Articoli filtrati per data: Mercoledì, 19 Settembre 2018

San Giovanni Teatino. Aperto dallo scorso weekend, il nuovo parcheggio pubblico in adiacenza al Centro d'Abruzzo. Presto sarà attrezzato con ampie aree verdi con la stagione migliore per la semina e la piantumazione.
"In realtà si tratta di un ampliamento - spiega l'assessore all'urbanistica Ezio Chiacchiaretta - ma rappresenta un passaggio cruciale nella riqualificazione urbanistica dell'intera area"
Il parcheggio, infatti, progettato dall'architetto Assunta Di Tullio e realizzato con un investimento di 700mila euro, è il risultato di una più ampia attività dell'Amministrazione Marinucci. Nel febbraio 2016 la Giunta propose ed ottenne la modifica del cosiddetto "accordo IGD", che prevedeva la realizzazione di un parcheggio multipiano dell'importo di 2,3 milioni di euro. Il nuovo accordo ha consentito di liberare risorse, più di 1,6 milioni di euro.
"Queste risorse saranno utilizzate per la riqualificazione del territorio - aggiunge Chiacchiaretta - in particolare la sistemazione e la messa in sicurezza di strade come via Po e via Salara".
Il Sindaco Luciano Marinucci ha quindi illustrato l'idea progettuale sulla quale sta lavorando l'amministrazione: "Ora possiamo inserire nel nostro 'Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari 2018-2020' la casetta ubicata nell'area verde del parcheggio adiacente il Centro d'Abruzzo e diffondere subito l'avviso pubblico di vendita immobiliare. Con il ricavato realizzeremo una struttura polifunzionale nel Parco 120 alberi, con servizi igienici e attrezzata per fini ricettivi come riunioni, incontri e feste di compleanno".

Pubblicato in Cronaca

L'Aquila. Si dice profondamente preoccupata la Consigliera regionale, candidata presidente del M5S, Sara Marcozzi, dopo la lettura del verbale del Tavolo di Monitoraggio arrivato ieri. Un debito, quello della sanità regionale, che secondo i tecnici del Ministero della Salute e di quello dell’Economia e delle Finanze, potrebbe arrivare a sfiorare gli 80 milioni di euro nel quarto trimestre 2018. Il rischio di un nuovo Commissariamento è reale e a questo si aggiunge il pericolo di aumento delle tasse: +0,15% per l’Irap che vale circa 9 milioni di euro e +0,30 per l’Irpef che equivale a circa 43 milioni di euro.

“Questi sono gli straordinari risultati ottenuti dall’Assessore Paolucci durante i quattro anni e mezzo della sua gestione dell’interno comparto, nonostante la scure dei tagli a ospedali, reparti e servizi sul territorio. Oggi il giudizio sui conti della gestione sanitaria dei tecnici dei Ministeri conferma, purtroppo, quello che diciamo da anni” commenta Sara Marcozzi “e siamo profondamente preoccupati per la minaccia di innalzamento delle tasse. Ancora una volta, a pagare le spese dell’inadeguatezza della classe politica dei partiti saranno i cittadini e le imprese abruzzesi. A questo si aggiunga la scellerata decisione di posticipare al 10 febbraio 2019 la data delle elezioni regionali, con il conseguente devastante effetto di imbrigliare l’attività programmatoria in sede di approvazione del bilancio. Dal momento che il Consiglio regionale è sciolto, infatti, la legge ci dice che l’approvazione del bilancio potrà limitarsi alle sole le parti relative a spese obbligatorie e spesa corrente, mentre non potranno essere disposti tutti quei finanziamenti destinati, anno per anno, a settori fondamentali quali sociale, cultura, imprese e società partecipate. Si prospetta all’orizzonte un danno reale all’economia del nostro territorio che inciderà pesantemente sul livello dei consumi dei cittadini e sugli investimenti delle imprese”.

Sempre all’interno del verbale del Tavolo di Monitoraggio, i tecnici ministeriali evidenziano notevoli criticità in diversi settori “con riferimento all’analisi dei costi operativi per l’anno 2017, rilevano nuovamente carenze nella governance da parte della regione riguardo alla tardiva definizione del Piano di fabbisogno di personale, al rapporto con gli erogatori privati, con riferimento al superamento dei tetti e alle incongruenze tra fatturato e dati di attività trasmessi all’Agenzia sanitaria regionale, all’incompleta sottoscrizione dei contratti e alla mancata attivazione dei processi di sospensione dell’accreditamento”.

La legge statale, le intese Stato-Regioni, nonché la delibera di Giunta 484 del 5 Luglio 2018, prevedono “la decadenza automatica dei Direttori Generali nell’ipotesi di mancato raggiungimento dell’equilibrio economico delle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, nonché delle Aziende Ospedaliere Autonome”.

“E’ ora che chi ha sbagliato, paghi” conclude Marcozzi “nei giorni scorsi eravamo già intervenuti sulle voci di corridoio che vedevano l’Assessore Paolucci intenzionato a rinnovare prematuramente i contratti in scadenza ai quattro direttori generali delle Aziende Sanitarie. Ci dica Paolucci cosa intende fare in merito e cosa ha in programma per rimediare al disastro che ci si palesa davanti agli occhi. Il tempo della propaganda è finito!”.

Pubblicato in Politica

Ascoli Piceno. Il 9 Ottobre prenderà il via ad Ascoli Piceno la 39^ edizione del Festival di musica d’oggi “Nuovi Spazi Musicali” curato dalla compositrice Ada Gentile. La rassegna si articolerà in 4 concerti che si terranno al Foyer del Teatro V.Basso e che saranno dedicati a 4 Paesi: Italia, Spagna, Inghilterra e Serbia. Il concerto di apertura, come sempre, è dedicato all’ITALIA, con due nuove “operine tascabili” commissionate per l’occasione ai compositori romani Daniele CARNINI ed Antonio DI POFI che utilizzeranno testi divertenti di due famosi musicologi: Sandro Cappelletto e Giovanni D’Alò. L’esecuzione sarà affidata a quattro eccellenti musicisti che sono ormai “ensemble in residence” del Festival , al soprano Annalisa Di Ciccio, al basso ascolano Andrea Tabili (new entry) ed all’attrice-voce recitante Pamela Olivieri. Il secondo concerto è dedicato alla SERBIA, con il TRIO POKRET (affermato nel suo Paese), composto dalla pianista Maija Mihic, dalla violinista Madlen Stokic e dal clarinettista Milos Nikolic, cui si aggiungerà un virtuoso del bayan, Madlen VUKMIR. Il 15 Ottobre, alla ore 17, alla Sala dei Savi del Palazzo dei Capitani, ci sarà un evento eccezionale; il Presidente dell’Unione di Compositori Polacchi di Cracovia, Jerzy Stankiewicz, presenterà, per la prima volta in Italia, un film del regista francese Buenaventura Vidal, dal titolo “Il fascino dell’impossibile” dedicato al grande compositore francese OLIVIER MESSIAEN, prigioniero nello Stalag VIII di Gorlitz nella cerchia dei prigionieri polacchi. Un documento di grande valore sulla figura del compositore francese autore del famoso brano “Quatuor pour la fin du temps” scritto tra il 1940 ed il 1941 durante la sua permanenza nel campo di concentramento nazista. Il terzo appuntamento è dedicato alla SPAGNA con un duo formato dal pianista Alejandro Anton CAMARA e dal sassofonista Alejandro Martinez Arias che si cimenterà in un programma dedicato alla Sibilla, in onore del territorio marchigiano, con brani di autori spagnoli e due opere, scritte per l’occasione dai compositori italiani Paolo Rosato, Enrico Marocchini e del giovanissimo ascolano Andrea Parissi. Il concerto di chiusura, sarà invece affidato, come sempre, ad un giovane pianista già affermato in INGHILTERRA, Joseph HOUSTON, che eseguirà opere del ‘900 storico (Rachmaninov, Liszt e Debusssy) insieme a nuove opere di autori inglesi (Stringer, Simaku e Mason) ed italiani (il veneziano Claudio Ambrosini e la bolognese Andreina Costantini). Tutti i concerti verranno registrati da RADIO CEMAT e sarà possibile ascoltarli collegandosi al sito www.radiocemat.org . La registrazione dei concerti verrà inoltre inviata alla Radio Italiana che prenderà in esame la possibilità di mandarli in onda in differita, così come è accaduto per le edizioni precedenti. La realizzazione di questa edizione della rassegna è stata resa possibile grazie al contributo del Comune di Ascoli Piceno, della Regione Marche e della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. Hanno invece concesso il patrocinio il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale nonché il “Nuovo Imaie” di Roma.

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. Portare la musica dove la musica non c’è. Con questo obiettivo ben preciso da ormai 3 anni i Comuni di Montesilvano e di Zocca ora uniti in gemellaggio, insieme alle scuole di musica “L’Assolo” di Montesilvano e “Massimo Riva” della città di Zocca portano strumenti e progetti musicali all’interno di strutture dedicate a ragazzi in difficoltà. Dopo la casa famiglia “La Luna” di Montesilvano e “Mia Gioia” di Collecorvino della Comunità Papa Giovanni XXIII, la terza edizione del premio Massimo Riva ha raggiunto l’associazione Vittoria ONLUS “La città dei ragazzi” di Alanno. Si tratta di un centro diurno di inclusione sociale e lavorativa, presieduto da Anna Bergami dedicato a ragazzi tra i 16 e i 25 anni, con disabilità neuropsichica in carico ai servizi del Dipartimento di Salute Mentale (DSM) di Pescara.

«Il primo incontro - spiega Simone Pavone, direttore artistico del Centro L’Assolo - è stato già ricco di emozioni e soddisfazioni. Abbiamo portato ai ragazzi tastiere, chitarre, strumenti a percussioni, un microfono e delle casse. L’idea è quella di creare una piccola orchestra e di iniziare a lavorare su un brano inedito, scritto interamente da questi giovani, convogliando le loro sensazioni ed emozioni nella musica e nelle parole. Vogliamo che questo progetto possa culminare con uno spettacolo natalizio e poi con la pubblicazione del loro brano. La musica è un potente veicolo per le emozioni più intime delle persone, per cui siamo convinti che questi ragazzi potranno davvero trarre grandi benefici da questo progetto».

«Il percorso cominciato tre anni fa insieme a Zocca - sottolinea l’assessore alla cultura Ottavio De Martinis – è ogni anno più ricco e pieno di risvolti. Da un premio, intitolato ad un grande musicista del panorama italiano, siamo riusciti veramente a dare vita ad un intreccio di scambi, sotto ogni punto di vista: musicale, culturale, istituzionale sfociato nel gemellaggio sottoscritto tra le due città proprio questa estate, ma soprattutto sociale, attraverso il coinvolgimento di strutture e di questi ragazzi davvero speciali».

Pubblicato in Cultura e eventi
Mercoledì, 19 Settembre 2018 00:00

Vasto, Servizio Civile: selezione per 12 volontari

Vasto. C’è tempo fino al 28 settembre per partecipare al bando per il Servizio Civile 2018 per la selezione di 12 volontari di età compresa tra i 18 ed 28 anni.
I progetti si realizzeranno nell’ambito del territorio del Comune di Vasto nei seguenti settori:

1) EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE ;
2) PROTEZIONE CIVILE ;
3) PATRIMONIO ARTISTICO E CULTURALE;
4) ASSISTENZA PRIMA INFANZIA E DISABILI;

Il Servizio Civile è un'importante occasione di crescita personale e lavorativa, un'opportunità di educazione alla cittadinanza attiva e un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società, e contribuisce allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese.
Il Servizio Civile dura un anno e prevede un compenso mensile di € 433,80. Viene erogato anche un percorso di formazione, e fornisce la certificazione delle esperienze e delle competenze acquisite durante lo svolgimento delle attività progettuali.

Le domande di partecipazione devono essere compilate sul modulo predisposto, disponibile presso gli uffici comunali del Segretariato sociale in via Nicola Bosco, o sul sito internet www.comune.vasto.ch.it nella sezione Avvisi pubblici.

La domanda dovrà essere presentata entro il 28 Settembre 2018 inviandola all’indirizzo pec Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., o consegnata manualmente.

La candidatura a più progetti di servizio civile comporta l’esclusione automatica. È possibile candidarsi ad un solo progetto in un solo ente.

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 19 Settembre 2018 00:00

Primo stabilimento balneare certificato ISO 13009

Pescara. Lo stabilimento balneare di Pescara Lido Trieste ha ottenuto, nei giorni scorsi, l’ambita certificazione di qualità internazionale ISO 13009. Lo standard internazionale ISO 13009 rappresenta, a livello mondiale, il bollino di qualità ed ecosostenibilità specificatamente per gli stabilimenti balneari. Supportato dalla società di consulenza Cda srl di Chieti, lo stabilimento balneare Trieste ha sostenuto l’esame da parte del famoso organismo di certificazione Certiqualitysrl di Milano.
“E’una certificazione che si va ad aggiungere ad altre che abbiamo ed è importante per dare un servizio migliore al cliente, creare valore all’azienda, ma ,fondamentalmente,per innovare un’attività che viene vista come qualcosa di statico.il nostro e un lavoro dinamico anche per le nuove sfide che ci aspettano come la direttiva Bolkestein“ dichiara il titolareRiccardo Ciferni. “L’imprenditore balneare deve creare valore, creare servizi. Noi certifichiamo quello che facciamo da tempo. In un mondo molto competitivo dobbiamo tutelare il nostro valore aziendale e la certificazione rientra in questo percorso.”
Gli operatori balneari, scegliendo di certificare la gestione delle spiagge secondo lo standard internazionale ISO 13009garantiscono agli ospiti ed ai clienti un servizio di qualità, sostenibilità ed accessibilità.
Lo stabilimento pescarese ha dovuto dimostrare il basso impatto ambientale delle proprie strutture, elevati standard di sicurezza, accessibilità , pulizia dell’arenile , informazione e comunicazione all’utenza, attività di intrattenimento socialmente utili.
Utile, si ritiene possa essere in futuro questa specifica certificazione di qualità, nel caso in cui, a seguito della ormai famosa direttiva Bolkstein, il governo dovesse procedere alla messa a gara delle concessioni balneari. La garanzia di qualità , di sostenibilità e di accessibilità non potrà che essere un requisito fondamentale da tenere in considerazione per l’affidamento delle concessioni.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “Nonostante ormai questa amministrazione regionale sia già con un piede fuori dall’Emiciclo e un piede nell’oblio continua, imperterrita, a raccontare favolette agli abruzzesi, illudendo la classe imprenditoriale con fantomatici progetti che finora, almeno da quello che traspare, non trovano alcuna concretezza”. Questo il commento del consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo che spiega quanto segue: “Ormai è del tutto evidente come regnino confusione e inadeguatezza politico-amministrativo e non si riesca a mettere una pezza a colori sull’enorme danno prodotto all’economia abruzzese”.

Attraverso l’ennesimo attacco di “annuncite”, il “centrofantasinistra” ha dichiarato che avrebbe avuto da parte del Ministero la possibilità di realizzare la Zes (Zona Economica Speciale) in autonomia, anche attraverso un Hub portuale proprio, da creare con fantomatici progetti di riqualificazione senza indicare però in quale porto attuarli. È del tutto evidente che siamo di fronte ad un goffo tentativo di rispondere all’attacco preciso e puntuale di qualche giorno fa con il quale, il sottoscritto unitamente al coordinatore regionale di Forza Italia Nazario Pagano ed al sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca, avevamo ridicolizzato la giunta D’Alfonso che aveva approvato una delibera per realizzare la Zona Economica Speciale con la Regione Molise. Cinque giorni prima però il Molise era già convolato a nozze con la Puglia. Ricordiamo a tutti che la Zes può essere costituita autonomamente da una Regione solo se dispone di un Hub portuale nel quale transiti almeno un millesimo del traffico merci europeo e cioè 2.750.000 tonnellate (i porti abruzzesi nella loro totalità si fermano a 600.000). Ragion per cui, come prevedono le norme nazionali, si era dovuto ricorrere a un progetto “interregionale”; tuttavia, dopo la figuraccia fatta, e nonostante l’invito del sottoscritto a formulare un progetto di tavolo congiunto, si cerca di riaprire la trattativa con il Molise evitando l’adesione alla ZES Adriatico-Ionica. Lolli e company non desistono, e rischiano di fare danni inestimabili all’Abruzzo. Inoltre - sottolinea Febbo – per preparare un Porto con fondali adeguati alle portata di container occorrono centinaia di milioni di euro e l’unico scalo adatto è quello di Vasto. La Regione ha preferito dirottare i fondi del Masterplan solo sui porti di Ortona e Pescara, non avendo interloquito con l’Autorità portuale di Ancona che invece ha investito ingentissime risorse solo sulla propria sede. Dopo gli interventi "riparatori" di Paolucci con i quali assicurava l'istituzione della Zes con la regione Puglia, poi quello di D'Alessandro che invece indicava le Marche, oggi arriva l'annuncio roboante del via libera del Ministero alla Zes unica regionale, con intervento e collaborazioni fantomatiche dell’Arap, che non risulta aver ricevuto alcun atto ufficiale di affidamento e che peraltro non è mai stata incaricata ufficialmente per il “rifacimento del porto di Vasto a spese degli imprenditori”, nate forse nelle perverse menti di chi le ha solo potute pensare. Ma noi, che siamo uomini del fare e non dell’annunciare, non ci arrendiamo e faremo di tutto, nelle sedi opportune, anche attraverso interventi diretti con l’attuale Governo, per venire a capo di una situazione che rischia di affossare per sempre le prerogative di crescita imprenditoriale dell’Abruzzo per i prossimi anni. Una situazione causata dall'operato di questa Giunta, perpetrato con inettitudine, che ha affossato l’unico strumento utile per dare sollievo e spinta di crescita alle imprese: una Zes la cui realizzazione è stata fino ad oggi gestita con superficialità e disinteresse istituzionale creando il pasticcio e la disorganizzazione a cui assistiamo increduli".

Pubblicato in Politica

Fossacesia. Dopo anni si sbloccano i finanziamenti grazie ai quali sarà possibile procedere alla sistemazione di alcune strade di Fossacesia. L’Amministrazione Comunale, infatti, comunica l’avvio della fase esecutiva dei lavori di manutenzione delle strade comunali a maggior transito e particolarmente gravate dal degrado del tappeto d’usura. Gli interventi previsti, per una spesa di euro 200mila, saranno realizzati mediante contrazione di un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti. I lavori avranno inizio il prossimo 24 settembre e saranno ultimati in 45 giorni. Salvo avverse condizioni meteo, seguiranno questo calendario: I LOTTO: via Polidori, Viale dei Pioppi, Via Bonacci II LOTTO: Via delle Croci, Via Vigna del Signore, via XIV Luglio, Piazzale Palestra I Maggio, Via Cozzonello, Via Fonte delle Cave (tratto a monte) III LOTTO: Via Fonte delle cave (lato a valle), via Levante, Via Lungomare (tratto nord) IV LOTTO: via Canaparo, via San Silvestro, via Radicandoli, Via Colle Castagno, Via Cupa Sant’Agnese. Per quanto riguarda Via Sangro e altre strade cittadine, la data degli interventi sarà comunicata successivamente. Nel frattempo, la Provincia di Chieti, nel corso di un incontro che il sindaco Enrico Di Giuseppantonio ha avuto con il Delegato alla Viabilità Arturo Scopino, ha reso noto finalmente che a breve inizieranno le operazioni di asfaltatura previsti sulla Lanciano-Fossacesia, per un importo di 97.000 euro. Sempre sulla medesima arteria, è previsto un altro intervento, con somme certe del Masterplan di complessivi 335.000 il cui progetto definitivo-esecutivo sarà pronto entro il corrente mese. Per quanto riguarda le strade di Fossacesia indicate più sopra, le stesse saranno oggetto di divieto di sosta permanente (per la settimana interessata) e chiusura al traffico temporaneo (dalle ore 07:00 alle ore 18:00 a seconda delle necessità e come indicato nella cartellonistica che sarà posizionata preventivamente ai lavori). “Si tratta di interventi che erano particolarmente attesi dai nostri cittadini e che rientravano nel nostro programma amministrativo. – ha dichiarato il sindaco Enrico Giuseppantonio - Sono lavori importanti sul fronte della manutenzione delle nostre strade, volti a superare le criticità rilevate, a dare maggiore sicurezza agli automobilisti e ai pedoni e rendere più agevole il flusso del traffico”. “Abbiamo dovuto attendere molti mesi ma alla fine possiamo procedere con i lavori. Sulla base delle vigenti norme, infatti, siamo riusciti a contrarre il mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti solo ora – precisa il Consigliere Comunale, Danilo Petragnani, con delega ai Lavori Pubblici-. Per alcune strade è previsto il rifacimento completo dell’asfaltatura per altre sarà solo parziale. Gran parte della viabilità cittadina potrà tornare così ad essere efficiente e sicura”.

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 19 Settembre 2018 00:00

Di Sabatino (Pd) su superticket

L'Aquilla. “Solo due settimane fa il governo giallo-verde ha respinto la proposta della Regione Abruzzo sulla riduzione dei superticket e oggi veniamo a scoprire che il Ministro Grillo intende abolirli. Si tratta del solito bipolarismo che in questi mesi ha caratterizzato il nuovo governo o di una presa per i fondelli per i cittadini?”.

Con queste parole il Segretario reggente del Pd Abruzzo Renzo Di Sabatino interviene a seguito dell’annuncio del Ministro della salute Giulia Grillo, che ha dichiarato alla stampa “lavoriamo all'abolizione del superticket”.

“L’abolizione del superticket – continua Di Sabatino -, ovvero quei 10 euro che ognuno di noi paga per ciascuna prestazione diagnostica o specialistica, era stata oggetto di una proposta presentata proprio dalla giunta regionale abruzzese, e prevedeva l’abrogazione del ticket sulle ricette per i redditi familiari fino a 8.263 euro e la riduzione per i redditi fino a 30 mila, toccando con la riduzione o l’azzeramento circa il 60% delle ricette.

Un provvedimento importantissimo, che avrebbe garantito davvero il diritto alla salute sancito dalla Costituzione, e per il quale erano già stati individuati e reperiti i fondi necessari.

Dopo che il governo a guida Lega-Cinque Stelle ha bocciato la proposta dell’Abruzzo, oggi scopriamo che il Ministro Grillo, invece, vuole abolire il superticket. A leggere bene le sue dichiarazioni, però, si tratta di nient’altro che propaganda, fatta sulle spalle degli abruzzesi, dato che non un solo riferimento fa alla cifra necessaria per attuare questa manovra (nella sua intervista c’è solo un accenno generico alla spesa per i farmaci, che dichiara essere lievitata, fino a sfiorare i 30 miliardi nel 2017, perché non è stata governata), né dove, eventualmente, reperirebbe la cifra necessaria a coprire i costi dell’abolizione del superticket. Imiterà il suo collega Di Maio, che pretende che il Ministro Tria trovi in ogni modo le risorse per il reddito di cittadinanza?

Il Ministro Grillo farebbe bene a ricordare che la campagna elettorale è finita da un pezzo: se vuole davvero fare qualcosa di positivo per l’Abruzzo intanto ci approvi la riduzione già prevista e deliberata dalla Regione e faccia in modo che diventi operativa quanto prima”.

Pubblicato in Politica

Pianella. ll Comune di Pianella, a seguito della progressiva installazione di 9 defibrillatori automatici esterni (DAE) nei punti strategici di tutto il territorio comunale, intende organizzare, in collaborazione con il personale ASL 118, dei nuovi corsi, in modo da favorire la formazione e l'abilitazione di un numero crescente di cittadini all’utilizzo degli stessi.
I corsi, totalmente gratuiti, si terranno sia a Pianella che nelle frazioni di Cerratina e Castellana ed avranno la durata di 8 ore. Tutti coloro che sono interessati potranno compilare ed inoltrare la modulistica, reperibile sul sito dell’ente, entro il 15 ottobre 2018, esprimendo pertanto la propria pre-adesione. Terminata questa fase si procederà con la comunicazione delle date e dei luoghi in cui si svolgeranno i corsi.
Il Comune di Pianella, anche grazie ad alcune donazioni, può contare sulla disponibilità di 1 defibrillatore ogni 1000 abitanti circa, un rapporto tra i più elevati della Regione, che colloca la cittadina vestina in primo piano per l’attenzione alla prevenzione sanitaria.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione