Articoli filtrati per data: Martedì, 11 Settembre 2018

Pescara. “Un caffè e un cornetto per dire ‘no’ al ritorno del mercato dell’illegalità sotto il rilevato ferroviario della stazione di Pescara. Domani faremo ‘colazione contro il finto mercato etnico’ con tutti i cittadini e commercianti che verranno al nostro Presidio per la legalità istituito dal centrodestra dinanzi al sedicente cantiere che porta la firma del sindaco Alessandrini: ai cittadini spiegheremo ancora una volta cosa significherà il ritorno di quelle bancarelle che sono state smantellate non certo per volontà del sindaco, ma per ordine dell’allora Prefetto Provolo dopo che le indagini della Procura svelarono che quel presunto mercatino etnico era una vera e propria centrale della contraffazione per tutto il centro sud Italia. Noi continueremo a presidiare l’area e a tenere alta l’attenzione della città contro quella che è una vergogna amministrativa del centrosinistra”. Lo ha annunciato il Capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri che oggi, con i vari esponenti del centrodestra, ha di nuovo presidiato l’area di cantiere.
“Oggi secondo giorno di protesta contro quello che è un progetto folle, assurdo, inaccettabile, un clamoroso errore politico che però pagheranno i pescaresi, ancora sotto choc dopo l’orrendo stupro che si è consumato nei giorni scorsi a due passi dal rilevato ferroviario – ha ricordato il Capogruppo Sospiri -. Alessandrini ha bisogno di ricostituire quel finto mercato per tenere insieme i pezzi frantumati della sua maggioranza visto che la parte più a sinistra della sua coalizione lo tiene letteralmente sotto scacco: o il mercato o faranno cadere la giunta. Ma la città non può pagare il prezzo di quello che è un ricatto politico, che peraltro determina una spesa di 250mila euro, soldi dei pescaresi, soldi dei cittadini che non devono avere paura di passare dinanzi alla stazione, soldi dei commercianti che pagano regolarmente le tasse e che si ritrovano a dover fronteggiare la concorrenza sleale di ambulanti privi finanche della licenza commerciale e che certamente non hanno mai emesso uno scontrino né una fattura in tutta la loro vita. Perché, è bene ricordarlo, dei presunti ambulanti extracomunitari che dovrebbero trovare posto sotto il rilevato, sono solo 20 ad avere una licenza commerciale, peccato che i titolari delle bancarelle prima esistenti sulle aree di risulta siano ben 165, e allora il sindaco Alessandrini ci spieghi cosa faranno gli altri 145 che non potranno entrare a vendere sotto il tunnel della ferrovia. E prima di mostrare tanta boria, ricordi il sindaco Alessandrini che se non fosse stato per l’ordine perentorio del Prefetto, lui non avrebbe mai smantellato il vecchio mercatino, lo ha confessato lui stesso nei giorni dello sgombero tentando di giustificare la propria ordinanza dinanzi agli stessi ambulanti extracomunitari che lo assediavano in Comune, scaricandosi ogni responsabilità. Oggi alle 7 in punto siamo tornati dinanzi al presunto cantiere per monitorare l’eventuale arrivo dei mezzi dell’impresa che però non si è vista. A partire da domani – ha aggiunto il Capogruppo Sospiri – inizieremo a vivacizzare il nostro Presidio della legalità con una serie di iniziative da realizzare giorno dopo giorno, per avvisare la popolazione che, tra qualche giorno, rischia di ritrovarsi un mercatino non etnico, ma illegale, sotto il primo binario della stazione ferroviaria. Per domani appuntamento a tutti i cittadini alle 7 in punto, dinanzi al tunnel, per ‘A Colazione contro il mercato dell’illegalità’, prenderemo con tutti i presenti caffè e cornetto per impedire, tutti insieme, l’inizio dei lavori che saranno una mannaia per la città”.

Pubblicato in Politica

Latina. Quest’anno la quarta edizione del Premio Internazionale di poesia e narrativa “Città di Latina” è stata dedicata ad un cantautore italiano, un poeta della musica: Fabrizio De André. L’11 gennaio 2019 saranno vent’anni dalla sua scomparsa e l’organizzazione del Premio, capitanata da Alessandro Vizzino e Adriana Giulia Vertucci del Gruppo Editoriale EDU, con il supporto di Agenzia Omicron e Radio Immagine Network,ha voluto rendere omaggio all’artista. Si è aperta proprio con un vdeo toccante di Faber la cerimonia del concorso, che si è svolta nel prestigioso Park Hotel di Latina sabato 8 settembre 2018. La Giuria presieduta da Michela Zanarella e composta da:Romano De Marco, Pierluigi Porazzi, Alessandro Vizzino, Giuseppe Lorin, Daniela Cattani Rusich, Michele Navarra, Marco Proietti Mancini, Yuleisy Cruz Lezcano, Simone Di Matteo, Gian Luca Campagna, Paolo Sarandrea, Nunzio Granato, Rossana Pessione, Luisa Perlo, Franco Borretti, Rossella Gallucci e Adriana Giulia Vertucci, dopo attenta valutazione delle opere ha decretato i vincitori nelle cinque sezioni: poesia singola inedita a tema libero in lingua italiana; poesia singola inedita a tema libero in vernacolo o in lingua estera; silloge edita in lingua italiana; silloge inedita in lingua italiana; videopoesia; racconto breve inedito in lingua italiana. Flavio Dall’Amico è il vincitore della sezione poesia singola inedita a tema libero, Massimo Zona si aggiudica la sezione poesia singola in vernacolo, Carla Mussi trionfa per la sezione silloge edita ed è anche vincitrice assoluta di questa edizione. Lucia Triolo conquista il podio per la sezione silloge inedita e vince una pubblicazione con Edizioni DrawUp, per la videopoesia il primo posto va a Giovanni Sabattini, Laura Daniele vince la sezione racconto inedito. Tanti gli interventi musicali con tributi a Fabrizio De André. Si sono esibiti Andrea Del Monte, Chiazzetta, Jude, Mimica, Marco Fino, Claudio Di Cicco, Mimmo Battista e Angelo Cassoni su testi del poeta Dante Ceccarini in vernacolo sermonetano. Sono intervenuti Gino Incerti, road-manager di De André e la responsabile del Museo della Terra Pontina, che ha ricevuto una targa da Pieri Premiazioni, per il suo lavoro di tutela e promozione del territorio. Brillante la conduzione di Alessandro Vizzino affiancato da Daniele Campanari. La serata si è conclusa con una cena conviviale e con le molteplici emozioni che solo la poesia sa dare.

Pubblicato in Cultura e eventi

Roma. Nell’imminenza della riapertura delle scuole, in Italia le classi saranno ancora spiccatamente multiculturali. Secondo i dati raccolti nel Dossier Statistico Immigrazione 2018, che il Centro Studi e Ricerche IDOS, in partenariato col Centro Studi Confronti, presenterà il prossimo 25 ottobre, sono 826.000 gli iscritti di cittadinanza straniera nell’a.s. 2016/2017, circa un decimo (9,4%) della popolazione scolastica complessiva.
Una incidenza in continua crescita, visto che gli alunni figli di italiani vanno sempre più diminuendo (-96.300 in un anno, -1,2%) per il costante calo delle nascite, mentre quelli nati da genitori stranieri vengono gradualmente aumentando (+11.200 e +1,4%), grazie alla maggiore giovinezza e fecondità della popolazione di origine immigrata. Basti osservare che tra gli italiani gli ultra65enni sono ormai 1 ogni 4 residenti (24,3%), tra gli stranieri invece, che per il 37,6% hanno meno di 30 anni, sono solo 1 ogni 25 (4,0%).
Tuttavia, anche tra gli stranieri le nascite sono in progressivo calo e, se fino ad oggi la presenza di figli di immigrati aveva compensato la decrescita della popolazione scolastica nazionale, attualmente gli alunni stranieri non bilanciano più la perdita in atto e il numero complessivo di iscritti è calato in un solo anno di 85.000 unità (-1,0%).
Più della metà degli alunni stranieri (56,6%) frequenta la scuola dell’infanzia (20,0%) e quella primaria (36,6%), dove sono quasi l’11% di tutti gli scolari, mentre meno di un quarto (23,2%) le scuole superiori, dove rappresentano solo il 7,1% di tutti gli studenti e, anche per le maggiori difficoltà di inserimento e rendimento scolastico, scelgono con più frequenza istituti professionali (orientandosi così a un immediato inserimento nel lavoro piuttosto che alla prosecuzione degli studi, a scapito della futura mobilità).
Sebbene tra loro siano rappresentate 190 nazionalità, si tratta, per oltre la metà dei casi, di giovani romeni (158.000), albanesi (112.000), marocchini (102.000) e cinesi (49.500). D’altra parte, le regioni in cui è più alta la loro incidenza nelle scuole sono nell’ordine: Emilia Romagna (15,8%), Lombardia (14,7%), Umbria (13,8%), Toscana (13,4%) e Piemonte (13,0%).
Ma il dato più importante è la quota sempre più ampia di alunni stranieri che sono nati in Italia, le cosiddette “seconde generazioni”, che spesso riconoscono l’italiano come propria lingua madre, vivono con e come i coetanei italiani e si sentono tali a tutti gli effetti, condividendo con loro ogni cosa eccetto la cittadinanza (e ciò che essa comporta, in termini di riconoscimento giuridico e di diritti). Se nell’a.s. 2007/2008 erano appena un terzo (34,7%) di tutti gli alunni stranieri, nell’a.s. 2016/2017 sono più di mezzo milione (503.000), i tre quinti (60,9%) del totale. Rispetto all’a.s. precedente, costoro sono aumentati di ben il 12,9% (+57.600).
“Si tratta – osserva Luca Di Sciullo, presidente di IDOS – di identità non riconosciute dalla legge e spesso scisse tra due mondi culturali di riferimento, ora in conflitto con le famiglie immigrate d’origine, quando ne rifiutano il modello identitario per abbracciare quello italiano, ora con la società italiana, quando accade il contrario”. “Con l’aggravante – continua il presidente di IDOS – che nel primo caso essi rischiano un doppio conflitto: oltre che con la famiglia d’origine, perché si sentono italiani, anche con la società ospitante, se, al momento di inserirsi nel mondo del lavoro o nei contesti di partecipazione sociale, verranno comunque discriminati perché formalmente stranieri”.
“Se fino a diversi anni fa – dice Di Sciullo – la priorità della scuola in Italia era di mandare a regime una didattica meno incentrata sulla sola storia, geografia e cultura italiana e più aperta alla conoscenza dei paesi e delle tradizioni del resto del mondo, in considerazione delle provenienze e dei portati culturali degli studenti stranieri, oggi che i tre quinti di essi sono nati e cresciuti in Italia senza esserne cittadini, la priorità è diventata la necessità di affrontare e gestire il loro conflitto d’identità, perché esso non finisca per esplodere, quando, usciti dalle aule, questi giovani si inseriranno nella società”.
“Un compito – conclude – in cui la scuola non può essere lasciata da sola, ma che richiede la collaborazione di tutte le altre agenzie formative (famiglie, associazioni, gruppi sportivi ecc.) che una volta formavano la cosiddetta comunità educante”.

Pubblicato in Cronaca
Martedì, 11 Settembre 2018 00:00

Pescara, 49enne in arresto per reati vari

Pescara. Nella giornata di ieri personale, la Polizia di Stato ha eseguito un provvedimento di cumulo pene emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pescara nei confronti di P.M., classe ’69.Lo stesso deve espiare la pena complessiva di anni 3 e mesi 1 di reclusione, nonché anni 1 e mesi sei di arresto per reati contro il patrimonio, porto abusivo di armi ed evasione commessi in questo centro nel 2010. L’uomo è stato associato presso la locale casa circondariale.

Il provvedimento è stato eseguito da personale della Squadra Mobile.

Pubblicato in Cronaca
Martedì, 11 Settembre 2018 00:00

Servizio Civile: 4 posti a Guardiagrele

Guardiagrele. E’ stato pubblicato, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, sul sito del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, il bando del Servizio Civile 2018 per la selezione dei volontari, rivolto ai giovani tra i 18 e i 28 anni.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate fino al 28 settembre per uno dei 5.408 progetti che si realizzeranno tra il 2018 e il 2019 su tutto il territorio nazionale e all’estero.


Le aree di intervento su cui insistono la maggior parte dei progetti sono, l’assistenza disabili, minori e giovani in condizioni di disagio o esclusione sociale, educazione e promozione culturale, tutoraggio scolastico, cura e conservazione del patrimonio storico, ambientale ecc.

Dopo molti anni anche Guardiagrele è tornata a far parte della lista degli Enti che realizzano progetti di Servizio Civile, grazie al lavoro di progettazione svolto dal Comune di Guardiagrele in collaborazione con il Centro di Servizio per il Volontariato di Chieti.

In questa prima fase sono aperti 4 posti, per ragazzi dai 18 ai 28 anni, che presteranno il loro servizio per 12 mesi. I ragazzi selezionati saranno impegnati in attività per il centro disabili adulti di Guardiagrele, attualmente aperto 3 mattine a settimana, servizio gratuito per i disabili gravi.

Inoltre il Servizio Civile offre:
– Almeno 80 ore di formazione;
– Crediti formativi;
– Attestato di partecipazione al Servizio Civile;
– Valutazione dell’esperienza nei concorsi pubblici con le stesse modalità e lo stesso valore del servizio prestato presso la Pubblica Amministrazione e può valere come titolo di preferenza;
– Riconoscimento del servizio ai fini del trattamento previdenziale (riscattabile);
– Assegno mensile di € 433,80.

Le domande vanno presentate al comune di Guardiagrele tramite PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o a mano presso l’ufficio protocollo del comune in Piazza San Francesco 12.

Tutte le informazioni del bando di Guardiagrele sono disponibili sul seguente link.
http://www.guardiagrele.gov.it/avviso30082018.html

“Grazie ai volontari selezionati – afferma l’assessore comunale Inka Zulli – potremo provvedere a migliorare il servizio del nostro centro, ripristinando il trasporto da e per il centro, alleggerendo le famiglie dall’accompagnare i propri famigliari; proporremo agli utenti del centro ulteriori attività e potremo programmare anche l’ampliamento dell’orario e dell’utenza, potendo offrire il servizio anche ad eventuali utenti di altri comuni limitrofi. Il servizio civile è un momento unico per i giovani che lo intraprendono, perché possono scoprire le proprie potenzialità e in più entrano in contatto con il senso di cittadinanza attiva e solidale. E’ un dare al proprio territorio e un ricevere di esperienze e competenze. Un’opportunità importante che abbiamo voluto restituire ai nostri ragazzi”.

Pubblicato in Cronaca

Sambuceto. Al via la campagna abbonamenti del Sambuceto Calcio per la stagione 2018-19.
La società viola ufficializza i prezzi e le modalità di acquisto degli abbonamenti per seguire la squadra impegnata nel campionato di Eccellenza abruzzese.
Per quanto concerne i prezzi, per i supporter sono disponibili due tipologie di abbonamento, vale a dire intero e ridotto.
Ecco qui di seguito i dettagli sui costi e chi può usufruire della tariffa ridotta:
• abbonamento intero: 80 euro
• abbonamento ridotto (riservato a donne, ragazzi fino a 18 anni e over 70): 50 euro.
Per quanto riguarda il corso della stagione 2018.19, sono previste due Giornate Viola, una nel girone di andata del massimo campionato regionale e l’altra nel girone di ritorno.
In tali occasioni non saranno validi gli abbonamenti.
Passando infine alle modalità di acquisto e sottoscrizione delle tessere per la stagione in corso, gli abbonamenti sono disponibili nei seguenti punti vendita:
• Aperocaffè, galleria Karol Wojtyla, Sambuceto
• Macelleria Di Nicola, corso Italia, Sambuceto

Pubblicato in Sport

Roma. Stop per almeno due anni al rischio di chiusura e allo spostamento di sale da gioco e slot machine ad almeno 300 metri da scuole, chiese ed ospedali. La Regione Abruzzo, come riporta Agipronews, ha prorogato al 2020 l’attuazione della legge regionale per il contrasto al gioco patologico, originariamente prevista per il 21 novembre 2018. Nel testo - datato 24 agosto - sulle “Modifiche alla legge regionale 9 luglio 2016, n. 20 (Disposizioni in materia di Comunità e aree montane) e ulteriori disposizioni”, sono state inserite le modifiche all’articolo 3 della legge regionale sul gioco del 2013. Le disposizioni in questione vietavano nuove aperture nel raggio di 300 metri dai luoghi sensibili (come scuole, luoghi di culto, strutture sanitarie) e stabilivano che le autorizzazioni per le sale da gioco e per l’installazione di apparecchi (slot machine e videolotteries) già esistenti sarebbero decadute entro cinque anni dall’entrata in vigore della legge. Nelle modifiche approvate a fine agosto, spiega Agipronews, le parole «cinque anni» sono sostituite da «sette anni». Una svolta che arriva dopo le prime mosse dei Comuni per attuare le disposizioni originarie. Quello di Teramo è stato uno dei primi a muoversi: l’amministrazione ha inviato nei giorni scorsi una lettera gli esercenti, ricordando la scadenza del 21 novembre e comunicando che entro il 22 settembre andrà presentata la nuova richiesta di autorizzazione, in accordo con i requisiti di legge. Istruzioni che presumibilmente saranno modificate vista la proroga arrivata dalla Regione. Secondo gli ultimi dati del Mef,conclude Agipronews, sono più di 7mila le slot  presenti in Abruzzo; circa 400 i punti scommesse, mentre arrivano a 6 le sale bingo. LL/Agipro

Pubblicato in Politica

Pescara. CREIAMO PA - Trasporto pubblico locale, mobilità condivisa e Mobility Management: tre temi assolutamente da non perdere in discussione nelle giornate di mercoledì e giovedì al museo Colonna di Pescara. Sono iniziati si lavori di Creiamo PA, fitto calendario di incontri che si svolgeranno dal 10 al 15 settembre al Museo Colonna e che coinvolgeranno gli operatori della mobilità dei Comuni di Pescara, Chieti, Francavilla, Montesilvano, Città Sant’Angelo, Spoltore e San Giovanni Teatino, per una conurbazione di oltre 300.000 abitanti.

In apertura l'avvocato Pasquale Chiodi, consulente tecnico di supporto del Ministero dell’Ambiente, ha esaminato, nel dettaglio e dal punto di vista giuridico funzionale, la proposta di convenzione dell’associazione dei comuni, sottolineandone le opportunità e la bontà del percorso. Nel pomeriggio, l’ing Domenico Caminiti dirigente dell’AMAT di Palermo ha presentato il caso Sicilia, mettendone in evidenza, per le affinità riscontrate, le caratteristiche con l’area vasta oggetto della convenzione.

Domani si entra nel cuore del tema dei trasporti collettivi, con i nuovi scenari di piano, e della mobilità condivisa, con una grande attenzione alle nuove opportunità legate ai concetti di car sharing e bike sharing.

Tutti temi caldissimi che in ambito di area vasta assumono un significato strategico di prim’ordine. Dai player principali del trasporto, come TUA e Trenitalia, ai centri generatori di traffico, come tutti i fornitori di servizi sia per la logistica delle persone che delle merci, tutti sono coinvolti nel dibattito su ciò che nel prossimo futuro potrà accadere nell’area vasta considerata.

La giornata di giovedì sarà interamente dedicata alle politiche di mobility management, con i mobility manager aziendali, come per TUA e la ASL di Pescara, e scolastici, per oltre 25 scuole, a confronto e informazione. Per l’occasione verrà presentato il nuovo software che sarà messo a disposizione delle scuole per la redazione dei piani spostamenti cosa scuola. Più in avanti l’amministrazione comunale acquisirà anche il software per la redazione degli spostamenti casa lavoro.

Con questa iniziativa il comune di Pescara, grazie all’attenzione riservata dal Ministero dell’Ambiente che ha messo a disposizione ben 4 consulenti esperti in materia di mobilità, ha voluto riservare una opportunità importante a tutti i comuni coinvolti nel percorso di formazione di uno spazio comune di lavoro per intraprendere misure di riduzione dell’inquinamento attraverso iniziative di mobilità sostenibile.

Ai lavori, moderati dal Mobility Manager del Comune Piergiorgio Pardi, stanno partecipando i rappresentanti dei comuni coinvolti, dell’Arta, dell’ufficio scolastico regionale, della Regione ABRUZZO, di TUA e della ASL, di Trenitalia, e del mondo dell’associazionismo e di formazioni politiche.

Pubblicato in Politica

Montesilvano. Libri di medicina, enciclopedie, materiali edili, sedie ed un apparecchio telefax. E’ stato proprio dalla minuziosa analisi dei materiali abbandonati in via Puccini che la polizia locale è riuscita ad individuare il responsabile della discarica abusiva, comminando una sanzione di 309 euro e obbligandolo al ripristino dei luoghi entro 7 giorni.

«Ancora una volta abbiamo dovuto fare i conti con l’assenza di civiltà e di rispetto per la nostra città – sottolinea l’assessore all’Igiene Urbana Paolo Cilli – ma il grande lavoro condotto con attenzione dalla polizia locale ha permesso di risalire ai responsabili. Dalla ispezione dei materiali abbandonati su via Puccini, sotto il ponte dell’autostrada, è stato possibile individuare il proprietario degli oggetti abbandonati, un medico professionista, il quale in realtà aveva commissionato le operazioni di recupero dei suoi oggetti ad una ditta che invece di smaltirli secondo le regole, ha abbandonato tutti i rifiuti lungo la strada creando una vera discarica abusiva». Entro 7 giorni dovranno rimuovere tutti i materiali, qualora non dovessero farlo, provvederà il Comune, addebitando i costi ai due responsabili.

Altri due abbandoni di vecchi mobili, materassi e uno stendino, purtroppo sono stati effettuati nella notte su via Chieti e via Lazio e domani la ditta Formula Ambiente provvederà alla loro rimozione.

«E’ veramente desolante assistere a questi episodi - dice ancora Cilli - che purtroppo macchiano l’eccezionale percorso che questa Amministrazione sta conducendo, contando, fortunatamente sull’impegno e l’attenzione dei tanti cittadini che invece rispettano le regole. Le percentuali della raccolta differenziata, grazie all’introduzione del sistema porta a porta in 3 grandi zone della città, sono ormai consolidate. Anche nel mese di agosto, infatti, su tutto il territorio abbiamo mantenuto il dato di oltre il 30%, così come restano eccellenti le percentuali sui quartieri PP1, via Livenza e Montesilvano Colle che viaggiano su una media di oltre il 70%. I montesilvanesi hanno veramente tutti gli strumenti adatti per fare una raccolta differenziata precisa e puntuale, sfruttando per esempio l’isola Go Go stazionario, su via Aldo Moro, di fronte il centro Porto Allegro, attiva H24, oppure per disfarsi di materiali ingombranti sia a domicilio, o ancora utilizzando il nuovo centro di raccolta in via Inn e altre novità nel 2019 arriveranno con la realizzazione di un nuovo centro di raccolta e il primo centro del riuso. Non ci sono davvero più scuse, come abbiamo anche rimarcato nella campagna di comunicazione e sensibilizzazione che abbiamo promosso in collaborazione con Formula Ambiente, per non rispettare la nostra Montesilvano».

Si ricorda che al centro di raccolta, in via Inn, i residenti a Montesilvano possono conferire i propri rifiuti nelle mattine del lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 9.30 alle 12.30 e i pomeriggi di martedì e giovedì dalle 16 alle 19 (dall'1 giugno al 30 settembre) e dalle 15 alle 18 (dall'1 ottobre al 31 maggio). Resta possibile il servizio gratuito di ritiro degli ingombranti a domicilio. Per usufruirne, è necessario prendere un appuntamento telefonico contattando il numero verde 800195315, 085 8620460 per i cellulari.

Pubblicato in Cronaca

Lanciano. Supporter beach, lo stabilimento balneare del procuratore avv. Donato di Campli, “abbraccia” con il suo staff e i suoi artisti la città di Lanciano e la sua piazza Plebiscito regalando una serata all’insegna della musica internazionale, inserita nel cartellone delle Feste di Settembre 2018.

Mercoledì 12 settembre dalle ore 22.30 presso piazza Plebiscito (Lanciano) si esibirà la vocalist Guest Star Barbara Tucker, una delle cantanti house più grandi di sempre, accompagnata dai dj Claudio Corna, Alessandro Abbonizio, Tony Zappa e la voce di Marika Rotondo. Tra gli ospiti anche il direttore artistico di Supporter Beach, Caludio Coccoluto, e le modelle che parteciperanno il giorno 13 settembre al Concorso di Miss Lanciano 2018, con la collaborazione dell’Hair Stylist Silvio Luciani.

Musica e divertimento ma non solo. In piazza verrà allestito uno stand della pizzeria Trieste che sarà aperto dalle ore 20, e che nei giorni successivi delle Feste di Settembre verrà posizionato dietro il Monumento ai Caduti.

“Con le serate musicali al Supporter Beach di Fossacesia siamo riusciti a coinvolgere un gran numero di persone provenienti da ogni parte della Regione. I nostri spettacoli hanno accontentato tutte le età. Su quest’onda io e mio marito, in primis quali lancianesi e successivamente quali imprenditori, non potevamo non pensare alla nostra città. Il coinvolgimento è di natura personale ed unicamente volto a creare opportunità all’intera collettività lancianese. Le Feste di Settembre rappresentano l’emblema della nostra città e caratterizzano un momento estremamente importante per l’amministrazione, il commercio e l’economia”. Queste le parole del CEO della Supporter, dott.ssa Simona Fattore.

“Da Mercoledì, 12 settembre, pertanto ci aspettiamo una piazza gremita di persone, tra i nostri affezionatissimi clienti e non, per essere noi tutti i “Supporter” della nostra città. Questo è il contributo che io e mio marito ci sentiamo di dare a Lanciano” sottolinea Fattore.

Entusiasmo condiviso anche dal presidente delle Feste di Settembre 2018, Maurizio Trevisan: “Ringrazio Donato Di Campli, Simona Fattore e tutto lo staff di Supporter- sottolinea - per aver organizzato a Lanciano una serata davvero originale e di altissimo livello. Ci auguriamo che i Lancianesi rispondano al meglio e che piazza Plebiscito si trasformi in una discoteca a cielo aperto, in modo da dare il giusto ‘benvenuto’ alle serate clou delle Feste di Settembre, che si svolgeranno dalla Nottata del 13 fino al 16 settembre”.

Supporter arriva a Lanciano anche con due nuovi investimenti: l’apertura di un Sushi Bar e della pizzeria “Trieste”. Entrambi verranno inaugurati, probabilmente, entro il mese di dicembre.

 

NOTA SU BARBARA TUCKER
Eclettica e artista a 360° gradi. Questi i tratti distintivi di Barbara Tucker: conduttrice, compositrice, coreografa, ballerina e soprattutto cantante. Classe 1985, americana di Brooklyn dove è nata, cresciuta ed emersa come una delle più affermate afroamericane cantanti house e soul. Così, con un curriculum da far invidia, la giovane leggenda si appresta ad animare le Feste di settembre.

 

SUCCESSI E HIT INTRAMONTABILI
Un amore per la musica e il ballo ereditato dal padre che con gli anni ha abbracciato anche la recitazione e il teatro. Riconosciuta come una delle dive della musica house, nonché una delle voci più rappresentative degli anni Novanta, Barbara Tucker vanta sei hit posizionatesi in testa alla US Hot Dance Club Songs e diversi successi anche nel Regno Unito.

Canzoni come Beautiful People – che continua a essere il brano preferito di tutti i DJ – I Get Lifted, Stay Together o Stop Playing With My Mind, sono ormai leggende. Impossibile non menzionare anche le numerose collaborazione con grandi nomi della musica come David Guetta, Blaze, Pet Shop Boys, Dave Stewart, Dee Lite, Wyclef Jean, George Clinton, Byron Stingily, Duane Harden, Inaja Day, Erick Morillo, DJ Pierre, Terry Hunter, Blaze e molti altri. Di grande impatto sono anche i suoi live show: cambiando a seconda dell’ispirazione, del palco e della sera, ma ciò che non cambia mai è l’atmosfera magica che la Tucker riesce a creare.

 

BARBARA TUCKER: NON SOLO CANTANTE
Accompagnano il lavoro da cantante quello da coreografa e attrice. Un lavoro, ma ancor prima una passione, che le ha portato numerosi riconoscimenti. Come attrice, Barbara Tucker si è esibita in vari spettacoli off-Broadway e ha ricevuto il premio “T.O.R.” dall’American Theatre come attrice più promettente e miglior artista. Invece, ha coreografato e ballato per vari artisti di danza come C & C Music Factory, Soul System, Jay Williams e Deee-Lite. Ha anche coreografato il primo spettacolo del Club Music Award ed è coreografa per i ballerini Underground Network.

 

ONORE AL MERITO
Ulteriore conferma della sua bravura? Barbara Tucker è stata l’unica musicista a essere stata resident ogni domenica de El Divino di Ibiza (oggi rinato sotto il nome Lío Ibiza Club Cabart), una delle maggiori discoteche dell’isola e punto di riferimento per il night clubbing internazionale. Infine, nel dicembre 2016, la rivista Billboard l’ha classificata come la 63a ballerina di maggior successo di tutti i tempi.

Pubblicato in Cultura e eventi
Pagina 1 di 3

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione