Fossacesia. “Fossacesia dice no alla tassa di soggiorno” – ad annunciarlo è il sindaco Enrico Di Giuseppantonio, convinto della poco opportunità, ad oggi, di applicare una tassa di soggiorno ai turisti che vengono a trascorrere le loro vacanze a Fossacesia, una delle località più gettonate della Costa dei Trabocchi. “L’Amministrazione Comunale ritiene poco opportuno, ad oggi, introdurre qui a Fossacesia la tassa di soggiorno – dichiara il sindaco Enrico Di Giuseppantonio – anche se, a fronte dei continui tagli che i Comuni subiscono a causa dei mancati trasferimenti da parte di Stato e Regione, anche al nostro Ente farebbe comodo avere nelle proprie casse qualche soldo in più da utilizzare per i servizi, ma sono convinto che questo non sia il modo giusto per incentivare il turismo”. Anche il vice sindaco Paolo Sisti ritiene: “che per incentivare il turismo, non si possa prima introdurre la tassa di soggiorno e poi, eventualmente, dare i servizi, ma sia necessario avviare un processo assolutamente opposto a questo”. “E’ impensabile dal mio punto di vista introdurre prima una tassa di soggiorno e poi realizzare dei servizi, dei quali al momento, tra l’altro non esiste neanche una reale programmazione – Di Giuseppantonio– Il nostro territorio ha la necessità prima di formulare una programmazione turistica fatta di servizi, di cultura dell’accoglienza, di itinerari che colleghino la costa con l’interno, di percorsi strutturati sul turismo religioso, di un piano di incentivazione per l’apertura di attività commerciali e altro che non sto qui ad elencare e solo dopo di questo si potrà pensare di introdurre una tassa di soggiorno”. Fossacesia ogni anno regista un numero notevole di turisti, che vengono a trascorrere le proprie vacanze innanzitutto per il mare che da anni conquista il prestigioso sigillo della bandiera blu. Numerose sono le strutture ricettive presenti, in particolare b&b, e se l’Amministrazione Comunale decidesse di introdurre la tassa di soggiorno effettivamente nelle casse comunali entrerebbero un bel po’ di soldi. “Non escludiamo che un domani si possa decidere di introdurre la tassa di soggiorno, ma non con le condizioni che abbiamo adesso – concludono Di Giuseppantonio e Sisti – Già il nostro territorio fa molta fatica a far decollare  il turismo, poiché a nostro avviso manca una cabina di regia che detti un programma coordinato di promozione turistica, se poi ci mettiamo ad introdurre una tassa che non corrisponde minimamente alle attese da parte dei turisti, l’unica cosa che rischiamo di ottenere è che chi ha deciso di venire a trascorrere da noi le sue vacanze, una volta giunto, decida di scappare a gambe levate e, ancor più dannoso, di non tornare più”.

Fossacesia. Si è tenuto ieri, presso la sede della Prefettura di Chieti, l’incontro del Comitato Tecnico Scientifico dell’Abbazia di San Giovanni in Venere per poter avviare l’iter per la realizzazione di tutte le opere che a breve interesseranno il monumento di origine benedettina. Presenti all’incontro Enrico Di Giuseppantonio, Sindaco di Fossacesia, Luciano Conti, vice Prefetto della Prefettura di Chieti, Giorgio Pezzi e Vincenzo Scarci , architetti della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio d’Abruzzo, Claudio Varagloli Docente dell’Università d’Annunzio Chieti /Pescara, Padre Pierluigi, Priore della Comunità dei Padri Passionisti e padre Saverio Pippa economo abruzzese dei Passionisti, Silvano Sgariglia, ingegnere responsabile dell’Ufficio Tecnico di Fossacesia. “L’incontro è stato di vitale importanza per il futuro prestigioso di tutta l’area dell’Abbazia di San Giovanni in Venere – commenta il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio – perché abbiamo dato avvio a tutto l’iter che, a breve, ci consentirà di iniziare le opere di valorizzazione di uno dei monumenti più rappresentativi d’Abruzzo”. L’Amministrazione Comunale di Fossacesia, a seguito dell’approvazione di più progetti presentati, infatti è stata assegnataria in questo periodo di una serie di risorse finanziarie che consentiranno la realizzazione di opere di valorizzazione di tutta l’area monumentale di San Giovanni in Venere. Nello specifico, nell’ambito del progetto Bellezza@Governo, per il quale sono stati assegnati al Comune di Fossacesia 620.000,00 euro, nei locali sottostanti il sagrato, sarà realizzato un museo archeologico in cui custodire, secondo un’ottica moderna, i reperti e le testimonianze della storia del territorio.  Con i 50.000,00 ottenuti invece nell’ambito del progetto il Giubileo della Luce, in collaborazione con l’Anci e l’Università di Roma, sarà realizzata l’illuminazione artistica dell’intero monumento. Altri interventi, per un importo pari a 500.000,00 euro ottenuti dal Comune di Fossacesia, nell’ambito della Delibera Cipe, riguarderanno l’intero belvedere dell’Abbazia che sarà consolidato e reso praticamente più bello, attrezzato e suggestivo. “Insomma, tutta l’area monumentale di San Giovanni in Venere si rifarà presto l’abito – dichiara soddisfatto Enrico Di Giuseppantonio– e che abito! Con un complessivo di 1.170.000,00 di risorse disponibili, ottenute grazie alla lungimiranza di questa Amministrazione Comunale di partecipare a tutti i bandi utili per ottenere finanziamenti che portano benefici a questa comunità, realizzeremo una serie di opere che valorizzeranno ancora di più l’area monumentale. Non mi stancherò mai di ripetere che il turismo porta economia e una bellezza come San Giovanni in Venere, valorizzata a dovere, può divenire elemento attrattore a beneficio dell’ intero comprensorio. E’ ora di iniziare ad uscire dai nostri orticelli e a programmare seriamente, con competenza e cognizione, una vera politica turistica che unisca i territori e le bellezze che abbiamo”.

Fossacesia. L’Amministrazione Comunale di Fossacesia che, dopo essere stata fra i primi Comuni d’Italia a deliberare l’approvazione del bilancio di previsione 2018, ha approvato anche, con anticipo rispetto ai tempi previsti dalla norma, il conto del bilancio consuntivo, ossia il documento con il quale gli Enti rendicontano e certificano le entrate e le spese effettivamente sostenute. Infatti, la Giunta Comunale lo scorso 20 marzo ha approvato con apposita delibera l’atto che, successivamente sottoposto al Consiglio Comunale, di fatto ha attestato che le casse del Comune di Fossacesia sono sane. “Grazie ad una politica economica oculata e ben mirata ancora una volta posiamo dire che le casse del Comune di Fossacesia sono sane e solide  - commenta Enrico Di Giuseppantonio, Sindaco di Fossacesia – e questo nonostante le stringenti regole imposte dal patto di stabilità che spesso grava sui Comuni come una vera e propria mannaia”. I dati approvati con Deliberazione di Giunta Comunale infatti riportano un avanzo di amministrazione pari ad € 274.416,01, per un fondo cassa di € 334.709,89. Per  la parte in conto capitale, il 56.21% di quanto previsto in bilancio è stato utilizzato interamente  per la realizzazione di progetti ed opere di manutenzione. “Sono numeri importanti quelli risultanti dal conto di bilancio dell’anno 2017 – prosegue Di Giuseppantonio – che ci consentono di proseguire serenamente sulla strada intrapresa, mantenendo quindi alto il livello standard dei servizi erogati, senza dover aumentare le tasse per le tasche dei nostri cittadini”. Nei prossimi giorni sarà convocato il Consiglio Comunale che ha il compito di approvare definitivamente il conto di bilancio.

Fossacesia. Ancora un record raggiunto con la raccolta differenziata a Fossacesia che, ancora una volta, si piazza all’85%. Grande la soddisfazione dell’Amministrazione Comunale che, nel comunicare i risultati, plaude all’ Ecolan spa e soprattutto ai cittadini di Fossacesia che, con diligenza, rispettano quanto previsto dal nuovo sistema di raccolta rifiuti in vigore dal settembre 2016. “Aver raggiunto l’85% di raccolta differenziata è un risultato che ci riempie di soddisfazione – dichiara Enrico Di Giuseppantonio, Sindaco di Fossacesia – e di questo ringrazio la Ecolan spa, che dal settembre 2016 gestisce il servizio di raccolta differenziata e soprattutto ringrazio tutti i cittadini di Fossacesia perché è soprattutto grazie al loro giusto comportamento, segno di grande civiltà, se siamo riusciti a raggiungere un così significativo risultato”. A partire dal 2016 infatti il servizio di raccolta differenziata a Fossacesia  è aumento di circa 20 punti in percentuale, dimostrando come un sistema di raccolta attento, scrupoloso, con sanzioni certe può portare a risultati assolutamente significativi. Dato particolarmente significativo è quello relativo ai rifiuti indifferenziati che nell’anno 2017 si sono praticamente ridotti del 50%. “C’è ancora molto da fare – aggiunge l’assessore all’Ambiente Raffaele Di Nardo– soprattutto perché l’obiettivo che vorremmo porci è quello di raggiungere il 90% di raccolta differenziata e per fare questo è necessario uno sforzo ulteriore da parte di tutti noi. Per questa ragione intendiamo potenziare maggiormente i controlli così da poter punire i trasgressori”. L’Amministrazione Comunale di Fossacesia, infatti, già da tempo ha introdotto sul territorio della città le foto trappole, utili a cogliere in flagranza coloro che abbandonano i rifiuti. “L’abbandono dei rifiuti è un atto deplorevole oltre che illegale che pesa tra l’altro sulle tasche di tutti noi – conclude il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio – ed è per questa ragione che chiedo la collaborazione di tutti i cittadini affinchè segnalino, anche in forma anonima, eventuali trasgressori”.

Fossacesia. Sono stati installati nei giorni scorsi su tutto il territorio comunale di Fossacesia i cartelli per indicare le aree di attesa, le aree di accoglienza e le aree di ammassamento dove le persone possono riunirsi in caso di emergenza. “L’intervento, così come previsto dal Piano di Emergenza Comunale – esordisce il Sindaco di Fossacesia Enrico Di Giuseppantonio - serve a fornire ai cittadini indicazioni precise su dove riunirsi in caso di emergenza. Sapere come comportarsi in situazioni di pericolo è fondamentale per agevolare tutte le operazioni di soccorso e ridurre i pericoli”. Il Piano di Emergenza Comunale del Comune di Fossacesia prevede, infatti, come da norma, l’individuazione puntuale di aree di attesa momentanee, dove la popolazione deve radunarsi in caso di terremoto, frane, alluvioni, per ricevere le prime informazioni sull’evento ed i primi generi di conforto, e di aree di accoglienza dove vengono installati i primi insediamenti abitativi per alloggiare la popolazione colpita. Infine vi sono le aree di ammassamento dove trovano sistemazione i soccorritori e le risorse necessarie a garantire un razionale intervento nelle zone di emergenza. Sul territorio comunale le aree di attesa, ammassamento e accoglienza sono state individuate in Piazza Fantini, presso il Campetto Sportivo di Via XXIV Luglio, in Zona San Pietro, a Villa Scorciosa, sempre presso il campo sportivo ed infine sul Lungomare di Fossacesia nel parcheggio confinante con la struttura Baya Verde. “Oggi come oggi è fondamentale, per scongiurare le tragedie, innanzitutto la prevenzione del rischio - conclude il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio – anche se, ormai, ci sono situazioni alle quali è difficile porre rimedio. Per questo ritengo fondamentale che ogni cittadino conosca perfettamente come comportarsi in caso di pericolo”. Per questa ragione nelle prossime settimane sarà recapitata presso tutte le abitazioni di Fossacesia una brochure informativa in cui sono contenute tutte le informazioni essenziali sui corretti comportamenti da tenere in caso di emergenza, nonché sui vari canali di diffusione dei pericoli di allerta. A tal proposito l’Amministrazione Comunale rinnova l’invito ai cittadini di iscriversi al servizio gratuito Whatsapp e Telegram, attraverso i quali possono essere informati circa tutte le notizie utili su Fossacesia, compresi quindi i pericoli di allerta.

Fossacesia. “Che il fenomeno del randagismo sia una conseguenza di un problema primariamente culturale è assodato. Animali d’affezione abbandonati che gironzolano per la città non rappresentano solo una questione di mancanza di sensibilità verso i diritti degli stessi cani ma anche un problema per il Comune e i cittadini. Ad ogni segnalazione, infatti, si mette in moto un servizio che, a conti fatti, ha dei riflessi economici sull’intera comunità - si legge in una nota dell’Amministrazione Comunale di Fossacesia-. Negli ultimi giorni, la Polizia Locale è intervenuta più volte in due località del territorio (in viale San Giovanni in Venere e in via Fonte delle Cave) dove è stata segnalata la presenza di gruppi di randagi. Nonostante i tentativi degli agenti di catturarli, i cani sono riusciti a dileguarsi. E’ stata fatta la conseguente segnalazione all’Ufficio randagismo per procedere, con un urgenza, all’attivazione della procedura di accalappiamento. “Sono ancora numerosi gli abbandoni degli animali d’affezione - commenta il Sindaco Di Giuseppantonio - e per far fronte a questi casi il nostro impegno deve distribuirsi su più fronti. Innanzitutto dobbiamo salvaguardare i nostri concittadini, cercando di evitare incontri ravvicinati, che potrebbero rivelarsi potenzialmente pericolosi; rendere sicure le strade; tutelare per il benessere dei randagi, della loro salute ed incolumità. La nostra Amministrazione ha sempre perseguito una politica di prevenzione del randagismo, ma è chiaro che senza la collaborazione dei cittadini il nostro compito diventa complicato. E’ altrettanto vero che per arginare il fenomeno i Sindaci non possono essere lasciati soli: è indispensabile richiamare alle proprie responsabilità tutti i soggetti cui le leggi vigenti affidano compiti di controllo e tutela degli animali d’affezione”.

Fossacesia. Centinaia di studenti provenienti da tutto l’Abruzzo in visita a Fossacesia. Anche per quest’anno, infatti, l’Amministrazione Comunale di Fossacesia ha aderito al progetto “Abitare i luoghi” , promosso dall’Anci, l’Associazione Nazionale Comuni Italiani, dall’Associazione Ricerca Azione di Vasto, di Orazio Di Stefano, dall’Assessorato regionale all’Istruzione e dall’Ufficio Scolastico Regionale. Scopo primario del progetto è quello di far conoscere ai ragazzi frequentanti le scuole dell’Abruzzo e del Molise il proprio territorio, attraverso un approccio differente che li vede veri protagonisti dei luoghi a cui appartengono, secondo una logica che, a 360°, li rende abitanti, appunto, delle località alle quali fanno visita. “E’ un progetto senza dubbio innovativo – dichiara il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio – al quale abbiamo aderito con interesse già dallo scorso anno, poiché credo fermamente che sia fondamentale fornire ai ragazzi tutti gli strumenti utili affinchè si formi in loro una propria identità territoriale, un senso non solo di conoscenza, ma di appartenenza al proprio territorio”. Il progetto, iniziato da poco per questa annualità, ha già visto l’arrivo a Fossacesia di quasi 500 studenti, molti dei quali provenienti dagli Istituti Superiori di Vasto, anche se nei prossimi giorni arriveranno da altre scuole d’Abruzzo. Il programma predisposto dall’Amministrazione Comunale di Fossacesia prevede la visita guidata alla splendida Abbazia di San Giovanni in Venere, la visita allo storico Palazzo Mayer, dove vi è la Casa Museo della Borghesia ottocentesca e la Mostra della Guerra, oltre che la degustazione di prodotti tipici del territorio all’interno di aziende agricole, cantine e frantoi, aderenti all’iniziativa. “Abbiamo predisposto il progetto presentato alle scuole in maniera tale da far vivere, abitare appunto, Fossacesia ai numerosi ragazzi che vengono a farci visita – conclude Enrico Di Giuseppantonio – e ciò perché riteniamo che un luogo vada conosciuto in tutti i suoi aspetti, storici, artistici, tradizionali, culinari. Il nostro territorio è ricchissimo dal punto di vista paesaggistico, artistico, architettonico, archeologico, culinario, è fatto di antiche tradizioni che non possono e non devono morire. Dobbiamo solo imparare a saper valorizzare al massimo tutto ciò che abbiamo e per farlo dobbiamo partire proprio dai nostri giovani, ai quali abbiamo il dovere morale di trasmettere il valore della bellezza”.

Fossacesia. “L’Amministrazione Comunale di Fossacesia, in occasione del 70esimo anniversario della Costituzione Italiana, organizzerà eventi ed iniziative per celebrare la Carta Costituzionale” ad annunciarlo è il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio che da sempre ha riconosciuto un ruolo principale alla Costituzione Italiana, tant’è che sin dal suo primo mandato, nel 1999, ha deciso di farne dono ai neodiciottenni. “La Costituzione Italiana è un testo fondamentale che dovremmo conoscere tutti approfonditamente, poiché è la base del buon vivere civile” a dichiararlo è il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, ricordando in particolare che il 2018 è l’anno in cui ricorre il 70esimo anniversario della nascita della Costituzione Italiana. Promulgata il 27 dicembre del 1947 dall’allora Capo provvisorio dello Stato, Enrico de Nicola, la nostra Carta Costituzionale entrò in vigore il 1 gennaio 1948. “Ho sempre ritenuto che la Costituzione Italiana, oltre ad essere un testo di straordinaria bellezza, debba essere la guida di ciascuno di noi, del nostro agire, delle nostre scelte. Gli articoli in essa riportati, infatti, richiamano i valori più importanti della nostra società civile: la democrazia, l’equità sociale, la giustizia, la libertà, l’uguaglianza. Sono perfettamente consapevole che questi spesso non si sposino con la realtà che ci circonda, ma ciò non deve impedirci di continuare a crederci” – prosegue il primo cittadino di Fossacesia. Il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, ha da sempre creduto nel profondo valore, soprattutto educativo, della Costituzione Italiana, tant’è che sin dal suo primo mandato ha deciso di regalare ai giovani che compiono 18 anni, il testo della Costituzione Italiana. Ogni mese infatti i giovani che compiono 18 anni ricevono in dono dal Sindaco direttamente a casa, insieme agli auguri di compleanno, anche copia della Costituzione Italiana. La stessa inoltre viene donata ai cittadini stranieri che ottengono la cittadinanza italiana. “Ho sempre ritenuto opportuno regalare ai neodiciottenni la nostra Carta Costituzionale – conclude Enrico Di Giuseppantonio – poiché ritengo che essa debba essere per loro, che si affacciano al cosiddetto mondo degli adulti, non solo la guida per il corretto e consapevole agire nella società civile, ma anche il giusto strumento per comprendere quanto i nostri padri abbiano lavorato per rendere il nostro un Paese democratico. Questo a mio avviso può aiutarli a capire che, nonostante il clima di sfiducia che purtroppo in questo periodo attanaglia le nuove generazione, le solide basi del nostro passato possono farci guardare ancora, anche se con fatica, al futuro”. In occasione del 70esimo compleanno della Costituzione Italiana, l’Amministrazione Comunale di Fossacesia intende organizzare eventi ed iniziative che, coinvolgendo il territorio, dimostrino come, nonostante la sua “veneranda età”, la nostra Costituzione debba essere considerata un testo al passo con i tempi.

Fossacesia. “Abbiamo più volte sollecitato un incontro con gli amministratori comunali di Lanciano per definire le competenze circa la manutenzione di via Canaparo, in località Villa Scorciosa. Ora finalmente abbiamo compiuto un nuovo e importante passo avanti per stabilire alcuni aspetti tecnico-legali e di questo va dato atto al Vice Sindaco di Lanciano, Giacinto Verna, di aver contribuito a superare gli ultimi ostacoli”. E’ quanto ha dichiarato il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio, dopo l’incontro avuto con il Vice Sindaco, Verna. Di Giuseppantonio era accompagnato dai Consiglieri Comunali Danilo Petragnani (delegato nelle tematiche relative ai Lavori Pubblici e alla Viabilità), da Cristina Pocetti (con delega alle tematiche relative alla frazione di Villa Scorciosa). L’ultimo incontro tra le due Amministrazioni Comunali si era tenuto nel maggio 2015 e in quell’occasione erano già stati fissati alcuni criteri per trovare le giuste intese per la manutenzione della strada, della lunghezza di 860 metri, che segna il confine tra i due Comuni. Via Canaparo ricopre una sua importanza nei collegamenti ed è percorsa giornalmente da numerosi autoveicoli anche mezzi di servizio della Casa Circondariale di Villa Stanazzo. “Il confronto è stato necessario per aggiornare la bozza d’intesa raggiunta tre anni or sono - spiega il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio -. Fossacesia, tra l’altro, ha in programma di procedere al rifacimento del manto stradale e certamente troveremo la collaborazione di Lanciano per questo intervento".

Fossacesia. “Ancora una volta il mare di Fossacesia è stato promosso a pieni voti. Le sue acque di balneazione, infatti, sono state nuovamente classificate eccellenti” – ad annunciarlo è il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio a seguito della comunicazione pervenuta dal Servizio Acque Marine del Dipartimento Governo del Territorio e Politiche Ambientali della Regione Abruzzo. Nella nota infatti la Regione comunica che le acque del mare di Fossacesia sono state classificate, in tutti i punti di campionamento, eccellenti. Le analisi microbiologiche che vengono realizzate mensilmente dalla Regione Abruzzo sulla base di parametri prestabiliti, analizzano la presenza nel mare di componenti microbiologiche, di materiali inquinanti e la proliferazioni di alghe tossiche. Dai dati ottenuti dalle analisi che, nel caso di Fossacesia vengono effettuate in tre punti diversi del litorale, si effettua una classificazione delle acque di balneazione che va da scarsa, a sufficiente, poi buona per finire con eccellente. I Comuni hanno l’obbligo di segnalare, con appositi cartelli, la qualità delle loro acque di balneazione. Il segno meno indica che la qualità del mare è scarsa, l’indicazione di una stella che è sufficiente, di due stelle che è buona ed infine, le tre stelle, come nel caso di Fossacesia, indicano che il mare ha una qualità eccellente. “Sono anni ormai che il mare di Fossacesia viene classificato eccellente – conclude il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio – e questo è un valore importantissimo innanzitutto per chi decide di fare il bagno nel nostro mare. Ovviamente, ancora una volta ringrazio tutti gli attori che a vario titolo operano per rendere le nostre acque pulite e quindi dal punto di vista della salute sicure per i nostri bagnati. Ringrazio la Sasi, che gestisce il servizio idrico integrato e a cui va il mio più accorato appello affinchè vigili con rigore e coscienza sul corretto funzionamento dei depuratori; ringrazio tutti gli operatori turistici, la Regione Abruzzo, l’Arta e anche ogni singolo cittadino grazie al cui comportamento civile è stato possibile far continuare il nostro mare ad essere eccellente.”

 

Pagina 1 di 15

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione