Articoli filtrati per data: Maggio 2018

Francavilla al Mare. Settimana di riconoscimenti per “Rukelie”, l'opera scritta dall'autore abruzzese Peppe Millanta e interpretata da Antonio De Nitto.
Domenica 13 maggio infatti l'opera si è aggiudicato il primo premio al “Minimo Teatro Festival” di Palermo, importante manifestazione del territorio nazionale giunta alla sua ottava edizione.
Nella giornata di sabato l'opera è invece andata in scena all'interno del Festival Internazionale “Presente – Futuro” organizzato dal Teatro Libero di Palermo, dove è stato selezionato insieme ad altri 11 lavori provenienti da tutta Europa. Sempre sabato il testo si è aggiudicato il primo posto al Premio Letterario Biennale “L.A. Muratori” di Modena, dedicato agli autori under 35, con la Presidenza quest'anno di Beppe Cottafavi, editor di Mondadori.
L'opera, in soli 12 mesi, si è aggiudicata oltre 25 premi su tutto il territorio nazionale, e narra la storia di Johann Trollmann, una delle vittimie dimenticate del porajmos, il genocidio degli zingari durante la seconda guerra mondiale.

Pubblicato in Cultura e eventi
Lunedì, 21 Maggio 2018 00:00

E-Motion, Francesca La Cava a New York

New York. Saranno tre le tappe internazionali che aspettano il gruppo E-Motion, con una propria produzione Apriti ai nostri baci, 27 maggio, a New York e due produzioni ospiti: Demetra di e con Anouscka Brodacz il 22 maggio ad Haiti al PAP-lab di Port au Prince e Crossover il 23 maggio, di Manolo Perazzia a Eupen (Belgio), all'interno del festival TanzArt.
L'appuntamento più prestigio è sicuramente quello del 27 maggio, Apriti ai nostri baci-studio sul concetto di muro per IDACO festival (Italian Dance Connection) organizzato da Flusso Dance Project in collaborazione con Istituto Italiano di Cultura di New York al Baruch Performing Arts Center.
La rassegna coinvolgerà più di venti compagnie di danza, artisti e registi provenienti da tutto il mondo per un incontro di esperienze artistiche nella Grande Mela.

Apriti ai nostri baci, nasce da una sinergia artistica tra Francesca La Cava-direttore artistico di EMotion - che cura regia e coreografia, Guido Barbieri per la drammaturgia, Fabio Cifariello Ciardi ideatore della musica originale e live electronics.
Cifra stilistica di Francesca La Cava insieme al suo gruppo e-Motion è una ricerca del gesto che da vita a coreografie che sono viaggi poetici e introspettivi all’interno dell’essere umano e della società contemporanea.
L’idea di Apriti ai nostri baci – studio sul concetto di muro, nasce dalla necessità e dal desiderio di riflettere sul valore simbolico acquisito, tra il Novecento e il Duemila, da un elemento architettonico ed edilizio apparentemente insignificante e puramente funzionale come il muro.
In realtà il muro ha iniziato ben presto, nella storia delle idee, ad assumere una precisa connotazione simbolica. Non a caso ha assunto una posizione di privilegio, nella mitologia classica, da quando Ovidio lo ha elevato a “protagonista silenzioso” del mito di Piramo e Tisbe. Ed è proprio alle parole di Ovidio che è ispirato, come si può facilmente intuire, il titolo del progetto.

Oggetto dello “studio” drammaturgico sul concetto di muro sono dunque alcuni muri reali, concreti tra i molti che sono nati, e che continuano a nascere, lungo i solchi più profondi del pianeta. Ad esempio il muro di sabbia che separa il Marocco dal Sahara Occidentale, il muro di Tijana, ossia la barriera di sicurezza che divide il Messico dagli Stati Uniti, la Peace Lines di Springmartin Road a Belfast, cioè la parete di cemento che divide la comunità cattolica da quella protestante, la barriera di dodici chilometri lungo il fiume Evros che separa la Grecia dalla Turchia, le inferriate costruite per separare Ceuta e Melilla dal territorio del Marocco e infine il muro di cemento che per 790 chilometri chiude in un cerchio quasi perfetto l’intero territorio della Cisgiordania.
I “materiali di costruzione” del “muro di scena” saranno costituiti dai corpi dei danzatori. Saranno loro a costruire e a de-costruire, ad alzare e ad abbattere le barriere che di volta in volta prenderanno forma. I muri della storia, quelli di Belfast o della Cisgiordania, saranno solamente “dipinti”, proiettati sui corpi “nudi” dei danzatori. Le figure umane saranno dunque al tempo stesso schermo e materiale, riflesso della realtà, ma anche superficie mobile, instabile, inquieta, in costante e perenne movimento. Le moltitudini di donne, di uomini e di bambini che sono stati divisi, in quest’ultimo mezzo secolo, dai muri del mondo diventeranno dunque, nello spazio della rappresentazione, parte, anzi essenza di quell’intollerabile, opprimente, ingiusto strumento di separazione».
.LA SCHEDA
coreografia e interpretazione: Francesca La Cava
drammaturgia: Guido Barbieri
musica originale: Fabio Cifariello Ciardi
video: Salvatore Insana
scene e costumi: Chiara Defant
disegno luci: Carlo Oriani Ambrosini
foto: Paolo Porto

produzione: GRUPPO e-MOTION con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Abruzzo e del Comune dell’Aquila
residenze e coproduzione: Festival Oriente Occidente, CID Centro Internazionale della Danza di Rovereto (TN) e I Cantieri dell’Immaginario
con il sostegno per le residenze di ACS Abruzzo Circuito Spettacolo

Pubblicato in Cultura e eventi

Sulmona. Arriva a Sulmona “Kedi. La città dei gatti”, il film documentario della regista turca Ceyda Torun sugli straordinari felini che da migliaia di anni popolano le strade di Istanbul e che, grazie alle cure e alle attenzioni degli abitanti, vivono liberi facendo innegabilmente parte della vita e della cultura della metropoli turca.

Il documentario sarà in programmazione al cinema Pacificio dal 22 al 24 maggio, ore 17.30 e 19 (per info orari e prezzi www.facebook.com/cinemapacificosulmona) distribuito da Wanted Cinema.

A Istanbul, oltre agli abitanti, ci sono delle altre creature che popolano la città: i gatti di strada, che si aggirano liberi per la metropoli. Da migliaia di anni gironzolano entrando e uscendo dalle vite degli abitanti, diventando una componente essenziale delle tante comunità che rendono così ricca la città. Vivono tra due mondi, quello selvaggio e quello domestico, portando gioia e voglia di vivere nelle persone che scelgono di adottare. A Istanbul i gatti incarnano il caos e la cultura della città e questo incredibile documentario ne racconta le diverse anime attraverso sette di loro: Sari, la soriana rossa e bianca che vive vicino alla Torre di Galata; Bengü, la gattina grigia che controlla il quartiere industriale; Aslan Parçasi, guardiano di un ristorante di pesce sulle rive del Bosforo; Psikopat, che si è guadagnata il rispetto dei venditori del quartiere di Samatya; Deniz, il giocherellone del gruppo; Gamsiz, l’abile scalatore e lottatore; e infine Duman, che vive nei quartieri alti di Istanbul.

“Sono cresciuta a Istanbul fino all'età di undici anni - ha spiegato la regista - e credo che la mia infanzia sarebbe stata infinitamente più solitaria se non fosse stato per i gatti e io non sarei la persona che sono oggi. Sono stati i miei amici e confidenti e dopo il trasferimento, ogni volta che mi capitava di tornare a Istanbul, trovavo la città sempre meno riconoscibile ad eccezione di una cosa: i gatti, unico elemento costante e immutato che incarnava l’anima stessa della metropoli. Questo film è, per molti versi, una lettera d'amore a quei gatti e alla città”.

Il film documentario gode del sostegno dell‘ Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali). In alcuni cinema saranno presenti dei desk informativi dell’associazione, per sensibilizzare il pubblico sulle tematiche del film. Marco Bravi, Presidente del Consiglio Nazionale ENPA e Responsabile Comunicazione e Sviluppo Iniziative, dichiara: "Kedi, la città dei gatti ti immerge in un mondo che ti avvolge, ti emoziona, ti commuove. Una cultura di rispetto profondo, per questi meravigliosi animali che convivono da sempre con l'uomo, dalla quale occorrerebbe trarre ispirazione, perché non esistono 'culture diverse' quando si tutelano gi animali e quindi la civiltà. In alcune sale presenzieranno i nostri volontari con banchetti di sensibilizzazione e raccolta aiuti" - conclude Bravi - "un'occasione speciale per conoscere i retroscena dell'attività di chi, tutti i giorni, scende in campo per migliorare la loro esistenza."

WANTED CINEMA è una società di distribuzione fondata nel 2014. Ha un catalogo di oltre 70 titoli, tra film e documentari, molti dei quali vincitori di festival nazionali e internazionali. In tre anni di vita ha lavorato con realtà differenti tra sale cinematografiche, festival e rassegne. Nel 2016 partecipa a un bando di crowd funding del Comune di Milano e viene scelta tra le realtà che sono meritevoli di essere supportate. La campagna è vincente e ha visto la realizzazione del cine Wanted, realtà finalizzata a promuovere un’idea di cinema nuovo e socialmente impegnato.

 

Per maggiori informazioni: www.wantedcinema.eu

 

Cinema Pacifico via Roma 27 – Sulmona (AQ) www.facebook.com/cinemapacificosulmona

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. Giovanni Allevi torna in estate a calcare i palcoscenici di tutta Italia dopo la lunga serie di sold out registrata dal tour invernale.

La grande tournée di pianoforte e archi "Equilibrium TOUR", che prende il nome dal suo ultimo progetto discografico “Equilibrium” uscito il 20 ottobre scorso, riparte per toccare le più belle e suggestive località d’Italia, dopo una lunga tournée in Oriente a giugno e luglio. L’unica data in Abruzzo è prevista in Piazza del Popolo a Vasto il 30 luglio 2018.
Biglietti in vendita nei circuiti TicketOne, Ciaotickets e nei punti vendita Sisal indicati. Giovanni Allevi è reduce dalla pubblicazione del libro “L’equilibrio della lucertola”, uscito lo scorso aprile ed edito da Solferino “Un apologo intenso e lieve, dedicato a tutti coloro che, di tanto in tanto, si sentono vacillare e hanno paura di cadere. Una favola che come la musica parla direttamente al cuore, per risvegliare una capacità che tutti abbiamo dentro: ascoltare noi stessi e rigenerarci”.

Anche nel tour estivo Giovanni Allevi sarà sul palco con il pianoforte accompagnato da 13 selezionati Archi dell'Orchestra Sinfonica Italiana. Una inedita e intima formazione che darà vita alle magiche note dell’ultimo album di studio di Allevi. L’Equilibrium Tour attraverserà tutta la penisola anche nell’estate 2018. Allevi, in equilibrio perfetto nella sua musica tra “compositore, pianista e direttore d’orchestra”, durante il concerto assumerà col carisma e la leggerezza che lo contraddistinguono, tutti i diversi ruoli, attraverso una scaletta che vedrà alternare le atmosfere seducenti delle nuove composizioni e i brani più celebri della sua ventennale carriera.

Il nuovo doppio album sinfonico di brani inediti “Equilibrium” è percorso da due anime musicali che si incontrano in un equilibrio ‘instabile’, quello che da sempre caratterizza la sua produzione: l’anima “rock” ribelle e scanzonata che smantella le convenzioni e l’anima classica, accademica, che conduce l’orchestrazione con grande rigore. Ad accompagnare Allevi in questo nuovo progetto sono l’Orchestra Sinfonica Italiana e, per la prima volta, un altro pianista: il virtuoso americano Jeffrey Biegel che vanta collaborazioni da Leonard Bernestein a Keith Emerson. “Quando ho incontrato Giovanni Allevi – ha affermato Biegel - ho sentito subito la sua energia esplosiva, il suo intenso amore per la musica e per il pianoforte, riversato nel notevolissimo Concerto di Pianoforte che è un dono divino al mondo, ai suoi fan e alla musica. Durante le registrazioni il suo carisma mi ha spinto a dare il meglio di me per rappresentare la sua musica al livello più alto che potessi".

“Equilibrium” è idealmente e fisicamente diviso in due parti. Il CD1, composto da 10 tracce di cui 5 eseguite da Allevi al pianoforte solo, introspettivo ed intenso, e 5 dove è accompagnato dagli Archi dell’Orchestra Sinfonica Italiana in un dialogo che attraversa stati d’animo che vanno dalla dolcezza al grido di dolore. Il CD2, totalmente diverso, con il suo Concerto per Pianoforte e Orchestra n °1, che vede il compositore Giovanni Allevi alla direzione dell’Orchestra Sinfonica Italiana, mentre il pianoforte solista è affidato a Jeffrey Biegel. Questo concerto in tre movimenti nasce in controtendenza col mondo contemporaneo, ed affonda le radici nella tradizione classica con un respiro ampio, dove il linguaggio si fa racconto, fatto di attese ed intense esplosioni emotive. Il lavoro sinfonico è stato composto su un’isola dell’Atlantico, mentre gli ultimi brani, sono stati ideati durante il periodo di forzato riposo al buio, seguito all’operazione agli occhi in Giappone. Fa eccezione “No words” brano per pianoforte e archi composto il 25 agosto 2016 ad Ascoli Piceno, la mattina dopo che una terribile scossa di terremoto ha cancellato centinaia di vite e raso al suolo diversi paesi a pochi chilometri dal luogo dove Giovanni Allevi si trovava con la sua famiglia.

“Equilibrium” è uscito nelle versioni doppio CD, doppio VINILE 180 gr e in una speciale edizione Deluxe limitata e numerata (contenente doppio Cd, book fotografico e notebook Giovanni Allevi). Su Music First è possibile ordinare in esclusiva le copie autografate dell’album, nelle versioni Deluxe e doppio vinile, al seguente link: http://bit.ly/GiovanniAllevi-Equilibrium. La originale cover del disco, realizzata dal fotografo di fama mondiale Pierpaolo Ferrari, si presenta, in un ideale percorso da “collezionisti”, in linea con le copertine degli ultimi album. In questo caso il primo piano di Giovanni Allevi appare metaforicamente diviso dal richiamo delle sue due anime, quella più classica e quella più rock, dove la ricerca dell’equilibrium è il filo conduttore, e anche il motore, di tutto il progetto.

Pubblicato in Cultura e eventi

Vasto. La squadra di D1 maschile del Circolo Tennis Vasto imbattibile. Anche ieri Cartuccia e compagni hanno rifilato un secco 4-0 alla team di Isernia.
Nei singolari Paolo Cartuccia ha liquidato Ivan Zullo con un 6/3 - 6/4. Stefano Di Matteo ha avuto vita facile contro Alfredo Mancini e lo ha battuto 6/1 - 6/1. Poi è stata la volta di Lorenzo Marini che in un match combattuto ha avuto la meglio alla fine su Francesco Antonucci, 6/1 - 1/6 - 6/4 il risultato.
Nel doppio ancora una vittoria per la coppia del Circolo Tennis Vasto grazie alla coppia Cartuccia-Di Matteo.
Nel prossimo turno i ragazzi capitanati dalla maestra Marianna Perpetua saranno di scena a Vasto contro il CT Lanciano.
Al momento sono a punteggio pieno nella classifica del girone dopo le vittorie su Campobasso, Montenero e Isernia.

Bene anche le squadre di D2 maschile che hanno giocato in casa entrambe.
I risultati dei match:
Tascione vs Prioriello 0/6 - 2/6
Vizioli vs Paiano 6/4 - 6/3
Portafoglio vs Spina 6/1 - 6/2
Corbo-Portafoglio hanno vinto il doppio al tie break con punteggio 6/1 - 3/6 - 10/6.

Pubblicato in Sport

San Giovanni Teatino. La Giunta Marinucci, su proposta dell'assessore al contenzioso Roberto Ferraioli, ha approvato, nella seduta del 17 maggio 2018 (pubblicazione 18 maggio 2018) il "Disciplinare per il conferimento di incarichi professionali a legali esterni all'ente per l'assistenza, la rappresentanza e la difesa giudiziale e stragiudiziale".
"Sono ora disciplinate con chiarezza - spiega l'assessore Ferraioli - le modalità di conferimento degli incarichi di patrocinio legale a professionisti esterni al Comune e le principali condizioni giuridiche ed economiche del relativo incarico, secondo i criteri generali dell'azione amministrativa di imparzialità, trasparenza, parità di trattamento, proporzionalità, efficacia ed efficienza. Il Regolamento, inoltre, disciplina le modalità per l'istituzione, l'utilizzo e la conservazione dell'Albo dei professionisti legali del Comune, mediante procedura trasparente e aperta adeguatamente pubblicizzata".
Il Comune di San Giovanni Teatino non dispone di un legale interno e deve quindi far ricorso a Professionisti legali esterni. Per il conferimento il Responsabile dei servizi legali potrà ora avvalersi dell'Albo dei professionisti legali, in forma singola o associata. L'Albo è suddiviso in 5 sezioni (diritto amministrativo, civile, del lavoro, penale-costituzione di parte civile e tributario) a secondo delle specializzazioni professionali. Gli incarichi saranno conferiti con provvedimento del Responsabile del Servizio Legale, previa relazione del Responsabile del settore cui afferisce al controversia. Le modalità di iscrizione e la composizione dell'Albo degli avvocati esterni per il conferimento di incarichi di assistenza, rappresentanza e difesa giudiziale e stragiudiziale del Comune di San Giovanni Teatino sono pubblicate sull'Albo Pretorio, nella sezione "Amministrazione Trasparente". L'Albo verrà aggiornato ogni 12 mesi mediante avviso pubblico.

Pubblicato in Politica

Lanciano. Si è conclusa ieri a Lanciano(Con)fusioni Club Foyer, la mostra fotografica alternativa sull'incompiuto e sulla ricerca, che è stata accompagnata da incontri, salotti, reading e occasioni d'arte. L’evento, ideato da Luca Di Francescantonio e organizzato dall’associazione di cultura Arena7 con il patrocinio del Comune di Lanciano, si è avvalso della preziosa collaborazione di Michela Piccoli, in qualità di curatrice della mostra fotografica, in collaborazione con Angelo Bucci; foto visual a cura di Enzo Francesco Testa.

“Sono passati dieci anni da quando nacque l'idea di dare a Lanciano un festival di arte contemporanea partendo dalle generazioni più giovani, per creare dialogo e interazione tra sconosciuti – spiega Luca Di Francescantonio, ideatore dell’evento - molti ragazzi artisti, provenienti da ogni parte d’Abruzzo, si sono incontrati durante queste dieci edizioni e allo stesso tempo il pubblico si è avvicinato ad un qualcosa di mai visto prima. Abbiamo dato esempio di poter fare qualcosa di nuovo. Ma gli anni sono passati anche con difficoltà, sostenere con l'associazione Arena7 tutto questo non ha è stato facile.A Lanciano esistono manifestazioni e identità più radicate e più accolte ed è per questo che credo sia difficile ricevere fondi per un evento in più, oltre la difficoltà di inserire qualcosa di dedicato al contemporaneo”.

Tante le iniziative che dal 7 maggio scorso fino a ieri si sono tenute al Foyer del teatro “F.Fenaroli” e che hanno visto la partecipazione dei seguenti autori in esposizione: Sandra Lazzarini, Giovanna Eliantonio, Francesca De Chirico, Antony Stone, Valentina De Santis, Giancarlo Bomba, Valeria Ranalli, Andrea Gagliardi, Alessia Morellini, Francesco Marini, Pier Costantini, Sitri, Alberta Aureli, Luana Rigolli, Serena Cutilli, Lara Zibret, Antonio Rochira, Mara Patricelli, Flavia Rossi, Angelo Presenza e Sofia Bucci.

I libri presentati sono stati “D’Amore e Baccalà” di Alessio Romano, “Così nello sfavillio di un momento" di Flavia Rossi, “Album di Famiglia - avventura di un fotografo” di Enzo Francesco Testa, “Confessioni di uno zero” di Giovanni Di Iacovo, CAFFé LETTERARIO (L'idea dell' amore) di Antonio Lera e IL TEMPO DEGLI ULTIMI CORSARI di Luca Romani.
Molto apprezzati ilworkshop “Corso di sviluppo digitale” Giancarlo Bomba e ilseminario di Fotografia Instantanea a cura di Antony Stone.

“Sebbene ci sono stati molti visitatori venuti anche da fuori e ci sia una buona parte di assetati curiosi di cultura alternativa non credo che il "contemporaneo" sia accettato da buona parte della città – continua Di Francescantonio - ne sono stati esempi le installazioni in piazza delle passate edizioni e l'albero di Natale del gruppo di artisti di Lignum, per una certa parte di Lanciano non ben accolto. Quindi Lanciano sarebbe pronta al Contemporaneo? Credo proprio di no. Per certi versi una parte di lei non ama il diverso. Per certi versi ci sono paradossi di difesa ma non c'è tolleranza per la bellezza del "diverso"”.

“Quindi (Con)Fusioni conclude il suo tragitto di dieci anni qui – conclude l’ideatore nonché presidente di Arena7 - riflettendo o pensando ad altro, dopo anni di lavoro duro. Se mai dovesse ritornare dovrebbe farlo con la sicurezza di fondi accompagnati da un progetto comune tra commercianti e Comune per creare un evento di cultura e turismo di attrazione mai vista prima qui in città. E dovrebbe essere accolta da tutta la cittadina, con un'ottica di visione futura di marketing culturale che dovrebbe essere propria e senza bandiere. Ma credo che per ora non sarà possibile. L'unica politica che conta è quella del visionario concreto, per me. Ma credo che per ora ci siano solo scenari virtuali da social. Grazie (Con)Fusioni, per tutta la creatività concreta e rivoluzionaria che hai portato in questi dieci anni. Grazie anche a voi, "diversi" ma attenti”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Lunedì 21 maggio, alle ore 21, al Teatro Massimo di Pescara, ci sarà l’ultima tappa del tour internazionale della PFM – Premiata Forneria Marconi. La band dell’abruzzese Franz Di Cioccio, che torna così a suonare a casa, arriverà direttamente dall’Inghilterra: sono infatti programmati per il 17 e 18 maggio i concerti a Londra e Southampton. Una tournee intensa, che oltre a ripercorrere i più grandi successi del loro vastissimo repertorio, presenterà al pubblico internazionale anche brani tratti dal nuovo album “Emotional Tattoos”(uscito in tutto il mondo il 27 ottobre, per InsideOutMusic / SonyMusic).

Il concerto è promosso dalle Associazioni Nomadi Fans Club “Un giorno insieme” e Premio Augusto Daolio – Città di Sulmona ed è in favore dell’Isal – Fondazione per la ricerca sul dolore cronico. Per informazioni sui biglietti è possibile telefonare al numero 389 9737620, via mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e sul sito www.pfmworld.com

"Emotional Tattoos", arriva a 14 anni di distanza dall’ultimo album di inediti ed è un album dalle sonorità internazionali che conferma, oggi più che mai, che la band non può essere racchiusa in vecchie e consumate etichette. "Emotional Tattoos", pubblicato contemporaneamente in due versioni diverse tra loro (una italiana e una inglese) trova la sua ispirazione nella visione odierna del pianeta e nel rapporto musica-sogno. Esprime una energia consapevole, capace di abbracciare l’ascoltatore, stimolando nel profondo la sua immaginazione.

“Emotional Tattoos” è disponibile in diverse edizioni per soddisfare tutte le esigenze di appassionati e non: Nero 2LP+2CD (Vinile versione inglese e doppio cd italiano e inglese), EDIZIONE LIMITATA (solo per l’Italia) Trasparente arancione 2LP+CD (vinile e cd versione italiana), edizione speciale 2CD Digipak (cd versione italiana e inglese / International version), 2CD Jewelcase (cd in versione italiana e inglese / US version), CD Jewelcase (cd in versione italiana / disponibile solo in Italia), Digital album (cd in versione italiana e inglese).

“Emotional Tattoos” si dimostra un album non solo al passo con i tempi, ma proiettato nel futuro fin dall’immagine di copertina (creata da Stefano con il lettering di Mattia Bonora, Concept Aereostella). «Sulla copertina si vede una fantastica nave spaziale guidata da Franz e Patrick, - commenta la band – una nave che ci porta in luoghi mai esplorati prima, accompagnando il pubblico nel nuovo mondo PFM, dove la musica non ha solo un'identità ma si evolve e abbraccia molti generi. “Emotional Tattoos” è un album che lascerà emozioni sulla pelle».

PFM Premiata Forneria Marconi è un gruppo musicale molto eclettico ed esuberante, con uno stile distintivo che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un'unica entità affascinante. Nata discograficamente nel 1971, la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale, entrando nel 1973 nella classifica di Billboard (per “Photos Of Ghosts”) e vincendo un disco d'oro in Giappone. Continua fino ad oggi a rappresentare un punto di riferimento. Recentemente PFM è stata premiata con la posizione n. 50 nella "Royal Rock Hall of Fame" di 100 artisti più importanti del mondo.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roma. Il 23 maggio2018 alle ore 18,00 presso la Casa Internazionale delleDonne(Sala Simonetta Tosi, via della Lungara 19, Roma), l’Associazione Eulalia (federata AFFI) in collaborazione con Michela Scomazzon Galdi presenteràil romanzo storico“Per Francesco, che illumina la notte(Oakmond Publishing)di Elsa Flacco, che ha ricevutola Segnalazione d’Onore al XXXV Premio Firenze nella sezione “Narrativa Edita”.Dialogherà conl’autricela storica e scrittrice Anna Foa; Gina Di Francesco (curatrice collana editoriale “Le Ginestre”) porterà i saluti dell’Associazione Eulalia e Michela Scomazzon Galdileggerà alcuni brani del libro.
“Per Francesco, che illumina la notte” – titolo originale ed evocativo, che deriva da una libera citazione di un verso del Cantico delle Creature di San Francesco “Laudato sì, mi’ Signore per frate focu, per lo quale enallumini la notte - inizia dalla “fine”: dagli ultimi 2 anni di vita di San Francesco ed ha come protagonista principale Tommaso da Celano, la cui vita è sostanzialmente sconosciuta, almeno al grande pubblico.Uomo del medioevo, Tommaso era un chierico di nobili originiche lasciò tutto per seguire San Francesco ed i suoi ideali di amore e povertà. Divenne il suo biografo e,secondo la tradizione, fu autore della celebre liturgia delDiesIrae, che ispirò molti celebri compositori (tra i quali Mozart e Verdi). Il romanzo racconta un periodo cruciale della sua esistenza: dopo un viaggio in Abruzzo alla ricerca delle proprie radici, Tommaso resterà accanto a San Francesco durante glianni della malattia.lLa morte di San Francesco, il 3 ottobre del 1226, segna l’inizio di una storia fatta di inganni e violenze, che sfocerà in un conflitto che vedrà protagonisti - accanto ed al di sopra dei francescani – tre papi e l’imperatore Federico II.
Nonostante il romanzo di Elsa Flaccosia improntato principalmente sulle figure di Tommaso da Celano e San Francesco, vi emergono anche due personaggi femminili di rilievo: la nobildonna Jacopa de’ Settesoli, per la quale Tommaso proverà una passione travolgente e Chiara d’Assisi.Jacopade’ Normanni, data giovanissima in sposa a Graziano Frangipane de’ Settesoli, conobbe a Roma San Francesco il quale, ispirato da colei che chiamava affettuosamente “frate Jacopa, fondò nel 1221 l’ordine dei “Fratelli e delle Sorelle della Penitenza” (o “Terzo Ordine”), dedicato ai laici che, pur rimanendo a vivere nel mondo, desideravano una vita di stile francescano. L’altra importante figura femminile che troviamo nel romanzo della Flacco èChiara d’Assisi, nata da unanobile famiglia umbra, dalla quale fuggirà per seguire gli ideali di povertà di Francesco. Chiara scriverà la sua regola – la prima ad essere redatta da una donna per le donne – che sarà approvata nel 1252 da Papa Innocenzo IV. Chiara, che fondò una comunità femminile, poi diventata l’Ordine delle “Clarisse”, dopo la sua morte fu canonizzata da papa Alessandro IV nel 1255.le
“Per Francesco, che illumina la notte”, nel quale Elsa Flaccoha miscelatoabilmente fatti storici e personaggi realmente esistiti,con episodi frutto di immaginazione, è stato ispirato dal ritrovamento nell’ottobre del 2014, durante un’asta negli Stati Uniti, del manoscritto della cosiddetta “Vita intermedia” di Tommaso da Celano, che riempie il vuoto tra le sue due biografie di San Francesco, fino ad allora conosciute. L’importante scoperta è avvenuta grazie a Jacques Dalarun, medievista francese ed un’autorità nel campo degli studi francescani il quale, dopo aver letto il romanzo di Elsa Flacco ha elogiato la scrittrice per aver “trovato il delicato punto di equilibrio tra conoscenza acuta delle fonti e fantasia creativa del romanzo”.
Libro ben documentato e costruito, in “Per Francesco, che illumina la notte”, Elsa Flacco racconta con abilità un medioevo ricco di intrighi e tradimenti, caratterizzato da una feroce lotta tra il Papato e l’Impero, durante il quale si svolge la storia dell’Ordine francescano, sino all’inatteso finale a sorpresa.
#lacasadelleDonnesiamotutte #lacasadelleDonnenonsitocca
Elsa Flacco è autrice di saggi sulla letteratura e la storia d’Abruzzo. Ha inoltre scritto un testo teatrale sui briganti della Maiella e sta terminando la biografia di un dimenticato compositore dell’Ottocento.Insegna da oltre vent’anni lettere nei licei; organizza e promuove eventi culturali ed artistici, perché crede nella divulgazione della bellezza.Per Francesco, che illumina la notte (Oakmond Publishing) è il suo primo romanzo, che ha ottenuto la Segnalazione d’Onore al XXXV Premio Firenze nella sezione “Narrativa Edita”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. “Approvato in Giunta il nuovo calendario delle manifestazioni fieristiche per il 2018. Tante presenze consolidate, come Mercantico, l’Antico e il Gusto, le curiosità, Cioccolandia e la fiera del mare, diverse le new entry con una maggiore esaltazione delle manifestazioni dislocate su tutto il territorio cittadino, specie in periferia e quelle collegate alle maggiori feste della città, a iniziare dalla Madonna dei Sette Dolori per arrivare a San Cetteo e Sant’Andrea.

Di concerto con le associazioni di categoria e con gli operatori, abbiamo adottato criteri in grado di animare l'intera città con manifestazioni che danno priorità al lato mercatale, ma che possono ospitare anche l’intrattenimento.

Nelle aree di pregio abbiamo dato preferenza ad un modello di fiera capace di coniugare qualità ed eventi, non creando conflitti con le attività economiche esistenti. Ma non abbiamo considerato secondarie le altre aree, anzi. Ci saranno eventi su tutto il territorio della città in zone come la caserma Di Cocco, la Strada Parco, piazza San Giuseppe o piazza San Gabriele. Un ragionamento a parte torneremo a farlo per il mercatino di Natale che avrà un bando ad hoc.

A queste fiere istituzionalizzate se ne aggiungeranno altre, con carattere episodico, con l’idea di dare impulso a quegli eventi in grado di creare attrattività, sostenendo le attività imprenditoriali, anche attraverso eventi a grande richiamo di pubblico.

Questa Amministrazione ritiene ciò che ha carattere di mercato sotto le varie denominazioni di mercatino, sagra, festa popolare, etc., siano un importante appuntamento con la rete commerciale e nello stesso tempo, un'ottima occasione per verificare il suo stato di salute, dalla copertura del mercato, al supporto commerciale e veicolazione dei clienti. Abbiamo così individuato alcune manifestazioni anche specializzate, per il 2018, con relative ubicazioni e con una proposta commerciale basata su un marketing mix.

Abbiamo lavorato per creare un calendario capace di fare da sostegno ad un nuovo modello di animazione delle strade, le fiere, infatti, hanno anche un'estetica diversa dal passato, più curata ed omogenea, al fine di vivacizzare con decoro, oltre che movimentare la vita commerciale della città. Insistiamo con questa formula perché ha funzionato negli anni scorsi e continua a funzionare, riattivando le vocazioni della città, in ogni sezione del suo territorio”. Lo fa sapere in una nota l’assessore alle Attività Produttive del Comune di Pescara, Giacomo Cuzzi.

 

Le fiere:

Mercantico (centro storico) prima domenica di ogni mese;
L’antico e il gusto, ogni seconda domenica del mese (Corso Vittorio da via Genova a via Trento, tranne luglio e agosto).
Antico e il bello, ogni terzo sabato e domenica del mese ai lati del tratto pedonale tra vecchia e nuova stazione;
Mercatino chi cerca trova, quinto sabato e domenica di luglio, settembre e dicembre piazzale antistante stazione di Porta Nuova e via Orazio.
Mercatino delle curiosità, ogni terza domenica del mese, piazzale della Caserma Di Cocco (Via Publio Angolo – Viale Pindaro)

Eventi singoli

Squareart 25-27 maggio Strada Parco da via Muzii in su;
Passato, presente e futuro dal 25 al 27 maggio, giardinetti piazza Primo Maggio;
Festa della Madonna dei Sette Dolori 1-5 giugno Largo Madonna;
Mercatino delle curiosità e dei creativi 1-3 giugno Strada parco da viale Muzii in su;
Fiera di San Cetteo (centro storico) prima domenica di luglio;
Festa de Quartiere di San Giuseppe 6-8 luglio piazza San Giuseppe e via Matese;
Festa di San Gabriele dell’Addolorata 6-8 luglio piazza San Gabriele dell’Addolorata;
Fiera del mare (Riviera Sud) 14/15 luglio e 18/19 agosto;
Fiera di Sant'Andrea ultima domenica di luglio (lungofiume Paolucci e lungomare Matteotti);
Gnam! 2-7 agosto Lungomare Cristoforo Colombo;
Fiera della Creatività, via D’Avalos 15-16 settembre;
Cioccolandia Magie di Cioccolato (Corso Umberto) 31 ottobre- 4 novembre

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 62

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione