Pescara. Fervono i preparativi per il convegno nazionale del Club Donne Biancazzurre Il Pescara Club Donne Biancazzurre festeggerà i suoi primi 40 anni (compiuti in realtà l’anno scorso) con un simposio che si terrà sabato 13 ottobre presso l’Auditorium Petruzzi a Pescara.
Interverranno personaggi del mondo del calcio e tifosi da tutta Italia. Hanno già confermato la propria presenza Daniele Sebastiani, Rosella Sensi,Giovanni Galeone, Pier Paolo Marino, Giusy Achilli,l’assistente arbitro Elenito Di Liberatore che sarà premiato per la sua partecipazione ai recenti Mondiali in Russia. Un riconoscimento sarà attribuito dal Club Donne Biancazzurre anche all’Acqua & Sapone Unigross, società campione d’Italia di calcio a 5.
Nomi di altri importanti relatori sono in via di definizione. All’ incontro hanno aderito Anfissc ,Associazione Nazionale Femminile Sostenitrici Squadre Calcio (presieduta da Nella Grossi fondatrice del Pescara Club Donne Biancazzurre), e Fissc Federazione Italiana Sostenitori Squadre Calcio. In una giornata in cui i campionati di serie A e B osserveranno un turno di sosta , gli addetti ai lavori si confronteranno sul tema del calcio nell’ultimo quarantennio tra cambiamenti , aspettative , successi e delusioni senza mai trascurare il punto di vista femminile e la crescita della presenza delle donne negli stadi includendo dirigenti , addette ai lavori e tifose. I partecipanti , in particolare coloro che arriveranno da altre regioni, saranno accompagnati in visite guidate presso luoghi di interesse storico e culturale della città.
Per informazioni, contattare il Club Donne Biancazzurre, tel. 347.4575898.

Pescara. Secondo appuntamento giovedì 27 ottobre a Pescara con “Verso il Festival Laicità Cinema” rassegna cinematografica nell'ambito della undicesima edizione del Festival mediterraneo della laicità.

A CASA NON SI TORNA - storie di donne che svolgono lavori maschili di Giangiacomo De Stefano e Lara Rongoni

La rassegna, a cura dell’Associazione A.C.M.A., si concluderà con l’appuntamento di giovedì 4 ottobre alle ore 17,30 presso il Museo Vittoria Colonna in via Gramsci con la presenza del regista.

La rassegna si svolge a Pescara i giovedì 20, 27 settembre e 4 ottobre 2018 presso l'AURUM e il Museo Colonna. I primi due appuntamenti, il 20 e 27 settembre, presso l’AURUM e l’ultimo - quello di giovedì 4 ottobre - presso il Museo Vittoria Colonna, sempre alle ore 17,30. Alle proiezioni presenti i registi.

L’A.C.M.A., Associazione Cinematografica Abruzzese è stata chiamata anche quest’anno a collaborare all’undicesima edizione del Festival mediterraneo della laicità che si terrà a Pescara dal 15 settembre al 21 ottobre 2018.

Le tre giornate centrali del Festival mediterraneo della laicità, organizzate dall’Associazione “Itinerari Laici”, 19, 20 e 21 ottobre 2018, sono precedute dai cicli di incontri: Laicità ARTE 15 e 29 settembre 2018 e Laicità CINEMA 20, 27 settembre e 4 ottobre.

L'A.C.M.A. curerà la Rassegna Laicità CINEMA. e oltre alla presentazione dei lavori selezionati prima di ciascuna proiezione, curerà il dibattito che seguirà anche con la partecipazione dei registi.


Verso Il Festival Laicità Cinema giovedì 20, 27 settembre e 4 ottobre 2018


giovedì 27 settembre ore 17,30 Aurum sala Tosti

A CASA NON SI TORNA - storie di donne che svolgono lavori maschili

di Giangiacomo De Stefano e Lara Rongoni, 2012, 60'

Ci sono lavori considerati maschili che le donne svolgono già da tempo. Lavori duri e massacranti che testimoniano la caparbietà e il coraggio di alcune donne che, nel silenzio generale, continuano a superare i limiti imposti da un malinteso senso comune. Le donne protagoniste del documentario si fanno testimoni delle difficoltà che al giorno d’oggi le lavoratrici sono costrette ad affrontare, ma anche dell’orgoglio che hanno nel condurre il proprio lavoro e la propria esistenza. Un mosaico di esperienze di oggi e di ieri che racconta le difficoltà del vivere quotidiano, in una società disegnata da uomini, ma che al contempo, porta alla luce la volontà di non arrendersi e di vivere la vita felicemente anche attraverso le difficoltà.

Giangiacomo De Stefano Nel 2006 ha presentato il documentario “Nel lavoro di Sandra” sul rapporto tra transessualismo e mondo del lavoro. Nel 2008, oltre ad essere stato uno dei fondatori della Cooperativa Macine Film, cura la regia di “Con la maglia iridata”, documentario sui Mondiali di ciclismo del 1968. Nel 2011 in collaborazione con La Sarraz pictures di Torino, realizza il documentario “Raunch Girl”, finalista al Premio Solinas 2008. Nel 2010 lascia Macine Film e fonda insieme a Lara Rongoni Sonne film, con la quale
nel 2012 produce “A casa non si torna”, il primo web-doc mai realizzato da una casa di produzione emiliano romagnola e il secondo mai realizzato in Italia (in collaborazione con sito internet del Fatto quotidiano).

Precedentemente nel 2009, con “Quando l’anarchia verrà” è iniziata la collaborazione con la Rai per la realizzazione di documentari per il programma “La storia siamo noi” con la quale realizza anche “L’eresia dei Magnacucchi” (2013) e “I mostri di Balsorano” (2013). Sempre nel 2013 produce e dirige la serie in 10 puntate sul mondo dei vegetariani, “Né carne né pesce” (Gambero Rosso-SKY). Nel 2014 dirige e produce la serie sul mondo del calcio “Nel pallone” (La effe/Feltrinelli). Nel 2015 dirige la serie di 10 episodi “Pianisti” (Classica HD) e nel 2015 la serie sulla musica indipendente “Rotte indipendenti” (SKY Arte).

Attualmente, dopo aver realizzato un documentario su San Mauro Pascoli per Geo/Rai3, sta lavorando alla regia del documentario “At the matinee”.

Lara Rongoni da adolescente, innamorata pazza del cinema, impara a memoria i titoli di coda dei film, studia al DAMS Cinema. Nel 2005 Inizia a lavorare per uno studio di produzione bolognese e scopre il cinema del reale: il documentario. Da allora è stata produttrice e autrice e nel 2012, dopo aver fondato la casa di produzione Sonnefilm realizza come coregista il primo documentario. “A casa non si torna. Di questo documentario ha realizzato una versione cross-mediale per il sito de Il fatto quotidiano.

Il ciclo “Verso il Festival Laicità Cinema” prosegue e si conclude con la proiezione di giovedì 4 ottobre ore 17,30 presso il Museo Vittoria Colonna in via Gramsci
L’AMORE E BASTA di Stefano Consiglio, presente il regista


Verso Il Festival Cinema giovedì 20, 27 settembre e 4 ottobre 2018
Eventi per l’undicesima edizione
Laicità ARTE https://goo.gl/VheaJx (https://ww.facebook.com/events/281005069390611)

Laicità CINEMA https://goo.gl/uDEx9o (https://www.facebook.com/events/336307430274037)

FESTIVAL https://goo.gl/un1Zkf (https://www.facebook.com/events/193728321413165)

Web per l’undicesima edizione del Festival

sito itinerarilaici.it https://goo.gl/wTDhZN
sito https://laicofestival.it/

per Laicità CINEMA Sinossi, trailer, schede https://goo.gl/3kjVV6 (https://ww.webacma.it/fml-2018)

INFO www.itinerarilaici.it - www.laicofestival.it - per Laicità CINEMA www.webacma.it/fml-2018

L'A.C.M.A. (Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese) è un’associazione senza scopo di lucro fondata nel 2000 che ha, tra le sue finalità, quelle di diffondere la cultura cinematografica ed audiovisiva. Si propone in particolare di accrescere - ampliandola - la fruizione delle molte attività multimediali esistenti nel territorio, promuovendo anche attività produttive cinematografiche e audiovisive di soggetto abruzzese.
Dal 2007 l’ACMA realizza a Pescara il Festival del documentario d’Abruzzo - Premio Internazionale Emilio Lopez, uno dei pochi Festival in Italia dedicati esclusivamente al genere documentario.

Pescara. Un evento dell'associazione di volontariato - Il Sorriso di Marinella. Il ricavato della serata verrà devoluto alla raccolta fondi per il monumento in onore al Samudaripe (genocidio) di Rom e Sinti.

Appuntamento domenica 30 settembre nella psicolibreria I Luoghi dell'Anima in via Campobasso, 14 a Pescara per lasciarsi trasportare dalle melodie di un popolo tanto vicino quanto sconosciuto.

Il Duo Alexian, con i suoi racconti e la sua musica, accompagna in un viaggio tra storia e tradizione. Il ricavato della serata verrà devoluto alla raccolta fondi per il monumento in onore al Samudaripe (genocidio) di Rom e Sinti. L'opera è dell'artista Tonino Santeusanio, per non dimenticare chi da troppo tempo è stato dimenticato.

Insieme ad Alexian Santino Spinelli alla fisarmonica, in questo spettacolo speciale, Gennaro Spinelli al violino e, special guest, Silvia Faugno, soprano.

Appuntamento alle 17. Biglietto di ingresso: 10 euro; prenotazione da I Luoghi dell'Anima (Tel. 0854213137).

L’associazione di volontariato Il Sorriso di Marinella è senza fini di lucro e opera nel settore del volontariato e della beneficenza, della tutela dei diritti civili e per il perseguimento di scopi di solidarietà sociale e promozione umana. Sostiene persone, animali e ambiente, sensibilizza la collettività sulle tematiche relative. Aiuta e conforta chi versa in situazioni di estrema povertà. Favorisce quindi il miglioramento delle condizioni di vita, sociali, economiche, sanitarie, scolastiche e culturali delle persone, promuovendo e realizzando progetti di solidarietà sociale ed internazionale. Tutela, sostiene e promuove i diritti degli animali in un’ottica di salvaguardia e prevenzione dei loro disagi.

Pescara. “Sono terminati i lavori di manutenzione di tutta la rete idrica della Riserva dannunziana, nei comparti 2, 3 e 4, oggetto degli interventi di riqualificazione previsti dal progetto delle “Greenways dannunziane”, con cui lo scorso 20 febbraio il Comune di Pescara ha partecipato all’Avviso Pubblico Regionale POR FESR Abruzzo 2014-2020 – Asse VI – Tutela e valorizzazione delle risorse naturali e culturali – Linea d’azione 6.6.1, che punta a rendere la riserva più aperta, particolarmente per i visitatori con disabilità e che consentirà una riqualificazione anche ambientale dell’area verde, accorciando ancora di più le distanze con i tesori naturalistici e paesaggistici che la storica “Pineta” contiene, senza nuocere al suo delicato ecosistema.

Da domani le fontanelle della Riserva torneranno quindi ad erogare acqua. Gli impianti erano stati chiusi proprio in attesa dei lavori di manutenzione che hanno riguardato oltre un chilometro di rete e per tutelare l’assetto della Riserva, tali interventi sono stati effettuati il più possibile senza scavare.

Terminato questo lavoro la Asl e l’Aca hanno valutato la qualità dell’acqua che è risultata conforme all’uso potabile e possiamo quindi riaprirle per i fruitori abituali del parco, che sono oltre un migliaio a settimana, fra chi fa sport e i bambini, che potranno bere nuovamente all’interno del nostro polmone verde.

L’unica fontana che resta chiusa ancora per qualche giorno sarà quella di via Scarfoglio, una decisione che non ha nulla a che vedere con l’acqua, ma è solo legata alla necessità di sostituire il vecchio contatore.

Proseguono invece gli altri interventi previsti dal progetto che restituiranno alla città una Riserva più bella e praticabile e, soprattutto, più inclusiva”. Lo afferma in una nota l’assessora alla Riserva dannunziana, Paola Marchegiani.

 

Pescara. E' finita ed è stata consegnata con una piccola festa interna, la palestra annessa alla scuola primaria di via Rubicone, a cui stamane hanno partecipato il sindaco Marco Alessandrini, l’assessore all’Istruzione Giacomo Cuzzi, l’assessore al Patrimonio Gianni Teodoro, il Presidente della Commissione Lavori Pubblici Piernicola Teodoro, oltre ai dirigenti del Settore Edilizia scolastica, le maestranze comunali e la ditta esecutrice dei lavori, insieme alla dirigente del Comprensivo Pescara 6, Rossella Di Donato, al corpo docente e non docente del plesso e ai genitori.

“Nella scuola sono stati eseguiti 1.000.000 di euro di interventi di riqualificazione degli spazi – così il sindaco Marco Alessandrinie l’assessore all’IstruzioneGiacomo Cuzzi- Finalmente un altro importante tassello viene messo per completare il plesso rimasto per troppi anni fermo. Quando ci siamo insediati era uno scheletro grezzo, noi abbiamo subito cercato e attivato le risorse per ultimare la palestra e anche l’altra ala dell’edificio e ora la scuola è fra le più belle e ospitali della città. Non si è solo provveduto al completamento e messa in sicurezza della palestra, ma anche all’adeguamento sismico e all’efficientamento energetico, nonché alla realizzazione di nuove aule e ambienti da utilizzare per attività aggregative della scuola, posti sotto la palestra, che renderanno più ampia l’offerta didattica di quello che è un comprensivo molto frequentato e al centro di una delle zone più abitate della nostra città.

Abbiamo tanti cantieri che vanno definendosi nelle scuole cittadine, che mai come in questi quattro anni hanno avuto fondi, attenzione e progetti, ma la palestra completa un intervento a cui teniamo molto, perché mette insieme bellezza, funzionalità e sicurezza del plesso situato in una delle periferie a cui dedichiamo attenzione e la restituiamo soddisfatti perché potrà diventare luogo di crescita per i bambini e centro di riferimento anche per altre iniziative che la scuola vorrà promuovere”.

Pescara. “Il discorso politico sull’Abruzzo sembra incentrato solo sui nomi e sulla data del voto; ma il 10 febbraio, chiunque vincerà, si troverà ad - affrontare la partita vera e più difficile, ossia agire e saper governare per risollevare l’Abruzzo dal baratro in cui la nostra regione è precipitata con il governo D’Alfonso”.
Così Fabrizio Di Stefano - durante la conferenza stampa tenuta oggi a Pescara insieme a Gianluca Zelli e Piergiorgio Schiavo per presentare l’iniziativa “Il Progetto, la Condivizione. Percorsi di incontro e confronto per un Abruzzo migliore” - il quale ha poi proseguito dichiarando:
“per affrontare adeguatamente il compito di governare l’Abruzzo, da oltre un anno è all’opera un comitato - composto da esperti, professionisti, tecnici di area, amministratori regionali e nazionali che nei diversi campi rappresentano delle eccellenze – che ha elaborato idee, progetti, azioni concre- te per costruire da subito un Abruzzo migliore e che andremo a far conoscere meglio nel dettaglio già nei prossimi giorni”.
“Mentre solo oggi - afferma Zelli nel corso dell’incontro con i giornalisti – alcuni cominciano a porsi il problema del programma elettorale, quasi fosse una semplice incombenza burocratica, noi abbia- mo nel frattempo sviluppato un progetto globale che ha come obiettivo gli abruzzesi e la rinascita dell’Abruzzo”.
Come pensiamo il nostro Abruzzo migliore? Attuare drasticamente il contenimento dei costi della sanità, che ha nuovamente superato ogni parametro e, ha continuato Di Stefano, al tempo stesso migliorare i servizi, come? Capillarizzando l’offerta sanitaria sul territorio recuperando le strutture esistenti, efficientandole. Queste risorse recuperate permetteranno di investire sui territori. Un piano Marshall per la viabilità interna dell’Abruzzo ed una mirata politica di rilancio dei settori trainanti, per il rilancio economico ed occupazionale, valorizzando l’identità dei nostri territori in tutte le sue forme.
Ridare una speranza ai giovani per tornare a programmare il proprio futuro in Abruzzo, ed ai meno giovani, di poter vivere con maggior serenità e servizi.
“A partire da oggi tale programma, che è stato realizzato tenendo bene a mente le criticità presenti nella nostra regione e le difficoltà che oggi vivono le famiglie, il disagio sociale diffuso, la crisi delle attività produttive e del lavoro – sostiene poi Schiavo - verrà presentato e discusso con rappresen- tanti di associazioni, imprese, categorie e a seguire, attraversando i 305 comuni abruzzesi, durante assemblee di amministratori e cittadini anche al fine di raccogliere ulteriori integrazioni”.
“Alla domanda se il progetto presentato oggi equivale ad un annuncio della candidatura di Di Stefa- no a Presidente della Regione Abruzzo - sottolinea Zelli - non rispondiamo con un si o un no, perché altrimenti diventerebbe questa, comprensibilmente, la notizia del giorno”.
“È invece mia ferma volontà - ribadisce Fabrizio Di Stefano al termine dell’incontro con i giornalisti - focalizzare l’attenzione di tutti sulle grandi difficoltà nelle quali si trovano oggi gli abruzzesi e sulle risposte concrete e competenti che crediamo obiettivamente di poter mettere in atto per far tornare l’Abruzzo ai livelli di sviluppo che merita”.
Il mio obiettivo – conclude Di Stefano - non è quindi individuare un Presidente purché sia, ma è quello poter operare positivamente per l’intera comunità abruzzese che merita un Abruzzo davvero nuovo, diverso, migliore”.

Pescara. Gli squali di Roseto il vincono il primo torneo Unibasket battendo i padroni di casa di Pescara con il punteggio di 78-67. La compagine di A2 ha dettato il ritmo già dal primo quarto facendo pesare il valore dei suoi americani, eppure il secondo tempo dei pescaresi è stato letteralmente da applausi, con una rimonta che ha infiammato la tribuna.
Person e Sherrod hanno realizzato trentanove punti in due ma l'americano della serie B Ennio Leonzio è stato il best scorer della serata, poi nominato miglior giocatore del torneo. Penè si è guadagnato la palma di miglior giovane. Prima della finale, Napoli Basket ha conquistato il match per il terzo posto 75-66, dominando il secondo tempo della partita con le ottime prestazioni di Malagoli e Di Viccaro, apparsi rigenerati rispetto alla gara di ieri.

Ottima risposta di pubblico del palazzetto pescarese. Caverni a riposo per un problemino al polpaccio. Nulla di grave, ma è impossibile rischiarlo in una gara amichevole. Così, nello starting five di coach Rajola entra Carpanzano. Proprio lui mette a segno l'assist per il primo canestro dell'Unibasket, che rompe gli indugi dopo un paio di minuti con qualche errore da tutte e due le parti (3-2). Il passaggio baseball di Potì scalda subito la platea in un avvio in sostanziale equilibrio (5-4; 7-6) in cui proprio l'esterno pugliese mette in mostra il suo talento (12-9) assieme al solidissimo Micevic. Cinque punti di fila di Sherrod, già dominante di suo e nell'occasione pure aiutato da un paio di fischi davvero sorprendenti, lanciano gli ospiti con un parziale di nove punti consecutivi (12-18). Roseto attacca con continuità il ferro e il bel canestro sulla sirena di Akele firma il 17-24 che chiude il primo tempino.

Un altro fallo antisportivo, stavolta fischiato a metà campo, permette agli Squali di trovare i primi punti del secondo tempino. Pescara raccoglie poco dal tiro da tre punti mentre gli ospiti adesso, per usare una metafora stra-usata, vedono il canestro grande come una vasca da bagno e segnano da ogni posizione, anche quando vanno a sbattere l'uno con l'altro sotto canestro (21-37). Se Roseto tira così, poi può trovare autostrade per mettere in campo tutto lo straordinario atletismo che ha in dote. L'Unibasket gioca comunque la sua partita, provando quintetti diversi anche vista l'indisponibilità di Caverni e trovano buoni punti nelle mani di Carpanzano. Quando scendono le percentuali dall'arco degli ospiti, la gara torna equilibrata pure se l'atletismo di Eboua e Sherrod continua ad essere inarrestabile. Alla sirena, gli Sharks conducono 45-29.

Lo stesso copione degli ultimi si ripete nel terzo quarto, con i temi della partita che continuano a valere e il punteggio che resta sostanzialmente invariato. Tanti minuti per gli under pescaresi e ottime risposte da Carpanzano e Capitanelli, mentre i centimetri e i chili dei giovanissimi squali si fanno sentire pure in difesa. Alla sirena, Roseto guida la contesa 65-47. Brava Pescara a rimanere in scia tenendo in questo tempino un equilibrio sostanziale (parziale chiuso sul 18-20 con nove punti di Leonzio).

L'Unibasket ha il merito di rimanere comunque agganciata al match senza mollare davanti a una compagine di categoria superiore. Questa capacità viene premiata nell'ultimo quarto, in cui Pescara sfrutta ogni occasione e trascinata di nuovo da Carpanzano si riporta sotto di otto punti (59-67) Un'attitudine che esalta il palazzetto che si scalda come in una gara ufficiale (59-67). Passano i minuti e la tripla di Potì riavvicina ancora i padroni di casa (64-69). Roseto sente la pressione e Nikolic dopo una splendida tripla si macchia di un gesto brutto da vedere, soprattutto in un'amichevole. Intanto Serafini deve lasciare il campo per un colpo subito al volto. Roseto si affida a Bushati che da metà campo spara la tripla che mette in ghiaccio la partita. Bravi gli ospiti ad affidarsi agli americani, da applausi la reazione pescarese.

Pescara. È stata una grande festa non solo per i nonni, ma per tutta la famiglia, la prima tappa di “Nonno Ascoltami!- L’Ospedale in piazza” 2018, che domenica 23 settembre è partita da Pescara, città pilota della nona edizione della campagna nazionale per la prevenzione contro i disturbi uditivi.
In una piazza Salotto allestita a festa, con temperature più che estive, boom di presenze e di controlli dell’udito, dalla mattina alle 10 fino alla sera alle 20.Tantissime le persone che si sono sottoposte alle visite effettuate da oltre 50 tra medici, personale ospedaliero e tecnici audiometristi. Sin dalle prime ore della mattina, nonni e nipoti hanno animato la piazza, tra palloncini blu, momenti di intrattenimento e di sport, con musica, teatro e divertimento per i più piccoli.
Ad effettuare gli screening in piazza, il dottorClaudio DonadioCaporale, direttore del reparto di Otorinolaringoiatria dell’ospedale civile “Santo Spirito” di Pescara, coadiuvato da audiometristi, logopedisti e volontari della Misericordia.
Alle ore 12, il taglio del nastro dell’edizione 2018, alla presenza di Antonella Allegrino, assessore alle Politiche sociali del Comune di Pescara, di Valentina Faricellie Mauro Menzietti, rispettivamente presidente e fondatore di Nonno Ascoltami!.
Con loro, tante associazioni, centri sociali per anzianie rappresentanti del mondo della scuola, che hanno partecipato alla festa in piazza allestendo il “Muro del nonno”, con i disegni degli alunni delle elementari.
E dopo la giornata inaugurale di Pescara, l’evento “Nonno Ascoltami! - L’Ospedale in piazza” continua domenica 30 settembre nelle piazze di: Cuneo, Genova, La Spezia, Milano, Termoli, Trento, Treviso.

Pescara. "Nel Consiglio Comunale di lunedì 24 settembre si discuteranno, e saranno votate, due mozioni rela-tive alla mancanza di un piano per la segnaletica turistico-culturale in città, nonché alla totale assenza di segnaletica adatta al Piano di Protezione Civile o Piano di Emergenza.

Un comma di un articolo del Codice della Strada(art.208 coma 4 lettera a) obbliga le amministra-zioni locali di destinare parte dei proventi delle sanzioni amministrative(1/4 della quota) all’ammodernamento, potenziamento, messa a norma e manutenzione della segnaletica delle strade di proprietà dell’ Ente stesso.

Abbiamo preso atto che nonostante l’ampia platea di attrazioni turistico-culturali della città, i pochi turisti che si avventurano per le nostre strade viaggiano disorientati, sbigottiti, delusi della totale as-senza della benché minima segnaletica verticale. La suddetta mancanza, rende difficile al turista la fruizione di luoghi di cultura quali: “Casa D’Annunzio”, l’”Aurum”, o il “Museo delle Meraviglie marine” (chiuso ufficialmente dal 22 febbraio 2018).

La promozione del turismo e della cultura in questi ultimi anni ha lasciato pesantemente a desidera-re. Spinta soprattutto da un provincialismo esasperato, ha preferito muovere guerra ai comuni limi-trofi invece di dedicarsi alla programmazione. Solo una razionale programmazione turistico-culturale può portare ad una più ampia visione, degna di una vera area metropolitana, e non limitata ai confini del proprio territorio.

A tutto questo, va aggiunta anche la totale assenza di segnaletica che identifichi ciò che il Piano di Emergenza/Protezione Civile detta nella propria relazione, e nelle tavole pubblicate sul sito del Comune di Pescara. Importanti ed ampi spazi della città sono stati individuati per essere adibiti a punti di raccolta di sfollati, come anche per la gestione ed organizzazione della macchina dell’emergenza.

C’è bisogno di evidenziare, anche con segnaletica appropriata, almeno quali siano i punti di raccolta della popolazione a seguito di eventuali catastrofi, e dove potrebbero essere allestiti i campi con e-ventuali tende e spazi associativi, capaci di far vivere in totale sicurezza i cittadini vittime di even-tuali disastri.

Tutto questo è stato proposto in prospettiva dell’approvazione dell’ultimo bilancio della attuale amministrazione, che invece di guardare all’economia della città e al bene della collettività, ha preferito accontentare segmenti avulsi dal proprio esecutivo(vedi mercatino etnico). Tutto ciò solo ed esclusivamente nella speranza di non perdere pezzi nelle future ed ormai vicine nuove elezioni amministrative comunali". Lo afferma in una nota il consigliere comunale del M5S di Pescara, Massimiliano Di Pillo.

Pescara. Le consigliere comunali del Movimento 5 Stelle di Pescara Erika Alessandrini ed Enrica Sabatini chiedono al Sindaco Marco Alessandrini ed all'assessore delegato Giacomo Cuzzi di riferire in aula sulla questione delle mense scolastiche cittadine nella prossima seduta di Consiglio Comunale prevista per lunedì 24 settembre.

<<Abbiamo appreso dalla stampa che il tentativo di affidare il servizio di refezione scolastica al secondo classificato al bando pubblico svolto dal Comune non è andato a buon fine >> commentano le consigliere comunali m5s di Pescara Enrica Sabatini ed Erika Alessandrini <<il servizio di mensa scolastica dovrà iniziare il primo di ottobre, chiediamo al Sindaco e l'assessore Cuzzi di conoscere quali iniziative saranno messe in campo adesso per garantire l'effettivo svolgimento di questo servizio fondamentale>>.

Il Movimento 5 Stelle proprio in virtù dell'importanza della vicenda, che vede coinvolti i minori che frequentano le scuole cittadine, i loro genitori ed i lavoratori delle mense scolastiche, chiede la massima trasparenza davanti alla cittadinanza.

 

Pagina 1 di 369

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione