Teramo. Anche a Teramo e provincia, il 18 e 19 giugno, in collaborazione tra Consiglio Nazionale Architetti PPC e Ordine degli Architetti PPC della provincia di Teramo, si terrà l'evento OPEN! STUDI APERTI.

La manifestazione accomunerà idealmente tutti gli studi italiani in un unico grande evento diffuso su tutto il territorio nazionale nell’ambito del quale gli studi di architettura apriranno contemporaneamente le loro porte al pubblico.
Sarà un’occasione per far conoscere il mondo dell’architettura al grande pubblico e ai non addetti ai lavori.

Lo scopo principale è quello di far conoscere le specializzazioni e gli ambiti in cui operano i singoli studi e di stimolare gli stessi architetti a promuovere il proprio lavoro e la propria attività. Questa manifestazione nasce con l’idea di rappresentare nel senso più ampio l’intera categoria e non solo la singola attività professionale per avvicinare l’architetto al cittadino e far comprendere l’importanza dell’architettura e della figura dell’architetto.

In provincia di Teramo gli studi che hanno aderito sono quattro (l'elenco completo e il calendario degli eventi è visionabile al sito http://studiaperti.com/category/teramo/):
-lo studio STP Consulting srl, con sede in Teramo, via C.Forti 24, che ospiterà la mostra delle opere del maestro Fabrizio Sclocchini in un evento dal titolo "IL TEMPO E LO SPAZIO, processualità e progettualità";
-lo studio ODA/Officina di Architettura, con sede in Roseto degli Abruzzi, via Scipione l'Africano 4, che organizzerà un laboratorio con i bambini, chiamati nel doppio ruolo di committenti e architetti, con cui "progettare" e dialogare attraverso la narrazione dei propri lavori sulla comunicazione del progetto e la figura dell'architetto, in un evento dal titolo "ABC/grammatica e comunicazione del progetto";
-lo studio CaSe Atelier di Architettura, con sede in Teramo, via N. Palma 76/78, che nell'ambito di un evento intitolato "CaSe&Tappeti" farà incontrare l'architettura con il mondo dei Tappeti nel duplice ruolo di denuncia e di decorazione. All'interno dello studio saranno esposti i "tappeti di guerra" afgani, opere d'arte e di denuncia, e frammenti di antichi tappeti che, montati su tela, diventano elementi di arredo nelle case contemporanee;
-lo studio Archit.Etica, con sede in Teramo, via Trento e Trieste n. 75, che illustrerà tecniche per "Una città a misura di bambino", con laboratori all'aperto che illustreranno alcuni materiali ecologici per l'architettura invitando i bambini a disegnare con colori naturali.
La cittadinanza è invitata a partecipare.

Teramo. Gli ultimi eventi atmosferici che hanno interessato la nostra provincia, con piogge intense, seppure non di entità eccezionale, hanno messo ulteriormente alla luce le gravi carenze sia infrastrutturali (sistemi di canalizzazione e smaltimento acque piovane) che di pianificazione.

Lo afferma l'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Teramo che sottolinea come, in particolare, il fenomeno dell'impermeabilizzazione del suolo, rappresenti un grosso pericolo per i nostri territori.

"Questo fenomeno - sottolinea il presidente dell'Ordine, Arch. Raffaele Di Marcello - detto anche soil sealing, è determinato dalla copertura del territorio con materiali “impermeabili” che inibiscono parzialmente, o totalmente, la capacità del suolo di “respirare” di compiere, cioè, le proprie funzioni vitali".

"Il suolo libero - continua Di Marcello - svolgendo un ruolo fondamentale come quello del filtraggio e dell’inglobamento dell’acqua, riduce il rischio di alluvioni straripamento dei fiumi e siccità. Il consumo di suolo permeabile aumenta sempre più e, di conseguenza, aumenta il rischio di inondazioni e di rarefazione delle risorse idriche"

L'Ordine, quindi, lancia un appello alle amministrazioni comunali affinchè adottino, nei loro strumenti regolamentari e di pianificazione, regole e buone pratiche per la conservazione della permeabilizzazione dei suoli.

"Tre sono le misure consigliate: - concludono gli Architetti - limitazione, mitigazione, compensazione. Quando la limitazione dell’impermeabilizzazione dei suoli, azione che deve essere prioritaria, non è possibile, occorre mitigare gli effetti, ad esempio, con l’installazione di tetti verdi, la deimpermeabilizzazione delle aree di sosta, ecc., e procedere alla compensazione dell’impermeabilizzazione attraverso attività di ripristino dei terreni presenti, esempio bonificando i suoli inquinati per renderli nuovamente fruibili e creando zone verdi. Utile, inoltre, è l'adozione di strumenti quali il Regolamento di polizia rurale e il Regolamento del Verde urbano, che dettano norme per la corretta gestione dei suoli".

Teramo. Maggio sarà un mese fitto di appuntamenti per chi non vorrà perdere i concerti di fine anno scolastico degli alunni del Liceo Musicale “M. Delfico” di Teramo.

I ragazzi si esibiranno sia come solisti che in piccole formazioni da camera in un repertorio che comprenderà brani di autori tra i più significativi dei diversi periodi storici.

Non perdete l’occasione di passare una gradevole serata incoraggiando e sostenendo coloro che sognano di diventare i musicisti professionisti di domani e che ogni giorno, grazie anche ai nostri valenti professori, si impegnano perché il sogno si realizzi.

Tutti i concerti avranno inzio alle ore 17.45 nell’Aula Magna del Liceo “M. Delfico”:

Lunedì 14 maggio alunni di Flauto e Violino (Professori L. Libbi e M. Di Gennaro)
Martedì 15 maggio alunni di Canto (Professori C. Casillo e E. Di Giovannantonio)
Mercoledì 16 maggio alunni di Chitarra Pianoforte e Organo (Professori F. Fortunato, E.Palladini e R. La Chioma)
Martedi 22 maggio alunni di Sassofono, Percussioni e Tromba (Professori G. Caporale, G. Di Iorio e G. Mascitti)
Mercoledì 23 maggio alunni di Pianoforte, Oboe e Violoncello (Professori F. Giallonardo,Di Ilio e T. De Flavis)
Giovedì 24 maggio alunni di Chitarra e Pianoforte (Professori D. Giancristofaro e A. Barone)
Venerdì 25 Maggio alunni di Pianoforte e Violino (Professori A. Barone e I. Tella)

Teramo. E’ stato un vero e proprio percorso nel cuore delle tradizioni, dell’arte e della figura femminile nei nostri territori quello tracciato dall’evento Tra Arte e Virtù, domenica 6 maggio, presso il relais Corte dei Tini.

La serata, organizzata dal Soroptimist Club di Teramo, in collaborazione con l’Associazione culturale Big Match e con la partecipazione della galleria d’arte Mirò, ha ospitato le socie del Club di Pescara e Chieti e ha goduto della presenza della Vicepresidente Nazionale Maria Antonietta Lupi del Club di Ascoli Piceno.

L’incontro ha reso omaggio alla figura recentemente scomparsa di Annunziata Scipione, grazie al ricordo commosso del figlio Piero Di Pasquale e alla presentazione della curatrice Valentina Muzii, che ha illustrato il legame delle opere della Scipione con la natura, in particolare con il mondo contadino con le virtù teramane, accostate a questo le letture sulla vita dell'artista, tratte da libri a lei dedicati, narrate dalla voce di Tina Salutari.

“Questa giornata - spiega la Presidente Stefania Nardini - si inserisce nell’ambito del progetto Nazionale SI SOSTIENE, percorso di valorizzazione delle eccellenze femminili del territorio abruzzese. In particolare abbiamo voluto ricordare la figura di una donna, un’artista teramana, che si è distinta nel campo dell’arte, e lo ha fatto attraverso un messaggio potente, fotografando una società ed esaltando l’incredibile forza delle donne abruzzesi, lavoratrici nei campi ma anche vero collante, colonna e sostegno di tutti i membri della famiglia contadina. Il connubio tra queste donne piene di virtù e la prelibata specialità gastronomica teramana è quasi obbligatorio e ricco di rimandi culturali, artistici e sociali.”

Durante il pranzo, gli ospiti presenti hanno assistito alla proiezione del film del regista teramano Marco Chiarini, dal titolo “Le virtù – la città in un piatto” presentato all’Expo di Milano in collaborazione con Slow Food e hanno potuto ammirare la rassegna di opere d’arte di autori vari allestita dalla galleria d'arte Mirò di Teramo e dedicata al tema della natura e del cibo.

Teramo. Gli eventi atmosferici degli ultimi giorni hanno, letteralmente, fatto crollare la Teramo città del pedone e della bicicletta, danneggiando gravemente i percorsi ciclo-pedonali del parco fluviale, gli unici che costituivano un minimo di rete ciclabile a servizio della città.

L'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Teramo, insieme alla sezione locale FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta, lanciano un appello ai candidati sindaci per le prossime amministrative, e alla futura amministrazione comunale, affinchè si portino avanti politiche che rendano la nostra città realmente a misura di pedone e di ciclista, portando a termine i progetti e le pianificazioni della precedente amministrazione (tra i quali il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, da approvare entro dicembre 2018) implementandoli con azioni concrete, sia a livello infrastrutturale che di progetto.

"In tutto il mondo ormai - sottolinea il presidente dell'Ordine, l'Arch. Raffaele Di Marcello - si è compreso che occorre permettere ai cittadini di scegliere il mezzo più vantaggioso per gli spostamenti urbani ed extraurbani, potenziando il trasporto pubblico locale e agevolando la percorribilità pedonale e ciclistica".

"Studi scientifici - continua Di Marcello - dimostrano che un efficiente rete di trasporto pubblico, ampie aree pedonali o a traffico limitato e percorsi ciclabili, rendono le città più attrattive, anche per gli operatori economici, con vantaggi per tutti".

"Certo - fa eco l'Arch. Alessandro Tursi, vicepresidente nazionale di FIAB - la realizzazione di un'area pedonale o di una pista ciclabile senza alcuna programmazione non solo può rivelarsi poco efficace, ma a volte è anche inutile. Occorre quindi, come previsto anche dalla Legge Regionale n. 8 del 2013 e dalla recente Legge Nazionale sulla mobilità ciclistica n. 2 del 2018, pianificare la mobilità, favorendo il più possibile gli spostamenti senza l'uso dell'auto privata".

"Non si tratta di demonizzare l'automobile - conclude Di Marcello - ma solo di restituire lo spazio urbano, spazio pubblico, alla fruizione di tutti, riportando piazze e strade, del centro storico e dei quartieri, ad altri usi che non siano solo quelli di parcheggio, ma quelli della socialità, dell'incontro, del vivere la città. E ciò farà bene alla qualità della vita di tutti ma anche all'economia del commercio e del turismo".

Architetti e FIAB, quindi, si dicono disponibili a supportare la futura amministrazione nelle giuste scelte che possano rendere, realmente, Teramo una città del pedone e della bicicletta, con azioni immediate e una giusta pianificazione e chiedono ai candidati sindaco di inserire, nei loro programmi, il tema della mobilità sostenibile, tema che, oggi, non può essere più ignorato o sottovalutato.

Teramo. E’ un appuntamento fuori stagione quello al quale ACS Abruzzo Circuito Spettacolo invita tutti domenica 6 maggio alle 18 al Teatro Comunale di Teramo, un grande classico del balletto con un sapore più attuale: Coppelia, con il Balletto di Roma Junior Company, drammaturgia e coreografia di Milena Zullo, musiche di Leo Delibes.

 

“Il racconto dell'amore tra Swanilda e Franz” spiega la coreografa “come dell'amore che il vecchio Coppelius nutre per la sua bambola perfetta Coppelia, diventano qui, calati nei sogni della nostra giovanissima Swanilda, un piccolo ed ironico sogno/incubo. In esso la dialettica generazionale tra figli adolescenti e genitori non sempre "patentati" si snoda nella nostra contemporaneità con toni buffi e grotteschi ma altrettanto dolenti per quella inadeguatezza diffusa che separa genitori e figli, un’inadeguatezza che solo l'Amore profondo può col tempo colmare.

Così, il racconto della Bambola che ereditiamo dal repertorio classico, si trasforma in un racconto a tratti fumettistico del mondo adolescenziale e di quello genitoriale di oggi.

Il nostro Coppelius diviene un genitore autoritario che sembra avere agli occhi degli altri genitori la ricetta perfetta per la crescita di una figlia perfetta: una Coppelia sempre assenziente, mentre Swanilda e Franz, adolescenti paradigmatici ai loro genitori vivranno i conflitti tipici di tale paradigma. Non tutto però è sempre ciò che sembra, così tra i diktat e i capricci, tra racconti ironici e veloci di personaggi adulti mai cresciuti o giovani troppo anziani, tra un selfie e un accenno a temi più importanti, quali bullismo e cyberbullismo, dietro la superficialità propria dell'essere solo immagine, scopriremo come difficile e misteriosa sia la crescita, augurando ai nostri figli di trovare realizzazione, passando attraverso l'Amore e il suo arcobaleno di colori”.

L'Opera nasce per un organico di giovanissimi danzatori di formazione classica, ma con una forte contaminazione contemporanea.

Le tematiche affrontate, così come il linguaggio utilizzato nel racconto appartengono al mondo dei giovani interpreti, ma anche a tutti gli altri, perché già stati adolescenti, oggi si trovano ad essere genitori.

Non esiste racconto migliore per far nascere e crescere un giovanissimo gruppo performativo, una giovane Compagnia che raccolga l'esperienza ampia e virtuosa del Balletto di Roma e nel contempo semini nei freschi talenti di oggi quei frutti che li renderanno sensibili ed aperti protagonisti domani.

Teramo. Più di 3.000 atleti, di tutte le età, hanno preso parte alla 39ª edizione della Maratonina Pretuziana, classico appuntamento del 1° maggio organizzato dal Gruppo Podistico Amatori Teramo. La gara competitiva di 8,8 km si è disputata nel pomeriggio ed è andata al keniano Jonathan Kanda con l’ottimo tempo di 25’24’’. Kenya protagonista anche tra le donne, con il primato di Caroline Rotto davanti alla beniamina di casa Gaia Sabbatini. La gara non competitiva del mattino (di 5 km) ha fatto registrare il record di presenze, con circa 1.800 partenti nella centralissima piazza Martiri. All’Università di Teramo (563 iscritti e 488 a tagliare il traguardo), capitanata dal rettore Luciano D’Amico, è andato il trofeo per il gruppo più numeroso.
C’è stata inoltre grande partecipazione di bambini e studenti, che hanno contribuito a ravvivare le vie del centro nelle varie passeggiate e corse a loro riservate. La Maratonina Pretuziana, dunque, ha confermato anche quest’anno di essere un evento sempre molto sentito per tutto l'Abruzzo.

Teramo. Si si sono dati appuntamento oggi 26 aprile 2018 nella sala assembleare del BIM a Teramo tutti i 23 Comuni del cratere Abruzzesedei sismi del 2016 e 2017 per la firmadella convenzione che li vede uniti nel partecipare al Bando regionale che assegna 190.000€ per la realizzazione di spettacoli dal vivo nel periodo estivo nei territori colpiti dal terremoto, in attuazione dell’accordo tra Mibact e Regione Abruzzo.
(Documenti del Bando http://www2.regione.abruzzo.it/xCultura/index.asp?modello=avvisoSing&servizio=LE&stileDiv=sequence&b=avviso164&tom=164).
Il finanziamento straordinario è stato stabilito dal MiBACTche ha stanziato 4 milioni per le regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, all’Abruzzo sono stati assegnati 580 mila euro per grandi eventi gestiti direttamente dalla Regione e190milaai progetti proposti dagli enti territoriali (comuni e reti di comuni) organizzati prioritariamente in collaborazione con gli organismi finanziati nell’ambito del FUS per l’Abruzzo.
Luciano Monticelli, Delegato alla Cultura della Regione sottolinea come “questo importante finanziamento sia un passo fondamentale nella direzione di una rinascita del territorio che passi anche attraverso la cultura e il turismo. Gli eventi, con un potere attrattivo che travalicherà gli stessi confini regionali, costituiranno un volano che accompagnerà il turista alla scoperta dei nostri borghi, delle realtà abruzzesi, in un percorso che coinvolgerà l’intera regione. Anche in quest’ottica la capacità che hanno avuto i Sindaci di mettersi insieme e fare sistema è oltremodo interessante, anche in vista di un diretto coinvolgimento delle DMC e del Bim”.
“Il Comune di Crognaleto” spiega il Sindaco Giuseppe D’Alonzo “diventa oggi capofila di una Rete che riunisce, come in una grande famiglia tutti, e sottolineo tutti, i Comuni del Cratere, un risultato importante, che testimonia la volontà dei Sindaci di lavorare compatti a una ripresa sociale, economica e culturale, superando ogni ostacolo pur di difendere i gioielli, a volte nascosti, del territorio regionale. Ora è importante stringere i tempi per poter partire subito concretamente, dato che già il 20 maggio è previsto il primo evento di questo progetto. L’immagine del progetto, che posso anticipare, si chiamerà Abruzzo dal Vivo, verrà presentata insieme al cartellone degli eventi in una successiva conferenza stampa che si terrà comunque a stretto giro”.
Il bando ha scadenza 3 maggio 2018, e i Sindaci sono ottimisti rispetto alla sua aggiudicazione, essendo tutti riuniti in questa solida Rete progettuale.
I comuni partecipanti
Comune capofila della Rete di Comuni: Crognaleto (TE).
Partecipano alla Rete i Comuni di: Teramo, Barete (AQ), Cagnano Amiterno (AQ), Campli (TE), Camporeale (AQ), Campotosto (AQ), Capitignano (AQ), Castelcastagna (TE), Castelli (TE), Civitella del Tronto (TE), Colledara (TE), Cortino (TE), Crognaleto (TE) comune capofila, Fano Adriano (TE), Farindola (PE), Isola del Gran Sasso (TE), Montorio al Vomano (TE), Pietracamela (TE), Pizzoli (AQ), Rocca Santa Maria (TE), Torricella Sicura (TE), Tossicia (TE), Valle Castellana (TE).

Teramo. Insieme per vincere. E' l'invito che l'UDC della provincia di Teramo rivolge alle forze del centro destra: Forza Italia, Lega ,Fratelli d'Italia e Movimenti Civici per ritrovarsi di nuovo uniti e sostenere la candidatura a Sindaco di Teramo di Giandonato Morra, che è una personalità motivata e con idee trainate da entusiasmo. L' appello dell'UDC giunge a conclusione della riunione del Coordinamento provinciale del Partito, tenutasi nei giorni scorsi a Gulianova, alla presenza del Segretario regionale Enrico Di Giuseppanonio e del Coordinatore provinciale, Berardo Di Simplicio. "Le elezioni politiche del 4 marzo scorso e le recenti consultazioni regionali in Molise, confermano l'importanza di collaborare insieme e costruire una forte coalizione nella quale l'UDC possa dare il suo contributo di esperienza, di idee e progetti - ha dichiarato il Coordinatore provinciale Berardo Di Simplicio -. Crediamo fermamente che un centro destra compatto sia in grado di proporre un programma concreto e vincente per Teramo”.

Teramo. Il Cammino dei Tre Sentieri “Madonna delle Grazie” di Teramo organizza la presentazione del nuovo libro del Prof. Massimo Viglione dal titolo - La conquista della ‘Mela d’Oro’ -, edito da Solfanelli. La conferenza si terrà a Teramo, nella Cattedra Cateriniana (San Domenico, Corso Porta Romana 66), sabato 21 aprile 2018, alle ore 16,30. Interverrà l’Autore. Moderatore Pierfrancesco Nardini, avvocato teramano, coordinatore nazionale del Cammino dei Tre Sentieri.

Massimo Viglione è ricercatore di ruolo del CNR e docente di Filosofia della Storia all’Università di Roma. È stato coordinatore editoriale della rivista internazionale “Nova Historica”, direttore editoriale dell’Editrice Il Minotauro, coordinatore del periodico “Radici Cristiane” e ha insegnato per anni Storia e Filosofia nei licei.
Nella sua attività di ricerca storica ha approfondito soprattutto tre tematiche, su ognuna delle quali ha edito numerose pubblicazioni, in Italia e all’estero: le insorgenze antigiacobine, il movimento risorgimentale e la persistenza dell’idea di Crociata e delle guerre antiottomane nei secoli tardo medievali e moderni.
È intellettuale cattolico molto seguito su Facebook e sul suo blog Il Ponte Levatoio. È presidente della Confederazione dei Triarii e dirige www.ilgiudiziocattolico.com.

Pagina 1 di 12

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione