Articoli filtrati per data: Martedì, 06 Novembre 2018

Chieti. Un appuntamento corale di assoluto valore artistico, storico, celebrativo da non perdere, domenica 11 novembre alle ore 17:00 presso la Chiesa Sacro Cuore a Chieti.

Il Concerto dedicato alla Pace tra gli uomini con il desiderio di porre fine a tutte le Guerre nel Mondo, è organizzato dalla Federazione Cori Italiani Chorus Inside, in collaborazione con l’Ass.ne Cori d’Abruzzo del Presidente Pasquale Veleno. L’evento, animato da oltre 180 coristi, aderisce al World Choral Day promosso dall’IFCM (International Federation for Choral Music) con il patrocinio dall’Associazione Nazionale Alpini Sezione Abruzzi.

I cori partecipanti sono:

GRUPPO A.N.A. PEPPINO ROMANO (Pescara) direttore Arnaldo Vernamonte

GRUPPO A.N.A. MEDIOSANGRO (Atessa) direttore Fioriti Menotti

GRUPPO A.N.A. SAN SALVO (San Salvo) direttore Antonio Litterio

GRUPPO A.N.A. VOCI DELLA MAJELLA (Montenerodomo) direttore Don Simone Calabria

CORO ACLI 2000 (Chieti) direttrice Diana Baboro

Presenzierà la serata il Generale Ugo Falcone.

I brani, diventati popolari, nati in prevalenza in trincea, che i cori clpini eseguiranno, ricorderanno le tragedie delle battaglie della Prima Guerra Mondiale ed il termine di quel terribile conflitto.

“Cantare per darsi coraggio”: quando il freddo e la guerra tolgono ogni speranza, le voci unite in coro possono dare conforto, calore, forza, anche per lenire come un balsamo le ferite mortali. Così sono nati i canti degli alpini, nei momenti più difficili o nel cogliere momenti di gioia da alternare al dolore; dal condividere un pericolo appena scampato o per consolarsi per i commilitoni “andati avanti”, come si usa in gergo alpino per indicare i caduti; gioire per una vittoria o celebrare la fine della guerra.

Il filone artistico dei canti alpini, intonati durante la Prima Guerra Mondiale, fu ufficializzato negli anni ’20, soprattutto per iniziativa della Società Alpinistica Tridentina, ma di molti canti ne sono rimaste poche tracce, peraltro distinte nelle varianti linguistiche, peculiarità regionali e rifacimenti, segno del grande proliferare di componimenti in tutte le regioni d’Italia.

Il Concerto che celebra la fine della prima Guerra Mondiale viene idealizzato come momento di riflessione e di consapevolezza a favore del valore universale della Pace, della fraternità e della solidarietà tra gli uomini.

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. “Credo che al Consorzio Bonifica Sud si stia rasentando l’impossibile e l’impensabile. Singolare e alquanto anomala infatti è la delibera del 25.10.2018, avente ad oggetto ‘elezioni consortili 2018 – Esame ricorso liste degli aventi diritto’, dove Franco Amicone in qualità di Commissario approva il ricorso che lui stesso ha presentato in data 18.10.2018, in veste però di conduttore agricolo, per richiedere di modificare le liste degli aventi diritto al voto e sostituire il sig. Toro Italo, nato a Sant’Eusanio del Sangro ed iscritto nello stesso Comune di contribuenza con il sig. Franco Amicone”. A dichiararlo è il Consigliere regionale di Forza Italia Mauro Febbo che spiega quanto segue: “Il Consorzio di Bonifica Sud vive ormai da 4 anni uno dei momenti più bui della sua storia amministrativa con l’attuale commissario impegnato maggiormente nella ricerca del modo come mantenere la posizione raggiunta piuttosto che tutelare gli interessi delle aziende e degli agricoltori del vastese. La delibera n.411 del 25 ottobre scorso è stata condivisa con relazione del Responsabile del Procedimento, Ing. Valerio Tommaso, ex Direttore del Consorzio di Chieti, allontanato dopo l’avvio delle indagini da parte della Procura di Chieti, cosiddetta operazione “Panda Rei” e oggi assunto in qualità di Direttore del Consorzio di Vasto dallo stesso Amicone. Praticamente, apprendiamo che il Sig. Franco Amicone, mentre svolge il suo ruolo da Commissario di un Ente in forte difficoltà finanziaria (ricordiamo che l’ultimo rendiconto 2017 da lui approvato ha chiuso con un disavanzo di amministrazione di circa dodici milioni di euro) si è contemporaneamente iscritto come impresa agricola con inizio attività 01.06.2018. Infatti, l’agricoltore Franco Amicone, per partecipare alle elezioni consortili, ha dovuto sottoscrivere un contratto con il quale afferma di essere coltivatore diretto ed effettuare tale attività nel Comune di Sant’Eusanio del Sannio. Tutto questo per farsi eleggere Presidente del Consorzio di Bonifica sud di Vasto. Sono passati due anni dalla nomina e nonostante i tanti soldi sottratti ai coltivatori e il contributo della stessa Regione (più di cinquecentomila euro), nonostante le entrate derivanti dai lotti di Chiauci finanziati (più di un milione e cinquecentomila euro), e nonostante il riaccertamento dei residui effettuati con delibera di Amicone del 28.12.2017 (residui passivi eliminati pari a tre milioni di euro) il conto consuntivo dell’anno 2017, approvato con delibera commissariale n. 307 del 10.08.2018, chiude con un disavanzo di circa dodici milioni di euro.

"Il Consorzio invece di azzerare il disavanzo amministrativo ha aumentato invece i suoi dirigenti, i dipendenti e gli incarichi e le consulenze per pochi eletti, tanto da trasformare l’ente vastese in vero e proprio postificio”. “Nonostante tutti i disastri, il Commissario Amicone adesso aspira addirittura ad essere eletto Presidente del Consorzio di Bonifica Sud. Questo dimostra – conclude Febbo - quanto da me affermato in questi quattro anni e soprattutto l’incompetenza e l’inaffidabilità del Commissario Amicone che ho invitato più volte a dimettersi”.

Pubblicato in Politica

Pianella. Sarà inaugurato giovedì 8 novembre 2018 il sedicesimo anno accademico della università della terza età, sede distaccata di Pianella. Per la prima volta, dopo aver coordinato e promosso questa e tante iniziative culturali, non ci sarà la compianta prof.ssa Mira Cancelli Falasca, recentemente scomparsa.
Sarà rinnovato, anche nel segno del suo indelebile ricordo, l’impegno della Città vestina nella promozione di lezioni nella sede decentrata, rispetto a quella principale di Pescara, presso il Palazzo della Cultura, situato nel centro storico cittadino. Le lezioni si terranno da novembre a maggio toccando svariate tematiche grazie alla partecipazione di docenti e appassionati.
Come da tradizione l’amministrazione comunale, durante la cerimonia inaugurale, ha inteso promuovere una iniziativa collaterale. Nella fattispecie, in questa occasione, ci sarà la presentazione di 2 volumi: “ Il mio Flaiano. Un satiro malinconico” di Enrico Vaime e Licio di Biase e “Con la pelle ascolto” di Cristina Mosca.
Interverranno il presidente dell’associazione “Cultura e Terza età”, dott. Fabbrocino, gli autori Licio Di Biase e Cristina Mosca.
“Confermiamo l’impegno ed il sostegno per questo appuntamento annuale, afferma il sindaco Marinelli, perché rappresenta una occasione di crescita e di confronto per tutti. Sarà sicuramente una serata diversa dalle altre in quanto, per la prima volta, non potremo contare sulla preziosa guida della prof.ssa Cancelli ma, ne siamo certi, avrebbe desiderato la massima continuità per questa iniziativa che volge lo sguardo alla grande età”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Il cartellone musicale della Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara” prosegue, venerdì 9 novembre, al Teatro Massimo di Pescara, con il primo dei due Progetti Speciali previsti nella stagione: Bustric e Il Piccolo Principe. L'opera di Antoine de Saint Exupery viene riletta da Bustric con il duo pianistico formato da Paola Biondi e Debora Brunialti: un racconto liberamente ispirato al celebre libro, un lavoro in cui parole e musica corrono in equilibrio sul filo che unisce magia e sorpresa.

Lo spettacolo si svolgerà al Teatro Massimo di Pescara, con inizio alle ore 21. Il biglietto di ingresso costa 20€ (ridotto a 15€ per i soci della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara") e si può acquistare sui circuiti online e a Pescara, presso la sede di Via Liguria.

Il concerto è realizzato nell'ambito del Progetto Circolazione Musicale in Italia del CIDIM - Comitato Nazionale Italiano Musica.

La musica è come l'acqua, prende la forma del recipiente dove la si mette pure restando sempre acqua. Con questo gioco di parole, Bustric ci informa che la musica rende liberi gli spettatori e gli attori, perché pure essendo uguale per tutti, è diversa per ognuno. Ognuno la può interpretare come vuole. La musica è un compagno di viaggio capace di divenire protagonista in ogni istante senza mai essere prevaricatrice.

Da molti anni, Bustric compone e gioca con storie e personaggi che con la musica dialogano. Il suo mondo fatto di magia, giochi di prestigio, giocolerie, pantomima e parole, si sposa magnificamente bene con questa antichissima arte che, certo, è nata con l'uomo. Questo Piccolo Principe, liberamente ispirato all'opera di Antoine de Saint-Exupéry, ne è una prova. Il racconto che tutti conoscono diviene spunto di scene che si dilatano e creano sorprese. Del Piccolo Principe si cerca qui la meraviglia nascosta dietro le parole. È una rappresentazione libera e leggera, dove la scena semplice per scelta e necessità si trasforma a seconda del momento, divenendo ogni volta paesaggio e spazio magico, diverso. Il gioco stesso racconta e diviene storia.

La Stagione Musicale della Società del Teatro e della Musica "Luigi Barbara" prosegue con la diciannovesima edizione di Jazz 'n Fall: il Teatro Massimo di Pescara ospiterà mercoledì 14 novembre 2018 il concerto di Antonio Sanchez & Migration, giovedì 15 novembre il duo formato da Emilia Zamuner e Massimo Moriconi e la New Talents Jazz Orchestra diretta da Mario Corvini e, infine, venerdì 16 novembre, il piano solo di Alessandro Lanzoni e "Voce di terra", concerto che vedrà impegnati il Fabrizio Bosso Quartet e l'Estro String Orchestra sulle musiche composte e dirette da Paola Crisigiovanni.


Scheda del Concerto

Bustric e Il Piccolo Principe
libero adattamento dal racconto
di Antoine de Saint-Exupéry
uno spettacolo di e con
Bustric (Sergio Bini)
e con il Duo pianistico
Paola Biondi
Debora Brunialti

Musiche di Claude Debussy, George Bizet, Maurice Ravel, Aurelio Canonici

Venerdì 9 novembre 2018. ore 21

Teatro Massimo
Pescara. Via Caduta del Forte, 15

Biglietto di ingresso. 20€ (Soci STM Luigi Barbara: 15€)

Pubblicato in Cultura e eventi

Torna la terza edizione del Volcano Rock Fest, il festival indipendente dedicato alla nuova generazione rock e metal, promosso dall'etichetta discografica Volcano Records che quest'anno raddoppia affiancando alla data di Milano, uno show a Berlino.
Ecco la timeline ufficiale dei due eventi

9 Novembre - Legend Club, Milano - Free Entry
18.30 - 20.00: Countdown To Volcano Rock Fest - aperitivo a porte chiuse riservato ad addetti ai lavori e stampa, con spazio interviste e showcase acustico di Breaking Larsen Theory e Venus Mountains (l'evento sarà trasmesso in diretta radiofonica su Milano XR)
20.00: Apertura porte
20.30 – 21.00: Red Riot
21.15 – 21.50: Ephyra
22.05 – 22.35: Gianluca Ferro
22.45 – 23.40: Love Machine
00.00 – 01.00: Thomas Silver (ex chitarrista degli Hardcore Superstar)
Facebook event: https://www.facebook.com/events/166289090959565/

11 Novembre - Badehaus, Berlino
19.00: Apertura porte
19.30 – 20.15: Profane Sanctum
20.30 – 21.15: Endless Nine
21.30 – 22.15: Doctor Victor
22.30 – 23.15: Sudden Decay
23.30 – 00.30: The Shell Collector
Facebook event: https://www.facebook.com/events/2186433864960230/


Per maggiori informazioni
www.volcanopromotion.com/volcanorockfest
www.facebook.com/volcanopromotion
www.facebook.com/VolcanoRockFest

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. L’Europa Ovini, dovendo smaltire l’amarezza per la prova di Nardò, non può far altro che concentrarsi per il derby di domenica 11 in casa con Campli. L’andamento altalenante della compagine teatina potrà stabilizzarsi contro i farnesi. Ma Valerio Staffieri predica calma e lucidità al fine di non prendere sottogamba il nostro prossimo impegno. Staffo questa sera sarà a "Super Basket" alle ore 21 su Super J (Canale 634) e in diretta Facebook e domani, allo stesso orario, a "Passione Basket" su Rete8 Sport (Canale 11).

Valerio sei partite giocate con tre vittorio di carattere e altrettante sconfitte maturate in modo diverso: con Nardò cos'è mancato secondo te, a parte l'intensità specie nel secondo tempo?

“Con Nardò c’è mancato un pizzico di pazienza nel senso che per larghi tratti siamo stati punto a punto giocandocela. Poi, quando nel terzo quarto siamo andati sotto nel punteggio, è scattato il meccanismo di provare a risolverla ognuno per sé. Questo è chiaramente un problema ma, allo stesso tempo, sintomo di grande responsabilità perché io, con tutta onestà, non ho visto nessuno dei miei compagni tirarsi indietro. Ritengo che su questo si possa lavorare tranquillamente”.

Hai avuto alcuni problemi fisici in estate che non ti hanno permesso di completare la preparazione al meglio. Tuttavia stai rientrando nei meccanismi. Come vedi la situazione della squadra? su cosa bisogna cambiare registro? Quali sono, invece, i punti di forza?

“Ormai sono rientrato a tutti gli effetti, sto bene e non ho “scuse” per giustificare le mie prove. La squadra deve riuscire a trovare un equilibrio tra chi è in panchina e chi viene schierato sul parquet affinchè tutti possano dare il 100% nei minuti durante i quali vengono chiamati in causa. Abbiamo un roster lungo e di talento, capace di giocare una buonissima pallacanestro come abbiamo dimostrato in più di un’occasione. Da questo dobbiamo ripartire per cambiare il trend che spesso ci vede alternare momenti di brio a blackout totali: se il coach ci chiama a giocare cinque, dieci o trenta minuti, dobbiamo farlo sempre al 110% con la certezza che dopo ci siano compagni pronti a fare lo stesso”.

Al momento sembra chiaro che l’Europa Ovini Chieti abbia più difficoltà a giocare lontano dal PalaTricalle. Perché secondo te?

“La Serie B è un campionato in cui i campi, specie al sud, sono molto caldi. Noi, fin qui, abbiamo giocato forse con due delle squadre che hanno il fattore campo più marcato come Corato e Nardò. È chiaro che in casa siamo sostenuti dalla spinta del pubblico ed abbiamo riferimenti che in altri impianti non ci sono. Si tratta di piccoli dettagli che, forse, adesso ci fanno rendere meglio al PalaTricalle che fuori ma, a lunga andare, miglioreremo anche in questo, perché non tutte le settimane giocheremo in campi infuocati come Corato o Nardò per l’appunto”.

Di fatto si tratta di un problema che verrà messo in secondo piano nell'immediato futuro con due partite in casa (Campli e Senigallia). Tu che, avendo giocato a Teramo lo scorso anno conosci bene le abruzzesi, vuoi dare un parere sui farnesi, elencandone punti di forza e di debolezza?

“Campli, rispetto alla squadra contro la quale ho giocato io lo scorso anno, è completamente diversa, avendo puntato su ragazzi molto giovani, forse troppo per certi versi. Però questa gioventù può giocare a loro favore, rendendoli imprevedibili e non avendo alcuna pressione: tutto ciò che viene dal campo per loro è positivo. Non dovendo preoccuparsi del risultato, anche in virtù delle novità su Lamezia, scendono in campo con la testa sgombra. Di contro una squadra molto giovane è altrettanto inesperta, rischiando di commettere errori grossolani. Noi dobbiamo concentrarci sulla partita perché vogliamo subito riscattare la sconfitta di Nardò, tornando a vincere in casa per convincere noi ed il pubblico che siamo una squadra forte”.

Pubblicato in Sport
Martedì, 06 Novembre 2018 00:00

Obiettivo Coppa Italia: Tombesi a Roma

Ortona. Pochi giorni dopo aver conquistato la quinta vittoria in campionato, la Tombesi si butta con la stessa fame e la medesima voglia di fare risultato nell’altra competizione che la società ha indicato come obiettivo stagionale. Inserita nel “triangolare 2” del girone B, la formazione ortonese ha vinto la prima partita, disputata in casa il 29 settembre scorso, contro la Virtus Aniene 3Z (5-4 il risultato finale): una vera e propria battaglia, decisa da uno straordinario gol di Renan Pizzo e dal tiro libero parato da Francesco Mambella su Sanna negli ultimissimi secondi. La Virtus Aniene ha poi battuto in casa 4-3 l’Olimpus Roma, ed è dunque Olimpus-Tombesi l’ultima gara del triangolare e quella decisiva per il passaggio del turno. Ai gialloverdi basterebbe anche solo un pareggio, o persino una sconfitta di misura (ma in tal caso diventerebbe decisivo il numero dei gol fatti) per finire primi, ma mister Ricci vuole arrivare a Roma senza fare calcoli e giocare per vincere. In campionato, alla seconda giornata, finì 6-1 per la Tombesi contro lo stesso avversario, ma domani sarà un’altra storia, e il tecnico gialloverde se la giocherà con le carte migliori a sua disposizione:

“Giocheranno i migliori, quelli cioè che stanno meglio, che pensano al bene della squadra e che hanno come obiettivo il migliore risultato per la squadra, senza pensare ai propri obiettivi personali. Darò spazio a quelli che, a mio giudizio, cercheranno di dare il massimo per il passaggio del turno. Purtroppo, anche in Coppa sarò costretto a compiere una scelta dolorosa e a lasciar fuori uno dei brasiliani, ma in compenso vorrei portare con noi qualche ragazzo della nostra Under 19, che tanto bene sta facendo nel suo campionato e i cui risultati sono tanto apprezzati da me e dalla società. Questa settimana chiederò un sacrificio ai miei giocatori, quello di stringere i denti e giocare al massimo tre gare in sette giorni, perché dopo l’impegno di Coppa ci aspetta la trasferta di campionato a Grosseto. Poi ci sarà una settimana di stop, che ci permetterà di ricaricare un po’ le energie e di affrontare al meglio la parte finale del girone d’andata, che presenta moltissime insidie. Ma oltre al campionato, vogliamo andare avanti anche in Coppa Italia, per cui domani si dovrà vedere in campo la migliore Tombesi”.

Pubblicato in Sport

Fossacesia. La Regione Abruzzo, nell’ambito del Programma "Masterplan Abruzzo - Patto per il Sud" (Settore prioritario "Ambiente") ha finanziato, per un importo di €. 1.440.000,00. Il progetto presentato dal Comune di Fossacesia, per la bonifica della discarica dismessa, situata nei pressi del Cimitero Comunale. Gli interventi sull’ex impianto comunale riguarderanno la delimitazione dell’area di discarica; la regimentazione delle acque piovane; l’asportazione del materiale inquinante; la realizzazione di opere di sostegno delle parti instabili; drenaggio perimetrale del corpo dei rifiuti; realizzazione del capping con il quale verrà coperta l’ex discarica. Le procedure per l’appalto dei servizi di progettazione saranno avviate appena verrà formalizzata la concessione del finanziamento. “Raccogliamo il frutto di un intenso lavoro che abbiamo svolto in questi anni – afferma il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio -. Le nostre argomentazioni, sostenute in vari incontri avuti con il Dipartimento delle Opere Pubbliche, Governo del Territorio e Politiche Ambientali nonché con il Servizio Gestione Rifiuti della Regione Abruzzo ed il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale Mario Mazzocca, circa la necessità d’intervenire per bonificare l’area sotto l’aspetto ambientale ed evitare smottamenti di una parte dell’impianto verso Fosso San Giovanni, hanno avuto la giusta attenzione. Il risanamento dell’area ci permetterà di poter eseguire dei lavori di rinverdimento della zona che andrà a migliorare gli spazi verdi della città”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Un viaggio in bianco e nero per raccontare l’Abruzzo degli anni ’30 e ’40, dai ritratti di famiglia, alle tradizioni popolari, dalla vita nelle campagne, alla Seconda Guerra Mondiale.

Sarà inaugurata domenica 11 novembre 2018, alle 17.00 all’Aurum di Pescara, la mostra fotografica “Tempi lunghi”, oltre 100 immagini in bianco e nero scattate dal fotografo abruzzese Tonino Di Venanzio, a cura di Eleuterio Antinucci.

Di Venanzio (1909-1982), originario di San Valentino in Abruzzo Citeriore, fu fotografo, artista e artigiano di grande pregio; con il suo obiettivo ha saputo immortalare un ventennio di storia, immagini d’epoca che descrivono momenti di festa, scene di matrimoni di paese, attimi di vita familiare.

Una carriera lunga oltre 40 anni per Di Venanzio, che dagli anni ’30 agli anni ‘60 attraverso i suoi scatti ha testimoniato l’Abruzzo del Dopoguerra, le tradizioni contadine e l’emigrazione dei piccoli paesi dell’entroterra nostrano, lasciandoci un prezioso racconto sociologico dell’Abruzzo del Novecento.

 

L’evento, che gode del patrocinio della Regione Abruzzo, dell’assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, della Provincia di Pescara e del Comune di San Valentino, è organizzato dalla famiglia Di Venanzio, in collaborazione con le associazioni FIAF, Amici del Museo dei fossili e delle ambre e Sanvalentinesi fuori le mura.

 

Alla figura artistica del fotografo sanvalentinese, è dedicato il Premio di fotografia “Tonino Di Venanzio”, che sarà assegnato il prossimo 1 dicembre a San Valentino. La cerimonia sarà anche l’occasione per premiare i vincitori del Concorso fotografico e gli alunni delle scuole medie di San Valentino, San Giovanni Teatino e del Liceo scientifico “D’Ascanio” di Montesilvano che hanno presentato oltre 100 lavori incentrati sulla storia e le tradizioni locali.

 

A comporre la giuria del Concorso fotografico, l’ottico e fotografo Carlo Di Venanzio (presidente), Gianni Iovacchini (direttore artistico, docente Fiaf), Giovanni Bucci (critico d’arte), Maurizio D’Amato (esperto di fotografia), Enzo Federico (fotoamatore), Alejandra Meda (architetto), segretario della giuria Beniamino Gigante (presidente Associazione Amici del Museo dei Fossili e delle Ambre).

La mostra, a ingresso libero, rimarrà aperta fino al prossimo 21 novembre. Orari: 9,00/13,00 - 15,00/19.30.

Pubblicato in Cultura e eventi
Martedì, 06 Novembre 2018 00:00

Giuseppe De Mita a Pescara

Pescara. Venerdì 9 novembre alle ore 17.30 al Mediamuseum, su iniziativa del Movimento "Democratici e Popolari per l'Abruzzo" , si terrà un convegno con la partecipazione di Giuseppe De Mita dal significativo e attualissimo titolo: "In nome del popolo sovrano! L'equivoco tra popolari, populisti e popolani". L'iniziativa rientra anche nel percorso della costituzione della "Rete Bianca", contenitore di esperienze popolari e cattolico-democratriche. L'incontro sarà un'occasione per aprire una riflessione sulle elezioni regionali e amministrative del 2019, a cui il Movimento intende fornire il proprio contributo, sostenendo i Candidati a Presidente di Regione e a Sindaco dei Comuni di Pescara e Montesilvano in sintonia con visioni moderate ed in grado di imprimere svolte importanti nel governo del territorio.

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione