Montesilvano. La commissione mensa scolastica si è riunita ieri pomeriggio nella sala giunta del comune. Si sono insediati i nuovi componenti che sono Monica Di Campli, Giovanna Durazzo, Stefania Porracciolo, Merisa Ruggieri e Maria Tarantella. All’incontro, presieduto dall’assessore alla Pubblica istruzione, Maria Rosa Parlione, hanno partecipato anche Camillo D’Ercole della Cir Food, la società che gestirà il servizio fino a fine dicembre, e la dottoressa Marisa Calabrese, nutrizionista del Sian, Servizio igiene alimenti e nutrizione della Asl.

«Ho sottolineato l’importanza e la valenza di incentivo e monitoraggio della commissione», ha detto l’assessore Maria Rosaria Parlione, «ricordando che il servizio, a cui accedono circa 1.300 bambini, da gennaio 2019 – essendo il precedente contratto di gestione arrivato alla naturale scadenza – sarà affidato alla Serenissima Ristorazione. L’incontro è stato molto importante perché sono emerse alcune richieste da parte dei genitori, in particolare riguardo al consumo di frutta dei bambini. Le mamme presenti nella commissione, inoltre, hanno giustamente richiesto di visitare il centro cottura mentre la dottoressa Calabrese ha sottolineato l’importanza dell’educazione alimentare dei più piccoli. Infine, ma non certo per ultimo, si è ribadita la possibilità di raggiungere l’obiettivo zero rifiuti. Come ho rimarcato già altre volte, ricordo che le tariffe del servizio mensa sono invariate e la qualità dei pasti è garantita non solo dall’attenzione e dalla cura del servizio offerto dalla Cir Food, ma anche dalla supervisione della nutrizionista del Sian, Servizio igiene alimenti e nutrizione della Asl, Marina Calabrese. I menù privilegiano qualità e proprietà organolettiche dei cibi biologici e valorizzano i prodotti a chilometro zero».

Montesilvano. E’ pronta la delibera per i lavori di ristrutturazione dell'edificio comunale in via Nilo, nella ex sede della Ecoemme, che ospiterà il Centro del riuso. Una realizzazione che si inserisce nella politica della gestione dei rifiuti avviata dalla giunta guidata da Francesco Maragno. I centri del riuso sono strutture in cui i cittadini potranno portare una serie di oggetti, in buone condizioni, e da poter essere riutilizzati da altri che, ovviamente, potranno prenderli gratuitamente.

«L’esempio classico e più calzante», spiega l’assessore all’Igiene urbana, manutenzione e servizi Paolo Cilli, «sono i seggiolini da macchina per i bambini. Quando i nostri figli crescono abbiamo questi seggiolini, spesso in condizioni perfette, che diventano ingombranti. Noi, magari, non sappiamo cosa farne ma potrebbero essere utilissimi a qualcun altro. E lo stesso ragionamento si può fare per tanti altri oggetti, in particolare di arredamento. Inoltre, abbiamo pensato di creare una zona espressamente dedicata all’infanzia. Il fabbricato di via Nilo (la ex sede della Ecoemme) ha bisogno di una serie di interventi di manutenzione, i lavori, per un importo totale di 142.857,14 euro sono cofinanziati dal Comune (42.857,14 euro) e dalla Regione (100.000 euro), attraverso risorse premiali dei Par-Fsc Abruzzo 2007-2013. I tempi di consegna sono previsti per la prossima primavera».

Con il Centro del riuso si riuscirà, quindi, a potenziare le percentuali della raccolta e al tempo stesso a ridurre il quantitativo di rifiuti conferiti in discarica, evitando di far gettare materiali riutilizzabili. Si aggiunge, così, un nuovo, importante tassello, al potenziamento della raccolta differenziata sul territorio di Montesilvano.

I dati del centro di raccolta di via Inn che, dall’apertura del 14 luglio, è stato utilizzato da oltre 800 utenti (dato aggiornato a ieri) che hanno scelto di portare, autonomamente, rifiuti ingombranti, apparecchiature elettroniche, potature, mobilia varia e olio vegetale. L’auspicio è che i cittadini la smettano di abbandonare i rifiuti in strada. Prosegue, dunque, con intensità il percorso di attenzione alla raccolta differenziata, varato dalla giunta Maragno. Quando il primo cittadino si è insediato, infatti, la differenziata era appena al 18 per cento. Ora si è arrivati al 32,62 % su tutto il territorio con punte elevatissime, superiori al 75 per cento, a Montesilvano colle e nei quartieri al confine con Pescara. Il successo del centro di raccolta di via Inn e la prossima apertura del Centro del riuso farà accelerare i tempi per gli altri centri di raccolta da realizzare a Montesilvano colle.

Al centro di raccolta, in via Inn, i residenti a Montesilvano possono conferire i propri rifiuti lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 9.30 alle 12.30; martedì e giovedì dalle 16 alle 19 (nell’orario estivo) e dalle 15 alle 18 (nell’orario invernale). Resta possibile il servizio gratuito di ritiro degli ingombranti a domicilio. Per usufruirne, è necessario prendere un appuntamento telefonico contattando il numero verde 800195315, 085 8620460 per i cellulari.

Montesilvano. Sono stati inviati, e arriveranno nelle prossime settimane, i solleciti di pagamento per la Tari, la tassa sui rifiuti relativa agli anni 2015/2016/2017. Si tratta di circa 15 mila avvisi che porteranno nelle casse del Comune 6,5 milioni di euro.

L’operazione di riscossione è partita nell’aprile scorso, con l’ausilio delle due figure professionali, assunte dal Comune per mezzo di una convenzione con il Comune di Roseto degli Abruzzi, senza applicazione di sanzioni o interessi. Chi ha ricevuto i solleciti di pagamento ad aprile, infatti, ha avuto 60 giorni per mettersi in regola senza sanzioni. Questo ha portato un incasso di circa 1,5 milioni di euro. La gestione del tributo è ora completamente curata dal Comune, ed è attiva una nuova versione dello sportello telematico, a cui è possibile accedere attraverso il sito istituzionale, con cui il contribuente può consultare la propria posizione e comunicare autonomamente e in tempo reale all’Ufficio Tributi eventuali variazioni anagrafiche. Per accedere è necessaria la registrazione.

«Le nuove disposizioni normative», spiega l’assessore al Bilancio Deborah Comardi, «impongono la riscossione del tributo Tari entro il 31 dicembre dell’anno successivo a quello di emissione. Dopo il sollecito bonario, senza applicazione di sanzioni e interessi, ora siamo nella fase delle notifiche per chi non si è messo in regola. Una parte consistente di cittadini ha pagato e altri hanno chiesto dilazioni. Per chi non ha voluto utilizzare queste formule che prevedevano l’azzeramento delle sanzioni, ora dovrà pagare le tariffe non pagate con una maggiorazione del 30 per cento».

Montesilvano. “Diventa anche tu un supereroe”. Questo l’appello lanciato dall’Avis provinciale attraverso un murales che campeggia sulla parete sud della scuola Fanny Di Blasio di Montesilvano, lungo via San Pietro. Prosegue, prendendo la scia del sociale, il maxi progetto di riqualificazione attraverso la street art condotto dall’Amministrazione Maragno. Primo Comune in tutta la regione ad aver approvato il regolamento sulla street art, dopo aver affidato le mura delle case popolari di via Rimini e quelle del sottopasso di via Aldo Moro a due writer internazionali, rispettivamente PixelPancho e Peeta, Montesilvano ha ora sposato il progetto “Lo dico con un murales”, l’iniziativa proposta dall’Avis provinciale di Pescara, già presente nei comuni di Collecorvino, Tocco da Casauria e Popoli.

«Uno degli obiettivi di questa amministrazione - sottolinea il sindaco Francesco Maragno - è quello di implementare la dotazione di street art presente sul nostro territorio, che rappresenta senza dubbio un modo per sensibilizzare alla cultura dell’arte e per riqualificare angoli degradati del territorio e accendere i riflettori su particolari e complesse tematiche. In questo caso associamo a questo obiettivo la sensibilizzazione alla cultura della donazione e questo non può che essere positivo per tutta la collettività».

«Questo progetto - afferma il presidente della commissione cultura Alessandro Pompei – è un’ulteriore declinazione della street art. Vogliamo che Montesilvano possa diventare un punto di riferimento in questo ambito. Con gli interventi artistici di livello internazionale che abbiamo ospitato abbiamo potuto constatare il potere di riqualificazione artistica e culturale di aree della città, talvolta degradate. Il progetto Avis invece utilizza l'arte contemporanea come strumento per comunicare un messaggio sociale importante, quello della donazione del sangue. I due writers sono riusciti a rappresentare in modo chiaro e semplice un messaggio con una grande forza comunicativa. Utilizzare due figure come Superman e WonderWoman sulla parete di una scuola primaria permette di attirare l’attenzione anche dei più giovani, sensibilizzandoli fin da piccoli a un gesto di solidarietà importante come la donazione».

La tematica di fondo dell’opera, realizzata dai due artisti Alessandro Marotta e Matteo Di Francesco, è la donazione del sangue che questa volta viene modulata attraverso il supporto operativo dei super eroi. Il messaggio di base che Avis vuole promuovere è il fatto che basta un piccolo gesto, come la donazione del sangue per essere un super eroe. Come gli eroi intervengono quando c’è un pericolo, la donazione consente di assistere nelle situazioni di bisogno, dove una vita può essere salvata e tutto questo passa attraverso un gesto semplice ma con un significato di grande solidarietà civile.

«Siamo riusciti a realizzare questa opera a Montesilvano in tempi brevi, grazie alla piena disponibilità dell’Amministrazione che ha abbracciato pienamente l’iniziativa – afferma il presidente provinciale dell’Avis Pescara, Camillo Bosica –, oltre che alla dirigente scolastica Vincenza Medina che ha prontamente rilasciato il nulla osta all’esecuzione dell’opera e la Dimarcolor, come partner tecnico. A tutti va un sincero grazie per quanto fatto in termini di supporto alla nostra iniziativa. Riteniamo che il concorso sinergico tra enti locali, istituzioni scolastiche e l’associazionismo locale sia una formula valida e vincente per continuare a garantire alla comunità montesilvanese iniziative di crescita culturale e sociale».

Soddisfatta anche la dirigente scolastica Vincenza Medina che ha auspicato la realizzazione di opere di street art su tutte le pareti dell’istituto al cui interno sono già presenti altri murales realizzati proprio dagli alunni dell’istituto.

Montesilvano. «Una giornata di festa per la comunità di Montesilvano che oggi si stringe intorno a Vincenzo Febbo per i suoi 100 anni». Così il sindaco Francesco Maragno ha commentato il traguardo raggiunto dal cittadino di Montesilvano, nato il 15 ottobre 1918. Ieri mattina il primo cittadino ha consegnato allo storico sarto di Montesilvano una targa per celebrare questo speciale compleanno. «Montesilvano ha la fortuna di contare su diversi esempi di longevità. Cittadini che con il loro secolo di vita custodiscono storia e tradizioni della nostra città - ha detto ancora il sindaco -. A nome personale e dell’Amministrazione che mi onoro di rappresentare, rinnovo al signor Vincenzo e alla sua famiglia gli auguri più sentiti».

Montesilvano. Nel mese di settembre altri 243 utenti hanno scelto di portare rifiuti ingombranti, apparecchiature elettroniche, potature, mobilia varia e olio vegetale nel Centro di raccolta rifiuti di via Inn, gestito per l’amministrazione comunale da Formula Ambiente e Sapi. Un numero più che consistente di cittadini, dunque, che utilizza il servizio offerto dal Comune: dal 14 luglio, giorno di apertura della struttura, gli utenti registrati sono 662 (sommando i dati di settembre a quelli precedenti che erano 419).

«La nostra idea di migliorare la gestione dei rifiuti sta funzionando e anche molto bene», sottolinea l’assessore all’Igiene urbana Paolo Cilli, «Quando la giunta guidata da Francesco Maragno si è insediata, la differenziata era appena al 18 per cento, ora siamo al 32,62% in tutto il territorio (dato del 30 settembre) con punte elevatissime, superiori al 75 per cento, a Montesilvano colle e nei quartieri al confine con Pescara. Il successo del centro di raccolta di via Inn ci spinge ad accelerare i tempi per gli altri da realizzare a Montesilvano colle e il centro del riuso su via Nilo, dove i cittadini potranno consegnare materiali che, invece, possono essere utili per altri. Stiamo cambiando il volto della nostra città grazie, soprattutto, alla comprensione di tanti montesilvanesi che stanno trasformando le proprie abitudini. Possiamo far fruttare questa diversa mentalità per il rispetto dell’ambiente e, soprattutto, per lasciare ai nostri figli un territorio meno inquinato».

Al centro di raccolta, in via Inn, i residenti a Montesilvano possono conferire i propri rifiuti lunedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 9.30 alle 12.30; martedì e giovedì dalle 16 alle 19 (nell’orario estivo) e dalle 15 alle 18 (nell’orario invernale). Resta possibile il servizio gratuito di ritiro degli ingombranti a domicilio. Per usufruirne, è necessario prendere un appuntamento telefonico contattando il numero verde 800195315, 085 8620460 per i cellulari.

Montesilvano. «Il valore informativo scientifico che “Cibo e Salute” ha messo in luce sin dalla sua prima edizione ci ha convinto a rendere, quello che doveva essere un evento estemporaneo, un appuntamento fisso per la città di Montesilvano. L’accostamento ideale tra cibo e salute è una problematica che ciascuno di noi vive quotidianamente e questo congresso animato da professori, specialisti e chef di altissimo spessore ci permette di osservare da una prospettiva differente proprio il vivere in salute, ma anche assecondando i piaceri della buona cucina». E’ con queste parole che il sindaco Francesco Maragno, dal palco del Pala Dean Martin, ha avviato i lavori del secondo congresso “Cibo e Salute”, organizzato dall’omonima associazione presieduta da Anna De Antoni medico, specialista in dieta alcalina e moglie di Nicola Salvatorelli, il medico montesilvanese scomparso lo scorso anno, che diede vita insieme a Niko Romito al ristorante Ninì di Montesilvano colle.
Numerose le tematiche al centro del congresso volto a offrire consigli utili ed esperienze per raggiungere il pieno benessere a tavola, attraverso l’attività fisica, quella mentale e psicologica, ma anche il marketing e il neuromarketing. All’esterno della sala plenaria sono stati allestiti stand informativi, espositivi e degustativi: dalla pasta realizzata solo con grani antichi, agli orti bio gestibili attraverso un’app, dal pane di solina, ai vini biologici e di qualità, dai formaggi bio, caffè, olio, fino ai brevetti per la trasformazione dell’acqua alcalina.

Nel corso del congresso si sono alternati sul palco: Marcello Spadone, Eugenio Luigi Iorio, Ettore Giugiaro, Anna De Antoni, Giusto Pignata, Anna Maria Naddei, Ivette Wagner, Roberto Bisacci, Vittore Verratti, Rocco Palmisano, Stefano Pais, Luigi Perruzza, Roberto Re, Antonio Farchione, Ettore Cianchetti, Walter Nanni, Giuliano Pandoli, Maurizio Rosati, Alfonso De Cenzo, Daniel Cellli, Fabio Cieri che hanno parlato di stress ossidativo, intolleranze alimentari, tradizione e prevenzione a tavola, dieta e cancro, odontoiatria, meditazione.

Montesilvano. Sensibilizzare alla guida sicura. Questo l’obiettivo dell’attività condotta ieri sera dalla Polizia Locale di Montesilvano. Due pattuglie hanno effettuato un controllo straordinario sul territorio, volto alla prevenzione della guida in stato di ebbrezza.

I quatto agenti hanno controllato 17 autovetture e tutti i conducenti sono stati sottoposti a un pre test per la verifica dell'idoneità alla guida. Tutti sono risultati idonei. Una sola sanzione è stata elevata per mancato uso di cinture da parte di minore.

«L’attività eseguita ieri sera - sottolinea l’assessore alla Polizia Locale, Valter Cozzi - è solo il primo di una serie di controlli periodici, specifici, proprio per sensibilizzare i conducenti a una guida sicura. Purtroppo una delle principali cause degli incidenti stradali, stimati in uno su quattro, seconda alla sola velocità, è proprio la guida in stato di ebbrezza, condizione più frequente negli uomini e nei giovani della fascia di età tra i 25 e i 34 anni. Mettersi alla guida con un tasso alcolemico superiore ai limiti, riduce la prontezza dei riflessi e altera i processi di reazione. Questo controllo vuole essere solo un modo per spronare, soprattutto i più giovani, a non mettersi alla guida dopo aver bevuto, per non rappresentare un pericolo per se stessi e per gli altri. Siamo molto contenti che il bilancio di questa prima serata di controlli sia stato negativo e nessuno dei conducenti fermati sia stato trovato in una situazione di alterazione».

«Di intesa con l’Amministrazione comunale - sottolinea il tenente Nino Carletti, ufficiale coordinatore dell’intervento – abbiamo ampliato l’azione a tutela della sicurezza nella circolazione stradale, da sempre portata avanti, realizzando una specifica postazione di controllo dedicata proprio allo scopo di sensibilizzare gli utenti della strada, creando una positiva deterrenza. Il controllo verrà sicuramente ripetuto per i soddisfacenti risultati ottenuti, anche e soprattutto sotto il profilo della prevenzione cui un’informazione giornalistica può ancor più favorire».

Montesilvano. Migliorare la viabilità e soprattutto la sicurezza stradale. Con questo obiettivo lunedì prenderanno il via alcuni lavori lungo via Colombo. Gli interventi, che avranno una durata di circa 30 giorni, riguarderanno l’allargamento di un tratto della carreggiata dove attualmente è presente una strettoia e l’eliminazione di un’anomalia altimetrica della strada.

Le opere consistono nella scarificazione del manto stradale, con contestuale abbassamento della quota, oltre all’allargamento del tratto interessato.

«Tali interventi - sottolinea l’assessore alle manutenzioni Paolo Cilli - sono particolarmente attesi dai residenti oltre che da tutti gli automobilisti che quotidianamente percorrono quella strada. Il dosso presente e la scarsa ampiezza della carreggiata in un determinato punto rappresentavano due problematiche di sicurezza che finalmente oggi possiamo risolvere. Il nostro obiettivo è quello di rendere la città sempre più sicura e questo aspetto riguarda, ovviamente, anche la viabilità. Oltre ai nostri controlli, tramite la Polizia municipale e i nostri tecnici, siamo sempre disponibili a rispondere alle esigenze dei residenti, cercando di trovare ogni volta una soluzione ai problemi che ci rappresentano».

Montesilvano. La giunta comunale, presieduta dal sindaco Francesco Maragno, ha deliberato la ristrutturazione e l’ampliamento del Centro sportivo Trisi, dando mandato all’ufficio tecnico di provvedere alla progettazione di un intervento di ristrutturazione e completamento. La struttura, che attualmente ospita dodici campi dedicati a tennis, calcetto e basket, sarà sottoposta a un totale restyling con il rifacimento dei terreni di gioco e degli spogliatoi per un importo di circa un milione di euro.

«L’idea è di avere a Montesilvano una cittadella dello sport. Una struttura in grado di essere destinata all'attività agonistica nazionale e in cui prevedere, per esempio, anche un centro di medicina dello sport. Ma vogliamo rendere ancora più appetibile e funzionale il centro sportivo Trisi attraverso la progettazione e realizzazione mediante procedura di progetto di finanza, di una struttura che sappia accogliere l’utente a 360 gradi, con un albergo, un ristorante, un centro di medicina dello sport e di fisioterapia, una palestra, una piscina, oltre a tutti i campi che già ci sono e il cui numero potrebbe essere implementato», spiega il vicesindaco e assessore allo Sport, Ottavio De Martinis, «Le attività del Centro Trisi contribuiscono a soddisfare la domanda di strutture sportive che proviene dal territorio, in quanto è utilizzato da diverse associazioni per gli allenamenti settimanali con le categorie giovanili che, altrimenti, resterebbero inattuabili a causa della carenza di strutture sul territorio comunale. Inoltre, fino all’ultimo anno scolastico il Centro Trisi è stato utilizzato anche dalle scuole presenti sul territorio per lo svolgimento dei propri programmi didattici di educazione fisica. La gestione del Centro Trisi presuppone la costituzione di una Ssd (Società sportiva dilettantistica) interamente partecipata dall'Azienda speciale. Questa delibera» aggiunge il vicesindaco, «si integra con la politica di destagionalizzazione e di ampliamento dell’offerta turistica in coincidenza con importanti manifestazioni turistiche, che stiamo attuando da tempo. Non a caso, proprio quest’anno, abbiamo avuto la possibilità di ospitare incontri e manifestazioni sportive che hanno ampliato la riconoscibilità del brand Montesilvano in Italia, e, contestualmente, hanno integrato la ricettività delle nostre strutture turistiche.

Molto importante, infine ma non certo per ultimo, è il project financing con il quale puntiamo a far diventare il Centro Trisi una struttura polisportiva e polivalente con la realizzazione di un albergo, di un ristorante e di una piscina, e magari con campi dedicati ad altri sport, in modo da farne un gioiello da aggiungere alle ricchezze turistiche della nostra città».

Sostanzialmente si tratta di due interventi:

uno di adeguamento e ristrutturazione dell’esistente, il cui costo previsto è di un milione di euro, la cui progettazione deve essere eseguita dall’ufficio tecnico. Lo scopo è di valorizzare un patrimonio del Comune che, con la conclusione dell’intervento, può portare una maggiore redditività;
un secondo, per cui il Comune ha chiesto all’Azienda speciale di rimettere uno studio di fattibilità, riguarda l’ampliamento della struttura con la realizzazione di una piscina, un ristorante e un albergo, interventi che saranno realizzati con un project financing e quindi anche con l’intervento di enti privati.

Pagina 1 di 103

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione