Articoli filtrati per data: Martedì, 08 Maggio 2018

Ortona. I giudici del Consiglio di Stato nell’udienza dello scorso 12 aprile hanno di fatto riassegnato i lavori per la “Progettazione definitiva, esecutiva e realizzazione di opere di escavazione e approfondimento dei fondali del bacino portuale di Ortona” alla società vincitrice della gara d’appalto, il raggruppamento temporaneo d’imprese La Dragaggi srl.

Infatti è stato rigettato il ricorso presentato dalla società Nuova Co.Ed.Mar. srl, giunta seconda nella procedura di aggiudicazione, che con ricorso presso il Tar Abruzzo, sezione di Pescara aveva ottenuto l’annullamento della prima aggiudicazione alla Dragaggi.

«Dopo due anni e mezzo di battaglie legali siamo al punto di partenza – commenta il sindaco Leo Castiglione – una sentenza attesa da tempo, vissuta su ripetuti rinvii del collegio giudicante per le nomine degli esperti verificatori, da ultimo un collegio di docenti del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Milano, e che conferma la validità della prima aggiudicazione. Un percorso che ha allungato i tempi e ha complicato un percorso amministrativo che in parte, ora deve essere rimodulato alla luce della decisione dei giudici».

La sezione quinta del Consiglio di Stato presieduta dal giudice Carlo Saltelli, ha riconosciuto la validità sostanziale e globale del progetto presentato dalla Dragaggi, in particolare per i quesiti riguardanti lo studio di impatto ambientale e l’elaborazione di una relazione geologica.

«L’atteggiamento dell’amministrazione comunale – continua il sindaco Castiglione - di estrema prudenza nella gestione della cosa pubblica, per alcuni segno di debolezza e incapacità, si è rivelata appropriata e oculata. Infatti una decisione affrettata come la firma del contratto alla seconda ditta aggiudicataria, in attesa della sentenza del Consiglio di Stato, alla luce della decisione dei giudici, avrebbe causato ulteriori conseguenze per il Comune che avrebbe dovuto risarcire una sostanziosa penale».

Pubblicato in Cronaca

Pescara. «Le iniziative che si vogliono sviluppare ad Atessa, in Val di Sangro, promosse da privati, sono in contrasto con i progetti che la Regione, attraverso il Piano di Gestione Integrata dei Rifiuti, ha di recente approvato. Infatti l’obiettivo che l’esecutivo regionale vuole raggiungere è dotare la nostra regione di un’impiantistica, soprattutto pubblica, che sia in grado di rendere l’Abruzzo autosufficiente nella gestione della filiera del riciclo e del riuso e del recupero di materia. Ciò che non vogliamo è che aree abitate del nostro territorio, con vocazione produttiva, turistica o agricola di qualità, vengano utilizzate per insediamenti dedicati a trattare rifiuti provenienti in massima parte da fuori regione in quanto decisamente sovradimensionati rispetto alle esigenze del nostro territorio».
Con queste considerazioni il Sottosegretario alla Presidenza della Giunta RegionaleMario Mazzocca è intervenuto nella discussione aperta dal Sindaco di Atessa, subito seguito da altre Amministrazioni comunali, comitati di cittadini e associazioni ambientaliste sulla proposta di riaprire la CIAF per lo smaltimento di fanghi industriali, da parte di EcoeridaniaSpA di Genova, nonchésu quella della ditta Eugenio Di Nizio di Mafalda (Campobasso) per la sterilizzazione di rifiuti infettivi e altro.
«Ho preso atto con grande attenzione delle motivazioni tecniche addotte dalle amministrazioni locali, dalle associazioni e dai cittadini a sostegno della loro contrarietà ai due progetti – conclude Mazzocca – e posso assicurare se ne terrà dovutamente conto nel processo di valutazione attualmente in corso negli organi previsti dalla legge. In ogni caso annuncio che parteciperò alla manifestazione del 19 maggio ad Atessa perché ritengo comunque che una politica che tenga al centro la sostenibilità ambientale nella Val di Sangro sia utile e necessaria per garantire un distretto di eccellenza riconosciuto a livello europeo».

Pubblicato in Politica

Pescara. Proseguono a ritmo serrato i lavori coordinati dalla Provincia e affidati della ditta Umberto Marinelli di San Salvo, per l’intervento sulla viabilità nell’area vestina, e in particolare sulle Strade Provinciali SP7 (Penne – villa Degna); SP9 (bivio Cupoli-Roccafinadamo-Arsita); 9 bis (Trofigno San Giorgio); SP 10 (bivio SS81 Montebello, Farindola e Bivio Mirri); SP 12 (Collatuccio-Mirabello); SP 15 (Loreto – Paterno); SP 18 (Bivio Loreto – Passo Cordone); SP19 (Collefreddo- Fiorano – Collatuccio).
Il contratto con la ditta è stato firmato il 26 aprile scorso. Lunedì 30 aprile, con la consegna dei lavori, sono contestualmente partiti gli interventi, che serviranno a mettere in sicurezza le strade che saranno percorso dal Giro d’Italia il 15 aprile, quando la gara ciclistica, nella sua decima tappa - da Penne a Guado Tadino- attraverserà il versante montano vestino, da Penne a Farindola, per solcare tutto l’Appennino centrale passando per la provincia di Teramo e poi di Ascoli Piceno.
I lavori, dell’importo di 1.320.000,00 euro, sono stati resi possibili grazie all’erogazione di 1.400.000,00 euro in favore della Provincia di Pescara da parte della regione Abruzzo, come anticipazione, pari al 10%, del finanziamento di 14 milioni di euro concesso per l’intervento denominato “PSRA/83 C – per le esigenze della viabilità provinciale per il territorio della Provincia di Pescara”. Il finanziamento, derivante dal Masterplan, scaturisce dalla necessità evidenziata dalla Provincia stessa al Governatore Luciano D’Alfonso “sulla base delle effettive esigenze rilevate in termini di impraticabilità, dissesto, sicurezza e importanza dell’asse viario”. Le modalità di finanziamento, approvate da una Delibera di Giunta Regionale prevedevano che “allo scopo di assicurare la disponibilità finanziaria per l’avvio delle attività di realizzazione dell’intervento, la Regione poteva disporre la anticipazione pari al 10% del finanziamento assegnato in seguito all’invio delle schede e dei crono programma dei lavori. Una decisione, quest’ultima, che ha permesso alla Provincia di incamerare il milione e 400.000 euro con cui è stato possibile effettuare i lavori nell’area vestina, per la manutenzione straordinaria sulla viabilità delle Strade Provinciali nn. 7, 9, 9bis, 10, 12, 15, 18, 19, tutte nell’area Rigopiano - Farindola – Penne.
“La ditta – dichiara il presidente Antonio Di Marco - sta lavorando tutti i giorni, compresi quelli di festa, per concludere al meglio i lavori su questa parte della viabilità che sarà percorsa martedì prossimo dai ciclisti del Giro d’Italia. Uno sforzo notevole per tutti, e per il quale ringrazio la struttura interna provinciale e gli addetti alla viabilità. Lavori che avevamo già in programma di fare con lo stanziamento di 14 milioni previsto dal Masterplan e sui quali abbiamo dato la priorità, per adeguare le strade al passaggio della più famosa carovana ciclistica del mondo. Un’occasione di rilancio di questa zona così colpita dalle calamità naturali, ma anche uno stimolo per procedere in modo efficace e veloce al rifacimento delle strade dell’intera area vestina, com’è nei miei programmi sin dall’inizio del mandato”.

Pubblicato in Sport

Pescara. Siamo così giunti all’ultimo appuntamento, per questa edizione 2017-2018, della rassegna “il giovedì… DOCUDI'” cinema documentario al museo Colonna organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara e dall’associazione A.C.M.A. (Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese), in collaborazione con il Festival del documentario d’Abruzzo - Premio internazionale Emilio Lopez.

La Rassegna si è svolta presso il Museo d’arte moderna Vittoria Colonna a Pescara dal 28 dicembre 2017 e si concluderà il prossimo giovedì10 maggio 2018 con la proiezione – in Anteprima regionale - del film “LET’S GO” di Antonietta De Lillo. Sarà presente l’autore - protagonista: Luca Musella

Le opere presentate sono state selezionate tenendo conto non solo delle tematiche affrontate ma anche delle loro caratteristiche strettamente cinematografiche. Si è cercato di scegliere opere di qualità, rivolgendo un’attenzione particolare - di volta in volta - alle tematiche diverse che spaziano dall’arte al sociale, dalle problematiche ambientali alla multicultura, al documentario d’inchiesta.

Tutte le proiezioni sono state introdotte dall’Associazione A.C.M.A. e al termine si è sempre svolto un dibattito con la presenza di esperti e dei registi e autori delle opere. Tutte le proiezioni sono state gratuite.

Giovedì 10 maggio 2018, ore 18.00
Anteprima regionale
proiezione del film "LET'S GO" di Antonietta De Lillo

Museo d'arte moderna Vittoria Colonna, via Gramsci, Pescara

INGRESSO LIBERO

Sarà presente l'autore - protagonista: Luca Musella

Let’s go è la storia di un esodato, professionalmente ed emotivamente: Luca Musella, fotografo, operatore, scrittore, oggi ha perso tutto. O forse no. Il protagonista ripercorre la propria vita in un testo-lettera da lui scritto e in un viaggio reale e ideale attraverso l’Italia, da Napoli, sua città natale, a Milano, il luogo della sua nuova esistenza. Insieme alle persone che popolano il suo mondo, Luca Musella diventa portavoce di una condizione universale, specchio del nostro Paese nell’era della crisi
Antonietta De Lillo regista, fotografa, giornalista pubblicista, nasce a Napoli il 6 marzo 1960. Attualmente vive e lavora a Roma, dove è impegnata con la sua nuova società di produzione Marechiaro Film a proseguire idealmente l'esperienza maturata in venticinque anni di attività. Consegue la laurea in Spettacolo al D.A.M.S. di Bologna. Lavora come giornalista pubblicista e fotografa per importanti quotidiani e settimanali. Poi si trasferisce a Roma dove presta la sua attività, in qualità di assistente operatore, a varie produzioni televisive e cinematografiche.

Abbiamo, cronologicamente, affrontato
– 28 dicembre 2017 i temi del rapporto tra Arte e città di Pescara (ELEGIA PER LA VITA di Germano Scurti);
– 11 gennaio 2018 le problematiche ambientali (CENT’ANNI DI VELENI di Walter Nanni);
– 25 gennaio 2018 per “il giorno della memoria” la storia di Anna Frank con una ricerca sulla figura del padre (Anteprima per l’Abruzzo OTTO FRANK, PADRE DI ANNA di David de Jongh);
– 8 febbraio 2018 abbiamo “raccontato” l’ambiguità - a volte - della nostra vita relazionale (Anteprima per l’Abruzzo AL DI LA’ DELL’UNO-BEYOND THE ONE di Anna Marziano);
– 22 febbraio 2018 visto le problematiche legate alla sicurezza in un aeroporto internazionale (IL CASTELLO di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti);
– 8 marzo 2018 per la giornata internazionale della donna abbiamo conosciuto “un altro Pakistan” con tutte le problematiche del Paese (LOOKING FOR FLOWERS IN ISLAMABAD di Nicola Lucini e Simona Seravesi);
– 22 marzo 2018 attraverso “lo sguardo” di un aquilano abbiamo seguito un diario cinematografico che da L’Aquila, 2009, arriva a Amatrice e Arquata del Tronto (APPENNINO di Emiliano Dante);
– 5 aprile 2018 abbiamo poi conosciuto campioni dello sport, ma soprattutto nella vita, che subiscono pregiudizi e stereotipi legati alla loro disabilità (Anteprima per l’Abruzzo IL RUMORE DELLA VITTORIA di Ilaria Galbusera e Antonino Guzzardi);
– 19 aprile 2018 documentato lo sfruttamento in cui versano i membri della comunità Sikh dell’Agro Pontino alle prese con il caporalato (Anteprima per l’Abruzzo THE HARVEST – IL RACCOLTO di Andrea Paco Mariani)
– 10 maggio 2018 in chiusura della rassegna, la storia di un esodato, professionalmente ed emotivamente (Anteprima per l’Abruzzo LET’S GO di di Antonietta De Lillo).

INFO www.webacma.it/docudi-2017 / www.facebook.com/AssociazioneACMA

descrizione evento goo.gl/tamGDC (www.webacma.it/lets-go-di-antonietta-de-lillo-pescara-10-05-2018)

evento su Facebook goo.gl/Dbfmcu (www.facebook.com/events/164980390833285)

#ACMA #Docudì #AbruzzoDocFest #AssociazioneACMA #LetsGo #AntoniettaDeLillo

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

INFO http://www.webacma.it/docudi-2017 / Facebook http://www.facebook.com/AssociazioneACMA

L’ A.C.M.A. (Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese) nata nel dicembre 2000, è una associazione culturale senza scopo di lucro, costituita esclusivamente da volontari.

Persegue la finalità di promuovere la cultura cinematografica e multimediale attraverso la sua fruizione a vantaggio dei propri associati e dell’intera collettività.Tra i suoi scopi: coordinare, organizzare e pianificare attività culturali in generale; anche attraverso l’organizzazione di festival, rassegne, cineforum o singole proiezioni.
Nel sito www.webacma.it è possibile avere tutte le informazioni sulle attività ed i progetti dell’Associazione, su come iscriversi e contattarci. Attiva anche la pagina facebook /AssociazioneACMA dove trovate segnalazioni, appuntamenti, informazioni notizie su Rassegne e Film d’autore, avvenimenti regionali e nazionali.

ASSOCIATI
Puoi sostenere le nostre iniziative, per partecipare in maniera sempre più attiva alla vita e alle iniziative dell’Associazione, con la tua iscrizione (www.webacma.it/iscrizioni/).
L’iscrizione all’associazione è annuale e ai soci viene consegnata una Card plastificata personalizzata che gli consentirà di accedere alle convenzioni che l’Associazione ha stipulato con i Cinema dell’area metropolitana e gli esercizi commerciali (http://www.webacma.it/convenzioni).

ACMA - Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese
Via Firenze 99 - 65122 Pescara - Telefono: +39 085 4210031
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ACMA in internet: www.webacma.it
Festival in internet: www.abruzzodocfest.org

ACMA su Facebook: www.facebook.com/AssociazioneACMA
Festival su Facebook: www.facebook.com/Abruzzodocfest

Twitter @Klaris66

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. La Delfino Pescara 1936 comunica che sotto indicazione della Questura di Pescara e visto l’alto numero di richieste, concede alla tifoseria ospite dell’Ascoli Picchio l’utilizzo del settore Curva Sud con la messa in vendita di ulteriori 800 tagliandi gara.

Si invita la tifoseria Bianconera ad usufruire dell’uscita autostradale A14 Pescara Sud/Francavilla, in quanto tutte le altre uscite autostradali con direzione Pescara saranno presidiate dalle forze dell’Ordine con direttiva di blocco per tifosi ospiti ( possibilità di non vedere la partita) e successivo invito a tornare indietro.

NB Il ritrovo tassativo per tutti gli ospiti è entro e non oltre le ore 13.00 di sabato 12 Maggio sul piazzale antistante uscita autostradale Pescara Sud/Francavilla. Si invita a seguire questa direttiva per agevolare le funzoni di controllo ed evitare disagi con successivi ritardi per l’ingresso allo stadio. Consigliamo inoltre di viaggiare con mezzi tipo autobus e mini van per facilitare le operazioni di posteggio.

Biglietti settore ospiti in vendita su circuito Listicket a partire dalle ore 15.00 di mercoledì 9 Maggio.

INFO TIFOSI BIANCAZZURRI

Per tutti i possessori di biglietto e abbonati Pescara Calcio “Curva Sud“, si comunica che sarà riservato un posto in Tribuna Adriatica laterale senza costi aggiuntivi.

Pubblicato in Sport

Pescara. “La manutenzione delle piste ciclabili è un problema, come lo sono le buche sulle strade. Ma sulla viabilità siamo in emergenza e non abbiamo la disponibilità di risorse per poter intervenire”. Così il presidente della Provincia Antonio Di Marco risponde alle richieste di intervento per lo sfalcio dell’erba sulla piste ciclabile che corre lungo l’argine del fiume, lato nord. Segnalazioni piovono da tutte le parte: articoli di giornali, social network, richieste dirette.
Ma i percorsi ciclabili richiedono intervento di manutenzione ordinaria e la Provincia di Pescara, che come tutte le Province italiane si è vista tagliare personale e fondi, ha le mani legate.
“Non abbiamo ancora il bilancio preventivo 2018 – continua Di Marco - e non so quando riusciremo ad approvarlo. In questa situazione non possiamo disporre di liquidità per interventi ordinari. Possiamo solo operare macro interventi per i quali abbiamo avuto fondi dedicati, come quelli provenienti dal Masterplan per la viabilità interna, ma sono fondi finalizzati a quelle opere e non ad altro”.
“Abbiamo già convenuto con il Comune che le ciclovie cittadine costruite dalla Provincia potrebbero passare al Comune. Per questo rivolgiamo un appello all’ufficio comunale che si occupa della manutenzione stradale: in fondo si tratta di piste ciclabili cittadine e hanno la stessa dignità delle altre strade, assicurando il transito in sicurezza ai cittadini che hanno scelto di utilizzare la bici come mezzo di trasporto urbano. Chiedo quindi la collaborazione all’assessorato comunale ai Lavori Pubblici, nei tempi e nei modi possibili, così come abbiamo fatto in molti altri casi con altri Comuni del territorio, quando la Provincia non aveva la possibilità di intervenire”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Si è svolto domenica nella Museo Marco Scacchi di Gallese, in provincia di Viterbo, un convegno dedicato alla figura, ancora troppo poco conosciuta, della duchessa Maria Hardouin di Gallese, moglie e musa di Gabriele d'Annunzio, madre di tre dei suoi figli e l’unica donna che riuscì, a stargli accanto per tutta la vita, portando sempre con grande dignità il nome del celebre marito. Il convegno è stato organizzato dalla Pro Loco Gallese in collaborazione con l’Amministrazione comunale e la Pro Loco Ostia Aterni di Pescara, con lo scopo di fare nuova luce sulla figura della Duchessa. Per la prima volta il duca di Gallese e la moglie Altea Altemps, discendenti della di Maria Hardouin, hanno aperto la loro dimora storica risalente al 1500 e hanno ricevuto la delegazione pescarese composta dall’assessora alle tradizioni Cittadine Paola Marchegianiin vece del sindaco, dal presidente e vice presidente della ProLoco Gaetano Ranallie Mario Spina,nonché dal saggista Franco Di Tizio, dal presidente del Centro Studi Dannunziani Dante Marianacci, dall’attrice e saggista Franca Minnucci, quali relatori del convegno moderato dal professor Italo Rossetti docente universitario.

 

“Abbiamo avuto modo di tracciare un profilo intenso di quella che è forse una delle donne meno conosciute di Gabriele Dannunzio – così l’assessora Paola Marchegiani– Attraverso lei è stato ribadito e rimarcato anche l’intento fra i nostri rispettivi Comuni di proseguire sulla via di un patto di amicizia delle due comunità, come ci ha assicurato il sindaco Danilo Piersanti.

La duchessa Hardouin fu l’unica donna costante nella vita del Vate, perché riuscì a stargli accanto sempre, dandogli tre figli e tramandandone il nome. Giovanissima discendente di una delle famiglie più importanti della nobiltà romana, incontrò il D’Annunzio introducendolo nei salotti della Capitale. Si amarono e si separarono per riavvicinarsi ancora, gli ultimi decenni della sua vita ebbero come cornice il Vittoriale, dove Maria è tuttora sepolta.

Dal convegno è emersa una figura determinata e forte, che per il suo grande amore per D’Annunzio venne persino ripudiata dalla famiglia. Un rapporto, il loro, che non è mai stato ostile, ma che ha raggiunto accenti di tenerezza estrema e di profonda intimità e complicità”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Continuano attività e piantumazioni nelle cinque scuole dell’infanzia cittadine per la nascita di giardini e orti botanici. Oggi la messa a dimora delle piantine nella scuola Malaguzzi, dove l'assessore all'Ambiente Simona Di Carlo si è recata per illustrare ai bambini l'iniziativa e portare avanti le azioni proposte dalla Share City Srl per promuovere comportamenti rispettosi nei confronti della natura.

 

“Laboratori anche sensoriali per capire cos’è un giardino e perché è importante il contatto con la natura – illustra l’assessore all’Ambiente Simona Di Carlo- Le attività prevedono anche questo oltre alla piantumazione di esemplari scelti con gli agronomi di Felix Garden che segue il progetto con noi. Il contatto con la terra, con l’erba, con gli elementi della natura è un passo fondamentale per costruire la consapevolezza del valore di tali elementi e dunque per far crescere nei bambini una vera e propria coscienza ambientale.

Questo è accaduto oggi alla scuola Malaguzzi dove lo staff di insegnanti e psicologi che attuano le attività progettuali hanno condotto i bambini in un vero e proprio percorso sensoriale. Viviamo l’Ambiente è nato soprattutto per bambini in età prescolare, perché al movimento unisce il contatto con la terra, le foglie, l’acqua, che oltre ad essere strumenti di gioco, stimolano creatività e fantasia. Crediamo molto in questa possibilità e la stiamo promuovendo con l’intenzione di estenderla anche a più scuole al più presto, in modo da creare nuovi spazi verdi e fruitori più scrupolosi e consapevoli di questo bene comune”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. Venerdì11 maggiopresso lo Spazio He5ci sarà l’anteprima della mostra fotografica "Metafisica | L'io nello spazio", che si terrà dal 7 al 21 luglio 2018presso gli spazi del Circolo Aterninodi Pescara in piazza Giuseppe Garibaldi 51.

L’anteprima sarà l’occasione per introdurre la mostra attraverso alcune fotografie scelte e per conoscere gli artisti coinvolti: Emanuela Amadio, Michele Berlingeri, Fabio Cameli, Simona De Marchis, Piero Geminelli, fotografi provenienti da tutta Italia che hanno avviato un riflessione attorno al tema proposto.

 

CONCEPT

Il progetto nasce da una domanda: come trasponiamo nella realtà l'estrema suddivisione dello spazio di cui facciamo esperienza sulla Rete?

E andando oltre: se è possibile vivere in diverse dimensioni spazio-temporali con un solo clic, com’è cambiato il rapporto con l’ambiente della vita?

Mutato il nostro modo di vivere uno spazio, si trasforma anche il rapporto estetico che instauriamo con esso, gli occhi attraverso cui lo percepiamo.

Di fatto ciò che sacrifichiamo alla nostra ubiquità è la pratica sensoriale che viene letteralmente anestetizzata: se con la mente siamo in un dato luogo, con il corpo e con i sensi rimaniamo ancorati nel nostro studio, davanti a uno schermo. Questa esperienza di decentramento è la metafisica.

Le opere in mostra immortalano scorci urbani o naturali dove la presenza dell'uomo si cela dietro uno sguardo visionarionutrito dell'immaginario metafisico del web – quell'universo colmo di immagini che immagazziniamo inconsciamente giorno per giorno. Questa visionarietà è capace di trasformare lo spazio asettico della Rete – che ha creato le sue roccaforti nel mondo reale, i cosiddetti nonluoghi – in paesaggi vivibili dove quel surplus di senso ci lascia nel dubbio su ciò che è reale e ciò che non lo è.
È in questo paesaggio che si fa esperienza dell'unità, dell'individuo e dello spazio che abita.

 

LA METAFISICA

La Metafisica è quando ci chiediamo cosa c'è dietro; è un senso superiore al di fuori dell'uomo, qualcosa di immateriale che, portato agli estremi, si fa tangibile e talvolta opprimente; la Metafisica nasce quando ciò che pensa la mente e ciò che sente il nostro corpo non viaggiano all'unisono.

Ladimensione metafisica odiernaper eccellenza è il Web, uno spazio che possiamo vivere in molteplici modi, dove possiamo vestire miriadi di identità, navigare infinite rotte, spazio della virtualità pura, un nonluogo dove tutto può accadere.

InEspèces d'espacesPerec ci invita a prendere coscienza degli spazi che attraversiamo e della loro irriducibilità estetica; ci suggerisce come rendere uno spazio un luogo abitabile, come fare nostre le diverse porzioni di spazi – di tutte le taglie e di tutte le specie – che ci ritroviamo ad attraversare nel caleidoscopio impazzito della globalizzazione, come non sbattere contro la loro ottusità, come farli diventare luoghi: come abitarli.

 


GLI ESORDI
Metafisica nasce a fine 2014 come collettivo di fotografi riuniti nella prima mostra pubblica tenutasi presso il Polo Museale di Lanciano, dal 27 dicembre 2014 al 2 gennaio 2015, e in quella successiva presso le prestigiose Sale di “Quarto della Marchesa” di Palazzo D’Avalos a Vasto, dal 25 aprile al 17 maggio 2015, con il titolo “Metafisica | Chiaroveggenza dell’astrazione” a cura di Silvia Moretta. Nel tempo la ricerca di ogni artista si evolve e il collettivo accoglie altri fotografi sul tema della visione metafisica e apre un confronto con nuovi curatori che contribuiscano con una lettura personale sull’argomento.

Pubblicato in Cultura e eventi

Pescara. “Secondo appuntamento domani, mercoledì 9 maggio, alle 17.30, presso la Sala Tosti dell’Aurum di Pescara con il ‘Maggio degli Autori’ promosso dall’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara: protagonisti dell’evento saranno Gino Primavera e Nunzio di Paolo, autori del volume ‘Bevo la foglia’, con 112 ricette per preparare cocktail dal forte sapore abruzzese e che si concluderà con il Flair Bartending Masterclass di Andrea Messina. Seconda tappa, dunque, del tour letterario che, complessivamente, impegnerà cinque giornate coinvolgendo cinque diversi luoghi della città, per aprire la scuola al territorio. Obiettivo dell’iniziativa è non solo quello di incentivare la creatività, la fantasia dei nostri studenti, ma anche quello di approfondire e ampliare i loro orizzonti, al fine di fornire loro gli strumenti più adeguati per affrontare i cambiamenti paradigmatici della nostra società, ovvero aiutarli a potenziare le sempre più elevate competenze richieste dalle professioni della ristorazione, della ricezione alberghiera e del turismo”. Lo ha detto la dirigente dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’ di Pescara, Alessandra Di Pietro, ufficializzando il secondo step del ‘Maggio degli Autori’ previsto per domani all’Aurum.
“Per stimolare il piacere della lettura nei nostri ragazzi occorre prima di tutto che vengano in contatto con i libri, meglio se si tratta di un contatto guidato, e, in tal senso, assistere alla presentazione di un libro e incontrare gli scrittori è l’esperienza ottimale – ha spiegato la dirigente Di Pietro -. Ma innanzitutto occorre promuovere la lettura per la sua grande capacità di evocare emozioni, di mantenere le persone in contatto con gli altri, di farci comprendere meglio la realtà, di stimolare la mente, la memoria, la fantasia. Il libro è un mondo vasto, non solo è uno strumento di arricchimento personale ma può anche diventare una professione, per questo abbiamo voluto organizzare incontri non solo con gli autori ma anche con illustratori, editor, esperti di comunicazione, traduttori, editori. L'incontro con l'autore, pensato come momento significativo di un percorso di educazione alla lettura, è sicuramente il mezzo più efficace per avvicinare i ragazzi ai libri e farli loro apprezzare e la possibilità di interloquire con la persona che ha effettivamente pensato e scritto le storie contenute, è un'esperienza difficilmente sostituibile con altre iniziative di promozione alla lettura. L’incontro con lo scrittore genera attesa, aspettative, affettività verso i libri e le storie. Il nostro obiettivo finale è il potenziamento della preparazione culturale degli studenti per consentire loro di acquisire una formazione qualitativamente d’eccellenza che determini il loro miglior inserimento nel mondo del lavoro. La creatività, che solo la lettura può sollecitare, è fondamentale per aiutare i nostri ragazzi ad affrontare anche i momenti di crisi, i periodi professionalmente difficili, donando loro quella duttilità, quella poliedricità e quella capacità di adattamento essenziale per fronteggiare i cambiamenti sociali. In più abbiamo mirato anche a volumi specifici, strettamente attinenti alla loro attività futura”.
Domani l’evento all’Aurum è stato organizzato con l’Equilibrium Bar Academy e vedrà gli studenti dell’Alberghiero, ma anche la cittadinanza, incontrare i due autori del libro ‘Bevo la Foglia’, Gino Primavera e Nunzio Di Paolo, alla presenza della dirigente Di Pietro, di Manuela Cornelii, Consigliere Nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier, del nutrizionista Roberto Casaccia e di Antonio Tavano, Direttore della Casa Editrice Carsa. L’evento si concluderà con il Masterclass-evento del Flair Bartender Andrea Messina che incanterà i presenti con i suoi cocktail acrobatici.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione