Articoli filtrati per data: Settembre 2017

Pescara. “Pur avendo ricevuto rassicurazioni da parte dell'Aca circa la potabilità dell'acqua nella rete idrica a servizio delle abitazioni in prossimità di Piazza Grue, abbiamo chiesto che vengano effettuati controlli anche nella scuola vicina a quella che è una delle 6 fontanine interessate dal provvedimento di limitazione dell'uso potabile, per avere la massima certezza della qualità dell'acqua erogata dai plessi che si trovano nella piazza. Tali controlli interesseranno in via precauzionale anche le scuole che si trovano nel circondario delle altre 5 fontane ad oggi interessate dall'ordinanza sindacale che limita gli usi potabili dell'acqua che erogavano".
Così in una nota l'assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Pescara, Simona Di Carlo, che aggiunge: "E' monitorata la rete idrica a servizio delle abitazioni vicino a tutti gli impianti, rete che è stata riverificata dalla Asl e dall'Arta dopo ogni provvedimento preso finora e che resta sotto stretta osservazione: ieri e oggi sono stati effettuati prelievi su più punti e al momento non si ravvisano particolari emergenze.
Ieri si è intanto tenuta la prima riunione del tavolo da noi voluto per stabilire una procedura congiunta, efficace e tempestiva di comunicazione fra Enti della situazione e di presa in carico dei provvedimenti conseguenti, ognuno secondo le proprie competenze. Dal tavolo che si è riunito nel presidio Asl del vecchio ospedale ieri pomeriggio, è nata un'intesa operativa per gestire il problema e da Aca e Asl non ci sono arrivate notizie particolarmente allarmanti sullo stato della situazione e sull'entità dei parametri riscontrati nei prelievi fino ad oggi effettuati, né ulteriori comunicazioni riguardo altre fontanelle con dati fuori norma. La Asl sottolinea che i controlli sono costanti: dall'inizio dell'anno sono stati 115 i prelievi compiuti sulle 50 fontane della città e soltanto adesso si sono manifestate delle criticità su 6 di esse, che proprio grazie a questa attenzione sono state affrontate.
Il Comune, infine, nei prossimi giorni attiverà la manutenzione sulle fontane chiuse, il Settore Ambiente sta vagliando i preventivi ricevuti dalle ditte preposte a tale tipo di interventi che saranno attivati al più presto”.

Pubblicato in Cronaca
Sabato, 30 Settembre 2017 00:00

Calcio a 5, la Tombesi debutta con un 5-1

Ortona. La Tombesi Ortona inizia il suo cammino in Coppa Italia con un netto 5-1 casalingo contro la Real Dem. Pur privi degli squalificati Alex Di Pietro e Jordi Vidal, i gialloverdi hanno impiegato meno di quattro minuti (3.51) per sbloccare l’incontro: al primo pallone ricevuto nei pressi dell’area avversaria, Marciano Piovesan non ha lasciato scampo al portiere ospite, con una perfetta girata di destro. Dopo 13 secondi il raddoppio, con Piovesan ancora una volta protagonista, ma stavolta nel ruolo di assistman: palla d’oro recapitata a Silveira che, a porta vuota, ha facilmente insaccato il 2-0 (minuto 4.04). La Tombesi ha quindi facilmente preso il controllo del match, sfiorando più volte il terzo gol fino alla sfortunata autorete di Ferretti, che ha spinto nella propria porta un tiro-cross di Silveira (8.42). In un primo tempo dominato, pur con qualche fallo di troppo commesso, i gialloverdi gestiscono senza problemi la situazione e trovano il 4-0 con il solito Piovesan, ancora una volta imbeccato da Silveira (18.46). Al minuto 19.15 arriva però il sesto fallo commesso da Piovesan: tiro libero battuto da Di Muzio ma parato con sicurezza da Dario Dell’Oso. Il secondo tempo si apre, a sorpresa, con la rete della Dem, siglata da Di Muzio (2.08), che accorcia le distanze sull’1-4. A metà del secondo tempo, il palo colpito da Andrea Dell’Oso è una delle poche emozioni fino al gol del definitivo 5-1, che arriva a 40 secondi dal termine con il preciso destro di Rafael Adami.

“Abbiamo giocato un ottimo primo tempo – ha commentato a fine partita il tecnico Massimo Morena – e devo dire che siamo andati anche meglio di quanto pensassi. A tratti abbiamo giocato davvero bene, poi nel secondo tempo era normale che avessimo un calo, considerando che siamo a inizio stagione. Tutti i ragazzi chiamati in causa hanno dato il loro contributo e di questo sono molto contento. Unico neo è stato forse quello di aver commesso troppi falli e di aver sprecato energie per protestare con gli arbitri: in questa partita non abbiamo avuto problemi, ma in altre occasioni regalare un tiro libero a pochi secondi dalla fine del primo tempo potrebbe essere pericoloso. Contro il Cus Molise, sabato prossimo, sarà un’altra partita, recupereremo Di Pietro e Vidal che oggi erano squalificati e cercheremo di dare seguito a quanto di buono si è visto già oggi”.

Pubblicato in Sport
Sabato, 30 Settembre 2017 00:00

Ortona, riaprono i Centri Aggregativi

Ortona. Una passeggiata animata con nonni e bambini sancirà la riapertura, lunedì 2 ottobre 2017 con partenza alle ore 16.30 da piazza San Giuseppe, dopo l’interruzione estiva, dei centri aggregativi del Comune di Ortona. Alle 17.00 il gruppo in festa si sposterà al parco giochi di piazza del Popolo dove ci saranno le letture animate dal gruppo di lettori volontari “L’appetito vien leggendo” e giochi animati. Il giro si concluderà alle 18.00 alla sala Eden dove saranno illustrate le attività dei diversi centri.

Il centro diurno anziani promuove e programma attività che favoriscono l’invecchiamento attivo e l’integrazione partecipata nel proprio tessuto sociale, le attività sono indirizzate verso esperienze di carattere aggregativo, ricreative e ludico-motorie. Tutte le attività di laboratorio verranno svolte nella sede del Centro Anziani in via Zara a Ortona, mentre le attività motorie sono organizzate su tre sedi: nella palestra di comunale di San Giuseppe ci saranno le lezioni di ballo il lunedì dalle ore 17.00 alle ore 19.00, il mercoledì e il venerdì ci sarà la ginnastica dolce dalle ore 17.00 alle ore 18.00. Mentre a Villa Rogatti nella sede dell’associazione “Vivere Insieme” ci sarà il lunedì il ballo dalle ore 14.30 alle ore 15.30 mentre il mercoledì e venerdì ginnastica dolce dalle ore 15.00 alle ore 16.00, a Villa Iubatti invece nel circolo PGS Agata il ballo si farà il giovedì dalle ore 9.00 alle ore 10.00 e la ginnastica il lunedì dalle ore 15.45 alle ore 16.45 e il venerdì dalle ore 9.00 alle ore 10.00.

Il centro diurno per persone con disabilità accoglie utenti con disabilità medio-grave e rappresenta uno spazio di accoglienza che contribuisca a ridurre forme di emarginazione ed esclusione sociale qualificando il tempo libero. La sede del centro è nel quartiere di Fonte Grande e il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.30, tra le attività proposte ci sono quelle ergo terapiche e occupazionali, le attività di sostegno educativo alla famiglia, le attività dell’autonomia personale e della socializzazione.

Il centro diurno per minori è un servizio aggregativo e socio educativo rivolto ai minori di età compresa tra i 5 e gli 11 anni. Un luogo in cui incontrarsi, confrontarsi, fare gruppo e sperimentare la propria creatività e capacità di progettazione e utilizzazione del tempo libero al fine di evitare percorsi di disagio e di emarginazione. Le sedi del centro per minori sono due: il complesso di Sant’Anna con i seguenti orari, lunedì e mercoledì dalle ore 16.30 alle ore 18.30, bambini dai 5 ai 7 anni, il martedì dalle ore 16.00 alle ore 17.30 e il giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.30 per i ragazzi dagli 8 agli 11 anni turno A e il venerdì dalle ore 16.30 alle ore 18.30 e il sabato dalle ore 9.30 alle ore 11.30 per i ragazzi dagli 8 agli 11 anni turno B; la biblioteca scolastica della scuola primaria di Fonte Grande accoglie il centro il martedì, giovedì e venerdì dalle ore 17.00 alle ore 19.00.

«Riprende con questo evento- sottolinea l’assessore alle politiche sociali Roberta Daloiso- l’attività dei centri aggregativi che hanno un ruolo fondamentale nell’applicazione delle misure di carattere sociale e che rispondono a bisogni precisi espressi dal territorio».

Pubblicato in Cronaca

Orsogna. Ben 650 metri quadrati sviluppati su un unico piano e un ampio giardino con spazi verdi a disposizione dei bimbi: sarà inaugurato lunedì prossimo, 2 ottobre, alle ore 10, il nuovo asilo nido realizzato dal Comune di Orsogna (Chieti) in località Piana Torre Pellegrina. La struttura è stata realizzata negli ultimi tre anni su un terreno di proprietà comunale, grazie a un contributo di 475 mila euro erogato dalla Regione Abruzzo e fondi comunali per 116 mila euro, oltre a migliorie offerte dall'impresa in sede di gara pubblica per 81 mila di euro.
«Sarà un asilo moderno - spiega il sindaco, Fabrizio Montepara, -, realizzato con le soluzioni più innovative e attente alla sicurezza e al comfort, in grado di ospitare fino a 60 bambini di età dai sei mesi ai tre anni».
L’asilo nido, finora ospitato nell’edificio scolastico di via Achille Rosica, è attualmente gestito dalla cooperativa Frammenti di Orsogna.
All’inaugurazione parteciperà tra gli altri l’assessore regionale delegato dagli asili nido, Bartolomeo Donato Di Matteo.

Pubblicato in Cronaca

Fossacesia. Il progetto "Una Spiaggia per Tutti" di Fossacesia è stato selezionato, da una Giuria presieduta dal professor Ferruccio Resta Rettore del Politecnico di Milano, come vincitore del "Cresco Award Città Sostenibili", nella categoria " Migliore partnership pubblico/privato". La proclamazione dei vincitori avverrà il 12 ottobre a Vicenza, nel corso dell’Assemblea Nazionale dell’Anci, alla quale parteciperanno il sindaco Enrico Di Giuseppantonio ed il vice sindaco Paolo Sisti. Il progetto “Una Costa per tutti” è stato candidato dal Comune di Fossacesia nell’ambito “Cresco Award, città Sostenibili”, un concorso istituito dalla Fondazione Sodalitas, con il patrocinio e la collaborazione di Anci ed in partnership con aziende sensibili ai temi della sostenibilità ambientale. “Abbiamo appreso con soddisfazione e quasi sorpresa la notizia di essere fra i vincitori, con il progetto “Una spiaggia per tutti”, del premio Cresco Award Città Sostenibili – annunciano il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio e l’Assessore alle Politiche Sociali Maria Angela Galante – Questo per noi rappresenta un motivo di orgoglio perché l’opera che abbiamo realizzato è veramente a disposizione di tutti ed alla misura di tutti, nel rispetto dei principi di sostenibilità ed inclusione”. Il Cresco Award Città Sostenibili, infatti, è un premio che riconosce l'impegno dei Comuni italiani per lo sviluppo sostenibile del territorio, attraverso la realizzazione di progetti ed iniziative che migliorino la qualità della vita delle persone, nel rispetto dei temi di accoglienza, inclusione sociale, economia circolare e la sharing economy, l’efficienza energetica, la gestione sostenibile dei rifiuti, la mobilità sostenibile, la prevenzione e la tutela sanitaria, la riduzione degli sprechi alimentari o il welfare territoriale. Il conseguimento di questo premio consentirà al Comune di Fossacesia di entrare a far parte dell’”Osservatorio Smart Cities” di ANCI e di dare visibilità al progetto attraverso il portale “Agenda Urbana”, la piattaforma nazionale promossa e realizzata da ANCI che raccoglie le esperienze progettuali innovative implementate dalle città italiane. I risultati del Cresco Award saranno, inoltre, diffusi attraverso un piano di comunicazione a cura di Fondazione Sodalitas, di ANCI e dei partner del progetto “Il premio che ritireremo il 12 Ottobre durante l’Assemblea nazionale dell’Anci è il premio di tutti noi – conclude Enrico Di Giuseppantonio – poiché “Una spiaggia per Tutti” è realmente un bene comune, è un bene per ciascuno di noi, e di questo dobbiamo esserne orgogliosi tutti”.

Pubblicato in Cronaca

Meduno. Anche i fornitori e i partner si mobilitano per dare una mano alla ripartenza della Roncadin. Dopo i tanti messaggi di solidarietà arrivati all'azienda di Meduno nei giorni scorsi, arrivano importanti gesti concreti. Fra i primi che si sono fatti avanti ci sono: Zerbinati, azienda di Casale Monferrato specializzata in verdure di “quarta gamma” (ovvero le verdure fresche pronte al consumo, quelle che i consumatori chiamano “in busta”); Autotrasporti Tavano, il partner logistico di Coseano (UD) che sabato 23 settembre ha fatto accorrere i propri mezzi a Meduno per spostare le materie prime di Roncadin nei magazzini decentrati e Henkel Italia fornitore di circa 30 tonnellate di colla che viene utilizzata per chiudere gli astucci.

«Queste iniziative sono per noi estremamente importanti –dichiara l'amministratore delegato Dario Roncadin–. Non solo perché sono tutte boccate di ossigeno che ci aiutano a ripartire, ma anche perché ci riempie di ottimismo vedere che i rapporti creati negli anni sono solidi e basati su una grande fiducia».

Zerbinati, che è un'azienda familiare come la Roncadin, ha fatto sapere che lunedì regalerà, viaggio compreso, una fornitura di spinacino bio e di rucola: serviranno a farcire le pizze alle verdure che sono state appena rimesse in produzione. Autotrasporti Tavano, uno dei partner che sabato ha contribuito a salvare quasi 500 pallet di materie prime fresche tra formaggi e salumi, ha comunicato che non addebiterà all'azienda di Meduno i costi del viaggio dalla sua filiale di Casale sul Sile (TV) e degli spostamenti fra la sede centrale di Roncadin e i vari siti di stoccaggio. Non certo ultimo, Henkel Italia, il fornitore della colla usata per chiudere gli astucci in cartone ha dilazionato i pagamenti di Roncadin.

«Le manifestazioni di solidarietà verso di noi in questi giorni sono state davvero molte –ricorda Roncadin–. Clienti, stakeholder e territorio si stanno mobilitando e abbiamo scoperto di essere una grande famiglia».

La data room di Roncadin con immagini e video continuerà ad essere aggiornata nelle prossime ore.
Link: https://drive.google.com/open?id=0Bz9tE6t3gu0eNzdOU040Y01nWWs

 

Roncadin SpA con sede a Meduno (Pordenone), nasce nel 1992 per la produzione di pizza italiana di qualitàper la grande distribuzione nazionale ed internazionale. Oggi in azienda lavorano oltre 500 persone, il fatturato 2016 è stato di 97 milioni di euro con una produzione a quota 82 milioni di pezzi fra pizze e snack, realizzate con un esclusivo metodo brevettato e con l'impiego del 100% di energia sostenibile.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Domani, domenica 1 ottobre a Pescara presso il mercato coperto di piazza Muzii si terrà la settima edizione del Premio Decontra, un evento fotografico e artistico. Dalle ore 9:30 fino a tardo pomeriggio saranno esposte in mostra le foto premiate, segnalate ed ammesse al concorso nazionale con patrocinio Uif (Unione Italiana Fotoamatori) in collaborazione con il Gruppo Fotografico La Genziana di Pescara. In serata ci sarà la premiazione dei concorrenti.

“Si tratta di una sinergia che si ripete – così l'assessore alle Attività Produttive Giacomo Cuzzi – Il Gruppo Fotografico La Genziana ha già collaborato con l'Amministrazione alla ricerca di particolari scatti sulla città e oggi il tema scelto è “Accade in città”. Teatro della manifestazione è il mercato coperto di Piazza Muzii che torna a mettere in evidenza la sua possibilità di essere utilizzato come contenitore di iniziative anche culturali e artistiche, un vero e proprio luogo di riferimento per la nuova stagione di intrattenimento che continua dopo l'estate e vedrà nel centro della città un nuovo epicentro di eventi e iniziative dopo un'estate consumata lungo la riviera”.

“Durante l'intera giornata chiunque, adulto a giovane, potrà partecipare al concorso fotografico in estemporanea – aggiunge la vice presidente del Consiglio Comunale Gabriella Lola Berardi - basta avere una macchina fotografica digitale o un cellulare e scattare foto nella zona del centro di Pescara e ai vari eventi in corso: .modelli e modelle, danze orientali, pittori che dipingono en plein air, scalpellini, artigiani all'opera, motociclisti e tante altre cose da scoprire. Una giuria tecnica valuterà le migliori foto e assegnerà i primi tre premi per la sezione adulti e per la sezione giovani.
Una bella iniziativa a disposizione di tutti gli amanti della fotografia e delle arti in genere e anche una simpatica giornata per chiunque verrà, utile anche per ricordare eventi appena svolti, infatti in mostra ci sono anche personali di autori vari e foto della Giornata dei Parchi svoltasi al Parco Calipari. La premiazione dei concorrenti dell'estemporanea ci sarà successivamente in altra data e luogo che comunicheremo”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Prima trasferta dell’anno per le delfine biancazzurre. Domenica alle ore 16:00 Il Pescara sarà impegnato nella palestra “Ceccato” di Thiene, dove si troverà di fronte le rossonere della Thienese. Un impegno, questo, da prendere con la solita professionalità e serietà ma che non può certo rappresentare un rilevante banco di prova. Le ragazze allenate da mister Antonio Centofanti sono, infatti, reduci, da una sonora scoppola rimediata al PalaCutivecchi di Statte, che la dice lunga sulla netto differenza tecnica esistente in questo campionato tra le prime della classe e un ampio gruppo di compagini, a più riprese, destinate al ruolo di comparse e votate al sacrificio di vittime predestinate. Non mancano, comunque, tra le alto-vicentine giocatrici di una certa importanza, quali la capitana madrilena Maria Perez Pereira e la brasiliana ventunenne Luana Puttow, già messasi in luce tra le fila del Fasano nella scorsa stagione. Ad integrare un roster di ragazze volenterose e dotate di buona verve agonistica si segnalano anche la siciliana Adelaide Famà, un prospetto molto interessante, e la giovanissima e promettente azzurra under 17 Lisa Molon.
Il Pescara schiacciasassi, visto all’opera domenica scorsa, non dovrebbe, quindi, far troppa fatica per mettere in carniere altri tre punti utili a far classifica ma, naturalmente, Segundo si attende in primo luogo un ulteriore importante passo in avanti nel processo di edificazione di una squadra con grandi ambizioni ma totalmente nuova. Una buona notizia, intanto arriva dall’infermeria, la Vecchione è tornata abile e sarà arruolata al resto del gruppo. Si nutrono quindi buone speranze nel suo esordio in campionato. Sarà invece difficile ipotizzare l’impiego di Giorgina Vianale, alle prese con qualche linea di febbre e destinata, probabilmente, a restare a casa per completare al meglio la sua guarigione.

Pubblicato in Sport

Vasto. La Giunta regionale riunitasi ieri a Pescara ha deliberato, su proposta del Presidente Luciano D’Alfonso, la riprogrammazione di economie derivanti dal fondo PAR FSC 2007-2013 per complessivi 1.340.000. Per la riqualificazione di strutture sportive 70.000 euro saranno spesi per lo stadio Aragona di Vasto.
“Con questa riprogrammazione – ha commentato il Presidente Luciano D’Alfonso – abbiamo voluto puntare al miglioramento di strutture prestigiose nel settore dello sport. Si tratta di misure chieste a gran voce dai territori, cui la Regione vuole fornire risposte adeguate per favorire la crescita delle comunità”
L’assessore regionale con delega allo Sport Silvio Paolucci annunciando i fondi assegnati per i lavori che interesseranno lo stadio Aragona ha voluto ricordare l’impegno mantenuto dalla Giunta regionale, l’attenzione e la vicinanza della Regione alla città di Vasto.
“Mi fa piacere offrire alla squadra ed alla città di Vasto una serie di interventi finalizzati a migliorare la funzionalità dello stadio. I lavori - ha spiegato il sindaco di Vasto Francesco Menna- riguarderanno la messa in sicurezza e le problematiche relative a distinti e tribune. Sono molto soddisfatto per l’assegnazione di questi fondi”.
“Cerchiamo di migliorare la struttura esistente dello Stadio Aragona ha concluso l’assessore allo Sport Carlo Della Penna - e a breve nuovolook anche per il manto erboso. A stretto giro cercheremo di dare una “casa” anche ad altre associazioni sportive. Stiamo lavorando per potenziarele altre strutture cittadine (Palasport San Paolo, PalaBcc, PalaSalesiani, ecc) e si sta portando avanti un progetto per migliorare la qualità dei campi di calcio esistenti mediante l’installazione di un manto in erbasintetica, come già fatto dalla Regione Abruzzo per il Campo San Paolo.Ringrazio il Presidente, Luciano D’Alfonso, l’assessore allo Sport, Silvio Paolucci ed il sindaco, Francesco Menna”.

Pubblicato in Politica

Treglio. “Stanchi di raccogliere denunce e paure di cittadini aggrediti dai cinghiali. O che magari sono rimasti feriti nei più disparati incidenti. Quello che sta succedendo è dovuto all'immobilismo e all'inconcretezza della Regione Abruzzo, sfuggente e sorda”. E' su tutte le furie il sindaco di Treglio, Massimiliano Berghella, dopo l'ultimo episodio, con protagonista un cinghiale da un quintale, che si è verificato l'altro ieri sera a Treglio. Un meccanico del posto, di 41 anni, di ritorno a casa, all'ora di cena, è stato travolto da un cinghiale appena dopo essere sceso dall'auto, all'interno del recinto della propria abitazione. E' stato scaraventato a terra ed è finito in ospedale: adesso ha una gamba ingessata per problemi al ginocchio, e contusioni a spalla e polso. La prognosi è, al momento, di 15 giorni. “Ho ricevuto lui e la moglie in Comune – dice Berghella – e sono terrorizzati. Anche perché hanno un bimbo di 2 anni, che avrebbe potuto trovarsi nel giardino. E' inaudito – commenta Berghella -. La Regione ha ignorato e sta ignorando da tempo i problemi sollevati dai sindaci: quello della devastazione delle  colture e quello dell'emergenza incidenti stradali, e non solo, creata dai cinghiali, che sono in sovrannumero e che ormai stanno invadendo ogni angolo di territorio. Ci sono stati riunioni in Prefettura, in Provincia, in Regione sulla questione. La Regione ha promesso norme e risorse per combattere e arginare il fenomeno; ha promesso la modifica del Regolamento venatorio, ma non ha fatto alcunché. Eppure, a Rocca Pia, è morto un consigliere comunale di 38 anni; a Bomba è morta una mamma che stava tornando a casa dopo una notte passata in fabbrica a lavorare. La Regione – prosegue il sindaco di Treglio – sta mostrando trascuratezza e scarso rispetto verso i cittadini. Molti sindaci della provincia di Chieti – rammenta – dopo incontri e confronti, avevano emanato un'ordinanza di abbattimento, bocciata dalla Prefettura in quanto ritenuta “non urgente e contingibile”. E' vergognoso il comportamento della Regione, che ha assunto impegni e non li ha mantenuti”.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 77

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione