Articoli filtrati per data: Giovedì, 20 Aprile 2017

Chieti. Rock, rap e un terzo di elettronica, questi gli ingredienti del nuovo singolo di Piotta ‘Applausi al comandante’ in radio da venerdì 21 aprile, che porterà in tour nelle principali città italiane con tappa anche al Beat Cafè di San Salvo a Chieti.
Un ritmo incalzante e un ritornello che resta in testa già dal primo ascolto raccontano, con una metafora aerei, i pregi e difetti del nostro Paese, partendo proprio dalla consuetudine tutta italiana di applaudire il comandante durante l’atterraggio degli aerei. Tutti gli elementi tipici per un singolo estivo che tra sarcasmo e vis polemica, racconta i chiaroscuri della cultura italiana tra luoghi comuni, consuetudini e piccoli grandi retaggi quotidiani che ci riguardano un po’ tutti.
Il video realizzato da Glauco Citati è stato girato all’interno della carlinga di un vero aereo, allestendo la scenografia proprio di volo di linea. Hostess, passeggeri, piloti partecipano alle scene sempre con l’ironia che contraddistingue le produzioni di Piotta, che per l’occasione ha inaugurato la sua personale linea aerea: la Air Piotta. Sempre in tema di luoghi comuni e sarcasmo, nel videoclip compare accanto al comandante Piotta, anche il gemello del discusso rapper Bello Figo nel ruolo di co-pilota.
Il singolo ‘Applausi al comandante’ è contenuto nell’EP ‘8 ½’, che lo stesso Piotta considera come un ponte tra l'ultimo cd Nemici e il prossimo album, sempre dal 21 aprile distribuito da A1 in tutte le piattaforme digitali. Di seguito la prime date confermate:

21/4 Grosseto - Faq
22/4 Molvena (VI) - Revolution Club
28/4 Aversa (CE) - Magazzini Fermi
29/4 Roma - Monk
30/4 San Salvo (CH) - Beat Cafè
1/5 Napoli - TBA
6/5 Livorno - The Cage Theatre
13/5 Foligno (PG) - Supersonic Music Club
27/5 Courgnè (TO) - May Day Festival
4/6 Nerviano (MI) - Big Bang Music Festival
10/6 Bagheria (PA) - Addio Pizzo
15/7 Merate (LC) - Finalmet l'è Venerdè
29/7 Pozzolengo (BS) - Back in The Music Village
11/8 Fiumefreddo (CS) - Fiume Rock

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Si è concluso oggi in Consiglio l’iter per il riconoscimento del diritto di superficie all’Ail di Pescara su un’area di proprietà dell’Ente situata in via Rigopiano, sancito lo scorso 20 febbraio dal Consiglio Comunale. Si tratta di un appezzamento adiacente a quello già in uso dell’associazione per la Casa Ail, riferimento per famiglie e ragazzi in trattamento presso l’ospedale.

“L’Ail avrà finalmente la sua attesa Sala Riunioni - così il vicesindaco Antonio Blasioli e l’assessore a Suap e Suac Loredana Scotolati – Ricordiamo che il terreno oggetto della delibera, adiacente ai locali della Casa Famiglia, era in concessione all’Ail per il tempo di 20 anni e oggi su quei 150 metri quadrati all’Ail è stato riconosciuto il diritto di superficie. Un passaggio tecnico che consentirà di dotare la struttura di spazi per attività collettive e riunioni, necessari per opportune aggregazioni sociali. Nuovi spazi che, nel pieno rispetto di una tradizione di servizio e partecipazione attiva dell’Ail alla vita cittadina, saranno anche messi a disposizione della città, affinché ospitino anche altri eventi.
Siamo felici che questo cammino si sia concluso positivamente, in modo che il percorso dell’Ail possa continuare e ampliarsi ancora in città, con la passione e l’entusiasmo che da sempre accompagna le attività dell’associazione. Una storia iniziata con le scoperte scientifiche e le sfide del professor Glauco Torlontano, condivise con l’associazione e con le famiglie di migliaia di persone passate per Pescara per curarsi e trovare speranze concreta di sopravvivenza e guarigione che fanno della nostra città un riferimento importantissimo per l’Italia”.

Pubblicato in Politica

Chieti. Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, ha predisposto un documento contenente alcune domande per i candidati alla carica di Rettore dell’Università “G. d’Annunzio” – i professori Luigi Capasso, Sergio Caputi, Paolo Fusero, Michele Rea, Liborio Stuppia e Stefano Trinchese – da sottoporre loro nel corso dell’incontro pubblico sollecitato dal sindaco che, al momento, non è stato ancora possibile fissare in ragione dei numerosi impegni dei candidati.

«Sono certo – commenta il Sindaco - che è interesse dei candidati non sottrarsi ad un pubblico confronto con la città che ospita l’Università “d’Annunzio” ed il suo Rettorato. Per questo ritengo che prima del 16 maggio 2017, data fissata per le elezioni del nuovo Rettore dell’Ateneo, riusciremo a porre ai candidati quei quesiti che riguardano, in particolare, i progetti che l’Università ha sulla città di Chieti, sulla futura organizzazione della stessa e sulle altre iniziative utili a legare sempre di più Ateneo e territorio».

Pubblicato in Politica

Montesilvano. A causa delle basse temperature e delle avverse condizioni meteorologiche degli ultimi giorni, il sindaco di Montesilvano ha disposto la possibilità di accensione degli impianti di riscaldamento da oggi e fino al 22 aprile 2017 per una durata massima di 8 ore giornaliere.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Un cucciolo d’orso che piccolo non è si sveglia dal letargo. Da qui iniziano le sue avventure con camosci, cervi e lupi. E’ un libro pieno di fantasia “Il risveglio di Bruno”, il racconto di Gabriele Di Camillo, che verrà presentato sabato 22 aprile alle 11 nella Sala Consiliare del Comune di Montesilvano. Insieme a lui saranno presenti l’assessore alla cultura Ottavio De Martinis e Marco Solfanelli, editore dell’opera. Gabriele Di Camillo è nato a Pescara nel 1956 e risiede a Montesilvano. Ha frequentato corsi di drammaturgia recitazione regia e scrittura creativa. Scrive testi teatrali in dialetto abruzzese e in lingua italiana. Ha scritto oltre 20 commedie tutte rappresentate.
“Questa non è una fiaba, - scrive Dacia Maraini nella presentazione del libro, edito da Tabula Fati - questa straordinaria, meravigliosa alchimia, "ci dice l'autore," accade in Abruzzo. Una dichiarazione d'amore per la propria terra che si trasforma, anzi prende forma di leggenda, suo malgrado, in cui spiccano protagonisti gli animali delle montagne abruzzesi: un orso Bruno, di nome e di fatto, un camoscio, un lupo e un cervo. Si apre il sipario su una grotta di montagna. Ma forse non è uno spettacolo quello a cui stiamo per assistere con la nostra fantasia di lettori, perché sembra più un documentario, è tutto così vero, la scena è descritta in maniera talmente dettagliata che ti sembra persino di vederla questa grotta, di sentirne i profumi, di ascoltare i versi degli animali che la popolano in un silenzio... abitato. Bruno, cucciolo, ma di 150 chili, è un Ursus Arctos Marsicanus appena uscito dal letargo e, incuriosito da tutto questo mondo sconosciuto che gli sta intorno e dagli uomini che lo popolano con i loro elicotteri, le loro case, i loro fuoristrada, fa mille domande a quelli che identifica subito come amici... Il grande orso dal cuore bambino cattura l’attenzione di tutti”.
«Abbiamo accettato con grande gioia di ospitare la presentazione di quest’opera - afferma l’assessore De Martinis -. Un racconto che può sembrare leggero, ma che in realtà invita a riflettere sull’importanza di vivere in una comunità dove gli uni aiutano gli altri e dove è importante il rispetto per il diverso».

Pubblicato in Cultura e eventi

Lanciano. Entro il 2019 niente più cantieri, fine di tutti i lavori all’ospedale di Lanciano e posa della prima pietra del nuovo. Questo il programma delineato questa mattina dall’assessore regionale alla Programmazione sanitaria, SIlvio Paolucci, giunto al “Renzetti” per una verifica sull’andamento delle realizzazioni in corso, accompagnato dai direttori generale e sanitario della Asl, Pasquale Flacco e Vincenzo Orsatti, dal direttore del settore Investimenti e patrimonio, Filippo Manci, e dal presidente del Consiglio comunale, Leo Marongiu.
Nel corso della visita sono state fissate una serie di scadenze, a partire dal completamento dell’ex Geriatria, che diventa snodo interno importante, perché destinato temporaneamente ad accogliere le attività delle unità operative che necessitano di un restyling e quindi devono traslocare per un po’. Così entro giugno l’opera sarà riconsegnata e pronta a ospitare la Chirurgia, lasciando libero il reparto per lavori di ristrutturazione per 150 mila euro, già affidati. Nel mentre è stata ultimata la Day surgery, con dieci posti letto.
Il Pronto soccorso, invece, vedrà completata entro il prossimo luglio la seconda fase, con la realizzazione della nuova camera calda, triage avanzato, locale infermieri, attesa barellati e deposito. A seguire si darà avvio alla terza e ultima fase, che richiederà altri sei mesi. Sempre entro l’estate saranno anche aggiudicati i lavori per 5,2 milioni del Materno Infantile, per il quale sono state presentate 13 offerte, attualmente al vaglio della commissione di gara. Due tempi e due progetti, inoltre, per Cardiologia e Utic, che richiede un investimento complessivo di oltre 1,5 milioni di euro, a cui la Asl farà fronte con fondi attinti dal proprio bilancio, con previsione di affidamento dei lavori entro l’anno in corso.
Novità rilevanti, poi, per il nuovo ospedale: dei 42 milioni di euro in più sborsati dal Governo per l’edilizia sanitaria, 11 milioni sono stati destinati a Lanciano, portando la dotazione della parte pubblica da 24 a 35 milioni, lasciando al privato una quota variabile tra 40 e 60 milioni. «Il fondo più sostanzioso offre migliori margini alla Asl - ha messo in luce Paolucci - in termini di oneri e canoni di locazione da sostenere. Dopo la firma dell’accordo di programma con i Ministeri della Salute e dell’Economia, che avverrà a giugno, si può partire con la progettazione e successivamente con il bando di gara, così da aggiudicare l’opera entro il 2018 e procedere alla posa della prima pietra all’inizio del 2019. La provincia di Chieti avrà tre nuovi ospedali, con un investimento senza precedenti destinato a ribaltare l’idea di cura in questo territorio».
Ma in attesa della sanità che sarà, c’è l’impegno anche a dare più forza all’oggi, con la nomina entro l’anno dei primari di Pediatria, Ortopedia, Medicina, Anestesia e rianimazione, Neurologia e Oncologia, per i quali c’è l’autorizzazione a espletare i concorsi. Le unità operative, infatti, erano state affidate a sostituti dopo il collocamento a riposo dei primari, avvenuto nel corso degli ultimi due anni. «Che la selezione sia rigorosa e vengano scelti i più bravi - ha sollecitato l’assessore - perché queste nomine rappresentano una parte importante del ‘Renzetti’ e daranno a esso forza e autorevolezza. Il futuro comincia da qui».

Pubblicato in Politica
Giovedì, 20 Aprile 2017 00:00

Orientamento Its della Regione a Pescara

Pescara. E’ stato un successo il primo incontro di Orientamento agli Its della Regione Abruzzo, questa mattina all’auditorium Flaiano di Pescara. La manifestazione sarà replicata domani, venerdì 21 aprile, all’Aquila, auditorium "Shigeru Ban" conservatorio Casella, via Francesco Savini, dalle 9,30 alle 13.

L’incontro ha portato a Pescara circa 400 studenti, provenienti dagli istituti superiori Aterno-Manthoné, Volta, Di Marzio, Misticoni-Bellisario di Pescara, Itis di Lanciano, Savoia e Pomilio di Chieti, Itis di Vasto e Mario de’ Fiori di Penne.

L’iniziativa ha proposto anche il workshop di Luciano Ziarelli (esperto coaching), “La storia siamo noi: prove di volo”, un progetto formativo innovativo e fuori degli schemi ortodossi della formazione, un momento di insolita e coinvolgente riflessione sui diversi modi possibili di interpretare il proprio ruolo nella società. Nel corso del workshop sono state affrontate le principali competenze e capacità professionali e personali richieste a chi è studente o lavoratore, dandone una chiave di lettura assolutamente nuova.

I quattro Istituti tecnici superiori abruzzesi, scuole di alta tecnologia post-diploma sono a Pescara (specializzazione Moda), Lanciano (specializzazione Meccanica), L’Aquila (specializzazione Energia), Teramo (specializzazione agroalimentare).
Erano presenti l’assessore regionale alla Pubblica istruzione, Marinella Sclocco; Carlo Di Michele, per l’ufficio scolastico regionale, Usr; e poi i presidenti dei quattro Its abruzzesi:
Italo Lupo, ITS Moda, Pescara
Gilberto Candeloro, ITS Sistema Meccanica, Lanciano (Ch)
Gianna Colagrande, ITS Energia, ambiente ed edilizia sostenibile, L’Aquila
Giovanni Di Giosia, ITS Agroalimentare, Teramo.

“La Regione crede molto negli Its, tanto che ha finanziato i quattro istituti con un milione di euro”, ha detto l’assessore Sclocco, “Ci crede perché gli Its danno una formazione specialistica post diploma, perché le imprese richiedono specializzazione e noi cerchiamo di formare i ragazzi al futuro, a lavori che oggi non siamo nemmeno in grado di immaginare. In Italia l’80 per cento dei diplomati Its trova un lavoro, metà di questi direttamente nelle imprese che fanno parte delle fondazioni. In Abruzzo accade la stessa cosa, anche se ci sono degli Its che hanno una forza maggiore perché hanno un tessuto economico vicino, più importante, e gli altri ci stanno lavorando”.

Carlo Di Michele, dell'Ufficio scolastico regionale, ha aggiunto: “Quando a un diplomando si chiede cosa farà dopo il diploma, la risposta è: cerco un lavoro o mi iscrivo all'università. Difficilmente qualcuno pensa all'Its, invece questa è una terza finestra molto importante per i numeri, che ha già esposto l'assessore, ma la novità di metodo è che la formazione avviene contemporaneamente dietro a un banco ma anche all'interno di una azienda. E' un percorso di serie A, come l'università, come un'opportunità di lavoro, che ha una caratteristica specifica: si impara facendo e studiando. Gli Its, proprio perché nascono dalla collaborazione tra la scuola e le imprese, rispondono alle esigenze che abbiamo sul territorio”.

“E’ stato un bel successo”, ha concluso Massimo Renzetti, coordinatore dell’Its Moda Pescara. “Circa 400 studenti presenti, provenienti dalle province di Pescara e Chieti. Molti hanno chiesto informazione agli stand per capire cosa fare per iscriversi subito dopo il diploma. Molto apprezzato, infine, lo spettacolo di Luciano Ziarelli, che ha affascinato la platea”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. Venerdì 21 aprile 2017, con inizio alle ore 10.00, presso l’ex Casa di Conversazione, in piazza Plebiscito, a Lanciano, verrà presentata la pubblicazione “Il Viaggio iniziatico”, secondo rapporto di ricerca dell’Osservatorio provinciale per le dipendenze patologiche presso la Prefettura di Chieti.

L’Osservatorio, istituito in data 26 ottobre 2010 con protocollo d’intesa stipulato tra Prefettura, ASL 02, Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, quale strumento di conoscenza dell’evoluzione del fenomeno delle dipendenze patologiche nella provincia di Chieti, si propone di costituire un luogo istituzionale di impulso a studi sociologici e statistici propedeutici alla identificazione delle realtà territoriali più a rischio e alla realizzazione di interventi mirati alla prevenzione dei consumi di droga nel contesto provinciale.

La nuova indagine realizzata offre uno studio che estende l’attenzione della ricerca alle nuove situazioni di dipendenza, come ad esempio, quella relativa al gioco d’azzardo patologico.

Gli interventi previsti nel corso della presentazione sono articolati come da accluso programma.

Pubblicato in Cronaca

Torna a Torre. Podisti in gara per non dimenticare. Per il settimo anno consecutivo, Torre de’ Passeri si appresta ad ospitare, domenica 23 aprile, la Corsa della Memoria un evento sportivo di valenza regionale che porterà in paese centinaia di atleti, ma sarà anche un momento di incontro e condivisione per bambini, giovani ed adulti, in una giornata che vuole essere uno strumento per ricordare chi ha perso la vita a L’Aquila il 6 aprile 2009. Proprio ad un anno dal sisma, il Consiglio comunale scelse di istituire “il giorno della memoria delle vittime della tragedia aquilana”, impegnandosi a ricordare il dramma che sconvolse l’intera Regione e la comunità torrese, in particolare, attraverso il coinvolgimento delle giovani generazioni. Un vincolo di solidarietà che si rinnova ogni anno, poiché il ricavato delle iscrizioni alla manifestazione podistica sarà devoluto all’Associazione Vittime Universitari Sisma 2009.

Sport e solidarietà, dunque, che uniranno atleti ed appassionati del podismo, ma anche famiglie, bambini e ragazzi che parteciperanno all’evento sportivo promosso dal Comune e patrocinato dal Coni Abruzzo, quando Torre de’ Passeri accoglierà, secondo le previsioni, almeno 600 podisti che arriveranno da tutto l’Abruzzo per la settima edizione della competizione. La gara podistica di valenza regionale è inserita nel circuito Corri l’Abruzzo e si svolgerà su circuito cittadino ad anello, con un percorso in parte mutato rispetto alle passate edizioni a causa della presenza di alcuni cantieri.

Ritrovo previsto domenica 23 aprile in piazza Papa Giovanni XXIII, dalle ore 8.30. Qui alle ore 9.30 partiranno le gare giovanili (fino a 16 anni), mentre alle ore 10.00 è fissata la partenza delle gare riservate agli adulti che correranno, per la competitiva su un circuito di 8 Km, mentre per la family run su un percorso di 2,5 Km (1 giro) o di 5 Km (2 giri). Una competizione, la family run, da cui l’organizzazione si aspetta molto visto il coinvolgimento di tanti bambini e ragazzi con i loro familiari.
La premiazione è prevista a fine competizione, intorno alle ore 11,00, quando saranno consegnati i riconoscimenti ai primi 6 atleti classificati, ma anche i premi di categoria (i primi 5 e le prime 5) e otto riconoscimenti per i gruppi più numerosi che parteciperanno alla manifestazione. Inoltre, sarà consegnato all’Associazione Vittime Universitari Sisma 2009 (A.V.U.S. 6 aprile 2009 onlus) il ricavato della manifestazione che verrà poi destinato a finanziare progetti di studio di giovani studenti universitari.

“Come per gli anni passati, siamo certi che la Corsa della Memoria si dimostrerà una grande festa dello sport e della solidarietà – hanno spiegato il sindaco Piero Di Giulio e l’assessore comunale allo sport Giovanni Mancini –, auspichiamo la presenza a Torre de’ Passeri non solo di agonisti e amanti del podismo ma anche di tanti ragazzi e famiglie che correranno su circuito cittadino, in parte modificato rispetto alle scorse edizioni. Il ringraziamento – hanno concluso Di Giulio e Mancini - va ai partecipanti, a coloro che, a vario titolo, lavorano all’organizzazione di questa settima edizione e a tutti quelli che raccoglieranno domenica questa sfida di altruismo in una competizione capace di valicare la manifestazione sportiva per non dimenticare, guardando al futuro con gli occhi della speranza, dell’intelligenza, della preparazione e del rispetto delle regole”.

La logistica della Corsa della Memoria è curata dall’ex olimpionico e maratoneta abruzzese Alberico Di Cecco e dalla società Farnese Vini Pescara. Le iscrizioni si ricevono via fax o e-mail fino alle ore 20:00 di venerdì 21 aprile.

Per le gare giovanili e la non competitiva è possibile iscriversi fino a mezz’ora prima della partenza. Info web www.comune.torredepasseri.pe.it; www.abruzzogare.com; www.circuitocorrilabruzzo.it; www.pulsonirunningteam.blogspot.it, tel. 0859112102 e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Intanto si registrano 38 preiscrizioni degli studenti, bambini e ragazzi, dell’Istituto Comprensivo di Torre de’ Passeri, che hanno consegnato proprio stamane le adesioni al progetto promosso da Comune ed Istituzione Scolastica.

Ci si potrà comunque iscrivere alla corsa direttamente in piazza Papa Giovanni XXIII a Torre de’ Passeri, al desk allestito nei pressi del Municipio.

Quota di iscrizione 6 euro, 3 euro per bambini e ragazzi.
La partecipazione alla Corsa della Memoria è valida per il Corrilabruzzo (15 punti) e prova unica per il campionato Uisp Strada.

Pubblicato in Sport

Chieti. In merito al consiglio comunale di ieri, il gruppo Consiliare di Forza Italia ritiene opportuno fare alcune precisazioni in merito ad alcuni punti dell’ordine del giorno approvate ed in seguito alle note di stampa di oggi apparse sui giornali.

 "Riguardo all’ordine del giorno sui debiti fuori bilancio - afferma il capogruppo di Forza Italia, Stefano Eispoli - il documento, non conteneva nessun principio o significato politico di sfiducia verso chicchessia, anzi rafforzava nello spirito, di un bilancio comunale ridotto all’osso, quello che il Sindaco ha sempre giustamente dichiarato, anche in campagna elettorale, sul porre maggiore attenzione alle spese e sul controllo di gestione. Difatti, il documento presentato pone in evidenza che ,sul fronte della spesa, appare particolarmente critica per il comune di Chieti la situazione dei debiti fuori bilancio, alcuni risalenti fino a 15 anni fa e che rappresentano un'eccezione rispetto alla normale procedura di spesa e alla programmazione dell'attività' finanziaria. Il valore dei debiti fuori bilancio sono un parametro deficitario qualora assume una certa percentuale rispetto alla spesa complessiva, per cui quel’indirizzo e lo spirito nell’ordine del giorno è stato nel voler dare maggiore impulso nel monitoraggio di tale fenomeno, che è imprescindibile per portare un ente nei Parametri della sana Gestione finanziaria. Restringendo, il più possibile casi di eccezionalità' programmabili e prevedibili, per evitare che possa diventare patologicamente uno strumento normale di gestione.
Ci meravigliamo , come possa aver messo su piano puramente di sfida politico questa iniziativa, per la quale si voleva dare opportunità al consiglio comunale, che volente o nolente, è sovrano, di dare indirizzo, facoltà assunta e rintracciabile nello statuto e nel regolamento vigente, e non certo criticare o non riconoscere lavori di somma urgenza come quelli derivati da situazioni di pericolosità e fruibilità di strade e servizi, riguardanti l’incolumità e la sicurezza dei cittadini".

 "Tanto questo che era lo spirito ed il senso dell’iniziativa - prosegue il capogruppo - che, durante la riunione di maggioranza nella sospensiva, proprio per non tradire nessuno, abbiamo proposto al Sindaco di voler mettere un suo contributo magari, modificando il dispositivo, magari più a lui congeniale ma che, lo stesso Sindaco ha rifiutato di fare, chiedendo in termini perentori e pesanti conseguenze qualora non si fosse ritirato, dandone un significato politico e personale. Altro punto per il quale servono precisazioni e la regolamento della polizia mortuaria o comunemente conosciuto come regolamento cimiteriale, anche lì al di la dei vacui meriti che qualcuno va sbandierando per l’eliminazione della tassa, ma che Forza Italia, in primis, era contraria. Infatti insieme allo start-up del nuovo cimitero della parte bassa della città, nel regolamento proposto dagli uffici vi era un nuovo balzello, per il quale Forza Italia si è dichiarato in molte sedi, e che proprio con il Sindaco si è deciso di fare emendamento abrogativo del contributo. Ultima questione, e non meno importante è quella dell’ospedale di Chieti e l’ordine del giorno del Consigliere di Sinistra Italiana Raimondi, per il quale anche Forza Italia ha votato favorevolmente, ma non per spirito di condivisione politica con la sinistra ma, per il contenuto perché riteniamo da studi fatti proprio sulle proposte della regione che questo progetto sia deleterio e destrutturante per il nosocomio teatino. Ci aspettiamo infatti che il Consigliere Raimondi, in vista del Consiglio straordinario sulla sanità che abbiamo richiesto proprio su iniziativa del Gruppo di Forza Italia,e come primi firmatari, chiedendo lumi e conto della regione Abruzzo proprio sulle intenzioni reali per il SS Annunziata, faccia presentare al Consigliere Regionale Mazzocca, sua area politica, una risoluzione che ricalchi il principio di contrarietà. Ed anche sul Project financing, dove il PD dal nazionale, passando al regionale pare abbia posizioni diverse e contrastanti e non si capisce, invece, quella dei consiglieri del PD di Chieti, dove ieri al momento della votazione sono usciti fuori dall'aula; auspichiamo che il centro destra teatino abbia non solo una posizione univoca sulla contrarietà di questo tipo di progetto, ma potremmo presentarci con una proposta da fare, il tutto in vista del consiglio comunale ad hoc”.

 "Ad ogni buon conto al Sindaco - conclude Rispoli - ricordiamo che Forza Italia è stato il primo partito (3198 voti con l’11,44%) nelle ultime elezioni comunali e continuerà ad essere primo partito di Chieti del centro destra con 7 consiglieri comunali che hanno dato un concreto e determinante contributo elettorale alla sua riconferma e che, amministrativamente, ha sempre sostenuto questa maggioranza ed il Sindaco Di Primio. Affidabilità e coerenza che, non siamo noi a dirlo, i verbali ed i deregistrati dei consigli comunali degli ultimi 7 anni. Quindi lasciamo cadere ogni sorta di accusa di immaturità e di contrarietà politica, gli attacchi personali o politici sarebbero ben’altra cosa".

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 6

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione