Articoli filtrati per data: Martedì, 04 Settembre 2018

Chieti. La Teate Basket Chieti fa il suo esordio prestagionale nell’os%co e pregiato parquet del PalaMagge di Roseto degli Abruzzi contro gli Sharks di coach D’Arcangeli, formazione di Serie A2, che si aggiudicano tre periodi sui qua ro gioca%.
La compagine casalinga dimostra nei primi 15 minu% di gioco un affiatamento maggiore, con i meccanismi roda% in virtù delle due preceden% amichevoli, rispe o ai nostri ragazzi che, come an%cipato poc’anzi, si apprestavano a disputare il loro primo impegno “ufficiale”. Sospin% da un implacabile Person Jr (17 pun% per lui al termine dei 40’) in penetrazione, nel primo tempo i rosetani riescono a far valere i propri cen%metri e la maggior benzina sulle gambe, dominando il pi urato e lasciando a Chie% solo la via dell’arco (3/4 dalla linea dei 3,75 per Di Emidio e compagni). Nel corso della ripresa, metabolizzato l’esordio, la squadra di coach Sorgentone emerge progressivamente sui due la% del campo, aumentando nei limi% del possibile l’intensità difensiva e trovando alcuni atle% in grande spolvero in a acco, Meluzzi su tu . Al di là del risultato finale che premia i padroni di casa, sono emersi buoni spun% da questo primo scrimmage, se si considerano anche l’impiego parziale di Ponziani, ancora con qualche fas%dio fisico, e lo stadio arretrato della preparazione fisica che non perme e ancora di valutare con ogge vità il gruppo.
Il prossimo test per la squadra sarà la Sunrise Sport Erreà Cup “6° Memorial A. Giuliani” in programma per il 7 e l’8 se embre prossimi al PalaLeombroni.
Parziali: 23-14 , 20-16, 31-21, 13-15
Roseto Sharks: Mabor NE, Nzosa NE, Ianelli, Person 19, Rodriguez 8, Menalo NE, Bayehe 4, Pierich 16, Penè, Sherrod 19, Busha% 3, Eboua 4, Akele 12, Panopio 2. Coach D’Arcangeli
Chie : Di Carmine 4, Di Emidio 10, Gialloreto 3, Sigismondi NE, Ponziani, Staffieri 8, Cocco NE, Berardi NE, Meluzzi 20, Pappalardo 4, Gueye 8, Milojevic 8. Coach Sorgentone, Vice Perricci, Vice Cinquegrana.

 

Pubblicato in Sport

Pescara. Sarà una mobilitazione vasta e trasversale quella dei sindaci Italiani per difendere i fondi del Bando per le Periferie: questo emerge dall’audizione in Commissione Bilancio della Camera, in vista dell’11 settembre, data in cui verrà discusso in Parlamento il Decreto Mille proroghe con la sospensione di risorse e bando fino al 2020 votata dal Senato.

“L’Anci oggi ha sicuramente scritto una bella pagina unitaria durante l’audizione, dando la parola a tutti i sindaci d’Italia, rappresentando tutti i territori e le diverse estrazioni politiche – così il sindaco Marco Alessandrinie l’assessore alle Periferie Giacomo Cuzzi- La mobilitazione è unanime, perché i fondi sono fondamentali per la riqualificazione delle periferie a cui prima del bando mai si erano riversati tanti fondi.

Una scorrettezza istituzionale quella di non avere avuto interlocutori governativi alla seduta della Commissione, che è stata lunga e articolata, per rappresentare le ragioni manifestate da tutte le voci dei Comuni. Il bando di fatto rappresenta 326 città italiane, di targhe politiche diverse ma unite a difesa delle periferie, come ha sottolineato il presidente Anci Antonio Decaro, parliamo di 20 milioni di italiani, un terzo del Paese a cui il “governo del cambiamento” ha prima promesso attenzione e poi ha tolto risorse e interventi pronti, come primo atto, una volta diventato classe dirigente.

Le iniziative per scongiurare questo scippo non si fermano: a livello nazionale ci sarà una mobilitazione sia di diritto con l’attivazione di tutti gli strumenti di tutela dei fondi e dei 96 progetti italiani contenuti, sia di fatto, con una protesta che sarà attivata proprio sotto a Palazzo Chigi. Sicuramente non ci fermeremo neanche a livello locale: già domani noi abbiamo convocato a Palazzo di Città tutte le associazioni che hanno contribuito alla redazione dei progetti che mettono insieme opere, manutenzione, progetti di natura sociale, sostenibile e anche culturale. Insieme condivideremo anche iniziative a difesa dei fondi, prima e dopo il voto in Parlamento che sarà animato e per riavere ciò che viene tolto alle città con un atto di puro opportunismo politico che non si ripercuote sugli avversari, ma sulla comunità che chi ci governa ha sempre detto di voler tutelare e le periferia il cui sviluppo viene pesantemente pregiudicato”.

Pubblicato in Politica
Martedì, 04 Settembre 2018 00:00

Ortona, i numeri del MuBA

Ortona. Il MuBa mantiene lo standard di presenza anche per il 2018 con 6280 visitatori in sei mesi, nonostante i lavori di manutenzione che hanno portato alla sospensione del servizio a gennaio e febbraio di quest’anno avrebbero potuto far immaginare un calo delle presenze. L’insieme delle visite è costituito da 1390 studenti con le classi scolastiche, 2250 visitatori organizzati in gruppi (dei quali il 39% di provenienza estera e il 61% italiana), quasi 2000 presenze individuali e famigliari (delle quali il 35% proveniente dall’estero e il 65% dall’Italia).

Tra le provenienze estere da sottolineare quelle più consistenti (Canada, Inghilterra, Germania, USA) ma anche un interessante flusso dalla Spagna, dal Belgio, dall’Argentina, da Israele. «Il nostro Museo della Battaglia – dichiara il sindaco Leo Castiglione – si conferma una importante attrattiva, ed un luogo di interesse che ha tutte le potenzialità per essere ulteriormente promosso e sviluppato nel prossimo Polo museale ortonese a Palazzo Farnese». Non mancano, inoltre, quegli utenti che hanno seguito le iniziative promosse dai servizi culturali del Comune di Ortona tra le quali mostre, incontri, progetti di alternanza scuola/lavoro con gli Istituti superiori della città, e che portano a far vivere i tragici eventi bellici all’interno della identità ortonese. «Il MuBa deve sempre più diventare – sostiene il vicesindaco con delega alla Cultura Vincenzo Polidori – un luogo dove i valori della nostra memoria dialogano con il resto del mondo in una prospettiva di pace, ad iniziare dalle vittime civili che sono, purtroppo, la costante storica di ogni guerra».

Pubblicato in Cultura e eventi
Martedì, 04 Settembre 2018 00:00

Ortona, “Dopo di Noi”: pubblicato l’avviso

Ortona. L’Ambito Distrettuale Sociale n.10 ha pubblicato l’avviso per la presentazione di domande per l’assegnazione di contributi finalizzati alla realizzazione di interventi a favore di persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, più nota come legge “Dopo di Noi” (n.112/2016).

Lo domande dovranno essere consegnate presso l’ufficio protocollo del comune di Ortona entro le ore 12 del 21 settembre e per qualsiasi informazione e supporto per la formulazione delle richieste è possibile rivolgersi presso gli sportelli del segretariato sociale dei rispettivi comuni dell’ente d’ambito.

Le risorse previste dalla Regione Abruzzo per l’Ambito Ortonese sono pari a 43.909 euro, suddivise in tre azioni destinate a persone con disabilità grave e prive del sostegno familiare, come specificato dall’avviso pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Ortona. La priorità di accesso ai contributi è garantita alle persone con disabilità grave mancanti di entrambi i genitori, del tutto prive di risorse economiche reddituali e patrimoniali, alle persone i cui genitori per ragioni connesse all’età o alla propria situazione di disabilità non sono più nelle condizioni di continuare a garantire loro nel futuro prossimo il sostegno genitoriale necessario alla vita dignitosa, alle persone con disabilità grave, inserite in strutture residenziali dalle caratteristiche molto lontane da quelle che riproducono le condizioni abitative e relazionali della casa familiare.

La modulistica è disponibile nel sito dell’ente e per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al numero di telefono dell’ufficio sociale del comune di Ortona 085/9066323, ente capofila dell’ambito distrettuale sociale n.10.

«Con questa legge – sottolinea l’assessore al Sociale del comune di Ortona Roberta Daloiso – si inizia a pensare davvero alla persona con disabilità non solo come destinatario di un’azione di mera assistenza da erogare in una struttura, ma al suo essere individuo che, come tutti gli altri, può progettare percorsi di vita adulta e di crescita propri anche fuori dal supporto dei genitori. Una legge che può rappresentare anche un segnale importante di spinta e di innovazione da parte delle stesse famiglie».

Pubblicato in Politica

Chieti. La Squadra Mobile della Questura di Chieti ha deferito alla locale Procura della Repubblica un giovane procacciatore d’affari intermediario di una compagnia per la fornitura di energia elettrica, resosi responsabile di sostituzione di persona e truffa in danno di un anziano di Chieti.
Nello specifico, il giovane broker originario della provincia di Pescara, dopo aver carpito la fiducia dell’anziano a seguito di ripetute visite effettuate presso il proprio domicilio, riusciva con artifizi e raggiri a farsi consegnare a più riprese ben 450,00 euro, necessarie a suo dire per imbastire la pratica con il nuovo gestore e revocare il precedente contratto di fornitura. Oltre a ciò, il broker falsificava la firma dell’anziano sottoscrivendo per suo conto il nuovo contratto di fornitura -percependo peraltro anche la relativa provvigione dall’azienda - quest’ultima, assolutamente ignara delle pratiche truffaldine poste in essere dall’infedele intermediario. Soltanto dopo qualche mese il malcapitato trovava il coraggio di confidare il raggiro subito al figlio Avvocato residente fuori regione, il quale, coadiuvava l’anziano genitore a denunciare l’accaduto presso la Questura di Chieti. Le successive indagini condotte dalla 3^ Sezione della Squadra Mobile, permettevano di ricostruire con dovizia di particolari l’intera vicenda e di identificare l’autore del reato.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Si svolgerà giovedì 6 settembre alle ore 15.30 al Museo Vittoria Colonna Il Convegno “La scuola cancellata?”, patrocinato dal Comune di Pescara e presentato stamane dall’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo e dalla presidente del Cidi Mariella Ficocelli in conferenza stampa. Parteciperanno alla discussione: Curzio Maltese, parlamentare europeo, Christian Raimo, giornalista e scrittore, Annamaria Palmieri, assessore all’Istruzione del Comune di Napoli, Mario Ambel, Direttore della Rivista Insegnare e Beppe bagni, presidente Nazionale del Cidi.

“Niente, é completamente scomparso il tema della scuola da tutti questi dibattiti pubblici, sembra che non interessi più a nessuno – così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo- Noi invece vogliamo rimetterla al centro dell’attenzione e ragionarci per bene con un incontro con ospiti d’eccezione: il giornalista e europarlamentare Curzio Maltese, lo scrittore Christian Raimo (nella foto, e che al FLA presentò il suo “Tutti i banchi sono uguali”), l’Assessora all’Istruzione del Comune di Napoli e il Direttore della rivista “Insegnare”, il Presidente Nazionale del CiDi (che organizza l’evento)”.

“Il CIDI Pescara in collaborazione con la Rivista Insegnare e con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara propone di aprire l'anno scolastico interrogandosi sulla direzione che stanno prendendo le attuali politiche scolastiche al fine di condividere l'impegno di rivitalizzare le pratiche pedagogico-didattiche democratiche – così la presidentessa del Cidi Mariella Ficocelli- Il Convegno “La scuola cancellata?”, che si terrà giovedì 6 settembre alle ore 15.30 presso il Museo Vittoria Colonna di Pescara, è occasione per confrontarsi sul perchè la scuola non sembra in grado di valorizzare le differenze, promuovendo percorsi di inclusione, accoglienza e costruzione di cittadinanza. Riteniamo, infatti che, per proporre una solida alternativa al continuo ronzio che esaspera approcci meritocratici e selettivi, basati sull'ossessione valutativa e su una diffusa debolezza metodologica e culturale, sia urgente aprire uno spazio collegiale di formazione, sperimentazione e confronto dal basso teso a coniugare qualità e inclusione. Al Convegno faranno seguito, nel corso dell'anno scolastico 2018/19, una serie di iniziative inserite nei “Percorsi di resilienza” del CIDI, volti a rilanciare le idee e le pratiche di una scuola democratica. Il 7 settembre dalle ore 8.30 alle ore 18.30 si terrà il Seminario di studio e Corso di Formazione “Per una didattica della pluralità. Parole come ponti”, presso l'Istituto Comprensivo 1 (Via Luigi Einaudi 1 -PE-). Nei mesi di ottobre e novembre 2018 sarà realizzata, in collaborazione con alcuni istituti di Pescara, l'iniziativa promossa da Curzio Maltese, “Lettere alla scuola”, percorso di ascolto della scuola reale e di scrittura collettiva. Dal mese di ottobre, poi, ripartiranno i laboratori del CIDI Pescara che ha attivato percorsi di studio e ricerca di lettoscrittura documentata, storia e ambienti di apprendimento”.

Pubblicato in Politica

Pescara. Avviato il percorso unitario tra gli Ecad del territorio pescarese per la realizzazione dei progetti previsti dalla legge sul “Dopo di noi” (L. 112/2016), volta a favorire il benessere, la piena inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità. Dopo la firma di un protocollo d’intesa, avvenuta nei giorni scorsi, sono stati pubblicati gli avvisi destinati alle persone con disabilità grave e prive del sostegno familiare e ad Enti pubblici, soggetti privati e del Terzo settore, con strutture autorizzate o in via di autorizzazione, che vogliano coadiuvare gli Ecad nel garantire l’attivazione degli interventi previsti dalla normativa. La scadenza per presentare le domande è fissata al 13 settembre prossimo e la graduatoria di chi potrà accedere ai benefici verrà pubblicata entro il 10 ottobre.

"E' una legge di straordinaria importanza perché per la prima volta, nell’ordinamento giuridico, sono riconosciute particolari tutele per le persone con disabilità che favoriscono una vita adulta e valorizzano dignità e autonomia - ha spiegato l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Pescara, Antonella Allegrino, illustrando il contenuto degli avvisi nel corso di una conferenza stampa - Il protocollo, che è stato siglato tra gli Ecad 15, 16, 17, 18 e 19 (Pescara, Metropolitano, Montagna Pescarese, Montesilvano, Vestino) mira all’attuazione di un percorso amministrativo comune ai cinque Ambiti distrettuali sociali (Ads) ai fine di operare per la realizzazione degli interventi previsti dalla legge. E’ stato preceduto da un lavoro attento e complesso reso possibile dalla profonda conoscenza che hanno del territorio i Servizi Sociali e gli Enti d’ambito. Le risorse assegnate dalla Regione Abruzzo, che ammontano complessivamente a circa 400mila euro per le annualità 2016-2017, verranno utilizzate per la realizzazione di tre tipi di intervento: percorsi programmati di accompagnamento per l’uscita delle persone con disabilità dal nucleo familiare di origine o per la deistituzionalizzazione, anche prevedendo interventi di coinvolgimento di strutture alloggiative già esistenti e autorizzate; soggiorni temporanei al di fuori del contesto familiare e, infine, interventi di supporto alla domiciliarità in soluzioni che presentino caratteristiche di abitazioni, inclusa quella di origine, o gruppi appartamento o di co-housing. Gli avvisi pubblicati ci consentiranno di recepire i bisogni e le proposte delle persone con disabilità e realizzare un elenco al quale i beneficiari del ‘Dopo di noi’ potranno attingere per l’eventuale scelta del luogo dove realizzare il progetto di vita finanziato con i fondi concessi”.

“Con questa legge - ha aggiunto il sindaco di Spoltore Luciano Di Lorito, presente all’incontro in rappresentanza dell’Ecad 16 - si colma una carenza rispetto a diritti sociali e civili. Pongo l’attenzione sul fatto che ormai tutti i Comuni si stanno predisponendo per un’organizzazione dei servizi in ambiti. Qui si è andati oltre l’organizzazione ottimale e il mio ringraziamento va alla parte tecnica”.

“I servizi previsti nell’ambito di questi bandi sono innovativi rispetto ai progetti precedenti, che vedevano il disabile ricoverato in strutture sanitarie - ha affermato Ottavio De Martinis, vice sindaco del Comune di Montesilvano, assessore alle Politiche sulla Disabilità e rappresentante dell’Ecad 18 - Oggi si dà spazio ad altre forme di residenzialità. Il secondo aspetto che mi preme sottolineare è l'importanza di fare rete, che ha unito tutti gli Ecad per far si che si raggiungesse un’uniformità di intenti e si dessero servizi il più possibile collegati l’uno con l’altro. E’ importante per il territorio ragionare in termini di servizi. Auspico che sia solo il primo di una serie di interventi unitari”.

“Gli elementi essenziali per la riuscita di questo progetto sono stati la coesione e la sinergia - ha detto Donatella Rosini, sindaco di Carpineto della Nora e rappresentante dell’Ecad 19 - Quando ci si unisce, il risultato arriva. Ringrazio tutti quelli che hanno realizzato un lavorato complesso e lungo”.

“Spero che ci siano iniziative che vadano sempre di più a favore delle persone disabili - ha auspicato Carlo Cacciatore, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Spoltore - Sono felice che ci siano questi progetti, ma quello che viene assegnato è sempre poco”.

“E’ una rivoluzione copernicana dei percorsi che si possono fare per sostenere un certo tipo di disabilità - ha precisato Tonino Natarelli, presidente della Commissione Politiche Sociali del Comune di Pescara - E’ importante evidenziare come sia stato semplificato il tutto in modo da permettere un accesso più rapido e semplice ai fondi e anche una gestione dei dati più agile, con tempi più brevi”.

“Siamo stati gli unici nella regione a realizzare un avviso per creare un elenco di strutture - ha specificato Roberta Pellegrino, dell’Ecad 15 - I beneficiari hanno spesso difficoltà a sapere quali sono quelle disponibili sul territorio, fermo restando che si può scegliere di usufruire del ‘Dopo di noi' in un appartamento privato. Acquisire un elenco provinciale servirà anche a dare una continuità a questo progetto, dopo le prime assegnazioni dei fondi del 2016”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche Marco Molisani, dirigente del settore Politiche per il Cittadino e Programmazione sociale dell’Ecad 15, Gianfranco Passeri dell’Ecad 19, Sabrina Di Pietro e Silvia Di Giosaffatte, rispettivamente responsabile e referente dell’Ufficio di Piano dell’Ecad 16, Antonietta Di Biase e Tarcisio De Stefanis, dell’Ufficio di Piano dell’Ecad 17, Luca Cirone ed Eros Donatelli, dell’Azienda speciale di Montesilvano - Ecad 18.

I due avvisi sono consultabili sul sito del Comune di Pescara al seguente link:

http://www.comune.pescara.it/internet/index.php?codice=119&IDbando=463 

Pubblicato in Politica

Montesilvano. C’è tempo fino al 15 settembre per partecipare al bando per la realizzazione di due trabocchi sul molo sud del fiume Saline. «Quando si parla di Abruzzo è inevitabile non pensare ai trabocchi - sottolinea il sindaco Francesco Maragno -. In un recente articolo, pubblicato lo scorso luglio, il giornalista David Farley ha proposto un vero viaggio tra i trabocchi abruzzesi, sulle pagine del Wall Street Journal, a dimostrazione della sempre crescente attenzione nei confronti delle potenzialità turistiche della nostra bellissima regione. Ecco perché crediamo che possa rappresentare un ulteriore attrattore realizzare queste strutture, intrise di storia e di identità, anche nella nostra città, che come sappiamo è un territorio turisticamente vocato, dotato del maggior numero di posti letto di tutta la regione e sostenuto da una categoria di professionisti di altissima qualità. La realizzazione dei due trabocchi rappresenterà un passo in più nel percorso di valorizzazione turistica che l’Amministrazione Maragno sta realizzando e che ha visto anche mettere in atto un radicale intervento di riqualificazione di via Maresca, la zona nevralgica della rete alberghiera montesilvanese che ha cambiato completamente volto, divenendo, attraverso la sua ciclo pedonalizzazione, un luogo in più della città da vivere in sicurezza e sostenibilità».
Erano gli anni ’60 quando a Montesilvano, alla foce del fiume Saline esistevano 2 o 3 trabocchi. L’Amministrazione Maragno ha emanato un bando per la realizzazione di due nuovissime strutture. I soggetti privati che saranno selezionati, dopo aver eseguito i lavori di costruzione del trabocco, con spese a proprio carico, gestiranno anche direttamente la struttura. La concessione durerà non meno di 15 anni. Il soggetto individuato dovrà impegnarsi a consentire l’utilizzo al Comune per fini di alta rappresentanza istituzionale.

Le domande di partecipazione, compilate in carta semplice, dovranno essere indirizzate al Settore Pianificazione e Gestione Territoriale del Comune di Montesilvano, trasmettendole a mezzo raccomandata A/R, oppure, mezzo Pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., o consegnandole a mano presso l’Ufficio Protocollo dell’Ente entro il 15 settembre. Alla stessa domanda dovrà essere allegato un dettagliato programma degli interventi ed attività che si intendono realizzare per la gestione del “trabocco”, evidenziandone i particolari caratteri innovativi.

 

Pubblicato in Cronaca

Pescara. “Più che stare vicino alle famiglie, sin dall’inizio la Cirfood ha cercato di deresponsabilizzarsi, scaricando sull’acqua la colpa delle tossinfezioni registrate in giugno in bambini appartenenti a più scuole cittadine, con accuse senza fondamento, smentite anche dalla comunità medico-scientifica, che hanno solo contribuito a generare ulteriori allarmismi in soggetti già così provati dalle intossicazioni dei propri piccoli. Altro che vicinanza e collaborazione. Fino ad oggi non abbiamo ancora udito, peraltro, parole di scuse rivolte alle famiglie e alla città, a cui invece la ditta chiede un risarcimento a sei zeri, di cui nella nota diramata alla stampa però non parla. Oltre al danno, la beffa.

L’operato dell’amministrazione sul caso è giusto e operoso: stiamo lavorando per far ripartire un servizio di qualità, com’è giusto che sia nei confronti dei bambini, delle famiglie e dell’Ente che in questa vicenda è parte lesa. Siamo a buon punto sulle procedure e auspichiamo che la ristorazione possa ripartire nel mese di ottobre.

Nella giornata di venerdì incontreremo i dirigenti scolastici per aggiornarli sulla situazione, così come abbiamo fatto nella Commissione comunale di Vigilanza, condividendo con le famiglie ogni passaggio e studiando soluzioni di qualità e innovative, come il pasto da casa, che può rappresentare anche una buona prassi per modernizzare ulteriormente il servizio.

Faremo tutto ciò che è possibile fare a tutela di tutte le parti lese da questa triste vicenda, non trascurando il grave danno di immagine per la città, balzata, suo malgrado, alle cronache nazionali”. Lo affermano in una nota il Sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, e l’assessore all’Istruzione Giacomo Cuzzi.

Pubblicato in Politica

Milano. Ryanair ha annunciato oggi che oltre diecimila clienti hanno scelto il nuovo bagaglio più economico da € 8 x 10 kg (invece del bagaglio da € 25 x 20 kg), introdotto con le nuove regole sui bagagli a mano, nei soli primi tre giorni da quando la nuova policy bagagli è stata annunciata il 1° settembre sul sito web Ryanair.com, per viaggi a partire dal 1° novembre.

La nuova policy bagagli Ryanair ha ridotto la tariffa del bagaglio registrato per offrirne uno più economico al prezzo di €8 per 10 kg (attualmente € 25 x 20kg). Dal 1° novembre, questa nuova policy bagagli eliminerà le procedure di imbarco del secondo bagaglio a mano presso il gate d’imbarco (operazione che questa estate ha causato ritardi nei voli in partenza), come segue:
I clienti che acquistano l’Imbarco Prioritario potranno continuare a portare a bordo gratuitamente due bagagli a mano (un bagaglio grande - trolley - da 10 kg e un bagaglio più piccolo)
I clienti che non hanno acquistato l’Imbarco Prioritario dal 1° novembre potranno portare a bordo solo un bagaglio a mano gratuito (quello più piccolo).
Se i clienti che non hanno acquistato l’Imbarco Prioritario vorranno trasportare un secondo bagaglio più grande (trolley) potranno acquistare un bagaglio registrato ad una tariffa più bassa di €8 per 10 kg al momento della prenotazione (attualmente la tariffa da €25 include una franchigia di 20kg). Il trolley da 10 kg dovrà essere registrato presso il banco di consegna bagagli dell'aeroporto.
Tutti i clienti con bagaglio registrato possono ora scegliere la tariffa più economica di €8 per 10 kg invece di quella da €25 per 20 kg.

Kenny Jacobs, Chief Marketing Officer Ryanair, ha dichiarato:
"I clienti Ryanair stanno già optando per il nostro nuovo bagaglio al prezzo ridotto di € 8 x 10 kg, che è ora disponibile per tutti i voli dal 1° novembre, invece di quello da € 25 x 20 kg. Questo nuovo prezzo ridotto di € 8 x 10 kg per il bagaglio registrato porterà probabilmente ad una riduzione dei ricavi derivanti dai bagagli registrati offrendo un maggiore risparmio ai clienti Ryanair. Il 50% dei nostri clienti continuerà comunque a portare a bordo gratuitamente due bagagli a mano grazie all’acquisto dell’Imbarco Prioritario e questa nuova normativa sui bagagli accelererà le procedure d’imbarco riducendo i ritardi dei voli.”

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 4

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione