Vasto. Rastrelli, pale, guanti da lavoro e decespugliatori diventano mezzi per mettere in pratica l'amore cristiano.. E' cosi che la Chiesa Evangelica di Vasto si mette al servizio della propria città. Passando davanti al parchetto di Corso Mazzini, in zona Due Pini, si nota una targa che recita il motto "Puliti dentro, puliti fuori". La motivazione che spinge i cristiani e frequentanti della Chiesa Cristiana Evangelica Galed a prendersi volontariamente cura di un'area comunale è che qualcuno - Cristo - si è sacrificato volontariamente per il bene dell'uomo e loro vogliono trasmettere lo stesso messaggio con l'altruismo, facendo del bene senza scopi di lucro, guadagni o altro.
Periodicamente i membri della Chiesa Galed di Vasto si incontrano nella zona da pulire, con l'autorizzazione del Comune, portando con loro tutto il necessario per raccogliere immondizia, sterpaglie, e ripulire anche il parcheggio adiacente.
Ai passanti e ai residenti della zona che si fermano incuriositi a chiedere chi siano questi volontari e perchè lo facciano, Giovanno Greco risponde: "Lo facciamo per Amore, quell'Amore che ha cambiato la nostra vita. L'Amore che il Signore Gesù ha manifestato in croce è arrivato fino a noi. Questo Amore ci porta ad essere sensibili ai bisogni degli altri, a collaborare con le istituzioni e a fare del bene a tutti. Parafrasando un passo della Bibbia: "Il nostro interesse è quello di cercare il bene della nostra città (dal libro del profeto Geremia 29;7)". Spinti dalla stessa motivazione con membri della Chiesa Galed organizziamo eventi completamente gratuiti quali concerti Gospel e programmi di animazione per bambini sempre con il beneplacito dell'amministrazione comunale e autofinanziandoci. Tra quelli che si fermano a parlare con i volontari durante le giornate di pulizia c'è qualcuno che sorride, qualche che ringrazia, qualcuno che chiede cosa ci si guadagna nel fare quello che facciamo. Apparentemente il guadagno è nullo poichè il parco preso in adozione è parecchio distante dal piccolo locale di ritrovo che abbiamo. Se si considerano le motivazioni, però, il guadagno della Chiesa Galed è grande porchè come disse Gesù "vi è più gioia nel dare che nel ricevere". spiega il Pastore Giovanni Greco. "Se qualcuno fosse interessato a investire il proprio tempo libero in una azione senza guadagni e volta a fare il bene della città e quindi di tutti noi siamo a disposizione. Intanto proseguiremo nel nostro lavoro che è più un gesto di amore per noi stessi e il prossimo che altro".

Vasto. "Condivido perfettamente ciò che ha dichiarato il dottor Antonio Spadaccini, in merito alla chiusura del reparto di gastroenterologia dell’ospedale di Vasto".

Così in una nota il consigliere regionale Mario Olivieri, che aggiunge: "Quel reparto era stato una conquista, conseguente sia alla professionalità e alla esperienza del dottor Spadaccini, sia alla necessità di attivare sul territorio del vastese una specialità che contribuisse ad aumentare l’offerta sanitaria nei confronti di una popolazione di confine, e lontana dai centri di Chieti e Pescara, ed era stato conseguente anche alla lungimiranza della politica regionale, territoriale e aziendale di allora che aveva veramente a cuore la qualità e la varietà dell’offerta dei servizi sanitari. Adesso ci troviamo di fronte ad una ennesima perdita grave, che impoverisce la sanità del vastese, che penalizza i cittadini di questa zona della Regione e che vanifica tutta l’esperienza, la professionalità e il lavoro che in circa 20 anni sono stati profusi dall’equipe che lavora all’interno di quella unità operativa, che non ha niente da invidiare agli altri reparti della stessa specialità, dell’Abruzzo e fuori dalla regione. Il disinteresse della politica locale, la scarsa sensibilità e conoscenza dei bisogni sanitari, oltre che delle professionalità esistenti, da parte dell’assessore alla sanità della nostra regione, e la assoluta incapacità di proporre soluzioni in linea con una programmazione della sanità realmente valida e necessaria per la salute dei cittadini, da parte della Direzione Generale della nostra ASL, della quale il sottoscritto ha chiesto più volte la rimozione, ha portato a questa ennesima pugnalata nei confronti dell’ospedale di Vasto. Cosa dovrà succedere ancora per fare sì che l’assessore Paolucci, ormai da tempo non più credibile e chiaramente rivelatosi incapace di gestire un settore così delicato per la nostra Regione, basti vedere i risultati elettorali del PD alle recenti politiche, prenda atto della sua inadeguatezza e si dimetta da un incarico che ha portato solo danni alla sanità del vastese, e non solo?".

"Da parte mia - conclude Olivieri - con il rammarico di avere sempre esternato ciò che sto dicendo, ma mai creduto, né da Paolucci, né da Flacco, nell’estendere la mia richiesta di intervenire subito per fermare la chiusura del reparto di gastroenterologia di Vasto, al Presidente D’Alfonso e al vice Presidente Lolli, chiedo contestualmente al sindaco di Vasto di fare fronte comune nell’alzare la voce per difendere i diritti dei nostri concittadini, rifuggendo da timori e indecisioni che non hanno nessuna ragione di esistere, allorquando ci ritrova ad assistere ad uno sfacelo della nostra sanità ospedaliera e territoriale. Resta inteso che, per ciò che mi riguarda, assumerò ogni iniziativa tesa a fare comprendere ciò che non è più accettabile sopportare".

Vasto. Il sindaco di Vasto, Francesco Menna, questa mattina ha convocato una conferenza stampa per fare chiarezza sulla vicenda PulchraeEcolan.
Dopoaver ricordato che ha operato ed agito nel rispetto della delibera, numero 103, del Consiglio Comunale del 27 settembre 2017 , Menna è passato ad illustrare la trattativa che si è avviata con Ecolan, sempre nel rispetto del deliberato consiliare. Con una sua lettera Menna ha chiesto al Consorzio dei Comuni l’intento o meno dell’ingresso di Vasto.
“Il 28 febbraio 2018 - ha spiegato Menna- ho chiesto disponibilità di adesione a Ecolan, che nel dare il suo assenso ha anche presentato una proposta, nella quale insieme ad altri servizi impegna la stessa a raggiungere entro il 2019 il 75% della raccolta differenziata. Inoltre - ha precisato il sindaco Menna- sempre nel rispetto della delibera del Consiglio Comunale citato abbiamo dato corso ad un incarico per la valutazione delle azioni Pulchra. Nel pieno rispetto del bando il costo del lavoro è stato pari ad Euro 8.500, 45 ,e non la somma riportata da alcuni organi di stampa. La consulente Di Pietro, incaricata ha valutatola parte pubblica delle quote PulchraEuro 1. 336.311. Nella prossima settimana intensificherò con gli uffici gli incontri con Ecolane Pulchraper poter relazionare in Consiglio Comunale, organo competente ad assumere ogni decisione nel rispetto delle scadenze prossime. Il Consiglio Comunale chiesto oggi dalle minoranze appare pertanto intempestivo e porterebbe solo ad una spesa considerevole per le casse del Comune che oggi andrebbe evitata. Metto a disposizione con effetto immediato tutta la documentazione e mi auguro un atteggiamento costruttivo da parte di tutti per una scelta condivisa nell’interesse della città”.

Vasto. Cartoline dai morti che Franco Arminio ha presentato ieri sera a Vasto è un grande libro, un libro che esalta con la morte la vita. Ospite per i Giovedì Rossettiani 2018, Arminio rapisce per la forza delicata con cui il suo racconto risuona a Teatro Rossetti, per la semplicità del suo incontro con il pubblico, per il modo gentile ma dirompente di entrare nelle vite di ciascuno, con la curiosità di chi ha imparato dai viaggi lungo l’Appennino a conoscere gli altri e se stesso. “Ho iniziato a scrivere cartoline da quando ho iniziato a soffrire d’ansia e così ho deciso di raccontare per esorcizzare la paura della morte.Mi interessava la forma, con questo libro ho lavorato sulla forma: non sono poesie, racconti o romanzi, né aforismi o battute, ma cartoline. Cartoline dai morti è una sorta di diario dei miei momenti d’ansia più acuti con cui ho cercato di reinventare lo sguardo sulla morte; dietro tutti i morti del mio libro ci sono sempre io.Stiamo dimenticando di dare attenzione alla morte degli altri. Oggi si muore da soli, si prendono le distanze da chi è malato. Un tempo una persona restava nei discorsi che facevano i vivi”.
Arminio racconta al pubblico senza veli le sue paure, i momenti di abbandono, la morte dei suoi cari, le storie della gente. Divertenti e beffarde le cartoline di Arminio sono spedite ai vivi e sublimano con ironia o nostalgia il momento finale, l’ultimo respiro, guardano alla vita dall’eternità della morte, sbriciolando ogni illusoria pretesa di stabilità. “Non so se lo sapevate ma noi dobbiamo morire: non vorrei che d’ora in poi mi prendeste come una persona che porta sfortuna, ma dobbiamo morire!” Arminio scherza e interagisce con il pubblico sfatando i luoghi comuni e le scaramanzie, invita alcuni sul palco a leggere le sue cartoline secondo la formula del teatro-esperienza: la lettura diventa un momento di palingensi collettiva, un modo per affrontare con pensosità o irriverenza, in modo ironico o violento la paura della morte.
Arminio parla del Sud e di un riscatto necessario: “I suoi valori non solo vanno conservati, sono addirittura necessari. La tecnica e il progresso stanno cedendo il passo alla necessità di una rivalutazione dell’umano in chiave genuina, il sud del mondo sta rivendicando prepotentemente il suo posto”. E sul finale aggiunge dopo uno spettacolo di più di due ore in cui fa cantare, recitare e si presta a rispondere alle domande: “Sono rimasto colpito da Vasto: è una città a dimensione d’uomo, mi è piaciuto il modo di camminare della gente, la calma delle strade”.
Arminio ha aperto gli eventi a teatro Rossetti che avrà ospite Giovedì 19 aprile Edoardo Leo.

Vasto. Continuano senza sosta gli imponenti servizi predisposti dalla Polizia Stradale al fine di debellare e arginare il fenomeno dei furti d’auto. Anche questa mattina, alle ore 10.00 circa odierne, una pattuglia della sottosezione polizia autostradale di vasto sud in ordinario servizio servizio di vigilanza, in a/14 carreggiata sud nei pressi del km.472 territorio del comune di Termoli procedeva ad intimare l’alt ad un’autovettura bmw serie 3 cabrio di colore bianco con due persone a bordo.
Il conducente di questa, anziché fermarsi, aumentava la velocità innescando quindi un inseguimento protrattosi sino al km.490 nel territorio del comune di Chieuti dove gli occupanti della bmw arrestavano immediatamente la marcia fermadosi in corsia di emergenza e, fuoriusciti dall’abitacolo si davano a precipitosa fuga nel campi adiacenti l’autostrada.
I componenti della pattuglia, nell’intraprendere l’inseguimento, avendo già notato la presenza di altra autovettura honda crv di colore bianco che viaggiava a breve distanza dalla bmw e rimasta indietro durante l’inseguimento, presupponendo la possibilità che la stessa possa viaggiare unitamente al veicolo bmw, provvedevano a intimare l’alt anche a questa.
Gli occupanti, non avendo possibilità di fuga in quanto il traffico era stata già bloccato più a sud da altra pattuglia, venivano fermati senza dare loro alcuna possibilità di fuga.
dalle verifiche eseguite nell’immediato, si accertava che entrambe le autovetture risultavano essere state rubate e denunciate dai proprietari in data odierna in Melegnano(mi). I veicoli, terminate le formalità di rito, verranno restituiti agli aventi diritto.
Gli occupanti della Honda crv sono risultati essere due giovani stranieri di nazionalita’ rumena, di 20 e 21 anni aventi precedenti specifici per furto e ricettazione.
I predetti sono stati denunciati per ricettazione.

Vasto. “Dal prossimo 16 aprile saranno stabilizzati mediante contratto a tempo pieno e indeterminato sei agenti di Polizia Locale in servizio successivamente al 28 agosto 2015” è quanto ha dichiarato il sindaco di Vasto, Francesco Menna.
“L’ Amministrazione - ha aggiunto Menna - ha mantenuto le promesse fatte lo scorso anno quando ha manifestato la volontà di procedere alla modifica ed integrazione del fabbisogno di personale 2017-2019, prevedendo l’assunzione di sei Istruttori di Polizia Municipale”.
La spesa relativa alla stabilizzazione è di Euro 125.378,44 annuale.
“E’ stato possibile stabilizzare i sei agenti - ha aggiunto Gabriele Barisano assessore con delega alla Polizia Municipale-che al 31 dicembre 2017, hanno lavorato alle dipendenze dell'Amministrazioneper almeno tre anni. L’organico della Polizia Locale pur ancora al di sotto della copertura prevista, si rafforzerà, nella stagione estiva, con l’assunzione a tempo determinato di altri agenti, per rispondere alle esigenze della città ”.
“L’amministrazione - ha concluso l’assessore Lina Marchesani con delega alle Risorse Umane - ha messo in campo tutte le risorse economiche disponibili e sempre nel rispetto di quanto previsto dalle vigenti normative”.

Vasto. Il sindaco di Vasto, l’avvocato Francesco Menna, intervenendo ieri in Consiglio Comunale sulla prossima scadenza (luglio 2018) della convenzione PulchraSpA, ha ricordato le indicazioni date dal Consiglio Comunale alle quali la giunta si attiene nella procedura indicata nella stessa.

“Ricordo - ha sostenuto il sindaco - che tre sono le strade che si possono seguire: Vendita delle quote pubbliche, previo bando europeo con diritto di prelazione del socio privato; affidamento in house del servizio. A tal proposito - ha aggiunto il sindaco - con la società Ecolan si è avviata una interlocuzione tecnica. La terza opzione che impegnava il sindaco a valutare la possibilità di adesione all’Agenzia regionale (AGIR), non ha possibilità di essere perseguita atteso che ad oggi nessun adempimento sostanziale è stato posto in essere dalla Regione Abruzzo. Il sindaco ha precisato, al Consiglio,infine che la quota pubblica delle azioni Pulchra è pari ad Euro 1. 336.311 come da valutazione del consulente tecnico, il cui compenso lordo è stato pari a Euro 8.500, 45 esperito il regolare bando. Acquisiti gli atti sarà mio onere convocare il Consiglio Comunale per le decisioni da prendere”.

Vasto. “La Città del Vasto onorerà la memoria di Aldo Moro a quarant’anni dalla morte con una serie di iniziative che coinvolgeranno l’intera cittadinanza, a partiredalle istituzioni scolastiche e dalla vivacissima rete di associazioni che opera nella nostra città”.Con queste parole il Sindaco di Vasto Francesco Menna ha annunciato stamane l’intenzione dell’amministrazione civica di celebrare la memoria del celebre statista democristiano a quarant’anni dal rapimento e dalla morte.
“L’Amministrazione Comunale - conferma il Vicesindaco con delega ai Beni ed alle Attività Culturali, Giuseppe Forte - è al lavoro per realizzare un programma di eventi rivolti in particolar modo ai ragazzi delle nostre scuole. Stiamo predisponendo un nutrito calendario che abbiamo inteso intitolare “Aldo Moro e l’Italia: quarant’anni dopo” in cui troveranno spazio incontri, dibattiti che vedranno la partecipazione di importanti personalità del panorama politico, culturale, giornalistico e cinematografico del nostro Paese.”
Centrale sarà l’intitolazione al Presidente Moro della sala convegni ubicata all’ultimo piano della sede comunale degli ex palazzi scolastici di Piazza Rossetti.
“Sono personalmente grato - ha proseguito Forte -a quanti stanno fattivamente contribuendo alla riuscita delle attività programmate. In particolare sono contento della partecipazione dei ragazzi del Liceo Artistico “Pantini-Pudente” che, con la loro arte, impreziosiranno di bellezza il luogo che andremo ad inaugurare: i giovani sono i primi destinatari di queste celebrazioni della memoria”.
“La vicenda umana di Aldo Moro, il suo assassinio, unitamente al sacrificio della sua scorta ha segnato, in modo decisivo, la vita delle nostre istituzioni e della democrazia del nostro Paese: furono quelli giorni emblematici, di prove prima d’allora sconosciute dalla nostra Italia, da cui, sempre, potremo trarre insegnamenti per l’edificazione di una società pienamente responsabile” ha concluso il primo cittadino.

Vasto. Ieri pomeriggio nel corso di una conferenza stampaè stata presentata la cerimonia per la benedizione dell’opera sacra “Il Cenacolo” in programma sabato 14 aprile 2018.
Hanno preso parte all’incontro: il Vice Sindaco di Vasto Giuseppe Forte, il presidente del Lions Club Vasto Adriatica Vittoria Colonna,Luca Russo, Gabriella Izzi Benedetti presidente della Società vastese di Storia patria, il parroco di San Lorenzo Martire Don Antonio Bevilacqua e il pittore Cesare Giuliani.
Un dono prezioso - ha dichiarato Giuseppe ForteVice Sindaco di Vasto- per Don Antonio e per la sua comunità. I volti degli apostoli denotano una capacità artistica non indifferente. Grande merito ai Lions per aver sposato questa iniziativa e aver mostrato l’attenzione del club nei confronti della cultura cittadina”.
“Cesare Giuliani - ha aggiunto Don Antonio Bevilacqua - ha sempre avuto per la chiesa di San Lorenzo una particolare affezione e qualche anno fa ha realizzato un quadro raffigurante il martirio del nostro Santo. Ho incoraggiato il maestro a realizzare una nuova opera. Il Cenacolo è una tela straordinaria sia per le sue dimensioni (400X200cm) e sia per la profonda spiritualità cristiana. La chiesa di San Lorenzo – ha concluso il parroco- sarà arricchita del quadro che sarà collocato in una delle cappelle laterali al presbiterio.
Cesare Giuliani ha sottolineato le difficoltà che ha riscontrato nella selezione dei volti e nella realizzazione del suo lavoro su un unico pannello a cui si è dedicato per circa sette mesi, da marzo ad ottobre 2017.
Gabriella Izzi Benedetti presidente della Società vastese di Storia patria ha evidenziato il grande interesse per quest’opera la cui cerimonia di benedizione sarà officiata dal Cardinale Edoardo Menichelli.
“Siamo entusiasti di sponsorizzare questa tela. Cesare Giuliani è un nostro socio -ha concluso Luca Russo presidente del Lions Club Vasto Adriatica Vittoria Colonna- la sua vita artistica è connotata da molti successi. Sono soddisfatto di poter offrire un dono al Comune attraverso i nostri service. Ci auguriamo di poter fare ancora qualcosa per la città e per il territorio”.

Vasto. Il Comune di Vasto ha pubblicato un bandoper accedere al “Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli” per l’annualità 2017.Il contributo riservato a favore del Comune di Vasto, in quanto ad alta tensione abitativa, è di Euro 14.005,97 destinatoa sostenere i conduttori morosi al fine di prevenire gli sfratti. L’ammontatresarà erogato in modo proporzionale fra gli aventi diritto fino ad esaurimento dei fondi disponibili.
“Il beneficio economico - ha spiegatoPaola Cianci, assessore con delega alle Politiche abitative- è rivolto agli inquilini che non sono in grado di pagare interamente l’affitto dell’abitazione a causa della perdita del lavoro per licenziamento,per malattia grave, per infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare. Un valido aiuto sociale per le famiglie in difficoltà”.
Possono presentare domanda per l’assegnazione dei contributi, ititolari di contratti di locazione immobiliare ad uso abitativo, soggetti ad atto di sfratto per morosità incolpevole, con citazione della convalida.
Sul sito istituzionale del Comune (www.comune.vasto.ch.it) è possibile scaricare l’avviso pubblico e il modello della domanda per poter accedere ai contributi per gli inquilini morosi incolpevoli residenti in città.

Pagina 1 di 30

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione