Ortona. Non è quella vista contro Bergamo la vera Sieco. Una gara dall’andamento altalenante solo per il primo set con gli ortonesi che più volte si sono trovati in vantaggio. Qualche “infortunio” nei fondamentali e qualche ingenuità di troppo hanno dato una spinta in più agli avversari che poi hanno chiuso il parziale a proprio favore. Scarsa resistenza opposta dagli abruzzesi nel secondo e nel terzo set con i bergamaschi che hanno avuto vita facile. Tanti gli errori al servizio che alla fine saranno 13 così come tanti sono stati i muri subiti dai locali 10. Ci sarà di certo da lavorare ma quella di questa sera è senza dubbio una prestazione sotto tono che dopo un buon pre-campionato, nessuno si aspettava.

Primo Set che vede la SIECO schierarsi con la diagonale Lanci al palleggio e Marks opposto. Centrali sono Menicali e Simoni, schiacciatori Dolfo e Ogurčák. Libero Toscani.

Lombardi che invece mettono in campo Garnica in cabina di regia e Romanò opposto. I Centrali sono Erati e Cargioli mentre il posto quattro è affidato alla coppia Shavrak-Tiozzo.

Ed è di Marks il primo punto impavido della stagione, suo il muro dell’1-0, mentre il primo ace è di Ogurčák, 2-0. L’ace di Romanò riequilibra il parziale 3-3. Intensi gli scambi sotto rete e dopo un breve vantaggio ospite gli impavidi tornano avanti di due lunghezze 7-5. Bello e lungo lo scambio che porta la Sieco sull’11-8. Ottimo in questa circostanza, spettacolare il lavoro difensivo di entrambe le formazioni ma è Menicali che decide che ne ha abbastanza e mette la palla a terra con un muro. Coach Spanakis chiama tempo. Ci pensa Erati a riportare il punteggio in parità: muro e tabellone sul 12-12. Erati continua a far male alla SIECO, piazza due aces di fila e da il via alla prima fuga ospite: Bergamo 18, Ortona 16. Sfortunato Marks che dopo aver schiacciato, scivola sul mondoflex e finisce con un piede nel campo avversario: invasione e punto agli ospiti 17-20. Shavrak sbaglia il classico “rigore a porta vuota” spedendo sulla rete una Pipe che, avendo colto di sorpresa gli ortonesi, era addirittura priva di muro. L’opposto bergamasco la spara sul nastro superiore della rete ed è di nuovo parità 20-20. Poco dopo Marks però restituisce il favore schiacciando sulla rete una parallela e l’Olimpia si porta su un pericoloso 20-22. Ogurčák tira una bordata che finisce fuori e l’arbitro assegna il punto agli ospiti, ma Coach Lanci vuole il controllo elettronico. Tuttavia il tocco non c’è ed il punto va a Bergamo 20-23. Sono 3 i set-point per Bergamo ma il punto decisivo arriva al secondo tentativo. Il parziale si chiude 22-25

Nessuna variazione nelle formazioni del Secondo Set, che si apre con l’errore al servizio degli ospiti 1-0. Errore di Dolfo, il suo servizio incontra la rete 4-3 ma Simoni tira la bomba ed e la distanza è ristabilita 5-3. Fallo di rotazione, Marks alza la mano e si dichiara colpevole 5-5. Una ricezione sbagliata porta di nuovo gli ospiti in vantaggio 5-6. Out l’attacco di Marks, ancora una volta il video-check non ci da ragione 5-7. Arriva anche l’invasione fischiata a Dolfo e dopo un parziale di 0-5 adesso gli ospiti conducono 5-8 con Lanci costretto al Time-Out. Per fortuna arriva anche qualche errore da parte degli ospiti, che bucano una veloce al centro permettendo l’agevole ricostruzione locale con Ogurčák che realizza il punto del 7-8. Incisivo a muro “Bibob” Marks che riporta i suoi a distanza minima 10-11. Invasione fischiata ad Ogurčák 12-15. Ace di Simoni, 14-15.

Si accende una piccola polemica tra la panchina ortonese ed il primo arbitro Zingaro. Non viene rilevata una piuttosto evidente invasione degli ospiti e Coach Lanci chiama Video-Check. Tuttavia il primo arbitro ritiene che la richiesta sia arrivata fuori tempo massimo e non la concede. 15-17.
Ancora polemiche con il primo arbitro Zingaro, che questa volta fischia una palla accompagnata a Dolfo, che ovviamente non è d’accordo e cerca spiegazione. Tra le contestazioni della tifoseria locale, l’arbitro non cambia idea 16-20. Prende il largo l’Olimpia Bologna su una SIECO scoraggiata 18-23. Quando anche Simoni la tira fuori, seppur di poco, sono sei i set point per gli avversari. Romanò piazza il punto decisivo e set che si conclude sul punteggio di 19-25.

Nessuna novità anche in questo terzo set e la palla è in mano ad Ogurčák pronto al servizio, ma il primo punto è per Bergamo. Muro di Erati con la Sieco ferma al palo 0-4. È Dolfo a sbloccare la situazione per i padroni di casa 1-4. Errore di Simoni al servizio 5-8. Finalmente un po’ di fortuna anche per gli ortonesi e Ogurčák, con l’aiuto del nastro mette a segno un Ace 8-10. Il solito Erati ferma Dolfo a muro 10-13. Ancora un break a favore dei lombardi, ora il punteggio di 11-15 costringe Mister Nunzio Lanci a chiamare Time-Out. La Sieco è troppo fallosa al servizio mentre Bergamo sfrutta bene le sue cartucce 12-17. Appaiono spenti e demoralizzati i padroni di casa. Cala la concentrazione e la reattività, gli ospiti si portano sul 14-20. È ancora la rete a fermare il servizio di Marks 16-22. Shavrak piazza anche l’ace ed ora i Match-Point da sfruttare, per Bergamo sono davvero tanti 16-24. Il Servizio di Shavrak è da ripetere perché l’arbitro fischia una “linea pestata” in servizio che però, vista al video-check, pestata non è. Si chiude così una gara lascia l’amaro in bocca ai tifosi locali.

Nunzio Lanci. «Il primo è stato un set approcciato nel miglior modo possibile, con le squadre che hanno giocato un’ottima pallavolo. Non siamo poi riusciti a mantenere la stessa intensità per il resto della gara, a differenza loro. Dobbiamo crescere fino a riuscire a mantenere la stessa qualità di gioco dimostrata nella prima parte della partita. Non si può mollare una partita per qualche episodio a sfavore. Il problema, nell’immediato, è quello di mantenere il ritmo per tutta la durata dell’incontro.»

«Dobbiamo allenarci con maggiore intensità, concentrazione e qualità.» dice Simoni. «Perché poi in partita non riusciamo a mantenere il ritmo. Nell’ultima settimana abbiamo avuto qualche assenza ed è logico che poi in partita ne paghiamo le conseguenze. Se la prossima settimana riusciremo ad allenarci meglio, sono convintissimo che le differenze si noteranno»

Il prossimo avversario della SIECO sarà la VIDEX GROTTAZZOLINA, vittoriosa all’esordio di campionato contro la matricola TIPIESSE Cisano Bergamasco per tre set ad uno. Quella di domenica prossima, 21 ottobre, alle 19, sarà la prima di due trasferte consecutive. Dopo Grottazzolina la Sieco visiterà infatti la PAG Taviano. Per rivedere i nostri tra le mura amiche bisognerà quindi attendere GIOVEDÌ 1 NOVEMBRE, turno infrasettimanale che si svolgerà alle ore 18.00. In quell’occasione, ospiti degli ortonesi saranno i ragazzi di Tuscania.

SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA – OLIMPIA BERGAMO 0-3 (22-25/ 19-25/ 17-25)
Durata Set: I (28’) / II (28’) / III (25’) Durata Totale: 1h 21’
Aces: Ortona 3 – Bergamo 6
Errori al servizio: Ortona 13 – Bergamo 11
Muri Punto: Ortona 4 – Bergamo 10
Arbitri dell’incontro: Zingaro (FG), Dell’Orso (PE).

Sieco Service Impavida Ortona: Simoni 7, Pesare (L), Zanettin n.e., Berardi n.e., Dolfo 5, Toscani (L), Sitti n.e., Sorrenti, Lanci A. 1, Marks 13, Fiscon, Ogurčák 11, Menicali 5. Allenatore: Lanci N.

Olimpia Bergamo: Erati 10, Innocenti (L), Cargioli 7, Marzorati n.e., Tiozzo 7, Cioffi n.e., Franzoni (L), Cogliati n.e., Garnica 1, Gritti n.e., Shavrak 11, Sette n.e., Romanò 14. Allenatore: Spanakis

LA SIECO IN TV. Torna come ogni anno l’appuntamento con Sergio Zappalorto ed il suo Pallavolley che andrà in onda ogni mercoledì alle ore 23.00 sul canale 11 – RETE 8 SPORT con replica ogni giovedì sul canale 113 – TELEMARE alle ore 20.30.

Le gare di campionato verranno invece riproposte ogni

lunedì alle ore 16.15 sul canale 11 – RETE 8 SPORT (ampia sintesi)
martedì alle ore 20.30 sul canale 113 – TELEMARE (integrale)
mercoledì alle ore 13.30 sul canale 113 – TELEMARE (integrale)

Ortona. La crisi d’astinenza da Campionato sta per terminare. Torna in campo la Serie A2 Credem Banca e ricominciano i Week-End dedicati al Volley. La SIECO pesca subito una delle avversarie più temibili e domenica 14 ottobre alle 18.00 ospiterà presso il palazzetto dello sport di Ortona una delle favorite dai pronostici al salto di categoria: la Olimpia Bergamo.

Nella scorsa stagione la Olimpia Bergamo chiude la regular season al primo posto del Girone Blu con la bellezza di 53 punti, staccando le seconde in classifica di ben 10 punti. Lombardi che poi dovettero arrendersi nei Play-Off promozione ad un’altra superpotenza del campionato: Spoleto.

È in virtù di questo sogno, sfumato solo a pochi passi dal traguardo, che la Olimpia Bergamo in questa stagione metterà ancora più grinta e volontà per raggiungere i suoi obiettivi. Una squadra con molti volti nuovi che ha mira senza nascondersi troppo alle prime quattro posizioni in campionato strizzando l’occhio anche alla Coppa Italia. Novità anche per la panchina Bergamasca che per sostituire Gianluca Graziosi, richiamato dalle sirene di SuperLega, ha scelto Alessandro Spanakis fresco vincitore con la Scarabeo Roma della Coppa Italia di Serie A2 2017/2018.

Tutti abili ed arruolati in Casa Impavida. Zanettin ha superato il piccolo fastidio agli addominali ed ha ripreso ad allenarsi con il gruppo così come Marks ha smaltito alla perfezione il piccolo affaticamento che lo aveva tenuto fuori dall’ultimo allenamento congiunto con Sora. E quella di domenica sarà una partita particolare per l’ex di turno Ludovico Dolfo che lo scorso anno ha dato il suo fondamentale contributo alla grande stagione del Bergamo: «Giocheremo contro una squadra forte che a detta di tutti è tra le candidate alla promozione. Per quanto mi riguarda sarà molto emozionante. L’anno scorso con la maglia di Bergamo ho disputato una stagione importante è dall’altra parte della rete ritroverò gente alla quale sono molto affezionato. Noi abbiamo fatto molto bene nel pre campionato, ottimi risultati nelle amichevoli e un buon lavoro a livello fisico in allenamento. Siamo pronti per questo campionato e per quanto mi riguarda non vedo l’ora di cominciare a fare sul serio. Vorrei invitare tutti a sostenerci in questa prima di campionato, perché sarà una gara veramente impegnativa ed il loro supporto non potrà che farci bene».

A partire da questa stagione una importante novità riguarderà la biglietteria. Per l’esordio casalingo stagionale di domenica 14 ottobre alle ore 18:00, contro l’Olimpia Bergamo, infatti, tutti i supporter di casa o in trasferta, potranno acquistare i biglietti con un’innovativa e rapida procedura on-line, finalizzata a semplificare al massimo l’ingresso al palasport. Basterà acquistare direttamente da casa il proprio biglietto o per poi stamparlo. Così facendo si potrà saltare la coda al botteghino. Bastano poche semplici mosse: pagare il biglietto online e riceverlo via mail, stampandolo in autonomia, oppure prenotarlo su www.diyticket.it o al numero 06 83393024 per poi pagarlo in contanti, entro 24 ore, in uno degli oltre 40.000 Punti SisalPay presenti in tutta Italia (bar, tabaccherie ed edicole). La biglietteria del palasport sarà comunque aperta a partire dalle ore 17.00.

Queste le altre gare in programma nel Girone Blu:

Sabato 13 ottobre ore 20.30
Tipiesse Cisano Bergamasco – Videx Grottazzolina

Domenica 14 ottobre ore 16.00
Elios Messaggerie Catania – Tinet Gori Wines Prata di Pordenone

Domenica 14 ottobre ore 18.00
Gioiella Gioia Del Colle – BAM Acqua S.Berdardo Cuneo
Pool Libertas Cantù – Gas Sales Piacenza

Domenica 14 ottobre ore 18.00
PAG Taviano – Materdominivolley.it Castellana Grotte

LA SIECO IN TV. Torna come ogni anno l’appuntamento con Sergio Zappalorto ed il suo Pallavolley che andrà in onda ogni Mercoledì alle ore 23.00 sul canale 11 - RETE 8 SPORT con replica ogni Giovedì sul canale 113 – TELEMARE alle ore 20.30.

Le gare di campionato verranno invece riproposte ogni

lunedì alle ore 16.15 sul canale 11 – RETE 8 SPORT (ampia sintesi)
martedì alle ore 20.30 sul canale 113 – TELEMARE (integrale)
mercoledì alle ore 13.30 sul canale 113 – TELEMARE (integrale)

Ortona. La Sieco chiude il tour de force di questa pre-season con un allenamento congiunto contro la Globo Sora di SuperLega. La gara finisce con il punteggio di due set ciascuno mentre la gara “dell’andata”, datata 7 settembre aveva visto i laziali trionfare per 3-1.

Questa sera Coach Nunzio Lanci dovrà fare a meno di entrambi i suoi opposti. Si è preferito tenere Marks a riposo in vista dell’importantissima prima di campionato, mentre il suo sostituto naturale, Zanettin, è da qualche giorno alle prese con un fastidio ai muscoli addominali. Il giocatore di posto due, per questa volta, sarà quindi Sorrenti.

Primo set giocato punto su punto con la Sieco che nella parte centrale del set tenta una mini fuga staccando gli avversari di tre punti. Tre punti che però non sono stati sufficienti agli adriatici che nel finale mollano la presa e complice qualche disattenzione permettono agli avversari di farsi sotto e di chiudere a proprio favore il set 21/25

Gioca sul liscio la Sieco nel secondo set. Ortona si dimostra più grintosa e riesce a staccare sin da subito l’avversario. A metà parziale il tabellone elettronico segna 14/10 per i padroni di casa. Un po’ di apprensione nella seconda parte, quando gli avversari tornano pericolosamente vicini ma la SIECO accelera ancora e si aggiudica il set con il punteggio di 25/22

Ed è sulla falsariga del set precedente che si svolge anche questo nuovo game. La Sieco sembra avere il set in mano quando ad un passo dalla vittoria, sul 24/22, la luce si spegne. Sora tira su un muro invalicabile e pareggia subito i conti. Sulle ali dell’entusiasmo, poi si aggiudicherà il parziale con il punteggio di 24/26.

Si riparte con quello che, come appena deciso dai due allenatori, comunque vada sarà l’ultimo set. Set che vedrà comunque un grande impegno da parte delle due squadre che lottano punto su punto fino ad arrivare ai vantaggi che però questa volta sono a favore dei padroni di casa. Come nel precedente, ma a parti invertite il punteggio è di 26/24

L’ultima gara del pre-campionato, si chiude quindi con l’insolito punteggio di 2-2.

Tirando le somme di questa fase preparatoria, la SIECO può vantare un bilancio positivo. Sono state infatti 4 le vittorie (2 al tie-break), 3 le sconfitte (2 con Civitanova e Sora di SuperLega, 1 al tie-break) e 2 i pareggi (1 con Sora di SuperLega).

«Un buon test» è il primo pensiero del tecnico Nunzio Lanci nel dopo partita. «Confrontarsi con una squadra di SuperLega è stata un’esperienza probante per noi e devo dire che i ragazzi si sono comportati benissimo. Ce la siamo giocata punto su punto e non posso che riconoscere i meriti ai miei ragazzi. Adesso la testa va alla prima di campionato contro Bergamo. Spero che la squadra scenda in campo con lo stesso piglio e la stessa determinazione messa in campo questa sera»

Sieco Service Impavida Ortona – Globo Sora 2-2 (21/25 – 25/22 – 24/26 – 26/24)

Ortona. Nunzio Lanci & Co ricambiano la visita del 26 settembre, quando la GoldenPlast era arrivata ad Ortona per i consueti test pre-campionato. L’allenamento finì con il risultato di per tre set a due in favore degli ortonesi.

Si anche il penultimo appuntamento pre-season per la Sieco Service Ortona che in terra marchigiana, contro i pari categoria della GoldenPlast Potenza Picena, trova un risultato piuttosto inconsueto per un match di pallavolo. L’allenamento congiunto termina infatti con il punteggio di due set pari.

Parte bene la SIECO che schiera in campo la formazione tipo. Un set intenso, giocato punto su punto che vede gli abruzzesi allungare nella parte finale, tanto da aggiudicarsi il primo parziale con il punteggio di 22/25.

Nel secondo set è la Goldenplast a condurre le danze con la Sieco costretta ad inseguire gli avversari che arrivano anche ad avere un vantaggio consistente: 13-9. Poi però un ritorno di fiamma dei bianco-azzurri che riescono dapprima ad agguantare il pari e poi a fare proprio anche il secondo set con il medesimo punteggio: 22/25.

Il terzo Set vede Nunzio Lanci operare qualche cambio. Entrano dal principio Fiscon per Dolfo e Sitti per Andrea Lanci. Il set è sulla falsa riga dei precedenti e le due formazioni si danno battaglia fino alla fine, quando la GoldenPlast strappa la vittoria finale dalle mani della SIECO aggiudicandosi il parziale ai vantaggi: 27/25

Dopo breve colloquio, i due tecnici decidono che il prossimo set chiuderà i giochi, qualunque sia il risultato finale ed ecco quindi la girandola dei cambi. Rispetto al set precedente, per la SIECO rimangono in campo Simoni, Sitti e Marks. Spazio a Fiscon, Berardi, Pesare e Sorrenti. Più tardi Nunzio Lanci farà entrare Menicali nell’insolito ruolo di opposto, per permettere a Mark di tirare il fiato. Meglio la GoldenPlast che stacca i locali vincendo il set con il punteggio di 18/25

Ecco che il test tra Sieco e GoldenPlast si conclude con un bizzarro 2-2.

Ultimo passo di avvicinamento alla prima di campionato sarà sabato 6 ottobre, con un prestigioso allenamento congiunto con la Globo Sora di SuperLega. Il test avrà inizio alle ore 18.30 e l’ingresso sarà libero.

GoldenPlast Potenza Picena – Sieco Ortona 2-2 (22/25 – 22/25 – 27/25 – 18/25)

Ortona. Nunzio Lanci & Co ricambiano la visita del 26 settembre, quando la GoldenPlast era arrivata ad Ortona per i consueti test pre-campionato. L’allenamento finì con il risultato di per tre set a due in favore degli ortonesi.

Si anche il penultimo appuntamento pre-season per la Sieco Service Ortona che in terra marchigiana, contro i pari categoria della GoldenPlast Potenza Picena, trova un risultato piuttosto inconsueto per un match di pallavolo. L’allenamento congiunto termina infatti con il punteggio di due set pari.

Parte bene la SIECO che schiera in campo la formazione tipo. Un set intenso, giocato punto su punto che vede gli abruzzesi allungare nella parte finale, tanto da aggiudicarsi il primo parziale con il punteggio di 22/25.

Nel secondo set è la Goldenplast a condurre le danze con la Sieco costretta ad inseguire gli avversari che arrivano anche ad avere un vantaggio consistente: 13-9. Poi però un ritorno di fiamma dei bianco-azzurri che riescono dapprima ad agguantare il pari e poi a fare proprio anche il secondo set con il medesimo punteggio: 22/25.

Il terzo Set vede Nunzio Lanci operare qualche cambio. Entrano dal principio Fiscon per Dolfo e Sitti per Andrea Lanci. Il set è sulla falsa riga dei precedenti e le due formazioni si danno battaglia fino alla fine, quando la GoldenPlast strappa la vittoria finale dalle mani della SIECO aggiudicandosi il parziale ai vantaggi: 27/25

Dopo breve colloquio, i due tecnici decidono che il prossimo set chiuderà i giochi, qualunque sia il risultato finale ed ecco quindi la girandola dei cambi. Rispetto al set precedente, per la SIECO rimangono in campo Simoni, Sitti e Marks. Spazio a Fiscon, Berardi, Pesare e Sorrenti. Più tardi Nunzio Lanci farà entrare Menicali nell’insolito ruolo di opposto, per permettere a Mark di tirare il fiato. Meglio la GoldenPlast che stacca i locali vincendo il set con il punteggio di 18/25

Ecco che il test tra Sieco e GoldenPlast si conclude con un bizzarro 2-2.

Ultimo passo di avvicinamento alla prima di campionato sarà sabato 6 ottobre, con un prestigioso allenamento congiunto con la Globo Sora di SuperLega. Il test avrà inizio alle ore 18.30 e l’ingresso sarà libero.

GoldenPlast Potenza Picena – Sieco Ortona 2-2 (22/25 – 22/25 – 27/25 – 18/25)

Ortona. Manca poco all’inizio del Campionato Nazionale di Pallavolo Maschile Serie A2 CredemBanca, che si aprirà il prossimo 13 ottobre con l’anticipo del sabato sera tra la Tipiesse Cisano Bergamasco e la Videx Grottazzolina.

Ultimi test per gli Impavidi di Nunzio Lanci che oggi, ricevono proprio la Videx Grottazzolina che ricambia la visita del 19 settembre scorso, quando gli abruzzesi vinsero in rimonta per due set a tre in terra marchigiana.

Scendono in campo concentrate le due formazioni. Il primo set è giocato punto su punto, nessuna delle due formazioni intende cedere, ma alla fine, una delle due necessariamente dovrà farlo. Ed è proprio la SIECO che riesce a dare una decisiva zampata avendo la meglio sugli ospiti 25/22.

Sieco che torna in campo un po’ meno concentrata e la Videx che continua a macinare gioco ad altissimi livelli non perdona. Ci prova la formazione di Nunzio Lanci a raddrizzare una situazione difficile. Gran lavoro di Fiscon che al servizio mette in seria difficoltà gli avversari e gli ortonesi tornano sotto di un punto. Subito dopo è la Videx a mettere a terra la palla guadagnandosi la possibilità di giocarsi due set point. “Fatto trenta, possiamo fare trentuno”, avranno pensato gli impavidi e così è stato. Un set che sembrava ormai perso è invece vinto grazie ad un muro del centrale Menicali. 27/25

Al rientro del terzo parziale è subito chiaro che la Sieco, questa volta, non ha abbassato concentrazione ed intensità riuscendo a mantenere un confortevole distacco di tre/quattro punti dagli avversari che a ridosso della prima metà del set, cominciano ad operare qualche cambio. La forbice continua a crescere e alla fine gli ortonesi si aggiudicheranno il set con il punteggio di 25/13 che segna la “vittoria” per 3 set a 0 dei padroni di casa.

Tutto finito? No! Perché trattandosi di un allenamento congiunto i due Mister si accordano per un set extra che però, a differenza da quelle che sono le consuetudini non viene giocato con la formula del Tie-Break, ma come un set classico a 25 punti.

Questa volta le squadre cambiano completamente volto (nella Sieco rimangono in campo solo Menicali e Marks) e le due formazioni danno vita ad un set vivo e combattuto tanto che alla fine i marchigiani la spunteranno in un rush finale per 25/27

«Bella prestazione la nostra» commenta a caldo Nunzio Lanci. «Stiamo crescendo partita dopo partita. Si vedono finalmente i frutti di tutto il lavoro che facciamo in allenamento nelle situazioni di servizio e break-point. Siamo riusciti a contenere appunto gli errori in battuta e ad avere più continuità nel gioco. I carichi di allenamento si stanno riducendo ed i ragazzi sono più brillanti. Ci avviciniamo insomma ad una forma ottimale in vista della prima di campionato».


Sieco Ortona – Videx Grottazzolina 3 – 1 (25/22 - 27/25 - 25/13 + set extra 25/27)

Sieco Service Impavida Ortona: Simoni 7, Pesare (L), Zanettin n.e., Berardi 2, Dolfo 10, Toscani (L), Sitti, Sorrenti 2, Lanci, Marks 25, Fiscon 3, Ogurčák 11, Menicali 13. Allenatore: Nunzio Lanci

Videx Grottazzolina: Poey 3, Cubito 5, Vecchi 11, Centelles Rosales 16, Calarco 4, Minnoni 8, Di Bonaventura, Romagnoli 2, Gaspari 2, Marchiani 4, Pulcini, Vallese (L), Romiti (L)
Allenatore: Massimiliano Ortenzi

Muri Punto: Sieco Ortona: 12 - Videx Grottazzolina: 5
Errori Al Servizio: Sieco Ortona 17: Videx Grottazzolina: 12
Aces: Sieco Ortona: 4 – Videx Grottazzolina: 3
Durata totale: 1h 29”

LE STATISTICHE COMPRENDONO ANCHE IL SET EXTRA

Ortona. Prosegue senza sosta il cammino pre-campionato per la Sieco Service Impavida Ortona che oggi, in allenamento congiunto, ha affrontato tra le mura amiche i pari categoria della GoldenPlast Potenza Picena dell’ex Paoletti, inseriti però nel Girone Bianco del prossimo Campionato di Serie A2 Credem Banca.
La Sieco che sente ancora nelle gambe il peso di una preparazione atletica tosta, alterna momenti di buon gioco ad altri nella quale tira un po' il fiato. Nonostante questo, riesce ad impegnare seriamente Potenza Picena squadra ben costruita per puntare, proprio come gli abruzzesi, alla permanenza in serie A2.
Il primo set racconta di due quadre che se la giocano punto su punto in un sostanziale equilibrio che dura fino alla fine del parziale quando Potenza Picena vince al Photo-Finish 23-25. Più volitiva la SIECO del secondo set che riesce a portarsi sul 17/15 ma che poi non riesce ad amministrare il vantaggio subendo il ritorno degli avversari. I marchigiani fanno loro anche il secondo set con il medesimo parziale di 23-25.
Due set persi con poco scarto, soprattutto il secondo con una rimonta subita, avrebbero messo al tappeto tante formazioni ma non la Sieco. La Sieco è abituata a lottare e nel terzo set ecco che ti sfodera una prestazione straordinaria. Crescono i ritmi, gli errori calano, la concentrazione è massima. Potenza Picena, almeno per questa volta nulla può. I ragazzi di Nunzio Lanci vincono il set 25/19 e le speranze rimangono accese. Sono invece gli ospiti che partono forte nel quarto set e la Sieco è costretta ad inseguire sulla distanza dei due punti. Inseguimento che va avanti per gran parte del parziale fin quando nel finale, i padroni di casa si rifanno sotto. Dapprima raggiungono gli avversari per poi superarli nel finale aggiudicandosi il momentaneo pareggio ai vantaggi 26-24.
Tie-Break che rispecchia alla perfezione l’andamento della gara: intenso ed incerto fino alla fine. Si continua a giocare palla su palla ma alla fine la vittoria è degli ospiti che con il 15-13 mettono fine ad una gara giocata ad altissimi livelli da parte di entrambe le compagini.
Nunzio Lanci: «Non posso essere pienamente soddisfatto della nostra prestazione, tuttavia abbiamo avuto la forza di rimetterci sulla giusta strada raddrizzando una gara che sembrava ormai persa. Buona la reazione dei miei ragazzi. Potevamo partire sicuramente un po' meglio, ma io voglio vedere il bicchiere mezzo pieno»

Mariano Costa: «Siamo nel periodo più duro della preparazione atletica, la quinta settimana. Piano dovremmo arrivare al massimo della forma tra un paio di settimane, quando entreremo nella fase decisiva di inizio campionato. La forma fisica dei ragazzi sarà stabile e per l'inizio del campionato saremo pronti, la fatica sarà assorbita.»
Sieco Impavida Ortona – GoldenPlast Potenza Picena 2-3 (23/25, 23/25, 25/19, 28/26, 13/15.

Sieco Impavida Ortona: Simoni 8, Pesare (L), Berardi, Dolfo 6, Toscani (L), Sitti 1, Sorrenti 6, Lanci, Marks 25, Fiscon 2, Ogurčák 12, Menicali 9,
GoldenPlast Potenza Picena: Trillini 6, Pinali 15, D’Amico (L), Di Silvestre 20, Larizza 8, Lavagna, Calistri, Paoletti 20, Garofalo.
Errori Al Servizio: Ortona 8. Potenza Picena 3
Muri Punto: Ortona 8. Potenza Picena 9.

Grottazzolina. La Sieco continua la sua striscia positiva in questa fase di pre-campionato grazie alla vittoria contro i pari categoria del Grottazzolina. Nelle Marche finisce 2-3 per gli impavidi.

Mercoledì 19 settembre, ore 18. Parte l’ennesima sfida preparatoria per i ragazzi di Mister Nunzio Lanci in quello che è un vero e proprio tour de force. Avversari di turno i pari categoria della Videx Grottazzolina, inseriti nel temibile “Girone Blu” del quale fa parte anche la SIECO.

Tanta è la volontà per gli ortonesi ma tanta è anche la fatica accumulata nelle ultime settimane. Appaiono da subito più pimpanti i grottesi che si impongono per i primi due set con i parziali di 25-22 e 25-19. Praticamente perfetti i marchigiani sia nei fondamentali, sia nello sfruttare la ricezione ortonese che appare in sofferenza. Ma se c’è una caratteristica che la SIECO ha mostrato sin dal principio di questa avventura in serie A2 è la capacità di reagire. Nel terzo parziale l’Impavida è più concentrata e reattiva. Il muro cresce e Grottazzolina non passa più come prima. Tutto il contrario, invece, per gli attaccanti bianco-azzurri che giocando a règimi più alti regalano la vittoria del set. Ora il conto è Videx 2, Sieco 1: 21-25. La reazione impavida non è solo un fuoco di paglia, gli equilibri si sono ribaltati e coach Lanci può gioire per i suoi ragazzi che si aggiudicano il quarto set per 23/25. Il tie-break rispecchia le caratteristiche del set precedente: incerto ed avvincente. Tuttavia la SIECO sulle ali dell’entusiasmo prosegue la sua cavalcata verso la vittoria e nonostante la strenua resistenza marchigiana si aggiudica la vittoria finale che chiude la gara: 12/15

Nunzio Lanci: «Buona gara. Loro sono partiti fortissimo e hanno fatto affidamento sulla difesa che è una delle loro armi migliori e sulle tante individualità importanti presenti in rosa. Incontreremo ufficialmente il Grottazzolina proprio qui in casa loro già alla seconda di campionato ed oggi ci siamo fatti un’idea sulla grande qualità di questo avversario».

Videx Grottazzolina – Sieco Service Ortona 2-3 (25/22; 25/19;21/25;23/25)

Ortona. Ancora una vittoria per la Sieco, che batte i pari categoria della Montalbano Macerata dopo una lunga battaglia terminata al Tie-Break.

La Montalbano Macerata degli Ex Tartaglione e Peda ricambia la visita di mercoledì scorso, quando gli ortonesi si erano imposti per 4 set ad uno contro i padroni di casa. Il tabellino finale racconta di una gara più tirata con Macerata che parte forte e strappa il primo set agli abruzzesi: 19-25. Buona risposta dei ragazzi di Nunzio Lanci che tornano in campo concentrati e motivati. Per gli avversari non c’è storia ed il parziale termina con un sonoro 25-14. L’Impavida continua a macinare gioco nel terzo set ma Montalbano non è da meno e risponde colpo su colpo agli adriatici che nel finale di set, premono sull’acceleratore e si aggiudicano la vittoria per 25-20. Sul velluto il quarto set per i ragazzi impavidi che sembrano avere tutte le intenzioni di chiudere set e partita. Le intenzioni sono le migliori e nel finale di set i bianco-azzurri conducono 21-18. Ma la Montalbano Macerata è squadra tosta e non ci sta, così sul finale moltiplica gli sforzi e con una zampata riporta il computo dei set in parità vincendo per 24-26. Il tie-break vede la Sieco rientrare in campo più grintosa e determinata ad aggiudicarsi la gara che gli era sfuggita letteralmente dalle mani nel giro di una manciata di minuti. Il piglio è quello giusto e la SIECO a metà parziale conduce 10-5. Si tratta dunque di amministrare il vantaggio e traghettare la gara alla vittoria senza correre eccessivi rischi. Macerata prova a mettere in difficoltà gli impavidi che però non si rilassano come accaduto nel set precedente e anzi staccano gli avversari arrivando alla vittoria di set e partita: 15-9 e tutti negli spogliatoi.

Soddisfatto a fine gara Nunzio Lanci: «È una vittoria che ci da fiducia in vista della prima di campionato. Si è provata anche qualche soluzione alternativa nei momenti difficili e devo dire che piano piano ci stiamo avvicinando a quello che è il gioco che mi piacerebbe la squadra esprimesse. Oggi poi era particolarmente dura sia per la qualità degli avversari sia perché i nostri erano affaticati da una settimana di allenamenti particolarmente intensi».

Sieco Impavida Ortona: Simoni 9, Pesare (L), Zanettin 3, Berardi 3, Dolfo 10, Toscani (L), Sitti, Sorrenti 2, Lanci 1, Marks 20, Fiscon 2, Ogurčák 13, Menicali 6.

Montalbano Macerata: Peda n.e., Franceschini 6, Nasari 10, Bucchi, Casoli n.e, Miscio, Condorelli n.e., Tartaglione 20, Piazza 3, Molinari 3, Tiurin 13, Gonzi n.e., Bussolari 3, Furiassi, Gabbanelli (L), Medei n.e.

Ortona. Dopo due allenamenti con formazioni di categoria superiore, oggi la Sieco Impavida Ortona ha incontrato a Macerata i pari categoria della Montalbano Macerata.

Un test probante per i ragazzi di Nunzio Lanci che si troveranno ad affrontare in allenamento congiunto un sestetto molto interessante che certamente darà filo da torcere a tutti gli avversari del Girone Bianco di Serie A2 Credem Banca. Spiccano nella compagine marchigiana le presenze degli ex Simmaco Tartaglione e Janis Peda, dell’abruzzese Lorenzo Piazza e dell’esperto Cristian Casoli.

Assenti per la Sieco per motivi famigliari il palleggiatore Alessio Sitti e Ogurčák per un risentimento muscolare. Parte bene la SIECO che conquista subito il primo set con il punteggio di 21-25 ma che subisce il ritorno di una attentissima Macerata nel secondo parziale: 25-23. L’ago della bilancia però torna a pendere a favore degli abruzzesi che staccano i padroni di casa nel finale di terzo: 20-25. Anche l’ultimo set è a favore della Sieco che vince per 21-25. Arriva quindi la prima vittoria in questo pre campionato per i ragazzi di Nunzio Lanci che, benché privi di una pedina importante come lo schiacciatore Ogurčák riesce ad avere la meglio contro un buonissimo Macerata.

Montalbano Macerata – Sieco Service Impavida Ortona 1-3 (21-25, 25-23, 20-25, 21-25).

Dopo i quattro set disputati, di comune accordo i due allenatori decidono di giocare un quinto set a simulare un tie-break. Spazio alle seconde linee dunque e set che si fa più equilibrato, si arriva ai vantaggi e questo parziale-extra terminerà poi con un super punteggio di 29-31 per gli ortonesi.

Nunzio Lanci: «È stato un buon test. Siamo un passo più vicini alla condizione ottimale e questa gara oltre alla vittoria ci porta anche ottimi segnali dal punto di vista del gioco. Certo, ci sono aspetti che devono ancora migliorare. Il servizio ad esempio, abbiamo una grandissima potenzialità e dobbiamo imparare a sfruttarla meglio. Questa prestazione però non deve farci rilassare troppo. Voltiamo pagina e continuiamo il lavoro in palestra per arrivare alla prima di campionato nella miglior condizione possibile»

Medea Macerata: Peda n.e., Franceschini 8, Nasari 6, Bucchi 6, Casoli 8, Miscio, Condorelli n.e., Tartaglione 12, Piazza 1, Molinari 2, Tiurin 20, Gonzi, Bussolari 12, Furiassi, Gabbanelli (L), Medei n.e.

Sieco Impavida Ortona: Simoni 10, Pesare (L), Zanettin 3, Berardi 2, Dolfo 11, Toscani (L), Sorrenti 16, Lanci 4, Marks 28, Fiscon 2, Menicali 11.

Errori al Servizio: Macerata 27, Ortona 23.
Aces: Macerata 7, Ortona 10.

Pagina 1 di 15

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione