Pescara. “Continua la lotta al degrado ingaggiata dall’Amministrazione attraverso l’assessorato alla Polizia Municipale, con il sopralluogo di stamane degli agenti nello stabile privato di via Sacco 70 con la ditta che la settimana prossima eseguirà i lavori di messa in sicurezza dei locali sottoposti a custodia giudiziaria".

Così in una nota l’assessore alla Polizia Municipale del Comune di Pescara, Gianni Teodoro, che aggiunge: "In loco ha operato il Servizio Ambiente, coordinato dal comandante Carlo Maggitti e alla guida del maggiore Donatella Di Persio, che nell’operazione è stata coadiuvata anche dal tenente colonnello Massimiliano Giancaterino e dal servizio sicurezza stradale. Gli agenti hanno trovato accampate 4 persone, tutte pescaresi, di cui una disabile, senza fissa dimora.

La ditta provvederà ora allo sgombero dei locali dove sono state rinvenute anche siringhe e altro materiale utilizzato per il consumo di sostanze stupefacenti per procedere alla messa in sicurezza".

Pescara. In occasione del quarantennale dell’elezione alla Presidenza della Repubblica di Sandro Pertini, Pescara rende omaggio alla figura del “Presidente più amato dagli italiani” organizzando e promuovendo un ciclo di iniziative "Sandro Pertini - Pescara 2018", promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, dall'ARCI di Pescara e dal comitato provinciale pescarese dell'ANPI e con il patrocinio della Fondazione Sandro Pertini e del Consiglio Regionale Abruzzese. Stamane la presentazione con l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, Nicola Maiale, motore dell’evento per Arci, Antonio Tiberio di Arci, Walter Rapattoni per l’ANPI.

“Pertini è stato un grande italiano – così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo - approfondiamo in questa occasione una personalità fra le più alte e importanti della vita della Repubblica. Una figura grande che ha dato un enorme valore alla politica e che va conosciuta, approfonditamente e vissuta in questo particolare momento storico. Sarà possibile attraverso il progetto a lui dedicato, che regalerà a Pescara incontri, un convegno su Pertini e l’Abruzzo, la mostra fotografica “Sandro Pertini: da Partigiano a Presidente” e un docu film. Un personaggio che ha ricevuto un’attenzione particolare anche da Andrea Pazienza, impresso nei suoi fumetti. Gli ingredienti ci sono tutti: la letteratura, la fotografia, il cinema e l’esperienza, perché la vita e il pensiero di Pertini possano essere esplorati attraverso vari linguaggi e scoperti dai nostri ragazzi perché conoscano meglio anche la storia repubblicana”.

“Arci, Anpi e assessorato alla Cultura, insieme per provare a raccontare chi era Sandro Pertini – illustra Nicola Maiale di Arci – Partiamo dal combattente della prima guerra mondiale che sfugge al fascismo, fino ad arrivare a uno dei fautori della Milano liberata, nel 45, che fu poi protagonista della vita repubblicana. Ma fu un repubblicano anomalo, dal carattere difficile, che in un momento molto complicato della storia italiana, scossa dal rapimento di Moro, si ritrovò a fare il Presidente della Repubblica. Lui capì che bisognava dare una sterzata all’Italia, che era necessario stare vicino alla gente, alle famiglie, agli adolescenti e agli studenti, ad un popolo al quale ha cercato di instillare un culto laico della Repubblica.

Nella rassegna ci sono gli incontri, si apre con la presentazione del libro di Gianluca Costantini alla libreria Primo Moroni il 24; il 26 aprile il convegno “Pertini e l’Abruzzo: dal Tribunale speciale al Quirinale” all’Aurum; la mostra fotografica “Sandro Pertini: da Partigiano a Presidente”, ideata da Pietro Milanesi dell’Associazione Pensiero Socialista che sarà sempre all’Aurum, Sala Cascella, dal 26 aprile al 4 maggio e, infine il docu film di Giancarlo De Cataldo “Pertini – Il combattente”, al cinema Sant’Andrea il 27 aprile con ingresso gratuito”.

“Pertini, il Presidente partigiano fra i più amati dagli italiani – così Walter Rapattoni dell’ANPI - in un’epoca in cui si cerca di rottamare il 900, è importante il suo esempio di portatore di valori sani nell’Italia di oggi. Per questa ragione a pieno titolo vogliamo inserire il ciclo di iniziative a lui dedicato nella celebrazione del 73esimo della Liberazione che l’Anpi festeggia con diverse iniziative a Pescara e in tutta la Provincia”.

“Vogliamo raccontare una figura che entrò nel cuore degli italiani – conclude Antonio Tiberio, presidente dell’Arci – lo facciamo con l e foto, con il fantastico libro di Costantini, una delle più significative espressioni di instant journalism e con il docufilm di De Cataldo, che ha avuto una lunga gestazione perché ricco di documenti, ricerca e aneddoti e che sta girando in tutta Italia riscuotendo grande successo, prima e durante una Liberazione di cui fu uno degli interpreti e delle voci più importanti”.

Pescara. Si appena conclusa con una straordinaria partecipazione la tappa della campagna nazionale itinerante#ReumaDays organizzata dalla Società Italiana di Reumatologia (SIR), con il patrocinio del Ministero della Salute e con la messa in campo delle strategie operative dell’Unità Complessa di Reumatologia della ASL di Pescara. L’iniziativa si è tenuta ieri e oggi a piazza Salotto a Pescara con l’intento di incrementare il livello di conoscenza e consapevolezza sulle malattie reumatologiche.
“Siamo davvero soddisfatti delle numerosissime persone che hanno affollato la tensostruttura di piazza della Rinascita in queste due importanti giornate–sottolinea il dott. Marco Gabini, direttore UOC Reumatologia ASL Pescara – la città ha mostrato un’ottima risposta nei confronti della campagna di sensibilizzazione; la partecipazione è stata notevole e l’interesse da parte dei pazienti davvero tangibile”.
Sono stati 200 gli screenig gratuiti di MOC e Capillaroscopia eseguiti nei due pomeriggi del 20 e 21 aprile. Tra gli interessanti argomenti trattati nelle tavole rotonde e nei dibattiti spicca quello della relazione tra malattie reumatiche e alimentazione che si è dibattuto nell’incontro di questa mattinaal quale ha partecipato anche una rappresentanza di Coldiretti Abruzzo. “L’utilizzo di un regime alimentare basato sulla dieta mediterranea e soprattutto sulla stagionalità dei prodotti – aggiunge il dott. Gabini – è importantissimo per i pazienti reumatologici”.
Le due giornate dedicate alla prevenzione delle malattie reumaticheorganizzate con la collaborazione della UOC Reumatologia di Pescara e l’Associazione Nazionale Malati Reumatici (ANMAR) Abruzzo hanno previso inoltre la presenza di uno “sportello tecnico” al quale i partecipanti si sono rivolti per informazioni e chiarimenti su qualsiasi procedura, trattamento o curiosità scientifica riguardante le patologie reumatiche e le terapie più moderne.

Pescara. “Nella giornata di oggi è stata pubblicata l’ordinanza per la stagione balneare. In merito ai parametri stabiliti dalle normative nazionali e regionali, Pescara parte con due divieti temporanei di balneazione in corrispondenza dei punti di prelievo di via Balilla e via Galilei, in quanto definite zone di “acque scarse” delibera di giunta regionale n. 169del 21 marzo scorso, caratterizzate, cioè, dalla elevata variabilità dei valori".

Così in una nota l’assessore all’Ambiente del Comune di Pescara, Simona Di Carlo, che aggiunge: "Una variabilità infatti attestata dai risultati dei primi campionamenti effettuati dall’Arta in vista dell’avvio ufficiale della stagione, che partirà dal prossimo primo maggio. Dal campionamento del 16 aprile scorso, come peraltro citato anche dall’ordinanza sindacale, emergevano dati di non conformità nei due punti di prelievo, a fronte dei quali l’Arta ha effettuato dei campionamenti di controllo il 18 aprile scorso, i cui risultati sono stati resi noti oggi (in allegato alla nota) e hanno dato piena conformità rispetto ai limiti di legge e che consentono la balneazione.

Tale variabilità è un dato storico per Pescara, ma nel corso degli ultimi anni e a fronte delle attività di controllo e di contrasto dell’inquinamento compiute dall’Amministrazione sta migliorando, come dimostra il passaggio dell’area di campionamento di Fosso Vallelunga da area di acque scarse a “sufficienti”.

Tuttavia al fine di rimuovere il divieto temporaneo contemplato nell’ordinanza, sarà necessario che si registrino dati conformi per due campionamenti consecutivi (il 14 maggio e l’11 giugno, secondo il calendario Arta https://www.artaabruzzo.it/download/notizie/696/calendario_controlli2018.pdf ), effettuati a stagione avviata, come stabilito dalle direttive regionali e dal protocollo in materia di balneazione della Regione Abruzzo.

Una meta a cui aspiriamo al più presto, considerato che in questi mesi è stato attivato tutto il possibile perché la balneabilità del nostro mare cambiasse in meglio”.

Pescara. Sono stati i sindaci di Pescara, Marco Alessandrini, e di Chieti, Umberto Di Primio, e l'assessore regionale all'Urbanistica e ai Parchi, Donato Di Matteo, a tagliare il nastro tricolore dell'edizione 2017 di “Mostra del Fiore Florviva” presso il Porto Turistico “Marina di Pescara”, insieme agli organizzatori, il presidente della Camera di Commercio di Chieti-Pescara, Mauro Angelucci, di Arfa, Remo Matricardi, di Assoflora, Guido Caravaggio, alla presenza anche del presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco e del presidente di Eafa, Serena Margiotti.
Una presenza qualificata, quella della Regione, che presenta negli stand della mostra tutte le riserve e i parchi naturali del territorio, e che è stata protagonista del primo evento culturale di questa edizione: alle 11.30, infatti, all'interno del padiglione ex Cofa si è tenuto un seminario sulla riforma aree protette abruzzesi, animato dall'intervento di Fernando Di Fabrizio, direttore della riserva naturale di Penne e presidente di Legacoop Abruzzo, e dai contributi dei presidenti regionali delle principali associazioni ambientaliste (Luciano Di Tizio per il WWF, Giuseppe Di Marco per Legambiente e Patrizio Schiazza per Ambiente è/è vita).
Nel pomeriggio, spazio ai bambini con i mini-corsi di arte floreale, tenuti dall'European Athaeneum of Floral Art (EAFA), e con la presentazione del progetto “Il parco sociale” della cooperativa Clematis. Poi, altri due interventi autorevoli: la presentazione del progetto Life Floranet, da parte di Luciano Di Martino del Parco Nazionale della Majella, e la dimostrazione di florovivaismo a cura di Ivo Egizii ed Annamaria Di Primio.
«Oggi – ha dichiarato dopo il taglio del nastro il presidente Mauro Angelucci – è la mia prima volta al Porto Turistico in qualità di presidente della Camera di Commercio di Chieti Pescara e trovo davanti a me un evento magnifico, caratterizzato da oltre 210 espositori provenienti da tutta Italia. Ogni anno questa manifestazione registra numeri da record e questo è un dato importante per chi riconferma la sua partecipazione, sopratutto se proveniente da fuori Abruzzo. Ci dà infatti la possibilità di confrontarci su un settore, legato al verde ed all'architettura ambientale, che è in costante crescita. Si parla tanto di internazionalizzazione delle imprese e sono le fiere come questa che ci danno contezza di cosa si intenda».
«Quest'anno – ha aggiunto Remo Matricardi, presidente Arfa – “Mostra del Fiore – Florviva”, con la sua consolidata crescita in termini di numero di espositori e di superficie occupata, indica senza mezzi termini la ripresa di fiducia e di speranza dell’economia globale ma soprattutto il successo ancora inarrestabile di uno dei settori che prima
degli altri si è risollevato dalla crisi apertasi ormai dieci anni fa. Accanto a noi ci sono, come sempre, oltre agli espositori, che rappresentano il meglio del settore in tutta Italia, la Camera di Commercio di Chieti-Pescara che da quando ha scelto di sostenere questo progetto, sposandolo interamente, ci è stata vicina ed ha contribuito a definire meglio i contorni del nostro sogno comune, la Regione Abruzzo, che non ha mai fatto
mancare il sostegno istituzionale a tutto il movimento florovivastico regionale, dandoci fiducia e coraggio, ci sono le tante associazioni e i tanti imprenditori che hanno voluto essere presenti e hanno posizionato un tassello nel complesso mosaico che è “Mostra del Fiore – Florviva”».
«Nonostante la congiuntura sfavorevole – ha chiosato Guido Caravaggio, presidente Assoflora – il settore florovivaistico abruzzese continua il suo trend positivo, con un incremento negli ultimi anni del Prodotto Lordo Vendibile, del numero di aziende, delle risorse umane impiegate, del fatturato. Questi aspetti, decisamente positivi, ci lasciano ben sperare per un futuro ricco di innovazione, entusiasmo, professionalità, per ottenere l’eccellenza nella qualità della produzione vivaistica. Il ruolo della Camera di Commercio e dello staff camerale ha generato un supporto straordinario per i nostri associati e per gli espositori che sono ospitati nei padiglioni e nelle strutture del Marina di Pescara».
Il programma di domani prevede un seminario mattutino alle 9.30 dal titolo “Giardini del futuro”, con gli interventi di Matteo Colarossi, presidente dell'Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Pescara (relazionerà su “Aspetti gestionali legati alla multifunzionalità del giardino”), di Maria Adele Colicchio, architetto e progettista del paesaggio (sul tema “Percezione del parco urbano e scala umana”) e di Alessia Brignardello, botanico-paesaggista, vicepresidente dell'AIAPP Lazio Abruzzo Molise Sardegna (che parlerà di “Piante mediterranee per giardini sostenibili”).
Alle 11.30 si apriranno i mini-corsi di arte floreale per i bambini delle scuole elementari e medie a cura della Scuola di arte floreale EAFA. Nel primo pomeriggio (ore 15.00) inizierà la tradizionale maratona di poesia a cura dell'associazione Teatranti d’Abruzzo con Alexian Santino Spinelli, Vittorina Castellano, Giorgio Ciampoli, Rosetta Clissa, Lucia Guida, Enzo Littore, Anna Mione, Vito Moretti, Leonardo Paglialonga, Leda Panzone, Annadonatella Passeri, Daniela Quieti, Flora Amelia Suarez Cardenas, Patrizia Tocci, Rosetta Viglietti, Lucio Vitullo. Chiuderà la giornata la mostra interattiva sugli insetti a cura della Cooperativa Sociale Clematis.

Pescara. Lunedi 23 aprile, alle ore 17.30 presso il Mediamuseum di Pescara, in concomitanza con la Giornata Mondiale del Libro si terrà un incontro, con amici, familiari e studiosi, per ricordare Edoardo Tiboni ed Ottaviano Giannangeli, due personalità del mondo della letteratura e della cultura abruzzese che hanno dato un contributo fondamentale, nel corso dell’ultimo cinquantennio e oltre, allo sviluppo della nostra Regione.

Insieme ad Ottaviano Giannangeli ed Edoardo Tiboni, verranno anche ricordati, come già avvenuto in passato, Igino Creati, Guido Giancaterino, Gabriella Lasca, Giulio Rapposelli, Marco Tornar, Walter Tortoreto.

Alla manifestazione organizzata dalla Fondazione Edoardo Tiboni per la Cultura e dal Centro Nazionale di Studi Dannunziani, parteciperanno, tra gli altri: Carla Tiboni, presidente della Fondazione, Gabriella Albertini, Franco Farias, Enzo Fimiani, Paolo Giancaterino, Carlo De Matteis, Domenico Verdone, Elisabetta Caccavella Giannangeli.

Coordinerà Dante Marianacci, presidente del Centro Nazionale di Studi Dannunziani.

Pescara. Il sindaco Marco Alessandrini e il vicesindaco Antonio Blasioli venerdì mattina hanno accolto in piazza della Rinascita Adriano Panatta, Andrea Lucchetta, Jury Chechi e Ciccio Graziani, i quattro campioni che dalle 9,30 di venerdì mattina hanno giocato e istruito centinaia di ragazzi delle scuole pescaresi, intervenuti alla tappa cittadina del tour 2018, della nona edizione consecutiva di Banca Generali de "Un Campione per Amico". I quattro grandi dello sport dal 10 aprile scorso stanno girando le piazze di dieci città italiane per trascorrere insieme ai bambini delle scuole primarie una giornata interamente dedicata alle discipline di cui sono testimonial: tennis, atletica, pallavolo e calcio. Infatti Panatta, Lucchetta, Chechi e Graziani sono scesi in campo per condividere con i bambini non solo il divertimento che deriva dall’attività fisica, ma anche i valori positivi dello sport dalla disciplina, alla sana competizione e al gioco di squadra. Un tour che sposa anche le iniziative del Comitato Italiano Paralimpico che presenzia ogni tappa con ragazzi disabili appartenenti a Onlus regionali.
La manifestazione, promossa da Banca Generali, nasce per dare modo a ciascuno di incontrare direttamente il "suo" campione e di giocarci a tennis, pallavolo, calcio e fare ginnastica, seguito dai più grandi professionisti italiani delle discipline, il tutto fra musica, gags e campi dedicata ad ognuna delle attività in una cittadella dello sport ricreata nella piazza principale di Pescara.

Pescara. Cominceranno lunedì 23 aprile attesi e importanti lavori di risanamento e messa in sicurezza della sede stradale dell’intera riviera nord dalla rotonda Paolucci alla Madonnina e della riviera sud, nel tratto interessato dagli interventi antiallagamento. Sulla riviera nord si procederà in cinque lotti (4/5 giorni l’uno), chiudendo a traffico e sosta ogni segmento interessato, a iniziare, lunedì, da quello che va dalla Rotonda Paolucci a via Ragazzi del 99, in modo da consentire la mobilità sul resto dell’arteria, in progress con l’avanzamento dei lavori, fino alla Madonnina, per restituire alla città una strada più sicura e più bella entro poco più di 40 giorni. I dettagli e la viabilità alternativa previsti nel corso degli interventi, sono stati illustrati stamane in conferenza dal sindaco Marco Alessandrini, dal vice sindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli, dal dirigente del Settore Lavori Pubblici Giuliano Rossi, dai responsabili degli uffici di competenza.

“Annunciamo lavori attesi e agognati da molto tempo sulla sede stradale della riviera, il cuore della passeggiata costiera cittadina – così il sindaco Marco Alessandrini – Si tratta di un intervento straordinario sia perché da anni non veniva eseguita una manutenzione di sostanza e su circa 6 dei 9 km di riviera che Pescara ha. Siamo consapevoli delle condizioni in cui versa lo stato delle nostre strade, che ci preoccupa al punto da intervenire massicciamente sulle situazioni emergenziali, sentite come tali anche dai cittadini da cui riceviamo segnalazioni continue. Guardiamo con gioia a questi lavori, perché partono ora per dare un’arteria interamente riqualificata alla città in tempo con l’avvio della stagione estiva: gli interventi dureranno circa 40 giorni, si procederà progressivamente per limitare i disagi conseguenti che saranno diversi per i residenti e per i fruitori della strada rivierasca, ma saranno brevi e varranno il sacrificio che richiediamo, perché si tratta di un’operazione importante, nata per rendere più sicuro uno spazio vitale per la nostra città. So che il vicesindaco Blasioli seguirà con amore paterno lo svolgimento dei lavori, insieme a tutta la nostra struttura comunale, allertata perché i tempi siano rispettati e il lavoro fatto ora perché sia più duraturo e possa essere di qualità”.

“Sono due gli interventi – così il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli – Il primo incide su 3 km di riviera cittadina a nord del fiume. L’anno scorso ci siamo occupati delle aiuole, ora è arrivato il momento di risanare anche la sede stradale, come ci chiedono i cittadini e come risulta necessario in base alle condizioni dell’arteria. Lo facciamo adesso, perché con il meteo favorevole saranno più spediti i lavori e gli asfalti hanno una migliore presa e resa. Da lunedì 23 sarà all’opera sul primo tratto la società Eurostrade, che si è aggiudicata l’appalto e che sta lavorando anche sull’autostrada. L’importo complessivo è di 800.000 euro, al netto dei ribassi è pari ora a 600.000 euro: è un appalto che comincia da un risanamento della carreggiata e che prevede la rimozione del fondo stradale, che sarà scavato per circa 30 cm e il cui materiale verrà sostituito da uno strato di 20 cm di calcestruzzo e uno di 8 di binder. Così su ogni tratto, a partire da quello fra via Cavour e via Ragazzi del ’99 (dalla Rotonda Paolucci), che sarà chiuso al transito e alla sosta per tutti, residenti compresi da lunedì. Una volta compiuta l’operazione su ogni tratto, la ditta stenderà un asfalto provvisorio, solo per ripristinare il transito a doppio senso e la sosta, questo finché non saranno finiti tutti i segmenti, poi si procederà con il rifacimento del manto di asfalto definitivo lungo tutti i 3 chilometri, stavolta però senza chiudere la riviera, ma con l’istituzione di un senso unico, probabilmente con direzione sud-nord. Questo accadrà tra circa 30 giorni, per contratto la ditta ha a disposizione 60 giorni per i lavori, ma chiederemo tempi razionalizzati al massimo per limitare i disagi alla città. Finito anche l’asfalto si ripristinerà tutta la segnaletica orizzontale. Abbiamo voluto la divisione in tratti perché abbiamo studiato delle vie di fuga per rientrare nel circuito cittadino, in quanto saranno interdetti anche gli ultimi tratti delle strade che portano alla riviera. Già da domani sui luoghi interessati dall’avvio dei lavori ci sarà la segnaletica. Per il primo intervento ci sono due inversioni di marcia su via Cadorna (che sarà monti-mare) e via Solferino (che sarà mare-monti). A partire dal 23 saranno anche sospese le Ztl di via Regina Margherita e via de Amicis, quindi nessun blocco davanti alla scuola né la domenica e né i festivi perché viale Kennedy, via Regina Margherita e via Regina Elena siano la valvola di sfogo della mobilità alternativa alla riviera.

Pubblicizzeremo in progress i lavori attraverso la stampa e direttamente ai cittadini con 4000 lettere che verranno consegnate ai residenti. Informazioni saranno sia sui canali social del Comune che di TUA perché subiranno una temporanea deviazione anche le linee del 2/ e 15 degli autobus, oltre che sui bus stessi.

http://www.comune.pescara.it/internet/index.php?codice=147&idnews=7088

 

Riviera sud. Sempre il 23 completeremo con gli asfalti anche i lavori sul tratto sud di riviera, lo faremo in due tratti, il primo da Fosso Vallelunga a via Celommi e poi da via Celommi al confine di Francavilla. Terminano così gli interventi antiallagamento che hanno riguardato Porta Nuova con il collegamento a Fosso Vallelunga della condotta delle acque bianche e tale intervento, già compiuto, dopo anni di allagamenti ha visto asciutta una zona durante le ultime piogge, un fatto mai accaduto. Interveniamo ora perché dopo gli scavi era necessario attendere l’assestamento del terreno, ora si può procedere con l’asfalto: la strada non chiuderà, sarà sempre consentito il senso unico sud nord, da Francavilla verso Pescara.

Dal 23 mattina, una volta che su via Primo Vere si arriva via Braga, occorre girare a destra, prendere via Silone e poi la nazionale Adriatica. Qui i lavori dureranno 15 giorni perché non c’è bisogno del risanamento. Quando ci sposteremo da via Celommi al confine con Francavilla il senso sarà sempre direzione sud-nord. In pendenza del secondo tratto dei lavori, più cospicuo, pubblicizzeremo la nuova viabilità.

Anche qui c’è un autobus di Tua che dovrà cambiare temporaneamente giro, si tratta del 21, che all’andata, da Zanni arriverà al Foro di Francavilla, passando per via della Bonifica, via Antonelli, via Nazionale Adriatica, via delle Napee e Viale Alcione. Al ritorno nessun cambiamento, regolare perché il senso unico consente di mantenere il tragitto originario. Aiuteremo Tua ad apporre i cartelli alle fermate e alle pensiline perché le informazioni possano arrivare a tutti ovunque e saranno anche dentro i bus.

E’ un lavoro importante che si aspetta da decenni e che durerà decenni, per questo invitiamo la cittadinanza tutta a pazientare qualche settimana per godere poi gli effetti di una riviera bella e soprattutto sicura”.

Pescara. Mattinata agitata in via Rio Sparto dove i residenti del palazzo Ater al numero civico 15 dallo scorso anno non dispongono più dell'ascensore andato distrutto in una notte di maggio 2017 a causa di un incendio.

Da quel momento, nonostante molti degli alloggi siano occupati da persone anziane con difficoltà di deambulazione, l'Ater non ha ancora posto rimedio.

Questa mattina, al fianco di coloro che vivono nel palazzo, si è schierato il consigliere comunale Massimiliano Pignoli, che in segno di protesta ha montato una tenda al di sotto dell'edificio e si è accampato in attesa di ottenere risposte dall'azienda che gestisce gli alloggi popolari.

Ma l'esasperazione ormai quotidiana nella quale vivono i residenti ha portato questi ultimi a mettere in atto una eclatante protesta con il blocco del traffico veicolare in via Rio Sparto con il posizionamento, in mezzo alla carreggiata, dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti.

Sul posto è anche intervenuta la polizia e solo dopo diversi minuti gli animi si sono calmati e la situazione è tornata alla normalità.

«La situazione», afferma Pignoli, «è davvero esasperante perché sono persone anziane da un anno costrette a scendere con le barelle della Croce Rossa e delle altre associazioni dal palazzo dell'Ater. Dall'Ater sentiamo promesse su promesse sulla data di inizio dei lavori che però non vengono mai avviati. Ho fatto montare una tenda e starò lì fino a quando quelli dell'Ater non verranno qui a rassicurare queste persone per il grave problema che vivono. È una situazione davvero incresciosa, mi aspetto che l'Ater intervenga immediatamente».

«Qui sono già morte tre persone», fa sapere uno degli inquilini, «perché non ce la facevano più a salire le scale. Mia madre ha 84 anni e mio padre 85 e devono salire a piedi fino al quinto piano. Noi abitiamo al sesto piano e il tetto non ci sta più».

«L'ingegner Morelli», riferisce un'altra residente, «mi disse che il primo marzo sarebbero venuti a fare i lavori ma nessuno si è visto».

«Questo è un palazzo irreale», dice un'inquilina, «un castello dove ci sono dei fantasmi che siamo noi», «io ho due bambini», aggiunge una madre, «e loro piangono tutti i giorni perché il palazzo gli fa paura. Sono successe troppe cose brutte in questo edificio, non sappiamo più come fare e come agire. Nessuno ci vuole aiutare».

Pescara. Una guida speciale al Museo delle Genti aspetterà i visitatori il prossimo 25 aprile alle 18. Si tratta di Vincenzo Olivieri con Abruzzese 4.0, un viaggio esclusivo attraverso la cultura, la storia, il folklore e la linguistica della regione Abruzzo che si svolgerà all'interno del Museo delle Genti D'Abruzzo. Il primo di una serie di eventi, promette il cabarettista reduce da un anno accademico di successo nelle scuole di tutto l'Abruzzo con il suo tour dedicato alla storia alla lingua e al colore della regione, a cui l'evento del 25 è espressamente ispirato. Oggi la presentazione a Palazzo di Città con l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, il presidente della Fondazione Genti d’Abruzzo Roberto Marzetti, il direttore artistico del MuGe Vincenzo D’Aquino e il “prof” d'eccezione Vincenzo Olivieri.

 

“Vincenzo riesce a raccontare la nostra storia in modo nuovo e coinvolgente – così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo – Un modo che diverte, dietro cui c’è un grande lavoro di ricerca e di approfondimenti sul passato e sulle nostre origini. Le sue lezioni intrattengono e istruiscono, calamitando attenzione e interesse di tantissimi ragazzi, lo spettacolo e il suo modo di fare lo show coinvolgono e uniscono sui nostri vizi e sulle virtù abruzzesi, ma anche sulla lingua, ascoltandolo ho scoperto cose che non sapevo! Sono felice che continui questo percorso al Museo delle Genti, perché sarà un’attività destinata a crescere e a vitalizzare ancora di più la nostra struttura culturale e identitaria, rendendo persino contagiosa la voglia di conoscere la storia della città e della regione in cui viviamo”.

 

“Il museo sta cercando di uscire fuori dalla visione di un luogo dove si conservano solo i beni e lo spettacolo di Olivieri è uno sforzo facciamo per essere presenti nello scenario cittadino – dice Roberto Marzetti, presidente della Fondazione Genti D’Abruzzo – Vincenzo, inoltre, ci fa arrivare a parlare a un pubblico a cui non arriveremo mai, oltre a proporci una riflessione approfondita e disincanta sulla storia della città ma anche sul ruolo del Museo. Noi abbiamo l’ambizione di animare il MuGe, il Museo Cascella e il Museo del Mare perché diventino luoghi di confronto e dibattito della città”.

 

“L’Abruzzese diventa 4.0 perché arriva al museo – spiega Vincenzo Olivieri – Questo luogo corona un percorso che negli ultimi anni 5 anni ho fatto in più di 50 scuole abruzzesi grazie all’Agiscuola e a Stefano Francioni che ha creduto nel progetto. Ad ogni lezione spettacolo abbiamo vissuto emozioni, ci siamo divertiti, ho visto i ragazzi interessati alla propria origine e al proprio territorio. Così ho pensato che potesse essere naturale portarli nei luoghi che sono i depositari per eccellenza delle cose che io racconto loro, un museo! Infatti, dopo l’incontro del 25 il progetto crescerà e con la ripresa del nuovo anno scolastico le lezioni le faremo anche al Museo delle Genti. Lo spettacolo del 25 ha un target più ampio, perché vuole invitare a conoscere Pescara anche le persone che magari sono in visita in città per il giorno di festa, a cui saremo felici di regalare una full immersion nella nostra storia.Vi aspetto!”.

Pagina 1 di 295

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione