Lanciano. Un progetto su demenza senile e Alzheimer, patologie che risultano in crescita in Italia e che, stando ai dati pubblicati dall'Istat nel 2017, con 26.600 decessi, già nel 2014, rappresentano la sesta causa di morte. Il lavoro è stato messo a punto dalla Onlus SocialFrentanoSangro di Lanciano (Ch) ed è stato presentato questa mattina da Luigi Lauria, coordinatore dell'associazione, e da Libera Liana Diana, psicologa e psicoterapeuta.

“L'obiettivo – ha spiegato Lauria – è quello di diventare un punto di riferimento e sostegno per quanti sono affetti da demenza e da Alzheimer e per le loro famiglie che, quasi sempre, si ritrovano da sole e non sanno come affrontare la malattia e rapportarsi con il paziente”. Il progetto, denominato “A mano a mano”, vuole incrementare le conoscenze sugli aspetti medici e psicologici della malattia; aumentare le competenze gestionali e la comunicazione fornendo gli strumenti teorico-pratici per affrontare la malattia e i cambiamenti che ne derivano; aiutare, chi gestisce il paziente, a riconoscere e ad accettare i cambiamenti e a comprendere il proprio ruolo; ad informare e ad orientare rispetto alle risorse, ai servizi, ai centri e alle attività che il territorio offre. “In una prima fase – fa presente Diana – ci saranno incontri informativi e psicoeducativi, dove esperti illustreranno, ad esempio, le caratteristiche dell'invecchiamento; le peculiarità cognitive, emotive e comportamentali della persona con demenza; i cambiamenti nella percezione di sé, del proprio ruolo e della relazione con l'anziano; le strategie di gestione di comportamenti problematici e della quotidianità; la rete territoriale esistente”. Successivamente saranno creati gruppo di mutuo aiuto, basati sull’idea dello scambio di un sostegno reciproco tra famiglie che vivono stesse situazioni di vita e stessi disagi. Poi – aggiunge – organizzeremo incontri individuali, come aiuto psicologico, e, soprattutto, sessioni di stimolazione cognitiva per i pazienti, ossia esercizi volti a mantenere le abilità residue e a stimolare quelle carenti”. Il progetto prenderà il via il prossimo 23 giugno, con una giornata informativa sull'Alzheimer che si svolgerà nella sede della Onlus, in via per Fossacesia 168 a Lanciano.

SocialFrentanoSangro nasce nel 2011, attraverso un Grant (premio) della Fondazione umanitaria italo americana "Anthony Campitelli" di Washington. Nel marzo 2014 è stato avviato, a Lanciano, un Centro sociale polivalente rivolto alla famiglia e con l'obiettivo di coinvolgere competenze nell'ambito sociale, in modo da dare risposte concrete ai cittadini. “I nostri servizi – evidenzia Lauria – vanno dalle consulenze legali, a quelle medico legali, amministrative, antiusura, psicologiche, alimentari e fiscali. Inoltre abbiamo uno sportello di segretariato sociale 4.0 e forniamo aiuto alle famiglie con ragazzi che hanno problemi nello studio e nell'apprendimento”.

Lanciano. Oggi giovedì 7 giugno, in occasione delle celebrazioni per il bicentenario della morte di Fedele Fenaroli a Lanciano, Poste Italiane attiverà un servizio postale a carattere temporaneo.

Presso il servizio, richiesto dalla associazione culturale filatelica e numismatica “Anxanum” e allestito dalle 17.00 alle 19.30 nel complesso monumentale Arti Musicali, sarà disponibile un annullo filatelico celebrativo dedicato alla manifestazione.

Con l’annullo saranno timbrate le corrispondenze presentate allo sportello, dove potrà essere visionata una vasta collezione di prodotti filatelici. Il bozzetto avrà la seguente legenda: “66034 LANCIANO (CH) 7.6.2018 – CONCERTO INAUGURALE FILANXANUM – 200° SCOMPARSA FEDELE FENAROLI”.

Lanciano. Dopo la prima segnalazione, CasaPound Italia torna sulla Rotonda di Villa Andreoli, fonte di pericoli e incidenti che versa ancora in una condizione di degrado.
"A cinque mesi dalla nostra prima denuncia sulla rotonda in questione, dove avevamo segnalato le condizioni di degrado ed insicurezza in cui versa, torniamo sull'argomento sottolineando che ovviamente non sia cambiato nulla. Quell'area stradale al momento continua ad essere uno dei tratti più pericolosi della città” così in una nota Marco Pasquini, responsabile locale del movimento ".

"Chi traffica la zona sa quali siano i pericoli di quella rotonda - prosegue Pasquini - Il primo fra tutti è la mancanza di segnaletica orizzontale. Per chi viene da contrada Serre e dalla direzione Val Di Sangro - Lanciano, il rischio è quello di impattare a causa della mancanza di visibilità e della velocità sostenuta. Infatti si sfiorano decine d'incidenti al giorno, e si verificano di continuo tamponamenti e speronate".

"Una situazione del genere è inaccettabile, soprattutto considerando l'alto flusso di veicoli che tutti i giorni percorrono quelle strade” conclude Pasquini “Chiediamo all'amministrazione comunale prima di tutto la messa in sicurezza della rotonda, aggiungendo la regolare segnaletica orizzontale e degli specchi, che aumentino la visibilità per effettuare le manovre, senza tralasciare l'aggiunta di dossi artificiali per rallentare i veicoli entranti nella rotonda."

Lanciano. “Alternanza inefficiente, basta lucrare sullo studente!”: un'altra azione del Blocco Studentesco per denunciare e contrastare la pessima gestione dell'alternanza scuola lavoro. Dopo i volantinaggi, le affissioni ed i blitz effettuati sul territorio frentano dal Blocco Studentesco, giunti in prossimità della fine dell’anno scolastico i ragazzi del fulmine cerchiato hanno deciso di affiggere questo striscione per far sentire la voce degli studenti ormai stanchi dello sfruttamento senza scopo didattico offerto dalla “buona scuola” dello scorso governo.

“Mansioni non correlate al campo di studi, multinazionali straniere come strumenti formativi, spese da sostenere per le famiglie degli studenti italiani in un periodo storico difficile - afferma duramente Domenico De Lucia, responsabile lancianese del Blocco Studentesco - sono strumenti inutili e a volte dannosi per l’educazione degli studenti e per il budget economico familiare”.

“L'alternanza scuola lavoro dovrebbe permettere un'integrazione tra la formazione scolastica dello studente - prosegue - e il suo accesso al mondo del lavoro, non deve rimanere un ibrido tra manodopera gratuita e globalizzazione. Inoltre, le spese per il trasporto ed il materiale utile al lavoro dovrebbero essere garantiti dall’istituzione scolastica”.

“Bisogna interrompere al più presto questo fallimentare esperimento - conclude De Lucia - che ha come unico “pregio” spingere i ragazzi, in futuro, ad accettare mansioni sottopagate e lontane da ciò che hanno studiato. Il progetto deve essere ristrutturato radicalmente, mettendo in comunicazione piccole e medie imprese, non più multinazionali, con i vari istituti, per preparare realmente le future generazioni al mondo del lavoro, senza spese ulteriori per le famiglie”.

Lanciano. “Un programma completo e variegato, pensato per accontentare tutti i gusti, nel segno della musica e del divertimento”.

E’ stato presentato in questi termini, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta stamattina alla Casa di Conversazione di Lanciano, il programma delle 4 giornate clou (13, 14, 15 e 16) delle Feste di Settembre 2018.

Presenti il Sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, l'Assessore alla Cultura Turismo e Grandi Eventi Marusca Miscia, il Presidente del Comitato Feste di Settembre Maurizio Trevisan e Danilo Daita, promotore di alcuni degli eventi. Alla conferenza stampa ha partecipato anche Gabriele Sbattella in arte L'Uomo Gatto (Da Sarabanda di Italia 1 e Caduta Libera Canale 5) che sarà tra i protagonisti della “Nottata”.

 

Questo il programma presentato.

Giovedì 13 settembre
Il 13, aspettando l’Apertura, è in programma una vera e propria “maratona” di 420 minuti (che sarà anche in diretta tv e web) con il coordinamento di Danilo Daita, conduttore, cantante e artista poliedrico. La serata non poteva che intitolarsi “La Nuttate 3.0” e vedrà il susseguirsi di molti eventi. Dalle 21, la 6^ Edizione di Diversa...Mente, Festival Nazionale per Artisti Diversamente Abili, con la partecipazione di Carlo Scalese (Gravina in Puglia), Fedez Perosino (Torino), Daniele Smalin (Ukraina - Roma), Francy Voice e la partecipazione straordinaria dell'Assessore alle pari opportunità del Comune di San Gregorio di Catania , Dott.ssa Roberta Mazzullo.
A seguire, dalle 22, Miss Lanciano 2018 con un cast artistico che comprende: Marco Boni, vincitore di “Prodigi 2017” su RAI 1; Gaia Di Giuseppe da “Ti lascio una canzone” di RAI 1; Laura Fantauzzo finalista di Tour Music Festival 2017, Arianna Ulivi - Junior Eurovision Song Contest; Maurizio Pallotta finalista Area Sanremo 2017; Riccardo Pomponio, 2° classificato a Sanremo Jukebox; Anemamè da Sanremo Doc 2018; Angela Marrone da Sanremo Doc 2018; Giorgio Spinelli da Targa cantautorato Premio Dalla 2018 Esmeralda Pennisi da New Talent Sanremo Doc 2019 e “Alma gitana”, duo composto da chitarra e percussione di musica gitana.
Ospiti Claudio Alberto Francesconi (dal Cast di "Quelli che il...calcio" di RAI 2), Gabriele Sbattella in arte L'Uomo Gatto (Da Sarabanda di Italia 1 e Caduta Libera Canale 5) e Axx Donnel (leader dei Traks interpreti del famosissimo brano "The long train running").
Dalle 24.00 fino ai fuochi pirotecnici delle 4 del mattino, piazza Plebiscito si trasforma in una discoteca all’aperto con Damiano Di Mattia Resident Dj & United Dj's 90 - The Woman Dj 2019 - contest Dj al ‘femminile’. Animazione e co-conduzione con Italia Borzillo & Josephine Daita. Non mancheranno anche spazi enogastronomici con i prodotti tipici del territorio.

 

Venerdì 14 settembre
Atmosfere decisamente più rétro il 14 settembre con il Festival “Ragazzi di Strada” a cura di Danilo Daita e Sanremo d.o.c., con la partecipazione straordinaria di Mario Tessuto (“Lisa dagli occhi blu”) e molti altri ospiti, tra cui Giuliano dei Notturni (“Il ballo di Simone”), Gian Pieretti (“Pietre”), Enrico Maria Papes (“tema” I Giganti), Pietruccio Montalbetti (“Sognando la California” – I Dik Dik) e I Corvi (“Ragazzo di strada”).

 

Sabato 15 settembre
Spazio di nuovo ai giovani il 15 settembre in piazza Plebiscito, con l’esibizione di Thomas Bocchimpani, che ha partecipato alla scorsa edizione di Amici di Maria de Filippi e sta attualmente girando l’Italia con il suo Thomas Live Tour 2018. Thomas, apprezzato soprattutto dai giovanissimi, è stato lanciato dalla seguitissima trasmissione di Maria de Filippi, a seguito della quale ha pubblicato il suo primo album, un mix di ritmi incalzanti, sonorità hip hop e R’n’B, ma anche alcune ballad intime e delicate.

 

Domenica 16 settembre
Super ospite il 16 settembre, come già annunciato qualche settimana fa, sarà Massimo Ranieri, tra i più conosciuti artisti a livello nazionale: non soltanto un cantante, ma anche attore, showman e intrattenitore. La sua esibizione sarà un’occasione quasi unica per piazza Plebiscito, visto che siamo abituati a vederlo più che altro nei teatri, in televisione o al cinema, anche nei ruoli di conduttore, attore o regista. E invece il 16 settembre a Lanciano regalerà uno spettacolo straordinario, “Sogno e son desto”, fatto di musica, canzoni e parole,


Unanime la soddisfazione, espressa in conferenza stampa per il cartellone presentato, ideato con l’obiettivo di accontentare tutti i gusti. Non mancheranno tantissime altre iniziative, che si snoderanno già da fine agosto, senza dimenticare tutti gli irrinunciabili appuntamenti della tradizione.

Chieti. "L'ennesimo caso di grave infortunio sul posto di lavoro, quello avvenuto qualche giorno fa presso la Ecolan di Lanciano dove un operaio ha perso il braccio mentre lavorava al nastro trasportatore della piattaforma ecologica, altro non rappresenta che uno dei tanti non più sopportabili casi di infortuni sul posto di lavoro".

Si legge così in una nota di USI-AIT Provinciale di Chieti, che prosegue: "Non è accettabile che le persone escano la mattina da casa per andare a lavorare senza sapere se riescono a rientrarvici senza infortuni o vivi. Solo nei primi cinque mesi del 2018 sono già centinaia i morti sul posto di lavoro, senza contare tutti quei decessi cosiddetti in itinere, ossia di chi si reca da casa al posto di lavoro e viceversa. Senza inoltre dimenticare tutti quei casi di decessi che non vengono dichiarati perché si tratta di lavoratrici e lavoratori non contrattualizzati, senza diritti e senza tutele sindacali. Una vera e propria strage che coinvolge indistintamente Nord e Sud – solo in Abruzzo nel 2017 sono stati denunciati 54 casi di decessi – e che riguarda sempre chi lavora, chi si sveglia la mattina per riportare mettere un piatto di pasta sulla tavola, che riguarda le lavoratrici e i lavoratori che vengono ipocritamente riconosciuti ogni 1° maggio, ma i padroni fanno finta di dimenticare che anche quest'anno, proprio il 1° maggio, mentre loro facevano i loro proclami in giacca e cravatta dai palchi o da dietro le cattedre, quattro persone morivano di lavoro".

"Le condizioni di lavoro - prosegue la nota - grazie ai provvedimenti dei vari governi succedutisi negli anni, sono state estremamente precarizzate, e facciamo riferimento, ad esempio, alla Legge Fornero e/o al Jobs Act, tanto per citare gli ultimi atti. Ma la precarizzazione del mondo del lavoro non è l'unica causa di questi infortuni e di queste morti del lavoro, ma la precarizzazione dell'esistenza stessa, con una corsa al ribasso dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, degli studenti e delle studentesse, dei pensionati e delle pensionate, rende sempre più ricattabili le persone, costrette ad accettare condizioni di lavoro altrimenti inaccettabili. Cosa dire infatti delle persone costrette ad accettare lavori in nero, senza sicurezza alcuna e senza diritti? Cosa dire dell'alternanza scuola-lavoro che obbliga tanti/e giovani ad accettare lavori non pagati e senza tutele? Cosa dire, ad esempio, dell'innalzamento delle tasse universitarie che obbligano universitari/e a svolgere più lavoretti precari con guadagni assolutamente insufficienti? Cosa dire delle pensioni da fame che obbliga le persone a lavorare fino a tarda età, ovviamente in nero? Cosa dire dell'abbassamento generale dei redditi della popolazione più povera e lavoratrice, mentre i ricchi e i padroni continuano ad arricchirsi sulle spalle di chi lavora? Tutti questi morti non sono un caso, ma hanno dei responsabili: la colpa è dello Stato e dei padroni che, con le loro politiche liberiste, obbligano le persone, sotto ricatto, ad accettare anche i lavori più pericolosi e massacranti. Questa è la vera emergenza!".

Lanciano. Si è conclusa ieri a Lanciano(Con)fusioni Club Foyer, la mostra fotografica alternativa sull'incompiuto e sulla ricerca, che è stata accompagnata da incontri, salotti, reading e occasioni d'arte. L’evento, ideato da Luca Di Francescantonio e organizzato dall’associazione di cultura Arena7 con il patrocinio del Comune di Lanciano, si è avvalso della preziosa collaborazione di Michela Piccoli, in qualità di curatrice della mostra fotografica, in collaborazione con Angelo Bucci; foto visual a cura di Enzo Francesco Testa.

“Sono passati dieci anni da quando nacque l'idea di dare a Lanciano un festival di arte contemporanea partendo dalle generazioni più giovani, per creare dialogo e interazione tra sconosciuti – spiega Luca Di Francescantonio, ideatore dell’evento - molti ragazzi artisti, provenienti da ogni parte d’Abruzzo, si sono incontrati durante queste dieci edizioni e allo stesso tempo il pubblico si è avvicinato ad un qualcosa di mai visto prima. Abbiamo dato esempio di poter fare qualcosa di nuovo. Ma gli anni sono passati anche con difficoltà, sostenere con l'associazione Arena7 tutto questo non ha è stato facile.A Lanciano esistono manifestazioni e identità più radicate e più accolte ed è per questo che credo sia difficile ricevere fondi per un evento in più, oltre la difficoltà di inserire qualcosa di dedicato al contemporaneo”.

Tante le iniziative che dal 7 maggio scorso fino a ieri si sono tenute al Foyer del teatro “F.Fenaroli” e che hanno visto la partecipazione dei seguenti autori in esposizione: Sandra Lazzarini, Giovanna Eliantonio, Francesca De Chirico, Antony Stone, Valentina De Santis, Giancarlo Bomba, Valeria Ranalli, Andrea Gagliardi, Alessia Morellini, Francesco Marini, Pier Costantini, Sitri, Alberta Aureli, Luana Rigolli, Serena Cutilli, Lara Zibret, Antonio Rochira, Mara Patricelli, Flavia Rossi, Angelo Presenza e Sofia Bucci.

I libri presentati sono stati “D’Amore e Baccalà” di Alessio Romano, “Così nello sfavillio di un momento" di Flavia Rossi, “Album di Famiglia - avventura di un fotografo” di Enzo Francesco Testa, “Confessioni di uno zero” di Giovanni Di Iacovo, CAFFé LETTERARIO (L'idea dell' amore) di Antonio Lera e IL TEMPO DEGLI ULTIMI CORSARI di Luca Romani.
Molto apprezzati ilworkshop “Corso di sviluppo digitale” Giancarlo Bomba e ilseminario di Fotografia Instantanea a cura di Antony Stone.

“Sebbene ci sono stati molti visitatori venuti anche da fuori e ci sia una buona parte di assetati curiosi di cultura alternativa non credo che il "contemporaneo" sia accettato da buona parte della città – continua Di Francescantonio - ne sono stati esempi le installazioni in piazza delle passate edizioni e l'albero di Natale del gruppo di artisti di Lignum, per una certa parte di Lanciano non ben accolto. Quindi Lanciano sarebbe pronta al Contemporaneo? Credo proprio di no. Per certi versi una parte di lei non ama il diverso. Per certi versi ci sono paradossi di difesa ma non c'è tolleranza per la bellezza del "diverso"”.

“Quindi (Con)Fusioni conclude il suo tragitto di dieci anni qui – conclude l’ideatore nonché presidente di Arena7 - riflettendo o pensando ad altro, dopo anni di lavoro duro. Se mai dovesse ritornare dovrebbe farlo con la sicurezza di fondi accompagnati da un progetto comune tra commercianti e Comune per creare un evento di cultura e turismo di attrazione mai vista prima qui in città. E dovrebbe essere accolta da tutta la cittadina, con un'ottica di visione futura di marketing culturale che dovrebbe essere propria e senza bandiere. Ma credo che per ora non sarà possibile. L'unica politica che conta è quella del visionario concreto, per me. Ma credo che per ora ci siano solo scenari virtuali da social. Grazie (Con)Fusioni, per tutta la creatività concreta e rivoluzionaria che hai portato in questi dieci anni. Grazie anche a voi, "diversi" ma attenti”.

Lanciano. Domani, sabato 19 maggio, CasaPound Italia ospiterà dalle ore 18:00 presso la propria sede, in Via Ferro di Cavallo vico 1 n.13, la festa per i 5 anni di attività del movimento nella città Frentana. Presente per l’occasione il vicepresidente nazionale del movimento Andrea Antonini.

“È con grande piacere che invito la popolazione lancianese al quinto anniversario della costituzione del nostro movimento in città” afferma Marco Pasquini, responsabile cittadino di CasaPound in una nota.

“È proprio grazie all'entusiastica risposta dei lancianesi alle nostre iniziative sociali e culturali – prosegue Pasquini – se CasaPound ha potuto ritagliarsi uno spazio importante nella vita di questa città. L’evento di sabato sarà l'occasione per tirare un bilancio di questi primi 5 anni , ringraziando la popolazione del supporto accordatoci, e per presentare le nuove sfide che in futuro vedranno CasaPound Italia protagonista in terra Frentana per assolvere la propria funzione di scudo e spada del nostro popolo".

Lanciano. Ultimo weekend di appuntamenti per (Con)fusioni Club Foyer, l’evento ideato da Luca Di Francescantonio e organizzato dall’associazione culturale “Arena7” con il patrocinio del Comune di Lanciano. Numerosi i visitatori che dal 7 maggio scorso, giorno dell’inaugurazione dell’iniziativa, hanno apprezzato l’esclusività e l’eleganza degli allestimenti della mostra fotografica alternativa che segue il percorso dell’incompiuto e della ricerca.
Incontri, salotti, reading e occasioni d'arte per l’evento che si avvale della preziosa collaborazione di Michela Piccoli, in qualità di curatrice della mostra fotografica, in collaborazione con Angelo Bucci; foto visual a cura di Enzo Francesco Testa.
Gli appuntamenti del weekend inizieranno venerdì 18 maggio alle ore 19.00 con la presentazione del libro “Confessioni di uno zero” di Giovanni Di Iacovo (Edizioni Castelvecchi) , a cura di Angelo Bucci;sabato 19 maggioalle 18.00 ci sarà la presentazione,a cura di Arianna Di Tomasso,del libro CAFFé LETTERARIO L'idea dell' amore (Flavius Edizioni) di Antonio Lera, professore all’Università dell'Aquila e presidente di Caffé Letterari d'Italia e d'Europa; sempre sabato 19 alle ore 19.00 la presentazione del libro IL TEMPO DEGLI ULTIMI CORSARI (Leonardo Nodari Editore) di Luca Romani a cura di Arianna Di Tomasso (segretario regionale di Caffé Letterari d'Italia e d'Europa);domenica 20 maggioalle 19.00 ilfinissage con dj set e buffet.

Lanciano. CasaPound Italia torna a denunciare la pessima condizione in cui versa il parco di Via Osento e annuncia che Domenica 13 maggio riqualificherà la zona meteo permettendo.

"Ancora una volta torniamo ad evidenziare lo squallido scenario in cui versa il parco situato in Via Osento. - afferma Marco Pasquini, responsabile cittadino del movimento - Abbiamo fatto notare più volte le inaccettabili condizioni dell'area verde, abbandonata tra erba alta, spazzatura e calcinacci dei vari muretti presenti nel parco."

"Come già detto, in seguito alla nostra precedente riqualificazione del 2017, - prosegue Pasquini - all'interno del parco è presente anche un laghetto che ospita diverse tartarughe e pesci, ad oggi fetido e sporchissimo per la mancanza di un impianto di depurazione attivo. L'aria è nauseante e, soprattutto, con l'arrivo della stagione estiva potrebbe diventare ricettacolo di insetti ed infezioni."

"Oltre a spronare gli organi di competenza a gestire ordinariamente la situazione, annunciamo che Domenica 13 maggio, a partire dalle ore 9:00 meteo permettendo, saremo presenti per riqualificare l'area con i nostri mezzi, con la speranza di invogliare l'amministrazione comunale ad intervenire una volta per tutte ridonando decoro al parco dando così una risposta concreta alla nostra denuncia e alle infinite segnalazioni dei cittadini."

Pagina 1 di 27

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione