Articoli filtrati per data: Domenica, 09 Settembre 2018

Intramontabile, mitico, insuperabile…si sprecano gli aggettivi per questo immenso Artista.

Quanti ricordi legati alla sua musica, alle sue canzoni, al suo modo di essere! Quante emozioni!

Luigi D’Alba e Umberto Zanardi, cantautore e interprete il primo e autore il secondo, provenienti dal CET, la scuola di Mogol e tra i più appassionati fans, hanno voluto ricordarlo dedicandogli una canzone che rievoca anche tanti suoi successi:

https://www.youtube.com/watch?v=k9829vzK_h0 

Pubblicato in Cultura e eventi

E’ subito boom di ascolti e nuovi followers per Carol Maritato che, accanto a Vincenzo Capua, ha iniziato venerdì 7 settembre la conduzione della nuova stagione di “E ci sei tu”, conosciutissima trasmissione radiofonica capitolina.

Carol Maritato e Vincenzo Capua, infatti, hanno appena cominciato ad allietare il pomeriggio di migliaia di romani, e saranno tutti i venerdì dalle 18 alle 19 su Radio Italia Anni '60, in frequenza a Roma sui 105.00 Fm e in diretta streaming sull'App per dispositivi mobili e sul sito www.radioitaliaanni60roma.it [1].

“E ci sei tu” è un programma di musica e intrattenimento, dove ogni puntata è accompagnata da momenti di musica Live e spazio social in trasmissione, oltre ad essere arricchita dalla presenza di autorevoli personaggi del mondo dello spettacolo e della scena canora italiana e internazionale.

Ospiti della puntata di venerdì scorso sono stati Monsieur David,apprezzato artista e professionista del teatro del Mimo, e Mino Abbaccuccio, comico di “Made in Sud”, le cui performances hanno fatto e continuano a far sorridere milioni di italiani. Numerosissimi i like ed i commenti durante e dopo la trasmissione a testimonianza del fatto che i radioascoltatori sono connessi ed il programma funziona!

Torna nell'etere, dunque, un programma radiofonico di grande rilievo, affermatasi negli anni, e nel 2014 vincitore del “Microfono d'Oro” come migliore trasmissione musicale della radiofonia romana.

Il duo alla conduzione di “E ci sei tu” sono Carol Maritato, cantante della The Mac Live Management, giá vincitrice di Maglia Rosa del Cantagiro e protagonista su palcoscenici importanti (come teatro Porta Portese, Ghione, Brancaccio, e il Palafiori di Sanremo), che è alla sua prima esperienza radiofonica e ciononostante si è già affermata egregiamente..!!

Ad affiancare Carol c’è Vincenzo Capua, artista conosciuto al grande pubblico sia per la sua esperienza cantautorale, sia per le partecipazioni in programma radio/tv di successo come “EdicolaFiore” e “L'anno che verrà”.

Insomma, non vi resta che sintonizzarvi sulle frequenze di Radio Italia Anni '60!

Pubblicato in Cultura e eventi

Città Sant’Angelo. Una partita strana ma piacevole quella del Comunale Petruzzi di Città Sant’Angelo dove RC Angolana e Il Delfino Flacco Porto hanno battagliato fino all’ultimo minuto per la contesa dei 3 punti.
Gara dalle tante facce, ambo le squadre hanno avuto diverse occasioni per rimpinguare le proprie marcature in fasi di gioco diverse, decisive le tempistiche delle marcature di Buffetti prima al 3′ di gioco e Maloku poi ad inizio ripresa capaci di spezzare letteralmente le gambe ai portuali.
Il match: nel caldissimo pomeriggio di inizio settembre, il mister portuale Guglielmo Bonati deve ovviare alla pesante assenza di Ligocki sostituito dal classe 2001 Teraschi. A centrocampo conferma per Comparelli affiancato da Iommetti e Sichetti.
D’altro canto, D’Eugenio lascia inizialmente in panchina Di Pietrantonio, con Di Eleuterio e Ruggieri ad azionare Bizzarri, arbitra l’incontro il signor Giampietro di Pescara.
Pronti e via, doccia gelata per i portuali: Falso, al 3′ ribatte in angolo una rasoiata di Cipressi. Dagli sviluppi, successivamente ad un controcross dalla destra, Buffetti è abile ad anticipare la difesa e trafiggere l’ex Pescara con un colpo di testa. E’ 1-0 al primo affondo!
Nella prima parte di frazione i locali sono bravi a sfruttare le ovvie difficoltà pescaresi, per via dell’adattamento in un campo d’erba naturale. Così al 15′ Di Eleuterio va vicinissimo al raddoppio con un colpo di testa che sibila il palo alla destra di Falso.
Bonati opta per un cambio, Di Rosa sostituisce l’ammonito D’Alessandro e le cose iniziano a cambiare: al 31′ Saltarin devia un calcio di punizione tagliato di Giannini, palla che sfila sul fondo dopo una ulteriore deviazione. 3 giri di lancette più tardi, Curri sfrutta una indecisione difensiva, si frappone tra marcatore e palla e si procura il penalty che potrebbe cambiare il destino del match, doppio giallo per Basciano e calcio di rigore in favore degli ospiti: sulla battuta va Saltarin che si lascia intimidire dalla statistica del para-rigori Luigi Abate che conferma una delle sue qualità neutralizzando il tiro dal dischetto con un tuffo sulla sua destra, si resta sull’1-0.
Il primo tempo non offre spunti, se non altri cambi da ambo le parti: entrano Calderaro e Brattelli rispettivamente per Alberico e Sichetti mentre per la Curi subentra Di Pietrantonio per Ruggieri.

Nella ripresa gli ospiti cercano di invertire la marcia, ma un gran siluro di Maloku, al 52′, termina sotto la traversa e consente alla Renato Curi di raddoppiare nel momento, forse, migliore dei pescaresi.
Le due formazioni risentono il gran caldo ed iniziano a scendere i ritmi. Il Delfino prova a riprendere la partita prima con un gran destro di Sichetti al limite neutralizzato da Abate e poi con Comparelli, stesso gesto tecnico, stessa conseguenza. Ma al 79′ arriva la rete che riapre la partita: contro-cross di Di Rosa per Marcelli, in veste di attaccante, che di testa trafigge l’ex Real Giulianova, è 2-1.
Le cose sembrano cambiare, ma la retroguardia neroblu regge ed i minuti continuano a scorrere. Dopo 3′ di recupero, Giampietro decreta la fine delle ostilità, RC Angolana che guadagna i primi 3 punti stagionali mentre per Il Delfino è una sconfitta che ci può stare.
RC Angolana-Il Delfino Flacco Porto 2-1 (1-0)
RC Angolana: Abate, Basciano, Giammarino, Ballanti, Maloku; D’Alonzo, Cipressi (81′ Montefalcone), Buffetti; Ruggieri (41′ Di Pietrantonio), Bizzarri (87′ Pompei), Di Eleuterio (55′ Zippilli). All.D’Eugenio
A disposizione: Di Silverio, Di Pasquale, Lahbi, D’Antonio, Bianco.
Il Delfino Flacco Porto: Falso, D’Alessandro (29′ Di Rosa), Giannini, Marcelli, Alberico (37′ Calderaro); Iommetti (61′ Tine Mori), Sichetti (42′ Brattelli), Comparelli; Teraschi (45′ Di Norcia), Curri, Saltarin.
All.Bonati
A disposizione: Di Felice, Rucci, De Leonibus, Pesce.

Pubblicato in Sport

Chieti. L’Asd Chieti, Basket versione 2018-19 si è presentata questo pomeriggio al PalaLeombroni per il primo impegno di precampionato contro la Pallacanestro Antoniana Basket 1966, formazione militante nel Campionato di Serie D. La par,ta, sebbene terminata con una sconfi a (63-74), offre diversi spun, posi,vi sui quali con,nuare a focalizzare la preparazione in vista della stagione.
Il gruppo under so o la guida tecnica di coach Di Nallo parte subito forte, provando ad imprimere un ritmo fin troppo sostenuto ad una gara che giunge dopo solo due se mane dall’inizio della preparazione: infa i tea,ni nel primo periodo incantano con transizioni rapide ed efficaci che me ono in crisi la difesa avversaria. L’inserimento dei vari innes, giun, in estate sembra dare i suoi fru con Berardi che ripropone diversi pick and roll con Cocco e con Bantsevich e Mijatovic capaci di me ere intensità giusta su ogni possesso (19-8). Tu avia i ragazzi, spin, dall’eccesso di zelo, consumano molte energie nel corso dei primi dieci minu, arrivando alla fine del primo tempo quasi senza più benzina nelle gambe. Situazione sfru ata al meglio dall’Antoniana la quale comincia con una marcia diversa il secondo periodo e, complice il calo fisico dei tea,ni, giunge alla pausa lunga avan, (29-30).
Giun, alla ripresa, Chie, torna ai livelli d’inizio par,ta, costruendo tu o dal ritmo sostenuto in zona d’a acco, e sembra assimilare sempre di più i de ami di coach Di Nallo. Purtroppo, nel momento in cui i padroni di casa sono in pieno controllo, arriva un break dell’Antoniana (9-0) fru o di tre triple dall’arco di pura esperienza che spezzano le gambe ai nostri ragazzi (47-53). Prendendo fiducia, gli ospi, con,nuano a ba ezzare la nostra difesa dalla lunga distanza e scappano avan, incrementando il proprio vantaggio sulla doppia cifra. Il primo scrimmage si conclude con una sconfi a che, però, ha diversi aspe posi,vi: sono emerse buone sensazioni sopra u o dai primi minu, di par,ta a dimostrazione che, con il miglioramento progressivo della tenuta fisica, l’economia del gioco ne risen,rà posi,vamente (63-74).
Parziali: 19-8; 29-30; 47-53; 63-74
Asd Chie, Basket: Abdulai, Bantsevich 8, Berardi 15, Pace, Sciocche , Sigismondi, Capanna E., Desario, Capanna M. 2, Sarchioto 13, Oliva 6, Mijatovic 19, Cocco 9. Coach Di Nallo, Ass. Mucci.

Pubblicato in Sport

Francavilla al Mare. Gravi disagi per un 34enne disabile di Francavilla al Mare che nel pomeriggio di ieri, sabato 8 settembre, intorno alle 18 si è recato alla fermata dell’autobus, linea 21 della Tua, per dirigersi a Pescara.
Ben tre mezzi, di tre corse consecutive, presentavano l’apposita pedana per potergli permettere di salire a bordo non funzionante. All’arrivo del terzo bus la situazione si è risolta con l’autista e due passeggeri che si sono gentilmente prestati a farlo salire con le loro forze, però non senza rischi per l’incolumità del 34enne che tra l’altro aveva già dovuto attendere circa 45 minuti alla fermata.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. Domani suonerà la campanella del nuovo anno scolastico anche in tutte le scuole di competenza comunale. Con l’avvio in arrivo anche una novità che riguarderà i mezzi di trasporto per la comunità scolastica, ai quali si aggiungono tre bus messi a disposizione dalla Paris Bus.

“Si apre un anno determinante per i contatti fra Amministrazione e comunità scolastica – così il sindaco Marco Alessandrini– Tanto è stato fatto perché le nostre scuole siano non solo più belle, ma anche più sicure, tanto è in corso d’opera e tanto altro metteremo in cantiere, per dare un’offerta di qualità sia dal punto di vista logistico che didattico. Stiamo, com’è noto, definendo la ripartenza della refezione scolastica, cercando anche di rifidelizzare verso il servizio con un nuovo gestore. Un traguardo che ci vede impegnati da quando si sono verificate le intossicazioni, condividendo con scuola e genitori sia lo stato di fatto e che i passi avanti per assicurare un servizio di qualità e anche venire incontro alle richieste che gli stessi genitori ci hanno fatto, al fine di renderlo migliore.

Le scuole sono state da sempre il nostro primario obiettivo, le abbiamo girate sin dal primo momento e continueremo a farlo, intensificando la nostra presenza fra i 54 plessi scolastici del Comune e promuovendo anche incontri con i genitori, perché attraverso il dialogo è possibile fare sintesi delle iniziative che noi abbiamo intrapreso e delle istanze che arrivano dalle scuole stesse e dalle famiglie.

Buon anno a tutti i bambini, le bambine, i ragazzi e le ragazze della città e alle loro famiglie. Uno speciale buon lavoro a dirigenti, personale docente e non docente, che ogni giorno rendono le nostre scuole luoghi in cui crescere e costruire il domani del nostro bene più grande”.

“E’ stata un’estate di lavoro per le nostre scuole – aggiunge l’assessore all’IstruzioneGiacomo Cuzzi – Durante questi tre mesi di stop sono state effettuate 400.000 euro di manutenzioni straordinarie e a ottobre faremo altri 150.000 euro di interventi, a cui si sommano i 200.000 euro per i copri-termosifone e paraspigoli. Da lunedì saranno inoltre operativi tre nuovi mezzi per il trasporto scolastico, grazie ad un accordo con Tua, al lavoro della consigliera comunale Maria Ida D’Antonio e in vista di aumentare il parco scuolabus dell’Ente.

In questi giorni sono state ripulite tutte le aree esterne e verdi delle scuole per accogliere i ragazzi. I lavori di manutenzione straordinaria sono già attuati nella scuola media G. Pascoli di via Roma per 500.000 euro di progetto; nella Palestra annessa alla scuola di via Rubicone per 1.000.000 di euro che il 24 settembre inaugureremo; nell' asilo nido la Mimosa di via B. Croce per 270.000 euro; nell' asilo nido la Conchiglia di via Vespucci per 270.000 di progetto e in corso di attuazione nella scuola di San Silvestro Colle per 800.000 e altri 350.000 per la realizzazione del Polo dell’Infanzia a Zanni, di cui abbiamo già il progetto esecutivo e contiamo di far partire i lavori all’inizio del 2019. Sarà un anno di grande impegno e sensibilizzazione, siamo operativi su tutti i fronti, da quello della sicurezza che ci vede al lavoro dal 2014, per vagliare lo stato degli edifici e adeguarli, a quello dell’innovazione, che ci vedrà inaugurare presto anche un modello didattico innovativo che è “A scuola senza zaino” che presenteremo nei prossimi giorni alla primaria Renzetti. Buon anno scolastico a tutti e a presto nelle scuole”.

“Un bell’inizio anno – così la consigliera Maria Ida D’Antonio- Gli scuolabus sono stati presi a noleggio fino a dicembre, in vista di un ampliamento del parco mezzi comunale, hanno 43 posti ognuno e con i ragazzi ci saranno due accompagnatori, oltre l'autista; uno dei bus consterà di 36 posti, in modo da rendere possibile la presenza di 3 accompagnatori. Sono bus inclusivi, su cui potranno salire anche i ragazzi disabili con gli accompagnatori”.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. “Domani inizieremo un lungo trattamento su aiuole, oleandri e piante della strada Parco. Abbiamo atteso che terminasse il periodo della fioritura degli oleandri per poter intervenire. Partiremo da via Cavour e avremo due squadre a lavoro, una diretta verso il confine di Montesilvano e una verso via Muzii.

Partono invece in settimana gli interventi fitosanitari endoterapici per i platani. Si tratta di un intervento molto atteso in alcuni viali della città in cui sono presenti i platani. I platani sono gli alberi attaccati dalla tingide, un minuscolo insetto molto fastidioso. Negli anni passati siamo riusciti a combattere questo parassita con iniezioni controllate (I.F.E.), si tratta di una profilassi che viene eseguita nel rispetto dei linee e dei prodotti indicati dal Ministero della Salute.

Interverremo anche in via Vespucci, in via Buozzi, in via del Circuito (traversa Aci), in via Coppa Zuccari e in via Colli Innamorati. L'intervento del costo di 7000,00 euro e dovrebbe concludersi nel giro di due settimane”. Lo afferma in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore al Verde, Antonio Blasioli.

Pubblicato in Cronaca

Dalla mezzanotte del 9 settembre, è possibile visualizzare il teaser de “Il Cavaliere degli Asini Volanti” di Luca Bonaffini, tredicesimo progetto discografico del cantautore mantovano.

Scrittore e autore teatrale, in attività dal 1985 come compositore di canzoni per altri, celebra i trent’anni di carriera solistica con questo cd-concept (“Astrologia” che uscì nel dicembre ’88) interamente dedicato all’Uomo e all’Universo.

Il teaser (una sorta di promo-trailer del cd) è stato realizzato dal creative director di Long Digital Playing Srls Daniele Massimi che, con Giuseppe Bellobuono, si occupa di comunicazione grafica e multimediale e di progettazione editoriale.

Sette brani, come le ultime quattro opere musicali di Luca Bonaffini (Nessuno è scomparso, Sette volte Bertoli, Sette volte Bonaffini), rappresentano la sua griffe identitaria da diversi anni che affida alla metafora numerologica, il significato sottile della quotidianità, dato che i giorni sono sette e scandiscono in maniera sintetica l’inizio e la fine dei cicli comuni.

L’album uscirà, grazie al progetto di crowdfunding ideato con il suo staff e Ulule.it, il 25 settembre prossimo, a tiratura limitata e autografata.

Un numero non superiore alle 300 copie, tutte omaggio, per coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione e per gli addetti ai lavori veramente interessati che lo desiderano “possedere” come oggetto da collezione nella propria disco-libreria della memoria e del futuro.Il teaser (una sorta di promo-trailer del cd) è stato realizzato dal creative director di Long Digital Playing Srls Daniele Massimi che, con Giuseppe Bellobuono, si occupa di comunicazione grafica e multimediale e di progettazione editoriale.

Sette brani, come le ultime quattro opere musicali di Luca Bonaffini (Nessuno è scomparso, Sette volte Bertoli, Sette volte Bonaffini), rappresentano la sua griffe identitaria da diversi anni che affida alla metafora numerologica, il significato sottile della quotidianità, dato che i giorni sono sette e scandiscono in maniera sintetica l’inizio e la fine dei cicli comuni.

L’album uscirà, grazie al progetto di crowdfunding ideato con il suo staff e Ulule.it, il 25 settembre prossimo, a tiratura limitata e autografata.

Un numero non superiore alle 300 copie, tutte omaggio, per coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione e per gli addetti ai lavori veramente interessati che lo desiderano “possedere” come oggetto da collezione nella propria disco-libreria della memoria e del futuro.

“L’album – ha dichiarato il cantautore – sarà invendibile per un po', introvabile e non scaricabile. Il commercio di questo prodotto ha già avuto il suo corso, nel senso che, grazie a coloro che lo hanno prenotato e finanziato, conta lo stesso numero di vendite che io e i miei consulenti avremmo previsto in caso di commercializzazione e distribuzione. Non è un modo per punire il pubblico, ma il giusto atteggiamento nei confronti di chi vuole fidarsi, affidarsi e fidelizzarsi. Chi ha comprato a scatola chiusa, è stato coraggioso tanto quanto chi, come me, lo ha realizzato”

Bonaffini, che è solito sovvertire le logiche e le regole con le sue imprevedibili modalità strategiche, ha infine concluso: “ Non mi interessa se gli addetti vorranno considerarlo o recensirlo, credo nel libero arbitrio. Ma mi fa piacere che lo abbiano, lo possiedano anche chiuso e cellophanato, perché mi interessa appartenere al loro patrimonio emozionale, stare lì, insieme a loro ed esserci. Come un asinello, fedele amico degli uomini e delle donne, anche quando non sono né cavalieri né cavallerizze”.

L’album sarà distribuito privatamente il giorno 25 a Milano presso la sala riunioni dell’etichetta discografica, allo staff e agli amici. Il pubblico, per una volta, dovrà aspettare ancora un po’.

Pubblicato in Cultura e eventi

Lanciano. Procedono positivamente i lavori in corso in casa Unibasket. Sabato i ragazzi di coach Corà hanno affrontato, nella terza amichevole precampionato, la forte Vasto Basket, candidata a vincere il campionato di serie C Silver. Si sono affrontati due team nel pieno della preparazione, eppure si sono già viste le qualità dei due roster. In particolare, bella sfida sotto le plance tra due reparti di altissimo livello con giocatori del calibro di Cukinas, Adonide, Ciampaglia e Oluic. Bell’impatto sul match dei giovani dell’Unibasket, responsabilizzati dalla gestione tecnica di coach Corà. L'aritmetica ha premiato Lanciano, che ha vinto due quarti e ne ha pareggiato un altro per il 73-69 finale.

Martelli è precauzionalmente in panchina con la borsa del ghiaccio sulla caviglia e al suo posto parte in quintetto Masciopinto, che sembra subito avere un buon passo e attacca il ferro con pericolosità (3-0). La partita gode di buon ritmo ma non decolla dal punto di vista realizzativo, complice il gran caldo che porta con sè poca lucidità. Cukinas da una parte e Fontaine dall’altra fanno valere la propria fisicità e aumentano la percentuale al tiro delle rispettive compagini (8-6). Vasto mette in naso davanti con due bei canestri di Giandomenico Ucci, playmaker di grande levatura che, rimanendo in tema Unibasket, due stagioni fa ha vestito la canotta dell’Amatori, lasciando un ottimo ricordo. Una grande penetrazione di Capuani sigla il 16-15 che chiude il primo parziale.

Si riazzera il punteggio e Mordini lo sblocca con un bel gioco da tre punti. Il ferro sputa beffardamente fuori due belle iniziative di Agostinone e Vasto ne approfitta, piazzando un break di undici punti consecutivi, chiudendo positivamente alcune azioni in cui la palla gira in maniera brillante. Cukinas fa 2/2 dalla lunetta, Mordini segna la sua classica tripla e l’Unibasket torna in carreggiata. Oluic alla fine fa valere il suo tonnellaggio sotto canestro e trascina i suoi verso il 20-16 finale che premia Vasto.

Due fiammate caratterizzano l’inizio del terzo quarto. Lanciano vola 5-1 con tre liberi di D'Eustachio, per poi subire il sorpasso degli avversari (5-7) trascinati da Ucci. Coach Corà ruota i suoi ragazzi per dare minutaggio ai suoi giovani, scelta giustissima per far crescere i ragazzi, anche quando il valore atletico di Fontaine e Ciampaglia sembra dirompente. Sei punti di fila di Luca Di Tizio proiettano avanti i vastesi (11-6), ma i giovanissimi dell'Unibasket ripagano la fiducia del coach ed elevano l'intensità del match: quando Lanciano alza il pressing sembra davvero poter mettere in difficoltà ogni avversario (12-11) e in transizione raggiunge presto la parità sul 17-17.

Questo pressing a tutto cambio ha cambiato il volto del match e Lanciano ora sembra avere il pallino in mano (7-0; 10-2) con Cukinas che domina e gli esterni che impongono un ritmo alto al gioco in ogni zona del parquet. In grande evidenza Agostinone e Mordini. Vasto torna in carreggiata trascinata da Oluic, ma l’Unibasket conserva qualche punto di vantaggio (16-12; 19-14). Le squadre continuano generosamente a correre e a difendere fino alla sirena, il cui suono premia l’Unibasket che vince il tempino 24-17 e la partita di 73-69.

Il prossimo test match dell'Unibasket Lanciano sarà proprio contro i cugini di Pescara allenati da coach Stefano Rajola.

Pubblicato in Sport

Chieti. Cala il sipario sulla Sunrise Sport Erreà Cup “6° Memorial A. Giuliani” al termine di due giornate all’insegna del basket di livello. Quest’oggi si disputavano le due finali per decretare le compagini da premiare tra le due sfide sancite dagli accoppiamenO di ieri: alle ore 18 la Teate Basket Chieti s’impone su Salerno al termine di un supplementare speøacolare (78-72) mentre a tornare a casa con l’alloro dei vincitori è la Pallacanestro Palestrina che domina la finalissima senza parOcolari problemi (68-43) contro Tigers Forlì. Ringraziamo le Società intervenute per la loro collaborazione alla riuscita dell’evento e, sopraøuøo, il pubblico che in quesO due giorni ha riempito il PalaLeombroni volendo ricordare nel migliore dei modi il buon Alessandro. Grazie
TEATE BASKET CHIETI VS VIRTUS ARECHI SALERNO (78-72, dts)
Nella finalina delle ore 18 valida per l’assegnazione del terzo posto, la Teate Basket ChieO baøe la Virtus Arechi Salerno al termine di una gara talmente in equilibrio che ha avuto bisogno di un supplementare per decretare la vincitrice. Dopo un primo tempo abbastanza complicato per i padroni di casa che, oltre ad alcune sporadiche fiammate dall’arco, faOcano a costruire con regolarità contro la fisica difesa salernitana (27-33), rientraO sul parquet i teaOni cambiano ritmo e migliorano le proprie percentuali. Salerno si Oene a galla grazie ad un ispirato Diomede assisOto da Paci soøo le plance e Leggio dalla linea dei 6,75. La squadra di coach Sorgentone mostra un aøeggiamento diverso rispeøo al primo tempo e concreOzza molto di quanto costruito. Gueye (21 punO finali) infiamma gli spalO facendo pregustare al pubblico lo speøacolo del campionato, ma Tortù vanifica apparentemente la gioia del PalaLeombroni con una tripla a 6’’ dalla sirena finale che porta la gara al supplementare (67-67). Nei minuO extra emerge la tenacia della Teate Basket ChieO che con la difesa al limite della perfezione e la lucidità soøo canestro porta a casa la viøoria chiudendo il torneo al 3° posto (78-72).
Parziali: 17-14; 10-19 (27-33); 19-14 (46-47); 21-20 (67-67; 11-5 (78-72)
Teate Basket Chie : Cocco NE, Milojevic 7, Meluzzi 15, Di Carmine 7, Gialloreto 4, Di Emidio 6, Berardi NE, Sigismondi NE, Bantsevich NE, Ponziani 7 Pappalardo 5, Gueye 21. Coach Sorgentone, Ass. Perricci, Ass. Cinquegrana.
Virtus Arechi Salerno: Antonaci 2, Paci 15, Diomede 18, Sanna 9, Leggio 15, Cucco 1, Tortù 8. Coach Orlando. PALLACANESTRO PALESTRINA VS TIGERS CESENA (68-43)
La finalissima resta aperta nel concreto solo per i primi dieci minuO di gioco con Cesena che, fresca della viøoria di ieri sera contro la Teate Basket ChieO, prova a fare il suo gioco. Ma Palestrina esce sulla distanza e, nonostante alcuni errori iniziali, dopo un primo periodo comunque controllato (19-10), dilaga leøeralmente nel secondo con Rossi (10) ed Ochoa (11) subito in doppia cifra (40-24). I laziali sono bravi a tenere i bianconeri comunque ad un punteggio molto contenuto ed a o mizzare la propria costruzione offensiva, con parOcolare predilezione per le transizioni chiuse con le bombe dal perimetro. Il secondo tempo si rivela una pura formalità e coach PonOciello, dopo essersi assicurato di aver creato un sufficiente gap con i Tigers, schiera le “seconde linee” per far assaggiare a tuøo il suo roster il campo. La finale termina 68-43 per Palestrina.
Parziali: 19-10; 21-14 (40-24); 19-12 (59-36); 9-7 (68-43)
Pallacanestro Palestrina: Fiorucci 8, Rischia 5, Rossi 17, Morici 7, Ochoa 13, Carrizo 15, Cecconi 3. Coach PonOciello. Tigers Cesena: Ferraro 12, Dagnello 4, Trapani 2, Ba sO 3, Papa 4, De FabriOis 3, Raschi 6, Brkic 7, Sacche ni 2. Coach Di Lorenzo.

 

Pubblicato in Sport
Pagina 1 di 2

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Notizie Recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione