Treglio. Nel decennale della scomparsa del prof. Mario Bellisario (1923 – 2008), già dirigente scolastico, pubblicista ed amministratore comunale di Treglio, si terrà domenica 23 settembre 2018, dalle ore 17:30 nella sede dell’Associazione “Paglieronese” in contrada Paglieroni di Treglio, un convegno commemorativo dal titolo: “Una vita per la cultura: Mario Bellisario, contadino, insegnante, dirigente, educatore: I mille volti di un uomo di lettere nato a Treglio.”
Il convegno sarà accompagnato dalla mostra di quadri “Guardare la terra negli occhi” che l’artista Maurizio Righetti ha realizzato ispirandosi al messaggio che Mario Bellisario ha lasciato ai posteri attraverso il libro “ricordi di una civiltà scomparsa”.
In quest’opera il prof. Bellisario, nel descrivere la vita quotidiana nelle campagne abruzzesi tra il 1920 e il 1940, ricordava il percorso culturale ed umano che lo portò a riprendere gli sudi, quasi da autodidatta, fino a laurearsi nel dopoguerra all’Università di Napoli e ad aggregarsi, nel gennaio 1943, alla cellula comunista dell’on.le Ettore Croce (già esule in Francia); nel libro l’autore sottolineava i valori etici e morali della cultura e della vita contadina, ammonendo i lettori a ritrovare l’essenza di quei valori, pur evidenziando i limiti e la durezza di quella vita, che aveva personalmente vissuto.
Il figlio Francesco e il cugino Fiorino Benigno Bellisario presenteranno il progetto di riedizione del libro “ricordi di una civiltà scomparsa”, cui seguirà quello della pubblicazione di una raccolta inedita di scritti di Mario Bellisario.
Al fine di sottolineare i poliedrici aspetti della vita politica e culturale del prof. Bellisario, al convegno interverranno, inoltre: l’on.le Giovanni Di Fonzo, Enrico Di Giuseppantonio (sindaco di Fossacesia e fautore, insieme allo scomparso prof. Bellisario, della nascita dell’Unione dei Comuni della Frentania), Vico Calabrò (direttore della Scuola Internazionale di pittura a fresco), Filippo Marfisi (giornalista e direttore di Abruzzo Quotidiano), il prof. Silvino D’Ercole (che illustrerà gli anni da dirigente del Sistema Scolastico Italiano in Belgio, Africa e Gran Bretagna del prof. Bellisario) ed Antonello De Berardinis (direttore dell’Archivio di Stato di Chieti), coordinerà gli interventi il vicesindaco di Treglio e presidente onorario dell’Associazione, Orlando Bellisario.
Il convegno si concluderà con la presentazione dell’affresco commemorativo realizzato dall’artista pescarese Maria Adele D’Orazio, allieva della Scuola Internazionale di pittura a fresco del maestro Vico Calabrò. L’affresco mostra il prof. Bellisario sul balcone del suo studio nella casa di contrada Paglieroni, con la Maiella alla sua destra e le case di Treglio alla sua sinistra.
L’affresco commemorativo del prof. Bellisario rappresenta la terza realizzazione in contrada Paglieroni, di un ciclo di opere artistiche sulla storia del territorio, proposte all’Associazione Culturale “Paglieronese” dal vicesindaco Orlando Bellisario, in qualità di assessore alla cultura di Treglio.

Pescara. Si svolgerà domani, sabato 22 settembre, a partire dalle ore 10, presso l’Hotel Villa Immacolata, a San Silvestro, Pescara, il convegno regionale sulla Sanità promosso dall’Ugl sul tema ‘La sanità in Abruzzo: un macigno tra pubblico e privato’.
Ad aprire i lavori sarà il Segretario dell’UGL Abruzzo Gianna De Amicis, seguita dal professor Erminio D’Annunzio, già assessore regionale alla Sanità e autore del libro ‘Sanità Malata’; Sergio Guerri, Responsabile della Lega Dipartimento Sanità Regione Abruzzo; la dottoressa Nicoletta Verì, ex Presidente della V Commissione Tutela della Salute della Regione Abruzzo durante il governo Chiodi; il dottor Simone Tempesta, Rsu dell’Ugl all’ospedale San Salvatore de L’Aquila; Gianluca Giuliano, Segretario Nazionale Ugl Sanità; il dottor Pierluigi Franco, Segretario nazionale dell’Ugl Medici; l’onorevole Giuseppe Bellachioma, Coordinatore regionale della Lega Abruzzo. Concluderà la mattinata Francesco Paolo Capone, Segretario Generale dell’Ugl. Modererà i lavori la giornalista Chiara Morelli.

Rosciano. Sabato 22 settembre alle ore 18.00 presso al sede dell’Associazione Culturale “La Panarda” in Largo Calvario 4 a Rosciano, il circolo del Partito Democratico organizza un convegno dal titolo “Cultura e Territorio”.
Introdurrà i lavori la segretaria di circolo Maria Ranieri. Dopo i saluti del consigliere regionale del PD Alberto Balducci e del segretario del PD provinciale di Pescara Enisio Tocco, moderati da Marinella Urso, seguiranno i due interventi sulla cultura.
Il primo sarà quello del responsabile cultura del PD Abruzzo Loris Di Giovanni che farà lo stato dell’arte di alcuni provvedimenti introdotti nella passata legislatura nel campo della cultura, quali l’art bonus, 18App, Progetto Bellezz@ e le domeniche al museo.
Concluderà i lavori il consigliere regionale delegato alla cultura Luciano Monticelli che farà il punto sui finanziamenti alle produzioni teatrali, alle bande musicali, ai cori e alle residenze artistiche in Abruzzo.
< Al contrario di quanto si possa pensare - aggiunge la segretaria di circolo Maria Ranieri - la cultura poco ha a che vedere con l’essere colti. La cultura riguarda la vera essenza dell’uomo, la sensibilità del bello e l’anima del vero. Essa è alla base delle nostre radici senza le quali non vi è crescita e non vi è innalzamento. La politica deve ripartire da questo>.

Pescara. Hubruzzo, la fondazione per l’industria responsabile che promuove le eccellenze d’Abruzzo, organizza un convegno dal titolo “Regole e democrazia. La legalità come infrastruttura del territorio” che si svolgerà lunedì 10 settembre alle ore 16:00 a Pescara presso l’Auditorium Petruzzi.

Il tema è quello dell’anticorruzione e della trasparenza amministrativa che rappresentano le leve strategiche a disposizione delle imprese e della pubblica amministrazione per rendere un territorio più attrattivo dal punto di vista economico, industriale e turistico.

La fondazione, attraverso i suoi soci fondatori lancerà, in occasione del convegno, il progetto Abruzzo Etico: la piattaforma delle regole per la promozione della legalità del territorio. L’area pilota dove inizierà la sperimentazione è la Val di Sangro.

Con questa piattaforma ci si pone l’obiettivo di contribuire ad affermare il concetto di legalità del territorio, attraverso strumenti di certificazione, accordi volontari e processi partecipativi.

L’obiettivo finale prevede la redazione di una Carta delle regole in grado di coniugare sviluppo sostenibile e legalità.

Il programma prevede la partecipazione e l’intervento di Gerardina Basilicata, Prefetto di Pescara e di Antonio Corona, Prefetto di Chieti. Il saluto di benvenuto è di Sergio Galbiati, Presidente della Fondazione Hubruzzo e vice presidente di LFoundry, la relazione introduttiva di Marcello Vinciguerra, cda di Hubruzzo e direttore delle risorse umane di Honda Italia.

Sono previsti gli interventi di Roberto Di Vincenzo, Segretario Generale Fondazione Hubruzzo e presidente di Carsa, Gennaro Zecca, cda di Hubruzzo e presidente Zecca Energia, Giulio Borrelli, sindaco di Atessa.

Gli interventi conclusivi sono di Giovanni Lolli, presidente vicario della Regione Abruzzo e Giovanni Legnini, vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura. Il lavori sono coordinati da Oscar Buonamano, Direttore Editoriale Carsa.

 

Pescara. Si svolgerà giovedì 6 settembre alle ore 15.30 al Museo Vittoria Colonna Il Convegno “La scuola cancellata?”, patrocinato dal Comune di Pescara e presentato stamane dall’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo e dalla presidente del Cidi Mariella Ficocelli in conferenza stampa. Parteciperanno alla discussione: Curzio Maltese, parlamentare europeo, Christian Raimo, giornalista e scrittore, Annamaria Palmieri, assessore all’Istruzione del Comune di Napoli, Mario Ambel, Direttore della Rivista Insegnare e Beppe bagni, presidente Nazionale del Cidi.

“Niente, é completamente scomparso il tema della scuola da tutti questi dibattiti pubblici, sembra che non interessi più a nessuno – così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo- Noi invece vogliamo rimetterla al centro dell’attenzione e ragionarci per bene con un incontro con ospiti d’eccezione: il giornalista e europarlamentare Curzio Maltese, lo scrittore Christian Raimo (nella foto, e che al FLA presentò il suo “Tutti i banchi sono uguali”), l’Assessora all’Istruzione del Comune di Napoli e il Direttore della rivista “Insegnare”, il Presidente Nazionale del CiDi (che organizza l’evento)”.

“Il CIDI Pescara in collaborazione con la Rivista Insegnare e con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara propone di aprire l'anno scolastico interrogandosi sulla direzione che stanno prendendo le attuali politiche scolastiche al fine di condividere l'impegno di rivitalizzare le pratiche pedagogico-didattiche democratiche – così la presidentessa del Cidi Mariella Ficocelli- Il Convegno “La scuola cancellata?”, che si terrà giovedì 6 settembre alle ore 15.30 presso il Museo Vittoria Colonna di Pescara, è occasione per confrontarsi sul perchè la scuola non sembra in grado di valorizzare le differenze, promuovendo percorsi di inclusione, accoglienza e costruzione di cittadinanza. Riteniamo, infatti che, per proporre una solida alternativa al continuo ronzio che esaspera approcci meritocratici e selettivi, basati sull'ossessione valutativa e su una diffusa debolezza metodologica e culturale, sia urgente aprire uno spazio collegiale di formazione, sperimentazione e confronto dal basso teso a coniugare qualità e inclusione. Al Convegno faranno seguito, nel corso dell'anno scolastico 2018/19, una serie di iniziative inserite nei “Percorsi di resilienza” del CIDI, volti a rilanciare le idee e le pratiche di una scuola democratica. Il 7 settembre dalle ore 8.30 alle ore 18.30 si terrà il Seminario di studio e Corso di Formazione “Per una didattica della pluralità. Parole come ponti”, presso l'Istituto Comprensivo 1 (Via Luigi Einaudi 1 -PE-). Nei mesi di ottobre e novembre 2018 sarà realizzata, in collaborazione con alcuni istituti di Pescara, l'iniziativa promossa da Curzio Maltese, “Lettere alla scuola”, percorso di ascolto della scuola reale e di scrittura collettiva. Dal mese di ottobre, poi, ripartiranno i laboratori del CIDI Pescara che ha attivato percorsi di studio e ricerca di lettoscrittura documentata, storia e ambienti di apprendimento”.

Francavilla al Mare. A quarant’anni dal sequestro e dall’omicidio di Aldo Moro, il dibattito sulla sua vita, sulle sue idee politiche e giuridiche, sulla sua attività di governo e soprattutto sulla sua tragica fine è ancora aperto e assai vivo, a conferma del prestigio e dell’importanza della figura dello statista democristiano e dell’attualità del suo pensiero.

Il Comune di Francavilla al Mare, in collaborazione con la Fondazione Bertrando e Silvio Spaventa, ha deciso di organizzare sabato 1° settembre alle ore 18,30, presso il Pontile a mare, un convegno per discutere dell’eredità morale e politica di Moro, ossia di ciò che è vivo e profondamente attuale del suo pensiero e della sua attività pubblica. Uomo del dialogo e del confronto democratico tra le diverse forze politiche, sinceramente rispettoso delle idee e delle convinzioni altrui e lontano da ogni tipo di ottuso fanatismo, Moro rappresenta un punto di riferimento obbligato per quanti auspicano una politica non ridotta a rissa quotidiana e a continua delegittimazione dell’avversario. Inoltre, i principi fondamentali del suo pensiero, quali il valore e la dignità della persona umana, l’importanza della solidarietà sociale e del ruolo delle libere associazioni, la necessità di difendere le istituzioni democratiche da ogni minaccia interna ed esterna, conservano ancora un’indubbia validità e possono fungere da stelle polari anche nell’Italia di oggi. Un’Italia che, come affermò lo stesso Moro nel suo ultimo intervento alla Camera dei Deputati il 28 febbraio 1978, «non si salverà» se non vedrà nascere «un nuovo senso del dovere», alimentato dal rispetto dei valori sanciti dalla Costituzione e dal quotidiano impegno di governanti e cittadini per una loro effettiva realizzazione.

Dopo i saluti del Sindaco di Francavilla al Mare Antonio Luciani, sarà Raffaele Bonanni, Presidente della Fondazione Bertrando e Silvio Spaventa, ad introdurre il convegno, sottolineando l’impegno della Fondazione abruzzese nel custodire la memoria dei grandi padri della patria. Prenderà poi la parola Rocco D’Alfonso, storico del pensiero politico e Responsabile Cultura dell’Ufficio di Presidenza della Regione Abruzzo, che ripercorrerà l’itinerario culturale e politico dello statista pugliese con la sua preziosa eredità morale e civile. Infine, sarà l’ambasciatore Arnaldo Sanguini a chiudere il convegno, soffermandosi principalmente sull’attività di Moro nel campo della politica estera. Modererà il convegno Silvano Barone, caporedattore TG3 Abruzzo.

In caso di pioggia, la manifestazione si svolgerà all'interno del Foyer di Palazzo Sirena, antistante il pontile.

Francavilla al Mare. “La chiesa di Santa Maria Maggiore opera di Ludovico Quaroni (1911-1987) a 70 anni dalla sua progettazione (1948)”: è il titolo del mini-convegno artistico-teologico-pastorale organizzato dal parroco di Santa Maria Maggiore in Francavilla al Mare, mons. Michele Giulio Masciarelli, per commemorare il settantesimo anniversario della vincita del concorso nazionale per la ricostruzione della chiesa matrice della città adriatica. Santa Maria Maggiore, come parrocchia, è antecedente al 1413, anno in cui il parroco don Nicola Rauti, ricevette in donazione il prezioso ostensorio, opera di Nicola da Guardiagrele. Nella visita pastorale del 5 maggio 1568, l’arcivescovo di Chieti, mons. Giovanni Oliva, la trovò «tutta devastata e bruciata per lo spopolamento fatto negli anni passati dai turchi» (l’incursione turca ad opera di Pialì Basha e il suo esercito avvenne il 30 luglio 1566) e, dopo avervi celebrato la messa e amministrato il sacramento della cresima, nel pomeriggio visitò l’altra chiesa parrocchiale di sant’Elena «che parimenti trovò bruciata e piena di rovina». In seguito, l’arcivescovo Santacroce, con decreto promulgato durante la visita pastorale del 1636, unì la cura di sant’Elena e le sue esigue rendite all’arcipretura di Santa Maria Maggiore. Intanto, la congregazione dell’oratorio, con rogito del 23 giugno 1623, notificato da papa Urbano VIII con il breve apostolico del 26 marzo 1624, cedette la giurisdizione spirituale di Francavilla al Mare alla diocesi teatina. Con bolla di Benedetto XIV del 17 dicembre 1746, l’arcipretura di Santa Maria Maggiore fu elevata a collegiata e tale rimarrà fino al 1867. Il capitolo era composto da un arciprete e sette canonici, i quali avevano per insegne il rocchetto e la mozzetta violacea. La storia recente riguarda le vicende belliche e la distruzione della imponente chiesa matrice. Il progetto per la ricostruzione fu realizzato, appunto, dall’architetto Ludovico Quaroni, vincitore di un progetto nazionale. I lavori iniziarono negli anni ’50 per essere portati a termine nel 1957, anno in cui fu aperta al culto. Benedetta dall’arcivescovo mons. Giovanni Battista Bosio il 2 ottobre 1960, la cerimonia di dedicazione della nuova chiesa al titolo di Santa Maria Maggiore è stata presieduta dall’arcivescovo mons. Vincenzo Fagiolo il 13 dicembre 1979. Il convegno si terrà martedì 4 settembre 2018, alle ore 18.30, nella chiesa di Santa Maria Maggiore. Sono previste tre relazioni: la prima, dell’arcivescovo mons. Bruno Forte su “Quando l’architettura aiuta a meditare e a pregare”, la seconda, dell’architetto Arturo Stuard su “Ludovico Quaroni nell’architettura italiana del novecento”, l’ultima, del teologo e parroco mons. Masciarelli che offrirà una “Lettura teologica della chiesa francavillese di Ludovico Quaroni”. L’invito è per tutti quelli che sono interessati al tema.

Teramo. Domani, venerdì 6 luglio, a partire dalle 14.30, l’aula tesi della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Teramo ospiterà il convegno “GDPR, carta carburante e fattura elettronica” organizzato dall'Associazione ATSC Agenti Teramo Senza Confini.

Si tratta di tematiche attuali, che riguardano in modo particolare la professione dell’agente di commercio.

Durante il convegno si tratterà ampiamente degli adempimenti derivanti dal recepimento nell’ordinamento italiano della normativa europea sul trattamento dei dati personali ai sensi del GDPR - Regolamento UE 2016/679; si affronterà il tema della fattura elettronica per quel che concerne la scheda carburante e, più in generale, si vedrà come funzionerà la fatturazione elettronica tra privati obbligatoria a partire dal 1° gennaio 2019.

L'incontro offrirà anche l'occasione per presentare i servizi che ATSC metterà a disposizione dei suoi associati per gestire senza difficoltà questi importanti cambiamenti.


«L'incontro di venerdì, pensato per la nostra categoria, sarà comunque un utile momento di informazione per quanti dovranno confrontarsi con le novità introdotte dal GDPR e dall'obbligo di fatturazione elettronica tra privati – ha sottolineato il Dott. Franco Damiani, Presidente ATSC -. Per offrire la migliore assistenza possibile, abbiamo infatti invitato professionisti esperti nei vari ambiti tematici al fine di illustrare questi cambiamenti e rispondere ad ogni eventuale dubbio o perplessità».


Nello stesso giorno si terrà l’Assemblea Generale Ordinaria Elettiva dell’ATSC – Agenti Teramo Senza Confini per il rinnovo delle cariche dei componenti del Consiglio Direttivo per il triennio 2018-2021 e la presentazione e l’approvazione del Rendiconto Economico 2017.

L’Aquila. Giovedì 21 a L’Aquila si parlerà del mondo dei call center un settore produttivo che rappresenta una risorsa per L’Abruzzo. È stata scelta L’aquila, per questa iniziativa importante, come città simbolo per raccontare le varie esperienze e i risultati raggiunti: nella provincia aquilana sono presenti 7 aziende che occupano più di 2000 lavoratori.
Il sindacato vuole ripartire da qui per offrire un’occasione ai tanti disoccupati e soprattutto ai giovani, perché la crisi economica ed occupazionale purtroppo si è fatta sentire anche nel settore dei servizi mettendo a rischio molti posti di lavoro.
Il convegno di domani, organizzato dalla la Federazione Informazione Spettacolo e Telecomunicazioni della CISL AbruzzoMolise, si pone come obiettivo quello di sensibilizzare e incoraggiare le parti imprenditoriali e le istituzioni a fare sistema e rete, ma soprattutto a creare quelle sinergie necessarie per la difesa del lavoro e del reddito delle famiglie in una regione che, ancora oggi, risente gli effetti della crisi economica e del triste evento del sisma.
Lucio PETRONGOLO, Segretario Generale Fistel CISL AbruzzoMolise introdurrà i lavori della tavola rotonda a cui parteciperanno Giovanni LOLLI, VicePresidente Giunta Regionale Abruzzo, Vito Antonio VITALE, Segretario Nazionale Fistel CISL, Leo Pio MALANDRA, Segretario Generale CISL AbruzzoMolise, Paolo SARZANA, Presidente Assocontact.

Campobasso. "La fede in Cristo è sguardo in avanti. I cinquant'anni dell'opera teologica «Introduzione al Cristianesimo» di Joseph Ratzinger" è il titolo del convegno che si svolgerà lunedì 28 maggio 2018, alle ore 18:00 nell'auditorium Celestino V in via Mazzini, 80 a Campobasso. L’iniziativa è promossa dal centro Culturale Internazionale Joseph Ratzinger, in collaborazione con l'Arcidiocesi di Campobasso - Bojano e l'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme sezione Abruzzo – Molise.
Il Centro Ratzinger, oltre alle funzioni culturali e di formazione, favorisce anche la costante attività di ricerca teologica e l'approfondimento sul Magistero della Chiesa Cattolica. Esperti di teologia, pastorale, comunicazione e filosofia si incontreranno per rileggere una delle opere più importanti del teologo bavarese, Joseph Ratzinger, oggi Papa Emerito. L'evento si inserisce nel cammino sinodale diocesano che quest'anno guarda alla missionarietà dell'annuncio, alla concretizzazione del kérigma e al bisogno di discernimento spirituale e sociale.
Al convegno, moderato dal preside dell'Ordine Equestre Santo Sepolcro, Carmine De Camillis interverranno, il presidente del Centro Ratzinger Ylenia Fiorenza, il biblista don Michele Tartaglia, il giornalista dell'Osservatore Romano p. Gianfranco Grieco, il portavoce della Fondazione Vaticana J. Ratzinger-Benedetto XVI, Luca Caruso e l'arcivescovo metropolita di Campobasso-Boiano, S.E.Mons. GianCarlo Bregantini.
La sfida che la storia contemporanea lancia al mondo credente è del tutto aperta. Le pagine teologiche di Joseph Ratzinger Benedetto XVI restano attuali e fondamentali, soprattutto perché in esse si armonizza il “nesso agapico della dimensione contemplativa e di quella operativa della fede” come indicato dal Centro Ratzinger di Campobasso.

Pagina 1 di 13

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione