Pescara. Alla vigilia dela trasferta di Empoli, nella gara valida per il turno infrasettimanale di serie B, il tecnico del Pescara, Zdenek Zeman, ha presentato l'incontro.
Queste sono le sue parole riportate da forzapescara.com: ”Bisogna valutare tutti, non ci sono grandi problemi fisici. Zampano è stato determinante nell’azione del pareggio ma anche in quella del gol dell’Avellino (ride ndr). Ha tempi migliori di inserimento rispetto a Mazzotta ma entrambi hanno problemi nella fase difensiva. Kanoutè ha fatto male ma non dipende solo da lui, se non gli diamo la palla è difficile fare bene. Bisogna vedere se la squadra ha fiducia in lui o no. Valzania ha fatto meglio di Brugman in quel ruolo. Poi Gaston quando è andato in cabina di regia ha fatto benissimo. Nonostante tutto però siamo tutte vicine alla prima posizione. È esattamente il contrario della serie A. Noi entriamo in campo e studiamo l’avversario cercando dei riferimenti poi nella ripresa facciamo meglio. Io però voglio che la squadra giochi subito dal primo minuto. Se invece di passare la palla in avanti, la diamo a Bovo c’è un problema. La maggior parte dei gol che facciamo sono su azione costruita ma dobbiamo farne di più. Certo vorrei 15 azioni zemaniane a partite. L’Empoli è una buona squadra, sta facendo un buon percorso con una rosa importante. Vivarini è un buon allenatore e la sua squadra gioca un buon calcio. A sinistra preferisco Mazzotta perché credo che Balzano e Crescenzi si esprimano meglio sulla corsia di destra. L’ambiente pescarese è ancora giù, dobbiamo riportarli noi allo stadio e con il morale alto. Purtroppo abbiamo pagato i tre pareggi e mi aspettavo qualcosa in più”.

Chieti. Dopo la vittoriosa trasferta di San Salvo i neroverdi viaggiano verso nord, precisamente a Martinsicuro, per affrontare la compagine allenata da Guido Di Fabio, ex calciatore neroverde.
Il primato in classifica ha aumentato l’autostima del gruppo e galvanizzato l’ambiente. Sono trascorse, solo otto giornate di campionato, poche per dare un giudizio definitivo, ma ilChieti F.C. è in costante crescita fisica e tecnica.
Aielli continua a volare basso e fa bene, anche perché le insidie sono sempre dietro l’angolo. Il torneo di Eccellenza è lungo, irto di difficoltà, ed è importante rimanere nel gruppo di testa perché tutto si deciderà a primavera.
I neroverdi vengono da un periodo di forma smaliante se si considera anche il cammino in Coppa Italia: nove risultati utili consecutivi frutto di sette vittorie e due pareggi.
Davvero un cammino importante che ha riacceso l’entusiasmo in città, nonostante le tante assenze che hanno reso il compito arduo per Aielli.Il parco under, in tal senso, nella sfida di San Salvo, ha dimostrato ancora una volta di poter essere competitivo con gli innesti Giannini e Ferrante dal primo minuto. La trasferta di Martinsicuro rappresenta, senz’altro, un altro crocevia nella corsa al primo posto.
I biancazzurri sono reduci dalla sconfitta pesantissima subita a Capistrello per 5 a 1 nella scorsa giornata. In casa, però, non sono mai stati sconfitti. Un motivo in più per brindare al terzo successo consecutivo.
Nove punti in classifica, il Martinsicuro, è una di quelle squadre costruite per ritentare la scalata alla serie D, sfumata la scorsa stagione solamente all’ultima giornata al cospetto dei Nerostellati. L’inizio di stagione non è stato in linea con le ambizioni, ma la caratura dell’avversario non permette di far dormire sonni tranquilli a capitan Lalli e compagni.
Al “Tommolini” Aielli ritroverà De Fabritiis e Costantini che ha scontato le due giornate di squalifica. Ancora assente Fruci.Per il resto è tutto da valutare con diversi giocatori che scalpitano per partire titolari.
Di Fabio non avrà a disposizione Picciola, Astarita e Tavoletti, mentre dovrebbero tornare a disposizione Lattanzi e Maio.
I neroverdi puntano a fare bottino pieno per continuare la striscia positiva e restare al comando della classifica, sperando in qualche passo falso delle dirette avversarie.
Si mobilita anche la tifoseria teatina che si annuncia numerosa a seguito della squadra.
La prevendita dei biglietti procede a gonfie vele presso la sede degli 89 Mai Domi in via Pescasseroli a Chieti scalo. Sarà possibile acquistare il tagliando d’ingresso allo stadio fino a domani alle ore 13, al costo di 7 euro.
Martinsicuro – Chieti F.C. sarà arbitrata dal sig. Vito Guerra di Venosa, assistenti De Filippis di Vasto e Consalvo di Lanciano. Fischio d’inizio alle ore 15.

Pescara. Il 20, 21 e 22 ottobre 2017 torna a Pescara il Festival Mediterraneo della Laicità. Il Festival Mediterraneo della Laicità vi aspetta all’Aurum di Pescara con la decima edizione da venerdì 20 ottobre. Oggi in Comune la conferenza di presentazione della tre giorni in presenza dell’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, dell’organizzatrice della rassegna Silvana Prosperi e dei collaboratori dell’evento. Il tema scelto per questa edizione 2017 del Festival è “nel Web - Mobilitazione totale Connessione generale“.

Il tema scelto per questa edizione 2017 del Festival è “nel Web - Mobilitazione totale Connessione generale“

“Il Festival nasce sotto la buona stella del premio ricevuto da Silvana Prosperi in Libano – così l’assessore Giovanni Di Iacovo – Presentiamo un evento che ha valore, cresciuto, che ha assunto importanza a livello europeo e internazionale. Il tema di quest'anno è molto interessante, perché parla del web e approfondisce la discussione su un argomento molto utilizzato ma su cui non ci si sofferma abbastanza. Sono tre giorni pieni, arricchito da interlocutori che fanno della cultura la propria attività principale e temi che sono cari a consessi internazionali che ci consentono di avere voci autorevoli a Pescara per il Festival a cui auguro lunga vita”.

“Ringrazio tutti i nostri sostenitori che ci consentono di dare alle iniziative la più alta valenza culturale – così Silvana Prosperi – Il nostro è un piccolo evento che ha i riflettori puntati sulla necessità di affrontare gli argomenti in modo laico. Avremo grandi e bei nomi che ci aiuteranno ad affrontare il tema di quest’anno, come al solito lo faremo in modo generoso, pubblicando i contenuti sul nostro sito e rendendolo fruibile attraverso tutti i canali del Festival. Si comincia domani alle 17 con una introduzione di musica che mai manca nelle nostre edizioni in cui si rinnovano tutte le collaborazioni, come quella con l’associazione Acma che unisce il cinema ai contenuti con delle rassegne, post festival al Museo Colonna”.

E’ in programma da domani, venerdì 20 a domenica 23 ottobre all’Aurum di Pescara il Festival Mediterraneo della Laicità organizzato dall’associazione Itinerari Laici. Lo scopo del Festival Mediterraneo della Laicità e dell’Associazione Itinerari Laici, come si legge nel sito ufficiale della manifestazione pescarese www.itinerarilaici.it, è quello della “piena realizzazione di uno stato laico, neutrale rispetto a tutti i culti, indipendente da tutti i cleri, libero da qualsiasi concezione teologica, che consenta l’uguaglianza di tutti di fronte alla legge attraverso l’esercizio dei diritti civili garantiti fuori da qualsiasi convincimento religioso e che consenta altresì la libertà di tutti i culti.”


Il Festival si aprirà venerdì 20 ottobre alle ore 17.00 con “Laicità MUSICA”. Alan DI LIBERATORE, Violoncello: Esplorare Nuovi Linguaggi
per poi far seguire una tavola rotonda su Tecnologia tra Diritto e Società con la partecipazione di Amedeo SANTOSUOSSO e Eide SPEDICATO IENGO che sarà moderata da Fabrizio MASCIANGIOLI

sabato 21 ottobre 2017 con inizio alle ore 17.30 previste le relazioni di
Lidia MENAPACE Il futuro, nuova forma di patriarcato?
Eleonora DE CONCILIIS Psychonet. Normalizzazione sociale e scomparsa della realtà
Antonio CIANCARELLI Modernità e disagio. Una lettura psicoanalitica

domenica 22 ottobre 2017 relazioni di
Vera GHENO Tipini da social - Stereotipi comunicativi in rete
Michèle GENDREAU-MASSALOUX La mobilitazione scelta
Maurizio FERRARIS La rivoluzione documediale
alle ore 11.30 Dialogo tra Jocelyn BENOIST e Maurizio FERRARIS su Costruzione o decostruzione della conoscenza?

Al termine, intorno alle ore 12.30, ASSEGNAZIONE DEL PREMIO “Laici per il Mediterraneo 2017”

Ricordiamo che è previsto un ciclo "Laicità CINEMA"
EVENTO: https://www.facebook.com/events/305796813162029/
Ciclo di Cinema a cura dell’Associazione A.C.M.A.
28 ottobre, 4 e 11 novembre Museo d'arte moderna Vittoria Colonna, Via Gramsci, 1, Pescara piano terra h. 17.30

Associazione Itinerari Laici
www.itinerarilaici.it - www.laicofestival.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizzazione: Associazione Itinerari Laici
Collaborazione Scientifica: LabOnt Maurizio Ferraris
Coordinatrice organizzativa: Silvana Prosperi
Comitato organizzativo: Muni Cytron, Michele Meomartino, Greetje Van der Veer, Paolo Visci
Promozione / Ufficio Stampa: Associazione A.C.M.A. - Valentina Angela Stella

Pescara. Il Sottosegretario Regionale Mazzocca e il Presidente di Legambiente Abruzzo Giuseppe Di Marco hanno presentato ieri, in conferenza stampa, “I sentieri della rinascita”. Il progetto è stato illustrato, nel corso dell'incontro, da Antonio Nicoletti, responsabile aree protette e biodiversità di Legambiente, e dai referenti del Parco Nazionale del Gran Sasso Alfonso Calzolaio e Annamaria Giannangeli, responsabili dell'area e servizio tecnico, presenti all'incontro.

“Organizzato da Legambiente, “I sentieri della rinascita” - spiega Mazzocca - rientra nella più ampia iniziativa de “La rinascita ha il cuore giovane”, campagna destinata ad aiutare giovani imprenditori e cooperative delle zone colpite dal sisma del Centro Italia. L'obiettivo e' quello di recuperare la rete dei sentieri di montagna grazie a campi di volontari nel Parco nazionale del Gran Sasso in Abruzzo e dei Monti Sibillini nelle Marche. Un primo passo per rimettere in moto l’offerta turistica, far ripartire le piccole economie locali e dare solidarietà a queste realtà che fanno fatica a ricominciare. Alcune aree danneggiate sono al momento ancora inaccessibili, mentre altre che possono essere già frequentate ospiteranno nelle prossime settimane i campi”.

Il campo abruzzese sarà allestito nel Comune di Isola di San Pietro, frazione di Isola del Gran Sasso (Te) a 780metri e sarà attivo dal 23 al 30 ottobre e dal 30 ottobre al 6 novembre. I volontari, provenienti da tutta Italia e dall'estero, lavoreranno a due sentieri con riparazione delle staccionate in paletti di castagno, parti con gradini in pietra franati, potature di rami e arbusti, segnaletica con due nuovi cartelli lungo i sentieri natura dell’Acquatina, attrezzato per non-vedenti, e dell’Antico Sentiero per Isola. Si occuperanno anche della realizzazione ex novo di una pozza d'acqua per la protezione del rospo ululone, presente con una colonia.

Il campo marchigiano sarà allestito, invece, dal 30 ottobre al 6 novembre in una ex scuola a Fiastra (Mc). Qui i volontari contribuiranno a ripristinare i sentieri natura di Fiastra, Pieve e Bolognola ed, eventualmente, alla pulizia delle sponde del lago.

Ultimi giorni per le prenotazioni via telefono al num. 06-86268323/326/403 oppure via email scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Info: https://www.legambiente.it/legambiente/campi-di-volontariato/cerca/#/cerca-campi/nazionali?regione=abruzzo

Francavilla al Mare. Continua il tour promozionale de “L’amore coniugato” di Annalisa Giuliani. L’autrice atessana sarà a Francavilla al Mare giovedì 19 ottobre alle ore 18 presso l’Erboristeria Linfa d’Erbe, in via Adriatica 209, per parlare del suo primo romanzo, recentemente pubblicato dalla Ianieri Edizioni, con nota dello scrittore Sandro Bonvissuto. L’evento è in collaborazione con la Libreria Mondadori.
Premiata al “John Fante” con una menzione speciale nel 2013 e col primo premio della giuria tecnica nel 2015 per “Sogni nella casa di bouganville”, Annalisa Giuliani esordisce nella narrativa con un intenso libro sull’amore. Protagonista la giovane e bella Artemisia, avvocato civilista in carriera, con un doloroso passato e un amore, appunto, all’orizzonte: Ernesto. Ma Ernesto è un uomo sposato, con una famiglia, e Artemisia, nonostante il loro appassionato rapporto, diventa inevitabilmente l’altra, l’amante, relegata in un tempo sospeso, clandestino come il loro amore.
Quando Artemisia scoprirà di essere incinta, sarà costretta a scegliere tra l’amore condizionato per Ernesto e quello per il figlio che ha in grembo. Rivisiterà così il suo difficile passato, segnato dalla morte precoce della madre, e cambierà vita per evitare sofferenze al nascituro. Solo allora la donna scoprirà che l’amore autentico non si esaurisce ma si trasforma, passa di persona in persona, torna al punto di partenza. Sempre uguale, sempre diverso. Coniugato, appunto.
Annalisa Giuliani è nata nel 1968 ad Atessa, dove vive e lavora come avvocato civilista. Ha vinto numerosi concorsi per racconti brevi.

Chieti. Il Chieti F.C. viaggia alla volta di San Salvo nella prima di due trasferte consecutive lontano dall’Angelini. Dopo la doppia vittoria ottenuta domenica e mercoledì in Coppa, i ragazzi del presidente Trevisan si rituffano in campionato affrontando il San Salvo, compagine che nelle settimane scorse ha cambiato guida tecnica: via per problemi personali Di Bernardo e panchina ad Angelo Suero.
Sarà un San Salvo più completo rispetto alla sfida di Coppa Italia di qualche mese fa, in quell’occasione i neroverdi, si erano imposti sia all’Angelini per 3 a 2 e nella partita di ritorno al “D.Bucci” con un rotondo 1 – 4.
In casa teatina c’è molto entusiasmo, la squadra vive un buon momento di forma, come testimoniano i risultati fin qui ottenuti, dopo l’infausta prima giornata di campionato. Aielli nel momento più difficile, complice anche gli infortuni che si sono succeduti, è riuscito a gestire il gruppo nel migliore dei modi. I miglioramenti sono arrivati nel gioco e sono la dimostrazione che la squadra stia trovando un suo equilibrio tattico, indispensabile per competere con le prime della classe. Qualità e quantità fanno si che il Chieti F.C. abbia ritrovato la sua coppia gol: Catalli e Lalli. Il primo illumina con giocate di alta scuola, mentre il secondo fattura gol a ripetizione. Anche la difesa, orfana di Fruci, si sta comportando bene. Cattenari tra i pali è una sicurezza, mentre a dirigere la difesa, c’è il tandem De Fabritiis - Patacchiola che assicura solidità al reparto confermandosi al secondo posto per gol subiti, dietro solo alla capolista Paterno. Senza dimenticare, la crescita tecnica del parco under, fondamentale, per gli equilibri in campo.
A conferma di ciò, il centrocampista Simone Bordoni, ci presenta la sfida del “Davide Bucci”:
“ stiamo tenendo un buon ritmo, però, dobbiamo stare attenti perché sicuramente il San Salvo è un’altra squadra rispetto a quella affrontata in Coppa. Si sono amalgamati nel corso delle giornate, soprattutto, dopo aver cambiato guida tecnica, hanno trovato nuovi stimoli con qualche risultato positivo raggiunto. Non hanno grosse individualità ma nel complesso possono creare problemi. Dal canto nostro, continuiamo a lavorare per ottenere il massimo: l’obiettivo è di non abbassare la guardia perché il campionato non ti permette distrazioni”.
Tre partite in una settimana si faranno sentire nelle gambe, oppure, pensi che non influirà sul rendimento in campo?
“abbiamo una rosa ampia, questo fa siche tutti ci sentiamo pronti per scendere in campo e dare il nostro contributo ogni qualvolta che il mister cichiama in causa”.
In classifica siamo secondi, dietro al Paterno in ritardo di tre punti, in compagnia di Giulianova, Sambuceto e Angolana: secondo Bordoni quali sono le squadre che il Chieti F.C. deve temere per la lotta al vertice?
“ Dopo sette giornate è ancora presto per delineare la classifica, le somme le tireremo più avanti. Il campionato di Eccellenza è sempre avvincente, incerto fino all’ultima giornata. In campo daremo tutto per regalare gioie ai nostri tifosi che ci seguono ovunque”.
Vigilia con tanti dubbi di formazione per il tecnico Aielli. Salteranno il match di San Salvo, oltre a Costantini squalificato, Fruci, Fanelli e Calderaro.
In casa San Salvo sarà una giornata di festa: infatti, il club del Presidente Vicoli e del Direttore Sportivo Meuccio Di Santo, festeggerà l’anniversario del cinquantenario.
Da Chieti sono previsti 200 tifosi, pronti a sostenere, come sempre, Lalli e compagni. I biglietti messi a disposizione dal San Salvo sono in vendita presso la sede degli 89 Mai Domi in via Pescasseroli n°1 a Chieti scalo fino a domani mattina. A tal proposito il presidente Giulio Trevisan commenta così il gesto della società presieduta da Vicoli:
“voglio esprimere un ringraziamento alla dirigenza del San Salvo, nelle persone del presidente Vicoli e del Direttore Sportivo Meuccio Di Santo che si sono messi a disposizione per agevolare la vendita dei biglietti alla nostra tifoseria. E’ un gesto che fa bene al calcio in generale.”
Arbitrerà l’incontro il signor Stefano Giampietro di Pescara, assistenti Chiavaroli di Pescara e Falcone di Vasto.

San Salvo. Da qualche settimana è ripartita a pieno ritmo l’avventura dell’Us San Salvo, nell’anno del suo cinquantesimo anniversario di fondazione. Questa mattina nella sede sociale si è svolta una conferenza stampa di presentazione del nuovo main sponsor, la SBT srl (Small Business Trends Agency) e dei programmi futuri della società presieduta da Luigi Vicoli, che ha evidenziato come “da oggi parte un progetto a lungo termine per ridare vigore e prospettive future a una società che diventi punto di aggregazione anche per altre realtà sportive della città”.
Il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca ha ringraziato il presidente Vicoli per il suo impegno personale nell’aver preso con coraggio e determinazione le redini della Us San Salvo “per una squadra che auspichiamo sappia raccogliere importanti successi nel solco del passato di una società dai colori gloriosi”. Il sindaco ha augurato buon lavoro al tecnico Angelo Suero, al direttore sportivo Meuccio Di Santo e al responsabile del settore giovanile Davide Panfilo. “Una società – ha aggiunto – contornata di sansalvesi che crede nello sport come occasione di crescita sportiva e sociale, in particolare nell’anno del cinquantenario in una città, che in questi anni è cresciuta offrendo grandi opportunità di vita. Portate con orgoglio in alto il nome di San Salvo sapendo che, oltre a essere campioni dello sport, dovete essere esempio di vita per i giovani”.
L’assessore allo sport Tonino Marcello ha augurato alla società e alla squadra le migliori fortune e in particolare l’amministratore delegato della Sbt srl, Andrea Mullner, per aver investito per il rilancio dei colori biancoazzurri.
Il presidente del Consiglio comunale Eugenio Spadano ha portato i saluti dell’intera assise ribadendo che la comunità cresce in maniera armonica se lo sport viene adeguatamente privilegiato come accade in questa Città.

Roma. Sarà presentato martedì 17 ottobre, alle ore 10.00, a Roma, presso l’Auditorium “V. Bachelet” nel The Church Palace (Via Aurelia, 481), la XII edizione del “Rapporto Italiani nel mondo”, della Fondazione Migrantes. L’incontro sarà aperto dal saluto di Don Giovanni De Robertis, Direttore generale della Fondazione Migrantes e dall’introduzione di S.E. Mons. Guerino Di Tora, Presidente dello stesso organismo pastorale della Cei. Seguirà la presentazione del video del “Rapporto Italiani nel Mondo 2017” da parte del Direttore di Tv2000 Paolo Ruffini e la proiezione dello stesso.

A presentare nel dettaglio il Rapporto, la curatrice Delfina Licata che si soffermerà sul tema “La mobilità italiana tra ‘doppi altrove’, periodici spaesamenti e identità arricchite”. Seguiranno gli interventi su “Pensionati italiani nel mondo: approccio concreto a un fenomeno” di Salvatore Ponticelli, della Direzione Centrale Pensioni dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale (Inps); su “Cultura e lingua: lo stile italiano nel mondo”, di Andrea Riccardi, Presidente della Società Dante Alighieri. La “voce delle istituzioni” è affidata a Vincenzo Amendola, Sottosegretario al Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale con delega agli italiani nel mondo. Le conclusioni saranno affidate a S.E. Mons. Nunzio Galantino, Segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana. A moderare i lavori il giornalista Franz Coriasco.

Città Sant’Angelo. In vista della trasferta di Parma il tecnico del Pescara, Zdenek Zeman, ha presentato l’incontro.
Queste sono le parole del mister: “Sicuramente noi domenica giochiamo in maniera diversa rispetto a quello che proviamo tutta la settimana, ci dobbiamo abituare a fare le cose che si provano e domenica rimaniamo su un calcio un po’ diverso e spero che si impari andando avanti. Io non sono preoccupato, so che c’è una squadra con poca esperienza che si deve abituare a giocare un campionato di serie B, proprio a Parma c’è l’occasione perché ci sono tanti giocatori che militano nella Nazionale giovanile ed affrontano il Parma che ha diversi giocatori di 35/40 anni e bisogna affrontarli per capire che cos’è il campionato”.
Su un possibile turn over: “Devo avere motivazioni per cambiare, abbiamo giocato con una formazione abbastanza stabile finora per cercare di abituarsi a fare insieme, poi in settimana, a parte che mancavano 4 nazionali, ho visto anche gli altri che secondo me possono partecipare oggi. A livello di infortuni stiamo abbastanza bene, abbiamo fuori Campagnaro, Bovo e Proietti che ha un infortunio più lungo. Palazzi è rientrato, si allena da 4 giorni, per lui non è facile dopo essere stato fuori per molto tempo avere nelle gambe 90’, però è utilizzabile anche se non per tutta la partita e Perrotta è a posto. Palazzi lo abbiamo preso come mezzo destro, anche Coulibaly attualmente è mezz destro, ho sempre cercato di fare squadre con doppioni e poi può valere l’uno o l’altro. Ganz? È a disposizione, poi bisogna se è più utile rispetto a Pettinari o no. Mancuso? Non ha ancora i 90’ ma è un ragazzo generoso e spero che se gioca darà tutto quello che ha, poi dipende quanto dura. Elizalde? Ha delle qualità, magari fino ad ora non ha capito tutto quello che voglio da lui, ma ha delle qualità e spero che le faccia vedere in campo, è di grande qualità, l’ho voluto fortemente e spero che ci dia soddisfazione”.
Sull’atteggiamento della squadra: “Non sono preoccupato e non ho problemi di squadra zamaniana o meno, a parte che tutte lesquadre che alleno sono mie, se poi ci riesce quello che vogliamo sono contento, sennò bisogna lavorare e sono più contento quando lavoro. Ne ho sentite tante in giro, ma io sono qua anche per motivare e devo spingere in alcuni casi per fare in modo che i giocatori diano qualcosa in più, quindi per me è normale essere sempre così”.
Sul campionato: “Sono contento che sia un campionato equilibrato perché ci dà più tempo per migliorarci, tanto i campionati si decidono sempre negli ultimi due mesi, se ci danno tempo sono convinto che negli ultimi due mesi saremo un’altra squadra, non come nomi ma come comportamento”.
Sull’avversario di turno: “Penso che il Parma sia una squadra esperta, la maggior parte dei giocatori ha raggiunto i 30 anni da tempo, quindi è abituata non solo a questa categoria, ma anche a categorie superiori, gioca un calcio adatto ai trentenni, d’esperienza, anche il fatto che hanno realizzato tanti gol su calcio piazzato è un discorso di esperienza. I loro migliori realizzatori sono fino a questo momento i difensori centrali perché le palle inattive sono la loro forza, poi la squadra gioca anche bene anche se penso che non abbia grandi ritmi a causa dell’età, però sa gestire le partite, magari il pareggio di Salerno è stata una partita un po’ strana. Però penso che sia una squadra adatta alla serie B e penso che la sappiano gestire”.
Su quando vedremo un Pescara zemaniano: “Non dipende da me ma dipende dai giocatori, c’è chi capisce prima e chi capisce dopo, il discorso non è individuale ma è il concetto di squadra che bisogna imparare”.
Nel fine settimana c’è Roma – Napoli, nelle compagini delle due squadre ci sono due suoi allievi, Florenzi e Insigne: “Sono due ottime squadre, poi la partita si gioca, sulla carta oggi è favorito il Napoli, però penso che la Roma sia all’altezza. Per me è una partita equilibrata, poi penso che dipenderà dai colpi dei singoli. Insigne l’ho avuto più a lungo e mi ha dato soddisfazioni, Florenzi l’ho fatto riprendere iodal Crotone alla Roma, pensava che non poteva giocare con la Roma, ma ha dimostrato che c’è, spero che dopo l’infortunio continui la sua carriera al meglio”.

Chieti. “Cresce la consapevolezza nei confronti dei temi digitali, ma c’è ancora molto da lavorare sul versante delle aziende e della Pubblica Amministrazione. Con queste parole Roberto Di Vincenzo, presidente della Camera di Commercio di Chieti, ha introdotto i temi delconvegno “La Camera di Commercio di Chieti con le imprese nel futuro (presente) digitale”, tenutosi lunedì 9 ottobre nella sede di Chieti Scalo della Camera di commercio teatina. “ComePunto di Impresa Digitale di Chietistiamo programmando diversi appuntamenti per informare le impresesui temi di Impresa 4.0- ha annunciato Di Vincenzo –incontri che approfondiranno l’innovazione necessaria per essere al passo della quarta rivoluzione industriale”.

IlCassetto Digitale dell’Imprenditoreè stato presentato da Antonio Tonini, Direttore Rete Camerale di Infocamere. “E’ un’innovazione facileda utilizzare” ha detto Tonini: “tramite unapp sul proprio smartphone, l’imprenditore ha accesso a tutti gli atti amministrativi che riguardano la sua impresa, può scaricare gratuitamente visure camerali e copie di atti societari, ma anche i documenti del SUAP, fatture elettroniche. E’ una semplificazione che comporta anche riduzione dei costi per l’impresa”. Interessante la testimonianza diretta di tre impreseCorfinio Barattucci di Chieti, Mechanike’ Srls(start up innovativa) e Italimpianti Srl che ne utilizzano i servizi.

Mario Altavilla, di Unioncamere ha trattato di Sportello Unico Attività Produttive e di Fascicolo Elettronico di impresa. Su quest’ultimo si è concentrata l’attenzione dei partecipanti: “il fascicolo elettronico di impresa, ha affermato Altavilla, permetterà all’impresa di poter consultare (sempre nel cassetto digitale)gli atti amministrativi di tutti gli altri enti pubblici, SUAP, INAIL, INPS, Agenzia del Territorio e Agenzia delle Entrate. Tramite l’altro servizio delle Camere di Commercio, VerificaPA, tutte le Pubbliche Amministrazioni hanno accesso, in via telematica, agli atti amministrativi delle imprese già in possesso dalla Pubblica Amministrazione, senza oneri aggiuntivi a carico delle imprese”.

Sul tema del SUAP – Sportello Unico Attività Produttive, è emerso che ad oggi sono 16 i comuni della provincia di Chieti accreditati in convenzione che utilizzano il Suap della Camera di Commercio di Chieti, con il Comune di Chieti come Ente capofila, e 8 quelli in delega alla Camera di Commercio; attualmente è in fase di avvio il collegamento con il comune di Francavilla al Mare.Le pratiche inoltrate (dato 2017) tramite il Suap camerale in provincia di Chieti sono 1.157 e quasi 14.000 sono i documenti confluiti nei rispettivi fascicoli d’impresa.

Umberto Di Primio, Sindaco della Città di Chieti, ha rimarcato nel suo intervento come l’introduzione del SUAP telematico in convenzione con la Camera di Commercio di Chieti ha permesso di snellire le procedure amministrative per il rilascio delle autorizzazioni. “Possiamo attuare l’Agenda Digitale solo se i comuni, soprattutto quelli piccoli, saranno messi in grado di poter operare, ha ribadito Di Primio, che ha rimarcato come “la semplificazione porta la trasparenza”.

Pagina 1 di 14

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione