Articoli filtrati per data: Lunedì, 10 Aprile 2017

Chieti. Sabato 15 aprile, in occasione della gara con Ravenna, ingresso libero e aperto a tutti. La Pallacanestro Chieti apre le porte del PalaTricalle a tutti gli sportivi teatini che hanno a cuore le sorti delle Furie, impegnate a sostenere una sfida fondamentale per la permanenza nel campionato di serie A2. Ci si augura, infatti, che in un momento come quello attuale, tanto difficile quanto incerto, una presenza massiccia e partecipe di tutto il popolo del basket teatino, possa contribuire a moltiplicare lo slancio, il coraggio e  l’entusiasmo di una squadra che crede ancora fermamente alla salvezza. Tutti uniti per lottare, vincere e … risorgere: appuntamento a sabato prossimo, 15 aprile, alle ore 20.30.

Pubblicato in Sport
Lunedì, 10 Aprile 2017 00:00

A proposito della Sp 44

Pescara. Oggi, durante il Consiglio Provinciale, si è discusso a lungo dell’interdizione della Strada Provinciale 44 ai ciclisti e ai motociclisti, decisa qualche giorno fa dal dirigente del settore viabilità della Provincia, Paolo D’Incecco. Dopo aver valutato diverse ipotesi per procedere ad un intervento di manutenzione dell’intero tratto della provinciale , il Presidente e il Consiglio hanno dato  mandato ai tecnici del settore di fare una ricognizione per la stima dei lavori almeno del tratto incriminato, sulla bonifica da Villareia di Cepagatti verso Scafa. “Valuteremo al più presto – ha dichiarato Antonio Di Marco - le somme reperibili da residuo di bilancio per poter intervenire in tempi brevi su una strada che sta a cuore a molti sportivi e che viene usata anche per l’allenamento di squadre ciclistiche. A noi non piace creare disagi, ma purtroppo le condizioni attuali non ci consentono di garantire la sicurezza di chi viaggia sulle due ruote”.

Pubblicato in Politica

Pescara. “Ammontano a poco meno del 5 per cento delle missive TARI che non è stato possibile recapitare dalla ditta incaricata dal Comune per le spedizioni, sul totale di oltre 60.000 invii dei modelli F24, di cui 5.000 sono stati inviati via Pec, per la prima volta nella storia dell'Ente. Questo dice il report delle operazioni, da me richiesto per capire come migliorare il servizio e renderlo innovativo".
Così in una nota l'assessore alle Finanze del Comune di Pescara, Giuliano Diodati, che aggiunge: "Si tratta di una scelta, quella di inviare i bollettini a casa, fatta per agevolare i cittadini, visto che il contribuente, secondo quanto stabilisce la normativa relativa all'autoliquidazione, è tenuto a calcolare il dovuto anche tramite gli strumenti messi a disposizione sulla sezione dedicata del sito del Comune , o a richiederli agli uffici. E tale procedura ha sortito i suoi effetti, infatti non abbiamo avuto file o disagi delle tornate del passato presso gli sportelli dell'Ufficio Tributi del Comune.
Il 5% è una percentuale fisiologica, in alcune delle destinazioni i portalettere hanno tentato nuovi recapiti degli F24 perché arrivassero a tutti. Del totale delle 2.859 lettere inevase (precisamente il 4,765% di quelle inviate): 5 sono state rese al mittente, 457 avevano cassette inaccessibili, 91 civico inesistente, 12 indirizzo errato, 61 indirizzo insufficiente, 142 stabile inaccessibile, 3 respinto, 1.853 destinatario sconosciuto, 142 destinatario trasferito, 4 via inesistente, 59 cessato luogo attività, 47 destinatario deceduto.
In ultimo, delle 5.000 mail inviate via Pec ai contribuenti, non ne sono state consegnate 900, in quanto l'indirizzo del destinatario non risultava più attivo, nonostante il contribuente sia tenuto a comunicare variazioni ai registri dovuti e tenere attiva la Pec.
Possiamo fare di più, lo faremo, così come cercheremo di venire incontro in tutti i modi consentiti dalle norme ai contribuenti per recuperare queste fonti di introito che ci consentono di tenere a posto i conti del Comune e trasformare le risorse in servizi”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Si è celebrato oggi il 165° anniversario della Fondazione della Polizia di Stato, dal tema celebrativo “Esserci sempre”. La cerimonia ha avuto luogo, secondo il programma di cui al comunicato stampa inoltrato in data di Sabato 08 Aprile u.s..

Come preannunciato, si trasmettono in allegato al presente, il prospetto dei dati relativi ai reati commessi in questa provincia e nella città di Pescara con l’andamento a confronto tra il periodo 27.05.2015 – 28.02.2016 ed il periodo 27.05.2016 – 28.02.2017, nonché i risultati delle attività della Polizia di Stato.

Si trascrive inoltre il seguente stralcio dell’odierno discorso di saluto formulato dal Sig. Questore della Provincia di Pescara, Dott. Francesco Guglielmo MISITI, presso la sede “Ex Aurum”:
“….LA SICUREZZA PUBBLICA O, PER CERTI VERSI, LA SICUREZZA SOCIALE, CONOSCE, AL TEMPO DELLA COMUNICAZIONE GLOBALE, UN INTERESSE A VOLTE PARTICOLARE:
VERREBBE QUASI DA PENSARE AD UNA RICONSIDERAZIONE DELLA NOTA SCALA DEI BISOGNI, PER CUI PUÒ ACCADERE CHE LA DOMANDA DI SICUREZZA ASSUMA FORME QUALIFICATE E SI ADEGUI ALLE DIVERSE REALTA' AMBIENTALI E SOCIOECONOMICHE CUI E' RIFERITA, CORRELANDOSI IN CERTI CASI ALLE SPINTE DELLA PUBBLICA INFORMAZIONE MA ANCHE ALLE SUGGESTIONI CHE DA ESSA DISCENDONO.
CHI E’ RESPONSABILE DELL’ORDINE E DELLA SICUREZZA PUBBLICA NON PUO’ NEGLIGERE TALI LOGICHE E, ANZI, HA IL DOVERE DI VALUTARLE COMPIUTAMENTE, PER SAPERVI, SE NEL CASO, RESISTERE, OVE ESSE SIANO ESPRESSIONE DI INTERESSI NON ASCRIVIBILI ALLE PREVISIONI DI LEGGE O AI BISOGNI PREMINENTI DELLA COLLETTIVITA’.

CHI E’ RESPONSABILE DELL'ORDINE E DELLA SICUREZZA PUBBLICA DEVE PRIVILEGIARE GLI INTERVENTI ISPIRATI A CONCRETEZZA E BUON SENSO, E CIOE’ GLI INTERVENTI CHE RISPONDONO AD UN PARADIGMA SOSTANZIALE DI SICUREZZA, NELLA CONVINZIONE NECESSARIA ED IRRINUNCIABILE CHE LA CITTADINANZA POSSA ESSERE AVVIATA AD UNA "MODERNA NORMALITÀ'".

E PROPRIO IN QUESTA CORNICE DI NORMALITÀ, NESSUNO PUÒ' RITENERSI ESTRANEO AL SISTEMA SICUREZZA ED Al SUOI PROCESSI DI FORMAZIONE E CONSODILAMENTO, POSTO CHE NON V’E' UNA TIPOLOGIA TASSATIVA DEI SOGGETTI ATTORI DI TALE PROGETTO.

OGNUNO, CON VARIA VALENZA E INCIDENZA, E' VOCATO, PER LEGGE NATURALE, A CONTRIBUIRE ALLA SICUREZZA SECONDO PERCORSI DI ASSOLUTA NORMALITA’, E CIOÈ ATTRAVERSO PERCORSI CHE RICONOSCONO COGENZA NON SOLO ALLE NORME SACRALIZZATE NELLE LEGGI, MA ANCHE AI PRECETTI, NON CODIFICATI, DI NATURA ETICA E, PERCHE' NO, DI BUON SENSO. NE DISCENDE CHE LA LEGALITA’ HA UN SUO HUMUS PRIVILEGIATO, SI NUTRE DEGLI STIMOLI POSITIVI DELLA FAMIGLIA, DELLA SCUOLA, DELLE ISTITUZIONI, PER ORIENTARSI TELEOLOGICAMENTE ALL'AFFERMARSI DI UNA SOCIETÀ GIUSTA.

HO LA CONSAPEVOLEZZA DI OSARE UNA RIDUZIONE SEMPLICISTICA DI UNA PROBLEMATICA MULTIFORME E COMPLESSA, MA HO, DI CONVERSO, LA CERTEZZA CHE UNA RINNOVATA COSCIENZA DEI DOVERI DI OGNUNO - ANCOR PRIMA CHE DEI DIRITTI - SIA , SOPRATTUTTO PER I GIOVANI , UNO DEI MODI (UNO DEI POCHI MODI) PERCHE' POSSANO CONSEGUIRE UNA CITTADINANZA ATTIVA E PARTECIPE, SUPERANDO QUELLA DIMENSIONE DI ESCLUSIVITÀ' NELL'AZIONE DI PREVENZIONE E CONTRASTO AD OGNI FENOMENO DELINQUENZIALE, SBRIGATIVAMENTE ATTRIBUITA ALLA MAGISTRATURA ED ALLE FORZE DELL'ORDINE.

SIFFATTA PREMESSA HA LO SCOPO DI AFFERMARE CHE, ANCOR PIU’ NELLA REALTA’ DI OGGI, CARATTERIZZATA DA UNA CRISI PROFONDA, TUTTI HANNO IL DOVERE DI CREDERE NEI VALORI DELLA LEGALITA’.

ASSISTERE I GIOVANI ED ACCOMPAGNARLI NEI PERCORSI VIRTUOSI, PRESERVARLI DALL’ATTRAZIONE DELLA CRIMINALITÀ, DEVE ESSERE L'IMPEGNO CONVINTO E DETERMINATO DI OGNUNO, COSI' COME SOSTENERE IL MONDO DEL LAVORO, IN TUTTE LE SUE ESPRESSIONI, CON UNO SGUARDO ATTENTO E SOLIDALE ALLE IMPRESE, CHE DOVRANNO ESSERE AFFRANCATE DA QUALSIVOGLIA CONDIZIONAMENTO IMPROPRIO.

IN QUESTA DIREZIONE MOLTE COSE SONO CAMBIATE, ALCUNE IN MEGLIO, TANTO RESTA DA FARE!

ED IN QUESTA MOLTEPLICITA’ DI CONTESTI SI PUO’ AFFERMARE CHE, LA POLIZIA DI STATO, PUR TRA MILLE DIFFICOLTA’, E’ SEMPRE PRESENTE.
NOI, CHE CREDIAMO NELLA SOCIETÀ' CIVILE E PER ESSA QUOTIDIANAMENTE CI IMPEGNIAMO, ABBIAMO LA FORZA PER RESISTERE A COLORO CHE MOSTRANO DI NON COGLIERE I TRAGUARDI RAGGIUNTI, TALORA INTERESSATI AD ENFATIZZARE LE CRITICITÀ', PURE ESISTENTI…..”

Pubblicato in Cronaca

Illustrissimo Presidente,

la presente origina dallaviva preoccupazione che, come genitori, docenti, studenti e cittadini, nutriamo per il futurodi tutti gli alunni e studenti residenti nella città dell’Aquila che, a otto anni dal sisma dell’aprile 2009, si trovano a frequentare ancora edifici scolastici inadeguati ed insufficienti sotto il profilo della sicurezza in una delle aree a maggiore pericolosità sismica d’Italia.
Ulteriore fonte di amarezza ed indignazione è lo stato di grave ritardo in cui versano le procedure per la ricostruzione dei complessi scolastici inizialmente dislocati nei cosiddetti MUSP (Moduli ad Uso Scolastico Provvisori), che sostituiscono temporaneamente scuole danneggiate o distrutte dal terremoto.
Le scelte in materia diedilizia scolastica effettuate a L’Aquila nell'immediato post-sisma sotto il vincolo dell’urgenza, hanno fatto sì che tutte le scuole valutate come "riparabili" (dunque non dislocate in MUSP)fossero oggetto di opere di mera riparazione e "rafforzamento locale" restando prive di interventi di “miglioramento sismico” e, ancor più, di interventi di “adeguamento sismico”. In altri termini, nelle lavorazioni di ripristino, le scuole sono state equiparate alle abitazioni private, pur trattandosi - ai sensi dell’OPCM 3274 del 20/03/2003 - di edifici classificati “rilevanti”, per i quali vigono obblighi specifici di verifica del grado di vulnerabilità sismica e di programmazione di idonei interventi di messa in sicurezza.
Tali opere di ripristino, eseguite nell’estate-autunno del 2009, se da un lato hanno consentito lapressoché tempestiva ripresa delle attività scolastiche diogni ordine e grado, dall’altro hanno impedito che le nostre scuolepotessero essere destinatarie del successivo più puntuale impianto normativo in materia di prevenzione del rischio sismico (vediOPCM 3907/2010, DCD 89/2011 ele Linee Guida per l’elaborazione degli allegati tecnici ed economici– connesse al DCD citato e preliminari al Piano “Scuole d'Abruzzo - Il Futuro in Sicurezza”della Regione Abruzzo – volto a definire“criteri e modalità per la progettazione e per l’esecuzione degli interventi di ricostruzione e messa in sicurezza degli edifici scolastici della Regione Abruzzo danneggiati dagli eventi sismici del 6 aprile 2009”).Un vero e proprio paradosso dal quale oggi risulta difficoltoso liberare le nostre scuole.
L’obbligo delle verifiche di vulnerabilità sismica surichiamate ha trovato ad oggi adempimentoin sole 5 strutture ospitanti le scuole superiori di competenza provinciale,e sono risultatiindici particolarmente bassi,corrispondenti a ciò che,nelle schede di rilevazione predisposte dalla Protezione Civile,vienecosì descritto: “valori bassi, prossimi a zero, caratterizzano casi ad elevato rischio”.
Nessuna scuola comunaleaquilana è stata ad oggi oggetto di indagini volte a valutarne il grado di vulnerabilità sismicanonostante il termine massimo per le ricognizioni sugli edifici scolastici scadesse l’anno 2013.E, con riferimento alla ricostruzione dei complessi scolastici dislocati in Moduli Provvisori,per nessuna scuola a tutt’oggi sono stateavviate concrete fasi di ricostruzione.
Ci appelliamo quindi a Lei, in qualità di garante dei valori della nostra Costituzione e memori del discorso pronunciato all'atto del Suo insediamento, in cui ha riservato particolare attenzione al diritto allo studio e al futuro dei nostri studenti, poiché: "garantire la Costituzione significa garantire il diritto allo studio dei nostri ragazzi in una scuola moderna e in ambienti sicuri, garantire il loro diritto al futuro".La esortiamo a sensibilizzare le autorità competenti della Regione Abruzzo, della Provincia e del Comune dell’Aquila affinché vengano adottati con la massima urgenza gli opportuni provvedimenti a tutela della incolumità degli studenti e di tutto il personale delle scuole, e soprattutto nella massima trasparenza, di cui si sente grande bisogno.
Chiediamo di intervenire in tempi certi e in maniera efficace sulle criticità rilevate negli edifici scolastici che insistono sul nostro territorio, provato oltremodo dagli eventi sismici dell'ultimo anno. La nostra esperienza passata ci obbliga moralmente ad imparare dagli errori e ad essere di guida e di esempio per gli altri.
La città dell'Aquila ha già pagato un altissimo tributo in vite umane a causa dell'incuria, della cattiva gestione e della superficialità di chi non ha saputo tutelare i cittadini.
Ill.mo Signor Presidente, con questa lettera veniamo a chiedere a Lei, nella Sua qualità di primo garante della Costituzione, di schierarsi con noi affinché ai nostri figli venga assicurato il diritto allo studio, alla salute, alla prevenzione e, soprattutto al futuro.
Nel ringraziarLa per l'attenzione che vorrà riservare a questa petizione, Le porgiamo i nostri più cordiali saluti.


I firmatari
1017 cittadini aquilani,
le cui firme originali sono custodite dal Comitato Scuole Sicure L’Aquila

Pubblicato in Cronaca
Lunedì, 10 Aprile 2017 00:00

Pescara, M5s su dimissioni Berardi

Pescara. < Abbiamo appreso questa mattina dalla Commissione ‘Statuto e Affari Generali’ che a seguito della nostra segnalazione sull’incompatibilità delle due cariche rivestite dalla consigliera Gabriella Lola Berardi, quest’ultima ha rassegnato le dimissioni dalla carica di Vice Presidente della Commissione consiliare ‘Commercio e Politiche del Lavoro’> dichiara la capogruppo M5s di Pescara Enrica Sabatini < proprio perché incompatibile con il ruolo di componente dell'Ufficio di Presidenza, così come da noi fortemente sostenuto>.

Il riferimento è alla segnalazione fatta in aula, durante il Consiglio comunale dedicato all’elezione del Presidente del Consiglio, e poi inviata anche con nota ufficiale al Segretario Generale dalla stessa capogruppo M5s Enrica Sabatini che denunciava, infatti, una violazione dell’art.1 comma 13 del Regolamento dell’Ufficio di Presidenza in cui si stabilisce che la carica di componente dell’Ufficio Presidenza - compresa quindi quella di Vice Presidente del Consiglio - è incompatibile con quella di Vice presidente di Commissione consiliare.

<Quando in aula abbiamo sollevato la questione relativa alla violazione del regolamento per l’incompatibilità delle due cariche rivestite dalla consigliera Berardi> prosegue la capogruppo M5s Enrica Sabatini < mi sono sentita dire dai banchi della maggioranza che le mie affermazioni erano assolutamente errate, che la mia presunzione aveva superato ogni limite e che non avevo capito neanche il vero senso dell’incompatibilità. Offese gratuite da parte di chi, invece, alla prova dei fatti è stato sconfessato dallo stesso Segretario generale che ha espresso un parere che accerta in maniera inequivocabile la correttezza delle nostre affermazioni>.

La risposta, infatti, del Segretario comunale alla segnalazione del M5s ed arrivata in meno di 24 ore con notevole e apprezzabile solerzia fa chiarezza sulle norme che disciplinano l’Ufficio di Presidenza del Consiglio comunale e conclude con quanto segue “esprimendo, a titolo di contributo, il parere che la norma disciplinante l’ipotesi di incompatibilità sollevata dalla S.V. non abbia bisogno di particolare interpretazione oltre quella letterale essendone chiaro il contenuto per cui sussiste causa di incompatibilità tra la carica di componente dell’Ufficio Presidenza e quella, per quanto qui interessa, di Vice Presidente di Commissione Consiliare, la decisione in merito alla sollevata eccezione di incompatibilità e le modalità con le quali operare rientrino nella esclusiva competenza del Presidente del Consiglio (cui la nota più correttamente andava indirizzata) e/o Ufficio Presidenza.”

<In realtà> conclude la Sabatini < abbiamo inviato contestualmente la nota anche al neo Presidente del Consiglio Francesco Pagnanelli dal quale però non abbiamo ricevuto, ad oggi, alcuna risposta, né alcuna comunicazione ufficiale in merito alle avvenute dimissioni della Consigliera Berardi. Valuteremo, alla luce di quanto emerso, se tali incompatibilità di cariche, oggi accertate, possano determinare conseguenze sulla legittimità degli atti discussi in Consiglio e/o nella Commissione consiliare coinvolta>.

Pubblicato in Politica

Pescara. Cominceranno mercoledì 12 aprile all'alba gli annunciati lavori di riqualificazione su via dei Peligni, la strada sarà interamente rifatta e messa in sicurezza, i lavori procederanno in progress a iniziare alle ore 5 di mattina.
Si concluderanno invece nel pomeriggio di oggi i lavori di manutenzione di via Colle Innamorati. Si ricorda che il sul cantiere si sta procedendo a tratti al fine di consentire all'ACA di compiere lavori di riparazione della rete e da stamane viene inibita la circolazione solo nel tratto interessato dallo scavo e quindi solo laddove necessario. Domattina la strada sarà asfaltata nei punti in cui è stato effettuato oggi il lavoro dell'Aca, senza ricorrere alla chiusura.

“Tutti questi lavori puntano a rendere più sicure le strade cittadine e nascono come risposta alle segnalazioni dei cittadini – esordisce il vice sindaco e assessore a Lavori Pubblici e Manutenzione Antonio Blasioli – Considerati i tanti fronti di intervento sulla città, faremo lavori cercando di rendere al minimo i disagi, lavorando di notte e, quando è possibile, in momenti più propizi per traffico e passaggi, come nel caso di via dei Peligni.
Si comincerà alle 5 con la scarifica dell'asfalto esistente nel tratto che va da piazza San Luigi Gonzaga fino all'incrocio con via dei Sabini, martedì 18 aprile faremo il secondo tratto della via, completandola fino a via Conte Di Ruvo.
A seguire, questo stralcio dei lavori prevede interventi di rifacimento di via dei Marsi e via dei Sabini. Stiamo cercando di limitare al massimo chiusure e disagi, infatti in settimana con ogni probabilità si provvederà di notte al rifacimento della segnaletica orizzontale su via del Circuito”.

Tutti gli interventi:

1) Via del Circuito: segnaletica.
2) Via Dei Marsi: previsto il completo rifacimento completo della strada, verrà inoltre eliminato il gradino esistente lato strada della via, pericoloso per chi vi transita;
3) Via Dei Sabini: anche qui scarifica e asfalto nuovo sull'intera strada;
4) Via Tiburtina: si interverrà a tratte a chiusura del cronoprogramma dei lavori sarà l'ultimo per via dell'importanza della via. Anche qui fresatura del vecchio e rifacimento dell'asfalto. Il tratto interessato andrà dall'uscita dell'asse attrezzato (rotatoria aeroporto con aereo) fino all'altezza di via Lago di Capestrano (strada pendolo);
2A) Via Triburtina fresatura e asfalto alla rotatoria AGIP;
5) Via Marino da Caramanico: i lavori servono anche ad agevolare la percorribilità dei marciapiedi da parte dei pedoni, in particolare gli studenti. E' un lavoro che eseguiremo di sabato quando la scuola è chiusa o al massimo martedi dopo Pasqua: verrà sistemato il marciapiede lato scuola, mediante la rimozione dei cordoli sollevati e il loro ripristino e la realizzazione di un nuovo tappetino di asfalto (importo €. 50.000);
6) Via Firenze: rifacimento di una fascia centrale di larghezza pari a 3 m. da via Venezia fino a via Genova, mediante scarifica e realizzazione di un nuovo tappetino di asfalto (importo €. 18.000);
7) Via Parini: i lavori sono già in corso, proprio all'angolo tra via Parini e via Carducci, si stanno ripristinando le mattonelle sollevate;
8) Via Gioberti: si lavora all'eliminazione delle parti di asfalto sollevato a causa delle radici dei pini. La presenza di una scuola impone di agire per la messa in sicurezza della strada;
9) Piazza Accademia: sostituzione delle griglie di travertino che si sono rotte;
10) Via Caboto e via Nazario Sauro: su via Caboto fresatura e nuovo asfalto, mentre su via Nazario Sauro si interviene con la realizzazione di una raccolta delle acqua piovane. Attualmente manca integralmente e varie sono state in passato le segnalazioni di danno.
11) Via Alessandro Volta: rifacimento della pavimentazione in betonella vicino ingresso delle poste e fornitura di chiusini mancanti.
12) Via Rio Sparto: da semaforo fino all'agenzia delle entrate, scarifica asfalto e nuovo tappetino.
13) Realizzazione di un parcheggio alla fine di via San Marco in prossimità del Tigre. Anche qui prima verrà realizzata una linea di raccolta acque bianche e poi il parcheggio. Servirà all'intero quartiere a dare nuovi posti auto ma riporterà anche decoro alla zona. Si tratta di una superficie di 723 mq e di 24 posti auto.

Dovunque saranno rifatti gli asfalti, sarà anche ripristinata la segnaletica orizzontale.

Pubblicato in Cronaca
Lunedì, 10 Aprile 2017 00:00

Prelievo di cornee all'hospice di Lanciano

Lanciano. Aveva espresso con chiarezza, quando era ancora in vita, il desiderio di donare organi o tessuti integri che potessero essere utili a qualcun altro. Una volontà esaudita ieri mattina, domenica delle Palme, quando il cuore di un professionista 65enne ricoverato all'hospice "Alba chiara" di Lanciano ha smesso di battere.
Sul posto è giunta un'équipe del Coordinamento trapianti dell'ospedale "Renzetti", guidata da Fabrizio Fumarola, anestesista, e composta da Tiziana Marsilio, oculista, e Marco Di Nella, strumentista, che ha provveduto al prelievo delle cornee. Non è stato possibile fare lo stesso con altri organi, resi inutilizzabili dalla malattia.
I tessuti sono stati inviati alla Banca degli occhi dell'Aquila che provvederà a destinarli a un paziente in attesa di trapianto. Un nuovo gesto di generosità, dunque, arriva dall'hospice, dove la sofferenza non azzera la sensibilità dei malati che lasciano questa vita con un ultimo atto di solidarietà.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. «Una grandissima emozione che ha letteralmente investito tutto il pubblico presente. Ancora una volta gli attori sono stati bravissimi e hanno ricreato un’atmosfera suggestiva e piena di pathos». E’ il commento dell’assessore alle manifestazioni, Ottavio De Martinis, in merito alla Sacra Rappresentazione della via Crucis che si è svolta ieri sera nel borgo di Montesilvano Colle.
La manifestazione, organizzata dall'associazione Vides Pescara Onlus, presieduta da Ivana Zuccarini, con la regia di Oliviero Zimuel, ha visto gli attori del laboratorio teatrale “La Carriole” mettere in scena la Passione di Cristo, con abiti d’epoca e meditazioni in vernacolo, a cura del poeta Guido Antonioli. Il tutto è stato arricchito dall’intervento musicale dei cori Beato Nunzio di Pescara e Polyphonia di Spoltore, diretti da Gianni Golini, sulle musiche di Giuseppe Di Leo. «Questa terza edizione - aggiunge De Martinis – è stata una nuova conferma del successo di questa manifestazione, allestita con impegno, attenzione e professionalità. La cornice scelta ha ulteriormente valorizzato la messa in scena, resa ancora più intensa dal naturale paesaggio del borgo. La Sacra Rappresentazione della Via Crucis diventa così un appuntamento tradizionale della Pasqua della nostra città, che riproporremo senza esitazioni anche il prossimo anno, nuovamente nel borgo che ci sembra lo scenario ideale per questa manifestazione».
Le prime 9 stazioni della Passione di Cristo sono state rappresentate lungo il percorso tra la chiesa San Michele Arcangelo e piazza Luigi Calabresi, mentre la rappresentazione delle ultime 6 si è svolta su un palco allestito in piazza. Nel ruolo di Gesù Francesco Morelli ed in quello di Maria, Laura D’Agostino. A supportare l’organizzazione dell’evento anche le associazioni AlberghiaMo e Montesilvano Colle e le sue Contrade.

Pubblicato in Cultura e eventi

Lanciano. Il Blocco Studentesco di Lanciano riattiva il doposcuola, dove i ragazzi possono anche fare ripetizioni gratuitamente. Nelle giornate di martedì e giovedì dalle 17.30 alle 19, gli studenti dalle scuole medie all'università possono usufruire della possibilità di fare ripetizioni con laureati e laureandi sia in materie scientifiche che umanistiche.
"Già dall'estate scorsa avevamo messo a disposizione i nostri militanti per gli studenti in difficoltà nel preparare gli esami di riparazione di settembre, con ottimi risultati - commenta in una nota il responsabile locale Domenico De Lucia - Noi del Blocco Studentesco vogliamo dare concretamente la possibilità ai ragazzi di essere aiutati a costo zero, mettendo a disposizione la nostra sede e i nostri militanti."
I costi delle ripetizioni private sono diventati sempre più proibitivi, creando seri problemi a coloro che hanno incontrato delle difficoltà durante l'anno scolastico. Inoltre i corsi di recupero organizzati dalle scuole non sempre riescono a colmare le lacune dei ragazzi, rischiando solo di peggiorare la situazione. Come sempre, il Blocco Studentesco si dimostra l'unico vero movimento a supporto degli studenti.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione