Pescara. Prima gara amichevole per i #BiancAzzurri contro la Flacco Porto Pescara, compagine che milita nel Campionato di Eccellenza, presso lo Stadio degli Angeli di #Palena2018 dinanzi a 300 spettatori paganti.

10 a 0 il risultsato finale, con le reti di Antonucci al 4′ , Cocco 8′, Antonucci 15′, Cocco 16′, Cocco 39′, Forte 51′, Monachello 54′, Machin 63′, Monachello 67′, Mancuso 70′.

Intanto sono 1609 le prelazioni esercitate in questa prima fase di Campagna Abbonamenti 2018 2019, da lunedì inizia la libera vendita con la messa a disposizione di tutti i posti dello Stadio Adriatico “Giovanni Cornacchia”.

Pescara. Partiranno martedì 24 luglio gli annunciati lavori di infrastrutturazione di via Aterno, nel tratto compreso tra via Gizio (ponte della Libertà) fino a via Raiale e aree limitrofe (uscita asse attrezzato). Il lavoro è finanziato con i fondi Terna per 761.174,72 euro, mentre 38.825,28 sono fondi comunali, per un totale di 800.000 euro. Il progettista è l'ingegner Luciano D'Amico, l’opera è inserita nel Piano Triennale delle opere pubbliche 2018/2020, elenco annuale 2018, tra cui è ricompreso l'intervento di "lavori di infrastrutturazione di via Aterno, da via Gizio a via Raiale e aree limitrofe".

“Via Aterno aspettava da anni di rinascere, varie volte siamo intervenuti con dei rattoppi con asfalto a freddo, perché avevamo progettato questo lavoro affinché potesse partire nel più breve tempo possibile e vogliamo ringraziare per prima cosa la pazienza dei residenti con i quali abbiamo condiviso tutte le fasi di questo progetto e poi l’Ufficio Tecnico che ha lavorato tanto su questo progetto, recependo la mia premura– così il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli- La strada cambierà in meglio il suo volto, si opererà dapprima per la realizzazione di una nuova rete delle acque bianche che finirà per portare giovamento a tutte le traverse della zona, penso per esempio a via Fiume Verde, dove abbiamo già realizzato un tratto di acque bianche e poi con la fresatura della pavimentazione stradale esistente, la messa in quota di pozzetti e chiusini, l’adeguamento dello strato di collegamento, la realizzazione del tappeto d’usura e della segnaletica orizzontale e infine con la demolizione della pavimentazione del marciapiedi esistenti deteriorati e la realizzazione di scivoli per diversamente abili, riqualificando anche il verde. Avremo marciapiedi percorribili dalle mamme con i passeggini e dai diversamente abili e questa, che dovrebbe essere la regola, in via Aterno diventa una notizia solo nel 2018.

Via Aterno insomma è destinata a rinascere, sarà una strada sicura per entrare e uscire da Pescara e la riqualificazione aiuterà anche i mezzi di TUA, che proprio in zona ha la sua sede, a rientrare con meno disagi. Ancora una volta interveniamo con i pochi fondi a disposizione per sanare le strade più malandate, ripristinando e garantendo soprattutto la sicurezza della circolazione di tutte le utenze deboli, pedoni in primis e ritengo senza dubbio che quel tratto di via Aterno sia in assoluto il tratto messo peggio di tutta la città.

I primi giorni di lavori tuttavia saranno abbastanza difficoltosi, sia per la sosta che per il transito e voglio fare appello alla collaborazione di residenti e ai commercianti, che hanno quasi una funzione sociale per la zona: perché il sacrificio durerà qualche giorno, ma faremo in modo che dopo la prima fase di approntamento del cantiere si possa consentire comunque il transito delle autovetture. Da martedì sarà quindi vietato il transito e la sosta nella parte di via Aterno compresa da via Orfento e via San Luigi Orione, ma ripeto, la viabilità potrebbe essere consentita dopo i primissimi giorni di lavoro. Ai residenti sarà sempre assicurata l'accessibilità alle rispettive proprietà mediante l'istituzione di apposite misure di sicurezza, corridoi di transitabilità pedonale nonché riaperture progressive della strada in relazione all'avanzamento dei lavori mentre la viabilità alternativa verrà dirottata o sull’asse attrezzato o sul percorso via Stradonetto, via Sacco e via San Luigi Orione.

In zona sono inoltre pronti al decollo anche i lavori per il Pendolo 1 e Pendolo 2 con l’attuazione del bando delle periferie e a consentire una più agevole percorrenza di tutta Pescara Porta Nuova da via del Circuito fino a via Rio Sparto. Siamo in linea con il cronoprogramma ministeriale e fiduciosi di veder iniziare i lavori sui due tratti del Pendolo a fine anno, inizio 2019, una vera e attesa rivoluzione viaria della città di Pescara”.

Pescara. Nella mattinata odierna la Squadra Volante è intervenuta presso la locale via del Santuario ove era stata segnalata la fuga di un malfattore che aveva derubato un’anziana donna all’interno di un esercizio pubblico. Giunta fulmineamente sul posto la Volante ha arrestato un noto pluripregiudicato che era stato bloccato poco prima da un passante, il quale era stato allertato dalle urla di una ottantenne, anche lei presente sul posto.
Pochi minuti prima l’anziana stava acquistando un telefono mobile all’interno di un negozio, ed aveva lasciato la somma di circa 200 euro sul bancone del negozio; improvvisamente un soggetto entrato nell’esercizio afferrava il denaro, dandosi alla fuga. La donna iniziava a gridare destando l’attenzione di un passante, il quale bloccava il malfattore sino all’arrivo dei poliziotti; il denaro veniva restituito alla donna ed il malfattore identificato per D. N. R., 48enne, pescarese, pluripregiudicato per aver commesso molteplici reati contro il patrimonio. Immediati accertamenti di polizia giudiziaria permettevano di accertare che il predetto era altresì gravato dalla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza, disposta dall’A. G. di Milano a seguito di reati contro il patrimonio ivi commessi.
La Squadra Volante ha proceduto all’arresto in flagranza di reato per furto aggravato, il reo è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del giudizio direttissimo.

Pescara. “La giunta Alessandrini avvia la privatizzazione del Museo d’Arte Moderna Vittoria Colonna rischiando di trasformare una struttura costruita con fondi pubblici, non certo per fare utili, ma per fare arte e cultura in città, in una galleria privata. È quanto approvato dalla maggioranza di sinistra del Consiglio comunale che, ratificando la relativa delibera, ha dato il via alle procedure di pubblicazione del bando di gara al massimo ribasso. Il centrodestra ancora oggi chiede di fermare tale iniziativa, assolutamente dannosa e ingiustificabile, e piuttosto propone un ripensamento per affidare alla Fondazione ‘Paparella Treccia’ la gestione della struttura, una Fondazione che già in passato ha dimostrato, bilanci alla mano, di saper guidare l’utilizzo della struttura organizzando eventi di qualità che hanno azzerato i costi a carico del Comune”. Lo ha detto il Capogruppo di Forza Italia al Comune di Pescara Marcello Antonelli ufficializzando l’iniziativa intrapresa dalla giunta Alessandrini.
“Il rischio è evidente e fin troppo chiaro – ha spiegato il Capogruppo -: oggi tutti i singoli artisti o le Associazioni che operano nel difficile mondo dell’arte stanno perdendo una struttura pubblica la cui gestione a brevissimo, secondo i piani del sindaco Alessandrini, verrà affidata a un privato che, evidentemente, per rientrare con i costi sarà costretto a fare impresa con quella struttura, trasformandola in galleria d’arte privata. La maggioranza di governo di sinistra ha infatti deciso e approvato la delibera per far partire il bando per l’esternalizzazione del Museo d’Arte Moderna ‘Vittoria Colonna’. Una decisione che abbiamo contestato in aula in maniera aspra per diversi ordini di motivi: innanzitutto si va in gara senza neanche aver voluto valutare la possibilità di mantenere in capo alle Fondazioni culturali oggi esistenti sul territorio la guida della struttura, creando una sorta di gestione in house, ipotesi peraltro già ventilata in passato con la volontà di creare due poli culturali, uno a sud, affidando, come di fatto è avvenuto, alla Fondazione del Museo delle Genti d’Abruzzo anche il Museo Cascella e il Museo delle Meraviglie Marine. E poi sarebbe dovuto sorgere il Polo nord, affidando, appunto alla Fondazione Paparella anche la gestione del Colonna, ipotesi, peraltro, sulla quale convergeva anche buona parte del Pd. All’improvviso, invece, è arrivato l’inatteso cambio di rotta, con la giunta Alessandrini che ha affidato all’Università lo studio per la privatizzazione della struttura e proprio tale studio ha fatto da apripista alla procedura di esternalizzazione. Peccato che proprio in aula il centrodestra abbia dimostrato che quello studio è semplificato, inadatto e non ha approfondito varie questioni, oltre a riportare circostanze non vere, a partire dal possesso di un presunto patrimonio, a carico del Colonna che in realtà non c’è. In più, durante le sedute di Commissioni propedeutiche all’arrivo in Consiglio comunale – ha proseguito il Capogruppo Antonelli – ho anche chiesto agli uffici di poter avere il resoconto dei costi sostenuti dal Comune per la gestione del Colonna dal 2010 al 2015 e da quei bilanci abbiamo visto che ci sono cifre non veritiere, a partire da quelle inerenti le due mostre d’arte organizzate nel Colonna proprio dalla Fondazione Paparella, due esposizioni di altissimo livello, tra le quali quella dedicata a Chagall, per le quali era stata prevista la compartecipazione del Comune al 50 per cento delle spese. Ma poi quella compartecipazione è stata azzerata perché la Fondazione Paparella, attraverso la bigliettazione e la vendita dei volumi della mostra, è riuscita a coprire tutte le spese, dunque il Comune non ha erogato un euro, questo a dimostrazione che quando il pubblico, in questo caso una Fondazione pubblica, organizza eventi di qualità, i conti quadrano ed evitano alle casse comunali qualunque esborso. Nella fattispecie è stata proprio la Fondazione Paparella a darne dimostrazione e a dare prova di capacità gestionale. Alle mie obiezioni, pure circostanziate e documentate in aula, purtroppo la maggioranza di sinistra ha replicato che tali osservazioni, seppur giuste, non hanno scalfito le loro ‘certezze’ e quindi si procede col bando, al massimo anche la Fondazione Paparella potrà decidere se partecipare o meno alla gara. Ma è evidente che si tratta di un’ipotesi improponibile e assurda, perché la Fondazione Paparella non è nata per fare utili, al pari del Museo Colonna: quando la giunta Pace acquisì l’ex sede dell’Università di via Gramsci per trasformarla in Museo d’arte Moderna, sapeva che stava creando, per la città, una struttura di prestigio che avrebbe avuto bisogno di sostegno, perché la cultura difficilmente genera guadagni facili, al meglio, quando si organizzano eventi di livello, si possono coprire le spese vive, ma i Musei non nascono per produrre utili, ma per divulgare arte e cultura nella maniera più ampia possibile. E oggi la città sta perdendo questa occasione, oggi stiamo tutti correndo il rischio che una struttura costruita con fondi pubblici si trasformi in una galleria privata sulla quale il Comune non avrà più voce in capitolo, e del resto il privato che si aggiudicherà la gara al massimo ribasso, dovrà necessariamente giocare e aumentare i prezzi di affitto della struttura, dovendo rinunciare per buona parte agli eventuali contributi pubblici. E, infine, tale procedura è doppiamente paradossale se pensiamo che, mentre si mette a bando la privatizzazione del ‘Colonna’, il Comune ha affidato e pagato anche un secondo studio sul ‘riassetto generale del Complesso museale pescarese’, uno studio che, a questo punto, nasce già monco o comunque dovrà essere rivisto prim’ancora di nascere visto che in quel riassetto si dovrà stralciare il ‘Colonna’. Logica avrebbe voluto che si attendesse, al massimo, lo studio complessivo prima di decidere il futuro del Museo d’Arte moderna. Per questa ragione – ha proseguito il Capogruppo Antonelli – Forza Italia chiede formalmente al sindaco Alessandrini di fermare le procedure di gara e di riportare il dibattito a un Tavolo che veda la presenza di maggioranza e opposizione, e delle stesse Fondazioni cittadine, al fine di fare la scelta migliore sulla futura gestione del Colonna, una gestione che sia ottimale per le casse comunali, ma al tempo stesso non sottragga alla città un patrimonio culturale di tale rilievo e che tenga conto del parere autorevole del tessuto culturale del territorio che non può essere tenuto fuori dalla riflessione collettiva”.

Pescara. Grandissima attesa per il ritorno a Pescara dopo otto anni di uno degli artisti più amati dal capoluogo adriatico, Pat Metheny: il grande chitarrista sarà in concerto il 24 luglio al Teatro D’Annunzio di Pescara. L’evento è inserito all’interno del PeFest nel cartellone del Pescara Jazz fuori abbonamento ed è promosso dall’Ente Manifestazioni Pescaresi in collaborazione con Alhena Entertainment e Ventidieci.

Ancora disponibili gli ultimissimi biglietti per assistere ad un grandissimo spettacolo. Ad accompagnare Pat Metheny sarà una formazione di assoluta eccellenza: il suo storico batterista Antonio Sanchez, la giovane bassista malesiana Linda May Han Oh ed il pianista inglese Gwilym Simcock: Metheny descrive così Antonio Sanchez: "Antonio è sempre incredibile. È uno dei più grandi batteristi di tutti i tempi e il fatto che siamo stati in grado di condividere tanta musica insieme in questi anni è qualcosa di veramente speciale per entrambi. Pat continua dicendo:” Ha la capacità di ascoltare ed essere dentro la musica con un'intensità unica". La bassista malese / australiano Linda May Han Oh è stata estremamente attiva sulla scena newyorkese negli ultimi anni, suonando con molti dei maggiori musicisti della scena locale. Continua Metheny: “La prima volta che ho ascoltato Linda è immediatamente entrata in cima alla mia lista di candidati. Lei ha tutto ciò che ho sempre cercato: oltre ad avere tanta fantasia, ha la grande capacità comunicativa di interagire non solo agli altri musicisti, ma anche al pubblico”. A completare l'ensemble è il pianista britannico Gwilym Simcock, uno dei più eccitanti pianisti emergenti dal Regno Unito da molti anni. Metheny lo presenta così: “Gwilym è semplicemente uno dei migliori pianisti che abbia mai ascoltato da molto, molto tempo. Con lui c’è stata un’immediata affinità comunicativa e una facilità nel suonare insieme che durante il corso della mia carriera ho riscontrato solo un paio di volte".

Pat Metheny è una delle maggiori star contemporanee del jazz internazionale. Quella di Pescara è l’unica data abruzzese del suo tour “An Evening with Pat Metheny”. 20 volte vincitore di Grammy, Metheny è stato recentemente inserito nella Downbeat Hall of Fame come artista più giovane e solo il quarto chitarrista (che si va ad aggiungere a Django Reinhardt, Charlie Christian e Wes Montgomery). Nel corso dei suoi concerti presenterà pezzi che hanno caratterizzato la sua carriera. Dopo i successi mondiali dei suoi dischi "Unity Band" e "Unity Group", vincitori di Grammy, e delle relative estese tournée promozionali, Metheny si è concesso una pausa nel 2015. "E’ stata la prima pausa dal 1994 – spiega il grande musicista - È stato bello essere in grado di sperimentare, fare qualche ricerca e sviluppare un po’ di idee che avevo da tempo”. Anche se nel 2015 Metheny sul fronte dei concerti è stato meno attivo del solito, ha comunque creato l'opera di grande successo "Hommage" per Eberhard Weber acclamata dalla critica e eseguita in eventi in Europa, Giappone e America. Ha anche lavorato come Artist-in-Residence per il Detroit Jazz Festival esibendosi con i suoi ensemble, il suo compagno musicale di lunga data Gary Burton e in duetto con il leggendario bassista di Miles Davis Ron Carter.

Per questo tour Metheny ha voluto continuare "la ricerca". Sul suo nuovo concerto afferma: "Per me in questi anni lo scenario è stato sempre lo stesso; scrivere musica, fare un disco, fare un tour. Questa volta volevo rompere questo schema. Avendo così tanta musica che nel corso degli anni non ho quasi mai suonato, ho pensato che sarebbe stato divertente e interessante mettere insieme un gruppo davvero selezionato di musicisti che potesse andare oltre tutto ciò che avevo fatto in precedenza ".

Sul suo nuovo concerto Metheny aggiunge: "Potrebbe davvero essere tutto e niente. Ho già scritto un po’ di nuova musica pensando proprio a questo live, ma potrei anche pensare di suonare solo musica vecchia una sera o persino di suonare interi album. Mi piace l'idea di un live aperto a qualsiasi possibilità e lasciarlo diventare qualsiasi mi venga in mente fino alla fine del tour. In questa fase, ho così tanta musica e non voglio porre confini o distinzioni tra i vari periodi della mia carriera. Con Antonio, Linda e Gwilym, penso che faremo una vasta gamma di pezzi tratti da tutta la mia musica e forse scopriremo anche dove questa mi porterà in futuro".

I biglietti per il concerto sono in vendita nei circuiti TicketOne e Ciaotickets e presso la biglietteria del Teatro D’Annunzio negli orari 10.00-13.00 e 17.00-19.00. Questi i prezzi: Poltronissima Numerata: 55.00 € c.d.p. Poltrona Numerata: 46.00 € c.d.p. Gradinata Non Numerata: 30.00 € c.d.p. Infoline: 085/4540969; 08554062.

Pescara. Dopo un mese esatto dall’inaugurazione della nuova edizione di Estatica, la kermesse prosegue con il concerto di un altro atteso sopite, tra i più conosciuti e amati dal pubblico, annunciato per domani sera alle 21.30. Appuntamento nell’arena del porto turistico Marina di Pescara con Greg e il suo gruppo, The Frigidaires.

Classe 1963, celebre attore del duo comico Lillo & Greg, oltre ai numerosi impegni per cinema, tv e radio, Claudio Gregori (questo il nome di battesimo) porta avanti da sempre la sua passione per la musica. Per Estatica si esibirà infatti con la sua band mescolando un linguaggio rispettoso delle radici, sia nelle note che nei testi, con l’ironia e il sarcasmo tipico del genere R’n’R. L’intera atmosfera avrà un’energia decisamente garage rock.
I Greg & The Frigidaires sono composti, oltre agli ideatori del gruppo, Greg (voce e chitarra) e Luca Majnardi (voce e tromba), anche da Alex Meozzi (voce e chitarra), Giovanni Campanella (batteria), Giulio Scarpato (basso) e Olimpio Riccardi (voce e sax). Il gruppo stesso si presenta come la più grande, fantastica, brava e immodesta Doo-Wop Band che sia mai esistita!.

Così dopo Riki, Mediterranea, lo Street Food Time, il défilé di moda, una data di circo acrobatico firmato Funambolika e alcuni concerti del Pescara Jazz - questi ultimi ancora in corso - la rassegna si prepara per un tuffo negli anni ‘50 e ‘60. La serata, firmata You wanna be americano, è un’anteprima della prossima Notte dello Shopping prevista per l’11 agosto. Rock all night vintage party è il titolo scelto e prevede anche cibo a tema (american street food and beer) e DJset di Marco Sburzo Di Pietro.

Qui un video promo: https://www.facebook.com/youwannabeamericano/videos/1000522576776817/

Patrocinata da Camera di Commercio Chieti Pescara, Provincia e Comune di Pescara, Provincia di Chieti, Estatica prosegue con un doppio concerto del Pescara Jazz: dopodomani, lunedì 23 luglio alle 21.30, quando saliranno sul palco dell'arena il Claudio Filippini Trio e, a seguire, il Pierpaolo Bisogno Quartet. Biglietto unico 15 euro (al botteghino la sera stessa del live, oppure nei circuiti CiaoTickets e TicketOne, nella biglietteria EMP sul lungomare Colombo 122, all’Urban Box di piazza Salotto o nel nuovo Info-Point di piazza Muzii).

 

Pescara. Ieri presso la sede della Lega Serie A si è svolto il sorteggio per stabilire gli accoppiamenti del tabellone della TIM Cup 2018/2019.

La Competizione manterrà lo stesso format delle ultime edizioni, con la partecipazione di 78 Società (tutte le Società ammesse ai Campionati di Serie A TIM e Serie BKT 27 Società segnalate dalla Lega Pro e 9 dalla Lega Nazionale Dilettanti).

Il torneo inizierà il prossimo 29 luglio con il Primo Turno Eliminatorio per concludersi il 25 Aprile 2019.

Tra le principali novità c’è da sottolineare il sorteggio del campo di gara per le partite degli ottavi, dei quarti e delle semifinali tra formazioni di Serie A.

A partire dagli ottavi di finale, inoltre, il VAR sbarcherà anche in questa competizione, sia nella forma di Goal Line Technology (GLT) che di Video Assistant Referees (VAR).

Infine, nel caso di disputa dei tempi supplementari, sarà consentito a ciascuna squadra effettuare un’ulteriore sostituzione, indipendentemente dal fatto che abbia già utilizzato o meno tutte e tre quelle consentite.

Al primo turno la competizione tricolore vedrà impegnate le 27 squadre di Serie C segnalate dalla Lega Nazionale Calcio Professionistico e le 9 Serie D segnalate dal Dipartimento Interregionale della Lnd, successivamente entreranno in campo tutte le 22 formazioni di Serie B ed al terzo turno entreranno in gara 12 club di Serie A.

I #BiancAzzurri di Mister Pillon entreranno in gara il 5 agosto e sfideranno tra le mura amiche la vincente tra Albinoleffe e Pordenone.

 

Pescara. Ieri mattina si è svolta una riunione con l’assessore Loredana Scotolati, il presidente della commissione Turismo Padovano, il direttore del comparto tecnico Tommaso Vespasiano, il comandante della capitaneria di Porto Baretta, il sottoufficiale Vincenzo Giordano, nonché il dirigente del settore Urbanistica Gaetano Silverii, il responsabile del servizio Edgardo Scurti e l’autorità di bacino.

“Scopo della riunione – così l’assessore all’Urbanistica Loredana Scotolati e il consigliereRiccardo Padovano– era l’individuazione di una nuova area di cantieristica navale capace di garantire la sicurezza dei naviganti e l’attività peschereccia e diportistica. Un’area possibile è quella individuata a ridosso dalla stazione marittima, su cui gli uffici vaglieranno ora la fattibilità. La riunione è servita a raccogliere istanze e la volontà di promuovere l’avvio di un nuovo cantiere navale a servizio dell’infrastruttura, cosa che consentirebbe anche un cospicuo risparmio per la marineria, che per la manutenzione straordinaria e ordinaria deve tirare a secco i natanti e andare fuori. Cosa accaduta due mesi fa per la demolizione di 11 motopescherecci, che è stata effettuata fra i porti di Giulianova e Ortona. Il tavolo tornerà a riunirsi a metà settembre per chiarire definitivamente quale sarà l’area più idonea nei confini del Piano Regolatore Portuale”.

Pescara. “Partite stamane le indagini per la valutazione del rischio bellico nell'area degli ex monopoli di Stato, dove sorgerà il parco dello sport. E' una bonifica ambientale del costo di 12.000 euro, prevista dalla L. 80/2006 per la redazione del Piano di sicurezza e che riguarda appunto anche l'area del monopolio, che assieme a tante aree della città di Pescara, essendo prossima alla stazione ferroviaria, venne bombardata nel 1943.

Ad agire è la Sogem Sas di Isernia, individuata tra le ditte iscritte in un apposito registro del Ministero per effettuare questo tipo di indagine, impiegherà dieci giorni di tempo, trascorsi i quali, se non ci saranno problemi per la presenza di ordigni, si procederà all'inizio del primo lotto del Parco dello Sport, parco cofinanziato dal Coni nell'ambito del progetto sport e periferie.

I tecnici sono al lavoro per un’indagine superficiale magnetometrica, con apparati rilevatori tipo "Ebinger" per un metro di profondità su tutta l'area di circa 7.500 mq., per 1,50 metri in corrispondenza degli alberi da piantumare, per 2 metri di profondità in corrispondenza dell'area in cui è localizzato il chiosco/spogliatoio e per 7 metri di profondità nell'area in cui è localizzato il pozzo.

Se le indagini saranno negative, nel termine di 10 giorni, inizierà i lavori la ditta aggiudicataria della realizzazione del Parco dello Sport, si tratta della AEC Edificatoria, per la realizzazione del primo dei due lotti dei lavori del Parco dello sport di via Rigopiano/via Passolanciano”. Lo afferma in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai Parchi, Antonio Blasioli.

Pescara. Il cinema che parla alla tv arriva nelle piazze dei quartieri più popolari della città di Pescara con la rassegna “Cinema in Cortile – la Televisione Vista dal Cinema”, a cura di Artisti per il Matta e Casa dello Spettatore, con il patrocinio del Comune di Pescara e in sinergia con l’Assessorato alla Cultura, la Caritas diocesana e le associazioni di quartiere. Stamane la presentazione del progetto, vincitore del bando nazionale “Cineperiferie”, promosso dal MIBAC, Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane- DGAAP, e la Direzione Generale Cinema – DGC e coinvolgerà l’area cosiddetta di Rancitelli, Pescara Porta Nuova e quella di Zanni e dello spazio Matta con un ciclo di proiezioni che avrà inizio il 27 Luglio per terminare il 26 Ottobre.

“Con questa iniziativa vogliamo portare la cultura nella società e il cinema è il mezzo che riesce a mettere insieme tutti – così l'Assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo- Si tratta di un progetto di educazione alla visione classificatosi terzo a livello nazionale ed è un grande onore per la nostra città promuovere un evento che mira ad avvicinare i quartieri periferici al mondo del cinema”.

“Sono molto contenta di aver superato questo bando nazionale perché questo progetto rappresenta quello che per noi è una sfida quotidiana - ha dichiarato Anna Maria Talonedi Artisti per il Matta - Il nostro obiettivo è portare la bellezza e la cultura in periferia, coinvolgendo spettatori che di solito non vengono raggiunti dall'offerta culturale; con questa iniziativa vogliamo cercare di allargare la platea dei consumatori abituali e fruire di una rassegna culturale allontana dall'esclusione sociale. Intendiamo portare il cinema di qualità anche nei quartieri più difficili della città di Pescara attraverso un approccio di rete e la collaborazione con le tante associazioni presenti sul territorio, per rendere sempre più lo Spazio Matta un'esperienza trasferibile e uno spazio aperto”.

“Abbiamo scommesso nel mettere a confronto cinema e televisione – ha aggiunto Francesco Calandradi Artisti per il Matta - Il cinema è diventata oggi un'attività per pochi eletti; con questa iniziativa vogliamo cercare di allargare la platea dei consumatori abituali e permettere a tutti la fruizione di una rassegna che sia sinonimo di inclusione sociale”.

“Abbiamo scommesso nel mettere a confronto cinema e televisione – ha aggiunto Francesco Calandradi Artisti per il Matta - Il cinema è diventata oggi un'attività per pochi eletti; con questo progetto vogliamo far arrivare il cinema a tutti. I film selezionati infatti, con diverse sfumature, raccontano la televisione e il suo ruolo sociale e culturale. Vogliamo portare nell’offerta culturale un plus valore che non sia solo intrattenimento e alla fine di questo percorso ci auspichiamo che ci sia una consapevolezza diversa nella visione della televisione e dei film”.

Ad intervenire, durante la conferenza stampa, in rappresentanza dell'associazione culturale Casa dello Spettatore, fondata dal Presidente Giorgio Testa, sono stati Roberta Ortolano e Giuseppe Antelmoche hanno sottolineato come spesso non è sufficiente avere un'offerta culturale ma occorre creare spazi di condivisione per diventare spettatori autonomi e saper fruire del cinema, Prima della visione dei film saranno curati da loro degli incontri per discutere dell'esperienza di visione, condividere dialoghi, confrontare aspettative ed attese. La metodologia della didattica della visione è alla base della ricerca sul pubblico che Casa dello Spettatore sviluppa da anni con l'obiettivo di creare una comunità di spettatori coinvolti direttamente in un processo di crescita individuale e collettiva all'interno del quale lo sguardo di ciascuno arricchisce quello dell'altro”.

“Siamo presenti nel quartiere di Rancitelli da due anni e mezzo circa – conclude Luigina Tartagliadella Caritas diocesana di Pescara – e oltre questo progetto, abbiamo promosso un calendario estivo di attività fuori porta. La rassegna “Cinema in Cortile” ci vedrà impegnati ad affiancare e accompagnare i responsabili della Casa dello Spettatore nelle case degli abitanti del quartier idelle periferie per favorire una maggiore integrazione e costruire rapporti di fiducia”.

“Abbiamo appoggiato con entusiasmo questa iniziativa di visioni collettive all'aperto che favorirà un percorso di consapevolezza nell'essere cittadini più attivi – queste le parole di Antonio Natarelli, Presidente Commissione Consiliare Politiche Sociali - Le periferie sono un po' abbandonate e hanno meno occasioni di incontro e questa vuole essere una splendida occasione sia dal punto di vista culturale che sociale”.

 

Programma

- Venerdì 27 Luglio

“Come un Gatto in Tangenziale”

Parco dell'Infanzia, via Tavo

 

- Venerdì 10 Agosto

“Boris”

Piazzale Largo Angeli Custodi

via Lago di Posta

 

- Sabato 11 Agosto

"PleasantVille"

p.zza 4 Novembre

 

- Giovedí 23 Agosto

"Quinto Potere"

Piazzale Largo Angeli Custodi

via Lago di Posta

 

-Venerdì 24 Agosto

"Qualcosa di personale"

parrocchia della Visitazione della Beata V. Maria

via Carlo Alberto Dalla Chiesa

 

- Venerdì 14 Settembre

“The Truman Show"

Parco della Speranza,

via Lago di Capestrano

 

- Sabato 15 Settembre

"Ginger e Fred" di Federico Fellini;

Parco dell'Infanzia, via Tavo

 

- Settembre 20 "VideoDrome"

Spazio Matta

 

Evento di chiusura del progetto

- 26 Ottobre "Ninive - Verso le Periferie" di M. G. Liguori e F. Calandra; luogo: Spazio Matta

Pagina 1 di 343

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione