Articoli filtrati per data: Martedì, 25 Aprile 2017

Roma. L'opera “Rukelie” dell'abruzzese Peppe Millanta è stata selezionato per la rassegna “ConCorti” del Teatro San Genesio di Roma insieme ad altri 8 lavori, su oltre 60 elaborati provenienti da tutta Italia.
Il testo continua così il suo fortunato percorso dopo essersi piazzato al secondo posto al Premio Coni e al primo posto rispettivamente al Premio “Settimia Spizzichino & gli anni rubati” e al Premio Letterario Alda Merini.
Attualmente l'opera è in finale al Premio “La riviera dei Monologhi” di Bordighera e al Premio Inedito di Torino.
Sul palco interpreterà la vicenda del pugile sinti vittima dei nazisti l'attore pugliese Antonio De Nitto, che ha completato i suoi studi di recitazione in Abruzzo.
La rassegna ha lo scopo di favorire la sperimentazione di nuovi linguaggi e promuovere nuovi autori, e mette in palio un montepremi di 1400 euro.
L'appuntamento è per giovedì alle 21 presso il Teatro San Genesio di Roma, situato in Via Podgora 1, in zona Prati.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. La Pallacanestro Chieti rende noto comunica i prezzi relativi a gara 1 e gara 2 di playout tra Proger Chieti e Viola Reggio Calabria, in programma al PalaTricalle per domenica 30 aprile alle ore 18.00 e per martedì 2 maggio alle ore 21.00.

PREZZI

Parterre
biglietto unico - € 20,00

Tribuna
Intero - € 10,00
Ridotto - € 5,00

Curva
biglietto unico - € 5,00

Per acquistare i biglietti in prevendita sono attivi i seguenti punti vendita:
- Pasticceria "La Veronese", via Pescara, 554;
- Gran Caffè Vittoria, corso Marrucino, 89.

Pubblicato in Sport
Martedì, 25 Aprile 2017 00:00

Grande successo per il Premio Caserta 2017

Caserta. Grande successo di partecipazione, il 20 e 21 aprile 2017, alla prima edizione del Premio internazionale d’Arte, Poesia e Prosa “Caserta 2017 - La Catena della Pace”, evento organizzato dall’Associazione Culturale VerbumlandiArt di Lecce in partnership con la Pro Loco di Caserta, con il patrocinio della Municipalità del capoluogo campano. Numerose le collaborazioni di associazioni culturali, sociali e di solidarietà nello spirito di pace che VerbumlandiArt anima con le iniziative promosse in Italia e all’estero, una straordinaria catena che all’arte e alla letteratura unisce la specifica missione di promuovere la Pace, il dialogo e il rispetto reciproco tra popoli e culture. VerbumlandiArt si fa portavoce,infatti,dei valori culturali delle Nazioni, dei sentimenti di amicizia e di pace dei loro popoli. Solo nel reciproco rispetto delle specifiche identità nazionali e culturali può affermarsi e crescere una cultura di Pace, nel rispetto delle diversità e nel dialogo con l’altro. Il progetto “Catena della Pace” ha come principalemissione quella di promuoverestimoli per la formazione di cittadini d’una società sempre più aperta e multiculturale, dovesi affermi un clima di sereno e costruttivo dialogo culturale. Dunque una visione della Pace che si alimenti di buone pratichecon lo scopo di contribuire a formare i nuovi “cittadini del mondo”, capaci d’affrontare e governare con sapienza ed apertura i problemi generati dalla convivenza di culture, religioni e convinzioni politiche diverse, oggi che davveroil mondo è appena fuori dalla nostra porta.

Nella prima giornata, dedicata al vernissage della Mostra d’Arte presso la Biblioteca “A.Ruggiero” sul tema della Pace, si è vissuto un momento di grande intensità emotiva con la consegna della Targa alla Carriera al magistrato prof. Amedeo Postiglione. L’illustre giurista ha affermato che la Pace si realizza nell’esercizio costante del rispetto dell’Altro, dell’Ambiente e della Legalità, perché non c’è Pace senza giustizia, senza rispetto per il creato e per i beni comuni, senza rispetto per la diversità culturale, etnica e religiosa. Amedeo Postiglione è Presidente Aggiunto Onorario della Corte Supremadi Cassazione, Vicepresidente del Forum Europeo dei Giudici per l’Ambiente, fondatore e direttore della Fondazione ICEF, nata nel 1978, quando la Corte Suprema di Cassazione creò il gruppo di lavoro “Ecologia e Territorio”, coordinato proprio dal giudice Postiglione, con esperti delle varie magistrature e del mondo scientifico, con lo scopo di promuovere la realizzazione di banche dati giuridico-ambientali. Già docente di Diritto ambientale all’Università di Urbino e all’Università La Sapienza di Roma, il prof. Postiglione è stato Capo dell’Ufficio Legislativo del Ministero dell’Ambiente, Commissario ad acta del Parco Nazionale d’Abruzzo, Consulente dell’Unione Europea in materia di rifiuti pericolosi e Consulente del Consiglio d'Europa in materia di protezione della vita selvatica in Europa.

Alla serata inaugurale della Mostra e del Premio letterario hanno presenziato Daniela Borrelli, assessore alla Cultura del Comune di Caserta, Gian Maria Piccinelli, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche “Jean Monnet” dell’Università della Campania, Regina Resta, presidente dell’associazioneVerbumlandiArt , Carlo Roberto Sciascia, presidente della Pro Loco di Caserta e critico d'arte, Rosa Nicoletta Tomasone, vicepresidente della Rete di Cooperazione Culturale Europea “Le vie di Carlo V” e presidente del Centro Culturale Internazionale “L. Einaudi” di San Severo, Margherita Dini Ciacci, presidente regionale Unicef, Paolo Nicola Corallini Garampi, Gran Priore dell’Ordine dei Cavalieri templari di Gerusalemme d’Italia, Vittorio Giorgi, Console onorario dell'Uzbekistan, Rosalia Pannitti, presidente dell’Associazione Genitori d’Italia sez. Caserta, Giovanna Barca, presidente Donne Giuriste d’Italia sez. Caserta,Valentina Bellini Scala, presidente della Fidapa di Maddaloni, MarialidiaRaffone, direttrice della Biblioteca “A.Ruggiero”, Lucia de Cristofaro, direttrice Albatros Edizioni, e chi scrive, Ambasciatore d’Abruzzo nel mondo.

La mattina di venerdì 21 aprile, presso il Dipartimento Scienze Politiche “Jean Monnet”, ospiteil direttore prof. Gian Maria Piccinelli, il prof. HafezHaidar, docente di Letteratura araba presso l’Università di Pavia e candidato al Premio Nobel per la Pace, ha tenuto la sua conferenza alla presenza di illustriospiti e di numerosi studenti universitari.Per l’insigne docente e scrittore HafezHaidar bisogna superare alcune ipocrisie: “…a livello mondiale, una delle strategie deve essere quella di chiudere le fabbriche di armamenti che commerciano con i terroristi e boicottare gli Stati che finanziano il terrorismocon armi e denaro”. La diffusione della cultura, la conoscenza reciproca e il dialogo interreligioso sono la migliore forma di prevenzione dell’integralismo islamico, secondo il prof.Haidar, straordinario testimone della cultura della Pace ovunque, specialmente in Europa e in Medio Oriente. Nel mondo islamico - ha aggiunto lo scrittore – “…c’è la necessità di promuovere i diritti delle donne”. Il prof. Haidarha quindi rivolto un invito all’Europa perché non si faccia prendere dal panico di fronte alla questione dei profughi: “…il mio Paese, il Libano, ha una popolazione di 3,5 milioni di abitanti. Tra siriani, palestinesi, iracheni, somali, ospita 3 milioni di migranti”. La Cultura della Pace deve dunque uscire dall’interiorità individuale e diventare fenomeno comunitario e sociale, in cui la diversità etnica, religiosa e culturale si viva come un arricchimento e non come problema.Dopo la conferenza del prof. Haidar sono state consegnate le Targhe alla Cultura al prof. Gian Maria Piccinelli e all’avv. Antonino Cuomoche più volte è stato sindaco di Sorrento, scrittore raffinatoe imprenditore. Un intermezzo musicale ha allietato la mattinata, con arie napoletane cantate dalla soprano Cristina Patturelli, accompagnata alla chitarra da Franco Manuele.

Nel pomeriggio, nella Biblioteca “A. Ruggiero”, si è svolta la cerimonia di consegna dei riconoscimenti a poeti, scrittori e artisti risultati vincitori del Premio “Caserta 2017 - La Catena della Pace”, dei Premi speciali o delle Menzioni d’onore, dopo l’accurataselezione svolta dalle Giurie così costituite: per l’Arte ing. Carlo Roberto Sciascia, critico d’arte e presidente della Pro Loco di Caserta, dr. Giovanni Vinciguerra, gallerista, avv. Raffaele Murtas, artista autore e conduttore di programmi Tv; per la Letteratura prof. HafezHaidar, docente universitario e scrittore, prof. Carlo AlbertoAugieri, docente dell’Università del Salento, avv. Angelo Sagnelli, direttore artistico Spoleto ArtFestival Letteratura, dr. Annella Prisco, presidente Centro Studi Michele Prisco di Napoli, prof. Sergio Camellini, psicologo clinico e poeta.La serata è stata allietata da applauditissimi intermezzi musicali del fisarmonicista Pasquale De Marco.E’ stato infine tributato il Premio alla Carriera alla dr. Maria Cristina Poma e il Premio alla Culturaalla dr. Paola GaliotoGrisanti.

Ciascunautore presente ha potuto declamare la sua creazione poetica e di prosa, suscitando emozioniintense.La serata è stata coordinata da Regina Resta e condotta brillantemente daRaffaele Murtas, che ha posto in campo spiccate doti dialettiche e di simpatica ironia, un tocco di leggerezza all’evento, il sorriso in contrappunto alle emozioni. Sono risultati vincitori del Premio letterario Enzo Bacca e Dorotea Matranga,ex aequo per la Poesia, Giuseppe Milella per la Silloge poetica; Paolo Miggiano per la Prosa. Per gli autori in lingua straniera sono risultati vincitori ex aequoi poeti serbi Mika VlacovicVladisavljevic e BorisavBlagojevic.Per la sezione Arti Figurative sono risultati vincitori Carmine Sibona per la Scultura, Pier Felice Trapassi per la Fotografia, Leonilda Fappiano per la Pittura. Questi gli artisti in concorso, le cui opere rimarranno esposte fino al 3 maggio prossimo: Gianna Amendola, Antonio Apicella, Norma Bini, Letizia Caiazzo, Daniela Capuano, Rocco Cardinali, Mirella Ciardiello, Loredana De Nunzio, Rosanna Della Valle, Rosanna Di Carlo, Renato Falco, Leonilda Fappiano, Giovanna Giordano, Anna Grisabella, Paola Nuzzo, Vincenzo Paesano, Vincenzo Piatto, Massimo Pozza, Gabriella Pucciarelli, Silvia Rea, Paolo Ruggiero, Bartolomeo Sciascia, Carmine Sibona, Pierfelice Trapassi, Anna Zulla, Sonia Zulla. L’allestimento espositivo e l’organizzazione del Premio sono stati bencurati da Ottavia Patrizia Santo e Guido Vaglio, con il generoso supporto di Mirjana Dobrilla e Leonilda Fappiano.

Pubblicato in Cultura e eventi

San Giovanni Teatino. Con nove voti favorevoli, quelli della maggioranza di Progetto Comune, e due contrari, Pino Costantini (SGD) Mario Cutrupi (M5S), il Consiglio comunale di San Giovanni Teatino, nel pomeriggio di lunedì 24 aprile, ha approvato il Bilancio di Previsione finanziario 2017/2019. Il documento, illustrato dall'assessore Ester De Nicola, prevede, per l'anno in corso, entrate di cassa per 39,141.670,14 euro, con un fondo cassa finale presunto di 5.631.767,99 euro, e 27.049.838,27 euro di competenza. Le spese invece ammontano a 33.509.902 euro per la cassa e 27.049.838,27 euro. Il Sindaco Luciano Marinucci ha ringraziato l'assessore De Nicola e gli uffici, per un lavoro non semplice in un "bilancio dove mancano almeno 2,4 milioni di euro - ha ricordato Marinucci - che lo Stato ha praticamente tagliato riducendo di 1,6 milioni di euro i contributi e trattenendo 800 mila euro di IMU prima del Comune".
In precedenza, con i voti della maggioranza e l'astensione delle minoranze, il Consiglio comunale aveva approvato, illustrati dall'assessore Massimiliano Bronzino Cesario, il "Piano delle Alienazioni - annualità 2017/2019" ed il "Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2017/2019 e annuale 2017".
Sei le priorità dell'Amministrazioni Marinucci e, su tutte, la realizzazione del Centro raccolta (piattaforma ecologica), ovvero una struttura per il deposito preliminare di frazioni di rifiuto urbano non deperibile. "Le risorse ora ci sono - ha annunciato Bronzino - 200 mila euro di contributo regionale e 85.714,28 di fondi derivanti dall'avanzo di amministrazione 2015. Diventerà la sede della SGS, società che in città gestisce il servizio rifiuti. L'attivazione sarà accompagnata da una intensa campagna di sensibilizzazione. Il conferimento diretto, soprattutto di ingombranti, sarà incentivato".
Un contributo regionale di 720 mila euro consentirà l'adeguamento sismico ed energetico dell'ex scuola di via Di Nisio al fine di destinarla nuovamente ad attività scolastica.
Il contributo di Terna (compensazione ambientale per opere da realizzare) consentirà di finanziare la spesa, 100 mila euro, per l'efficientamento energetico della piscina comunale (sostituzione di tutte le lampade con led a basso consumo e modifica dell'impianto UTA per recuperare il calore disperso da utilizzare per il riscaldamento acqua degli spogliatoi). Nell'area Centro d'Abruzzo sarà realizzato un nuovo parcheggio pubblico con 700 mila euro finanziati con fondi derivanti dalla convenzione urbanistica con IGD.
Bronzino ha annunciato che con Terna è stata definito un programma per intervenire in contemporanea in via Tiburtina. L'interramento del cavidotto, da via Vicenza all'incrocio con via Pertini, sarà simultaneo con la riqualificazione della strada: 1.156.000 euro (contributo di compensazione ambientale di Terna) per nuovo asfalto, parcheggi e pista ciclabile. Infine, lungo via Muccioli e via Molino, strade fortemente sottoposte ai rumori provenienti dall'Aeroporto d'Abruzzzo, è prevista l'installazione di pannelli fonoassorbenti.
Nel 2018 spiccano la realizzazione di alloggi sociali in via Garibaldi, finanziata con contributo Terno per 2,468 milioni e l'allargamento e sistemazione di via Po utilizzando fondi derivanti dalla convenzione urbanistica IGD (840.689 euro). Oltre al nuovo asfalto e nuovi parcheggi, sarà realizzata la pista ciclabile sul lato sinistro in direzione Chieti.
L'assessore Bronzino ha anticipato il progetto, allo studio dell'amministrazione Marinucci, di un nuovo plesso scolastico "che nasce dall'esigenza più volte espressa dalle famiglie e dal personale docente delle scuole di San Giovanni Teatino. Servirà ad alleggerire la situazione nei plessi di via Wojtyla e di via Vittoria Emanuele (quest'ultima tra l'altro in affitto da privati). Il polo potrebbe sorgere con la nuova scuola dell'infanzia, nell'area adiacente l'asilo nido". Su di un progetto così importante e strategico per l'offerta scolastica, Bronzino ha chiesto all'intero consiglio ed alle minoranze in particolare, di contribuire attivamente con proposte e suggerimenti.
"Siamo soddisfatti del lavoro fatto: ci sono idee e progetti concreti. E c'è anche, al contrario di quanto detto da qualcuno una strategia: a riprova di ciò il fatto che - ha voluto fa notare il Sindaco Marinucci - non ci sono state controproposte da parte della minoranza la quale certamente non può farsi portatrice di innovazione semplicemente votando contro".

Pubblicato in Politica

Pescara. Domani, mercoledì 26 aprile alle ore 16,00 in Sala Consiliare si terrà il primo incontro Dell'osservatorio sull'Igiene Urbana, un tavolo di lavoro fra Comune, Attiva SpA, le rappresentanze delle categorie economiche e le aggregazioni di cittadini attivi sui temi ambientali o a vario titolo interessate alla tematica.
Le finalità dell'Osservatorio sono quelle di valutare la qualità dei servizi per migliorarla, di conoscere le problematiche e le domande provenienti dai cosiddetti portatori di interesse connesse alla gestione dell'igiene urbana e di individuare strumenti di sensibilizzazione.
L'Osservatorio, in quanto ufficialmente istituito con delibera di Giunta comunale, sarà uno strumento di lavoro riconosciuto dall'Amministrazione; uno strumento le cui modalità di funzionamento definiremo insieme, ma che opererà con agilità, senza appesantimenti, anche e soprattutto per favorire soluzioni condivise su un tema molto sentito dalla città e dalle categorie che in essa operano.

Pubblicato in Politica

L'Aquila. "La fantasia e la creatività del Presidente D'Alfonso non hanno limiti. Dopo la conferenza stampa sull’inchiesta Pescara Porto con cui se la prese con “la forfora di Primo di Nicola” e “la cellulite di Domenico Pettinari” mi sarei aspettata un approfondimento nel merito della mia tonalità di biondo e invece se l'è presa con “gatti neri che avrebbero raggirato l’ANAC”.

Replica ironica Sara Marcozzi alle dichiarazioni del Presidente D'Alfonso nella conferenza stampa last-minute di ieri pomeriggio. "Aldilà delle creative conferenze stampa del Presidente D’Alfonso, quella convocata ieri, di fretta e furia insieme all’Assessore Paolucci sembra piuttosto una corsa al riparo per giustificare l’apertura della procedura di vigilanza di Anac che abbiamo presentato ieri mattina. Un tentativo, forse, di coprire le inefficienze tecnico-amministrative dell'operato del suo governo” continua Marcozzi sulle dichiarazioni di D’Alfonso sul project financing per il nuovo ospedale di Chieti che il presidente ha rilasciato questo pomeriggio in conferenza stampa.
“Il M5S fa sempre tutto alla luce del sole, tanto è vero che tutte e tre le segnalazioni, due delle quali inviate ad ANAC, sono state inoltrate allo stesso Governatore e alla stampa e sono pubblicate sul nostro sito internet. Mi permetto di far notare al Presidente, neo-candidato senatore a vita, forse poco attento, che tutte le segnalazioni sono state inviate per competenza (e non per conoscenza!), a tutti i membri della Giunta, al Sottosegretario alla Giunta, alla Direzione Generale, ai Presidenti delle Commissioni I e IV, al Direttore della ASL, al Direttore dell Agenzia Sanitaria Regionale, ai Capi Dipartimento e, soprattutto, alla sua persona”.

Qui, i documenti inviati e i relativi destinatari:

SEGNALAZIONE N.1  http://www.movimento5stelleabruzzo.it/blog/invito-a-bloccare-procedura-di-project-financing-nuovo-ospedale-di-chieti-deliberazione-di-giunta-n-133-del-4-marzo-2016/

SEGNALAZIONE N.2  http://www.movimento5stelleabruzzo.it/blog/valutazione-procedura-di-project-financing-nuovo-ospedale-di-chieti-deliberazione-di-giunta-n-133-del-4-marzo-2016-invito-a-bloccare/

SEGANALAZIONE N.3  http://www.movimento5stelleabruzzo.it/blog/valutazione-procedura-di-project-financing-nuovo-ospedale-di-chieti-deliberazione-di-giunta-n-133-del-4-marzo-2016-invito-a-bloccare-sollecito-3/

Dalle segnalazioni inviate, si evince agevolmente che non si è mai parlato di gara avviata, piuttosto abbiamo informato l’ANAC attraverso le delibere di giunta approvate e alcuni documenti del Proponente, fra cui il PEF e abbiamo chiesto ai destinatari delle missive vagliare l’economicità (come peraltro previsto dal regolamento n.1/2009 emanato da ANAC) e la fattibilità rispetto al limiti previsti per le opere fredde, motivi ritenuti fondanti dal RUP ANAC.


Peraltro, fa notare la Consigliera M5S, la prima segnalazione non è stata inviata all’ANAC, proprio perché "Sono un'ottimista, spero sempre nella buona volontà del prossimo e tento sempre - invano, purtroppo - la via bonaria del dialogo e del confronto. Solo successivamente, stante il disinteresse mostrato dal Presidente e dall’Assessore Paolucci ai nostri dubbi sul progetto, siamo stati costretti a interessare l’Autorità con a capo Cantone e il Procuratore della Corte dei Conti regionale. D’Alfonso prenda atto dell’accaduto e si impegni, come suo dovere, a trovare la migliore soluzione per l’ospedale di Chieti e per i cittadini abruzzesi” conclude Marcozzi.

Pubblicato in Politica

Montesilvano. Il Comune di Montesilvano questa mattina ha celebrato la Festa della Liberazione. Alla presenza dei rappresentanti delle forze dell’Ordine e delle associazioni combattentistiche e d’Arma, il primo cittadino ha deposto la corona di alloro, al Monumento ai Caduti in piazza Indro Montanelli.
«Commemorare questa data - ha affermato il sindaco Francesco Maragno - significa ricordare quel bagaglio di ideali, di coraggio e di abnegazione che ha consentito la rinascita del nostro Paese e la radicazione di una serie di elevati valori in un nuovo clima di democrazia, libertà, giustizia, solidarietà, equità sociale e pari opportunità nel rispetto delle diversità e del pluralismo. Non possiamo e non dobbiamo dimenticare l'attualità della Resistenza e la sua lezione di responsabilità civile. Il lascito della Resistenza, il sacrificio di tante donne, uomini e anche bambini, deve essere sempre presente nelle nostre vite e nelle nostre azioni in modo da poter combattere l'indifferenza che sembra attanagliare la nostra società. Se ricordiamo quel sacrificio dei tanti che hanno resistito, con le armi in pugno, ad una guerra crudele e ingiusta, possiamo trovare la forza di non arrenderci di fronte alle difficoltà odierne».

Pubblicato in Politica

Pescara. "E' mia intenzione fare chiarezza per superare l'emotività generata dalla nota diramata da un dirigente dell'Autorità nazionale anticorruzione (ANAC) relativamente all'accertamento di tutti i profili attinenti la proposta di project financing per la realizzazione del nuovo ospedale civile di Chieti". Il presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso, affiancato dall'assessore alla Sanità, Silvio Paolucci, a tal proposito, ha parlato di "nota, idoneamente fatta pervenire alla stampa, che segue ripetute note ufficiali diffuse da diverse figure che svolgono attività di controllo politico in seno al Consiglio regionale. In relazione al coinvolgimento di ANAC, - ha proseguito - il merito va, però, condiviso visto che all'Autorità Anticorruzione la Regione ha comunicato la volontà, depositata in atti, di conoscere, a far data dal 23 marzo 2016, la posizione dell'ANAC stessa in conseguenza di un atto deliberativo del 4 marzo 2016".
D'Alfonso ha confermato di voler aderire alla richiesta di chiarimenti del dirigente ANAC inviando proprio la delibera n.133 del 4 marzo 2016 nella quale si precisa quale sia il punto di vista della Regione. "Sono convinto che questo atto deliberativo - ha dichiarato il Presidente - soddisferà per intero la richiesta di ANAC. Si tratta, infatti, di una delibera che mette al riparo tutte le premure poste da questo dirigente ANAC e, in particolare, quelle riguardanti la consistenza del canone necessaria per raggiungere l'equilibrio economico-finanziario e la sua gravosità". Il Presidente ha spiegato che "viene stabilito al punto 5 della delibera 133, che la copertura finanziaria per realizzare il complesso delle opere debba essere ricercata attraverso il riuso del denaro già in uscita per l'esecizio dei servizi ospedalieri e, laddove questo denaro non fosse sufficiente, è contemplabile una partecipazione finanziaria attraverso un canone ma in misura minimale e la consistenza di questo minimale viene selezionata dalla qualità della proposta che va in gara e dalle proposte che pervengono dalla selezione delle gare". Riguardo, poi, al rilievo del dirigente ANAC circa la onerosità del canone, è risolta in anticipo dalla delibera della Regione. "Il dirigente dell'ANAC ci chiede di conoscere gli atti di gara - rivela D'Alfonso - poichè il segnalante a monte, evidentemente, ha indicato che la gara si è già tenuta ma non è affatto così. Inoltre, il dirigente ANAC scrive che il riscontro documentale a quanto richiestoci debba essere soddisfatto entro 30 giorni. Noi impiegheremo 30 minuti per riscontrare la documentazione occorrente - ha garantito D'Alfonso - per una equilibrata attività istruttoria di un dossier che non è mutato negli utlimi 12 mesi ed è la ragione della doglianza che la Regione ha avuto nei confronti di questo procedimento. La nota ANAC punta a verificare l'onerosità del canone di concessione ma la verità è che non c'è alcun canone di concessione deliberato poichè esiste solo un atto documentale di proposta che dovrà essere "stressato" dall'istruttoria e poi dalla gara. Viene, infine, richiesta la dichiarazione di interesse pubblico che però la Regione è impossibilitata a fornire poichè non c'è stata così come ci viene richiesta la procedura di selezione del concessionario compresi i verbali di gara e gli atti pertinenti. Io credo - ha concluso D'Alfonso - che qualcuno abbia indotto in errore l'ANAC. Invece, andrebbe ricercata una norma per tutelare l'esigenza dell'ANAC stessa a non essere fuorviata".

Pubblicato in Politica

Pescara. Il personale della Polizia di Stato, nella giornata di ieri, nell'ambito dei servizi di prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha arrestato Pierfrancesco Mataloni, pescarese di 22 anni, per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

Il personale della locale Squadra Mobile, a seguito della perquisizione domiciliare, ha rinvenuto e sequestrato 305 grammi di marijuana e 0,30 grammi di eroina.

Dopo le formalità di rito, l'arrestato, sottoposto agli arresti domiciliari dall'Autorità Giudiziaria competente, è stato accompagnato dagli operatori di polizia nel proprio domicilio, in attesa della convalida dell'arresto.

Pubblicato in Cronaca

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione