Pescara. Nella giornata di ieri, la Polizia di Stato ha eseguito un’ Ordinanza Applicativa di Misura Cautelare in Carcere emessa dalla Procura della Repubblica di Pescara nei confronti di D. R. M., pescarese, classe’59, in quanto responsabile di maltrattamenti ai danni della convivente. L’uomo è stato associato presso la locale Casa Circondariale; un Ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare emesso dal Tribunale di Sorveglianza di L’Aquila nei confronti di S. M., nata a Francavilla al Mare (CH), classe’39, dovendo la stessa scontare una pena di anni due per un cumulo di pene inerenti lo spaccio e la detenzione di sostanze stupefacenti; un Ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare emesso dal Tribunale di Sorveglianza di L’Aquila nei confronti di C. L., pescarese, classe’69, dovendo lo stesso scontare una pena di mesi 6 per un cumulo di pene inerenti reati contro il patrimonio e un Ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Pescara nei confronti di V. N. M., nato a Lucca, classe’90, dovendo lo stesso scontare una pena di anni 2 e giorni 10 per un cumulo di pene inerenti reati contro il patrimonio.

I provvedimenti sono stati eseguiti da personale della Squadra Mobile.

Pescara. Ha fatto tappa in Comune ieri mattina prima della partenza per l’Africa condividere i container pieno di materiali per bambini diretto all'orfanotrofio di Yegué in Togo, pieno di materiale di ogni tipo, raccolto dall'associazione Novissi Onlus che opera da anni nella Cooperazione Internazionale dedicata all'infanzia. Stamane la presentazione del progetto, subito dopo il materiale è partito dal piazzale del Comune salutato dalla rappresentanza dell’Amministrazione e dell’Associazione, nonché degli enti che con il Comune di Pescara e l’associazione partecipano a questa cordata solidale.

“Qualunque istituzione deve considerarsi parte di un mondo in trasformazione ed essere in prima linea sostenendo azioni di solidarietà verso i più bisognosi, tra cui le popolazioni del Togo – quanto dichiarano gli assessori alla Cultura Giovanni Di Iacovo e all’Associazionismo e Cooperazione Gianni Teodoro- Per questo, vi ringraziamo di cuore per quello che fate per questa città e per le città che ne hanno bisogno, riconfermando anche la presenza e lo spirito solidale della nostra città, sempre in prima linea quando si tratta di sostenere comunità in difficoltà, vicine o lontane che siano”.

“Sono orgoglioso di poter partecipare a questa conferenza – ha dichiarato il consigliere Piernicola Teodoro- Far del bene deve essere parte di noi e portare il nome dell’Abruzzo nelle zone in cui le popolazioni soffrono è un onore per la nostra regione. Bisogna educare sempre di più ad aiutare chi ne ha bisogno, occorre dare a tutti e far star bene tutti, in particolar modo le persone del Terzo Mondo”.

“Il Sindaco insieme ai nostri concittadini ha abbracciato questa iniziativa – queste le parole di Marcello Ferrara, vicesindaco di Vacri, altro paese coinvolto nella missione solidale - Siamo orgogliosi che un paesino piccolo come il nostro si renda coinvolto in un’iniziativa come questa, diamoci da fare perché investiamo su di loro e su di noi”.

“Grazie per il sostegno che ci date, sono passati 12 anni dalla nostra fondazione e ogni volta è un evento speciale - ha dichiarato Giovanni Seccia, volontario dell’Associazione Novissi Onlus. Siamo attivi in diverse nazioni in Africa ed il Togo rappresenta il punto più avanzato della nostra opera, stiamo cercando di garantire un’autosufficienza portando strumenti e tecniche per far si che ci sia un mantenimento della struttura realizzata e attiva da settembre 2010. All’interno ospitiamo circa 50 bambini al momento e sono curati dalle suore della SS Trinità. In questa fase continuiamo sull’onda di avanzamento di questa struttura. Attiveremo un servizio cinema, biciclette, macchine e altri mezzi necessari. Novissi è stata fondata a Pescara nel 2006 ed è doveroso ringraziare tutti i volontari, nonché il comune di Pescara e quello di Vacri, la Pro Loco Vacri, e tanti altri nostri sostenitori”.

Il progetto e l’Associazione

Oggi è un giorno importante perché si realizza un grande traguardo della associazione Novissi Onlus che da anni si occupa di infanzia in Africa e da qualche anno anche in Italia. Nata a Pescara nel 2006 dall’impegno e la forza di volontà di alcuni volontari, Novissi è un’Associazione Onlus che si occupa di cooperazione allo sviluppo internazionale con lo scopo di realizzare progetti innovativi mirati alla crescita economica e sociale dei paesi in via di sviluppo. Attenta alle esigenze e alle problematiche dell’Africa, Novissi cerca da sempre di tutelare i diritti connessi all’infanzia, all’istruzione, all’alimentazione e alla salute.Oltretutto l’associazione Novissi Onlus mira a porre attenzione sul mondo dell’immigrazione e dell’integrazione. Da sempre attenta a realtà lontane, l’associazione opera e ha operato anche sul territorio con svariati eventi che mirano a sensibilizzare e a scoprire realtà difficili da comprendere per non rimanere passivi davanti alla disparità e al sottosviluppo, ma renderci parte attiva, prendendo coscienza di quello che esiste oggi nel nostro mondo contemporaneo.

Ad oggi, l’Associazione ha concentrato le sue energie e i suoi sforzi in Togo, Stato dell’ Africa Occidentale, realizzando una casa-accoglienza e servizi per l’orfanotrofio di Notsé, e una casa-accoglienza per orfani nel villaggio di Yegué. Quest’ultima, capace di accogliere 50 bambini, è attiva dal mese di Settembre 2010 ed è gestita da una comunità di suore togolesi della Santa Trinità. Nello stesso tempo i volontari di Novissi, attraverso la realizzazione di diversi eventi in Italia, cercano di sensibilizzare ed informare la popolazione sui progetti portati avanti, e oggi si realizza un altro grande obiettivo con la partenza del container che si dirigerà proprio in Togo per portare materiali scolastici, vestiti e supporto di ogni genere per intensificare continuare un'opera significativa ed importante ma soprattutto preziosa per tanti bambini e per coloro che ogni giorno dedicano sforzi ed energie accudendoli e seguendoli nella crescita e nell'istruzione. Sono stati raccolti letti, pannolini e oggetti essenziali per l'infanzia e per la struttura. Un lavoro che è iniziato dal mese di gennaio e che ha visto coinvolti tutti i volontari e i sostenitori che hanno donato tempo e oggetti di ogni tipo condividendo la Mission e il l'impegno dell 'Associazione. Un lavoro che non si ferma qui ma che continuerà per garantire una infanzia serena nella struttura in Togo e non solo.

Pescara. Si svolgerà giovedì 23 e venerdì 24 agosto 2018 lo spettacolo “Giulio Cesare” di William Shakespeare per la regia di William Zola, come di consueto presso il parco di Villa Sabucchi a Pescara. Stamane la presentazione in Sala Giunta alla presenza dell’assessore alla cultura Giovanni Di Iacovo, il regista William Zolae Vera De Gregorise i rappresentanti della Laad.

“La Torre del Bardo è uno dei protagonisti della cultura della nostra città da tantissimo tempo. Un popolo che ama la cultura e il teatro si può ritrovare in questa bellissima iniziativa di fine estate – così l’assessore Giovanni Di Iacovo- Anche io da ragazzo frequentavo il Parco di Villa Sabucchi e ho avuto il piacere di assistere a molti spettacoli di grandissima qualità proposti da loro. Ho visto tantissimi attore e attrici succedersi negli spettacoli a cura della regia di William Zola e l’aiuto regia di Vera De Gregoris. Gli spettatori potranno andare via alla fine dello spettacolo arricchiti, comprendere meglio gli arabeschi del potere e conoscere, inoltre, il carisma di un grande uomo, come fu Giulio Cesare. Si tratta di un grande ritorno al Parco di Villa Sabucchi gestito dalla Laad che riesce ad unire bene il sociale alla cultura, con attività importanti finalizzate a far crescere una comunità. Si tratta di un evento pensato per avvicinare chi non è appassionato di Shakespeare”.

“Mettiamo in scena anche quest’anno a Villa Sabucchi, come da tradizione, uno spettacolo di Shakespeare presentato della Torre del Bardo – queste le parole del regista William Zola- Si tratta di una riedizione e un riallestimento del Giulio Cesare, la prima opera di Shakespeare ispirata alla storia romana, opera scritta nel 1859 a cavallo di un secolo che finisce e uno che inizia. Il grande autore si è ispirato, per l’ideazione di quest’opera, alle storie narrate da Plutarco. Come al solito, Shakespeare non si schiera e lascia al pubblico la facoltà di decidere offrendo degli spunti. Il titolo stesso dell’opera è ispirato ad un uomo imponente, uno dei più famosi del mondo, presentandolo come una persona ricca di pregi e difetti. Shakespeare ci illustra una descrizione sobria nei confronti di Cesare, al massimo del suo potere e verso la via del tramonto. La cifra drammaturgica di questo lavoro è importante perché pone quesiti importanti e invita a far riflettere le persone. Il nostro cast è tutto abruzzese e gli attori collaborano con noi da diversi anni. Siamo orgogliosi del consolidato rapporto con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara e il TSA”.

“Porto i saluti della Presidente della Laad Vera De Gregoris – ha dichiarato Margherita Cordovaassistente alla regia e riduzione testi - Vantiamo una collaborazione attiva con la Torre del Bardo e vogliamo portare educazione, socialità e cultura in città. Per quanto riguarda la traduzione del testo, si tratta di un’opera definita copernicana perché pone al centro la persona di Cesare. Abbiamo fatto un grosso lavoro di riduzione perché tutte le opere di Shakespeare sono lunghissime e ricche di figure maschili mentre sono solo due le principali figure femminili presenti nel dramma: Porzia, figlia di Catone nonché moglie di Bruto e Calturnia, quarta moglie di Cesare, figura di matrona romana dallo stampo classico. Abbiamo poi voluto inserire un’altra figura quella di Lady Macbeth, che compare nella apparizione del suo famoso discorso. A mettere in scena lo spettacolo Giulio Cesare saranno interpreti dotati di un grande background, 12 attori, ottimi professionisti che collaborano con noi da molti anni, tutti abruzzesi”.

Pescara. Si terrà domani a Piazza Le Laudi l’atteso concerto di Marco Armani, previsto sabato scorso e rinviato per via della giornata di lutto nazionale.

“E’ tutto pronto per accogliere una voce che è tornata al successo grazie al talent Rai condotto da Amadeus “Ora o mai più”,che lo ha visto vincitore e alle prese con un nuovo inizio – così l’assessore a Turismo e Grandi Eventi Giacomo Cuzzi- Si comincia dalle 21,30 con l’esibizione di Anna Rosini, in arte Hanna, del cantante Antò e del cabarettista Tony Russi, un programma nato per dare visibilità ai nostri talenti e alle nuove leve.

Giovedì 23 Agosto, invece, dalle ore 23 ad animare il Giovedì Unico di Pescara Vecchia torna il concerto dei Frankie e Canthina, nel centro storico della città. A seguire la serata in Via delle Caserme proseguirà con il Dj set di Claudio Corna. L’ingresso è gratuito.

Si tratta di uno degli ultimi eventi delle manifestazioni estive che hanno animato il centro storico di Pescara. Il concerto nasce dalla collaborazione con gli operatori di Pescara Vecchia e il Comune di Pescara. Una sinergia che si rinnova ancora una volta quella fra il Consorzio Pescara Vecchia e il Comune di Pescara, che riaccende i Frankie & Canthina Band porteranno il soul e funky a Pescara, dopo aver raccolto un grande successo nel precedente live di inizio estate”.

“Abbiamo ritrovato una grande sinergia, in tutto il centro storico, che ci ha permesso di realizzare un calendario di eventi per viversi Pescara Vecchia tra manifestazioni culturali, musica e degustazioni – così Cristian Summaper il Consorzio - Dopo la data di Frankie & Canthina Band vanno segnalate l’ultima data del Giovedì Unico il 30 Agosto in Via delle Caserme e l’ultima data di 80VogliadiLei il 31 Agosto a Corso Manthoné”.

 

FRANKIE & CANTHINA BAND

Band storica della Capitale, nasce nel 1991 dall’incontro di musicisti provenienti da diverse esperienze musicali e propone da subito (pioniera in Italia) repertorio Soul/Funky/Dance 70/80. Trascinanti e coinvolgenti, hanno conquistato da subito il pubblico dei migliori locali (club e discoteche) italiani ed esteri con le loro performance totalmente dal vivo. Hanno al loro attivo 3 Cd “The First (2001)” e “Past2Present (2006)” e “20 th YEAR” il loro ultimo lavoro di brani inediti di recente pubblicazione. La band, inoltre, vanta numerose apparizioni a programmi televisivi di successo e prestigiose collaborazioni con artisti internazionali del calibro di Gloria Gaynor, Mike Francis, Sarah Jane Morris, Amii Stewart e tanti altri. Frankie & Canthina Band è composta da: Frankie Lovecchio – lead vocal Massimo Idà – keyboards & background voc. Fabio Sinigaglia – guitar & background voc. Marco Iannarilli – bass Marcello Surace – drums Giancarlo Ciminelli – trumpet Franco Marinaci – sax.

Pescara. “Comprendiamo la necessità del consigliere Di Pillo di ricordare la sua esistenza politica ai residenti del quartiere in cui vive, così come comprendiamo la sua necessità di affermare con forza il suo ruolo di fotoreporter all'interno del M5S. Ciò che però lascia sconcertati, però, e molto, è il notare che, dopo quasi 5 anni di presenza in Consiglio Comunale, non abbia ancora compreso le effettive competenze dell’Amministrazione comunale su un cantiere di proprietà del Ministero.

È vero che il 17 febbraio 2018 comunicammo che erano stati trovati i fondi per terminare gli alloggi dei Carabinieri ed è vero che entro l’estate, se non ci fossero stati intoppi, ci sarebbe stato l’appalto. È altrettanto vero, però, che manca più di un mese alla fine dell’estate 2018 e che il 3 settembre ho un appuntamento con il referente del progetto per conoscere lo stato dei fatti, ak fube di sapere a che punto siamo con la gara, perché dopo che le elezioni del 4 marzo scorso l’inquilino del Ministero delle Infrastrutture competente per quegli alloggi è cambiato. Ciò che ci preme comprendere al più presto è dunque se il nuovo Ministro Toninelli manterrà gli impegni presi dal precedente Governo sul progetto.

Ministro Toninelli che, guarda caso, è dello stesso partito del consigliere Di Pillo, che magari volendo potrebbe, scollegandosi dai social e dall’obiettivo per qualche giorno, recarsi al Roma a interloquire direttamente con il suo Ministro, facendoci capire a che punto sono le cose e magari anche chiedergli di procedere alla pulizia e bonifica dell’area, che comunque chiederemo alla nostra Polizia Municipale di controllare, per quanto di loro competenza.

In fin dei conti, il ruolo di consigliere comunale comporta oneri e onori che non si esauriscono con le dirette Facebook e i reportage sulle aiuole, ma impongono il dovere di lavorare duramente affinché la città che si rappresenta possa crescere e superare le difficoltà.

Dando per scontato che il consigliere Di Pillo farà tesoro di tale umile suggerimento, lo ringrazio fin d’ora per l’importante opera di mediazione che svolgerà a Roma, sempre se il Ministro, dopo essere venuto a conoscenza del suo attacco, vorrà incontrarlo e sempre se la capogruppo consiliare Enrica Sabatini, dopo aver letto della stoccata lanciata da Di Pillo a Toninelli, lo ritenga il miglior mediatore possibile. Restiamo in fiduciosa attesa”. Lo afferma in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai Parchi e Lavori Pubblici, Antonio Blasioli.

Pescara. "Nel febbraio dell'anno in corso, dopo un comunicato stampa del sottoscritto che chiedeva spiegazioni rispetto all’immobilismo nella definizione del completamento della nuova caserma dei Carabinieri a Pescara, il Vice Sindaco Blasioli con una risposta provocatoria e poco credibile, comunicava finalmente alla città che l’iter per l’assegnazione del bando e quindi della progettazione guarda caso, era avvenuto proprio nel giorno dell’invio del mio comunicato stampa.

Nell’articolata risposta che comprendeva anche lo spazio adiacente all’area da dedicare alla nuova caserma, il Sindaco e il suo Vice si affrettarono a “snocciolare” date a dati dichiarando: <<i lavori di completamento dell’edificio andranno a regime già entro l’estate, grazie allo stanziamento di 1.800.000 da parte del Ministero dei Lavori Pubblici>>.

Entro l’estate, sempre secondo gli amministratori del PD pescaresi, se l’iter non avesse subito imprevisti, avrebbe potuto essere data in affidamento la progettazione della caserma stessa. Un passaggio che avrebbe reso certo, l’impegno di spesa di 4.000.000 di euro, messi a disposizione dall’Agenzia del Demanio e consentito il completamento e l’apertura della struttura entro il 2020/2021, grazie a una rimodulazione dei volumi e dei finanziamenti originari.

A pochi giorni dalla fine di agosto oltre i saggi relativi alla bonifica per la presenza di ordigni bellici inesplosi nel terreno adiacente il futuro parco dedicato allo sport di Via Gran Sasso, novità non ce ne sono. L’unica certezza è la presenza fissa di un soggetto, che continua a movimentare materiale di ogni genere all’interno di quello che era il cantiere della nuova caserma dei Carabinieri.

Due giorni fa mentre ero di passaggio in quella zona, ho notato il cancello aperto e ho chiesto spiegazioni alla persona che con un proprio mezzo, continuava a movimentare materiale. Alla richiesta di qualificarsi, ha semplicemente risposto che era “quello che sta qua al magazzino” , e che era stato autorizzato dall’architetto Basso del Provveditorato, allo scopo di controllare quello spazio.

Senza alcuna autorizzazione scritta da parte di nessuno, benché meno dall’architetto Basso, ha provato a rispondermi relativamente a tutto il materiale depositato all’interno di quello che una volta era un cantiere, e che oggi è semplicemente una discarica a cielo aperto nonché magazzino per ogni tipo di materiale.

Posizionati vicino al fabbricato esistente, sono allineati una serie di serpentine arrotolate in enormi matasse che il personaggio “gestore” dello spazio di Via Rigopiano, identifica nel materiale che occorre per costruire la pista di pattinaggio sul ghiaccio nel periodo invernale all’interno di P.zza della Rinascita. Materiale che lo stesso soggetto, quantifica in un valore vicino ai 140.000 euro. Tutt’attorno nessuna precauzione o impianto antincendio o anti-intrusione che possa tutelare lo stesso materiale, anzi vegetazione altissima e o attrezzature da cantiere di ogni genere non ben identificato.

Oltre il proprietario del conflitto di interesse che il detentore dello slogan “Pescara si fa bella”(Vice Sindaco Antonio Blasioli) ha identificato nella mia persona, in quanto residente a ridosso dello stesso spazio che verrà (non si sa quando) adibito a nuova caserma dei Carabinieri, chiedo ufficialmente al Sindaco e all’amministrazione tutta, spiegazioni rispetto al personaggio detentore delle chiavi del cancello, e oltremodo sollecito gli stessi a stringere concretamente i tempi di attuazione della progettazione ed esecuzione dei lavori che portino finalmente a riunificare le caserme sparse in tutta la città eliminando quell’odioso costo di locazione degli stessi stabili che ogni anno incidono sulle casse dello Stato per la cifra esorbitante di circa 400.000 euro". Lo afferma in una nota il consigliere comunale di Pescara del M5S Massimiliano Di Pillo.

Pescara. Nel pomeriggio di venerdì il personale la Polizia di Stato è intervenuta in Via Tassoni angolo Via Gramsci dove era stata segnalata la presenza del probabile autore di un furto. Gli agenti hanno rintracciato il sospetto, D. B. M., pregiudicato, di origine siciliana e lo hanno trovano in possesso di due telefoni cellulari. I poliziotti della Squadra Volante di Pescara, accertavano che i cellulari erano provento di furto, e rubati poco prima sotto un ombrellone di uno stabilimento del Lungomare Matteotti. La segnalazione, infatti, giungeva proprio dal titolare dello stabilimento balneare, che aveva notato il giovane aggirarsi fra gli ombrelloni con fare sospetto e lo aveva seguito fino a quando non veniva intercettato dagli agenti, che lo arrestavano.
Questo risultava un reato ulteriore ad altri commessi dall’uomo dal 15 luglio u.s., data della sua scarcerazione dalla locale casa circondariale, dove si trovava a causa di reati di furto aggravato e rapina impropria.
Il PM di turno della Procura della Repubblica di Pescara, sottoponeva in data odierna il D. B. M. a giudizio direttissimo, al termine del quale il Giudice disponeva che venisse condotto in carcere.

Pescara. "Le indagini per la valutazione del rischio bellico nell'area degli ex monopoli di Stato, dove sorgerà il parco dello sport hanno determinato la necessità di un ulteriore passaggio e cioè la necessità di una bonifica sistematica terrestre. Prima di procedere chiederemo il parere del Genio Militare.

E’ quantoi comunica la Sogem Sas che ha eseguito le indagini di rischio bellico il 23 luglio, che sono stati rilevati numerosi segnali ferromagnetici, molti dei quali ad una profondità superiore agli 80 cm. E proprio per queste occorre la bonifica bellica, per verificare se i segnali sono corrispondenti a degli ordigni o ad altro materiale ferroso nascosto nel sottosuolo.

E' stata una indagine del costo di 12.000 euro prevista dalla L. 80/2006 per la redazione del Piano di sicurezza e che riguarda appunto anche l'area del Monopolio che assieme a tante aree della città di Pescara, essendo prossima alla stazione ferroviaria, venne bombardata nel 1943.

Per il cosiddetto rischio bellico la Sogem Sas di Isernia , individuata tra le ditte iscritte in un apposito registro del Ministero per effettuare questo tipo di indagine, impiegherà dieci giorni di tempo, trascorsi i quali, se non ci saranno problemi per la presenza di ordigni, si procederà all'inizio del primo lotto del Parco dello Sport, parco cofinanziato dal Coni nell'ambito del progetto sport e periferie.

La Sogem ha effettuato una indagine superficiale magnetometrica con apparati rilevatori tipo "Ebinger" per un metro di profondità su tutta l'area di circa 7.500 mq, per 1,50 metri in corrispondenza degli alberi da piantumare, per 2 metri di profondità in corrispondenza dell'area in cui è localizzato il chiosco/spogliatoio e per 7 metri di profondità nell'area in cui è localizzato il pozzo.

Se le bonifiche avranno esito negativo, circostanza che sapremo solo nel mese di settembre, ad ottobre inizieranno i lavori del Parco dello Sport, cioè la AEC Edificatoria la realizzazione del primo dei due lotti dei lavori del Parco dello sport di via Rigopiano/via Passolanciano, altrimenti occorrerà notiziare gli artificieri". Lo ha affermato in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai Parchi, Antonio Blasioli.

Pescara. L’Unibasket inizia la sua attività con una partenza in grande stile: martedì 21 agosto, alle ore 19:00, a Pescara, si svolgerà il raduno di inizio stagione coinvolgerà tutte e tre squadre di punta del sodalizio.

I tifosi, gli appassionati, i giornalisti della carta stampata e i redattori delle pagine Web, così, potranno incontrare i protagonisti della serie B targata Pescara, quelli della serie C Gold firmata Lanciano e i giovani coinvolti nel progetto della DNG. Il luogo del raduno è lo stesso degli ultimi anni, dopo il successo delle ultime edizioni: il mitico campo della Stella Maris, sito in Via Scarfoglio, dove tanti anni fa iniziò la storia dell’Amatori.

Martedì sarà giornata di visite mediche per tutti i giocatori, che dal giorno dopo inizieranno la dura preparazione in palestra in vista della prossima stagione. La sera, però, ci sarà tempo per riunirsi: tutta l’Unibasket sarà sul lungomare cittadino, ospite della Paranza, storico ristorante di Maurizio D’Anolfi, da sempre pilastro della pallacanestro pescarese. Una bella serata in una splendida location, per iniziare al meglio la stagione sportiva, che sarà sicuramente molto impegnativa ma che sembra avere basi molto solide. Anche l’attività del settore giovanile Unibasket inizierà ad agosto, precisamente il giorno 27. Il Responsabile Tecnico di tutta la struttura che va dall’Under 13 sino all’Under 16 sarà coach Fabio Di Tommaso.

Contestualmente all’annuncio del raduno, l’Unibasket vuole ringraziare pubblicamente Sergio De Santis per tutto il lavoro svolto per i colori dell’Amatori e per la pallacanestro pescarese: non sarà lui il Team Manager della stagione 2018/19. Impegni personali e lavorativi impediscono a Sergio di dare quella disponibilità completa che è necessaria per ricoprire il ruolo di Team Manager.

De Santis, rientrato in società lo scorso anno dopo esser stato un protagonista della cavalcata che portò l’Amatori a vincere il campionato di serie C, ha voluto salutare così tutti i sostenitori pescaresi: “Per me è un arrivederci, di certo non un addio. Dico questo perché mi era già successo di dover salutare, per poi tornare in prima linea; magari potrà accadere di nuovo. Soprattutto, è soltanto un arrivederci perché di certo sarò la domenica al palazzetto a tifare per la squadra”

Il presidente Carlo Di Fabio ha voluto ribadire anche in questa occasione la stima verso De Santis: “Mi dispiace dover salutare Sergio. Voglio ringraziarlo pubblicamente per il lavoro svolto in questo periodo e per l’attaccamento che ha sempre dimostrato verso la società”.

A Sergio va il ringraziamento di tutta la società adriatica, sicuri che la promessa di vederci ogni domenica sarà di certo rispettata.

Appuntamento per tutti, dunque, martedì 21 agosto presso la Stella Maris di Pescara. L’ufficio stampa dell’Unibasket, nel frattempo, continuerà ad annunciare le conferme e le novità in vista della prossima stagione.

Pescara. Ieri sera i Carabinieri della Compagnia di Pescara hanno condotto un massiccio servizio “straordinario” di controllo del territorio all’interno del quartiere “Rancitelli” volto ad incrementare la presenza dei militari dell’Arma anche a seguito dei recenti episodi di violenza, sottoponendo a controllo oltre 50 persone e 35 veicoli ed eseguendo altresì numerose perquisizioni domiciliari, personali e veicolari. Al termine del menzionato servizio, i militari della Compagnia hanno deferito in stato di libertà 5 persone e segnalato alla Prefettura di Pescara 1 persona quale assuntore; nello specifico, sono stati denunciati a piede libero all’Autorità Giudiziaria per:
 evasione:
• N.M., 49enne residente a Pescara, con precedenti di polizia, che, sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari, a seguito di controllo, non è stata trovata presso la propria abitazione;
• C.G., 25enne cittadina romena residente in Pescara, con precedenti di polizia, che, sottoposta alla misura alternativa della detenzione domiciliare, a seguito di controllo non è stata trovata presso la propria abitazione;
 possesso di chiavi alterate o di grimaldelli:
• R.L.P., 47enne originario della Provincia di Foggia, con precedenti di polizia, poiché, sottoposto a controllo in questa Via Tavo a bordo della sua autovettura, all’esito di perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di arnesi atti allo scasso;
 violazione delle limitazioni al diritto di ingresso e soggiorno in territorio nazionale:
• G.A.W., 42enne Polacco, senza fissa dimora, poiché, sottoposto a controllo in questa via Orazio, a seguito di immediati accertamenti, è stato verificato che medesimo aveva fatto nuovamente ingresso nel territorio nazionale, nonostante fosse già destinatario di un decreto di espulsione emesso in data 11.1. u.s. dal Prefetto di Pescara;
 spaccio di sostanze stupefacenti:
• G.D.F., 25enne originario della Provincia di Chieti, con precedenti di polizia, poiché è stato sorpreso in questa via Tiburtina mentre cedeva un involucro in cellophane contenente 1 gr. di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” ad un 40enne tossicodipendente, senza fissa dimora, il quale, a sua volta, è stato conseguentemente segnalato alla locale Prefettura per uso di sostanze stupefacenti.

Pagina 1 di 353

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione