Vasto. Mancavano pochi minuti alle 8.00 quando una pattuglia della Polizia Stradale di Chieti - Sottosezione di Vasto, nel transitare nei pressi del km 446 dell'A/14 in territorio del Comune di Vasto, notava vicino la rete dell'autostrada due buste di stoffa che attiravano la loro attenzione in quanto vedevano dei movimenti.
Al loro interno vi erano 4 cuccioli di cane di circa un mese, che grazie al tempestivo intervento della pattuglia sono stati portati in salvo ed allontanati dalla sede stradale assicurandoli dal rischio certo di eventuali investimenti e dalle intemperie determinate dalla stagione invernale.
Immediatamente gli animali venivano portati presso la sede della Sottosezione di Vasto e gli operatori della Sottosezione se ne prendevano cura somministrandogli del latte e qualche biscotto.
Dopo averli fatti mangiare e visitare da un veterinario della Croce Azzurra di Vasto, i 4 cuccioli venivano affidati al gruppo di Protezione Civile Comunale di Vasto, in attesa di consegnarli ad una referente dell'associazione di volontariato "Amici di Zampa" di Vasto.

Vasto. Il sindaco di Vasto, Francesco Menna esprime solidarietà al personale ospedaliero del “San Pio” di Vasto per il colpo messo a segno questa notte nello spogliatoio degli infermieri.
“Un furto singolare - ha dichiarato il sindaco Menna- quello delle divise di infermieri e personale del 118 che inducono a sospettare a malintenzionati che potrebbero tentare di entrare nelle casecon l’obiettivo di portare via denaro o beni preziosi. Per la sicurezza dei cittadini, consiglio di non aprire e non fare entrare in casa sconosciuti, soprattutto se si è soli. Comunico inoltre- ha conclusoFrancesco Menna - che il Comune di Vasto non ha affidato incarico a ditte o personale qualificato ad effettuare verifiche di alcun tipo su fabbricati o aree private.Si invita la popolazione a prestare la massima attenzione e a voler segnalare alle Forze dell’Ordine qualsiasi situazione in merito”.

Vasto. L’Amministrazione Comunale di Vasto provvederà al rimborso totale o parziale dei libri di testo per gli alunni della scuola dell’obbligo per l’anno scolastico 2017/2018. Tutte le famiglie interessate il cui reddito annuo, individuato attraverso un I.S.E.E. in corso di validità, non sia superiore a euro 15.493,71 potranno presentare domanda. Alla richiestadovrà essere allegata pena l’esclusione: l’attestazione I.S.E.E. in corso di validità e la dichiarazione della libreria, che espliciti in modo chiaro i dati anagrafici del richiedente, i testi acquistati ed i relativi costi con la spesa complessivamente sostenuta.
All’assegnazione ed erogazione dei benefici si provvederà nei limiti delle somme disponibili erogate dalla Regione Abruzzo,differenziate per la scuola dell’obbligo (Scuola Secondaria di I° grado e 1° e 2° anno di corso della Scuola Secondaria di II° grado) e per la scuola secondaria superiore (3°, 4° e 5° anno di corso della Scuola Secondaria di II° grado).
Qualora i fondi concessi non dovessero consentire il rimborso totale a tutti i richiedenti aventi diritto si procederà alla liquidazione in percentuale, da stabilire in base alle domande pervenute e ritenute ammissibili in fase di istruttoria.
I moduli di domanda disponibili presso le Scuole, il Settore 2° – Ufficio Pubblica Istruzione del Comune o scaricabili dal sito: www.comune.vasto.ch.it alla sez. “Avvisi pubblici”, dovranno essere riconsegnati all’Ufficio Protocollo dell’Ente entro e non oltre il 30 marzo 2018.

“Si tratta di una Misura di finanza pubblica -ha spiegato il sindaco di Vasto, Francesco Menna - a sostegno delle famiglie per offrire un concreto supporto nella vita quotidiana, in particolare in quei momenti che possono rivelarsi particolarmente onerosi come l’inizio dell’anno scolastico”.

“Invito quante più famiglie interessate - ha concluso Anna Bosco assessore all’Istruzione - a presentare domanda direttamente al Comune entro il 30 marzo, perché ci sono ampi spazi finanziari che negli anni scorsi sono rimasti inutilizzati. Ricordo in ogni caso che la misura massima del beneficio erogabile è determinata dal costo della dotazione dei testi della classe frequentata”.

Vasto. Dopo aver evidenziato la crescita demografica e i numeri dell’accoglienza in città, l’attenzione va ai dati del bilancio.
“Ci conforta - ha dichiarato il sindaco di Vasto, Francesco Menna- l’analisi relativa alle riscossioni coattive, che registra un incremento di circa 200 mila euro rispetto al 2016. Certamente l’adesione, del Comune di Vasto alla rottamazione delle cartelle di Equitalia, ha incoraggiato i cittadini a partecipare a tutte le agevolazioni previste dalla norma. Compresa la rateizzazione e quindi un atteggiamento sensibile in un momento particolare dell’economia generale e soprattutto delle nostre famiglie. Focalizzando i numeri, nel Comune di Vasto, sono state 448 le posizioni rottamate, che producono un debito totale superiore ad un milione di euro. L’importo decurtato dalle sanzioni e interessi è pari a 728 mila euro. Ogni cittadino che ha chiesto la rottamazione ha la possibilità di saldare il debito in cinque rate. Tre scadute nell’anno 2017 e due nel 2018. L’obiettivo –ha concluso il sindaco Menna – è incentivare la regolarizzazione fiscale”.

Vasto. Cresce a Vasto il numero deibed and breakfaste commercio elettronico è quanto emerge leggendo i dati, dell’ufficio commercio del Comune di Vasto, per l’anno 2017. Sono 24 le nuove attività dedicate al commercio elettronico, due invece quelle che hanno cessato l’esercizio. Più aperture per le agenzie affari: sono 8 quelle aperte nel 2017 una soltanto invece è stata chiusa. Anche per gli esercizi di vicinato,punti vendita al dettaglio con superficie non superiore ai 150 mq, si registra un trend di crescita con un saldo di più 18 tra cessazioni e nuove aperture. E’ stabile l’attività di vendita negli esercizi di media struttura le 5 cessazioni registrate corrispondono a 5 cambi di titolarità. Ugualmente per le attività di somministrazione che fanno registrare un saldo attivo di 13 tra le nuove aperture e le cessazioni.
Un altro dato incoraggiante è rappresentato dalle nuove attività nell’ambito dell’ospitalità turistica, ovvero affittacamere e B&B. Il totale complessivo è pari a 11 e non si registrano cessazioni.
“Dalla lettura di questi numeri si evince che Vasto è una citta accogliente. Premia – ha dichiarato il sindaco di Vasto, Francesco Menna - non solo il coraggio di nuova imprenditoria, ma attesta alcune scelte amministrative nell’ambito soprattutto dell’ospitalità e delle iniziative. La politica dei grandi eventi determina la presenzadi numerosi cittadini temporanei epremia gli imprenditoriche attraverso la riqualificazione urbana di edifici fatiscentihanno garantito ospitalità. A questa tendenza va aggiunta la crescita delle attività di servizio,relativa ai negozi di vicinato e quelle di somministrazione di cibi e bevande. Sono consapevole della drammaticità di esperienze negative relativa alla microcriminalità e non mi sottraggo agli impegni assunti in campagna elettorale. Stiamo lavorando - ha concluso Menna - nel rispetto delle regole e della finanza locale per potenziare gli organi della Polizia Locale e il servizio di videosorveglianza in accordo con le forze dell’ordine e gli organi di Prefettura”.

Vasto. Il numero degli abitanti a Vasto per il 2017 ha raggiunto quota 41.656. Sono 373in più gli abitanti rispetto al 2016. Numeri in trend ascendente, tanto più significativo in un contesto nel quale la popolazione complessiva è invece in lieve calo. Ciò accade non solo a livello nazionale, ma anche in Comuni vicini e paragonabili al nostro. Questi numeri confermano, come comunica l’ufficio statistica una inversione della tendenza per cui la città di Vasto non è solo meta di vacanzieri o residenti temporanei nella stagione più mite, ma rappresenta una scelta definitiva. Tale scelta certifica la buona qualità della vita di cui si può godere abitando a Vasto. Tale tendenza, all’aumento della popolazione, rende conto dei buoni servizi erogati dalla vivacità dell’imprenditoria, dalla propensione ad un commercio di buon livello, da una sempre maggiore competenza in campo turistico, ma anche dai buoni servizi erogati dall’Amministrazione.
“C’è un chiaro segnale di ritorno di attrattiva, con quasi 1000 abitanti in più negli ultimi anni. Un dato demografico importante - ha spiegato il sindaco di Vasto, Francesco Menna - stiamo lavorando per rendere la città più attraente in tutti i sensi. Vasto sta diventando centro di riferimento anche per la scuola, per il corso di Laurea in Infermieristica, per il buon livello di impianti sportivi e per una buona offerta formativa extra scolastica quale ad esempio la Scuola Civica Musicale. La qualità della vita tra l’altro è in qualche modo certificata anche dal fatto che tra la popolazione vi sono degli ultracentenari. Fatto che è da tenere presente nella valutazione che una buona qualità della vita risponde ad un allungamento della stessa. E se a Vasto si vive bene - ha concluso il sindaco - sono felice come vastese ed anche per il lavoro che insieme alla squadra di governo ho profuso ogni giorno per la nostra città”.

Vasto. “Un ringraziamento di cuore alle Forze dell’Ordine, alla Polizia, al Commissario Fabio Capaldo, al Questore e a tutti gli uomini che si sono resi parte attiva di questa vicenda e che hanno permesso di chiudere con successo l’operazione che ha consentito di arrestare i rapinatori della gioielleria Scafetta. Importante la funzionedel sistema di videosorveglianza, che ha consentito di identificare queste persone. Un plauso anche ai cittadini che sono intervenuti, ai Carabinieri e alla Polizia Municipale”.
E’ quanto ha dichiarato il sindaco di Vasto Francesco Menna in merito all’arresto di quattro giovani accusati della rapina, compiuta il 17 novembre scorso, ai danni della gioielleria ‘Scafetta’ nel centro storico.

Vasto. La Asl Lanciano - Vasto - Chieti ha stanziato 136mila euro per gli interventi di messa a norma dei locali dell’ospedale San Pio da Pietrelcina oltre ad aver individuato una delle sale del blocco operatorio per la collocazione dell'angiografo, che sarà schermata.
"La Asl - ha dichiaratol’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci - ha recepito la proposta elaborata dalla commissione tecnica istituita dalla giunta regionale lo scorso ottobre, ai cui componenti (in particolare a Ugo Aloè, in rappresentanza del comitato civico che ha promosso la petizione per l'emodinamica a Vasto, oltre che al sindaco Francesco Menna) va il mio ringraziamento per il lavoro svolto, che aveva il compito di proporre e concretizzare tutti i presupposti per l'apertura del nuovo servizio, che sarà a servizio non solo dell'utenza residente, ma anche delle migliaia di turisti che ogni anno frequentano le spiagge di quel tratto della nostra costa".
Nel decreto commissariale sul riordino della rete ospedaliera regionale il presidio ospedaliero di Vasto è stato indicato come Dea di primo livello, con funzione di spoke per le reti tempo-dipendenti (infarto, politrauma e ictus) e le patologie complesse. Il sindaco di Vasto Francesco Menna nel ringraziare l’assessore Paolucci ha espresso grande soddisfazione.
“Un ottimo risultato - ha dettoMenna- si avvicinano i tempi per arrivare alla Sala emodinamica”.

Vasto. Nelle scorse settimane la Giunta Comunale ha dato indirizzo di procedere alla individuazione , con una procedura di affidamento,ad una ditta specializzata per l’esecuzione di operazioni di bonifica di alcune zone pubbliche della città da rifiuti, criminalmente abbandonati senza alcuna precauzione, contenenti amianto.
La ditta incaricata (Pavind SRL), in questi giorni, sta rimuovendo il materiale individuato in seguito ai sopralluoghi effettuati dal personale del servizio ecologia e segnalato anche dai cittadini.
Il vicesindaco e assessore alle politiche ambientali e del territorio Paola Cianci: “Durante l’intervento di esecuzione si è rilevato un aumento di amianto abbandonato rispetto all’iniziale sopralluogo, per questo le attività proseguiranno nelle altre zone del territorio comunale dove sarà necessario tale tipo di azione. L’abbandono indiscriminato di rifiuti è un fenomeno che diventa ancor più pericoloso per la salute delle persone quando ad essere abbandonato è l’amianto. Ringraziamo i cittadini per l’attenzione mostrata nelle segnalazioni”.

Vasto. Nelle strutture CAS (Centri di Accoglienza Straordinaria) del Consorzio “Matrix” di Vasto sussisterebbero numerose criticità nella gestione di servizi di accoglienza integrata nell'ambito del sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, rispetto alle condizioni stabilite dai bandi di gara vinti per la gestione dei per i migranti.

“A dirlo non sono io né il Movimento 5 Stelle di Vasto – afferma il senatore Castaldi – ma il responsabile dell'area Immigrazione del Consorzio in un documento di monitoraggio interno di cui siamo venuti in possesso”. Nello stesso si dichiara esplicitamente che “si rilevano diverse deficienze, che vista la qualità del servizio che noi prospettiamo e che dichiariamo in sede di gara, gettano una ombra oscura sul sistema di accoglienza da noi auspicato”.

La Cooperativa Incontri, società appaltante facente parte del Consorzio Matrix, ha a disposizione diverse strutture nel teatino: l'Hotel Costa Lecceta a Torino di Sangro, l'Ostello L’Asilo a Roccamontepiano, l’ Angar Hotel a Fara Filorium Petri e la struttura appartamento in Via Quattrocchi a Vasto.
“Dal rapporto – dice Castaldi – sono emersi vizi e carenze sistemici nella gestione del servizio, come ad esempio la mancanza dei documenti necessari nelle bacheche, la mancanza di un assistente sociale o dello psicologo, il controllo ispettivo nelle strutture per evitare condotte pericolose o dannose, abiti non conservati secondo i dettami della Prefettura”.

Il responsabile all'Immigrazione del Consorzio scrive ancora nel documento che c'è un “sottodimensionamento del personale che gestisce i centri e ciò rende molto difficile l’effettiva erogazione di tutti i servizi previsti”.
“Quello che preoccupa di più – continua il pentastellato – è la situazione sanitaria nelle strutture. E' infatti evidenziata una carenza igienico-sanitaria con la muffa alle pareti e gli alimenti non conservati in modo appropriato, ma anche una mancata e adeguata assistenza sanitaria.”

Secondo il bando di gara è necessario provvedere ai controlli sanitari alle persone in ingresso nelle strutture e a una serie di adempimenti nel caso si verifichino malattie durante la permanenza nei centri.

“Quello che risulta – conclude Castaldi – è che gli screening medici non siano stati effettuati, ma ancor più grave é che siano stati indentificati all’interno dei centri persone risultate positive al test di Mantoux (test che serve a saggiare la presenza in un individuo di una infezione anche latente da Mycobacterium tuberculosis, il micobatterio della tubercolosi) e altre malattie infettive gravi, che sono state abbandonate al loro destino senza prevedere controlli successivi e non se ne conosce, quindi, la condizione attuale”.

Il senatore Gianluca Castaldi ha quindi chiesto, con un'interrogazione al Ministro degli Interni Minniti depositata in questi giorni, se non sia il caso di revocare le aggiudicazioni delle gare e procedere alla risoluzione dei contratti e delle convenzioni con le società del Consorzio Matrix.

Pagina 1 di 22

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione