Chieti. Al “Tommolini” di Martinsicuro inizia il girone di ritorno dei neroverdi. Seconda sfida lontana dalle mura amiche, dopo aver vinto domenica scorsa lo scontro diretto a Spoltore, che ha regalato alla compagine del Presidente Filippo Di Giovanni il titolo virtuale di Campione d’Inverno.

Successo che è stato festeggiato in settimana da tutto lo staff dirigenziale, staff tecnico e giocatori presso “La Casina Dei Tigli” nel cuore della Villa Comunale. All’appello mancano due gare prima della sosta natalizia: domani a Martinsicuro(ore 14:30), contro la squadra allenata dal mai dimenticato Guido Di Fabio, protagonista con la maglia neroverde nella stagione 2003/04 in serie C1. Poi, domenica prossima 23 Dicembre, si tornerà a giocare all’Angelini contro il Pontevomano.

Obiettivo sei punti per tentare di allungare sulle dirette inseguitrici e chiudere in bellezza una prima parte di stagione che ha visto il Chieti lottare sul campo e fuori, contro gli infortuni che hanno penalizzato oltremodo l’organico. Nonostante tutto, tra mille difficoltà, va rimarcato che i neroverdi hanno rimontato ben nove punti al Sambuceto, vincendo anche lo scontro diretto, dall’arrivo di mister Lucarelli in panchina.

Punti recuperati che sono stati un toccasana dopo un inizio di stagione difficile, che ancora oggi vede le scorie degli infortuni di uomini cardine come quelle di Tato, Leccese e Delgado tornato arruolabile da poco. La tranquillità e la fiducia nei propri mezzi portata da mister Lucarelli hanno fatto il resto, facendo rendere al meglio un gruppo competitivo ma totalmente nuovo.

Tornando alla gara di domani, il Martinsicuro è fermo a 4 punti in classifica, in ultima posizione. Compagine giovanissima che fa della freschezza atletica la sua arma principale, vista domenica scorsa nel derby contro il Nereto, perdendo solo nel finale dopo essere passati in vantaggio. Partita da prendere con le dovute cautele per evitare cali di tensione.

Il tecnico Lucarelli, dopo la rifinitura mattutina al “Marcantonio” di Cepagatti, presenta la sfida contro i Truentini: “Il Martinsicuro quest’anno è partito con l’obiettivo di valorizzare i giovani – spiega Lucarelli – anche se la mission per adesso non gli è riuscita perché in alcune partite sono stati anche molto sfortunati e potevano aver senz’altro qualche punto in più in classifica. Sono una squadra ben allenata da Guido Di Fabio, giocano un calcio basato su ritmi molto alti, pressano tantissimo i portatori di palla e provano a mettere in pratica la loro idea di calcio. La differenza dei punti fa pensare che non sono una squadra all’altezza di questo campionato, ma in realtà non è così perché vedendo le ultime partite giocate hanno dimostrato grande voglia di fare bene, mettendo in difficoltà il Nereto sul loro campo. Noi naturalmente dobbiamo continuare nel processo di crescita perché pian piano stiamo recuperando tutti gli infortunati. Mi aspetto qualche miglioramento sul piano del gioco e della tenuta durante tutto l’arco dei 90’ minuti”.

Quali sono le insidie maggiori che il Chieti dovrà affrontare nel girone di ritorno? “L’insidia principale attuale è quella di recuperare bene tutti gli infortunati sia a livello fisico che mentale. La rosa è altezza per poter giocare un girone di ritorno da protagonista. Nel mercato cosiddetto di riparazione ci siamo mossi con oculatezza con gli innesti di David Toro e del fuoriquota mancino Luigi Scutti. Per quanto riguarda le altre compagini che puntano alla vittoria la finale si è mossa bene la Torrese, puntellando la difesa con l’esperto Chiacchiarelli, al posto dell’infortunato De Cesaris. Senza dimenticare il Sambuceto che sicuramente darà filo da torcere, così come Spoltore e Capistrello. Nel girone di ritorno si gioca un altro campionato. Noi eravamo forti anche prima e lo siamo anche adesso”.

Domani non ci sarà il Capitano Daniele Ricci squalificato per una giornata dal giudice sportivo. Torna tra i convocati Tato. Intanto, Amiternina – Torrese è stata rinviata a causa dell’abbondante nevicata caduta su Scoppito.

Chieti. Un nuovo appuntamento proposto da WWF e Museo universitario per approfondimenti su temi di attualità. Questa volta lo sguardo è rivolto al cielo. Relatore sarà Giancarlo Carchesio, appassionato astrofilo e valente fotografo il quale proporrà, dopo una breve introduzione sull’astronomia amatoriale e sugli oggetti del sistema solare, un approfondimento sulla cometa 46/P Wirtanen, meglio nota, dato il periodo nel quale si mostra agli osservatori terrestri, come “cometa di Natale”. Si parlerà quindi degli esopianeti illustrando qual è lo stato attuale delle conoscenze su questo affascinante argomento: gli esopianeti sono quelli che orbitano intorno a stelle diverse dal nostro Sole, tra i quali un gran numero è nelle condizioni di potere teoricamente ospitare la vita.

Si tornerà quindi sulla terra per osservare le meraviglie che a un attento osservatore può riservare il cielo così come appare nel mese di dicembre con le costellazioni e con una piccola sorpresa: Carchesio mostrerà alcune foto “deep sky” di oggetti presenti tra le costellazioni.

Ci si occuperà infine dell’uomo, non solo come osservatore stupefatto del cosmo, ma come protagonista diretto delle esplorazioni. Per dirla con Dante Alighieri: “fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”, oggi non solo esplorando i mari come l’Ulisse al quale il sommo poeta ha fatto pronunciare i due famosi versi, ma anche navigando nel cosmo. Così la conversazione sulle stelle e sui pianeti si concluderà con un accenno alle missioni spaziali in atto in questa fase della storia dell’uomo.

Un appuntamento ricco di spunti, da non perdere. Come in tutte le iniziative del Museo universitario e del WWF Chieti-Pescara l’ingresso è gratuito sino a esaurimento posti.

Ortona. La Sieco Service Impavida Ortona cercherà il sesto risultato utile consecutivo e lo farà domenica 9 dicembre alle ore 18.00 in casa della Tipiesse Cisano Bergamasco.

È dall’11 novembre che i ragazzi di Mister Nunzio Lanci ad ogni partita raccolgono punti. Tutte vittorie, eccezion fatta per la gara esterna contro la stellare Gas Sales Piacenza, dalla quale la SIECO è uscita si, sconfitta, ma solo al tie-break e dopo un’incredibile rimonta. La storia più recente parla invece di un’affermazione in casa contro la BAM Acqua San Bernardo Cuneo, una gara con i suoi chiaro-scuri ma che è valsa comunque tre pesantissimi punti.

Per la prossima partita, tuttavia, bisognerà scrollarsi di dosso ogni incertezza perché i cisanesi sono avversari temibili per ogni squadra che si avventura nella loro tana. Tanti i passi falsi commessi in quel di Cisano. Ne sanno qualcosa Cantù e Club Italia che hanno lasciato li un punto, riuscendo a vincere soltanto al quinto set. Peggio è andata la settimana scorsa a Tuscania, che invece è stata travolta dai lombardi per tre set a zero. Mister Nunzio Lanci è consapevole delle insidie che lo attendono: «Certo, sarà difficile, un po’ come tutte le trasferte. È nostro dovere però, racimolare più punti possibile se vogliamo tentare di raggiungere il nostro obiettivo del quarto posto e giocarci la coppa Italia. Cisano sarà una squadra tosta che ha assaggiato il sapore di una grande vittoria davanti al proprio pubblico e naturalmente farà di tutto per ripetersi contro di noi. Sarà una trasferta piena di insidie, ma sono sicuro che con il lavoro svolto in palestra in settimana, affronteremo questo impegno con la giusta preparazione».

Arbitri dell’incontro i signori De Simeis Giuseppe (Le) e Scotti Paolo (Cr).

Questo il programma completo per quanto riguarda la decima giornata di andata nel girone blu del campionato nazionale di pallavolo Credem Banca:

Maury’s Italiana Ass. Tuscania – Gioiella Gioia Del Colle
Materdomini Castellana Grotte – Gas Sales Piacenza
Club Italia Crai Roma – Elios Messaggerie Catania
Tinet Gori Wines Prata – Olimpia Bergamo
Tipiesse Cisano Bergamasco – Sieco Service Ortona
Pag Taviano – Videx Grottazzolina
Bam Acqua San Benedetto Cuneo – Pool Libertas Cantù

Classifica: Olimpia Bergamo 26, Gas Sales Piacenza 22, Videx Grottazzolina 21, Materdomini Castellana Grotte 17, Elios Messaggerie Catania 15, Club Italia CRAI Roma 15, Gioiella Gioia Del Colle 14, Sieco Service Impavida Ortona 13, Pool Libertas Cantù 9, Tinet Gori Wines Prata 9, Tipiesse Cisano Bergamasco 8, BAM Acqua San Bernardo Cuneo 7, Pag Taviano 7, Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 6.

Chieti. Il calendario della Magic non fa sconti, mettendo in fila tra le mura amiche, dopo Fossombrone e Lanciano, anche la corazzata Val di Ceppo, squadra che dopo aver tentato invano di essere ripescata in B, ha investito non poco per creare una corazzata, almeno sulla carta, inaffondabile. Dopo le delusioni patite nella scorsa stagione, infatti, anno nuovo e improntato al cambiamento per la società perugina che ha allestito un roster profondamente rinnovato per quantità e qualità, affidato alla guida di un giovane tecnico, l’avellinese Enzo Formato, alla sua prima esperienza nelle vesti di capo allenatore, dopo lunga militanza come primo assistente in A2 con la Poderosa Montegranaro.

Tra i nuovi arrivi si segnala quello di Andrea Grosso, strappato nelle ultime ore di mercato proprio alla Magic e che dopo un lungo infortunio è tornato a giocare con la gagliardia di sempre, affiancandosi alla grande, nel settore esterni e in cabina di regia con il capitano Edoardo Casuscelli, play velocissimo e di ottima tecnica, e con il perugino Umberto Meschini. A torreggiare sotto le plance sono poi arrivati il bulgaro, ex Levski Sofia, Angel Peychinov, prelevato da La Spezia, 201 centimetri di muscoli per 15 punti a partita, e il centro francese Florian Ouedraogo, giovane virgulto di 202 centimetri, proveniente dal floridissimo vivaio dello Chalon e reduce da due stagioni giocate in USA nel New Mexico Junior College. Non fosse bastato questo quintetto, composto da giocatori che partirebbero titolari in qualsiasi altra squadra del girone, la società bianco-blu ha voluto “esagerare”, strutturando una panchina profondissima, grazie agli arrivi dell’ala Vincent Okon e dello spoletino Luca Quondam, oltre alle conferme di due giovani interessantissimi come Filippo Speziali e Riccardo Burini.

“Valdiceppo è sicuramente una squadra molto forte - sottolinea coach Renato Castorina - e la classifica lo sta a testimoniare, come anche è facilmente desumibile da alcune perentorie vittorie fuori casa, vedi quella di Matelica. È un roster molto lungo, avendo la società costruito una squadra con le intenzioni di arrivare fino in fondo in questo campionato, e che può fare affidamento sulla leadership di due giocatori come Grosso e Casuscelli che per anni, insieme a Meschini hanno giocato in Serie B. Ma Val di Ceppo può contare anche su altri giocatori molto importanti come il lungo Ouedraogo e il bulgaro Peychinov, potendo inoltre contare in panchina su giovani che hanno grande energia e talento. Da parte nostra la vittoria molto convincente contro San Benedetto ci ha permesso di ricaricare le pile, facendoci recuperare quella necessaria fiducia di cui abbiamo estremo bisogno per potere affrontare partite di questo tipo. Sarà determinante giocare ogni possesso come fosse l'ultimo, con la necessaria "cattiveria" agonistica. Questa è l’unica via per pensare di poter vincere partite come quella di domenica prossima”.

Chiaro come il sole, i neroverdi sono attesi ad un’altra impresa, quella di rendere al 110% delle loro possibilità, senza mai poter mostrare il fianco a cali di tensione, sarebbero letali. Ci si augura, quindi, un pubblico delle grandi occasioni, la partita merita infatti una degna cornice. Appuntamento a domenica 9 dicembre, alle ore 18.30, presso il Pala Santa Filomena, ricordando che sarà attivo un punto di raccolta fondi per l’Opera Missionaria Francescana in Burkina Faso. Basket e solidarietà, un binomio vincente, da sempre nel DNA della Magic.

Chieti. Il Centro Nazionale Sportivo Libertas indice ed organizza, per la stagione sportiva 2018, i Campionati Nazionali di Pattinaggio artistico, con la collaborazione del Centro Regionale Sportivo Libertas Abruzzo e con l’organizzazione tecnica dell’Asd Sammi Skate di Chieti, in programma nei giorni 6-7-8-9 dicembre prossimi.
Le gare si svolgeranno nel Palazzetto dello sport denominato Palatricalle Sandro Leombroni, sito in via dei Peligni (Chieti), con fondo in Parquet, dimensioni 20x40 e nel Palazzetto dello sport “Santa Filomena”, sito in viale Abruzzo (Chieti Scalo). Alla competizione parteciperanno oltre 600 atleti provenienti dalle Associazioni regolarmente affiliate al Centro Nazionale Sportivo Libertas per la stagione 2018, quindi in possesso del cartellino Libertas valido per l’anno sportivo 2018-19 o per l’anno solare 2018, alla Fisr e agli Enti di Promozione Sportiva, con atleti regolarmente tesserati per l’anno sportivo in corso, e muniti di certificazione medico-sanitaria che attesti l’idoneità fisica degli stessi.
Il programma:

GIOVEDI’ 6 dicembre
Sede competizione Pala Santa Filomena
Mattino

PRINCIPIANTI
PERCORSO A (suddivise per anni di nascita)
PERCORSO B (suddivise per anni di nascita)
Premiazione

A seguire..

“CATEGORIA -FISR”
PREGIOVANISSIMI (2011),GIOVANISSIMI A (2010) , GIOVANISSIMI B (2009)
ESORDIENTI REGIONALI A(2008), ESORDIENTI REGIONALI B (2007)
ESORDIENTI A (2008), ESORDIENTI B (2007)

“COPPIE ARTISTICO”
Tutte le categorie FISR

A seguire..

“GRUPPI”
FASCIA “PROMO”
QUARTETTI, PICCOLI GRUPPI E GRANDI GRUPPI
FASCIA "AGONISTICA" (FISR)
QUARTETTI, PICCOLI GRUPPI E GRANDI GRUPPI

Alla fine delle ultime premiazioni ci sarà la Cerimonia di Apertura del Campionato


PROGRAMMA

CAMPIONATO ITALIANO LIBERTAS 2018
CHIETI 6-9 dicembre 2018

VENERDI’ 7 dicembre

Sede competizione Pala Santa Filomena
Mattino

PRINCIPIANTI
PERCORSO C (suddivise per anni di nascita)
PERCORSO D (suddivise per anni di nascita)
Premiazione

A seguire.....

“CATEGORIE _FISR”
Tutte le categorie rimanenti

A seguire....

“COPPIE DANZA”
Tutte le categorie FISR

“SOLO DANCE”
DIVISIONE NAZIONALE, DIVISIONE INTERNAZIONALE, MASTER, GIOVANISSIMI, PICCOLI ESORDIENTI


PROGRAMMA
CAMPIONATO ITALIANO LIBERTAS 2018
CHIETI 6-9 dicembre 2018

SABATO 8 e DOMENICA 9 dicembre
Sede competizione PALATRICALLE
CATEGORIE “FASCIA LIBERTAS”
Tutte le categorie Fascia Libertas

La Domenica 9 dicembre ci sarà la premizione della Società Campione Nazionale Libertas che riguarderà solo le società tesserate Libertas
N.B.
Tutte le premiazioni saranno così svolte:

1' premiazione di tutti gli atleti dove si proclamerà il primo classificato al Campionato Nazionale Libertas 2018
2' premiazione (solo per I tesserati Libertas)solo I primi 3 classificati dove si proclamerà il Campione Nazionale Libertas 2018, dove avverrà la consegna della maglietta Libertas
“Innanzitutto è la prima volta in assoluto che si fa a Chieti un Campionato Nazionale Libertas per quanto riguarda il Pattinaggio artistico - ha sottolineato il presidente regionale Libertas Abruzzo, Massimiliano Milozzi – ci saranno 4 giornate e circa 700 atleti provenienti da tutta Italia. Il 6 e 7 dicembre le giornate si terranno al Pala Santa Filomena e l’8 e il 9 dicembre al Pala Tricalle, l’ingresso sarà gratuito, abbiamo fatto questa scelta per avvicinare tutta la cittadinanza a questa manifestazione. Avremo circa 7-800 persone che da tutta Italia verranno a Chieti, penso che sia un segnale positivo per la città: queste persone oltre a riempire i vari Hotel della città daranno anche la possibilità a noi come Chieti di farci conoscere in tutta la nazione. Per quanto riguarda i Palazzetti noi abbiamo il Pala Tricalle che, a detta di tutti, è uno dei più belli d’Italia e quindi sarà sicuramente un vanto per noi farci esibire gli atleti. Inveve per quanto riguarda il Pala Santa Filomena devo ringraziare il presidente Di Marco che ci ha concesso l’utilizzo per le prime due giornate. Le gare inizieranno la mattina del 6 e si articoleranno durante tutto l’arco della giornata, partiranno gli atleti più giovani e termineranno l’8 ed il 9 quelli più competitivi e che faranno anche un’esibizione finale al Pala Tricalle dove alle 17 di domenica ci sarà anche una premiazione con cerimonia finale con le autorità politiche, approfitto per ringraziare il Comune che ci ha concesso il Palal Tricalle per l’8 ed il 9”.
“Il Comitato è sempre aperto a queste iniziative - ha affermato il delegato provinciale Coni Chieti, Gianfranco Milozzi – anche perché non solo si parla di sport, ma si parla anche di turismo e di ritorno d’immagine della nostra città. Questa è una manifestazione a livello nazionala organizzata dalla Libertas ed è la prima volta che si svolge in Abruzzo, in questo caso a Chieti. Con i componenti della Libertas abbiamo cercato di coinvolgere l’intera città svolgendo due giorni al Pala Tricalle (Chieti alta) e due giorni al Pala Santa Filomena (Chieti bassa) in modo che tutti potranno prendere parte a questo evento. Dalla città la risposta sarà sicuramente ampiamente positiva perché l’amministrazione ha messo a disposizione il Pala Tricalle gratuitamente, ha dato il suo patrocinio, quindi automaticamente ha fatto risparmiare dei soldini a coloro che organizzano”.
“Quando il presidente Milozzi mi ha proposto di svolgere questo tipo di evento così importante abbiamo pensato a Chieti proprio per una rinascita della struttura del Pala Tricalle che era stato comunque utilizzato in passato per gare di interesse regionale e del Pala Santa Filomena - ha detto la responsabile regionale Libertas Abruzzo, Pattinaggio Lucina Luchetti – quindi due strutture molto valide e importanti che potevano essere delle ottime sedi per delle competizioni così importanti con il coinvolgimento di tanti atleti e di tanti accompagnatori. Quindi vogliamo portare l’attenzione del Pattinaggio non solo a Scanno e Roccaraso che sono sedi storiche e collaudate dove facciamo ormai campionati Fisr da anni, ma sottopo all’attenzione della Federazione ulteriori strutture. Quindi insieme alla Libertas abbiamo dato modo di vedere che queste strutture possono essere veramente idonee a competizioni di questo livello. Molte regioni hanno aderito, ovviamente è un periodo particolare, le attività della Fisr si concentrano tra il mese di maggio e settembre-ottobre, quindi la proposta della Libertas va a coprire un intervallo temporale insolito che non viene utilizzato dagli atleti perché questo di solito è il periodo dei campionati mondiali del Pattinaggio Artistico. È un modo però per tenere in allenamento sempre i ragazzi in modo che siano sempre preparati ed arrivino al periodo di marzo-aprile alle competizioni federali più agguerriti, pronti e determinati. Questo tipo di proposta Open è stata presa in considerazione dalla Federazione di cui faccio parte. Quando ne abbiamo parlato la proposta è subito piaciuta al presidente regionale e ha subito pensato a riproporre un’analoga competizione anche a livello federale”.

Pescara. Cosa è cambiato nello scenario italiano degli ultimi anni? E come si è arrivati alla bruciante sconfitta del Partito Democratico alle elezioni del 4 marzo? A queste e altre domande risponde l’ex presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in "La sfida impopulista", il suo libro recentemente pubblicato per Rizzoli, che sarà presentato domani, sabato 1° dicembre, alle ore 19 all'Auditorium Petruzzi del Museo delle Genti d'Abruzzo, a Pescara.
Durante l’incontro, introdotto dall’assessore alla Cultura del Comune di Pescara Giovanni Di Iacovo, Gentiloni dialogherà con il direttore del FLA Vincenzo d'Aquino e con l'onorevole Giovanni Legnini, già vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura. L’iniziativa è organizzata dal FLA – Festival di Libri e Altrecose e dal Museo delle Genti d’Abruzzo.
«Questo populismo nazionalista mi fa paura. L’onda sovranista ingrossata dalla crisi e sospinta al governo di alcuni grandi Paesi è una minaccia per i valori del sistema liberale. Per difendersi, bisogna prima di tutto sottrarsi al contagio. Essere saldamente, fieramente impopulisti. Che è tutto il contrario dell’essere impopolari», spiega Paolo Gentiloni nel libro che ripercorre la sua stagione di governo, dall’arrivo a Palazzo Chigi dopo la sconfitta del referendum ai rapporti con i leader mondiali, dalla crisi sociale a quella delle banche, dalla fine dell’epoca d’oro della globalizzazione alle tensioni in Europa, al terrorismo e all’emergenza migratoria.
Capire come si è arrivati alla situazione attuale è la premessa per ripartire. Una riflessione non priva di autocritica e più che mai attuale nel panorama della sinistra, attraverso la quale l’autore tratteggia un manifesto per il rilancio democratico, per un’alleanza per l’alternativa capace di ricostruire la relazione naturale dei progressisti con il popolo, di fermare il nazionalismo populista prima che sia troppo tardi, di tornare a vincere.

Francavilla al Mare. Sono stati presentati questa mattina gli eventi natalizi di Francavilla.
Tanti gli appuntamenti che partiranno domani con il Villaggio del Ghiaccio in piazza Sant’Alfonso e con lo spettacolo di Edoardo Leo (già sold out) al Teatro Sirena. Tra gli altri eventi, oltre ai classici mercatini la sera del7 dicembre tornerà la tradizione dei focaracci nelle varie contrade, l’8 dicembre “Babbo Natale e la sua piccola slitta” in piazza Sirena, il 13 dicembre i festeggiamenti in onore di Santa Lucia, il 14 dicembre il concerto Jazz di fabrizio Bosso a Palazzo Sirena, il 16 dicembre alle ore 15 in piazza San Franco la “Tombolata di Natale”, il 22 dicembre a Palazzo Sirena alle ore 18 “Gospel for Christmas”, il 23 dicembre in piazza Sant’Alfonso in mattinata (ore 10) Babbo Natale e nel pomeriggio (alle 16) ”Giocolieri in piazza”, il 26 dicembre nella Chiesa di Sant’Alfonso torna il “Concerto di Natale”, il 28 dicembre alle ore 18 in piazza Sirena Cristina D’Avena in concerto, lo stesso giorno alle ore 13 il “Pranzo di Natale” di Emozioni, il 29 dicembre concerto per raccogliere fondi in favore della Pediatria dell’Ospedale di Chieti, il 31 dicembre “Capodanno in piazza” a piazza Sant’Alfonso ed il 6 gennaio arriverà la Befana in piazza Sirena (ore 10.30) e in piazza San Franco (alle ore 11).
“Questo fine settimana inizieranno ufficialmente gli eventi natalizi – ha annunciato il sindaco Antonio Luciani – un grazie a Davide Cavuti che come direttore artistico si occupa della prima vera stagione del Palazzo Sirena che si inaugurerà sabato con lo spettacolo di Edoardo Leo che è già sold out e si dimostra quindi un successo annunciato. Per questa stagione, grazie a lui, si è scelta meno quantità ma più qualità. Il Palazzo Sirena sta diventando il fulcro culturale francavillese, è una cosa alla quale la mia amministrazione ha puntato tanto, è una cosa che sta funzionando anche grazie all’aiuto dei privati che ci sponsorizzano, oltre ai biglietti che danno un importante supporto economico. Quindi è una struttura che funziona senza generare un enorme debito, cosa a cui eravamo abituati negli anni passati. Una struttura che riesce a mantenersi, a vivere di vita propria e a fornire un’offerta culturale di tutto rispetto. Quindi parte il Natale francavillese da questo weekend, le due piazza principali saranno piazza Sirena e piazza Sant’Alfonso. Ringrazio l’assessore Luisa Russo che si occupa di tutto questo nella nostra amministrazione, ma soprattutto ringrazio le associazioni dei commercianti perché grazie a loro siamo riusciti a fornire un calendario di tutto rispetto per questi weekend che ci accompagneranno per il Natale e per l’Epifania. Quindi offerta culturale ma non solo visto che ci sarà spazio per i bambini, per le famiglie con animazioni, c’è la pista di ghiaccio a piazza Sant’Alfonso che sarà un vero e proprio villaggio del ghiaccio, ci saranno i mercatini ed un concerto importante in piazza Sirena il 28 dicembre con Cristina D’Avena che ha accompagnato l’infanzia di quelli della nostra generazione. La attendiamo, speriamo che ci sia un nutrito pubblico, sicuramente ci sarà tanto divertimento”.
“Voglio sottolineare l’importanza delle associazioni che hanno contribuito all’organizzazione di questi eventi rendendo ricco questo cartellone - ha affermato l’assessore al Commercio, Luisa Russo – grazie a loro ci saranno tanti cittadini che andranno in giro per la città e ci saranno due centri commerciali naturali in cui le famiglie possono andare, fare acquisti e partecipare agli eventi natalizi programmati insieme. L’associazione Asterope addirittura è riuscita a farsi finanziare l’allestimento luninario capendo che noi, come Enti pubblici, non possiamo arrivare a tutto, quindi si cercano risorse anche altrove. La stessa cosa sta facendo l’associazione Francavilla Centrale, li ringrazio sperando che man mano riusciremo a crescere insieme”.
“È un calendario pensato sin dall’inizio per i giovani, per le nuove generazioni – ha precisato il direttore artistico del Teatro Sirena, Davide Cavuti – la scelta artistica è ricaduta proprio su questo: un punto di equilibrio tra tradizione e innovazione però rispettando l’originalità delle proposte, la qualità sicuramente è confermata dagli artisti tra cui Edoardo Leo, Luca Argentero ed il maestro Uto Ughi, per non cirarli tutti. ci saranno veramente tantissimi appuntamenti, partiremo con Edoardo Leo domani, non ci sono più i biglietti, questo è un buon segno. Il 14 dicembe con Fabrizio Bosso se non ci sarà il tutto esaurito si arriverà sicuramente ad un buon numero di spettatori. La stagione è abbastanza variegata, ci sono quattro sezioni (Teatro, Musica, Cinema e Progetti Speciali). Il Cinema è curato dall’associazione Alphaville, l’ingresso è libero, i Progetti Speciali parleranno di alcuni personaggi della nostra città, parleremo di Alessandro Cicognini, ma non solo. C’è una novità per il pubblico: il pubblico abbonato farà parte di una giuria popolare che assegnerà il premio al miglior interprete e al miglior musicista che andrà in scena. Ringrazio il pubblico che oltre al sold out di domani ci ha dato anche il sold out degli abbonamenti, che non era scontato. Questo Teatro è un affresco nuovo per Francavilla, sarà pregno di romanticismo e di sentimenti”.

Montesilvano. Giunge alla sua terza edizione “Ti L’Arcurd”, il calendario 2019 dedicato alla Montesilvanesità. A presentare il progetto incentrato sui montesilvanesi doc che hanno fatto la storia della città, questa mattina, il sindaco Francesco Maragno, l’ideatore Sergio Agostinone, Renato Petra presidente dell’associazione Amare Montesilvano, Michele Samuele Borgia, presidente della Bcc Cappelle Sul Tavo, main sponsor.

«Anche quest’anno nelle case dei montesilvanesi - afferma il sindaco Francesco Maragno - entrerà il calendario della Montesilvanesità, una iniziativa che trova le sue fondamenta nella identità e nelle tradizioni e ricorda l’importanza delle nostre origini. Interessante anche l’idea di abbinare alle foto, mese per mese, un proverbio dialettale, detti popolari che all’insegna della genuinità forniscono spesso insegnamenti molto significativi. La pubblicazione di una nuova edizione del calendario sulla montesilvanesità, rappresenta non solo il successo dell'iniziativa ma è anche la prova che la cittadinanza è sensibile alla memoria. E' attraverso la memoria che una popolazione cresce nella conoscenza e nella consapevolezza delle proprie radici».

Ogni mese racchiude le fotografie di una tipologia di personaggi storici della città. Quest’anno ciascun mese è caratterizzato anche da un proverbio. In totale 138 le immagini raccolte per l’edizione 2019. Si comincia con gennaio dedicato a “Li Prit” (i sacerdoti); febbraio a “Li midiche” (i medici); Marzo “Li Murature” (i muratori); aprile a “Li Funtanire” (gli idraulici); maggio “Li Spazzine” (gli operatori ecologici), giugno “Li Barbire” (i barbieri); luglio “L’artiggiane” (gli artigiani); agosto “Li balneature” (i balneatori); settembre “Li faligname” (i falegnami); ottobre “Li cummirciante” (i commercianti); novembre “li geometre e li architette” (i geometri e gli architetti); dicembre “Li Meccaniche” (i meccanici).

«Il calendario di quest’anno - ha spiegato Renato Petra - è ricco di novità, a cominciare dalla grafica per proseguire con l’abbinamento di un proverbio dialettale per ciascun mestiere. Ma l’aspetto più significativo che dimostra la crescita di questo progetto è che ormai sono i montesilvanesi stessi a partecipare attivamente alla realizzazione del calendario fornendoci le loro foto».

«Quest’anno - ha sottolineato Sergio Agostinone - abbiamo voluto dedicarci ai mestieri di una volta, i lavori umili ma anche quelli di prestigio come i sacerdoti e i medici. Ricordarli significa dare linfa alla nostra storia, creata dal sacrificio di questi maestri del lavoro. Voglio ringraziare tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto e tutti i cittadini che hanno aperto i cassetti dei loro ricordi, fornendoci tantissime foto che ci hanno permesso di realizzare una nuova edizione del calendario».

«Credo che iniziative come quella della montesilvanesità che approfondiscono la storia di un territorio siano molto importanti - ha affermato il presidente della Bcc Cappelle sul Tavo, Borgia -. La nostra banca sosterrà sempre progetti che vanno alla ricerca delle radici e delle tradizioni, convinti che noi saremo in futuro qualcosa di coerente solo se ci rendiamo veramente conto di cosa siamo stati in passato».

La presentazione è stata moderata da Mariella Orlando. Il calendario sarà disponibile dai primi giorni di dicembre alla cartoleria Lo Scarabokkio. Del calendario è stata fatta una mostra che resterà allestita nella Sala Consiliare del Comune da oggi fino a fine dicembre, ed è visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle 13 e il giovedì anche dalle 15:30 alle 17:00.

Pescara. Alla vigilia del match interno con l'Ascoli, il tecnico del Pescara, Bepi Pillon, ex di turno, ha presentato l'incontro.
Queste sono le sue dichiarazioni riportate da forzapescara.com: ”Sarà fondamentale l’atteggiamento che avremo nel corso della gara, sarà poi il campo a decidere. Ritengo utile la sosta, serve a lavorare. Per la gara di domani siamo tutti pronti. Dovrò decidere di far scendere in campo uno tra Monachello e Antonucci. L’Ascoli è una squadra molto organizzata, con tecnico molto bravo come Vivarini. Mi sono trovato molto bene ad Ascoli. Abbiamo vinto il campionato e l’anno successivo ci siamo salvati. Dispiace per l’assenza di Campagnaro ma non dobbiamo fascarci la testa. L’anno scorso, dal mio arrivo, ci siamo salvati con la coppia Perrotta-Gravillon. Ora c’è solo bisogno di ritrovare la compattezza di squadra e di far una continuità di risultati.”

Vasto. Questa mattina in Municipio a Vasto è stato presentato il portale web “Vamos” acronimo di Vasto mobilità sostenibile, realizzato in collaborazione con la CNA Giovani, rappresentata dal presidente regionale Luca Lecce e dal delegato alle Smart City Roberto Raspa. All’incontro nella Sala Consiliare hanno preso parte insieme all’assessore ai Traporti, Mobilità Sostenibile e Smart City, Paola Cianci i rappresentanti della giunta, i consiglieri Marra e Artese, il dirigente del Settore di riferimento Avv. Luca Mastrangelo, il Comandante della Polizia Municipale Giuseppe Del Moro, il presidente della Consulta Giovanile Mario Testa, le associazioni ciclistiche, ambientaliste, le aziende di trasporto e i dirigenti delle scuole secondarie di secondo grado e i rappresentanti d’Istituto.

“Con Vamos - ha spiegato l’assessore Paola Cianci - inizieremo a confrontarci con tutti gli interlocutori impegnati sul tema della mobilità sostenibile del territorio con il coinvolgimento del mondo dei giovani tramite la scuola e la Consulta Giovanile. Rappresenta un contenitore di idee per promuovere una visione di città smart partendo dalle politiche già messe in campo dall’Amministrazione Comunale, per arrivare a nuove strategie e progetti già in cantiere. Nel portale l’utente troverà informazioni in merito alla collocazione di parcheggi a pagamento e per diversamente abili, aree verdi, spazi pubblici, ZTL con aggiornamenti, la geolocalizzazione dei sentieri e percorsi ciclabili. Ringrazio i colleghi di giunta per la collaborazione e tutti gli intervenuti. Con il loro supporto e i preziosi consigli realizzeremo gruppi di lavoro e laboratori nelle scuole per preparare le nuove generazioni ad una visione di città sostenibile che mette al centro la qualità della vita delle persone”.

“La mobilità sostenibile - ha aggiunto Luca Lecce - è una occasione per sviluppare nuove opportunità imprenditoriali. Promuovere progetti innovativi ed inclusivi è uno degli obiettivi della CNA”.

“Da oggi - ha concluso Roberto Raspa - è stata attivata anche la pagina Facebook. Per garantire la massima partecipazione degli utenti del portale sarà possibile rispondere ai questionari sulla mobilità”.

Pagina 1 di 38

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione