Articoli filtrati per data: Lunedì, 14 Maggio 2018

Pescara. Nella serata di ieri personale della Questura in servizio di Volante notava un giovane dall’atteggiamento sospetto, il quale, a bordo di una  bicicletta, alla vista dei poliziotti cercava di dileguarsi velocemente. La Volante, prontamente, bloccava in via Tronto un 22enne originario della provincia di Chieti con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti. I poliziotti procedevano pertanto a perquisizione personale rinvenendo all’interno di una borsa portata a tracolla dal giovane un coltello a serramanico della lunghezza di 15cm ed un pacchetto di sigarette vuoto, nel cui fondo erano stati posizionati 3 piccoli involucri contenenti Marijuana dal peso di grammi 4. La perquisizione veniva estesa all’abitazione del ragazzo residente a Pescara, presso la quale la Volante rintracciava un altro coltello a serramanico con lama annerita, ed altri quantitativi di sostanze stupefacenti già sminuzzate e pronte per la vendita dal peso complessivo di grammi 110 di Marijuana e gr. 10 di hashish. Venivano altresì rinvenuti e rintracciati euro 140 in banconote di piccolo taglio, probabile provento dell’attività di spaccio. Il giovane veniva pertanto tratto in arresto in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente (art. 73 DPR 309/90)  e denunciato a piede libero per il porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere. In mattinata odierna l’arrestato verrà sottoposto a giudizio direttissimo.

Pubblicato in Cronaca

Teramo. Un grande successo per la classe IE della Scuola secondaria di primo grado di Corropoli, guidata dal Dirigente Scolastico Manuela Divisi: il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha comunicato all’istituto vibratiano che sono proprio i giovani studenti corropolesi della classe IE della scuola secondaria di primo grado ad aver vinto la selezione regionale del Concorso Nazionale “Angeli custodi: l’esempio del coraggio, il valore della memoria”, promosso ed organizzato dalla Fondazione “Giovanni e Francesca Falcone” di Palermo e dal MIUR. La classe IE è stata selezionata fra tutte le scuole medie della regione Abruzzo grazie al progetto multimediale “Radio Aut Futura. L’informazione libera che viene dal cielo” ideato e curato dalla docente di Lettere, prof.ssa Alessandra Angelucci, che ha manifestato grande gioia per il risultato inaspettatamente giunto. «Abbiamo pensato di presentare – racconta la curatrice Angelucci – un progetto che mettesse a frutto le conoscenze acquisite dagli alunni sulle figure dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, uccisi nel 1992 negli attentati di Capaci e Via d’Amelio, e del giornalista Peppino Impastato, ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978 e di cui quest’anno ricorrono i quarant’anni dalla morte. In maniera specifica gli studenti hanno riflettuto sul senso del sacrificio e dell’operato delle scorte, morte negli attentati. Sono proprio loro che nel video vengono definiti “angeli custodi” di chi ancora in terra combatte contro ogni forma di organizzazione criminale. Siamo davvero orgogliosi degli studenti: ogni passo fatto durante l’anno è stato percorso con passione e volontà. Questo risultato ci gratifica tantissimo e restituisce l’alto valore di quanto realizzato in classe e non solo nel segno della Legalità».


Il progetto ha per titolo “Radio Aut Futura. L’informazione libera che viene dal cielo”, perché l’elaborato multimediale presentato dalla classe consiste nella realizzazione di una video-trasmissione radiofonica interamente condotta dagli studenti e nella quale lo speaker radiofonico principale - Peppino Impastato - coadiuvato da due ospiti in studio, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, dà vita ad una puntata tutta dedicata al ricordo di coloro che sono morti combattendo le Mafie e prestando il loro servizio allo Stato. Cinque minuti per svegliare gli uomini che, ancora viventi e storditi dal consumismo e dall’agire illegale, sembrano aver dimenticato la bellezza di chi opera nella Legalità. Nella video-trasmissione radiofonica gli studenti della IE hanno impersonato coloro che, dopo Peppino Impastato, sono morti per difendere lo Stato dalla criminalità organizzata. Ciascuno studente, vestito degli abiti dell’epoca, ha dato un personale contributo. La trasmissione radiofonica registrata ha ricordato in modo particolare l’agire delle scorte morte negli attentati e ha fatto rivivere, sulle ali del Paradiso, tutte le anime diventate angeli in questo ambiente di libera informazione che è “Radio Aut Futura”: Francesca Morvillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina.


«L’ambiente adoperato per le riprese – aggiunge la prof.ssa Angelucci – è stato realmente quello di una Radio. Il nostro ringraziamento, infatti, va a Radio G Giulianova che ha messo a nostra disposizione lo studio allestito dai ragazzi come se fosse l’antica Radio Aut che Peppino Impastato aveva costituito a Cinisi, nel suo paese di nascita, e da cui ogni giorno dava vita a discorsi di alto impegno culturale per scuotere le coscienze dei suoi concittadini. Grazie in modo particolare al direttore di Radio G Francesco Marcozzi, alla giornalista Azzurra Marcozzi e a Lorenzo Garbatini, nonché a Luca Di Mattia per il supporto dato alla regia». Con questo grande successo la classe IE salperà con la Nave della Legalità dal porto di Civitavecchia il giorno 22 maggio per prendere la rotta di Palermo. La Nave della Legalità porterà studentesse e studenti di tutto il Paese a Palermo per celebrare la memoria delle vittime delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio. Il 23 maggio, infatti, tutta l’Italia sarà coinvolta nell’evento commemorativo #PalermoChiamaItalia: settantamila giovani italiani uniti per dire il loro “no” alle mafie e alla criminalità organizzata. Ecco i nomi degli studenti vincitori della classe IE: Aurora Barulli, Hakim Bassou, Mattia Bontà, Selly Branciaroli, Silvia Branella, Nicolò Capocasa, Cristina Conchedda, Kevin De Angelis, Agnese Di Francesco, Simone Di Presa, Francesca Giovannelli, Lorenzo Iustini, Erika Kaluhina, Emanuele Lupi, Sofia Marcattilio, Edoardo Misticoni, Denise Palma, Francesca Pantoli, Mauricio Antonio Ponce, Jacopo Qiu, Nicolò Quinzi, Andrea Tarquini, Giovanna Vallese.

Pubblicato in Cultura e eventi

Cori. Domenica 20 Maggio, dalle ore 09:00, nell’area mercato di Cori monte (LT), verrà presentato il progetto “Open Your Eyes” dell’Associazione “Lorenzo Pocci”, costituita dai familiari in memoria della giovane vittima dell’incidente avvenuto nel 2015 nei pressi di Genzano di Roma. La Festa della Primavera dedicata alla sicurezza stradale e alla beneficenza è organizzata da Marcella Maria Marafini, in collaborazione con Giuseppe Bravo, e il patrocinio del Comune di Cori.

La manifestazione sarà occasione di sensibilizzazione degli automobilisti a prestare la massima attenzione nei confronti di motociclisti, ciclisti e pedoni, gli utenti più esposti ai pericoli della strada. Alle ore 11:00, presso il Centro Sportivo 3S, Marco e Silvia Pocci, padre e sorella di Lorenzo, incontreranno il pubblico per riflettere insieme su questa tematica ed illustrare le prossime iniziative associazionistiche, come lo Starlight in programma per il 1° Luglio a Velletri (RM).

Con la campagna solidale “Un Bracciale per la Vita”, sarà possibile acquistare i Braccialetti Gialli (3 euro cadauno) che, oltre a ricordare a chi li indossa la necessità di guidare in maniera responsabile, consentirà di raccogliere fondi per regalare un giocattolo e un sorriso ai bimbi dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma che accoglie, tra gli altri, numerosi contusi da sinistri stradali, talora con danni permanenti, spesso evitabili con una guida giudiziosa.

Nel corso della giornata si raduneranno all’evento i centauri dei gruppi Bikers Castelli Romani e Bar dell’Elica, che nel pomeriggio si contenderanno i premi per le moto più accessoriate, i caschi più appariscenti, i kilometraggi più lunghi. Alle ore 17:30 gli Sbandieratori Leone Rampante di Cori si esibiranno nell’arte del maneggiar l’insegna. Sin dalla mattina sarà possibile gustare i prodotti tipici del territorio negli stand e i più piccoli potranno divertirsi sulle giostre.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roma. In occasione della 101° edizione del Giro d’Italia, martedì 22 maggio 2018 ore 18:30, presso la Casina dei Vallati in Roma, la Fondazione Museo della Shoah in collaborazione con l’Archivio Baumann e Fischer, inaugura la mostra “La bicicletta di Eva”. La retrospettiva dedicata alla pittrice italiana Eva Fischer (1920-2015), è realizzata con il patrocinio dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, e la Comunità Ebraica di Roma. Quadri ad olio, litografie ed incisioni, scandiscono lo spazio nelle sale del 1° piano della Casina dei Vallati – Via del Portico d’Ottavia 29, Roma – sede museale della Fondazione Museo della Shoah di Roma, nelle giornate: 23, 27, 28, 30, 31 maggio e 3 giugno (dalle ore 10.00 alle 17.00), 1° giugno (dalle ore 10.00 alle ore 13.00).

 

“Non ero una partigiana: mi limitavo a girare in bicicletta per entrare nei teatri e nei cinema di Bologna, dover affiggevo manifesti per spingere alla lotta contro i nazifascisti”. Questa è la risposta che per tutta la vita Eva Fischer ha dato a chi le chiedesse per quale motivo fosse membro onorario dell’Associazione Nazionale Partigiani. La bicicletta di Eva, sua fedele compagna di vita, è sopravvissuta alla Seconda Guerra Mondiale, ai faticosi percorsi tra i sette colli, all’acquisto della prima autovettura alla fine degli anni ’50. Il suo scheletro metallico ha esalato l’ultima pedalata verso gli anni ’70, per

poi lasciarsi sbriciolare definitivamente dalla ruggine in un balcone di Trastevere.

 

Ma come può riuscire solo per merito di una fata-artista, quella Bicicletta è stata resa immortale dalle stesse mani che l’hanno guidata per decenni. Per Eva la bicicletta poteva innamorarsi, rompersi, stancarsi, riposarsi, nascondersi ed ancora fare ombra, aiutare a fuggire, portare in luoghi reali o della fantasia, morire. All’inaugurazione di lunedì 22 maggio ore 18.30, intervengono il Presidente della Fondazione Museo della Shoah, Mario Venezia, la Presidente dell’UCEI Noemi Di Segni, la Presidente della CER Ruth Dureghello, e Alan David Baumann, responsabile dell’Archivio Baumann e Fischer. Un’introduzione scientifica verrà tenuta dal Prof. David Meghnagi – Assessore alla Cultura dell’UCEI e Direttore del Master della Shoah (UniRoma3).

Pubblicato in Cultura e eventi

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione