Chieti. “In una seduta molto veloce, anche per la totale assenza delle opposizioni, la maggioranza, pur con qualche distinguo che non condivido, ne comprendo, ha approvato i bilanci consuntivi dell’Azienda ChietiSolidale, della Teateservizi, della Deputazione Teatro Marrucino e del Comune. Il bilancio consuntivo dell’Ente, che aveva il parere positivo dei revisori dei conti, si chiude con un avanzo di oltre 1,2 milioni e con il raggiungimento degli obiettivi prefissati per il 2017 nel DocumentoUnicoProgrammazione”. E’ il commento del Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, a margine dell’odierna seduta di Consiglio Comunale.

«Sono molto soddisfatto del lavoro della Giunta e di quegli uffici comunali che hanno compreso che bisogna cambiare passo se si vogliono raggiungere i tanti obiettivi che, grazie alla programmazione fatta in questi anni, sono davanti a noi – prosegue il Sindaco Di Primio - Un grazie particolare debbo rivolgerlo a quei consiglieri di maggioranza che, con il loro voto favorevole, hanno consentito di adottare questi provvedimenti fondamentali per il lavoro di risanamento che stiamo portando avanti, non senza difficoltà, ma nella consapevolezza che le scelte che si stanno compiendo sono per il bene comune e per il futuro della città.

Il 2017 non è certo stato un anno facile. Oltre alla politica di austerità cui da anni siamo costretti per contenere la spesa e salvaguardare il bilancio, lo scorso anno si è caratterizzato per eventi meteorici di particolare gravità: la nevicata ed il terremoto di gennaio ed alcune bombe d’acqua nel corso della primavera. Ad oggi – aggiunge il Sindaco - i danni ed i costi di rispristino di strade, luci, rete fognaria ed idrica sono stati tutti sostenuti dal bilancio comunale non avendo ancora visto rimborsato il dovuto dalla Regione. Il 2017, però, è anche l’anno in cui abbiamo effettuato, nonostante le ristrettezze economiche dovute ai tagli, 1,6 milioni di euro di lavori di manutenzione e sistemazione di strade e sistema idrico integrato, realizzato 410.000 euro di nuovi asfalti, 170.000euro di manutenzioni sulla pubblica illuminazione e sulle scuole, completato la messa in sicurezza della via dei Vestini nel tratto Università-Madonna delle Piane (progetto complessivo di oltre 1milione di euro), avviati lavori per 170.000 euro per la ristrutturazione di alloggi popolari, partecipato e ottenuto 6,2milioni di euro per lo sviluppo urbano sostenibile (sono già in fase esecutiva i primi interventi), partecipato ed ottenuto 11,2 milioni di euro nell’ambito del programma di rigenerazione urbana, (parcheggio via Gran Sasso, parcheggio via Ferri, riqualificazione di piazza San Giustino, etc.).

Quanto alla situazione di deficitarietà strutturale, deve evidenziarsi come lo sforamento del parametro relativo alla anticipazione di tesoreria sia stato determinato dalla ormai cronica difficoltà d’incasso e dalla volontà dell’amministrazione di pagare le imprese che da troppo tempo aspettavano.
Infine, appare evidente dal risultato delle votazioni che, per quanto alcuni consiglieri abbiano scelto di avere un atteggiamento particolarmente critico, dialogo e confronto non sono mai mancati in maggioranza. Il centro destra in comune continua ad essere una realtà capace di fare progetti, di assumersi responsabilità e di lavorare per dare risposte ai cittadini».

Dal canto suo, l’Assessore alle Finanze, Valentina Luise, rileva come, sotto il profilo meramente tecnico, il Collegio dei Revisori, in merito alla valutazione del bilancio consuntivo, col parere favorevole ha anche espresso apprezzamenti per le azioni promosse dalla Amministrazione Comunale richiamando i miglioramenti in atto sulla situazione finanziaria dell’ente e l’inversione di tendenza rispetto al passato.

Chieti. È partita a Chieti la raccolta firme per chiedere l’introduzione dell’educazione alla cittadinanza come materia curricolare nelle scuole di ogni ordine e grado.

Il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, Vicepresidente Nazionale Anci e promotore con una delegazione di sindaci dell’importante proposta di legge depositata in Corte di Cassazione il 14 giugno, questa mattina, con il Presidente del Consiglio Comunale, Liberato Aceto, il Vicesindaco e Assessore alla Pubblica Istruzione, Giuseppe Giampietro, i componenti della Giunta e i consiglieri comunali, sul centralissimo Corso Marrucino, ha dato il via alla raccolta firme a sostegno della proposta di iniziativa popolare.

«Chieti c'è, siamo pronti a raccogliere le firme per sostenere la proposta di legge che l'Anci ha voluto con forza perché sia reintrodotta nelle scuole l'educazione civica/educazione alla cittadinanza come materia curricolare – ha commentato il Sindaco Di Primio –. L’obiettivo è formare cittadini consapevoli, far studiare la Costituzione, introdurre gli elementi di diritto ambientale e alla digitalizzazione. Ci adopereremo per raccogliere le firme, contribuendo, anche noi, al raggiungimento delle 50.000 sottoscrizioni per il deposito della proposta di legge in Parlamento. Il Comune di Chieti già da anni porta avanti importanti iniziative coinvolgendo i nostri giovani studenti, ne è esempio il Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi che, nel corso di tutto l’anno, con straordinaria partecipazione ed entusiasmo si impegna a promuovere progetti e occasioni formative per favorire la partecipazione dei più giovani alla vita della comunità».

Chieti. Ieri mattina, alla presenza del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Chieti, Col. Serafino Fiore, ha avuto luogo presso la Caserma “Fin. C.V.M. Mario Tacconelli” la cerimonia di avvicendamento nella carica di Comandante della Compagnia tra il Cap. Angela Luana Vallario – cedente – ed il Cap. Giuseppe Laganà – subentrante -.
Il Capitano Vallario, destinato ad un prestigioso incarico presso la Compagnia di Velletri, dopo quattro anni cede il comando al Capitano Laganà.
Il nuovo Comandante della Compagnia è nato a Reggio Calabria 28 anni fa.
Dal 2009 al 2014 ha frequentato l’Accademia della Guardia di Finanza conseguendo la Laurea in Scienze della Sicurezza Economico-Finanziaria presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, ha conseguito inoltre presso l’Università L.U.M. “Jean Monnet” di Casamassima (BA) la Laurea Magistrale in Giurisprudenza e il Master di II Livello in “ Management e Fiscalità per Dirigenti della P.A.”
Al termine del quinquennio accademico ha ricoperto l’incarico di Comandante del Nucleo Operativo del Gruppo di Varese.
Proviene dalla Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza, con sede a L’Aquila, dove ha ricoperto l’incarico di Ufficiale Istruttore, nonché docente aggiunto nelle materie di “Diritto Penale”, di “Diritto Tributario” e di “Scienze delle Finanze”.

Chieti. “Nella giornata di martedì 17 luglio, con l’Ufficio Traffico e Viabilità e l’incaricato della società Enel X Mobility, Federico Sevi, ho effettuato un primo sopralluogo per verificare i punti in cui dovranno essere installate le stazioni di ricarica per veicoli elettrici”. Lo rende noto l’Assessore al Traffico e Viabilità, Mario Colantonio.
«La Società ENEL X Mobility S.r.l. – prosegue l’Assessore Colantonio - nei mesi scorsi ha comunicato all’Amministrazione comunale l’intenzione di portare avanti il programma “SOLE”, iniziativa nazionale che prevede l’installazione di colonnine di ricarica elettrica per autovetture sul territorio comunale, proponendo di includere la città di Chieti. L’esecutivo del Sindaco Di Primio, in considerazione del fatto che l’elettricità è un combustibile pulito, idoneo a favorire la diffusione dei veicoli ad alimentazione elettrica con conseguenti vantaggi per la qualità dell’aria e per la riduzione dell’inquinamento acustico, ha deciso di aderire al protocollo d’intesa che vedrà il nostro Comune beneficiare, a costo zero per l’Amministrazione, dell’istallazione e messa in funzione gratuita di n.15 colonnine per la ricarica elettrica di autovetture. Il progetto è coordinato dalla Dirigente del Settore Urbanistica e Pianificazione, arch. Silvana Marrocco, e dalla Comandante della Polizia Municipale, Donatella Di Giovanni».
Ciascuna colonnina è fornita di n. 2 punti di ricarica autovetture, per cui per ognuna di esse è necessario prevedere 2 stalli di sosta riservati a tali operazioni. Ogni colonnina assorbe 25 Kw di elettricità e ha le dimensioni di cm. 40 di base e cm. 60 di altezza.
Sono state individuate le seguenti aree ritenute idonee al posizionamento delle colonnine
n. 2 presso il parcheggio della piscina comunale di Via Maestri del Lavoro, con occupazione di n. 4 stalli di sosta, per un totale di n. 4 punti di ricarica;
n. 1 in Piazza Carafa, con occupazione di n. 2 stalli di sosta, per un totale di n. 2 punti di ricarica;
n. 3 in Via Papa Giovanni Paolo II (Villaggio del Mediterraneo), con occupazione di n. 6 stalli di sosta, per un totale di n. 6 punti di ricarica;
n. 1 in Viale Unità d’Italia, in prossimità dell’intersezione con Via Isonzo, con occupazione di n. 2 stalli di sosta, per un totale di n. 2 punti di ricarica;
n. 2 in Via Verdi (quartiere Levante), con occupazione di n. 4 stalli di sosta, per un totale di n. 4 punti di ricarica
n. 1 in Piazza Matteotti, in prossimità dell’intersezione con Via S. Michele, con occupazione di n. 2 stalli di sosta, per un totale di n. 2 punti di ricarica
n. 1 in Viale IV Novembre, nell’area di sosta situata in prossimità dell’intersezione con Viale Europa e Via XXIV Maggio – oppure in Viale Europa, nei primi stalli di sosta, con occupazione di n. 2 stalli di sosta, per un totale di n. 2 punti di ricarica;
n. 2 in Via E. Ianni, nell’area di sosta situata in prossimità dell’impianto di fornitura dell’acqua, con occupazione di n. 4 stalli di sosta, per un totale di n. 4 punti di ricarica;
n. 2 in Via Ferri, in prossimità dell’uscita della ex Caserma Berardi, con occupazione di n. 4 stalli di sosta, per un totale di n. 4 punti di ricarica
«I luoghi prescelti si aggiungono ai punti di ricarica già individuati e finanziati nell’ambito del programma di Sviluppo Urbano Sostenibile – conclude l’Assessore Colantonio - . L'intento dell'Amministrazione Di Primio è quello di creare una rete di distribuzione dei servizi di ricarica delle vetture sull'intero territorio comunale per affrontare il grande processo di trasformazione verso una mobilità ecosostenibile. Nel 2025 non verranno più prodotti motori diesel e le vetture elettriche, considerando anche la possibilità del loro libero accesso nei centri storici e nelle ZTL saranno, in breve tempo, fortemente diffuse. Le prime colonnine verranno montate e rese fruibili già dal mese di settembre ed entro novembre 2018».

Chieti. Tolleranza zero nei confronti di tutti gli automobilisti che a causa di alcune condotte di guida pericolosissime (eccessi di velocità e distrazione) mettono in costante pericolo la propria e altrui incolumità. È questo l’obiettivo che si è posto il Comandante della Polstrada di Chieti, Fabio Polichetti, che nel periodo dell’esodo estivo, caratterizzato da un aumento del flusso veicolare, ha intensificato le pattuglie e i servizi di polizia stradale al fine di prevenire e contrastare i gravi fenomeni infortunistici, che soprattutto nell’ultimo periodo stanno caratterizzando la nostra provincia.
Intensificati innanzitutto i servizi autovelox, specie nell’asse attrezzato, e i servizi tele laser (che permettono una contestazione immediata dell’infrazione) quest’ultimi sulle principali arterie stradali di lunga percorrenza. Ben 550 le infrazioni contestate dalla Polstrada di Chieti da inizio anno, 28 solo nei primi 15 giorni del mese di luglio.
Schierate anche pattuglie in borghese, al fine di sanzionare anche i furbetti del lampeggio, coloro che hanno la cattiva abitudine di segnalare con il lampeggio la postazione di Polizia impegnata nel contrasto degli eccessi di velocità.
Proprio nella giornata di ieri un automobilista è stato sanzionato, per l’utilizzo improprio degli abbaglianti, mentre era intento ad avvisare della postazione di Polizia, non si aspettava però che stava lampeggiando proprio ad una pattuglia della POLSTRADA in borghese, per lui 41 euro di sanzione e 1 punto decurtato dalla patente.
Nei prossimi giorni verranno intensificate le pattuglie in borghese anche al fine di contrastare l’ormai diffuso fenomeno dell’utilizzo degli smartphone alla guida, che sono la principale causa di incidenti stradali.
Sanzionato anche un 50 enne residente a Pescara, mentre percorreva l’asse attrezzato, direzione Chieti – Pescara, ad una velocità di oltre 150 km/h (limite previsto 90 km/H), gravissime le sanzioni a cui andrà in contro, oltre mille euro di sanzione, la perdita di 10 punti dalla patente e la sospensione della patente di guida da 6 a 12 mesi.
Tali servizi verranno ulteriormente incrementati nei prossimi giorni al fine di garantire una maggiore sicurezza stradale e l’incolumità degli automobilisti.

Chieti. Un luogo magico che diventa palcoscenico naturale per l’evento “Fai sotto le stelle”. Sabato 21 luglio, alle ore 21.15 (ingresso libero) le Terme Romane di Chieti ospiteranno il concerto per pianoforte del Maestro Francesco Sentuti che eseguirà brani di Ludwig Van Bethoven, Wolfgang AmadeusMozart, Johannes Brahms, Modest Mussorgsky e Arnold Shonberg.

“Abbiamo pensato di presentare le nostre attività nel sito archeologico più importante della città – dice il capo delegazione Fai di Chieti Roberto Di Monte – innanzitutto ringrazio la Dott.ssa Rosaria Mencarelli, direttore della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo, il suo impegno ha reso di nuovo fruibile le Terme Romane che faranno da sfondo a diversi appuntamenti culturali di richiamo nell’immediato futuro. Tra i nostri obiettivi c’è anche quello di far conoscere e vivere luoghi che altrimenti sarebbero nell'ombra e Chieti ha diversi gioielli da riscoprire. Questo è il primo passo di una collaborazione con la Soprintendenza che sarà sicuramente proficua e duratura”.

Il Fai ha come obiettivo quello di difendere e promuovere beni artistici, naturalistici e monumentali, prima del concerto ci sarà la presentazione della Delegazione di Chieti (rinnovatasi soltanto quattro mesi fa) che illustrerà le iniziative future. Saranno presenti, tra gli altri, Rosaria Mencarelli, Soprintendente Archeologia, Belle Arti, Paesaggio d'Abruzzo; Massimo Lucà Dazio, Presidente FAI Abruzzo e Roberto Di Monte Capo Delegazione FAI Chieti. Conduttore della serata sarà il giornalista Nino Germano.

La serata è stata organizzata anche grazie all’aiuto dell’azienda Dime Srl di San Giovanni Teatino. L’evento è inserito nel cartellone estivo de “Il Giardino delle Pubbliche Letture…e non solo, serate d’estate insieme per l’arte e la cultura”.

Chieti. A seguito delle abbondanti piogge di la scorsa notte, circa 4 m di cordolatura in travertino del muro prospiciente Largo Cavallerizza si è distaccata cadendo sulla sottostante via S. Olivieri.

Nelle prime ore di questa mattina i tecnici comunali e l’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Di Felice, recatisi prontamente sul posto, hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area interessata dove sono in corso delle verifiche per cercare di poter intervenire appena possibile.
Al momento l’area è transennata.

Chieti. “Non ero contrario e continuo a non esserlo rispetto all’aggiunta dell’aggettivazione “dell’Adriatico” al nome dell’Università d’Annunzio di Chieti – Pescara. In una società come la nostra, dove la capacità di raggiungere ogni potenziale utente/studente è legata anche al sapiente utilizzo di parole e nomi, l’innovazione voluta dal Magnifico Rettore la trovo una corretta azione per il rilancio e la crescita dell’Ateneo. Saluto, altresì, con molto piacere il mandato conferito al Rettore dal Cda dell’Università di valutare la congruità del prezzo di acquisto del Palazzetto dei Veneziani a Chieti”. È il commento del Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, a margine del Consiglio di Amministrazione dell’Università svoltosi in data odierna.

«Nei giorni scorsi – aggiunge il Sindaco Di Primio - proprio con il Rettore, avevamo parlato della possibilità di riportare un’attività universitaria proprio nel prestigioso Palazzetto dei Veneziani, già di proprietà di Confindustria. Anche per favorire tale soluzione, ho personalmente preso contatti con l’associazioni degli industriali affinché potesse in qualche modo agevolare l’acquisto e, quindi, contribuire a riportare nel centro della città una parte dell’università.

Sono sempre più convinto che il rapporto con l’università e l’integrazione tra questa e il territorio non possano fermarsi, come spesso è accaduto in passato, a mere dichiarazioni di intenti. In questo anno – prosegue il Sindaco - grazie al rapporto privilegiato che l’Amministrazione Comunale ha avuto con la nuova governance dell’Università, abbiamo avviato il progetto di collegamento notturno attraverso i mezzi pubblici tra parte alta e la parte bassa di Chieti per favorire gli studenti che intendessero frequentare i locali del centro storico; abbiamo ottenuto una cospicua partecipazione al progetto della Casa dello Studente in centro storico con il contributo, da parte dell’Ateneo, di 1,5 milioni di euro; abbiamo sostenuto, presso il Provveditorato delle Opere Pubbliche, la richiesta dell’Università di vedere allungato alla stessa il termine di concessione degli spazi nella ex Caserma Bucciante, così da non compromettere l’investimento di oltre 10 milioni che l’Ateneo farà in quella struttura; stiamo lavorando alla realizzazione, a Chieti, di uno degli eventi più importanti del mondo universitario: la “Notte dei ricercatori” quando il centro storico, nel mese di settembre, diventerà il più grande laboratorio e la più grande aula universitaria del nostro Ateneo.
Sono queste le cose che contano e che ci fanno positivamente parlare di vera integrazione tra territorio e Università. Sono certo – conclude il Sindaco - che la nuova denominazione, grazie alla qualità dell’offerta formativa, aiuterà la “d’Annunzio” ad assumere il ruolo di protagonista di alta formazione per l’intero bacino adriatico e di leader in quella dimensione geopolitica che è la macro regione adriatico – ionica. Per ottenere risultati importanti non si può operare avendo paura. Fermo restando che gli uffici del Rettorato e il Campus rimarranno presso la sede di Chieti, questione mai messa in discussione né mai neppure immaginata dal Rettore il mio lavoro sarà quello di fare in modo che una Università sempre più forte sia elemento trainante anche dell’economia cittadina».

Chieti. “Si è conclusa con cinque decreti di espulsione a carico di altrettanti cittadini extracomunitari un’operazione di controllo sul territorio effettuata dal Comando della Polizia Municipale di Chieti, guidata dalla Comandante Donatella Di Giovanni, volta, in particolare, a verificare la regolarità di stranieri residenti in alcuni immobili nel centro storico”. Lo rende noto il Sindaco di Chieti, Umberto Di Primio.

Gli agenti della Polizia Locale hanno effettuato controlli in alcuni appartamenti di via dei Tintori, via Mater Domini, Porta Pescara e via Don Minzoni nell’ambito dell’attività di verifica dell’effettiva residenza degli occupanti, risultati tutti di origine nigeriana.

In particolare, in via dei Tintori gli agenti hanno identificato 10 persone di cui sei sono state condotte in Questura. All’esito dei controlli, nei confronti di tre di loro sono stati emessi altrettanti decreti di espulsione.
In via don Minzoni sono state sette le persone controllate, di cui tre risultate regolari, mentre quattro hanno presentato domanda per il rilascio del permesso di soggiorno.
A Porta Pescara, delle sette persone identificate, di cui tre minori, due sono state accompagnate in Questura per il rilascio del permesso di soggiorno.
In via Mater Domini delle sette persone controllate, tre sono state condotte in Questura dove, all’esito delle verifiche, due sono state espulse.

Il proprietario di un immobile è stato sanzionato perché il comodato gratuito con cui aveva ceduto l’appartamento era scaduto il 30 giugno scorso.

Nell’ambito dei controlli, gli agenti hanno rinvenuto, in un appartamento di Porta Pescara, anche della marijuana per uso personale. La sostanza è stata sequestrata e il possessore è stato segnalato alla Prefettura.

I controlli proseguiranno nei prossimi giorni mentre la Polizia Municipale sta verificando anche le posizioni dei proprietari degli appartamenti.

«Continua la mano ferma da parte dell’Amministrazione Comunale nei confronti dei cittadini irregolari - commenta il Sindaco Di Primio - L’azione di oggi si colloca non solo nell’ambito della sicurezza urbana in senso stretto ma lancia un messaggio alla cittadinanza che sempre più ha necessità di “percepire” il controllo del territorio».

Dal gennaio scorso, nell’ambito dei controlli sui cittadini extracomunitari effettuati dalla Polizia Municipale, sono state identificate 184 persone.

Chieti. La Teateservizi archivia un primo quadrimestre 2018 da record con un incremento della riscossione dei tributi che ha toccato quota 75% rispetto al 2017. Il tutto grazie ad una riduzione dei tempi che separano la scadenza di un atto e l’invio di quello relativo alla fase successiva e ad un lavoro certosino che ha portato all’invio di ben 15099 atti di recupero (solleciti, ingiunzioni, ecc.) tra il 1 gennaio ed il 30 aprile 2018. Il maggiore sforzo del management e dei dipendenti della Teateservizi ha portato ad incassare nel primo quadrimestre del 2018 complessivamente per le varie fasi di riscossione, 4.168.507,84 Euro contro i 2.399.836,45 Euro del 2017. Quasi triplicati gli incassi dei solleciti, si è passati infatti da 194.241,63 euro del primo quadrimestre 2017 ai 494.971,20 dell’analogo periodo 2018, e della riscossione coattiva cresciuta sensibilmente da 159.593,70 euro dello scorso anno ai 484.411,92 euro dei primi quattro mesi del 2018.
Particolarmente importante è il risultato ottenuto nella riscossione coattiva, che conferma il trend molto positivo degli ultimi due anni, che ha visto incrementare sensibilmente la riscossione passata da 634.965,00 Euro del 2015 a 1.088.507,00 Euro del 2016 per finire con 1.312.000,00 Euro del 2017.
Promosso anche il nuovo sito internet della Teateservizi in particolare lo sportello virtuale “Chiedi a Teateservizi”, con il quale, ad un anno dalla sua attivazione, sono state gestite oltre 450 richieste. “Siamo soddisfatti del lavoro che stiamo portando avanti non senza difficoltà, consci dell’importanza che questo riveste per contribuire al miglioramento della situazione finanziaria del Comune di Chieti” - afferma Antonio Barbone, direttore della Teateservizi- che ha posto l’accento sull’azione di recupero dei crediti inevasi e sulla attività di rendicontazione. “Peraltro agli introiti del primo quadrimestre del 2018 bisogna aggiungere le rateizzazioni concesse che porteranno nelle casse del Comune un ulteriore milione di euro circa da riscuotere nei prossimi diciotto mesi.”

Pagina 1 di 146

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione