Articoli filtrati per data: Aprile 2018
Giovedì, 19 Aprile 2018 00:00

“Il Maggio dei Libri” ad Ortona

Ortona. Dal 23 aprile, giornata mondiale del Libro dell’Unesco, fino al 31 maggio si svolgeranno ad Ortona oltre 40 iniziative culturali di promozione del libro e della lettura nell’ambito del progetto nazionale “Il Maggio dei Libri”, promosso in tutta Italia dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo. Coordinato dalla Biblioteca Comunale e dal MuBa in collaborazione con associazioni, istituzioni e scuole, e con Libera, il programma prevede incontri con gli autori, mostre del libro anche itineranti, conferenze, laboratori con bambini, ragazzi e famiglie, interventi di lettura sul territorio a cura del gruppo di lettori volontari “L’appetito vien leggendo”.

L’apertura delle manifestazioni avverrà il 23 aprile presso l’auditorium della Sala Eden alle ore 17, alla presenza del sindaco Leo Castiglione e dell’assessore alla Cultura Valentina Ciampichetti, con la presentazione del romanzo L’arminuta vincitore del Premio Campiello 2017 alla presenza dell’autrice Donatella Di Pietrantonio, mentre la mattina verranno inaugurate le mostre del libro in Biblioteca e al MuBa. «Un progetto imponente per qualità degli interventi e delle iniziative – dichiara il sindaco Leo Castiglione – che pone ancora una volta la nostra città come motore culturale e della formazione dei cittadini, tanto da aver ottenuto il riconoscimento nazionale di Città che Legge fin dall’anno scorso».

Tra gli eventi sono da sottolineare i laboratori di lettura in biblioteca quasi tutti i pomeriggi che coinvolgeranno i bambini fin dai 18 mesi con i loro famigliari del servizio CIPI’, oltre che bambini e ragazzi più grandi, così come la presenza di incontri significativi. Tra questi Giulio Napoleone, il 25 aprile, presenterà il suo libro Il segreto di Fontamara con Tito Viola e Pietro D’Amore, mentre il 16 maggio è previsto l’incontro con Daniela Marcone, Vice Presidente Nazionale di Libera, e Romano De Marco, noto autore ortonese, per la presentazione del libro Non a caso sulle vittime innocenti delle mafie. Tra le conferenze vedremo la presenza di Rosy Nardone, Docente della Università “D’Annunzio”, per l’8 maggio e Marnie Campagnaro, Docente dell’Università di Padova, il 25 maggio, nell’ambito degli incontri conclusivi del Corso di aggiornamento “Nati per Crescere”. A conclusione delle manifestazioni il 31 maggio in biblioteca si terrà un reading serale dal titolo “Antigone e la zia massaia” con la partecipazioni di lettori volontari e professionisti. L’intero programma è scaricabile dal sito del comune di Ortona alla sezione Biblioteca Comunale.

Pubblicato in Cultura e eventi

San Giovanni Teatino. L'associazione Liberamente, con il patrocinio del Comune di San Giovanni Teatino, nell'ambito del progetto "Abilità accademica: l'insegnamento programmato della scrittura, lettura e calcolo" ha organizzato due eventi formativi ed due giornate di 'laboratori pratico' sull'autismo e il metodo ABA (Applied Behavioral Analysis - Analisi Comportamentale Applicata).
Nelle intere giornate di sabato 21 e domenica 22 aprile 2018, nella sala consiliare del Comune, in piazza Municipio, due incontri con il dottor Victor Rodriguez sui temi: Abilità accademica: l'insegnamento programmato della scrittura, lettura e calcolo" e "Integrazione scolastica".
Domenica 6 maggio 2018 e domenica 27 maggio 2018, ci saranno i due appuntamenti con il "Laboratorio pratico" curati dalla dottoressa Martina Leone e dalla dottoressa Benedetta Fortunato, psicologhe comportamentali esperte in Analisi Comportamentale Applicata (ABA).
"Ancora una volta proponiamo una straordinaria e qualificata occasione formativa per le famiglie e gli operatori, oltre che una grande opportunità. - spiega Cinzia Mazzocco, presidente dell'Associazione Liberamente - Nel weekend infatti tornerà a San Giovanni Teatino il dottor Victor Rodriguez, uno dei più brillanti e preparati sul metodo Lovas (condotta, intensivo, uno ad uno e d'intervento precoce) per bimbi diagnosticati nello spettro autistico, e che riesce ad ottenere straordinari risultati".
“Questa nuova serie di incontri, già patrocinata lo scorso anno - dichiara il Sindaco Luciano Marinucci - è l’ultima iniziativa sull’argomento autismo cui diamo il nostro appoggio: solo qualche settimana fa abbiamo illuminato di blu un monumento proprio per testimoniare la vicinanza ai genitori di chi vive quotidianamente questa grande difficoltà. Come Comune, ogni volta che sarà possibile, continueremo a offrire strumenti di aiuto e di dialogo sociale affinché nell’autismo ci possa essere sempre meno solitudine.”
Il dottor Victor Rodriguez è laureato in Psicologia e diplomato in Logopedia all'Università Ramon Llull di Barcellona. Formato nell'Istituto Lovas di Minneapolis sotto la supervisione del dr. Eric Larsson. Rodriguez dirige la Fondazione Planeta Imaginario "UCLA Young Autism Project" a Barcellona. lavora in oltre 17 città spagnole e in 5 paesi tra Europa e America. Da 2 anni è segretario e membro del Board of Directors di Specialisterne-Espana ed è vicepresidente di ABA Spagna. E' Inoltre membro del Consiglio Consultivo della Association of Professional Behavior Analyst. E' insignito nella mensione di Educazione Speciale della UUIC (Università Internazionale della Catalogna) Master SAEVECC in Analisi Funzionale del Comportamento e Master in Terapie di Terza Generazione Applicate alle nuove tecnologie dell'European Institute of Applied Psycology. Professore nella Fondazione Bocalàn, in Kidz Therapeze (Killen, Texas) e supervisore esterno della Fondazione ASEMCO (Buenos Aires).
Info Associazione Liberamente: tel. 348.5298798/389.4515583 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 19 Aprile 2018 00:00

UE: 12 discariche abusive in Abruzzo

Roma. Dagli ultimi dati ufficiali acquisiti presso la Commissione Ue, aggiornati a dicembre 2017, in Abruzzo ci sono ancora 12 discariche abusive da bonificare o da chiudere in riferimento alla sentenza C-196/13 sancita dalla Corte di giustizia europea a dicembre 2014.

Per queste discariche, che costituiscono un grave rischio per la salute umana e l'ambiente, l'Italia, l'Abruzzo e di conseguenza i cittadini, stanno pagando vari milioni di euro di multa considerato che vengono conteggiati 200mila euro di sanzioni ogni sei mesi per le discariche non contenenti rifiuti pericolosi e 400mila euro ogni sei mesi per le discariche con rifiuti pericolosi.

Qui di seguito, i comuni, e tra parentesi le località, dove si trovano le 12 discariche abusive abruzzesi: Castel di Sangro (Pera Papera-Le Pretare); Bellante (S. Arcangelo Bellante); Pizzoli (Caprarecci); Balsorano (Ricoppi); Casalbordino (S. Gregorio); Celenza sul Trigno (Difesa); Cepagatti (Contrada Aurora); Lama dei Peligni (Cieco); Penne (Colle Freddo); S. Valentino in Abruzzo-Citeriore (Il Fossato); Vasto (Vallone Maltempo); Vasto (Lota).

"L'emergenza discariche abusive in Abruzzo continua ad essere preoccupante e inaccettabile - ha commentato l'eurodeputato del M5S Pedicini -.

E' assurdo che a quattro anni dalla sentenza della Corte di giustizia e dopo il continuo pagamento di multe milionarie alla Ue, in Abruzzo ci siano ancora 12 discariche da regolarizzare. Se siamo a questo punto, non possiamo non denunciare i ritardi e le incapacità nell'affrontare l'emergenza da parte del governo nazionale e della Regione Abruzzo.

Fermo restando - ha aggiunto Pedicini - che a marzo 2017 il governo Gentiloni ha nominato il generale dei carabinieri Giuseppe Vadalà, commissario straordinario per realizzare gli interventi di messa in sicurezza e di messa a norma delle discariche abusive, sono gravi le responsabilità politiche che si sono susseguite nel corso degli anni. In particolare, perché le procedure sanzionatorie della Ue sono più di una e poi perché per decenni il tema discariche abusive e gestione dei rifiuti nelle regioni del Sud e in Abruzzo è stato ignorato, mal gestito e troppo spesso lasciato nelle mani della malavita e dei faccendieri politici e imprenditoriali che hanno fatto affari e traffici sporchi sulla pelle dei cittadini".

Pubblicato in Politica

Chieti. Nell’ambito dell’Educazione alla Legalità, 75 alunni del 2° anno della Scuola Secondaria di 1° grado “Vicentini-Della Porta” (Istituto comprensivo n.2 di Chieti) hanno incontrato, nella mattinata di ieri, 17 aprile 2018, i rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri. Il progetto, dal titolo “L’Arma dei Carabinieri nella vita quotidiana dei ragazzi, un’amica a cui rivolgersi”, nasce da un’idea del Luogotenente dr. Lorenzo Cerritelli, padre di un alunno dell’Istituto. Il principale relatore è stato il Colonnello dr. Florimondo Forleo, Comandante del Comando Provinciale di Chieti e si è svolto alla presenza della Dirigente scolastica, prof.ssa Giovanna Santini.
All’interno della palestra dell’istituto, una pattuglia dei Carabinieri, coadiuvata da unità cinofile antidroga e da artificieri, ha fornito una dimostrazione delle forme di vigilanza anche preventive inerenti all’incolumità dei cittadini.
Successivamente, nell’aula magna, si è svolto un dibattito con gli alunni riguardante alcuni fenomeni giovanili di inquietante rilevanza sociale (bullismo e cyberbullismo, uso e spaccio di droghe, divulgazione inconsapevole di dati personali su Internet). I ragazzi sono stati invitati a riflettere sulla necessità del rispetto per le regole e soprattutto degli altri individui.
Il progetto, che continuerà con le attività svolte in classe dagli insegnanti, ha visto la partecipazione attenta e interessata degli alunni che hanno sicuramente tratto da esso informazioni e soprattutto motivi di riflessione. Verrà quindi ampliato e approfondito in futuro e si auspica la partecipazione anche delle altre classi dell’Istituto.

Pubblicato in Cronaca

Vasto. Rastrelli, pale, guanti da lavoro e decespugliatori diventano mezzi per mettere in pratica l'amore cristiano.. E' cosi che la Chiesa Evangelica di Vasto si mette al servizio della propria città. Passando davanti al parchetto di Corso Mazzini, in zona Due Pini, si nota una targa che recita il motto "Puliti dentro, puliti fuori". La motivazione che spinge i cristiani e frequentanti della Chiesa Cristiana Evangelica Galed a prendersi volontariamente cura di un'area comunale è che qualcuno - Cristo - si è sacrificato volontariamente per il bene dell'uomo e loro vogliono trasmettere lo stesso messaggio con l'altruismo, facendo del bene senza scopi di lucro, guadagni o altro.
Periodicamente i membri della Chiesa Galed di Vasto si incontrano nella zona da pulire, con l'autorizzazione del Comune, portando con loro tutto il necessario per raccogliere immondizia, sterpaglie, e ripulire anche il parcheggio adiacente.
Ai passanti e ai residenti della zona che si fermano incuriositi a chiedere chi siano questi volontari e perchè lo facciano, Giovanno Greco risponde: "Lo facciamo per Amore, quell'Amore che ha cambiato la nostra vita. L'Amore che il Signore Gesù ha manifestato in croce è arrivato fino a noi. Questo Amore ci porta ad essere sensibili ai bisogni degli altri, a collaborare con le istituzioni e a fare del bene a tutti. Parafrasando un passo della Bibbia: "Il nostro interesse è quello di cercare il bene della nostra città (dal libro del profeto Geremia 29;7)". Spinti dalla stessa motivazione con membri della Chiesa Galed organizziamo eventi completamente gratuiti quali concerti Gospel e programmi di animazione per bambini sempre con il beneplacito dell'amministrazione comunale e autofinanziandoci. Tra quelli che si fermano a parlare con i volontari durante le giornate di pulizia c'è qualcuno che sorride, qualche che ringrazia, qualcuno che chiede cosa ci si guadagna nel fare quello che facciamo. Apparentemente il guadagno è nullo poichè il parco preso in adozione è parecchio distante dal piccolo locale di ritrovo che abbiamo. Se si considerano le motivazioni, però, il guadagno della Chiesa Galed è grande porchè come disse Gesù "vi è più gioia nel dare che nel ricevere". spiega il Pastore Giovanni Greco. "Se qualcuno fosse interessato a investire il proprio tempo libero in una azione senza guadagni e volta a fare il bene della città e quindi di tutti noi siamo a disposizione. Intanto proseguiremo nel nostro lavoro che è più un gesto di amore per noi stessi e il prossimo che altro".

Pubblicato in Cronaca

Rivisondoli. Si svolgerà sabato 21 aprile il primo appuntamento del RIVISONDOLI TRIATHLON Festival – TROFEO ALFANO ENERGIA, che ha in programma una prima gara dedicata al Duathlon, spettacolare disciplina che prevede frazioni di corsa e di bici MTB, e un secondo atto previsto per sabato 1 settembre 2018 con una prova di Triathlon, nella quale gli atleti si misureranno con il nuoto, le bici MTB e la corsa.
Sarà l’occasione per vivere da vicino lo splendido ambiente naturale che circonda la cittadina abruzzese e che ormai, con l’arrivo della primavera dimentica per qualche mese la neve e si dedica ad un intenso programma di sport all’aria aperta.

Il RIVISONDOLI Duathlon Sprint MTB partirà alle 13,30 da Piazza Garibaldi e i concorrenti affronteranno un percorso vario e impegnativo che passerà attraverso il centro della città e nel suo intorno, con la frazione in bici che si estenderà anche all’interno del Mountain Bike Park. Premiazioni e tradizionale pastaparty sono previsti alle 15,30. Ha confermato la sua presenza anche Karin Sorgi, atleta azzurra che ha rappresentato l’Italia nella finale del Campionato del Mondo di XTerra Triathlon a Maui nelle isole Hawai.

“ Accogliamo con piacere i partecipanti al Duathlon di Rivisondoli” – ha detto il sindaco di Rivisondoli Roberto Ciampaglia – “Arriveranno atleti anche da regioni vicine e auspichiamo che i nostri percorsi risultino piacevoli e sappiano esaltare le caratteristiche ambientali di eccellenza del nostro territorio”.

L’evento è organizzato dalle Associazioni MareKiaro Triathlon, Mountain Lab, e Sporting Club, grazie al supporto e la collaborazione del Comune di Rivisondoli e con il sostegno di aziende private fra le quali ricordiamo: LEGEA, ALFANO ENERGIA, KINESIOLAB, ORSINI.

Pubblicato in Sport

San Salvo. Sicurezza sulle strade comunali: è l’impegno costante della Polizia Locale di San Salvo. Attività che si svolge direttamente a contatto con gli automobilisti con il controllo della velocità, della copertura assicurativa degli automezzi in circolazione e nella verifica del possesso e del rinnovo delle patenti di guida. Numerose, quindi, le attività svolte per garantire la legalità.
Su disposizione del sindaco Tiziana Magnacca il comandante della Polizia Locale, Vincenzo Marchioli, ha predisposto specifici controlli in diverse zone della città del rispetto dei limiti di velocità con l’utilizzo del telelaser.
“Grazie all’assunzione temporanea di due nuovi agenti – evidenzia l’assessore alla Polizia Locale Fabio Raspa – abbiamo ripristinato con più frequenza delle postazioni mobili per il controllo della velocità. Invito tutti gli automobilisti al rispetto dei limiti di velocità per una maggiore sicurezza anche al fine di evitare gli incidenti stradali”.
Gli agenti utilizzano per la verifica in tempo reale delle coperture assicurative il servizio Sic-Ania.

Pubblicato in Cronaca

San Salvo. “Un forte abbraccio a quelle donne e a quegli uomini che in questi giorni, in maniera tanto gratuita quanto spontanea, sono impegnati nella preparazione dei taralli di San Vitale: sono i veri custodi della tradizioni salvanesi”. Lo ha dichiarato il sindaco Tiziana Magnacca plaudendo a quanti sono impegnati in maniera certosina a preparare l’impasto e a modellare “Le Pircillete”, come vengono chiamati i taralli, nella palestra di via De Vito, che poi verranno distribuiti il 27 e 28 aprile prossimi durante le festività del Santo Patrono.
“Voglio ringraziare i panifici di San Salvo – ha aggiunto il sindaco – che in maniera gratuita hanno messo a disposizione i loro forni per la cottura dei taralli nella consapevolezza di voler anche loro contribuire oltre a non voler mancare a un appuntamento nel quale tutti si indentificano nella consapevolezza che i riti popolari sono il patrimonio intangibile di una comunità”.
I panifici che hanno messo a disposizione i forni: Granatello, Raspa Michele, San Giuseppe, Fabrizio, Monacelli, Sapore Antico.
Come da programma diffuso dal Comitato feste San Vitale, sarà il parroco don Raimondo Artese a benedire i taralli nella chiesa di San Giuseppe venerdì 27 aprile alle ore 17.00.

Pubblicato in Cultura e eventi
Giovedì, 19 Aprile 2018 00:00

Inaugurazione Ability Point a Montesilvano

Montesilvano. Nasce Ability Point, un centro diurno per disabili che prende vita a Montesilvano (PE) per procurare un valido supporto alle famiglie che necessitano di un aiuto professionale nella cura dei propri cari diversamente abili.

Sabato 21 aprile, presso la sede del nuovo centro, in via Aldo Moro 6 a Montesilvano (PE), inaugurerà la propria attività di supporto sociale grazie alla ferma volontà dei tre soci fondatori, Cesare Pennese, Andrea e Francesco Giancaterino, da tempo impegnati nell’assistenza e nello sviluppo psico fisico dei diversamene abili.

Da qualche anno sono immersi nel progetto Pescara , nata come cooperativa specializzata nei servizi alla persona, un’agenzia erogatrice di servizi sanitari a domicilio, con qualificati professionisti e medici specializzati e, oggi, fondano Ability Point, il sogno di una vita, realizzando un progetto di grande solidarietà e altruismo.

I tre soci rivestono le qualifiche necessarie a sostenere un centro diurno per disabili, promettendo e permettendo che sarà sempre una casa accogliente piena di calore e affetto. Sono fieri educatori, validi operatori sanitari, pazienti accompagnatori, ma anche manutentori, contabili e, soprattutto, dispensatori di amore verso il prossimo in difficoltà.

Ability Point, dunque, è un CENTRO DIURNO per disabili, uno spazio di condivisione, accoglienza e confronto diretto con le famiglie, nel rispetto dell’identità e della dignità umana, promuove interventi sociali e ed educativi basati su modelli assistenziali personalizzati e dinamici.

Inoltre, ospita un ambulatorio infermieristico, uno dei primi presenti nel territorio abruzzese, ma offre anche ASSISTENZA MEDICA DOMICILIARE con medici specialisti seri e preparati, ASSISTENZA DOMICILIARE socio-sanitaria, ospedaliera e psicologica attraverso operatori socio sanitari professionisti, servizi di fisioterapia e infermieristica garantendo, all’assistito e alla famiglia, la massima serietà ed affidabilità, attivando, nel più breve tempo possibile, interventi di sostegno e servizi alla persona che si trova nella necessità di avere un aiuto, per ogni propria esigenza quotidiana.

Ability Point offre anche un servizio di traporto con ambulanza medicalizzata nonché servizi legati alla formazione di Operatori socio sanitari di primo soccorso, tutti rigorosamente autorizzati, riconosciuto e certificati ASL e Enti pubblici preposti.

ABILITY POINT, dunque, è pronta a donare quell’amore ai nostri figli meno fortunati, è pronta ad accoglierli tra le proprie capaci braccia e condurli nella normalità di una vita quotidiana ricca di attività, di aggregazione, di condivisone di passioni, con mirati interventi sociali ed educativi basati su modelli assistenziali personalizzati.

ABILITY POINT apre una nuova “filosofia dell’aggregazione sociale”, un supporto unico, assistendo in primo ambito, la famiglia della persona con disabilità, dove si manifesta la situazione di bisogno.

ABILITY POINT è una casa e una casa non è solo malta, mattoni e un animale domestico, è un sentimento di appartenenza, di amore, di speranza per il futuro.

Abrex, nella sua accezione solidale, ha fatto proprio questo progetto e ha finanziato, senza prestiti bancari e costi finanziari aggiuntivi, completamente i lavori di ristrutturazione del centro e la campagna di comunicazione che si accinge a portare Ability Point sulle migliori cronache sociali della zona.

Appuntamento, dunque, per sabato 21 aprile, dalle 10.00, per l’inaugurazione del Centro Diurno per disabili Ability Point a Montesilvano (PE), in Via Aldo Moro al numero 6.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Qualità e risvolti psicologici delle cure in oncologia. Ma soprattutto una visione innovativa, che metta finalmente al centro della terapia il punto di vista del paziente. Di questo si parlerà nel corso del convegno “La neoplasia della mammella nel 2018”, in programma venerdì 20 aprile all’Auditorium Petruzzi di Pescara (9:00 - 17:30).

La giornata di approfondimento, organizzata dal responsabile scientifico Carlo Garufi, direttore UOC di Oncologia medica dell’ospedale di Pescara, metterà a confronto alcuni tra i più illustri specialisti italiani, per fare il punto sul controllo di qualità delle cure in oncologia, per un nuovo approccio psicologico e interdisciplinare tra tutti i diversi reparti ospedalieri che interagiscono per la riuscita delle cure.

 

«Quello al seno è il tumore più frequente fra le donne italiane - spiega il dottor Garufi - e ogni nel nostro reparto arrivano 150 nuovi casi. Ma se non possiamo ancora dire di averlo sconfitto, oggi le prospettive per chi si ammala, soprattutto se la neoplasia viene scoperta agli inizi, sono ottime: più dell’80 per cento dei casi arriva a guarigione».

 

Ma se dal tumore alla mammella si può guarire, gravi sono comunque le conseguenze psicologiche che tale patologia provoca nella sfera privata e sessuale della donna: troppo spesso le conseguenze di tale malattia portano a traumi psicologici irreparabili all’interno del rapporto di coppia.

A questo scopo, tra gli oltre 150 medici iscritti al convegno, molti sono gli psicologi chiamati al difficile compito di affiancare il paziente oncologico nel lungo percorso terapeutico.

L’Unità operativa di Oncologia medica di Pescara oggi rappresenta un’eccellenza nel panorama della sanità pubblica d’Abruzzo.

Nel 2017 i numeri parlano di 900 ricoveri di reparto, con una degenza media di sette giorni, più di 700 nuovi pazienti oncologici l’anno, con oltre 6mila prestazioni di chemioterapia in day-hospital.

 

NSM (Non Solo Meeting) Pescara - www.nsmcongressi.it

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 44

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione