Chieti. La Magic inaugura la nuova stagione presentando ai suoi sponsor e alla stampa il progetto “Magic Gold 2.0”, All’interno di un meeting informativo, ospitato nell’accogliente e modernissima cornice dell’ auditorium “Teodoro Pantalone”, presso la sede dell’INTERMEDIX srl di Chieti Scalo, si è discusso principalmente su come valorizzare la sponsorizzazione sportiva nel marketing aziendale.

A fare gli onori di casa è stato il Dott. Ivan Pantalone, neo Presidente Onorario della Magic Chieti, davanti ad una platea qualificata composta in massima parte da sostenitori, “Magic partners” e giornalisti. Il Presidente Enzo Milillo ha poi preso la parola illustrando i programmi immediati della Magic e un nuovo assetto societario sempre più vicino ad una condivisione di intenti con il gruppo di sponsor che si sta costituendo a sostegno del progetto “Magic Gold 2.0”. Progetto questo, presentato nelle sue linee essenziali dal Direttore della Comunicazione, Prof. Massimo Renella, il quale ha spiegato attraverso quali strategie, ispirate all’idea di media company, ila Magic voglia valorizzare le sponsorizzazioni associate al proprio brand.

Molto apprezzato l’approfondimento ulteriore, sul tema del marketing sportivo, svolto dal Dott. Edoardo Gugliotta, Direttore Servizio Incentivi dell’Istituto per il Credito Sportivo, il quale ha avuto parole di apprezzamento per un progetto, il Magic Gold 2.0, una volta tanto teso a rendere protagonisti gli sponsor, mettendoli al centro di un progetto sportivo. Sono inoltre intervenuti e hanno contribuito alla discussione sul tema il Presidente del Coni Abruzzo, Enzo Imbastaro, che ha sottolineato il valore sociale, formativo ed educativo delle società sportive dilettantistiche, il titolare della Effesport, sponsor tecnico della Magic, Valter Fusco e il Direttore del Marketing della Cogaspiù, Diego Di Bendetto, che si sono detti entrambi convinti di aver fatto la scelta giusta nel sostenere un brand, quello della Magic, destinato ad una sicura crescita nei prossimi anni. Spazio poi al General Manager Maurizio Formichetti, che ha ricordato i successi della scorsa stagione e rilanciato le ambizioni per il prossimo campionato.

Spazio finale dedicato ai giocatori di ieri e di oggi, sul palco, infatti, sono intervenuti Giacomo Rossi e Stefano Pizzirani, figure eponime del basket teatino, e Paolo Pelliccione, uno dei giocatori di maggior qualità dell’attuale roster neroverde. Un brindisi finale ha poi chiuso il primo meeting Magic della stagione, nella certezza che da qui ad un mese ci si possa incontrare di nuovo per la presentazione del nuovo organigramma societario e del progetto tecnico della squadra, che andrà ad affrontare il campionato di C Gold.

Pescara. Questa mattina c'è stata presentazione del nuovo allenatore del Francavilla Calcio, Paolo Rachini, e della nuova stagione calcistica 2018/2019. Inoltre è intervenuto anche il nuovo direttore sportivo, Paolo D'Ercole, ed il presidente Gilberto Candeloro che ha tracciato il punto su vari aspetti delicati facendo anche un appello alla piazza.
“Il calcio è un’opportunità per Francavilla questa è la seconda prova – ha sottolineato il presidente Gilberto Candeloro – è una città che vive di turismo e non ha industrie e il grande commercio, quindi o vive anche di calcio o torna in categorie più consone. Il mecenatismo nel calcio non funziona, funzionava il falso mecenatismo con tot palazzi e tot squadre di calcio, quindi è un atto che rovina la piazza, la fa collassare e poi si fa una fatica enorme a risorgere. Ho un progetto per il quale è necessario creare una filiera, in zona ci sono tre squadre con le quali si potrebbe creare una filiera, se non si fa questo sarà difficile attuare questo progetto perché è necessario l’appoggio di una società professionistica. Per quanto riguarda la questione stadio quello che abbiamo non è agibile, un ispettore ci ha detto quali sono i lavori da fare, il sindaco si è impegnato a farli per l’inizio del campionato, spero che ci si possa riuscire perché non potremmo fare neanche l’assegnazione dello stadio perché non è agibile. Invece per quanto riguarda la squadra abbiamo sicuramente l’ambizione di essere un’outsider, non credo che correremo molti rischi avendo dei giovani molto validi ed uno staff abituato a fare molto con poco, cìè da considerare che quest’anno ci saranno anche delle corazzate. Le collaborazioni con le altre squadre? Con Luciano Campitelli ho un grandissimo rapporto, ma abbiamo capito che al di la dell’amicizia e della stima reciproca il presidente lo deve fare o uno o l’altro. Sebastiano invece è una nebulosa capace di gestire benissimo le sue cose”.
“Per me è una sfida bellissima – ha affermato il nuovo direttore sportivo del Francavilla, Paolo D’Ercole – continuo un percorso che ho inizito tre anni fa con l’Angolana, poi sono stato chiamato quest’anno per una start up dell’azienda in quanto non c’era nessuno, avevano fiducia in me dato i miei trascorsi al Pescara, ero stato contattato un mese prima con il vecchio ds Francesco Marino con cui ho un ottimo rapporto per fare il direttore sportivo a Francavilla, poi ho fatto un’altra cosa sempre qui. In questo momento, essendo solo, sento il peso di questa cosa ma è una bellissima sfida. Penso che la squadra sia stata costruita per dare equilibrio ai vari reparti, il campo sarà giudice ma io ho estrema fiducia del mister, ho lavorato due anni con lui, so che sa far giocare bene le squadre, però sono i ragazzi ad andare in campo, io posso solo soffrire da fuori, non posso fare nient’altro. Quando è andato via Iervese il presidente mi ha chiesto di informarmi sul mister, gli piaceva come faceva giocare la sua squadra e lo abbiamo contattato. Io sono contento perché so con chi lavoro, una persona seria che lavora molto bene sul campo e si sa fare apprezzare dai ragazzi, questo è molto importante, adesso bisogna creare l’amalgama. Nel prossimo campionato ci saranno delle squadre di serie B che retrocedono nella nostra categoria, io la vedo difficile puntare alla vittoria del campionato, cerchiamo anche di fare un punto in meno ma di raggiungere l’obiettivo, non è una questione di punteggio, dobbiamo fare bene con le giuste spese”.
“Le ambizioni di Paolo Rachini e della società sono le stesse – ha esordito il nuovo tecnico – e cioè di fare un campionato importante. Penso che ci siamo mossi bene sul mercato, abbiamo fatto acquisti di spessore, quindi è normale che l’obiettivo principale è di migliorare quello che è stato fatto lo scorso anno. È stato fatto un buon lavoro con una classifica importante, quindi quello che si chiede a Rachini è di fare di più dell’anno scorso. Il presidente è ambizioso, io non lo conoscevo, sicuramente è una persona squisita, già dal primo incontro mi ha fatto capire che voleva fare bene metterò tutto me stesso per accontentare lui, la piazza e i tifosi perché alla fine bisogna coinvolgere anche loro facendo prestazioni importanti, giocando bene a calcio e facendo i risultati. Da giocatore ho fatto cinque anni a Francavilla, sono stati meravigliosi e mi hanno fatto conoscere come calciatore, ricordo il presidente Luciani che credeva tantissimo in me, poi da lì è iniziata una bella cavalcata che mi ha dato la possibilità di crescere come calciatore e di fare quello che ho fatto. La rosa che ho a disposizione con gli ultimi acquisti per il momento è al completo, manca qualcosina a livello di under, però cercheremo di chiudere qualche altra operazione. Con le squadre che vengono dalla B sarà dura ma vedo il lato mezzo pieno del bicchiere perché sicuramente sarà uno stimolo per me, per tutta la squadra e per la gente che ci verrà a vedere. Poi in campo si deve sempre giocare la partita, o Bari o Cesena parliamo di realtà super importanti, quindi cambia poco, è importante l’atteggiamento con cui calerà la mia squadra in campo”.

Vasto. E' stata presentata stamane la sesta tappa del tour 2018 di CinemadaMare, il più grande raduno al mondo di giovani cineasti. Nella Sala consiliare "Giuseppe Vennitti", del Comune di Vasto, sono intervenuti l'assessore comunale al Turismo, Carlo Della Penna, il direttore della kermesse, il giornalista de La7, Franco Rina, e il regista polacco di fama mondiale, Krzysztof Zanussi, ospite speciale di questa tappa del Festival.

"Sono rimasto da subito impressionato dal progetto CinemadaMare" - ha dichiarato Della Penna sottolineando il suo entusiasmo nel dare ogni contributo utile "a dare risalto ai giovani filmmakers italiani e stranieri presenti in questa settimana nella nostra città".

"Il nostro obiettivo - ha affermato invece Franco Rina - è portare in Italia la leva più giovane del cinema mondiale, per farli lavorare con i loro coetanei italiani".

Della Penna ha poi sottolineato l'interesse dell'amministrazione comunale a voler rafforzare le attività formative di carattere cinematografico e dell'audiovisivo con l'obiettivo di valorizzare al meglio il territorio cittadino e l'area circostante, avvalendosi anche della collaborazione ed esperienza di un festival come CinemadaMare, e delle professionalità che può esprimere.

Zanussi invece rivolgendosi ai giovani cineasti (circa 80, provenienti da una quarantina di Paesi diversi) li ha invitati a perseverare nelle loro attività.

"Serve impegno costante - ha detto - dedizione e sacrificio. Sebbene le nuove tecnologie possono essere d'aiuto nel girare un film, il cinema resta ancora un mestiere difficile dove poter emergere. In tanti vogliono e provano a fare cinema, ma pochi sono coloro che ci riescono. Ciò non deve demoralizzare nessuno - ha aggiunto -, ma deve spingere ciascuno a dare il massimo in quello che nasce come una passione e che può trasformarsi in futuro in un lavoro".

CinemadaMare farà tappa nella città di Vasto fino a venerdì, quando il pubblico della località abruzzese potrà assistere alla proiezione dei cortometraggi (Palazzo d'Avalos, ore 21.30) che intanto i filmmakers del festival stanno realizzando a Vasto.

Ogni sera, poi, sempre nel cortile di Palazzo d'Avalos il festival propone la visione (gratuita e aperta a tutti) dei cortometraggi (tre ogni sera) iscritti al concorso principale, con lavori provenienti di circa 72 Paesi, e di alcuni lungometraggi, tra cui il film «Manuel», vincitore del premio David di Donatello, del regista romano Dario Albertini (in programma martedì 17, a partire dalle 21.50); «Tutto può accadere a Broadway», di Peter Bogdanovich (mercoledì 18), e«Brutti e Cattivi», di Cosimo Gomez (giovedì 19).

Chieti. “Tutti insieme…CHIETI” e’ lo slogan della campagna abbonamenti del Chieti F.C. 1922 per la stagione sportiva 2018/19. Sabato mattina all’hotel Iacone di Chieti,nonostante il grande caldo,davanti a tanti tifosi che non hanno voluto mancare all’appuntamento, sono state illustrate dal Direttore Generale, Dott. Cristian Pollio, tutte iniziative volte a sensibilizzare l’ambiente neroverde voglioso di tornare protagonista insieme alla rinnovata societa’, presieduta da Filippo Di Giovanni.

L’obiettivo dichiarato della compagine Teatina e’ quello di vincere il campionato di Eccellenza, e di riportare allo stadio Guido Angelini un pubblico importante per stare vicino ai ragazzi allenati dal riconfermato Umberto Marino.

Di seguito i prezzi delle tessere: SUPPORTER GOLD – Tribuna Vip € 250 TRIBUNA – Intero € 125 (ridotto € 90, under € 40) CURVA VOLPI – Intero € 60 (ridotto € 40, under 16 € 10). Agli abbonamenti ridotti possono aderire: Donne, Over 65 (da 66 anni in su), Disoccupati (consegnare copia dello stato di disoccupazione aggiornato ad un mese prima). Si precisa,inoltre, che la societaChieti F.C. 1922 si riserva di indire la giornata “neroverde“.

Gli abbonamenti sono in vendita presso lo stadio Angelini nei seguenti giorni: Lunedì – Mercoledì – Venerdì dalle ore 17:00 alle ore 19:00. Info e prenotazioni: 328/0860582. Dopo aver presentato la campagna abbonamenti, il DG Pollio, ha ufficializzato quattro nuovi sponsor importanti che affiancheranno il sodalizio neroverde, sintomo del grande interesse che sta suscitando in tutto il territorio regionale questa nuova realta:

“Mai c’era stato in passato – spiega il Dott. Pollio – aziende note nel panorama italiano che avessero sposato questo progetto di legare il loro marchio al Chieti F.C. 1922. Siamo lieti di annunciare,pertanto, l’ingresso nel pool degli sponsor della Nuova TCL di Santalucia Osvaldo di Miglianico che opera nel campo della carpenteria di precisione, l’azienda ADRIAMED leader mondiale dei brevetti per pompe infusionali con sede a Tocco Da Casauria, dell’azienda Teatina COCCIONE, gia’ molto conosciuta nella nostra regione per i distributori automatici, ed infine la concessionaria di automobili Mercedes BARBUSCIA di Pescara”.

Dulcis in fundo un graditissimo ritorno nei quadri dirigenziali: si tratta del Dott. Bruno Di Iorio, stimato professionista Teatino, che andra’ a ricoprire la carica di Presidente Onorario del club. Infine,parola al Presidente Filippo Di Giovanni, che fa il punto sul mercato, a quasi una settimana dal via ufficiale della nuova stagione: “Stiamo allestendo una rosa per vincere in campionato di Eccellenza. Sicuramente nei prossimi giorni ci saranno altri arrivi per completare l’organico, che oggi e’gia’ di per sé competitivo, perché siamo riusciti a portare a Chieti tutti i giocatori che ci eravamo prefissati, in completa sintonia con Mister Umberto Marino, il Direttore Sportivo Omar Trovarello, e di tutto lo staff dirigenziale”.

Casalbordino. L'Associazione Culturale Nuovo Umanesimo torna anche quest'anno con un nuovo ciclo di incontri letterari in vari luoghi della nostra comunità. Il primo appuntamento sarà il 15 luglio alle 21 in Largo del Forte (accanto la Chiesa SS Salvatore) con la scrittrice Filomena Piccirilli che ci presenterà il suo libro "La nudità dell'anima", accompagnata dalle musiche del maestro Guerino Taresco. in caso di maltempo l'evento si terrà presso la Biblioteca Comunale in Piazza Garibaldi.


Filomena Piccirilli (Vasto, 1987) ha conseguito la laurea con lode in Filosofia (Logica) presso l'Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, discutendo una tesi sulla teoria soggettivista della probabilità. Terminati gli studi, ha vissuto per tre anni in Inghilterra, dove ha imparato la lingua e a convivere con usi e costumi del Devon lavorando, scrivendo e tenendo esibizioni musicali.


Un corpo può essere scoperto, spogliato, ma non potrà mai essere nudo... Perché la "nudità" non si riferisce ai centimetri di pelle offerti allo sguardo di un passante, ma alle emozioni, ai pensieri, ai sentimenti. Solo nella misura in cui abbiamo il coraggio di svestire la nostra anima possiamo mostrare la nostra essenziale nudità e far dono della nostra peculiare bellezza.


Dopo il 15 luglio gli appuntamenti successivi saranno l'8 agosto alle 21, sempre in Largo del Forte, con "Non chiesi mai quale fosse il suo nome" di Alessandra Petrarca e il 18 agosto alle 21, presso l'Hotel Calgary, con Cristina Mosca e "Con la pelle ascolto".

Chieti. Finalmente ci siamo! Con questo motto, la Teate Basket Chieti si è presentata, ieri pomeriggio alle ore 18, presso la Sala consiliare della Provincia davanti ad una platea gremita. Tanti i tifosi accorsi ai nastri di partenza di questa nuova Società sportiva, richiamati dalla curiosità di scoprire tutte le novità in vista del ritorno in Serie B per la stagione ventura. Importante anche la presenza degli organi stampa dell’intera regione, a dimostrazione dell’interesse che questa nuova realtà sportiva sta suscitando.
Con l’ineccepibile regia del giornalista Enrico Giancarli, la presentazione è stata aperta dall’intervento del sindaco Umberto Di Primio il quale “in virtù dell’amicizia longeva con Massimiliano Del Conte e Gabriele Marchesani” ha dichiarato di “essere assolutamente interessato ad un progetto oculato e ponderato, motivo per il quale la Teate Basket avrà il sostegno delle istituzioni”. Entusiasta del ritorno di Chieti ad alti livelli, anche il Presidente della FIP Abruzzo Francesco Di Girolamo ha espresso parole al miele per la nuova realtà sportiva: “Questa Società è il frutto di un anno di lavoro e di programmazione, per cui sono estremamente contento per la riuscita del progetto. In merito all’acquisizione di un titolo sportivo, ci sono sempre pareri discordanti ma io ritengo che sia più che positivo perchè realtà storiche che hanno dato tanto alla pallacanestro come Chieti non possono finire nei campionati minori. A livello federale, inoltre, siamo soddisfatti perchè per la prossima stagione avremo di nuovo quattro derby!”
Tra le tante novità, ieri pomeriggio è stato ufficializzato Gabriele Marchesani in qualità di Presidente della Teate Basket Chieti, mostrandosi subito determinato nel raggiungimento degli obiettivi societari: “Lo scorso anno, insieme a Del Conte, era stato elaborato un piano per salvaguardare la Serie B a Chieti, purtroppo fallito esclusivamente per la mancanza dei tempi tecnici. La lunga corte di Massimiliano, alla fine, mi ha spinto, nonostante i numerosi impegni, a tornare in campo per costruire qualcosa d’importante. In questa sede voglio rivolgermi agli imprenditori perchè lo sport è diventato il principale volano per investire ad oggi. La Teate Basket è un’eccellenza della città di Chieti, per cui chiedo ai teatini di starci vicini”.
Sulla stessa linea ha viaggiato anche l’amministratore unico Massimiliano Del Conte: “Dopo la sconfitta del 22 maggio (ndr sconfitta in Gara 4 Playout di Serie A2 contro l’Unieuro Forlì), abbiamo provato lo scorso anno a mantenere la Serie B. Nonostante il fallimento momentaneo del progetto per motivi di tempo, non mi sono scoraggiato e ho fatto, con la Società di Cesidio Di Masso, una Serie D vinta con merito. Ma questo non è bastato per placare la voglia di grande basket per cui eccoci qua! Promettere è facile, mantenere è difficile. Con Michele Paoletti abbiamo lavorato sull’acquisizione del titolo sportivo di Recanati, non appena è uscita la possibilità”. Di fronte ad una sala che a fatica è riuscita a contenere tutto il pubblico, il dirigente teatino ha dichiarato che “la cosa principale è vedere tante persone qui. Posso promettere a tutti voi un campionato avvincente”.
Co-artefice della rinascita teatina e dell’assemblamento della squadra è il GM Michele Paoletti, pronto a tornare a Chieti: “Prima di tutto mi preme ringraziare il presidente di Recanati Giuseppe Pierini, uomo d’altri tempi con cui bastava solo una stretta di mano per siglare un accordo. Personalmente avevo ricevuto due offerte da parte di Società quotate, ma la proposta di Max mi ha aperto un mondo. Dopo una notte di riflessione, ho capito che dovevo tornare a Chieti perchè qui ho lasciato un pezzo del mio cuore, per cui eccomi di nuovo qui”.
Non poteva mancare l’ovazione per un gradito ritorno, quello di coach Domenico Sorgentone sulla panchina teatina. “Torno dopo una Gara 3 persa amaramente contro Trieste – annuncia l’allenatore biancorosso – motivo per il quale sono qui, per chiudere un ciclo. A Chieti ho vissuto tre anni fantastici e sono sicuro che anche il futuro immediato si rivelerà entusiasmante. Firmo per ottenere il massimo possibile e questo lo si raggiunge con il lavoro quotidiano e non con le promesse. La Società mi ha chiesto di riportare Chieti in A2 e io m’impegnerò in questa direzione a media scadenza, non lasciando nulla d’intentato già da quest’anno...”.
In chiusura di scaletta, la dirigenza ha presentato la campagna abbonamenti 2018-19 “Ritorno al Pianeta B” per sensibilizzare il territorio a sostenere la squadra nella prossima stagione, elaborando delle cifre che possano andare incontro alle esigenze delle famiglie. L’idea è quella di rimarcare l’importanza del progetto, con l’obiettivo di riportare entusiasmo in una città, intrisa di tradizione e passione per la pallacanestro. Di seguito vi presentiamo la campagna abbonamenti ed i punti vendita per ritirare le tessere:
TRIBUNA: intero (80 euro) – ridotto (50 euro*)
CURVA: abbonamento unico (50 euro)
PARTERRE GOLD: 250 euro (abbonamento settore riservato; partecipazione ad una cena con la squadra durante la stagione sportiva; accesso all’area Hospitality del PalaLeombroni; due biglietti omaggi a richiesta per una partita casalinga durante la stagione)**
Esenzioni: disabili e ragazzi minori di 10 anni.
BIGLIETTO UNICO:
- TRIBUNA: intero (8 euro) – ridotto (5 euro *) - CURVA: unco (5 euro) - PARTERRE: 20 euro
I punti vendita saranno:
- Caffè Vittoria – Corso Marruccino, 89 (Chieti);
- Libreria Mondadori – Via B. Croce, 9 (Chieti Scalo).
*per i ragazzi compresi nella fascia d’età 10-18 anni e per gli over 70
**per l’acquisto dell’abbonamento “Parterre Gold” si può contattare la Società presso l’email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PS: nel corso della stagione sportiva verranno varate delle iniziative rivolte ai settori giovanili e alle scuole del territorio.

Pescara. Lo scorso 5 Luglio, nel Salone delle Conferenze del Viminale a Roma, è stata presentata Mercurio App, un’applicazione che, scaricata volontariamente sul cellulare, consente ai poliziotti, anche liberi dal servizio, di poter contattare direttamente la sala operativa per segnalare un allarme per qualsiasi situazione di pericolo in atto.
Il Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, e il Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Franco Gabrielli hanno partecipato alla conferenza stampa di presentazione della straordinaria innovazione del sistema di controllo del territorio che, usando gli strumenti della contemporaneità, permetterà alla Polizia di Stato di amplificare l’azione di prevenzione e contrasto al crimine, moltiplicando le forze in campo.
Il poliziotto, anche fuori dal servizio, che assista ad una rapina, che si accorga della presenza delle armi a bordo di un’autovettura o che abbia qualunque altro grave sospetto per la sicurezza, avendo effettuato il download di Mercurio App, sarà già identificato e localizzato su di una mappa e potrà lanciare direttamente l’allarme. In sala operativa si aprirà automaticamente uno streaming audio dedicato e prioritario (mono o bidirezionale) e, in base alla valutazione della situazione, potranno essere fatte confluire sul posto nel tempo più breve tutte le forze a disposizione. Grazie all’applicazione, il poliziotto potrà inviare file audio, postare foto e video, con un’interattività che replica il linguaggio tipico dei social.
La sperimentazione positiva su 11 province ha consentito l’estensione del sistema a 44 Questure, quelle dotate della piattaforma tecnologica Mercurio, e già 1.500 poliziotti hanno scaricato l’applicazione sul loro telefonino. Entro la fine dell’anno verrà coperto l’intero territorio nazionale con ulteriori funzionalità dell’applicazione, come il man down che consentirà alla sala operativa, attraverso il giroscopio del cellulare, di capire se l’operatore è a terra, come fondamentale forma di autotutela dello stesso poliziotto.
La conferenza stampa è stata anche l’occasione per presentare i risultati dell’operazione alto impatto ESTATE SICURA 2018 volta ad una forte azione di contrasto contro le organizzazioni criminali che, approfittando dell’assenza per le vacanze, svaligiano appartamenti causando perdite economiche e un ancor più grave allarme sociale e sentimento d’insicurezza. L’operazione svolta il 2, 3 e 4 luglio scorso ha interessato 20 città e verrà riproposta ogni quindici giorni coinvolgendo a scacchiera tutto il territorio nazionale.

Pescara. È stato presentato ufficialmente questa mattina, presso la Sala Basilio Cascella dell'Aurum in Pescara, l'edizione 2018 del Festival Rocky Marciano, alla presenza di tante autorità e rappresentanti di altre comunità abruzzesi che, nel nome di tanti talenti di origine nostrana, faranno rete per far crescere sempre più l'Abruzzo.
Arte sport e cultura saranno i capisaldi di una settimana che rappresenterà un eccezionale volano di promozione del territorio anche mediante un percorso enogastronomico d’eccellenza a cura delle attività commerciali locali e della Pro Loco. Oltre alla XIV edizione del Premio Rocky Marciano, ci sarà spazio per il Festival della Letteratura Sportiva, anche quest’anno diretto dal giornalista Dario Ricci, e per la II edizione del Concorso Letterario “Storie di Sport” a cura di Peppe Millanta con la Scuola Macondo – L’Officina delle Storie. Non mancheranno appuntamenti benefici, conviviali e tavole rotonde su tematiche di interesse generale con la presenza di sportivi di fama internazionale e di scrittori tra i più importanti in Italia.
“È un avento molto importante – ha sottolineato l’assessore allo Sport della Regione Abruzzo, Silvio Paolucci – un vero e proprio Festival, dura sette giorni, è un investimento intorno ai temi dell’emigrazione che ha rappresentato in questa ulteriore edizione nuove forme di iniziativa per mettere a rete attorno a questo grande tema quelle che sono le iniziative delle altre comunità che pure ci sono in questa nostra regione. E nel fare questo si investe sulla cultura, sul turismo, sullo sport, insomma su una serie di leve che possono fare sinergia all’interno della nostra comunità e che possano farla crescere sia dal punto di vista delle intenzioni dal punto di vista culturale, ma anche economico e turistico con un ritorno anche attorno alla promozione dei nostri territori. Ecco perché l’iniziativa che mette in campo l’amministrazione comunale di Ripa Teatina con il sindado Ignazio Rucci e l’assessore Gianluca Palladinetti è una di quelle iniziative che vanno valorizzate e che debbono trovare l’istituzione Regione, che sopraordina anche gli altri Enti, a disposizione per permettere di fare rete come in questo caso e che noi vogliamo fare tutti insieme. Finalmente abbiamo voluto anche dotare di un sostegno finanziario questa importante manifestazione, prima viene riconosciuta nella scorsa annualità come atto di indirizzo del Governo regionale attorno ad altre iniziative, come il Premio John Fante, che ruotano attorno al tema dell’emigrazione, e quest’anno ulteriormente rafforzando la sua presenza dotando anche di una risorsa finanziaria questo ed altri eventi. È un messaggio molto importante quello che ha voluto lanciare l’amministrazione comunale di Ripa Teatina, insieme alle altre presenti, fare rete parte da questo, è il messaggio culturale anche per la nostra società che è quella di fare ponti, di includere, e non di erigere muri. Le storie dell’emigrazione, quelle che noi raccontiamo e che le amministrazioni comunali intendono raccontare sono storie di successo chiaramente, ma tutte sono partite allo stesso modo. All’inizio anche noi quando eravamo migranti ci venivano erette delle barriere, anche agli italiani e agli abruzzesi che andavano fuori dal nostro paese e dalla nostra regione. E le storie che vogliamo raccontare, quelle di successo, narrano e raccontano poi storie di inclusione, come sempre è avvenuto, e questo credo che nella società di oggi, per quello che accade e per i valori che troppo spesso vengono facilmente trasmessi, credo che sia un grande segnale”.
Questo nel dettaglio il programma ufficiale del Festival Rocky Marciano 2018 (Ripa Teatina, 14-21 luglio): 14 luglio – BOXE SOTTO LE STELLE, ore 19.00 Locali Porta Gabella. Inaugurazione mostra “Tra arte e boxe” A cura della Ass.ne Arte Contemporanea UnicA; ore 20:00 Cantina “Ripa Teatina”. 5° Trofeo “Ripa Teatina Terra di Campioni” – categoria pesi massimi. Incontri di pugilato interregionale, a cura della palestra pugilistica Diodato di Chieti c/o Cantina Ripa Teatina. “Boxe, Vino & Arrosticini”, stand di assaggi prodotti tipici locali. 16 luglio – SERATA DI BENEFICENZA “PIZZA IN PIAZZA”; ore 20:30 Antico Convento Francescano. Serata a sostegno dell’Associazione “Asd Villa de Riseis” (Ass. sportiva per disabili) e Sport 21 Onlus, con la collaborazione di Molino Pizzuti. Il ricavato andrà a sostenere l’acquisto di un pulmino. Festival della Leteratura Sportiva, via Nicola Marcone, 17 luglio ore 20: 30 Serata “Oro Bianco”; tavola rotonda “Dalle Olimpiadi all’Everest: le grandi sfide dei campioni”, conduce Gerardo De Vivo (Agenzia radiofonica Area). Ospiti: Oscar De Pellegrin, campione paralimpico di tiro con l’arco, autore de “Ho fatto centro” (Infinito Edizioni). Antonio Tartaglia (oro nel bob a due Olimpiadi Nagano 1998), Daniele Nardi (alpinista), che racconta la sua carriera, GianMario Bonzi e Dario Ricci, autori di “Oro Bianco” (Infinito Edizioni); 18 luglio, ore 20.30 Serata “I Mondiali del regime: Argentina ’78”. Conducono: Rocco Coletti (caporedattore sport “Il Centro”) e Dario Ricci (direttore artistico festival Marciano), ospiti: Nicola Sbetti, autore del volume “Storia della Coppa del Mondo 1930-2018” (Le Monnier) e Daniele Biacchessi (caporedattore Radio24-IlSole24Ore), proiezione del film di Daniele Biacchessi: “Una generazione scomparsa. I mondiali in Argentina del 1978” sul dramma dei desaparecidos; 19 luglio, ore 21:00 Massimiliano Castellani (Avvenire) presenta “Gino Bartali Il Campione e L’Eroe” con Gioia Bartali (nipote di Gino Bartali) e Maurizio Formichetti (Mentor Nippo – Vini Fantini – Europa Ovini), ore 21.45 presentazione del libro “Lo stretto necessario: il calcio e lo sport a 360°” con l’Autore Pierluigi Pardo (Mediaset). 20 luglio ore 19:30 Presentazione “INforma Ragazzi”: Storie di Sport e di Vita Sana con l’Autore Roberto Melchiorre a cura della Scuola Macondo, ore 20:30 Premiazione II edizione Concorso letterario “Storie di Sport”, con la partecipazione dello scrittore Peppe Millanta. A seguire l’attore Massimiliano Elia racconta “Il Macho, il Grande e il Bombardiere”, ore 21:45 Spettacolo “Il Maracanazo” di Fabio Tavelli (Sky Sport), ore 22:30 Fabio Tavelli, Dario Ricci e il mental coach Stefano Tirelli ricordano Ayrton Senna. 21 luglio ore 10.30- Sala Consiliare, Municipio Alessandro Milan, giornalista e scrittore, presenta il suo nuovo libro “Mi vivi dentro” (DeA Planeta Libri). XIV edizione Premio Rocky Marciano ore 21:00 Antico Convento Francescano, cerimonia di premiazione vincitori edizione 2018 alla presenza di Giuliano Orlando (Scrittore e giornalista, presidente della Giuria e cittadino onorario Ripa Teatina), “Premio Rocky Marciano alla Carriera” a Valentina Vezzali, “Premio Rocky Marciano allo Sportivo abruzzese dell’anno” a Simone De Maggi, “Premio Rocky Marciano Pugile dell’anno” ad Alessia Mesiano, “Premio Rocky Marciano al Giovane Sportivo Abruzzese dell’anno” a Gaia Sabbatini, “Premio Rocky Marciano alla Squadra Abruzzese dell’anno” all’AcquaeSapone Unigross Futsal, Menzioni Speciali: Famiglia Barbarossa (AcquaeSapone Unigross), Patrizia Borgheggiani (Pugilistica Di Giacomo), 3 Nazionali italiani vincitori all’Euro Youth Boxing, Ospite d’Onore: Alessandro Milan (Scrittore e giornalista).
“Una manifestazione che di anno in anno cresce sempre di più – ha rimarcato il sindaco di Ripa Teatina, Ignazio Rucci – in questi due anni abbiamo inserito il tema dell’arte, della cultura. In questo Premio Rocky Marciano noi vorremmo far veicolare il tema dell’emigrazione, è un tema importantissimo perché molti di noi abruzzesi abbiamo amici e parenti che sono andati fuori, quindi il tema è questo. Io sono contento per questa XIV edizione anche perché abbiamo allargato la settimana anche alla cultura, credo che questa cosa la dobbiamo rafforzare. Siamo riusciti finalmente a coinvolgere la Regione che deve aiutarci per andare oltre il discorso di Ripa Teatina e oltre il Premio Rocky Marciano, quidi noi non vogliamo che il Premio Rocky Marciano rimanga limitatamente a Ripa Teatina, ma vorremmo anche con altri colleghi sindaci di Pizzoferrato, di Torrevecchia e di Taranta Peligna fare sinergia. Noi abbiamo già iniziato a fare questa sinergia con i Comuni nostri come Torrevecchia, Francavilla, Miglianico, Villamagna, Chieti e già con Francavilla quest’anno abbiamo condiviso un evento in estate. Con l’Unione dei Comuni, che presiedo, abbiamo condiviso un evento importante ch esi svolgerà a Ripa Teatina con il tema dell’innovazione., noi vorremmo far passare questo messaggio ai giovani per farli avvicinare a quella che è la nostra comunità. Noi sindaci abbiamo delle responsabilità e con le poche risorse cha abbiamo a disposizione dobbiamo fare sinergia per fare risparmio ma anche per fare qualità. Con il Premio Rocky Marciano vorremmo far passare questo messaggio, vorrebbo far parlare lo sport, la cultura e l’arte, con questi tre temi ci auguriamo non solo di avvicinare altri soggetti per investire sul turismo”.

Chieti. Si disputerà dal 7 al 22 luglio 2018, presso gli impianti sportivi del “Tennis Chieti” e “Galli Club”, il Torneo nazionale di tennis maschile e femminile “Memorial Mariano Supino”.

Circa 200 gli iscritti, anche di caratura internazionale, all’importante competizione che vedrà la partecipazione di tennisti in ascesa quali Corinne Dentoni, Anne Schaefer, Gianluca Di Nicola, Giorgio Ricca, Anastasia Grimasca.

Un premio speciale, devoluto dall’Associazione culturale “La Rinascita”, sarà riservato all’atleta più giovane migliore classificato.

I dettagli della manifestazione sono stati illustrati questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, dall’Assessore allo Sport, Antonio Viola, dal presidente del Tennis Chieti, Ennio Marianetti, da Paolo Galli, gestore dell’impianto sportivo Galli Club, presente l’Avv. Vittorio Supino con la figlia Alessandra.

«Credo vada rimarcata l’importanza di un evento sportivo di caratura nazionale che darà lustro alla città – ha detto l’Assessore Viola – sulla scia di altre grandi manifestazioni, cito a tal proposito la FED Cup, la cui valenza non è solo sportiva ma anche turistico culturale grazie all’afflusso di appassionati. Intitolare il torneo al ricordo di un ragazzo come Mariano, amato da tutti per le sue doti umane e al quale eravamo particolarmente affezionati, rende l’iniziativa ancor più lodevole. Desidero, inoltre, rimarcare – ha concluso l’Assessore - come l’incontro tra i due circoli di tennis cittadini premi i loro sforzi. Ritengo sia questa la strada giusta su cui lavorare. Quando si fa squadra, infatti, tutti ne possono trarre benefici. Sono certo che l’iniziativa sarà solo il punto di partenza con l’obiettivo di far crescere sempre più il torneo».

Chieti. Si è svolta giovedì 28 giugno presso la sede di Arcigay Chieti la conferenza stampa di presentazione del resoconto dell’attività a quasi un anno dall’apertura dello sportello di Accoglienza, Ascolto e Legale.
La data del 28 giugno non è stata scelta casualmente, in quanto in questo giorno si celebra la giornata mondiale dell'orgoglio LGBT, data nella quale ricorrono i moti di Stonewall, vero e proprio caposaldo delle lotte LGBT, generalmente considerato simbolicamente il momento di nascita del movimento di liberazione omosessuale, bisessuale e transessuale moderno in tutto il mondo. Nella notte tra il 27 e il 28 giugno 1969 a New York per la prima volta un gruppo di omosessuali si ribellò ai soprusi e alle persecuzioni fino ad allora messi in atto.
Il Comitato Territoriale Arcigay Chieti “Sylvia Rivera” fin dal 28 Settembre 2017 ha attivato, presso la propria sede di Chieti in Via Maiella 72, un servizio accessibile a tutti e a tutte, e non solo alla comunità LGBT+: si tratta di uno Sportello di accoglienza, ascolto attivo e legale gratuito aperto a tutta la popolazione di Chieti e dei paesi limitrofi, senza distinzione di sesso, identità, orientamento sessuale, razza, religione, convinzioni personali, opinioni politiche, appartenenza ad una minoranza nazionale, patrimonio e disabilità, al fine di permettere ad ognuno ed ognuna, in base alle proprie possibilità, di superare i propri momenti di naturale difficoltà e di crisi e contribuire tramite questo a costruire una società più libera e giusta. Il servizio è gratuito per la comunità ed è accessibile nel secondo e nell’ultimo giovedì del mese dalle 18:00 alle 20:00.
Lo sportello nasce con lo scopo di creare una connessione tra la comunità e i volontari e le volontarie di Arcigay, è un’occasione di discussione e di scambio di esperienze e informazioni con l’auspicio di avviare nuove riflessioni su quella che è la realtà teatina, e più in generale italiana
Le tematiche intorno alle quali il servizio viene prestato sono quelle dell’Accoglienza, dell’Ascolto e della Consulenza legale
• Lo Sportello Accoglienza si configura come uno spazio libero ed accessibile a tutti e a tutte dove potersi confrontare o chiedere informazioni ai volontari e alle volontarie dell’associazione. Il servizio non richiede prenotazione, è uno spazio fisso e aperto dove potervi accedere anche solo per scambiare quattro chiacchiere ed essere accolti in un ambiente amichevole e famigliare. E’ possibile informarsi su quelli che sono tutti i servizi dell’associazione o recuperare materiale informativo sui temi dell’omofobia, coming out, IST, ecc… o anche solo sedersi sulla poltrona e parlare con un volontario presente.
• Lo Sportello Ascolto si configura come un servizio di ascolto e informazione gratuito pensato per accogliere le più svariate tematiche della cittadinanza e vuole essere uno spazio in cui i diversi utenti (giovani, lavoratori, studenti, genitori, ecc…) possono condividere i propri vissuti percepiti come problematici dagli stessi e rileggerli secondo modalità più adeguate. Il servizio viene svolto dalla Dott.ssa Nicolina Capuano, psicologa e psicosessuologa, con la presenza di due volontari fissi in formazione. L’idea è poter ricevere ascolto e informazione da un professionista in grado di ascoltare, recepire, promuovere e sostenere coloro che vi si rivolgono. Ciò che viene offerto è uno spazio di ascolto e/o informazione, privo di pregiudizi dove l’utente più sentirsi libero e libera e talora incrementare il livello di benessere percepito da colui o colei che richiede di accedere al servizio. Lo Sportello ascolto è accessibile con prenotazione obbligatoria e ogni richiedente ha diritto a due colloqui gratuiti dalla durata di 40 minuti.
• Lo Sportello Legale si configura come un servizio di consulenza gratuita pensato per rispondere alle più svariate problematiche della cittadinanza legate alla materia legale. La consulenza viene svolta con l’Avvocata Francesca di Muzio, specializzata in diritto e procedura penale, Presidentessa dell’Associazione Donnè - Centro Antiviolenza e membro della Rete Lenford Avvocatura per i diritti LGBTI. Tale servizio viene svolto solo l’ultimo giovedì del mese e richiede la prenotazione obbligatoria.
E’ possibile prenotarsi presso gli Sportelli Ascolto e Legale attraverso messaggistica privata sulla pagina Facebook di Arcigay Chieti o via email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
In quasi un anno sono 17 le persone che si sono rivolte allo sportello Accoglienza, Ascolto e Legale e 3 quelle che hanno avuto un secondo colloquio di ascolto gratuito.
Più della metà delle persone che hanno usufruito del servizio Sportello Ascolto di Arcigay Chieti sono giovani del territorio, la maggior parte dei quali nell’età 21-30 anni. Questo dato da un lato ci porta ad osservare con preoccupazione quanto quell’età che dovrebbe essere quella di un processo continuo di formazione e costruzione della propria persona e del proprio futuro possa, alle volte, essere vissuta con difficoltà (legate alla famiglia, orientamento sessuale, studio, ecc.) ma dall’altro lato ci conforta trovare in quei giovani, che hanno usufruito del servizio, la voglia di stare bene, il coraggio di sfogarsi, l’obiettivo di superare le difficoltà e di vivere liberamente se stessi.
Con soddisfazione inoltre constatiamo che al nostro sportello non si sono rivolte solo persone omosessuali: il nostro obiettivo è il raggiungimento di una società dove tutti e tutte possano sentirsi liberi e libere di essere se stessi e se stesse e questo crediamo che debba essere l’obiettivo dell’intera comunità. L’obiettivo del nostro sportello è anche quello di creare un punto di riferimento per tutta la città, un servizio alla disponibilità del cittadino oltre che un modo per avvicinarlo ad un mondo che non conosce, che conosce in maniera distorta o che conosce per pregiudizi e stereotipi.
Tematiche emerse
Nel servizio dello sportello ascolto hanno visto la luce moltissime tematiche, spesso differenti tra loro:
• Omofobia (nella società, nella famiglia di appartenenza, interiorizzata e solitudine)
• Coming out (in famiglia, con amici, della propria identità sessuale, e solitudine)
• Ricerca di una Comunità
• Difficoltà relazionali (sfera emotiva, con famiglia, con amici, con affetti, della sfera sessuale)
• Gestione delle emozioni (tristezza)
• Ma sono emerse anche difficoltà lavorative, problematiche alimentari, fobie specifiche, disforia di genere, legate ad una relazione finita.
La parola che è risuonata più volte tra le mura della sede di Arcigay Chieti che accoglie lo Sportello è stata “solitudine”, uno dei temi più frequenti che chi ha avuto accesso al servizio ha sentito la necessità di riportare come problematica. Il più delle volte il sentirsi solo o sola è stato riportato da persone LGBT+ che hanno avuto paura nel fare coming out, che non hanno una figura con la quale confidarsi, alla quale rivolgersi, con la quale parlare o condividere i propri sentimenti ed emozioni oppure che interiorizzando quell’omofobia che spesso ritrovano nella società, non riescono a farsi conoscere per quello che in realtà sono.
Lo Sportello Accoglienza, Ascolto e Legale si configura dunque come un servizio per la comunità di Chieti e come tale è nostro obiettivo confermarlo anche nell’anno 2018-2019 continuando a garantire uno spazio per il cittadino LGBT+ e non.
Per ulteriori informazioni sono disponibili il nostro sito internet (https://arcigaychieti.wordpress.com), la nostra pagina Facebook (www.facebook.com/arcigay.chieti) e il nostro indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Pagina 1 di 29

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione