San Giovanni Teatino. "#territorio? ... CASA! Scopro il mio paese". E' il progetto didattico rivolto ai ragazzi dai 10 ai 13 anni, organizzato dall'assessorato alla pubblica istruzione e alla politiche giovanili del Comune di San Giovanni Teatino in collaborazione con il Servizio Civile Nazionale.
"Si tratta di un laboratorio didattico - spiega l'assessore Simona Cinosi - progettato con l'intento di far acquisire ai nostri ragazzi la conoscenza dei luoghi e della storia del territorio in cui vivono, senza trascurare gli aspetti ambientali, paesaggistici, tradizionali e folkloristici. Per questa ragione ci sarà la collaborazione dei nostri anziani, con i loro ricordi, storie, aneddoti e curiosità da trasmettere alle nuove generazioni".
"Scoprire e conoscere la storia del nostro territorio - dichiara il Sindaco Luciano Marinucci - significa essere, un domani, cittadini consapevoli del mondo. Come Amministrazione siamo molto orgogliosi di questo progetto che regala un grande valore aggiunto a tutti coloro che parteciperanno: questo laboratorio permetterà non solo di giocare, acquisendo conoscenza, ma anche di fare team building tra giovani concittadini e una risorsa fondamentale per il territorio, ossia quel tesoro inestimabile che sono i nostri anziani".
I laboratori si terranno nella sala consiliare del Comune da lunedì 23 a martedì 31 luglio 2018 (tranne sabato e domenica) dalle 9.30 alle 12.30. Alcuni momenti ludici, invece si svolgeranno presso il "Parco dei 120 alberi". La partecipazione è gratuita, ma bisogna iscriversi utilizzando il modulo scaricabile dal sito www.comunesgt.gov.it e da consegnare presso l'Ufficio Protocollo.
Il progetto didattico si concluderà con la pubblicazione di un giornalino dove tutti i partecipanti racconteranno le esperienze e le competenze acquisite con il laboratorio didattico.

San Giovanni Teatino. Il Presidente della Regione Abruzzo, Senatore Luciano D'Alfonso, ha partecipato ieri sera, lunedì 9 luglio 2018, al Consiglio comunale straordinario in adunanza aperta convocato dal Presidente Marco Cacciagrano. All'ordine del giorno il solo argomento del Masterplan e cosa preveda per il Comune di San Giovanni Teatino.
Il previsto raddoppio del tracciato ferroviario e la conseguente soppressione del passaggio a livello di corso Italia, infatti, provocherà uno sconvolgimento ed una frattura profonda nel tessuto urbano e sociale di Sambuceto. Inoltre "il passaggio a livello - ha ricordato il Sindaco Luciano Marinucci - rappresenta l'unico attraversamento sicuro dei binari ogni qualvolta, in caso temporali ormai sempre più caratterizzati da forte intensità, i tre sottopassaggi carrabili restano allagati".
"La mia amministrazione - ha proseguito Marinucci - ha dimostrato di operare unicamente per il bene di San Giovanni Teatino: stiamo portando avanti una battaglia senza alcuna faziosità politica e in modo unitario, anteponendo gli interessi del territorio a tutto il resto, e questo non può essere che un grandissimo merito della mia maggioranza. Siamo soddisfatti dell'impegno preso dal Governatore, poiché ci sembra foriero di una risoluzione positiva, secondo quanto ci aspettiamo: noi continueremo a occuparci della questione poiché, non dimentichiamolo, il cammino è chiaramente difficile e serviranno unità e coerenza".
Il presidente Cacciagrano ha letto il documento votato all'unanimità dal Consiglio comunale del 21 giugno 2018 nel quale si chiede a Regione Abruzzo e RFI di "valutare un progetto alternativo alla realizzazione del sottopasso e alla chiusura del passaggio a livello di Corso Italia", suggerendo le alternative dell'interramento del sedime ferroviario o della delocalizzazione del tracciato.
Al dibattito sono intervenuti Alessandro Feragalli e Paolo Cacciagrano delle associazioni "Paese Comune" e "No Ferrovia, Si Strada Verde". Quest'ultima ha raccolto oltre 2 mila firme per la petizione popolare contro la chiusura del passaggio a livello.
Gli interventi politici sono stati dei capigruppo Gabriella Federico (Progetto Comune), Pino Costantini (San Giovanni Democratica). Efrem Martelli (Lega) e Mario Cutrupi (Movimento 5 Stelle), mentre l'assessore all'urbanistica Ezio Chiacchiaretta ha ricordato come il Comune di San Giovanni Teatino "abbia già dato oltre 300 ettari terreno alle infrastrutture dell'area metropolitana (Aeroporto, autostrada, asse attrezzato, ferrovia)".
"L'impegno che io ho preso oggi - ha dichiarato il Presidente Luciano D'Alfonso - è di determinare una verifica puntale con il vertice di RFI della richiesta unanime del Consiglio comunale. Su queste domande è la verifica: è possibile procedere all'interramento, è sostenibile sul piano economico e finanziario, c'è la possibilità dal punta di vista del suolo di ospitare questa infrastruttura? Io mi costituisco non solo soggetto terzo, ma scendo in campo a favore di questa verifica, facendo in modo che ci sia il più possibile la capacità, da parte dei soggetti realizzatori, di venire incontro alle aspettative della comunità locale, evitando l'atteggiamento di un modo di essere nei confronti delle istituzioni 'se è possibile questa quota di soluzione ed allora chissà quanto è grande la soluzione che possiamo chiedere', e sono gli atteggiamenti da benaltristi o benoltristi, così come noi dobbiamo fare sì che non si determini una rottura del colloquio istituzionale per cui alla fine il soggetto incaricato di realizzare, lo faccia utilizzando le norme dell'ordinamento. Norme che addirittura permettono di scavalcare il punto di vista locale. Io voglio essere il garante di un dialogo che, attivando un dialogo competitivo ed un tiro alla fune di successo, favorisca il recupero della qualità della vita dentro San Giovanni Teatino a favore dei suoi cittadini. Voglio anche, però, che si faccia l'infrastruttura ferroviaria veloce, comoda, e che possa essere ulteriormente infrastrutturata anche la realtà dell'aeroporto, perchè io credo alla velocità e all'offerta della velocità, così come credo che San Giovanni Teatino debba essere una comunità di qualità. Questo per consentire a chi viene all'aeroporto di avere una cittadina accogliente, bella e funzionate come offerta della collocazione turistica dell'Abruzzo".
A conclusione dei lavori il Governatore D'Alfonso, alla presenza del Sindaco Marinucci ed altri amministratori, ha contattato telefonicamente l'amministratore delegato di RFI Maurizio Gentile ed hanno fissato un appuntamento per verificare le soluzioni alternative proposte dal Consiglio comunale e dalle associazioni.

San Giovanni Teatino. Iniziati i lavori di ACA per risolvere definitivamente i problemi alla conduttura che collega la rete fognante dell'intera frazione di Fontechiaro da Capo al depuratore. La conduttura, presa in gestione da ACA nel 2013, era stata realizzata seguendo il tracciato di una strada comunale interessata da eventi franosi, tant'è che gli smottamenti dall'adiacente collina ne provocavano continuamente l'interruzione, anche con dispersione di liquami nei terreni vicini. Più volte erano stati gli agricoltori della zona a segnalare le emergenze al Comune e agli operatori di ACA, quando i pozzi di raccolta venivano ricoperti di terra e arbusti o la conduttura schiacciata.
Il Vicesindaco Giorgio Di Clemente aveva sollecitato ad ACA una soluzione definitiva che, con grande soddisfazione, ha appreso si sta realizzando in questi giorni.
ACA, infatti, sta sistemando una conduttura completamente nuova, alcuni metri più a valle, in una zona stabile.
L'area è stata pulita e picchiettata per consentire la realizzazione e l'interramento di 400 metri lineari di fogna con tubo da 400 mm SN8 ad alta resistenza e 4 pozzetti di ispezione, quindi una conduttura decisamente più capiente rispetto alla preesistente.
"Voglio ringraziare l'ACA per l'attenzione al nostro territorio. Non solo con questo intervento sulla rete fognante, ma anche sulla conduttura dell'acqua potabile - dichiara il Vicesindaco Giorgio di Clemente - ACA infatti realizzerà un nuovo collegamento di 280 metri per alcune utenze che da tempo non ricevevano acqua . Da tutta l'amministrazione comunale, infine, un particolare grazie ai proprietari dei terreni attraversati dal tratto di rete fognante e che hanno trovato accordi con ACA per una servitù gratuita di passaggio e quindi senza alcun canone".
"L'intervento - fa sapere il geometra Mario D'Aurizio, direttore dei lavori - ha una spesa di circa 60 mila euro, saranno completati entro due settimane e stanno prevedendo anche la sistemazione e il prolungamento di uno scarico di acque bianche (piovane), rotto e in parte otturato dagli smottamenti di terra".

San Giovanni Teatino. E' stato pubblicato sul sito del Comune di San Giovanni Teatino (comunesgt.gov.it) l'"Avviso pubblico di selezione per titoli dei rilevatori per il censimento permanente della popolazione 2018". Lo rende noto il Responsabile del procedimento dottor Massimiliano Spadaccini che spiega: "le indagini a supporto degli obiettivi del Censimento Permanente si articolano in due differenti componenti campionarie: rilevazione Areale e rilevazione da Lista. Le Aree vengono estratte dal Registro Statistico dei Luoghi dell'Istat, facente parte del Sistema Integrato di Registri. Nella seconda rilevazione è un'indagine che riguarda le famiglie e i relativi alloggi presenti in una lista campionaria estratta da Registro Base degli Individui".
L'incarico durerà sino al completamento delle operazioni censuarie 2018 e alla validazione da parte dell'Istat, previste per il marzo 2019. Le operazioni sul campo Areali avranno inizio il primo ottobre e termineranno il 9 novembre 2018. Le operazioni sul campo per la rilevazione da Lista avranno inizio l'8 ottobre e termineranno il 20 dicembre 2018, salvo modifiche comunicate dall'Istat.
La rilevazione deve essere svolta nel rispetto delle istruzioni impartite dall'ISTAT e dall'Ufficio Comunale del Censimento - UCC. Le modalità di svolgimento delle indagini e le istruzioni sono impartite durante apposita attività formativa organizzata dall'Istat con compartecipazione obbligatoria.
Il compenso lordo sarà determinato in misura proporzionale al numero di questionari trattati, differenziato per tipologia di questionario e per modalità di raccolta.
Tra i requisiti di ammissione: età superiore ai 18 anni, cittadinanza italiana, il possesso almeno del diploma di scuola media superiore, idoneità fisica a svolgere le funzioni di rilevatore statistico. La domanda di ammissione, utilizzando il modulo scaricabile dal sito, dovrà pervenire all'Ente (Ufficio Comunale di Censimento - piazza Municipio 18, 66020 San Giovanni Teatino) entro e non oltre le ore 12.00 di venerdì 13 luglio 2018.
Per la formazione della graduatoria, le domande saranno esaminate da apposita Commissione che assegnerà fino ad un massimo di 50 punti (max 20 per titoli di studio universitari, max 5 per diploma di suola media superiore, max 25 per incarichi di rilevazione statistiche eseguite per conto dell'Istat, 5 punti per residenza in San Giovanni Teatino).

San Giovanni Teatino. La Conferenza dei Servizi presso Dipartimento opere pubbliche, governo del territorio e politiche ambientale della Regione Abruzzo, lo scorso 19 giugno 2018, ha espresso parere favorevole al rilascio dell'Autorizzazione Integrata Ambientale condizionato all'acquisizione dei chiarimenti che la ditta Tekal dovrà fornire entro 30 giorni e sui quali ARTA dovrà esprimersi.
Ne danno notizia il Consigliere comunale Gabriella Federico e l'architetto Assunta Di Tullio, intervenuti per il Comune insieme a Vincenzo Colonna, Silvia De Melis e Andrea Santarelli (Servizio Politica Energetica, Qualità Aria e SINA), Giovanni Campanini, Raffaele Sabelli, Ada Giansante e Stefano Pelino (Ditta Tekal), Angela Delli Paoli e Roberto Civitareale (ARTA).
La Ditta Tekal, con impianto IPPC (Prevenzione e Riduzione Integrata dell'Inquinamento) è ubicata nella Zona Industriale di San Giovanni Teatino.
"Il Comune di San Giovanni Teatino è intervenuto alla Conferenza dei servizi per il rinnovo dell'AIA della Tekal - ha dichiarato il consigliere comunale Gabriella Federico - per ricordare che l'attenzione alla sostenibilità è un dovere non solo per chi governa, ma anche per chi produce. Il Comune prendendo atto delle innovazioni che la ditta intende sperimentare per ridurre l'impatto odorigeno e sonoro, vigilerà attentamente perchè il cronoprogramma dei lavori venga rispettato e verificato nella sua funzionalità".
Lo scorso 11 giugno il Comune di San Giovanni Teatino, con una nota, aveva segnalato che "l'attività svolta dalla ditta Tekal spa si è sempre caratterizzata per un forte impatto odorigeno sul territorio che, in funzione delle diverse intensità produttive e delle varie condizioni metereologiche, può raggiungere concentrazioni tali da impedire una normale fruibilità dell'area. A tale problematica si aggiunge anche quella delle emissioni sonore", tant'è che la ditta da qualche anno era stata invitata ad eseguire uno studio sugli odori.
La Ditta, nella documentazione inerente il rinnovo, ha esplicitato quindi una serie di interventi mirati a limitare le emissioni odorigene consistenti "nel miglioramento della captazione delle emissioni diffuse e predisposizione dei sistemi di abbattimento ove necessario". Una volta completate le modifiche alla captazione, la Conferenza dei Servizi ha prescritto un periodo di monitoraggio ogni 4 mesi e per due anni. Sarà ARTA a gestire i monitoraggi. A seguito del primo. l'Agenzia per l'Ambiente si riserva di valutare l'entità delle emissioni captate, prescrivendo eventuali ed ulteriori misure mitigative.
"La Ditta inoltre - ha segnalato ARTA - deve presentare un piano di risanamento acustico, anche alla luce dei rilievi effettuati da ARTA e della definitiva approvazione della variante al piano di classificazione acustica approvato don delibera di Consiglio comunale n. 5 del 3 febbraio 2018". La Ditta ha dichiarato che presenterà il piano di risanamento acustico entro il 2018.

San Giovanni Teatino. Tradizione, cultura, sport e tanto sano divertimento per coinvolgere la cittadinanza, famiglie, bambini, giovani e diversamente giovani, magari richiamando gente da comuni vicini e turisti che trascorrono le vacanze sulle spiagge abruzzesi. L'amministrazione Marinucci, gli assessorati alla Cultura e al Turismo e Manifestazioni, hanno presentato il calendario degli eventi estivi "Summer Events San Giovanni Teatino" del Sangiò Estate 2018.
"Dopo il grandissimo successo dello scorso anno, anche quest'anno - dichiara il Sindaco Luciano Marinucci - offriamo a San Giovanni Teatino un calendario estivo ricco di eventi e di divertimento. Un sentito ringraziamento va agli sponsor, che ne hanno permesso la realizzazione e agli Assessorati, che cureranno direttamente alcuni eventi, con un impegno, quindi, dell'Amministrazione comunale a 360 gradi. Tanti appuntamenti,dunque, alcuni dei quali anche dedicati allo sport e di grande rilevo, espressione della pluralità sportiva presente sul nostro territorio: ora non resta che la calorosa partecipazione di tutti."
Tra le decine di eventi spicca la novità del "CoverSquare@Art" in collaborazione con ASCOM Abruzzzo e Circus Street Food. Da mercoledì 1 a domenica 5 agosto, tutte le sere in piazza San Rocco, si incontreranno street food, arte di strada e cover band con il "1° Festival Reggaeton" il 2 agosto alle 21. Dopo la tradizionale festa di Ferragosto in piazza San Rocco 4 giorni per la Festa Patronale di San Rocco, dal 16 al 19 agosto, con le prime due date a cura dell'Amministrazione comunale.
Tanti i saggi, le esibizioni, le feste e numerose le location coinvolte: dal piazzale di Dragonara a Parco via Ciafarda, alla Scuola civica, via Salara, al centro storico dove, dal 23 al 26 agosto, torna "San Giovanni in Festa - 3^ edizione".
Sei grandi eventi per coniugare sport, promozione sportiva e intrattenimento. Si parte il 27 luglio, alle 19.30, in piazza San Rocco con "60 anni di Sambuceto Calcio". Sabato 28 luglio, ore 18, dal/al piazzale Dragonara è in programma la gara podistica "9° Trofeo Colline Dragonara - 2° memorial Paolo Di Giandomenico", mentre in centro cittadino, il 12 agosto ci sarà la gara ciclistica "Trofeo Frecce Azzurre di Sambuceto". Sempre nel piazzale di Dragonara, dal 15 al 18 agosto "EHBC Championship", il Campionato Europeo di Polo Bike. Dal 28 al 30 agosto, Settimana dello Sport nella Cittadella dello Sport per i "Giochi Senza Frontiere", mentre sabato 1 settembre, in piazza San Rocco dalle 21, tutte le associazioni sportive del territorio protagoniste della "Notte Bianca dello Sport".
"Insomma tanti eventi per mai annoiarsi nelle sere d'estate. Ancora una volta - dichiara l'assessore alle manifestazioni estive Maria Rosaria Elia - la parola d'ordine sarà allegria. Per questo abbiamo in programma tante occasioni per stare insieme, condividere momenti di spensieratezza, dopo una giornata di sole, al mare o in piscina. Invito tutta la cittadinanza a partecipare e ad essere protagonista del nostro programma di eventi. Non a caso le location sono in quasi tutti i luoghi di aggregazione di San Giovanni Teatino. Sarà questo un modo di vivere muoversi e conoscere meglio la nostra città in tutti i suoi posti".

San Giovanni Teatino. La scorsa mattina (martedì 26 giugno) l'assessore all'urbanistica Ezio Chiacchiaretta, insieme ai Dirigenti dei lavori pubblici e dell' urbanistica, hanno eseguito un sopralluogo nel cantiere del nuovo centro commerciale che si sta realizzando in via Po angolo via Caravaggio. Dopo le piogge degli scorsi giorni, infatti, si erano verificati allagamenti nelle zone circostanti che dimostravano l'insufficiente organizzazione e regimentazione delle acque meteoriche. All'impresa costruttrice è stato contestato un carente sistema di smaltimento delle acque piovane che avrebbe provocato la situazione di disagio nelle aree circostanti. "Come Comune - ha dichiarato l'assessore Chiacchiaretta - abbiamo chiesto degli interventi immediati sulla canalizzazione delle acque, onde evitare di intraprendere iniziative da parte dell'amministrazione comunale. Ipotesi tra l'altro subito accantonate grazie alla disponibilità dimostrata da una direzione dei lavori che ha attivamente e proficuamente collaborato con i nostri tecnici per risolvere il problema".
Nella stessa giornata di ieri, infatti, è arrivata a Palazzo di Città la comunicazione, da parte dell'impresa, dell'avvio degli interventi richiesti per realizzare nuove e più efficaci opere di regimentazione delle acque. Gli uffici continueranno a monitorare la situazione per evitare il ripetersi di nuovi disagi.

San Giovanni Teatino. Sala consiliare del Comune di San Giovanni Teatino gremita, ieri sera giovedì 21 giugno 2018, per la riunione in 'adunanza aperta' del Consiglio comunale con all'ordine del giorno: "Masterplan Regione Abruzzo. Coinvolgimento del Comune di San Giovanni Teatino negli interventi programmati".
Ad inizio lavori il Presidente Marco Cacciagrano ha comunicato l'assenza del Governatore Luciano D'Alfonso "per sopraggiunti impegni in Senato", ma che gli interventi della riunione gli sarebbero stati trasmessi nei prossimi giorni affinchè ne abbia cognizione. Il Governatore ha infatti fatto sapere che incontrerà i consiglieri comunali lunedì 9 luglio 2018.
Il Presidente Marco Cacciagrano, dopo l'intervento introduttivo del Sindaco Luciano Marinucci, ha letto il documento, sottoscritto da tutti i Consiglieri comunali presenti, che è stato inviato questa mattina al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, a RFI ed al Presidente della Regione.
“Come promesso - ha dichiarato Marinucci - stiamo mettendo in atto tutto quanto possibile per far sentire la nostra voce: al tavolo delle decisioni e, ancora prima, a quello delle discussioni, San Giovanni Teatino deve essere presente e deve esserne voce fondamentale, visto quanto questa questione ci riguardi da vicino. Sappiamo tutti cosa significa avere dei sottopassaggi e siamo tutti a conoscenza del fatto che la sicurezza si può garantire anche attraverso soluzioni alternative: l’interramento della ferrovia rappresenta un bene per tutti, non ultimo per il territorio stesso che non può essere colpito nella sua parte centrale.”
Nel documento si chiede "che gli attuatori del Masterplan attivino quanto prima le Conferenze di Servizi con la città di San Giovanni Teatino, che si dia massima trasparenza, pubblicità e concertazione di tutte le fasi deliberative e programmatiche dei progetti inerenti il territorio di San Giovanni Teatino, che vengano attivati tutti gli strumenti (VAS e VIA) a tutela dell'impatto ambientale".
"Il timore da tutti manifestato - ha dichiarato l'assessore all'urbanistica Ezio Chiacchiaretta - è che il previsto raddoppio del binario e conseguente soppressione del passaggio a livello di corso Italia, divida ulteriormente l'abitato di Sambuceto, un territorio che ha già dato molto in termini di infrastrutture all'area metropolitana, sacrificando tanto. Inoltre i rumori del programmato intensificarsi del trasporto merci su ferro da e per la Capitale, renderebbe invivibile un centro densamente abitato".
Nel documento si invitano Regione Abruzzo ed RFI a valutare un progetto alternativo non solo alla realizzazione del sottopasso e alla chiusura del passaggio a livello e valutino quanto previsto dal PRG vigente. Infatti Chiacchiaretta ha ricordato che il Piano Regoaltore "prevede l'interramento della ferrovia. Una soluzione introdotta dalla strumento urbanistico che, in fase di approvazione, né il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, tantomeno RFI hanno osservato e quindi hanno implicitamente condiviso".
Nel documento infine si chiede "al Presidente della Regione Abruzzo di farsi parte garante del rispetto della volontà della Città di San Giovanni Teatino e che la Giunta comunale ponga in essere tutti gli atti e tutte le azioni necessarie a garantire la tutela degli interesse del territorio e dei cittadini".
Nel corso della lunga ed articolata discussioni sono intervenuti: Paolo Cacciagrano (NO Ferrovia SI Strada Verde), Renato Di Nicola (Abruzzo Social Forum), Alessandro Feragalli (Paese Comune) e, per RFI, l'ingegnere Mario Esposito. Quest'ultimo ha risposto alle numerose domande non solo dei consiglieri comunali, ma anche del pubblico presente. Ha però ribadito la ferma volontà di RFI di sopprimere il passaggio a livello di corso Italia, "per ragioni di sicurezza, come RFI sta facendo in tutta Italia, e in conseguenza del raddoppio de tracciato ferroviario 'Pescara-Manoppello' previsto dal Masterplan". Tutti gli interventi dei consiglieri (Mario Cuturpi, Ezio chiacchiaretta, Efrem Martelli, Gabriella Federico, Pino Costantini, Giorgio di Clemente ed il Sindaco Luciano Marinucci): hanno unanimemente ribadito a RFI che la città di San Giovanni Teatino, attraverso le azioni di iniziativa popolare, del consiglio comunale e degli atti amministrativi della Giunta utilizzerà tutti gli strumenti che la costituzione e la legislazione vigente mettono a disposizione per difendere la propria autonomia e la tutela proprio territorio.

San Giovanni Teatino. La "Proposta di concordato preventivo presentato dal liquidatore FB Servizi srl - Provvedimenti" è stata votata favorevolmente nel Consiglio comunale di ieri sera, mercoledì 20 giugno 2018, dalla sola maggioranza di Progetto Comune. Durante l'intervento del Sindaco Marinucci infatti, i consiglieri di minoranza fino a qual momento presenti (Pino Costantini e Cinzia Silvestri di SGD, Mario Cutrupi del M5S ed Efrem Martelli della Lega), senza aver espresso alcun suggerimento o proposta costruttiva, hanno abbandonato l'aula. Un comportamento irresponsabile (come mostrano le foto in allegato) e stigmatizzato dal Sindaco Luciano Marinucci.
"Dalla foto si evince chiaramente una cosa - dichiara Marinucci - un'assenza assordante dell'opposizione. Un'assenza che è solo l'ennesima di una serie di altre mancanze ma che, oggi, è ancora più evidente: ieri era necessario essere compatti per salvare posti di lavoro, per gestire al meglio una situazione difficile che noi abbiamo ereditato, tengo a precisarlo. Non solo: la nostra priorità, come sempre in questi mesi, era garantire in tutti i modi i servizi sul territorio, quei servizi che proprio chi si è assentato nel momento della valutazione ha messo in pericolo. Non serve aggiungere che, chi è andato via, non solo ha reso evidente l'attaccamento nullo al nostro territorio, ma non ha, come sempre, dato alcun contributo pratico a una situazione che riguarda tutti".

San Giovanni Teatino. Il Comando di Polizia Locale di San Giovanni Teatino ha installato due telecamere per lettura targhe e controllo del territorio. Le telecamere sono state posizionate in prossimità delle rotatorie tra via Nenni e via Dragonara e tra via Aterno e via Adige (dopo lo svincolo dell'asse attrezzato in direzione Centro d'Abruzzo).
"Queste telecamere - spiega il comandante Lorenzo Di Pompo - si differenziano dalla tradizionale videocamere per l'assoluta precisione di lettura, che riduce quasi a zero la possibilità di errore, e la velocità di cattura".
Il sistema di lettura targhe è in grado di rilevare il passaggio di tutti i veicoli e ottenerne le informazioni in tempo reale, rendendo possibile l'analisi statistica sui transiti (numero di veicoli, modelli di auto, nazionalità) e l'utilizzo quale strumento d'indagine. Le telecamere sono attive 24 ore su 24 e, attraverso il sistema OCR (Optical Character Recognition o Riconoscimento Ottico dei Caratteri) permette al Comando di Polizia Locale di verificare, in tempo reale, la copertura assicurativa e/o la mancata revisione dei veicoli in transito, o se si tratti un auto rubata.
"E' anche possibile - aggiunge Di Pompo - confrontare il veicolo con una eventuale 'black list' segnalandolo alla Polizia Locale e alle altre forze dell'ordine. Il sistema conserva in memoria tutti i transiti degli ultimi sette giorni e sarà disponibile ad eventuali indagini dell'autorità giudiziaria o ad attività investigative di polizia".
Essendo un sistema che analizza i dati in tempo reale, rende possibili anche di individuare i percorsi delle auto sospette o rubate, soprattutto di notte. Questi tracciati permettono di far convergere i mezzi dove servono, permettendo di intercettarle e di fermare chi è pronto a commettere reati o li ha già commessi.
"Il sistema di lettura targhe installato a San Giovanni Teatino - rivela l'assessore alla Polizia locale Roberto Ferraioli - ha permesso in altre città, in base alle informazioni che abbiamo raccolto, di incastrare gli autori di un duplice omicidio, di sventare furti, di recuperare parecchie auto rubate, di individuare auto “pirata” che si sono date alla fuga dopo aver causato incidenti, di sventare truffe per falso incidente, di recuperare le refurtive grazie al riconoscimento del complice (che viaggia in avamposto sempre con auto non rubata, mentre il ladro segue con auto rubata), di effettuare indagini su veicoli sospetti. Insomma un sistema per renderà più sicuro il nostro territorio, non solo le strade".
Attualmente le telecamere non sono ancora attive per si sta provvedendo all'aggiornamento del software e alla definizione del contratto, tra Comune e ditta fornitrice, per la tutela della privacy.

Pagina 1 di 28

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione