Ortona. Il Festival Suoni d’Abruzzo è una rassegna internazionale di musica classica che quest’anno festeggia la sua quinta edizione, in programma dal 24 al 31 luglio 2018 a Ortona. Il festival, organizzato con il patrocinio del Comune di Ortona e dell’Istituto Nazionale Tostiano, vedrà impegnati, tra masterclass aperte al pubblico e concerti che si svolgeranno a Teatro, alla Sala Musica di Palazzo Corvo e alla Sala Eden, numerosi giovani musicisti e professori provenienti da diversi Paesi, tra i quali USA, Russia, Germania e Italia. Sotto la direzione artistica del Mº Rossana Cauti, violista e candidata PhD presso la Florida State University, il Festival punta a consolidarsi come riferimento nazionale ed internazionale nel perfezionamento e diffusione della musica classica. I settanta allievi iscritti alle masterclass, lavoreranno e suoneranno in concerto affianco ai loro docenti, creando un’esperienza di formazione unica nel territorio italiano. Il Festival conta partnership internazionali come la Southeast Missouri State University e la Southern Illinois University Carbondale (USA), i cui docenti ed allievi saliranno sul palco del Festival in occasioni dei diversi eventi e concerti.

I docenti della quinta edizione del Festival Suoni d’Abruzzo sono: Yulia Berinskaya, Andrea Massimo Grassi, Silvia Cattaneo, Michael Barta, Eugenia Lentini, Rossana Cauti, Eric Lenz, Giuliano De Angelis, Edward Benyas, Kara Benyas.

Prima dell’avvio della settimana di concerti e masterclass è in programma una serata speciale di presentazione alla città martedì 24 luglio alle ore 19 nella piazza del Teatro Tosti dove i settanta giovani musicisti si esibiranno in brevi e improvvisati interventi musicali. Il 25 luglio alle ore 21.15 si svolgerà invece presso il Teatro “F. P. Tosti” di Ortona il concerto inaugurale, con Yulia Berinskaya al violino e Silvia Cattaneo al pianoforte ad interpretare la Sonata n.3 op.108 di Johannes Brahms. Sempre presso il Teatro “F. P. Tosti” di Ortona, la serata del 26 luglio a partire dalle ore 21.15 sarà dedicata al Romanticismo con il quintetto per pianoforte ed archi op.114 di Franz Schubert, “La Trota”, e l’ottetto per archi op. 20, capolavoro del compositore tedesco Felix Mendelssohn. Durante le serate del 28 e 29 luglio, dalle ore 21 presso il Palazzo Corvo (sede dell’Istituto Nazionale Tostiano) i giovani studenti del Festival saranno sul palco insieme ai loro docenti di perfezionamento per due serate di virtuosismo. La serata conclusiva del 30 luglio a partire dalle ore 21, sarà ospitata dal Museo Michetti ‘MUMI’ di Francavilla, con il quintetto per pianoforte ed archi op.114 di Franz Schubert, “La Trota”, interpretato da Michael Barta, Rossana Cauti, Eric Lenz, William Bewley, Silvia Cattaneo.

«Siamo felici di ospitare questo Festival – commenta il vice sindaco Vincenzo Polidori – perché oltre a rappresentare un valido canale di conoscenza e approfondimento degli studi musicali per i giovani che vengono da diversi paesi del mondo, è anche una opportunità per far conoscere la nostra città. La collaborazione poi dell’Istituto Nazionale Tostiano arricchisce questo Festival che grazie all’impegno della nostra concittadina Rossana Cauti diventa uno dei nuovi appuntamenti dell’estate ortonese».

Ortona. Con la pubblicazione del bando diventa operativa la possibilità per i privati di collaborare per migliorare le aree verdi comunali sulla scia di quanto previsto dal nuovo regolamento comunale per l’affidamento a terzi di spazi pubblici e di aree destinate a verde pubblico, approvato dal Consiglio comunale lo scorso 23 aprile.

«Una iniziativa voluta dall’amministrazione comunale e che si inserisce nel più generale programma di valorizzare e riqualificare le aree verdi della città, migliorando così il decoro urbano anche attraverso la collaborazione attiva dei cittadini» commenta l’assessore Gianni Totaro.

Con l’avviso pubblicato sul sito istituzionale dell’ente si avvia la procedura che prevede l’affidamento di aree verdi, precedentemente già individuate attraverso una delibera di giunta, tramite un contratto di comodato d’uso, un contratto di sponsorizzazione da parte di operatori economici e un contratto di concessione a fini commerciali.

Le domande con la documentazione richiesta, per le tre tipologie di affidamento, dovranno essere presentate entro le ore 12 del 7 agosto presso l’ufficio protocollo del Comune o inviate al suo indirizzo pec. Quindici sono le aree individuate per i contratti di sponsorizzazione mentre quattro quelle per la concessione a fini commerciali dove è previsto un canone annuo come base d’asta per le varie offerte.

Le richieste di adozione invece potranno riguardare tutte le tipologie di verde pubblico, da aiuole a giardini, fioriere e più in generale quelle individuate all’articolo 3 sotto la dicitura categoria A del regolamento comunale approvato nel mese di aprile. Nella documentazione inserita nell’avviso oltre allo scheda di domanda sono inserite le planimetrie delle aree individuate da affidare in gestione a privati.

«Questo è un passaggio significativo e uno degli obiettivi presenti nel nostro programma amministrativo – commenta il sindaco Leo Castiglione – infatti con il contributo di cittadini volenterosi e attenti al proprio territorio possiamo rendere più bella e accogliente la nostra città. Il bando promuove la partecipazione civica di singoli e aziende per il miglioramento del servizio di gestione del verde in città e nel contempo migliorerà le potenzialità turistiche del nostro territorio. La migliore promozione è quella che parte dalla stessa comunità».

Ortona. Sono stati avviati i lavori di sistemazione e adeguamento della strada che collega piazza Plebiscito con via Monte Maiella. L’intervento rientra nell’ambito delle attività di manutenzione della viabilità comunale e riguarda una delle intersezioni viarie più importanti del centro urbano con particolare interesse per il traffico dei mezzi di trasporto pubblico. Nello specifico l’amministrazione comunale, rispondendo anche alle esigenze emerse in un recente incontro con i rappresentanti sindacali degli operatori del trasporto pubblico, è intervenuta per migliorare la viabilità e la sicurezza in questo tratto di strada con l’allargamento della carreggiata che permetterà un transito più agevole e a doppio senso di marcia per gli autobus delle linee extraurbane che avranno il capolinea a largo Ciavocco. Inoltre la nuova viabilità porterà una diminuzione del traffico su piazza Plebiscito, che sarà invece interessata come capolinea delle linee urbane.

I lavori per un importo di circa 15mila euro assegnati alla ditta BM Asfalti di Francavilla, saranno completati con la sistemazione del marciapiede a lato della carreggiata, una nuova pavimentazione in asfalto della strada e il rifacimento della segnaletica orizzontale.

«È un intervento importante – spiega il sindaco Castiglione – che migliora la sicurezza e alleggerisce il carico di traffico su piazza Plebiscito. Quel tratto di strada attualmente versa in cattive condizioni e i lavori introdurranno una nuova viabilità nel centro urbano per evitare gli ingorghi in una zona nevralgica per il transito dei mezzi urbani. Infatti al termine dei lavori il capolinea delle linee extraurbane verrà spostato presso largo Ciavocco, una soluzione che l’amministrazione ha condiviso anche con i rappresentanti degli autisti dei mezzi di trasporto pubblico che operano in città».

Ortona. "Il Montepulciano d'Abruzzo, autentico tesoro e risorsa di inestimabile valore per l'economia del nostro territorio, ha compiuto 50 anni. Peccato che ad Ortona, dove si concentrano numerosi coltivatori diretti, che hanno il pregio di produrre questo vino eccezionale e rinomato in tutto il mondo, nessuno se ne sia accorto".

Così in una nota Angelo Di Nardo, capogruppo al Comune di Ortona per Fratelli d'Italia, Noi con Salvini, Libertà e Bene Comune per Ortona, che aggiunge: "Nessuno o quasi nessuno. Una piccola festicciola per il nostro Montepulciano, in realtà, si è tenuta: è stata chiusa una strada cittadina e a pochi intimi, in larga parte i "soliti" amici degli amici e le "solite" facce, è stato riservato il "privlegio" di festeggiare, seppure in sordina, il primo mezzo secolo del nostro straordinario vino.

La città di Ortona avrebbe senz'altro meritato qualcosa di più, con uno sforzo decisamente maggiore sia da parte del Comune che da parte delle cantine locali. Ancora una volta, invece, si è persa l'occasione per promuovere un'eccellenza del territorio, autentico brand identitario della città di Ortona, peraltro nel pieno della stagione turistica.

Un evento come il cinquantenario del Montepulicano d'Abruzzo, a mio avviso, avrebbe meritato un ciclo di iniziative di lungo respiro, che si protraesse fino alle settimane clou della stagione estiva, con seminari, workshop, spettacoli, momenti ludici e degustazioni. Un ciclo di iniziative, programmato per tempo, insieme alle forze migliori della città, che coinvolgesse l'intero centro cittadino e che si estendesse, con iniziative mirate, nelle contrade a maggiore vocazione vitivinicola.

Evidentemente, invece, l'attuale classe dirigente di Ortona non ha minimamente a cuore la promozione delle tipicità locali e non è interessata a mettere a valore i punti di forza della propria economia. Dispiace dover rilevare come l'immobilismo della politica e delle cantine dimostrino, ancora una volta, che tanto l'amministrazione comunale quanto la classe imprenditoriale vitivinicola locale sono affetti da assoluta mancanza di lungimiranza, privi di qualsiasi capacità organizzativa e concentrati unicamente sui propri ristretti interessi di bottega".

Ortona. Ieri mattina ha fatto tappa a Ortona l’ottantuenne Janus River, accolto dal sindaco Leo Castiglione e dallo staff dell’agriturismo L’Antico Feudo. Il cicloamatore che dal gennaio 2000 ha iniziato un lungo tour dell’Italia, dopo aver toccato 154 Paesi, con la sua mountain bike vuole raggiungere Pechino nel 2028. Un viaggio in giro per il mondo che qui in Italia vede la collaborazione di Federalberghi e della Coldiretti.

«L’ultima volta che ho dormito in un letto è stata la notte prima di partire per il giro del mondo, a fine dicembre del 1999, ero a Roma, dove ho vissuto per 30 anni, e ho deciso di partire all’improvviso, senza dire niente a nessuno, con destinazione le Canarie e poi l’Europa. Dopo aver visto tutta l’Italia, fra qualche mese salperò a bordo di un mercantile con destinazione Sud America per continuare questo viaggio alla scoperta dei continenti che mi mancano per raggiungere la meta di Pechino».

Un viaggio che rappresenta bene la vita avventurosa di River, nato in Siberia da padre polacco e madre russa da giovane si è trasferito in Egitto e poi in Italia dove ha lavorato nel mondo dello spettacolo e dello sport.

Ortona. E’ stata consegnata questa mattina (martedì) la medaglia d’oro per lunga navigazione al C.S.L.C. Cannavina Vito, marittimo ortonese, dopo una vita trascorsa alledipendenze di compagnie di navigazione nel settore petrolifero.
Le medaglie per lunga navigazione rappresentano un importante attestato simbolico, al cui conferimento provvede direttamente il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, su delega del Presidente della Repubblica, e l’oro, come nelle manifestazioni sportive, è associato al riconoscimento massimo, per periodi di navigazionesuperiori ai 20 anni effettuati con onore.
Quella di oggi, peraltro, è la prima medaglia d’oro consegnata dalla Capitaneria di porto di Ortona; per tale ragione, il Comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Fregata Giuseppe MARZANO, ha voluto personalmente provvedereal conferimento.
Il C.S.L.C.Cannavina, classe 1954, vanta 21 anni e 4 mesi di imbarco su unità adibite al trasporto di petrolio e gas naturale, nei vari gradi e ruoli;lo stesso si è detto emozionato nel ricevere la medaglia, ripercorrendo con la memoria le tante miglia solcate nei mari di tutto il mondo, anche se sempre su navi italiane.
Il Comandante MARZANO, nel congratularsi, ha ringraziato il C.S.L.C. Cannavina per aver testimoniato, attraverso la sua vita professionale, il valore e le capacità dei marittimi italiani, ben note in tutto il mondo e che rappresentano, indubbiamente, un paradigma di eccellenza per il Paese.

Ortona. Il comune di Ortona con un atto di giunta comunale dello scorso 10 luglio, ha istituito il registro per la raccolta dei testamenti biologici sulla scia della normativa nazionale che con legge n.219/2017 ha introdotto i cosiddetti DAT “dichiarazioni anticipate di volontà”.

Con il testamento biologico la legge entrata in vigore a fine gennaio 2018 prevede la possibilità per ogni persona maggiorenne di esprimere le proprie volontà su quali trattamenti sanitari si intenderanno accettare o rifiutare nel momento in cui subentrerà un’incapacità mentale, nel rispetto dei principi della Costituzione e della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea che tutelano il diritto alla vita, alla salute, alla dignità e all’autodeterminazione della persona. La redazione delle DAT secondo quanto prevede la legge possono avvenire nella forma di atto pubblico, scrittura privata autenticata e scrittura privata consegnata personalmente dal disponente presso l’ufficio dello stato civile del proprio comune di residenza che provvede all’annotazione in un apposito registro.

Con la disposizione di giunta l’ufficio di stato civile del comune di Ortona si è dotato di questo registro su cui potranno essere raccolte e conservate le disposizioni anticipate di trattamento. Il registro non è pubblico ed è riservato ai soli cittadini residenti nel territorio comunale che potranno consegnare direttamente o tramite un proprio fiduciario il documento in busta chiusa contenente il testamento biologico. Il personale dell’ufficio dello stato civile è legittimato solo a ricevere le DAT e non può prendere visione o partecipare alla redazione del suo contenuto. Il registro quindi assicura la certezza della data di presentazione, la fonte di provenienza e la conservazione presso l’ufficio dello stato civile del Comune.

Per fornire alla cittadinanza la più ampia informazione sulle modalità operative del registro sarà istituita sul sito istituzionale dell’ente, un’apposita sezione dedicata alla DAT contenente la relativa modulistica e tutte le informazioni.

«Si tratta di un provvedimento importante – commenta il vice sindaco con delega ai servizi demografici Vincenzo Polidori – perché completa le disposizioni previste dalla normativa nazionale e allo stesso tempo dimostra l’attenzione e la sensibilità civica dell’amministrazione su temi delicati che coinvolgono le coscienze individuali e i diritti umani».

Ortona. Mercoledì 18 luglio si terrà, alle ore 21,15 presso il Teatro Tosti, il secondo appuntamento del cartellone estivo organizzato dall’Istituto Nazionale Tostiano e patrocinato dal Comune di Ortona.L’evento è realizzato in collaborazione con il Teatro Marrucino di Chieti, per i 200 anni dalla fondazione. È in programma l’esecuzione del concerto numero cinque “l’Imperatore” e la settima sinfonia di Ludwig van Beethoven. Si esibirà, come solista, il pianista Pietro Bonfilio ed il maestro Martin Elmquist dirigerà la Luxembourg Philharmonia Orchestra.

Ortona. Il Comune di Ortona, come capofila, e i comuni di Tollo, Crecchio, Canosa Sannita, Orsogna e Arielli hanno partecipato all’avviso pubblico della Regione Abruzzo per la concessione di sovvenzioni per rendere più efficaci i modelli comunicativi e informativi in materia di Protezione Civile.

Il progetto presentato dal partenariato, guidato da Ortona, è stata ammesso al finanziamento massimo di € 100 mila ed è arrivato secondo nella graduatoria generale.

La proposta presentata dai comuni prevede la realizzazione di una App a più livelli in grado di interagire sia con gli operatori del settore (Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco,Protezione Civile , Croce Rossa…) sia con i cittadini e gli altri stakeholders in caso di emergenze e calamità naturali. L’App sarà collegata anche all’App Allarmeteo del Centro Funzionale d’Abruzzo per avviare una comunicazione tempestiva e funzionale con tutta la popolazione.

Inoltre il progetto prevede anche il posizionamento nei comuni coinvolti di apparecchi Beacon, la tecnologia Beacon basata sul Bluetooth, consente ai dispositivi bluetooth di trasmettere e ricevere piccoli messaggi entro brevi distanze, questo consentirà ai cittadini che transiteranno vicino ai beacon di essere informati in tempo reale.

Tra le tante attività informative anche l’allestimento del Villaggio della Protezione Civile itinerante che effettuerà l’animazione territoriale per spiegare ai cittadini come comportarsi in caso di emergenza. L’azione divulgativa continuerà anche attraverso un progetto di comunicazione mediante materiale da distribuire alla popolazione e per fare questo saranno coinvolte le scuole in un processo di partecipazione attiva.

«Sono molto contenta di questo finanziamento- sottolinea l’assessore alla Protezione Civile del Comune di Ortona, Roberta Daloiso- e ringrazio tutti i comuni del partenariato perché la sensibilità e l’attenzione verso la prevenzione, in caso di calamità naturali, risulta oggi indispensabile per arginare le conseguenze di fenomeni ormai diventati sempre più frequenti. Il progetto ci consentirà, attraverso l’app, di comunicare velocemente e costantemente con tutti i soggetti coinvolti nell’emergenza, oltre a raggiungere in modo veloce la popolazione. Ringrazio i responsabili del progetto che hanno centrato bene l’obiettivo dell’avviso pubblico. Naturalmente auspico che questo partenariato si consolidi partecipando ad altri progetti in modo da costruire un curriculum territoriale importante».

Ortona. Tornerà a vivere il campo Umberto Rossi situato sotto la passeggiata Orientale nell’ex area Cilenti. Grazie all’intervento della Gio Basket Ortona che si è aggiudicata il bando del Comune di Ortona, avviato nel settembre 2016, e che con un investimento notevole ha bonificato e riqualifico tutto il campo, trasformandolo in una struttura polifunzionale anche se sempre con un occhio rivolto al basket.

Una struttura che torna alla città e agli ortonesi onorando degnamente la memoria di Umberto Rossi, un concittadino e giocatore di basket distintosi giovanissimo in campo nazionale giocando in serie A e vincendo uno scudetto con la Oransoda Cantù nella stagione 1967/68, scomparso purtroppo prematuramente per un male incurabile.

Il campo sarà inaugurato sabato 14 luglio alle ore 19.15 con il ritrovo a Largo Farnese di tutti i partecipanti per poi scendere tutti insieme al Campo Umberto Rossi con il tradizionale taglio del nastro. Nell’occasione della serata, organizzata dalla società di basket, ci sì sarà anche l’accensione del nuovo impianto di illuminazione delle arcate della passeggiata Orientale. A seguire sarà presentato, in anteprima, il video promo turistico “Ortona, ecco perché” realizzato dal Comune di Ortona in collaborazione con la DMC Sangro Aventino e con i Comuni di San Vito, Rocca San Giovanni e Fossacesia.

Pagina 1 di 29

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione