Articoli filtrati per data: Aprile 2018

San Giovanni Teatino. Il Comune di San Giovanni, attraverso lo sportello Sangiò Lavoro, e Alleanza Assicurazioni agenzia di Pescara organizzano l'open day "Progetta il tuo futuro in Alleanza - Orientamento al lavoro in campo assicurativo" per giovedì 10 maggio 2018, ore 16.00, presso la sala consiliare del Comune.
"La sinergia tra attività operanti sul territorio e il nostro Comune - afferma il Sindaco Luciano Marinucci - è fondamentale per la crescita del tessuto sociale. Lo sportello Sangiò Lavoro è, in tal senso, un ponte solido che facilita l'incontro tra la domanda e l'offerta. Nell'ultimo periodo stiamo infatti potenziando le attività affinché tutti abbiano maggiori possibilità di inserimento nel mondo del lavoro: esorto tutti i miei concittadini alla ricerca di un impiego, di passare allo sportello per tutte le informazioni utili".
"Nel comune di San Giovanni Teatino - rende noto l'assessore alle politiche per il lavoro Ezio Chiacchiaretta - Alleanza Assicurazioni ci ha comunicato di avere circa 500 clienti per un fatturato annuo che supera il milione di euro di risparmi e investimenti, con un trend di crescita del 5% da più di 5 anni. Attualmente sul territorio operano 3 professionisti, di cui 2 dipendenti, ma Alleanza ha annunciato un piano di espansione, nel periodo 2018-2020, con l'inserimento e l'avviamento professionale di 4 profili di elevato spessore per aumentare la clientela del 50% e l'apertura di una filiale con 4-6 giovani professionisti del nostro territorio".
Alleanza Assicurazione, attraverso il progetto "Generazione Alleanza" dedicato ai giovani 'millennials' e al percorso formativo "Università del Settore", vuole offrire, in sinergia e collaborazione con il Comune di San Giovanni Teatino, un'eccellente opportunità ai giovani laureati e diplomati che andrà a conoscere e selezionare.
I candidati devono mandare il curriculum vitae a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o consegnarlo allo sportello Sangiò Lavoro (piano terra del Comune), entro martedì 8 maggio 2018.
Questa la road map di avvicinamento all'evento:
• lo scorso 27 aprile 2018 è stato pubblicato l'annuncio,
• tra lunedì 7 e martedì 8 maggio prossimi ci sarà la pre-selezione dei candidati e dei CV presso i locali di Sangiò Lavoro con lo staff e il coach di Alleanza,
• giovedì 10 maggio (dalle 15.30 alle 18.00) ci sarà la presentazione del programma "Generazione Alleanza" ai giovani pre-selezionati (max 10/12),
• lunedì 14 maggio 2018 è previsto l'avvio del percorso formativo per i 4 selezionati.

Pubblicato in Economia

Pescara. Ci saranno solo gli studenti dell’Istituto Aterno Manthoné di Pescara a rappresentare l’Abruzzo allo Zero Hackathon 2018, la manifestazione in programma dal 2 al 4 maggio a Roma, al Foro Italico, allestita da Sioi (Società italiana per l’organizzazione internazionale), Movimento studentesco (Msoi-Unya Italy) in partnership con l’ambasciata degli Stati Uniti in Italia. Le gare saranno svolte esclusivamente in lingua inglese.

Gli studenti della classe 4C Sia (Sistemi informativi aziendali - curvatura Tecnico dello sport) che rappresenteranno la scuola pescarese sono: Giada D’Arcangelo Samuele Falcone, Alessia Fusella, Alessio Iannone, Lisa Paravia, Marius Prisecaru, e saranno accompagnati dal docente di Scienze motorie, Serafino Guardiani e dalla Dirigente scolastica Antonella Sanvitale.

L’Aterno Manthoné è dunque l’unica scuola d’Abruzzo a partecipare a questa manifestazione di importanza internazionale. Un modo eccellente di concepire lo studio delle tematiche sportive con l’attenzione allo sviluppo di soluzioni per il web. Il corso di Tecnico dello sport implementato nell’istituto pescarese, infatti, consente agli studenti di coniugare le competenze Ict (Information and communications technology) con lo studio delle lingue straniere, del management e del marketing dello sport e delle scienze motorie.

Dal 2 al 4 maggio 160 studenti di scuola secondaria superiore e universitari, provenienti da ogni parte del mondo, si riuniranno a Roma per presentare delle proposte innovative sullo sport quale veicolo di tolleranza, inclusione sociale, e uguaglianza di genere. I partecipanti riuniti in 20 team sottoporranno i progetti a una giuria qualificata che ne valuterà l'innovazione, l’impatto e la sostenibilità. Il 4 maggio il progetto migliore verrà premiato durante una cerimonia al ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale.

Cos’è lo Zero Hackathon.
Una competizione di idee sullo sport che selezionerà, quest’anno, le migliori proposte in tema di sport come strumento di promozione della pace e dello sviluppo. Lanciato per la prima volta nel 2016, Zero Hackathon è una competizione internazionale per studenti, interamente svolto in lingua inglese, che ha lo scopo di generare soluzioni creative a impatto significativo sulle principali sfide globali.
Perché zero? La sfida è stata pensata come una maratona di idee unica, partendo da zero: zero nel trovare soluzioni completamente nuove, zero nello sviluppare il pensiero critico in un ambiente dinamico e zero nel dare forma a una nuova frontiera di problem solving e sviluppo di proposte; zero per contribuire al coinvolgimento dei giovani nell’attuazione della nuova Agenda per lo sviluppo sostenibile, poiché saranno i più influenzati dai suoi effetti.

I numeri.
160 studenti universitari e delle scuole superiori, 20 squadre interdisciplinari, 4 sfide, 5 squadre per sfida,
4 mentori, 20 facilitatori, 1 giuria multidisciplinare.

ZERO HACKATHON 2018
“Lo sport è anche un importante fattore di sviluppo sostenibile: riconosciamo il crescente contributo dello sport alla realizzazione dello sviluppo e alla pace nella promozione della tolleranza e del rispetto e dei contributi che fornisce all’empowerment delle donne e dei giovani, degli individui e delle comunità così come agli obiettivi di salute, educazione e inclusione sociale”. Dichiarazione dell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Ulteriori info: https://www.romunsioi.org/ 

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. Esordio al top nel campionato di serie D1 per la squadra maschile del Circolo Tennis Vasto. Il team vastese è composto da Paolo Cartuccia (classifica 2.8), Alberto Mastrangelo (classifica 3.1), Stefano Di Matteo (classifica 3.2) e l'Under 18 Lorenzo Marini (classifica 3.5) e seguita dai maestri Danilo Licitra e Marianna Perpetua. Ieri nella trasferta di Campobasso, primo turno effettivo per loro dopo aver effettuato il riposo nella prima giornata, non c'è stata storia: 4-0 il risultato al termine della giornata. Nette quasi tutte le vittorie dei tennisti del Circolo Tennis Vasto contro i rivali.
Cartuccia ha inflitto un secco 6/0 - 6/0 a Fusco. Anche il giovane Marini non è stato da meno sconfiggendo l'atleta dell''ATD Campobasso De Lucrezia per 6/3 - 6/3. E' stato poi il turno di Mastrangelo che partito con il piede sbagliato perdendo il primo set 3/6 contro Catolino ha poi ribaltato il risultato vincendo i successivi due set 6/4 - 6/4. Nel doppio non c' è stata storia. I vastesi Di Matteo e Marini hanno chiuso con un 6/0 - 6/0.

Quattro vittorie che danno i primi punti alla squadra del Circolo Tennis Vasto che domenica 6 maggio sarà impegnata in casa contro l'A.S.D. Sporting Club Montenero.

Pubblicato in Sport

Chieti. Per il giorno mercoledì 2 maggio 2018, dalle ore 00:00 alle 05:30, dalle ore 08:30 alle ore 13:00 e dalle ore 16:00 alle ore 24:00, è indetto uno sciopero da parte di una sigla sindacale che potrebbe produrre qualche difficoltà nell’effettuazione dei servizi sia autolinea che ferroviari.

A causa delle modalità dall’astensione lavorativa, alla ripresa del servizio a termine delle tre fasce indicate, alcune corse potrebbero non essere garantite.

TUA S.p.A. si scusa, sin d’ora, per eventuali disagi che dovessero verificarsi ed assicura la massima assistenza alla clientela.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. Il Chieti Calcio Femminile viene fermato in casa dalla capolista Roma: all’Angelini finisce 3-3 una partita dalle mille emozioni che lascia non poco rammarico nelle ragazze neroverdi per le tante occasioni sprecate fra le quali un calcio di rigore che Casaroli ha parato a Vukcevic nel secondo tempo.

A due giornate dalla fine il discorso per il terzo tempo si complica: la Lazio è seconda in classifica a 49 punti, la Roma Decimoquarto terza a 47, seguono Chieti e Grifone Gialloverde rispettivamente a 42 e 39. Le ragazze di mister Lello Di Camillo dovranno dunque necessariamente vincere lo scontro diretto in trasferta domenica prossima con la Roma Decimoquarto, battere poi il Salento in casa all’ultima giornata e vedere i risultati dagli altri campi. A quel punto si farà il bilancio di una stagione che, qualunque sarà il verdetto finale, ha visto le neroverdi grandissime protagoniste ben oltre ogni più rosea previsione. Chieti e Roma si sono date battaglia in campo come storicamente è successo sempre fra le due formazioni in una partita corretta e molto bella. Neroverdi con il ritorno di Carmosino dal primo minuto, per il resto le undici iniziali sono quelle della partita persa contro il Grifone Gialloverde.

Dopo le prime fasi di studio, occasione per la Roma al 4' con uno scambio veloce fra Proietti e Weithofer, quest’ultima serve ancora la compagna di squadra che tira a lato. Al 13' le giallorosse partono in contropiede, Vigliucci pesca bene Pedullà che arriva davanti a Balbi e la fredda scavalcandola in uscita con un pregevole tocco sotto: è il gol che sblocca il match. Al 20' sul calcio d’angolo di Vukcevic prova la conclusione Tagliaferri, un difensore giallorosso devia vistosamente il pallone con il braccio, ma l’arbitro lascia proseguire. Sei minuti dopo Lorè su punizione mette a lato.
Al 28' Tagliaferri per Giulia Di Camillo, ma il suo tiro viene rimpallato. Poco dopo sul colpo di testa della stessa Giulia Di Camillo un difensore devia il pallone in angolo. Al 33' da un cross dalla fascia la sfera arriva a Proietti che spara alto a due passi da Balbi. Due minuti dopo perde palla Ferrazza, gran botta dal limite dell’area di Berarducci, parata miracolosa di Balbi in tuffo. Le giallorosse raddoppiano al 38': azione prolungata in velocità, il pallone arriva sui piedi di Weithofer che mette in rete. Il Chieti reagisce bene e trova subito il gol con Pica che fa secca Casaroli con un preciso rasoterra un minuto più tardi ed accorcia le distanze. Allo scadere del primo tempo ancora Pica ha la palla del possibile pareggio, ma, lanciata a rete, si divora un’occasione d’oro mettendo a lato sull’uscita di Casaroli. Si va dunque al riposo con la Roma in vantaggio per 2-1.

La ripresa comincia nel segno della Roma quando al 6' Capparelli prova il diagonale da posizione defilata, ma il pallone sibila il palo lontano. Cinque minuti dopo Balbi si accartoccia bene sulla conclusione dal limite di Proietti. Al 14' Gangemi ci prova da fuori area, palla alta. Al 18' la punizione di Vukcevic finisce alta di pochissimo. Il Chieti sposta sempre più il baricentro del gioco in avanti e la tattica trova i suoi frutti al 19': azione personale di Giulia Di Camillo che si accentra in area e con un rasoterra millimetrico mette il pallone a fil di palo. Al 23' fallo di mano in area giallorossa, l’arbitro indica il dischetto. Tira Vukcevic, Casaroli si distende e devia miracolosamente il pallone salvando il risultato. Due minuti più tardi Vukcevic prova il tiro a giro, ma la sfera finisce di un nulla lontano dall’incrocio dei pali. La Roma torna in vantaggio alla mezzora: Balbi non trattiene la conclusione di Vigliucci, arriva in corsa Tumbarello che deposita nella rete sguarnita. Al 42' il Chieti perviene al pareggio: lancio di Giulia Di Camillo grazie per Tagliaferri che fa secca Casaroli con un gran tiro da posizione impossibile. Non succede più nulla fino al termine: è un pareggio che lascia tanto amaro in bocca.

 

Tabellino della partita:
Chieti Calcio Femminile - Roma Calcio Femminile 3-3
Chieti Calcio Femminile: Balbi, Di Camillo Giada, Ferrazza, Benedetti (43'st La Mattina), Vukcevic, Di Camillo Giulia, Tagliaferri, Gangemi, Carmosino (33'st Coscia), Antonsdottir, Pica (34'st Falcocchia). All.: Di Camillo Lello. A disp.:
Roma Calcio Femminile: Casaroli, Capparelli, Vigliucci, Berarducci, Cacchioni, Morra, Lorè, Tumbarello, Pedullà (31'st Della Vecchia), Proietti, Weithofer. A disp,.: Felicella, Conte, Tarantino, De Angelis, Bruni, Carbonara. All.: Piras Roberto.
Arbitro: Ozzella di Benevento.
Assistenti: Buonpensa e Morelli di Pescara.
Marcatrici: 13' pt Pedullà, 38'pt Weithofer, 39'pt Pica, 19'st Di Camillo Giulia, 30'st Tumbarello, 42'st Tagliaferri.
Ammonite: Lorè, Casaroli, Della Vecchia.


IMPRESSIONI POST PARTITA DI GIULIA DI CAMILLO: “Non ho visto il calcio di rigore, mi sono girata per non guardare: mi hanno detto che Vuk l’ha tirato molto bene. I rigori si possono sbagliare, tanto di cappello al portiere della Roma che è stata brava. La partita è andata abbastanza bene: nel secondo tempo abbiamo giocato quasi in maniera perfetta, nel primo un po’ meno. Allo scadere del primo c’è stata anche la grande occasione per Pica dopo che aveva anche segnato, peccato. Episodi a parte ci prendiamo il punto: quando si gioca contro la squadra che ha vinto il girone è sempre guadagnato. Noi siamo l’unica squadra ad aver preso quattro punti alla Roma. Non dovevamo perderne altri per strada durante il nostro campionato, ma non si può cambiare il passato, si può farlo con il futuro. Ci aspettano due partite: abbiamo un unico risultato da fare contro la Roma Decimoquarto per poi cercare di farlo anche con il Salento sperando che loro non vincano più. Dobbiamo in primis pensare a vincere noi più che altro per toglierci una soddisfazione e sognare. Sappiamo benissimo che non siamo partite con l’obiettivo di arrivare fra le prime tre, ma con quello di ricostruire qualcosa che si era rotto, in questo siamo riuscite. Ora bisogna fare quest’ultimo sacrificio e se avremo seminato bene raccoglieremo i frutti. Chieti - Roma è sempre una partita particolare, bella per noi che la giochiamo e per chi viene a vederla. Per quanto ci possa essere agonismo, c’è sempre massimo rispetto. Loro, nonostante abbiano vinto il girone, giocano sempre per vincere e mi auguro lo facciano fino alla fine. Mi aspetto che con la Roma Decimoquarto giochino al massimo, ne sono sicura visto che è anche un derby. Noi con la Roma abbiamo dato il massimo, è arrivato un punto che va bene lo stesso. Loro hanno una rosa predisposta per puntare ad andare in Serie A, noi però abbiamo dimostrato che possiamo stare a certi livelli. Se dovessimo riuscire a fare tre punti con la Roma Decimoquarto ce la giocheremmo con il Salento in casa sperando che loro vadano a perdere con la Roma. Ora noi dobbiamo guardare a noi stesse: se vinciamo contro la Roma Decimoquarto dimostriamo che abbiamo la carte in regola per stare fra le prime tre. Io ci credo ancora tantissimo, ci avrei creduto anche in caso di sconfitta contro la Roma: è giusto crederci , tutta la squadra ci crede. Se siamo brave a sacrificarci in campo come abbiamo fatto con la Roma possiamo compiere questo piccolo miracolo. Abbiamo disputato il campionato con una rosa ristrettissima, dunque sarebbe giusto parlare di miracolo in caso di terzo posto. Spero che la gente, come ha fatto contro la Roma, ci continui a dare tutto quel calore soprattutto in casa. Dobbiamo dare tutto fino alla fine, però ora pensiamo alla partita con la Roma Decimoquarto: loro stanno benissimo in questo momento e giocheranno in casa. Sarà un match molto equilibrato: vincerà chi starà meglio e chi sbaglierà meno. Tornando ai novanta minuti con Roma per me è mancata un po’ di attenzione: potevamo evitare i primi due gol per come ci ha predisposto il mister in campo, soprattutto il primo è arrivato da un fallo laterale nostro. A questi livelli la paghi cara. Nel secondo tempo abbiamo messo più attenzione, ma non è bastato per arrivare alla vittoria”.

Pubblicato in Sport

Pescara. Ha colto nel segno l'iniziativa fortemente voluta da Vincenzo Lattuchella, presidente dell'Avis Comunale Pescara, che ieri, in occasione dell'apertura straordinaria della sede di corso Vittorio Emanuele II, 10, e oggi, vigilia della Festa dei Lavoratori, con la quale è stata regalata una t-shirt a tutti i giovani dai 18 ai 30 anni che hanno deciso di donare il sangue.

A tutti i ragazzi, in totale una ventina, che si sono sottoposti al prelievo ematico è stata donata una maglietta con raffigurata la goccia di sangue simbolo dell'Avis, l'associazione volontari italiani del sangue.

Oltre ai venti giovani che hanno donato il sangue c'è da registrare anche l'iscrizione di due nuovi soci all'Avis Comunale Pescara.

L'obiettivo dell'iniziativa, che fa seguito all'appello lanciato nelle settimane scorse da Lattuchella per il coinvolgimento di un numero sempre maggiore di giovani, era proprio quello di intercettare quella fascia dai 18 ai 30 anni che manca per il naturale ricambio dei donatori di sangue.

«Siamo molto contenti della risposta avuta da parte dei giovani che si sono mostrati sensibili alla tematica molto importante della donazione del sangue», afferma Lattuchella, «ma proprio adesso che ci avviciniamo ai mesi caldi dell'anno c'è ancora più bisogno di donatori, visto che storicamente il numero di donazioni tende a calare. Per questa ragione rinnoviamo l'invito a venirci a trovare a tutti i giovani che possano offrire il loro contributo, sia in termini di donazione del sangue che di supporto alla nostra associazione».

Per informazioni ci si può rivolgere alla sede dell'Avis Comunale Pescara in corso Vittorio Emanuele II, 10, nei seguenti giorni e orari:

• Lunedì e martedì dalle ore 7:30 alle 15;
• Mercoledì e venerdì dalle 7:30 alle 12 e dalle 16 alle 19:30;
• Sabato dalle 7:30 alle 12;
Ogni ultima domenica del mese apertura straordinaria dalle 9 alle 12.

Pubblicato in Cronaca

Chieti. “La squadra è pronta a dare battaglia, giochiamo davanti al nostro pubblico e possiamo solo fare bene”. Umberto Marino alla vigilia di Chieti F.C. – Spoltore scalda i motori in casa neroverde in vista della semifinale play off. All’Angelini(ore 16) va in scena la partita che non avrà un domani. Chi perde sarà eliminato. In caso di passaggio del turno c’è la finale regionale tra la vincente di Paterno – Martinsicuro.

Il Chieti potrà contare sul fattore campo e avrà due risultati su tre per approdare in finale regionale, in considerazione della classifica che ha visto i neroverdi guadagnarsi la seconda posizione dopo la stagione regolare, mentre lo Spoltore di Ronci si è classificata al quinto posto.

Si affrontano due squadre molto tecniche che giocano un buon calcio, ma arrivati a questo punto conteranno le motivazioni.

I pescaresi da neopromossi sono andati oltre le più rosee aspettative, ottenendo la qualificazione alla post season con ben due giornate di anticipo, avendo la meglio sulla Torrese.

La coppia di argentini Sanchez e Morales sono stati la rivelazione del torneo di Eccellenza, coadiuvati da un complesso di squadra dove spiccano le qualità di Di Camillo, Vitale e Zanetti, solo per citare alcuni pezzi pregiati del team del Presidente Sabatino Pompa.

Il Chieti F.C. in questi giorni ha lavorato alacremente con lo staff tecnico per mettere a punto tutti i dettagli mentali e fisici per iniziare al meglio la scalata alla serie D.

“I ragazzi sono vogliosi di fare una grande partita – prosegue Marino – dopo un campionato molto duro e dispendioso che abbiamo pagato a caro prezzo negli ultimi 20 giorni dove c’è stato un calo di rendimento. Sono convinto che domani sarà un’altra storia e ritroveremo la squadra solida che ha fatto bene nel girone di ritorno. Lo Spoltore ha nell’organico una qualità tecnica superiore a quella nostra, dobbiamo essere capaci di imporre il nostro gioco e non adeguarci a quello che ci propone l’avversario. Giocare davanti al nostro pubblico è un vantaggio nell’economia dei 90’ minuti per avere la meglio e guadagnarci la finale”.

Marino non potrà contare su Marinelli infortunato. Ricordiamo a tutti gli sportivi che il botteghino dello stadio “G. Angelini” aprirà alle ore 15. Infine, arbitrerà l’incontro il sig. Guido Verrocchi di Sulmona, coadiuvato dagli assistenti Mainella e Bosco di Lanciano.

Pubblicato in Sport

Federico Carro è un giovane ma importante autore di Vernazza che ha pubblicato il fantasy in chiave moderna Il re della luce. L'ordine degli dèi oscuri, un romanzo che coniuga le note intime della delicata storia d'amore fra i protagonisti, Fedrick ed Eleonor, con gli spunti avvincenti dell'avventurosa vicenda narrata.
L’idea del romanzo di Federico Carro, edito per Sovera Armando Editore, che sarà presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino il 10 maggio prossimo, è nata proprio nella città di Torino, quando Federico vi si recò per incontrare una ragazza che aveva conosciuto. Girando insieme per la città ha avuto l’ispirazione per scrivere il suo secondo romanzo: Il re della luce: l’ordine degli dèi oscuri.
Il libro narra che durante il periodo finale della prima crociata per la conquista di Gerusalemme, un crociato di nome Fedrick raggiunge segretamente il Santo Sepolcro, trovando al suo interno una pietra misteriosa dalla quale, una volta rottasi, esce un’entità malvagia che lo fa svenire e che lo getta in una linea temporale diversa. Non dovendosi più preoccupare della battaglia imminente, decide di inoltrarsi in un mondo pieno di insidie – con personaggi, eventi, intrecci bizzarri e parti-colari – manovrato da un ordine oscuro di dèi: tutto ciò per cercare di raggiungere il suo più gran-de amore, Eleonor, a Torino.
È ignaro però che tale luogo è la capitale di un impero proibito, a cui a nessuno è concesso di en-trare, neppure agli dèi oscuri. Ciò che si cela a Torino, dunque, sconvolgerà il destino di tutti i per-sonaggi.
Cosa affronterà nel suo cammino Fedrick per cercare di raggiungere la sua Eleonor? Chi è dunque l’entità che è uscita dalla pietra? Cosa si cela nell’impero proibito?
Per scoprire come andrà a finire non resta che leggere questo avventuroso romanzo.
Il libro Il re della luce: l’ordine degli dèi oscuri di Federico Carro, edito per Sovera Armando Edito-re è disponibile in libreria e nei migliori bookstore online sia in lingua italiana che in lingua inglese con il titolo di The King of light. The order of the Dark gods ed edito per Youcanprint. Entrambe le edizioni del libro di Federico Carro saranno presentate al Salone del Libro di Torino il 10 maggio prossimo, tutti i dettagli li troverete a breve sui Social e sul sito web dell'Artista.
L’Autore Federico Carro - Biografia
Nato a La Spezia il 15 giugno 1991, Federico Carro cresce a Vernazza, circondato dalla natura ra-diosa di quei luoghi, trascorrendo il suo tempo immerso nel panorama del mare e delle colline, disegnando e dipingendo paesaggi, traendone ispirazione per le sue successive opere. All’elementari conosce quella che diventerà la sua amica d’infanzia, successivamente si iscrive al Liceo Artistico Cardarelli di La Spezia, dove il suo lato artistico emerge sempre di più, rivelando il suo interesse per il mondo della scrittura. Di lì a poco scrive la bozza del suo primo romanzo che di seguito pubblicherà intitolandolo: “Il segreto del verziere”. Verso l’inizio del suo ultimo anno alle superiori, la sua amica d’infanzia è vittima di un incidente, un evento che fa cambiare rotta all’artista, spingendolo a dedicarsi principalmente al mondo della musica. Su quell’incidente scrive una poesia dedicata a lei, che diverrà poi una canzone e che darà il titolo al suo primo album che intitolerà “Come un lampo”.
Un giorno conosce una ragazza di Torino e decide di andarla a trovare. Girando insieme per la cit-tà, trae ispirazione per il suo secondo romanzo: “Il re della luce: l’ordine degli dèi oscuri”.
Info:
Federico Carro
Il re della luce: L’ordine degli oscuri
Edizione Sovera-Armando Editori
Federico Carro
The King of light. The order of the Dark gods di Federico Carro
Edition Youcanprint 
Website: www.federicocarro.com 
Facebook:https://www.facebook.com/cantautorefedericocarro/ 

Pubblicato in Cultura e eventi

Danzare tra le nuvole è un invito a vivere ogni singolo istante con presenza mentale, lasciando andare le paure per un futuro che non c’è ancora e abbandonando i rimpianti per un passato che non si può più cambiare. Accettando noi e la persona amata per quello che siamo, senza pretese di manipolare la realtà, cavalchiamo insieme le invisibili energie dell’universo con grazia e leggerezza, elevandoci ad una metaforica danza tra le nuvole e i raggi del sole. Questo singolo anticipa l’uscita dell’album dal titolo “Ok silenzio” prevista per l’autunno 2018.

DANZARE TRA LE NUVOLE:

Testi e musiche: Max Deste

Arrangiamenti: Roberto Colombo e Riccardo Di Filippo

Chitarre e basso: Riccardo di Filippo

Batteria: Cristian Daniel

Tastiere e programmazioni: Roberto Colombo

Cori: Riccardo Di Filippo

Mix e master: Roberto Colombo @ Heaven Recording Studio

Brano iscritto alla Suisa

GENERE:

Indie pop/italian pop/synth pop/cosmic pop/dance party/dance rock/cantautorato

BIOGRAFIA:

Max Deste è lo pseudonimo artistico di Max De Stefanis, cantautore, scrittore, poeta, docente, guaritore e direttore del centro di meditazione Shambhala Ticino. Dopo dieci anni trascorsi a Losanna come cantante e chitarrista in due rock band (Solal, Beauty Pain), dal 2007 si è fatto conoscere sulla scena ticinese fondando prima i Bruit de Fond (alternative rock), con i quali ha vinto due premi a Palco ai giovani (band più votata e miglior testo, “Universo uterino”), realizzando un album ("Borderline") e un Ep ("Solitarie"), e poi i My Dead Mind (duo rock), incidendo un Ep ("Neverdie") e un videoclip omonimo.

Come cantautore, nel 2013 ha realizzato un Ep in collaborazione con Alex Sassella ("Il tuo cigno è morto") dalla sonorità indie/punk rock e un videoclip ("Corpi violati") con il quale ha affrontato il tema dell'autolesionismo. In seguito, si è spesso esibito con varie formazioni acustiche, proponendo numerosi inediti, e nell'aprile 2018 ha pubblicato il singolo "Danzare tra le nuvole" che anticipa l'uscita dell'album "Ok silenzio", prevista per l’autunno, prodotto in collaborazione con l'Heaven recording studio di Lugano. In questo ultimo progetto emergono sonorità più moderne che rimandano alla scena indie pop. In questi anni ha inoltre realizzato una colonna sonora per una trilogia teatrale, e due reading musicali per promuovere i suoi ultimi due romanzi ("Show Surprise" e "Segui il tuo respiro").

DISCOGRAFIA:

. Ok Silenzio (album, autunno 2018)

. Danzare tra le nuvole (singolo, 2018)

. Segui il tuo respiro (reading musicale live, 2017)

. Show Suprise (reading musicale live, 2013-14)

. Neverdie (Ep, 2013)

. We are the same (singolo, 2013)

. Il tuo cigno è morto (Ep, 2013)

. Rumore primo (Colonna sonora, 2012)

. Solitaire (Ep, 2009)

. Borderline (Album, 2008)


VIDEOCLIP:

Corpi violati (2013)

Neverdie (2013)

CONTATTI:

Booking: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Manager: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Promoter per l’Italia: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito: www.maxdestefanis.ch

SOCIAL:

Facebook profilo: Max Deste

Facebook pagina ufficiale: Deste

Youtube: Max Deste

Instagram: #maxdestefanis

Twitter: #maxdestefanis

DISTRIBUZIONE:

SPOTIFY

https://open.spotify.com/album/7kppEqLbOAxxw2qSXdNjxO?si=SJlyUghjQE2ZLVbXGc1B0Q

ITUNES

https://itunes.apple.com/ch/album/danzare-tra-le-nuvole/1377295295?i=1377295770&l=fr

CDBABY

https://store.cdbaby.com/cd/maxdeste

SOUNDCLOUD

https://soundcloud.com/max-deste/danzare-tra-le-nuvole

MX3

https://mx3.ch/t/1ob1

ANGHAMI

https://play.anghami.com/song/35880352

Pubblicato in Cultura e eventi

Pineto. L’artista abruzzese Sylvia Pagni, sarà ospite giovedi 3 maggio 2018 su Canale 5, nel programma Mattino 5.
Sarà intervistata dalla presentatrice Federica Panicucci, il M° Sylvia Pagni si esibirà al pianoforte, cantando 3 dei piu famosi brani italiani e, con la sua amata fisarmonica Excelsior, presentando un inedito intitolato “No Stop“, brano di stile rock, che avrà seguito con video clip in realizzazione.
Di certo l’artista abruzzese, Sylvia Pagni, dopo la lusinghiera recensione del giornalista Paolo Giordanoe dopo essere autrice di vari brani musicali trasmessi recentemente sui palinsesti delle reti Mediaset come “ MelaVerde”etc…,sarà di nuovo ospite a breve in altri programmi Mediaset.
Un orgoglio in più per l’Abruzzo che ha contribuito con altri artisti abruzzesi a rendere la regione, ultimamente martoriata da calamità naturali, al centro dell’interesse con l’arte della musica, italiana e mondiale.
Sylvia Pagni, annuncia il suo nuovo spettacolo “Notte Italiana'', che si terrà sabato 12 maggio 2018 alle ore 21:00 al teatro Polifunzionale di Pineto, recentemente ristrutturato.
Lo spettacolo è sponsorizzato dal comune di Pineto,Mas,Timmy Service.
Special guess dello spettacolo, con il tributo “ELVIS LIVES” 1° produzione del “Sylvia Pagni Music Center, saràlo swing man triestino Loris Cattunar.
SylviaPagni ,sempre alla ricerca di nuove emozioni musicali mantenendo un linea melodica accattivante ha creato uno spettacolo swing-rock al passo con i tempi che avvicina i giovani alla melodia ,tantè che ha scelto di lavorare con dei musicisti ventenni.(Alessandro Susini, Matteo Serafini, Antonio Scelzi, Giulio Galli, Emanuele Pollicino )
Una SylviaPagni ,moderna, trasgressiva che dal tempio del classico “ La Scala di Milano” e approdata al Swing Rock
Lo spettacolo “Notte Italiana” è una produzione SLM Video-Sound –Lightcon la sapiente regia di Luigi Maurizio Milione
Lo spettacolo “Notte Italiana'', di sabato 12 maggio 2018 alle ore 21:00 al teatro polifunzionale della Citta di Pineto (TE) grazie ai sponsor Città di Pineto, Mas ,Timmy Service è a ingresso libero.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 77

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione