneremo ad insistere nelle sedi parlamentari- ha precisato Di Giuseppantonio -per impedire che il progetto trovi spazio: non si può procede sempre con i tagli lineari. E’ una linea politica che non porta alla riduzione dei costi ma a quella dei servizi".

Lanciano. Si terrà domenica 22 ottobre a Lanciano la cerimonia organizzata dalla Sezione Bersaglieri in congedo, in occasione del 54° Anniversario della Fondazione del presidio frentano dei cappelli piumati, che avvenne nel lontano 1963 grazie all’iniziativa del giovane Ten Bers Nicola Ruicci e di altri appassionati bersaglieri lancianesi.
La Sezione associativa ha commissionato allo scultore Antonio Di Campli la realizzazione di un Monumento in marmo in memoria dei Bersaglieri caduti in guerra e in missione di pace, che sarà posizionato in Piazza Pace dietro il prestigioso Palazzo degli Studi.
L’evento si articolerà in due momenti.
Nella mattinata, dopo l’apposizione delle corone innanzi al Monumento dei Caduti, una breve sfilata lungo il Corso Trento e Trieste dei Bersaglieri delle Sezioni provenienti dalle quattro province abruzzesi, dei rappresentanti dei Corpi D’Arma e delle Autorità civili e militari del territorio.
Non mancherà un momento di raccoglimento con la Santa Messa verso le ore 11.00 prima dell’inaugurazione dell’opera marmorea che ritrae il volto del Fondatore della Sezione di Lanciano, il Ten Bers Nicola Ruicci, e la consegna dei riconoscimenti.
Nel pomeriggio, alle ore 18, in Piazza Plebiscito si esibirà la Fanfara “ A. Lamarmora” di Casoli con un repertorio ricco ed emozionante di canzoni e marce bersaglieresche.
I bersaglieri di Lanciano, nella persona dell’attuale Presidente Bers Camillo Salerno, invitano tutta la cittadinanza a partecipare con calore ad un momento tanto atteso e coltivato negli anni, con l’unico scopo di lasciare un ricordo tangibile del Corpo dei Bersaglieri nella città di Lanciano che hanno rappresentato e che rappresentano con orgoglio in ogni raduno nazionale e regionale nonchè nel corso delle chilometriche imprese “eroiche” con le staffette dei gruppi dei podisti e dei ciclisti sulle biciclette della prima guerra mondiale, animati da un innato spirito di patriottismo che appartiene alla storia della città.

Lanciano. “Bloccare e sospendere immediatamente il bando di selezione pubblicato dalla SASI per assumere con contratto indeterminato 67 figure poiché, oltre  a vizi di forma e di trasparenza, esistono criteri legislativi e sentenze recentissime  oggettive per sostenere che tale avviso sia totalmente illegittimo”. Questo l’annuncio dato dal consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo durante la conferenza stampa convocata per questa mattina a Lanciano per spiegare le sue ragioni in merito al bando pubblicato dalla società SASI. Documenti alla mano Febbo spiega quanto segue: “ Il presidente Basterebbe nella sua recente conferenza stampa, dove sosteneva le ragioni e la legittima dell’avviso pubblico, individua esattamente la natura giuridica dell’ente ossia dichiara letteralmente come la SASI SpA sia ‘una società partecipata, totalmente pubblica, cioè soggetta al Codice Civile e alla Legge Madia’’. Quindi il Presidente dovrebbe sapere appunto come il Decreto legislativo 175/2016 (cosiddetto Legge Madia) pone tra i divieti e assume primario rilievo proprio quello sancito dall’art. 25, comma 4, che prevede per le società in controllo pubblico, il blocco fino al 30 giugno 2018, di nuove assunzione a tempo indeterminato, se non attingendo, con le modalità stabilite da un decreto ministeriale, all’elenco dei lavoratori dichiarati eccedenti a seguito della ricognizione del personale in servizio alla data del 30 settembre 2017. Vero si che il Decreto ministeriale di attuazione ancora non viene pubblicato ma è altresì vero che la Corte dei Conti si è già espressa in ben due sentenze sia in quella pronunciata dalla Corte dei Conti della sezione Abruzzo numero 252/2016 sia in quella, più recente, della Corte dei Conti della Regione Puglia numero 71/2017 dove scrivono ed evidenziano entrambe "nonostante il decreto non sia stato ancora approvato (e quindi al momento non sia possibile attingere agli elenchi del personale eccedentario, di cui proprio il decreto deve fissare le modalità di utilizzo), il divieto di assunzione è operativo ed assoluto" (testuale) Quanto appena sottolineato – evidenzia Febbo – rende illegittimo l’avviso pubblico della SASI sul piano legislativo e normativo e lunedì stesso, ultimo giorno utile per inoltrare e presentare domanda, presenterò una precisa diffida stragiudiziale all’attenzione del Difensore Civico regionale chiedendo la sospensione immediata dell’avviso pubblico per i motivi appena illustrati. A queste gravi criticità legislative esposte – continua Mauro Febbo – vi sono altre anomalie che non possono essere sottaciute. Innanzitutto la scarsa comunicazione e poca trasparenza dell’avviso visto che è stato pubblicato solo il 2 ottobre sul sito dell’Ente con scadenza il 16, praticamente con solo 15 giorni di pubblicazione. Altrettanto singolare è la procedura di valutazione dei candidati dove dal bando si evince come non esista un’adeguata e precisa tipologia di selezione senza prove idonee scritte e orali ma solo un colloquio con da effettuare con un Commissione interna o esterna. Inoltre ad oggi non sappiamo da chi e come sarà composta tale commissione esaminatrice che deve essere, a mio avviso, invece specificato nell’avviso.  Si sarebbe auspicato una maggiore trasparenza da parte della SASI nella parte in cui parla di Commissione esaminatrice o Società esterna lasciando tutto nel vago. Ciò per una un più efficace e completa tutela del principio di imparzialità, in particolare negli avvisi pubblici. A tal proposito si richiama un principio ormai ribadito dall’ANAC  secondo il quale nella scelta delle commissioni esaminatrici bisogna “impedire ab origine il verificarsi di situazioni di interferenza" che possano "pregiudicare il principio di imparzialità” (delibera n. 421 del 13 aprile 2016). Ma la cosa che mi lascia molto perplesso e interdetto sono invece i requisiti richiesti per accedere ad uno o più dei 17 profili di impiego che sono stati inserti nel bando. Infatti è molto strano come in tutti i profili viene richiesto il possesso della patente B (come se nel 2017 fosse una rarità ...mah !!!) tranne invece alla figura relativa all’addetto allo Sportello Online. Un particolare che naturalmente mi fa dubitare circa il possesso o meno dell’attuale lavoratore incaricato a questa specifica mansione . Stessa storia vale per la ricerca delle tre figure amministrative dove si richiede tra i requisiti il diploma secondaria superiore ma costituisce titolo preferenziale la Laurea in Economia e Commercio, Laurea in Servizi Giuridici e Laurea in Giurisprudenza e anche qui mi sorge spontaneo la curiosità di conoscer i titoli delle tre figure che oggi ricoprono quel specifico ruolo. E  potrei continuare anche per gli altri profili per dimostrare al Presidente Basterebbe che non è come dichiarato da lui in conferenza stampa. Pertanto – conclude Febbo – auspico che, sia per i motivi ostativi che impone la Legge Madia sia per i vizi di forma e di sostanza contenuti nell’avviso, la SASI sospenda  immediatamente l'avviso  di selezione del personale prima di incorrere in una valanga di ricorsi, e non solo amministrativi, che esporrebbero la Società ad una ingovernabilità senza precedenti oltre al danno che potrebbe causare ad un ente pubblico specifico ed importante per il nostro territorio”.

Lanciano. Nuovo appuntamento con Annalisa Giuliani e il suo romanzo d’esordio, “L’amore coniugato”. Dopo la fortunata presentazione al Teatro Comunale di Atessa, la Giuliani sarà ospite dell’Agenzia di Promozione Culturale giovedì 12 ottobre alle 17.30 per parlare del suo primo libro con Antonella S. Fantini nella sede dell’Agenzia a Palazzo De Crecchio, in via dei Frentani 30.
“L’amore coniugato” – novità editoriale della Ianieri di Pescara, introdotto da una nota di Sandro Bonvissuto – narra dell’amore. Quello tra Artemisia ed Ernesto, legati indissolubilmente l’una all’altro da un sentimento profondo. E del loro tempo, sospeso, clandestino, perché tempo di amanti, tempo rubato, tempo nascosto. Artemisia, giovane, bella, avvocato civilista in carriera, sarà costretta a scegliere tra il loro amore condizionato e quello per il figlio che ha in grembo.
La scelta la porterà a rivisitare il suo doloroso passato, segnato dalla morte precoce della madre, e a cambiare vita per evitare sofferenze al nascituro. Solo allora Artemisia scoprirà che l’amore autentico non si esaurisce ma si trasforma, passa di persona in persona, torna al punto di partenza. Sempre uguale, sempre diverso. Coniugato, appunto.
Annalisa Giuliani è nata nel 1968 ad Atessa, dove vive e lavora come avvocato civilista. Vincitrice di concorsi per racconti brevi, è stata premiata al “John Fante” con una menzione speciale nel 2013 e col primo premio della giuria tecnica nel 2015 per “Sogni nella casa di bouganville”.

Lanciano. Una stagione indipendente. Anche per la stagione 2017/2018 il Teatro Studio di Lanciano, diretto da Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini, si qualifica sempre di più nel territorio frentano come punto di riferimento del teatro e delle arti per le nuove generazioni. Scuola di Teatro, “Teatro Classico Contemporaneo” (la nuova stagione di teatro), “FrentArte” (spettacoli del territorio) e “Ragazzi a teatro – stagione di teatro ragazzi”.
Teatro, eventi e i corsi settimanali della Scuola di Teatro (80 allievi per 8 corsi attivati). Così si presenta la undicesima stagione di attività teatrali e culturali del Teatro Studio di Lanciano. Una stagione indipendente, “coraggiosa” e “in bilico” in quanto prodotta, gestita e allestita da una compagnia che vive e lavora dentro il nuovo Teatro Studio appena inaugurato a Treglio in via Abbazia.
22 tra spettacoli ed eventi distribuiti in 3 distinti cartelloni –TEATRO CLASSICO CONTEMPORANEO, 11 spettacoli diversi per generi e stili ma tutti accomunati dalla capacità di rielaborare testi classici con linguaggi contemporanei, FRENTARTE 7 spettacoli/eventi con diverse produzioni del territorio e 4 spettacoli per una stagione di teatro ragazzi denominata RAGAZZI A TEATRO! -, una programmazione che offre agli spettatori giovani e meno giovani le indicazioni necessarie a seguire i percorsi della scena contemporanea e delle produzioni artistiche del territorio, per poterne condividere aspirazioni e traguardi, anomalie e inquietudini.
Il Teatro Studio Lanciano è riuscito nuovamente a creare un cartellone di attività culturali attese con grande curiosità dal pubblico dell’intero comprensorio frentano. E il pubblico nel decimo anno di vita del TEATRO STUDIO c’è stato, ha apprezzato, si è divertito e ha risposto a tutti i nostri inviti con grande curiosità e passione.

- I cartelloni della Stagione teatrale del Teatro Studio di Lanciano 2017/2018

Per la stagione TEATRO CLASSICO CONTEMPORANEO ospiteremo (tra gli altri) la commedia “La Banda” con Federico Perrotta, “Cyrano” di Rostand regia Roberto Galano del Teatro dei Limoni di Foggia, “I Corteggiatori – parole d’amore da Merini a Neruda” del duo pugliese CompagniaDeloi, “Il Cilindro” di Eduardo De Filippo regia Michele Di Mauro, “Il Tesoro dell’Abbazia” spettacolo di commedia dell’arte a cura di Giuliano Bonanni compagnia Mask di Udine. Proporremo “La Cantata dei Pastori” regia Stefano Angelucci Marino produzione Teatro Stabile d’Abruzzo e il lavoro più significativo di teatro contemporaneo realizzato in questi ultimi anni dal Teatro del Sangro, “Tanos”, nella versione in italiano e spagnolo portata in Argentina nel mese di agosto 2017. Novità assoluta della stagione sarà “Arturo lo chef in Sud America”, sequel teatrale del fortunatissimo “Arturo lo chef” che gira l’Italia dal 2004. Due appuntamenti originali in questa stagione per l’improvvisazione teatrale con lo spettacolo “Esercizi di Stile”. Divertimento assicurato. Infine il cartellone RAGAZZI A TEATRO! con gli spettacoli per bambini e famiglie, “Cenerentola” e “La Cantata dei Pastori” (produzioni rispettivamente del Teatro del Sangro e TSA) e “La vera storia del pifferaio di Hamelin” di e con Gaetano Tramontana SpazioTeatro di Reggio Calabria.

Programma completo consultabile su www.teatrostudiolanciano.com .
Info Teatro Studio: 340-9775471 o Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 


TEATRO CLASSICO CONTEMPORANEO
Stagione 2017/2018 – Teatro Studio Lanciano
Direzione artistica Stefano Angelucci Marino

domenica 29 ottobre 2017, ore 19.00 e ore 21.00
TANOS (spettacolo in italiano e spagnolo)
progetto scenico, testo e regia Stefano Angelucci Marino
con Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini
maschere Stefano Perocco di Meduna
musiche originali Giovanni Sabella
organizzazione Teatro del Sangro
produzione TEATRO STABILE D’ABRUZZO


domenica 17 dicembre 2017, ore 19.00 e ore 21.00
LA CANTATA DEI PASTORI
da Andrea Perrucci
libero adattamento dall’opera di Andrea Perrucci di Stefano Angelucci Marino
canti a cura di Filippo Sica
con Rossella Gesini, Tommaso Bernabeo, Carmine Marino, Michele Di Mauro e Stefano Angelucci Marino
regia Stefano Angelucci Marino
maschere Stefano Perocco di Meduna
produzione TEATRO STABILE D’ABRUZZO


domenica 21 gennaio 2018, ore 19.00 e ore 21.00
T4
da Pietro Floridia
regia Carmine Marino
con Rossella Gesini e Carmine Marino
Il Ponte/Teatro Studio


domenica 28 gennaio 2018, ore 19.00 e ore 21.00
IL TESORO DELL’ABBAZIA
regia Giuliano Bonanni spettacolo di Commedia dell’Arte
con Giuliano Bonanni, Chiara Donada, Rossella Gesini e Stefano Angelucci Marino
compagnia MASK Teatro

 


domenica 11 febbraio 2018, ore 19.00 e ore 21.00
CYRANO, L’OMBRA DEL MIO NASO
tratto da “Cyrano de Bergerac” di E. Rostand

con Roberto Galano, Giuseppe Rascio, Maggie Salice, Christian di Furia

musiche Christian di Furia

regia Roberto Galano
compagnia Teatro dei Limoni Foggia

 

sabato 17 febbraio 2018 ore 21.00
LA BANDA
con Federico Perrotta
una storia di swing, twist, mambo e carrarmati.
di Pierpaolo Palladino.
Regia di Manfredo Rutelli


sabato 3 marzo 2018 ore 21.00
SALOME’
da Oscar Wilde
regia Rossella Gesini
compagnia TS Lab Teatro Studio Lanciano


domenica 11 marzo 2018, ore 19.00 e ore 21.00
I CORETEGGIATORI – parole d’amore da Merini a Neruda
di e con Vito De Girolamo e Carlo Lo Iudice
produzione CompagniaDeLoi


domenica 25 marzo 2018, ore 19.00 e ore 21.00
IL CILINDRO
da Eduardo De Filippo
regia Michele Di Mauro
produzione La Torre di Babele


sabato 14 aprile 2018 ore 21.00
ARTURO LO CHEF
in Sud America
da J.Fante
di e con Stefano Angelucci Marino
Teatro Stabile d’Abruzzo/Teatro del Sangro

 

sabato 21 aprile 2018 ore 21.00
PROGETTO PIRANDELLO
regia Giuliano Bonanni, Rossella Gesini e Carmine Marino
Compagnia TS Lab Teatro Studio Lanciano
Laboratorio d’Arte Drammatica Tolmezzo (Udine)

 

FrentArte
Teatro Studio Lanciano 2017/2018


domenica 19 novembre 2017, ore 19.00 e ore 21.00
QUESTE E’ LU TEMPE DE MO’
di Leonello Marino
regia Carmine Marino
produzione Ass. Cult. ‘Il Ponte’

sabato 25 novembre 2017 ore 18.00
IL PATRIOTA GIARDINIERE
un libro di Umberto Nasuti
Casa Editrice Rocco Carabba

sabato 2 dicembre 2017 ore 21.00
LA VILLEGGIATURA
da Carlo Goldoni
regia Rossella Gesini e Carmine Marino
compagnia TS Lab Teatro Studio Lanciano/Vasto

giovedì 7 dicembre 2017 ore 18.30
VITO PANCELLA Vita e opere
a cura di Umberto Nasuti

sabato 13 gennaio 2018 ore 21.00
ESERCIZI DI STILE – SESSO, SESSO, SESSO!
spettacolo di improvvisazione teatrale
a cura di Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini
produzione TS Lab/Teatro Studio Lanciano/Teatro Studio Vasto

domenica 4 febbraio 2018 ore 18.00
NOZZE DI SANGUE di Federico Garcia Lorca
regia Marisa Zurlo
compagnia Arianna Sulmona

 

sabato 24 febbraio 2018 ore 21.00
ESERCIZI DI STILE – 40 GRADI ALL’OMBRA!
spettacolo di improvvisazione teatrale
a cura di Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini
produzione TS Lab/Teatro Studio Lanciano/Teatro Studio Vasto

 

RAGAZZI A TEATRO! - Rassegna di teatro ragazzi 2017/2018
Teatro Studio Lanciano
Direzione artistica Rossella Gesini


domenica 3 dicembre 2017, ore 17.00 e ore 19.00
LA VERA STORIA DEL PIFFERAIO DI HAMELIN
diretto e interpretato da Gaetano Tramontana
dalla fiaba dei fratelli Grimm
musiche di Marco Modica
produzione SpazioTeatro Reggio Calabria

domenica 17 dicembre 2017, ore 19.00 e ore 21.00
LA CANTATA DEI PASTORI
da Andrea Perrucci
libero adattamento dall’opera di Andrea Perrucci di Stefano Angelucci Marino
canti a cura di Filippo Sica
con Rossella Gesini, Tommaso Bernabeo, Carmine Marino, Michele Di Mauro e Stefano Angelucci Marino
regia Stefano Angelucci Marino
maschere Stefano Perocco di Meduna
produzione TEATRO STABILE D’ABRUZZO

domenica 25 febbraio 2018 ore 18.00
CENERENTOLA
con Rossella Gesini, Stefano Angelucci Marino e i ragazzi del TS Lanciano
regia Stefano Angelucci Marino
produzione Teatro del Sangro/TS Lanciano

Lanciano. Un bilancio molto positivo quello delle Feste di Settembre 2017, con un successo riconosciuto unanimemente al Comitato presieduto da Maurizio Trevisan, non soltanto da un punto di vista quantitativo, ma anche e soprattutto per la qualità e varietà del programma proposto.

Oltre cinquanta eventi, dalla Fiera di Sant’Egidio ai concerti finali di Dodi Battaglia e Alex Britti in piazza Plebiscito (invasa da un vero e proprio fiume di gente), passando per le meravigliose Luminarie di Gianfranco Paulicelli, le quattro serate di fuochi pirotecnici, la Banda Città di Fossacesia “Tanino De Vincentiis” per la prima volta posizionata in Largo San Giovanni, la grande partecipazione, soprattutto di giovani e bambini, alla sfilata del Dono e la sempre emozionante Processione alla Madonna del Ponte.

Ma, parlando di cifre, i numeri sono davvero straordinari. Sono state stimate più di 150mila le presenze durante le Feste di Settembre, considerando solo gli eventi principali: Fiera di Sant’Egidio (15mila), Dono (20mila), Apertura (20mila), UT New Trolls (15mila), Dodi Battaglia (35mila) e Alex Britti (50mila) che, considerato anche il bel tempo e il sabato, ha richiamato in città davvero un numero considerevole di persone. Numeri importanti non soltanto per le Feste di Settembre, ma perché hanno creato un indotto di straordinarie dimensioni, di cui hanno beneficiato tutti gli esercenti commerciali (bar, ristoranti, ambulanti, giostre, ecc.) e la città in generale. I conti sono presto fatti: se si ipotizza (ed è senz’altro un conto al ribasso) che ognuna di queste 150mila persone abbiano speso mediamente e complessivamente 10 euro in tutte queste serate, l’indotto per la città ammonta a un milione e mezzo di euro.

Continuando sull’onda dei numeri, nel corso della conferenza stampa organizzata questa mattina per tracciare il bilancio delle Feste, il presidente Maurizio Trevisan ha anche reso noto costi e ricavi. Le spese per le Feste di Settembre 2017 ammontano a circa 170mila euro (proprio in questi giorni si sta ultimando il bilancio nel dettaglio), a fronte di entrate che raggiungono circa 165mila euro (100mila solo di sponsorizzazioni, il resto ottenuto tra Sant’Egidio, Giostre, Lotteria, Questua e il contributo dell’Amministrazione Comunale di 10mila euro).

“Siamo riusciti pressoché a bilanciare entrate e uscite – ha dichiarato il presidente Maurizio Trevisan – con un lavoro straordinario e faticosissimo, soprattutto con gli sponsor privati che hanno risposto in maniera inaspettata. Molto più deludente, invece, la ‘risposta’ di alcuni commercianti del centro, soprattutto di chi beneficia direttamente delle centinaia di migliaia di persone presenti in città durante i giorni di Festa, nonché di alcuni ambulanti. Sono estremamente soddisfatto di come sono andate le Feste – aggiunge Trevisan – e un ringraziamento di cuore, a questo proposito, va fatto agli sponsor. Ringrazio l’Amministrazione comunale nella persona del Sindaco Mario Pupillo per la fiducia accordatami, gli Assessori Marusca Miscia e Francesca Caporale e i rispettivi uffici, che hanno lavorato con grande impegno per garantire la riuscita della manifestazione, che si è svolta senza intoppi e problemi particolari. L’augurio per il prossimo anno, se la mia candidatura dovesse essere riconfermata, è di riuscire, insieme al Comune, a superare qualche piccola criticità e sensibilizzare di più la città, per organizzare delle Feste non soltanto al livello di quelle di quest’anno, ma ancora più spettacolari!”.

Anche da un punto di vista qualitativo, il bilancio delle Feste di Settembre 2017 è assolutamente positivo, come testimoniato dai tantissimi apprezzamenti dei Lancianesi, arrivati al Comitato Feste, all’amministrazione comunale e a tutto lo staff di lavoro, sia di persona che attraverso i canali social attivati.
Particolarmente apprezzata la meravigliosa Paratura, che ha ‘vestito’ corso Trento e Trieste e piazza Plebiscito di un mosaico di luci e colori meraviglioso. Di altissimo livello i 3 concerti proposti nelle serate clou: gli UT New Trolls, con la straordinaria presenza di Nico Di Palo; Dodi Battaglia, rimasto così incantato dalla nostra città da aver girato qui il live del suo tour (che a breve diventerà un cd e un dvd distribuito in tutta Europa); Alex Britti, che con la sua chitarra ha regalato ai 50mila presenti un concerto indimenticabile. E, ancora, la possibilità data ai diversamente abili di assistere ai concerti dalla Balconata dell’ex Casa di Conversazione, una testimonianza di civiltà a cui il Comitato Feste e l’Amministrazione comunale non potevano che rispondere con grande piacere.

“Siamo molto soddisfatti dell'enorme successo registrato con le Feste di Settembre 2017 – ha sottolineato il sindaco Mario Pupillo - Un'edizione che passerà sicuramente alla storia per la quantità e la qualità delle proposte messe in campo. E' stato un successo riconosciuto all'unanimità che ha fatto bene a Lanciano, alla sua storia, alla sua tradizione e non da ultimo, alla sua economia: le Feste hanno generato un indotto, stimato al ribasso per prudenza, che parla di almeno 1,5 milioni di euro di movimento per l'intero cartellone. Siamo felici di aver fatto la scelta giusta a febbraio, con l'affidamento dell'incarico a Maurizio Trevisan: incarico che ovviamente confermiamo anche per la prossima edizione 2018 perché intendiamo migliorare il risultato di quest'anno, con il contributo di tutti, in primis quello del Comune che aumenteremo per dare ancora più forza e importanza a un evento che rende il nostro centro urbano meta di decine e decine di migliaia di persone. Un particolare ringraziamento a tutto il personale degli uffici comunali coinvolti nell'organizzazione delle Feste e alle Forze dell'Ordine che hanno permesso uno svolgimento delle Feste in totale sicurezza”.

“La scelta precisa di puntare sulla musica e i grandi nomi – ha aggiunto l’assessore alla Cultura Marusca Miscia - è stata vincente e non possiamo che essere soddisfatti di quanto realizzato. Va sottolineata l’attenzione di tutta l’amministrazione comunale, con il coinvolgimento diretto di alcuni consiglieri comunali, che hanno dato un grande apporto alle Feste, e l'approccio inclusivo della manifestazione, che si è evidenziato nella cura di certe attenzioni, come quelle nei confronti dei più deboli con la balconata della Casa di conversazione riservata ai diversamente abili per le tre serate clou”.

Sono infine stati resi noti anche i biglietti estratti della Lotteria delle Feste di Settembre, che vincono i dieci premi di consolazione messi in palio dal Comitato. I vincitori in possesso del biglietto vincente possono contattarci alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per la consegna dei premi.
Questi gli abbinamenti.
Biglietto serie S, numero 10 – Buono da 20 euro a MD Discount
Biglietto serie AA, numero 9 – Buono da 20 euro a MD Discount
Biglietto serie D, numero 11 – Buono da 20 euro a MD Discount
Biglietto serie A, numero 22 – Buono carburante da 20 euro
Biglietto serie BB, numero 10 – Buono carburante da 20 euro
Biglietto serie BE, numero 14 – Buono da 20 euro Pizzeria Ruhental
Biglietto serie AI, numero 64 – Buono da 20 euro Pizzeria Ruhental
Biglietto serie G, numero 7 – Buono da 20 euro Pizzeria Ruhental
Biglietto serie Z, numero 75 – Buono per piega Parrucchieri Evos presso Thema Polycenter
Biglietto serie F, numero 57 – Buono per piega Parrucchieri Evos presso Thema Polycenter

Lanciano. CasaPound Italia si fa portavoce dei negozianti lancianesi che da tempo ormai subiscono la mancanza di parcheggi nei quartieri limitrofi il complesso ospedaliero.

"Nel nostro ultimo incontro con i commercianti cittadini - afferma il responsabile cittadino di CasaPound Italia Marco Pasquini - è emerso a gran voce la problematica mancanza di parcheggi in zona Ospedale, tanto grave da rendere impossibile anche la sosta breve per la clientela. Le strade dell'area sono già invase dal primo mattino dai veicoli di chi usufruisce dei servizi ospedalieri, e degli stessi operatori sanitari."

"Quello dei parcheggi è un problema prettamente organizzativo, dovuto alla mancanza di limitazioni di orario nella sosta dei parcheggi non a pagamento” prosegue Pasquini "Chiediamo pertanto che l'Amministrazione comunale, in particolare l'Assessorato all'urbanistica, si attivi per verificare la possibilità di rendere i parcheggi completamente liberi nei pressi della attività commerciali dei parcheggi regolamentati da disco orario a 60 minuti, così da permettere un giusto uso degli stessi agevolando clienti e negozianti."

Lanciano. “Mi vedo citato da più testate online in merito al concorso indetto dalla Sasi, con un avviso del 30 Settembre, per il reclutamento di 67 nuovi dipendenti.
In particolare, con un focus alle mie dichiarazioni del 2015, viene citata la mia posizione critica nei confronti della cattiva abitudine che aveva la Sasi, soprattutto negli ultimi anni, di ricorrere all’assunzione di dipendenti interinali senza alcuna selezione e, molto spesso, di lavoratori riconducibili, per legami familiari o per ruoli ricoperti, al Partito Democratico” lo ha dichiarato in una nota l’On. Fabrizio Di Stefano, citato dalla stampa a margine della notizia relativa alla pubblicazione, da parte della Sasi, di un bando di concorso per l’assunzione di 67 dipendenti.
“Pertanto” ha continuato l’On. Di Stefano “Ritengo corretta la scelta fatta dalla Sasi di prevedere la selezione del personale di cui necessita, attraverso concorsi pubblici.
Ritengo altresi' che per gli attuali interinali si possa prevedere una procedura che contempli misure di inserimento preferenziali non vincolanti, ma parametrate principalmente sul merito, affinchè non vadano disperse le esperienze maturate in questi anni dagli stessi lavoratori, il tutto pero' non penalizzando coloro che vogliano avanzare la loro ipotesi di assunzione pur non avendo mai lavorato in Sasi: per questo credo che tutto debba essere fatto con la massima trasparenza.
Credo quindi sia opportuna una pubblicizzazione il più possibile ampia del bando stesso, una tempistica congruamente lunga, per dare modo, a chi volesse, di poter fare domanda.
Inoltre credo sia opportuno espletare tale concorso attraverso il reperimento, con un avviso pubblico, di una società specializzata per questo tipo di selezioni; infatti non ritengo che una commissione interna possa avere esperienza e competenza sufficiente per una selezione che immagino sarà molto partecipata.
Avendo appreso dalla stampa che il Presidente della Sasi terrà una conferenza stampa sull’argomento dopodomani , auspico che il mio pensiero incroci quello che il Presidente illustrerà nei prossimo giorni” ha concluso l’onorevole Fabrizio Di Stefano.

Lanciano. “Se ne è andato innanzitutto un amico, un uomo capace e determinato, doti che aveva fatto emergere nel suo impegno politico per la sua adorata Lanciano”. Sono le parole pronunciate dal Segretario Regionale dell’UDC e sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, per ricordare Pino Valente, prematuramente scomparso oggi. “Pino in pochi anni era diventato un protagonista. Era animato da una gran voglia di fare, di cambiare. Prendeva tutto a cuore come se quella fosse la sua missione. Si era avvicinato nel passato all’Udc trovando nella nostra forza politica quei valori a cui teneva. Pino interpretava la politica come servizio alla speranza, come passione civile, come fiducia nella capacità di "proporzionare le mura della città terrena - diceva Giorgio La Pira -a quelle della Gerusalemme celeste". Abbraccio la sua famiglia, la città di Lanciano, il suo movimento Progetto Lanciano, condividendone il dolore”.

Lanciano. Dalle prime luci dell’alba è in corso una vasta operazione coordinata dalla Procura della Repubblica di Lanciano e condotta dai Carabinieri della omonima Compagnia che, in collaborazione con i colleghi del Comando Provinciale di Foggia, stanno eseguendo numerosi ordini restrittivi tra l’Abruzzo, il nord della Puglia e ai confini con la Basilicata, nei confronti di soggetti appartenenti ad un agguerrito sodalizio dedito ai  furti di “materiale fotovoltaico” avvenuti nell’area frentana nei mesi scorsi.

Pagina 1 di 19

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione