Chieti. Un’imponente servizio quello organizzato nella notte appena trascorsa dal Comandante della Polizia Stradale di Chieti, Fabio POLICHETTI, che unitamente alle pattuglie del Distaccamento di Lanciano e Vasto, e al personale sanitario della Questura di Chieti ha schierato ben otto pattuglie con due posti di controllo a Francavilla, lungo la SS 16 e il lungomare e uno a Chieti Scalo.
Circa un centinaio i conducenti controllati con l’etilometro e , per chi risultava positivo, veniva sottoposto anche a visita dal personale medico della Questura per accertare l’assunzione anche di sostanze stupefacenti.
Ben 9 in totale le patenti ritirate in un sola notte di lavoro che si vanno ad aggiungere a quelle ritirate nei week end appena trascorsi, oltre 65 le patenti ritirate da inizio anno dalla Polstrada di Chieti.
Intorno alle ore 02.00 un pattuglia intima l’alt ad una autovettura, a bordo della quale vi era un uomo di 44 anni residente a Francavilla, l’uomo appariva piuttosto agitato ed in evidente stato di ebbrezza, scattano subito i controlli approfonditi che hanno permesso di accertare che l’uomo non solo guidava ubriaco con un tasso di oltre 0.80 , ma guidava anche privo di patente di guida in quanto revocata da oltre un anno. Pesantissime le sanzioni a cui andrà incontro, con una sanzione di oltre 6 mila euro per guida in stato di ebbrezza e con patente revocata.
Il tasso alcolico più elevato è stato riscontrato ad una ragazza di 26 anni, residente a Chieti, la quale appena fermata manifestava già da subito gli evidenti sintomi dell’alcol, facendo addirittura fatica ad aprire i finestrini dell’auto. Per lei è stato riscontrato un tasso alcolico di oltre 1.35 ed è subito scattata la sospensione della patente da 6 mesi a 1 anno e la denuncia all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza.
Nonostante ormai i controlli serrati della Stradale, sono ancora tanti i giovani che si mettono alla guida dopo aver eccessivamente bevuto, magari dopo una serata con amici, sottovalutando i seri rischi a cui vanno incontro sia a livello sanzionatario, ma soprattutto di rimanere coinvolti in gravi incidenti stradali.
Per questo motivo gli uomini della Polizia Stradale di Chieti, al comando di Polichetti, continueranno in maniera incessante i controlli su strada che saranno intensificati nei prossimi week end e con l’arrivo della bella stagione.

Francavilla al Mare. “Ripartire dai territori confrontandosi con le loro reali quotidianità, per quanto riguarda il mondo del lavoro, dell’impresa, della cultura e delle realtà sociali; questo lo spirito della due giorni: La Primavera delle Idee, organizzata dalla Fondazione Cantiere Abruzzo- Italia che si è aperta ieri a L’Aquila” ed oggi a Francavilla al Mare" lo ha dichiarato Fabrizio Di Stefano,Presidente della Fondazione Cantiere Abruzzo-Italia, al termine dell'iniziativa "La Primavera delle Idee.

“In particolare” ha continuato Di Stefano, “La presenza dei vertici delle Camere Di Commercio, Mauro Angelucci e Lorenzo Santilli, del Magnifico Rettore della più grande Università d’Abruzzo il professor Sergio Caputi nella sessione mattutina del sabato e di tanti altri illustri relatori, credo esprima bene il senso di quello che voleva essere ed è stata questa iniziativa: una politica che studia la realtà abruzzese, che si interroga, che si confronta e, non ultimo, che ascolta chi, nella società abruzzese, la quotidianità la vive e ne è protagonista.

Tutto, anche attraverso il confronto con coloro che, con i loro ruoli Istituzionali, questa quotidianità la possono tradurre in termini di concreta fattibilità.

Credo che anche la forte partecipazione ai dibattiti, sia in termini quantitativi che qualitativi, di amministratori, di espressioni sociali, di pezzi importanti della società abruzzese, sia il segno che l’iniziativa è stata apprezzata.

Particolarmente significativa la relazione del Professor Ferdinando Romano che ha messo a nudo una realtà sanitaria abruzzese drammatica e su cui giustamente ha posto l'accento il coordinatore regionale della Lega On. Bellachioma.

Infatti solo una grande alleanza tra la politica, il mondo produttivo e le realtà sociali, culturali ed economiche della nostra Regione può offrire una concreta prospettiva all’Abruzzo che verrà; un Abruzzo che tenendo ben salda la propria storia, la propria identità, il proprio passato, deve guardare con forza, con orgoglio, ma anche con uno spirito nuovo, alle sfide del terzo millennio.

Anche in questo sta il ricordo di Giovanni Pace con cui abbiamo aperto la manifestazione; un uomo che ha saputo vivere ed interpretare i valori del suo tempo ma li ha anche saputi proiettare nel terzo millennio” ha concluso Fabrizio Di Stefano.

Francavilla al Mare. Francavilla al Mare diventa il cuore pulsante del paraciclismo nazionale sabato 26 maggio con i campionati italiani a cronometro sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana.

L’amministrazione comunale di Francavilla al Mare e la società organizzatrice dell’Addesi Cycling non si sono lasciati sfuggire l’occasione di ospitare un evento di grande portata con la partecipazione dei migliori atleti in campo nazionale sotto l’occhio attento del cittì Mario Valentini in prospettiva dei prossimi impegni di rilievo con la prova in linea dei campionati italiani a Boario in Lombardia (1°luglio), la Coppa del Mondo in Olanda (6-8 luglio), i tricolori su pista a Torino il 21 luglio e i Mondiali a Maniago in Friuli Venezia Giulia dal 2 al 5 agosto, l’evento clou dell’anno di tutto il paraciclismo azzurro.

Francavilla al Mare regalerà un gran bel colpo d’occhio ai tanti spettatori di Piazza Sirena (sede di partenza e di arrivo) e delle strade limitrofe con nastri tricolori esposti su terrazze ed esercizi pubblici.

Sono attesi oltre 100 partenti per la cronometro del paraciclismo, i cui atleti dovranno impegnarsi su un percorso pianeggiante di 7 chilometri disegnato tra il lungomare sud e le strade centrali di Francavilla da ripetere due o tre volte a seconda della categoria e del grado di disabilità.

Una vetrina anche per i giovani ciclisti (un centinaio) con lo svolgimento contestuale della gara a cronometro sul medesimo percorso dei paralimpici con gli esordienti e gli allievi nell’ambito del Challenge d’Abruzzo (dalle 15:00 alle 17:00).

Per quanto concerne il tricolore a cronometro di paraciclismo, tra le 14:00 e le 15:00 in gara un primo blocco di atleti intervallato a metà pomeriggio dagli agonisti normodotati e a seguire il secondo ed ultimo blocco di partenze dalle 17:00 alle 18:30 per gli atleti di paraciclismo che lascerà il posto alla cerimonia protocollare di premiazione.

A questo link i singoli partecipanti della gara riservata agli esordienti ed agli allievi http://www.federciclismoabruzzo.it/ordine-di-partenza-1-crono-sul-mare-esordienti-e-allievi.html

Francavilla al Mare. Questa mattina in piazza Sant'Alfonso si è svolta la presentazione dell'associazione di commercianti Asterope e del relativo calendario delle manifestazioni estive previste nella stessa piazza.
“La prima cosa che mi viene in mente è che a volte si piantano dei semi – ha sottolineato il sindaco di Francavilla, Antonio Luciani – poi magari uno pensa che sotto quel terreno non c’è nulla e invece pian piano quel seme inizia a dare vita ad una splendida pianta. Penso che questo sia accaduto con la nascita di questa splendida associazione, commercianti bravi che si sono messi insieme e che hanno organizzato una cosa splendida per arricchire la nostra già ricca estate francavillese e mi auguro che questo serva da esempio anche per i commercianti delle altre zone della città che possono prendere spunto da questa bella iniziativa. L’associazione nasce in una zona che ha sofferto molto per i lavori perché ovviamente ristrutturare una piazza che è superiore ai 6 mila mq impone del tempo, quindi sofferenza per questi commercianti che ora vedono la luce del sole, i lavori stanno per essere terminati in una zona completamente rivalutata, piena di persone, frequentata sempre di più nel periodo estivo e quindi beneficeranno di questo negli anni a venire. Quest’estate in questa zona ci saranno tanti grossi nomi, citiano Gianna Nannini su tutti che farà il suo concerto in questa splendida piazza, non vediamo l’ora perché sarà lei che accompagnerà il ritmo dell’estate francavillese”.
Il programma. Si parte il 1°-2 e 3 giugno con la “Festa di inizio estate in piazza”, poi il 9 e 10 giugno co “Aromatiche e verdefiorito in piazza”; il 16 e 17 giugno “Percorso di Bacco in piazza + Sfilata over 40 Horo”; il 18 giugno saggio finale di scuola di ballo “Almadance”; dal 22 al 24 giugno “Campus sportivo in piazza”; il 30 giugno ed il 1° luglio laboratori per bambini e mostra di modellismo; il 7 e 8 luglio “Pane olio e fantasia in piazza”, negli stessi giorni “Il mercatino del rigattiere”; il 9 luglio bancarelle per bambini; il 14 e 15 luglio “Rosso… ma non troppo”, negli stessi giorni musiche e balli popolari in piazza; dal 19 al 22 luglio sfilata e balli in piazza e “Festival della Mixologia”; dal 28 luglio al 1° agosto il Blu Bar Festival; il 4 agosto maxi schermo con “Francavilla Rock & Love” in occasione del concerto delle Vibrazioni; il 5 agosto cover di Fabrizio De Andrè con A. Persico; il 10 agosto per “Francavilla Rock & Love” il concerto di Gianna Nannini; l’11 e il 12 agosto la notte delle lanterne in piazza; dal 13 al 16 agosto “Musica live food in piazza”; il 18 e 19 agosto “Cinema in piazza”; il 22 e 23 agosto “Cabaret in piazza”; il 25 e 26 agosto il “Festival degli artisti musicali emergenti in piazza”; dal 31 agosto al 2 settembre festa di chiusura estate.
“Dopo un paio di anni di inattività dovuti all’inagibilità della piazza – ha spiegato il consigliere e coordinatore degli eventi dell’associazione, Gabriele Coletta – a gennaio di quest’anno abbiamo rinnovato il direttivo dell’associazione con i propositi di ridare forza e vigore alle iniziative che si possono organizzare sulla piazza. Da queste idee e da quessta riunione è venuto fuori il calendario di eventi, nutrito, molto importante per quanto riguarda il numero di eventi che verranno svolti sulla piazza. Chiaramente con questo programma sono state coinvolte tutte le associazioni del territorio e al di la delle due manifestazioni che possono essere il punto più alto a livello di presenze che sono il Blu Bar ed il concerto della Nannini, c’è tutta una serie di eventi che si rivolgono a diverse estrazioni dalla cultura, all’intrattenimento, al food e soprattutto vogliamo rimettere al centro della piazza la famiglia, per cui ci saranno degli eventi votati a favorire la presenza dei ragazzi e dei bambini sulla piazza con diversi campus e degli intrattenimenti che ci saranno tutti i fine settimana con delle agenzie che svolgono questo tipo di attività. Ovviamente se non si ha una location dove strutturare gli eventi, gli stessi eventi non possono essere fatti, questa è una piazza che oggi, dopo la ristrutturazione, consente di fare gli eventi a 360°, per cui ci siamo impegnati con le associazioni per riorganizzare tutte quelle che sono le attività non solo estive, ma stiamo già pensando a quelli che saranno gli eventi dell’autunno e dell’inverno con un Natale che sarà sicuramente molto importante. L’associazione ha sicuramente un’importanza strategica nel raccordare tutte le esigenze dei commercianti ed il rapporto con l’Ente, in questo caso il Comune, perché quando c’è un dialogo tra i diversi componenti che operano sul territorio poi i risultati arrivano, non a caso lo slogan che abbiamo scelto è ‘Insieme per essere vincenti, quindi vogliamo lavorare tutti insieme per arrivare ad ottenere risultati di grande importanza per quella che è la riqualificazione di questo contenitore, di questo spazio all’interno del comune di Francavilla”.

Francavilla al Mare. E' in programma per sabato 26 maggio lo svolgimento del Campionato Italiano di Ciclismo Paralimpico a cronometro. Per l'occasione sono previsti da tutta Italia circa 200 atleti, che arriveranno nelle prossime ore, tra atleti paralimpici e ragazzi di età compresa tra 13 e 16 anni. La manifestazione rende necessaria la chiusura al transito e alla sosta di alcune strade cittadine per permettere lo svolgimento della gara. Il Comandante della polizia locale Fabio Torrese ha per questo firmato un'ordinanza, la n. 13/ P.L. pubblicata sull'albo pretorio del Sito del Comune di Francavilla, che prevede le seguenti modifiche alla viabilità per il giorno SABATO 26 MAGGIO:

- DIVIETO DI SOSTA CON RIMOZIONE in viale Nettuno da via Ancona a via Barletta dalle ore 5 fino a fine manifestazione
- DIVIETO DI SOSTA CON RIMOZIONE in viale Nettuno dalla Stazione a via Ancona e da via Barletta sino alla fine del viale, in tutto viale D'Annunzio, in tutto il Lungomare Tosti, in tutto il viale Kennedy dalle ore 10 a fine manifestazione
- DIVIETO DI SOSTA CON RIMOZIONE nel parcheggio di Santa Liberata dall'ingresso di via C. De Titta fino alle Poste Centrali, dalle ore 7 fino a fine manifestazione
- DIVIETO DI TRANSITO su viale Nettuno da via rimini siano alla fine, traverse comprese, viale D'Annunzio, traverse comprese, via Tosti, traverse comprese, via Aldo Moro, viale Kennedy, traverse comprese dalle ore 12.30 sino a fine manifestazione.

La gara avrà inizio alle ore 14.
I mezzi di soccorso saranno parcheggiati in piazza B. Croce e sulla parte finale di via Tosti al confine con Ortona
La linea di trasporto urbano della Società Tua dalle ore 12 alle ore 19 devierà all'altezza di via Pola sulla SS. 16 per fare capolinea a piazza Angeli Custodi.

Francavilla al Mare. Nella splendida e suggestiva cornice della Chiesa di Sant’Antonio di Padova in Francavilla al Mare, si svolge la tradizionale rassegna estiva dei “Concerti d’estate nel Tempio del Barocco”, con momenti musicali di forte impatto artistico per gli spettatori.
I concerti estivi offrono, insieme alla qualità dei contenuti e delle esecuzioni, anche una occasione unica per i molti appassionati e turisti, per conoscere i luoghi del famoso Cenacolo Michettiano.
I concerti della VII edizione, sono organizzati dall’Oratorio San Franco in collaborazione con l’Associazione Armonie d’Abruzzo e il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Francavilla al mare. Direzione Artistica: Marcello Carbonetti

 


Lunedi 16 luglio J-S.Bach
Suites per Violoncello solo
Guillaume Boulay -violoncello


Lunedi 23 luglio Duo Flauto e Organo
Chiara Pantalone -flauto
Rita Cofani -organo


Lunedi 30 luglio Alla Maniera Italiana
Giacomo Coletti -violino
Anna Camporini -violoncello
Giulio Fratini clavicembalo


Lunali 6 agosto Il Barocco tra Napoli e Venezia
Daniela Stancu -violino
Viola D’Ambrosio -violino
Violeta Stancu -viola
Federico Orlando -violoncello


Lunedi 13 agosto I Grandi Maestri
Walter D’Arcangelo -organo


***

 

I concerti avranno inizio alle 21,30 con ingresso libero.

Chieti. “Anche quest’anno la Fondazione Cantiere Abruzzo-Italia ripropone -La Primavera delle Idee- la due che giorni vuole analizzare il quadro socio-economico della nostra Regione, lanciare spunti di riflessione e approfondire proposte programmatiche” lo ha dichiarato Fabrizio Di Stefano, Presidente della Fondazione Cantiere Abruzzo-Italia, che il 25 e il 26 Maggio, rispettivamente a L’Aquila (Centro Congressi Dimora Del Baco) e a Francavilla Al Mare (Hotel Villa Maria) ha organizzato l’evento: La Primavera delle Idee.

“Il confronto con alcune delle più alte espressioni del mondo sociale e produttivo dell’Abruzzo” ha continuato Di Stefano, “In parallelo con suoi rappresentanti in Parlamento e nelle Istituzioni tende a valutare ,in termini di concreta fattibilitá, i processi di rilancio della Regione.

Questa edizione si distingue dalle precedenti anche perché si terrá in due diverse cittá e quindi territori della nostra Regione, L'Aquila e Francavilla al Mare.

Questa nuova veste, quindi, è finalizzata anche all'analisi delle convergenze tra i tematismi di rilancio delle aree interne e di quelle costiere.” ha concluso Fabrizio Di Stefano.

Francavilla al Mare. Una serata di poesia, teatro, musica, cinema con autori quali Ugo Foscolo, Giacomo Leopardi, Dante Alighieri e Alda Merini.
Michele Placido è stato l’ospite a sorpresa dell’ultimo appuntamento della stagione di prosa del “Teatro Sirena” firmata da Davide Cavuti che, per la serata conclusiva, ospitava lo spettacolo di suo figlio Brenno Placido interprete di brani di Ugo Foscolo, Giacomo Leopardi con la partecipazione dell’attrice Anna Gargano e le musiche originali del maestro Davide Cavuti.
E proprio il sodalizio artistico consolidato negli anni tra il regista Placido e il compositore francavillese Cavuti, uno dei suoi collaboratori storici al cinema e in teatro, ha concluso gli appuntamenti al “Teatro Sirena”.
Michele Placido ha salutato tutti i presenti con una interpretazione magistrale del “Canto V” di Dante Alighieri, sottolineato da un lungo e sentito applauso di tutto il pubblico.

Chieti. La Polizia di Stato di Chieti, nella tarda mattinata di ieri, è intervenuta su segnalazione di una donna che si trovava a terra, dopo essere caduta da un balcone del secondo piano di un palazzo, da un'altezza di circa 10 metri.
La donna è stata immediatamente trasportata in ospedale e identificata per Marina Angrilli, classe 1966 di Pescara, dove è giunta in gravissime condizioni.
Nel corso del pomeriggio, intorno alle ore 16, la donna è deceduta per le lesioni riportare. In merito alla dinamica degli eventisono in corso gli accertamenti della Squadra Mobile della Questura di Chieti.
Alle ore 13, invece, sono giunte al 113 diverse segnalazioni da parte degli utenti in transito sulla A14, direzione Sud, con cui è stata comunicata la presenza di un'autovettura ferma sulla carreggiata del Viadotto Alento, sito nel comune di Francavilla al Mare.
Sul posto è intervenuto il personale della Sottosezione della Polizia Stradale Pescara Nord, che ha rilevato la presenza di un uomo (Fausto Filippone, classe 1969 di Chieti, coniuge di Marina Angrilli) con una bambina (Ludovica Filippone, classe 2008 di Chieti, figlia dei due coniugi) entrambi seduti sopra la barra superiore del guard rail, immediatamente a ridosso della rete di recinzione.
Il personale della Polizia di Stato, arrivato sul posto, ha visto l'uomo lanciare la bambina dal Viadotto, facendola rovinare a terra da un'altezza di circa 50 metri. I soccorritori ed il personale della Squadra Mobile, a quel punto, hanno tentato più volte di avvicinarsi all'uomo, ma Filippone ha minacciato incessantemente di lanciarsi ogni qualvolta tentassero di raggiungere lui o la figlia.
Dopo prolungate trattative dirette a dissuadere l'uomo dal porre in essere l'insano atto minacciato, alle ore 20 circa, Filippone si è lanciato nelle campagne sottostanti poco distante dal corpo della figlia. Il personale medico sul posto non ha potuto fare altro che constatare il decesso delle due persone, le cui salme sono state successivamente rimosse e messe a disposizione del Magistrato di turno.
Le prime attività investigative svolte hanno acclarato che Filippone non risultava essere affetto da patologie in genere ed in particolare da problemi psichici. Gli accertamenti svolti sinora hano evidenziato che non esistevano problematiche di rilievo, o che possano giustificare i gesti compiuti, all'interno del nucleo famigliare. L'unico recente episodio si riferisce al decesso della madre di Fausto Filippone, a cui lo stesso era particolarmente legato e che, in qualche modo, poteva averlo destabilizzato senza peraltro che lo stesso abbia esternato importanti segni di sofferenza.

Francavilla al Mare. Un gol del subentrato Palandrani al 1’ del secondo tempo supplementare sul campo neutro di Francavilla regala il successo che vale la storica promozione in Eccellenza al Pontevomano che piega 1-0 la Val di Sangro. Risultato nel complesso giusto con la squadra di Nardini che ha prodotto di più nell’arco dei 120’ sotto il punto di vista del gioco e delle occasioni, anche se la Val di Sangro non ha certamente demeritato rendendosi pericolosa almeno in un paio di situazioni e costringendo gli avversari ad aver ragione soltanto dopo i tempi supplementari.
Pontevomano pressoché al completo, assente il solo infortunato Panetta. Nella Val di Sangro Trivilino rientra dalla squalifica, Soria recupera almeno per la panchina, mentre è assente l’indisponibile Tano.

 

La cronaca
Al 6’ Pontevomano pericoloso con Gentile che riceve dalla destra e da ottima posizione prende la parte esterna della rete. 1’ dopo sugli sviluppi di un corner Passamonti di testa manda di poco a lato. All’11’ sugli sviluppi di una punizione conclusione in area di Pallitti deviata da Rossetti, blocca Trivilino. Al 16’ si fa viva la Val di Sangro con una punizione di Santarelli smanacciata in angolo da Cattenari. Al 28’ Di Sante in mezzo per la spizzata di testa di Gentile che manda sul fondo. Al 39’ punizione di Di Sante, Recchiuti devia di testa, para l’estremo sangrino. Al 41’ Recchiuti dalla sinistra per Pallitti che di testa centra il palo. Al 46’ si rifà viva la Val di Sangro con D’Orazio che appoggia per Di Biase che spara alto.
Nella ripresa all’11’ una punizione di Cannelli battuta centralmente va di poco sopra la traversa. Al 31’ occasionissima per il Pontevomano: ripartenza della squadra di Cardini, il neo entrato Pellone salta Trivilino e aporta sguarnita prende la parte esterna della rete. Al 42’ Cannelli riceve in area, ma il suo rasoterra è telefonato, blocca Trivilino. Poco dopo il fischio finale Gentile va in rete, ma il tempo era scaduto.
Al 2’ del primo tempo supplementare un rasoterra di Pellone si spegne sul fondo. All’8’ la Val di Sangro reclama un penalty per un presunto atterramento in area su Santarelli. Al 1’ del secondo tempo supplementare il Pontevomano passa in vantaggio: punizione di Di Sante battuta sulla sinistra, in area Palandrani è pronto per il tap in vincente. Il team guidato da Nardini riesce a mantenere il risultato fino al termine e guadagna la promozione in Eccellenza.

I commenti dei due tecnici
Angelo Bisci (allenatore Val di Sangro): “Mi dispiace soprattutto per i ragazzi perché hanno fatto veramente tanti sacrifici, mi dispiace pure per non aver dato una gioia alla società perché ha fatto di tutto per farci stare bene e sono rammaricato soprattutto per quello. Poi le finali lo sappiamo che si possono vincere e si possono perdere, sapevamo che il Pontevomano era una squadra forte ma i ragazzi ce l’hanno messa tutta. Io penso che alla fine possiamo anche recriminare qualcosa, a livello di squadra eravamo anche un po’ rimaneggiati, loro avevano tutti a disposizione e quindi la freschezza è venuta fuori, anche se poi abbiamo preso gol su palla inattiva però diciamo che il Pontevomano è una squadra attrezzata e noi gli facciamo i complimenti per questa vittoria. Io faccio i complimenti ai miei ragazzi perché comunque anche se rimaneggiati hanno saputo offrire, se l’arbitro avesse avuto un po’ più di coraggio per me c’era un rigore netto e poi se passavamo in vantaggio non so come si poteva mettere perché per chi deve recuperare il gioco diventa frenetico e potevamo approfittare degli spazi che lasciavano come abbiamo fatto noi dopo il vantaggio loro. Però non abbiamo perso per colpa dell’arbitro, ma un episodio sacrosanto non ci è stato concesso, quindi rimango un po’ rammaricato sotto quel punto di vista. I ragazzi li devo solo elogiare per tutto quello che hanno fatto perché è dura arrivare fino al 20 di maggio con questa concentrazione, con delle finali fatte, non ci dimentichiamo che l’ultima di campionato con il Casalbordino era già una finale per arrivare secondi, l’abbiamo vinta, poi abbiamo vinto anche la finale dei play off del girone, insomma i ragazzi erano anche stremati. Però siamo arrivati fino al 120’ ed abbiamo visto che potevamo anche far male perché c’era la forza di reagire. Bisogna lavorare su questi ragazzi perché hanno voglia, spero che la società rimanga compatta e con i sacrifici che ha fatto quest’anno farci stare tranquilli e speriamo che l’anno prossimo si possa continuare. Sono contento di quello che ha fatto la società insieme a tutti quanti, ringrazio soprattutto gli infortunati perché anche loro ci hanno permesso di fare questa finale, parlo di Tnao e Soria che fino ad un certo punto del campionato hanno fatto in modo che rimanessimo in alto in classifica. Quindi tutti quanti dobbiamo avere la coscienza a posto per aver combattuto fino alla fine e aver dato alla società questa soddisfazione. Speriamo che la società sia contenta da un punto di vista del sacrificio, sicuramente c’è del rammarico perché abbiamo perso l’Eccellenza per un episodio. Quindi cerchiamo di rifondare di nuovo, di ricominciare, rimettere tutto a posto e rifare un altro campionato e speriamo che la fortuna ci assista perché se il Paterno dovesse vincere i play off ci sarebbe un altro postoe facendo la domanda di ripescaggio penso che la Val di Sangro sia una delle prime ad essere ripescate, i ragazzi e la società se lo meriterebbero, quindis tiamo attaccati a quest’altra situazione”.
Franco Nardini (allenatore Pontevomano): “L’esperienza in Eccellenza da calciatore a Sant’Egidio c’è già stata. Questo penso che sia il giusto epilogo di un’annata straordinaria e mi viene subito in mente di ringraziare tutti i collaboratori che hanno dato una mano importantissima in questa annata e la società per avermi messo a disposizione un gruppo di ragazzi stupendo. Abbiamo meritato senza dubbio questo passaggio di categoria, ho creduto in loro dal primo giorno, anche se non partivamo con i favori del pronostico ero convinto di avere una squadra forte tra le mani, un gruppo importante e quindi strada facendo ci siamo meritati questi play off. All’inizio ci siamo divorati tante palle gol, il calcio è anche questo, sono rimasto comunque fiducioso e ho pensato sempre positivo fino alla fine. Fortunatamente ce l’abbiamo fatta, con un po’ di sofferenza, però sono stato ripagato di questa situazione difficile, una gran bella emozione, una bella festa e anche a coronamento di una buona prestazione perché penso che comunque la vittoria sia meritata tutto sommato. Questa vittoria la dedico alla mia famiglia, a chi mi sta vicino sempre, soprattutto la dedico al gruppo, ai giocatori, alla società. Ci pensavo anche prima della gara, il Pontevomano diverse volte è stato vicino a questo passaggio importante, non si è realizzato e magari chi è andato vicino è stato giustamente considerato. Il mio pensiero va anche a chi mi ha preceduto negli anni passato, agli allenatori e ai giocatori che sono andati vicini a questo traguardo. La conferma? Sinceramente non abbiamo affrontato questo discorso, adesso la società farà le proprie valutazioni, si prenderà qualche giorno e poi si vedrà”.

 


Tabellino
Pontevomano: Cattenari, Di Giacomo (13’ sts Angelozzi), Merlini, Di Francesco (23’ st Palandrani), Passamonti, Marcozzi (29’ st Pellone), Ciannelli, Gentile, Pallitti, Di Sante, Recchiuti (5’ sts Darchivio) A disposizione: Di Martino, Tavoni, Valentini Allenatore: Nardini
Val di Sangro: Trivilino, M. Rossetti, Caporale, Santarelli, Flocco, Di Deo (35’ st Schieda), Mastronardi, Verna, Bucceroni, D’Orazio, Di Biase (10’ pts Giannobile) A disposizione: Serrapica, Abbonizio, A. Rossetti, Pili, Soria Allenatore: Bisci
Arbitro: Cavancini (sezione di Lanciano)
Assistenti: Di Cerchio (sezione di Avezzano) e Langella (sezione di Chieti)
Marcatori: 1’ sts Palandrani
Ammoniti: Pallitti (P) Mastronardi, Verna, Flocco (VDS)
Espulsi: nessuno
Note: recupero 2’ pt 4’ st, angoli 5-3 per il Pontevomano

Pagina 1 di 39

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione