Montesilvano. Sono iniziati i lavori per la realizzazione di una scogliera per salvaguardare il sito inquinato alla foce del fiume Saline, l’importo è di 60 mila euro.

Si tratta di un intervento di Mise (Messa in sicurezza di emergenza) in seguito alla segnalazione del Nucleo operativo ecologico (Noe) dei Carabinieri. Il sito inquinato da idrocarburi è stato rinvenuto negli anni scorsi ed era stato oggetto già in precedenza di messa in sicurezza. I nuovi lavori si sono resi necessari in seguito all’erosione del fiume che, quindi, avrebbe potuto portare l’acqua a contatto con gli idrocarburi.

La scogliera eviterà che l’acqua del Saline, in caso di esondazione o di eccessivo innalzamento del letto del fiume, possa arrivare all’interno del sito inquinato. Dopo il decespugliamento delle scarpate stradali e fluviali, invase da rovi e arbusti, vengono posizionati scogli del peso singolo tra una e tre tonnellate, provenienti da cave idonee.

«Siamo intervenuti con la massima sollecitudine dopo la segnalazione del Noe dei Carabinieri», dice il sindaco Francesco Maragno, «I lavori sono stati avviati in base alle procedure Mise. Come sempre ci muoviamo rapidamente per evitare possibili problemi alla natura. L’amministrazione che mi onoro di guidare ha sempre riservato una particolare attenzione al rispetto dell’ambiente, nelle aree circostanti il letto del fiume Saline, purtroppo, si sono verificati spesso episodi di inquinamento da parte di persone senza scrupoli. Ultimo, in ordine di tempo, è stato il ritrovamento di quintali di rifiuti pericolosi, presumibilmente originati da un attività di demolizione edile, a ridosso dell'ex discarica di Villa Carmine, abbandonati sul ciglio stradale. Il Saline deve tornare a essere una risorsa per la nostra città e dobbiamo fare tutti gli sforzi per rendere il fiume il più pulito possibile in modo da poterlo spendere anche in termini turistici».

Pescara. “Riprenderanno a giorni i lavori per la riqualificazione della scuola primaria di San Silvestro. Si tratta di un cantiere a cui teniamo moltissimo, una riqualificazione molto attesa. Ci siamo impegnati per avere le risorse, ben 800.000 euro del programma del precedente Governo destinato alle scuole più belle e più sicure, abbiamo iniziato, con la consapevolezza di tenerci pronti a ricalibrare il progetto, qualora si fosse manifestata la necessità, com’è purtroppo accaduto.

Durante le lavorazioni, quindi mentre le operazioni di adeguamento erano in corso, ci siamo trovati di fronte un quadro più complesso di quello che ci aspettavamo e si è così manifestata l’esigenza di eseguire interventi aggiuntivi e imprevisti, che non erano prevedibili al momento della redazione del progetto, né all’atto della consegna dei lavori avvenuta il 12 aprile 2018. Si tratta di criticità della struttura esistente che si sono rivelate durante le opere di demolizione dei rivestimenti murari a ridosso delle strutture portanti da consolidare e degli scavi intorno alle pilastrature del piano seminterrato, fino al raggiungimento della quota delle fondazioni. La ditta si è imbattuta in numerose interferenze delle linee tecnologiche (impianti riscaldamento, elettrico ed idrico sanitario) che impediscono di fatto l’esecuzione dei consolidamenti strutturali, perché sono addossate alle strutture portanti da ringrossare. E’ poi necessario l’adeguamento delle strutture e relative finiture allo spessore dei giunti strutturali secondo le prescrizioni del Genio Civile di Pescara, a seguito dell’entrata in vigore delle Norme Tecniche di Costruzione del 2018.

Per tutte queste ragioni gli uffici si sono attivati nell’elaborare una variante per l’esecuzione di quanto necessario e lunedì potranno riprendere lavori, che richiedono maggiori lavorazioni per 209.276,36 più Iva che abbiamo coperto con fondi comunali rinvenuti nel Bilancio per l’annualità 2018.

Cercheremo ora di ricalibrare i tempi per renderli sostenibili e così limitare i disagi comportati dal trasferimento dei bambini nella scuola di via Rubicone, scuola che prima di ospitarli è stata anch’essa opportunamente riqualificata, al fine di risultare confortevole vista la lunga e necessaria permanenza dei bambini.

Il progetto continua, l’obiettivo, come detto, è importante, perché punta a restituire ai piccoli utenti e alla comunità non solo scolastica, ma anche cittadina, un polo formativo indispensabile, perché anche punto di riferimento per il popoloso quartiere. Un primo passo è stato compiuto con il completamento del centro polifunzionale Nando Filograsso, che, in attesa della definizione dei lavori, è stato affidato alla Parrocchia e alla rete di associazioni locali a cui fa capo, adesso stiamo compiendo il passo più importante, quello di aggiungere la scuola rinata, più bella e più sicura che abbiamo progettato”. Lo afferma in una nota l’assessore all’Istruzione del Comune di Pescara, Giacomo Cuzzi.

Vasto. Un’altra importante opera pubblica è stata ufficialmente inaugurata questa mattina a Vasto. Alla presenza delle Autorità cittadine si è svolta la cerimonia del taglio del nastro su Via San Rocco, uno dei quartieri di recente sviluppo urbanistico della Città, interessato dalla realizzazione del secondo lotto dell’omonima via che dal quartiere San Paolo di sviluppa verso la parte nord dell’agglomerato urbano.
Un impegno mantenuto dagli Amministratori comunali che, come si ricorderà, la scorsa estate incontrarono i cittadini residenti nella zona per un proficuo e costruttivo scambio di idee.
“Abbiamo mantenuto fede all’impegno preso con i cittadini - ha dichiarato nella circostanza il sindaco Francesco Menna - realizzando un’opera tanto attesa il cui utilizzo facilita i collegamenti urbani mettendo in sicurezza quanti la percorrono quotidianamente”.
I lavori realizzati consistono nella realizzazione di un tratto di strada della lunghezza di circa 320 mt. e larghezza di complessivi 14 mt. come da previsioni di P.R.G., ampliando notevolmente la modesta sede strada preesistente.
La nuova strada è stata inoltre dotata di marciapiede, delle reti di raccolta e convogliamento delle acque meteoriche e della rete fognaria, con predisposizione di allacci a bordo strada in modo da evitare future demolizioni, e di un nuovo impianto di pubblica illuminazione costituito da n. 14 pali con apparecchi illuminanti a led.
In collaborazione con la S.A.S.I. S.p.a., è stato realizzato un nuovo tratto della rete principale dell’acquedotto, sostituendo quello vetusto preesistente. Sono stati eliminati pali e cavi aerei della rete elettrica e telefonica realizzando nuovi cavidotti interrati e migliorando in tal modo anche il decoro urbano della zona. In collaborazione con Enel è stata realizzata la predisposizione per nuovi allacci e per il futuro passaggio della media tensione. La segnaletica orizzontale è stata concepita in modo da realizzare due corsie di marcia e una fascia laterale di parcheggi in linea, al fine di migliorare la sicurezza stradale e di garantire le necessarie urbanizzazioni primarie alla zona.
La scelta di evitare la completa demolizione e smaltimento della vecchia sede stradale in asfalto ha consentito un importante risparmio di risorse e, conseguentemente, la realizzazione di un tratto molto più esteso e di maggiori opere di completamento.
Infine sono stati realizzati interventi di completamento e messa in sicurezza quali il rifacimento del manto stradale di Via S. Rocco e di un tratto della bretella che conduce a Via del Porto attraversando la lottizzazione “Moscato”. Tali lavori di completamento hanno riguardato la sistemazione stradale di un tratto di circa 550 mt. e la realizzazione di un tratto di collettore fognario.
“I Tecnici del settore Lavori Pubblici del nostro Comune - ha dichiarato l’assessore Giuseppe Forte - stanno già lavorando alla progettazione del terzo lotto di via San Rocco, un’arteria molto importante che agevola i collegamenti verso nord della Città. E’ allo studio anche un progetto di riqualificazione di tutto il tratto di strada che porta fino all’innesto con la provinciale che collega la zona di Lebba con il quartiere dell’Incoronata”.

L'Aquila. “E’ il risultato del Governo del cambiamento. A differenza di centro destra e centro sinistra che hanno fatto solo passerelle e promettendo milioni su milioni senza poi concludere nulla, questo Governo in poche settimane ha trovato i fondi e ha risolto il problema restituendo dignità a tutti quei cittadini delle aree interne che erano costretti a fare giri enormi per la scarsa attenzione della classe politica” Ad affermarlo è Sara Marcozzi, consigliere regionale e candidato M5S per la presidenza di Regione Abruzzo nel corso della conferenza stampa tenutasi questa mattina sul Viadotto Sente Longo.
“Questo è il primo obiettivo raggiunto di una lunga serie. Noi in Abruzzo andremo al voto a febbraio e mi auguro che i cittadini vogliano darci la fiducia per governare questa regione. Come abbiamo visto oggi in sinergia con il Governo possiamo fare grandi cose per l’Abruzzo”.
"E' bastata la volontà di persone che hanno davvero a cuore il territorio" si unisce alla collega anche Pietro Smargiassi, consigliere regionale di Vasto "persone che hanno messo sul tavolo del ministero argomentazioni valide e concrete per risolvere una questione su cui qualcuno ha fatto solo inutile propaganda, promettendo cifre da capogiro nell'immediato e lasciando invece il territorio con un pugno di mosche. Oggi cambiamento significa anche lasciare al passato queste dichiarazioni che si sono tradotte come una presa in giro per i cittadini e portare i fatti ad una popolazione che merita rispetto".
La notizia che tutti aspettavano tra Alto Molise e Alto Vastese, quindi, è stata data questa mattina da Sara Marcozzi, Pietro Smargiassi, consiglieri regionali Abruzzo, la Deputata Carmela Grippa, il Deputato Antonio Federico e i consiglieri regionale Molise Andrea Greco e Valerio Fontana. “All’interno del Decreto Emergenze” hanno spiegato i 5 stelle “c’è un emendamento (a prima e seconda firma Carmela Grippa e Antonio Federico) che autorizza una spesa di 2 milioni di euro per avviare i lavori di messa in sicurezza e la riapertura al traffico del viadotto Sente-Longo che è fondamentale per i collegamenti tra l’Alto Molise e l’Alto Vastese.
Questo provvedimento, fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle, serve per dare una mano alle comunità che, da quando il ponte è stato chiuso al traffico, sono costrette a percorrere il vecchio tracciato della ex strada statale che collega la costa con l’entroterra abruzzese e molisano, da Vasto Marina a Forlì del Sannio. Lo stanziamento di queste somme per la sicurezza del ponte Sente mette fine agli interventi manutentivi solo su carta e si collega in maniera diretta alle misure adottate dal governo, tra cui il primo Archivio informatico nazionale delle opere pubbliche, grazie al quale sarà possibile monitorare lo stato di salute delle infrastrutture e assicurare i massimi livelli di prevenzione e manutenzione, cosa mai accaduta in passato. L’interesse del Movimento 5 Stelle non finisce con questo finanziamento. I portavoce monitoreranno l’utilizzo dei fondi affinché la soluzione dei disagi sia trasparente e veloce.
IL METODO
Una delegazione M5S delle due regioni ha prima fatto un sopralluogo sul viadotto Sente e ha incontrato cittadini e amministratori a Castiglione Messer Marino. Nei giorni successivi, poi, ha incontrato il Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e ai Trasporti, Michele Dell’Orco, e ha presentato un emendamento inserito nel ‘Decreto Genova’. L’emendamento, come detto, è stato approvato e garantirà fondi al viadotto per la sua messa in sicurezza e per la sua riapertura al traffico.

Vasto. Sono iniziati a Vasto Marina i lavori per la realizzazione del collegamento pedonale da affiancare alla esistente pista ciclabile. L’intervento sarà eseguito sul lato mare e la pavimentazione realizzata con conglomerato ecologico. Il restyling comprenderà anche la sostituzione dei dissuasori in cemento, posizionati all’ingresso degli accessi dell’area SIC, con muretti in mattoncini, che fungeranno anche da panchine garantendo il decoro della zona. All’interno del progetto è previsto il monitoraggio dell'area protetta attraverso un modello di rilievo digitale al fine di valutare, nel tempo, le naturali evoluzioni del sistema dunale e retrodunale.

“La realizzazione del collegamento pedonale - ha spiegato l’assessore alle Politiche Ambientali e del Territorio, Paola Cianci - nasce per garantire una maggiore fruibilità in sicurezza della pista ciclabile e per dare la possibilità agli utenti di apprezzare l’ambiente che caratterizza l’area protetta. L’obiettivo è quello di arrivare ad una riqualificazione ambientale che sono certa sarà condivisa da molti cittadini, sempre più numerosi frequentatori di quella zona. Ringrazio i rappresentanti della gestione della Riserva di Marina di Vasto che stanno monitorando i lavori in corso in sinergia con i tecnici del Settore Lavori Pubblici, Parchi e Riserve”.

Vasto. E’ stata firmata ieri mattina la consegna dei lavori per Via Osca. Alla firma erano presenti tra gli altri il presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo, il sindaco di Vasto, Francesco Menna, il consigliere provinciale e comunale Vincenzo Sputore e Remo Grassi della ditta Asfalti Trigno aggiudicataria dei lavori.

“Inizieranno la prossima settimana i lavori di manutenzione dell’asfalto di Via Osca e alcuni tratti della zona industriale di Punta Penna. Interventi - ha spiegato il sindaco Menna - che si aggiungono a quelli già effettuati all’ingresso del casello autostradale di Vasto Nord. E’ doveroso ringraziare il presidente della Provincia, Mario Pupillo e il consigliere provinciale Vincenzo Sputore che più di tutti ha sollecitato questa opera importante. Ci auguriamo che dal prossimo anno si intervenga nuovamente su Via San Lorenzo altra arteria che ha necessità di manutenzione. Nonostante le poche risorse, arriva un gettito di finanza pubblica per il rifacimento delle strade provinciali. Finalmente questa via sarà percorribile senza problemi”.

Il consigliere provinciale Vincenzo Sputore ha ricordato che l’impresa avrà poco più di un mese per riconsegnare i lavori, ma all’atto della firma è stato evidenziato che potranno terminare con anticipo.
“Sono soddisfatto - ha concluso Vincenzo Sputore - di essere riuscito ad assicurare un intervento necessario che garantirà il transito in sicurezza”.

Montesilvano. Migliorare la viabilità e soprattutto la sicurezza stradale. Con questo obiettivo lunedì prenderanno il via alcuni lavori lungo via Colombo. Gli interventi, che avranno una durata di circa 30 giorni, riguarderanno l’allargamento di un tratto della carreggiata dove attualmente è presente una strettoia e l’eliminazione di un’anomalia altimetrica della strada.

Le opere consistono nella scarificazione del manto stradale, con contestuale abbassamento della quota, oltre all’allargamento del tratto interessato.

«Tali interventi - sottolinea l’assessore alle manutenzioni Paolo Cilli - sono particolarmente attesi dai residenti oltre che da tutti gli automobilisti che quotidianamente percorrono quella strada. Il dosso presente e la scarsa ampiezza della carreggiata in un determinato punto rappresentavano due problematiche di sicurezza che finalmente oggi possiamo risolvere. Il nostro obiettivo è quello di rendere la città sempre più sicura e questo aspetto riguarda, ovviamente, anche la viabilità. Oltre ai nostri controlli, tramite la Polizia municipale e i nostri tecnici, siamo sempre disponibili a rispondere alle esigenze dei residenti, cercando di trovare ogni volta una soluzione ai problemi che ci rappresentano».

Pescara. “E’ una delle più trafficate arterie cittadine. Il transito di auto, autobus e pedoni è davvero notevole ed è questo il motivo per cui con qualche giorno di anticipo annunciamo i lavori di manutenzione che riguarderanno la carreggiata stradale di via Ferrari. Partiranno con tutta probabilità mercoledì con l’allestimento del cantiere e verranno svolti solo nelle ore notturne. Questo naturalmente sarà possibile con l’allestimento di un cantiere sicuro ad opera della ditta e con l’aiuto della Polizia Municipale.

Siamo consapevoli che scuole, stazione e distributori devono essere accessibili di giorno, per questa ragione i lavori avranno questo particolare corso: inizieranno pertanto alle 21.00 e dureranno fino alle 7 per una settimana circa. Durante le ore di cantiere non sarà consentito il transito se non ai residenti, mentre tutto il traffico sarà dirottato su via Bassani Pavone, cioè la strada che scorre dinanzi alla stazione di Pescara, parallela a via Ferrari. Qualche sacrificio sarà inoltre richiesto ai residenti, che dovranno convivere per questo limitato lasso di tempo con il trambusto delle attività che sarà comunque moderato e concentrato nelle prime ore di lavorazione per evitare rumori a notte fonda.

E’ un lavoro molto atteso, che richiederà la fresatura di tutto il manto stradale di via Ferrari, dall’altezza dell’incrocio con via Pizzoferrato (Istituto Acerbo) fino all’incrocio con via Rigopiano, nonché il successivo ripristino del tappetino di asfalto e la sistemazione dei pozzetti. In un secondo momento, invece, dopo circa dieci giorni, verrà ripristinata la segnaletica stradale.

Non sarà compresa invece l’area della grande rotatoria tra i due sottopassaggi della Ferrovia e questo perché è già contenuta in un progetto che approveremo nei prossimi giorni.

Alla fine di entrambi i lavori riconsegneremo alla città una delle arterie più utilizzate per gli spostamenti, più sicura e più bella. Parliamo di 12.000 mq. di lavori e asfalti che dimostrano ancora una volta che laddove stiamo spendendo, lo stiamo facendo principalmente sulla manutenzione ordinaria, che abbiamo sempre considerato la maggiore opera pubblica di questa Amministrazione.

Infatti non è questo l’unico lavoro di manutenzione delle nostre vie cittadine. Mentre l’impresa continua a lavorare sul rifacimento della pavimentazione dismessa di Corso Umberto, in settimana abbiamo approvato un progetto importante in Giunta dell’importo di 500.000 euro e che riguarda la manutenzione di via Colle San Donato, via Colle Innamorati, via Arapietra e Strada Vicinale San Michele, nell’ottica di toccare tutto il territorio cittadino, dunque centro, ma anche e soprattutto aree decentrate. Per arrivare ai cantieri di questi interventi, siccome si tratta di devoluzione di risorse provenienti da vecchi mutui, occorrerà fare un passaggio in Consiglio Comunale prima della gara. Probabilmente saremo pronti per gennaio”. Lo afferma in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Blasioli.

Pescara. “Dopo via Bardet, via Modesto della Porta e via del Santuariol stamane sono partiti anche su Corso Umberto i lavori di manutenzione straordinaria del manto stradale: interventi su tutto il territorio cittadino, per un importo pari a circa 500.000 euro.

Come annunciato queste risorse non ci consentono di rifare intere strade, né interi marciapiedi, ma ci danno la preziosa possibilità di intervenire per eliminare quelle situazioni di pericolo che ci sono state segnalate dai cittadini o che sono state ispezionate dal servizio manutenzione del Comune, a partire dai marciapiedi e dai camminamenti pedonali.

Un lavoro iniziato in via del Santuario (lato monte), via Bardet (ultimo tratto), via Modesto della Porta (betonella), che da oggi prosegue su Corso Umberto e Piazza Salotto e andrà poi avanti anche sui marciapiedi in betonella di via Regina Margherita, viale Kennedy, Piazza Allende (ripristino dei cubetti di porfido), via Benedetto Croce (betonella dal civico 163 e successivi), via Doria (betonella), Piazza San Silvestro (betonella), via Figlia Di Iorio (betonella, via Tavo (Betonella), viale Sabucchi (betonella) e viale Muzii (betonella).

Terminati i lavori sui marciapiedi, inizieremo quelli con l’asfalto a caldo, con fresatura e ripristino del manto. Nei fatti in vista dell’inverno andiamo ad agire su punti dove dopo le piogge si creano buche e avvallamenti che rendono rischiosa la mobilità, creando dei veri e propri punti deboli della viabilità cittadina, che abbiamo ricoperto durante l’inverno con asfalto a freddo e che ora potremo chiudere definitivamente con un lavoro più accurato.

A tale proposito continua la mappatura della città, privilegiando le arterie più trafficate e di grande scorrimento. Interventi previsti quindi su via Caravaggio (nel tratto dalla rotatoria via Bernini verso Montesilvano), Colle Renazzo, via Maestri del lavoro d’Italia, via Arapietra, via Salara Vecchia, via Lago di Campotosto, via del Circuito (nel tratto compreso tra il Ponte delle Libertà e via Pian delle Mele), via Ferrari (dal sottopasso di via Michelangelo fino a via Arapietra), via Luisa d’Annunzio, via Marconi, via Caduta del Forte (dinanzi al cinema Massimo), via Celommi e via della Bonifica”. Lo afferma in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore alla Manutenzione, Antonio Blasioli.

Pescara. “Nella giornata di ieri ono andato a fare un sopralluogo per verificare l’avanzamento dei lavori nei nidi La Mimosa e La Conchiglia di via Benedetto Croce e via Vespucci, dove sono in dirittura di arrivo gli interventi di adeguamento sismico, messa in sicurezza, efficientemente energetico e riqualificazione per un totale di oltre 600.000 euro.

In via Benedetto Croce i lavori sono praticamente finiti, in via Vespucci la ditta sta facendo gli ultimi interventi e presto i bambini potranno tornare nei rispettivi nidi d'infanzia che li accoglieranno al meglio e saranno oltre che più belli anche più sicuri.

Prima che la nostra Amministrazione si insediasse la sicurezza è stata solo un progetto da realizzare, chiuso nei cassetti o reiterato di fronte alla carenza di fondi pronti da usare, noi appena insediato non solo abbiamo cercato e stanziato risorse per trasformarla in fatti concreti, ma abbiamo avviato verifiche necessarie a rendere sicure le scuole e poi abbiamo progettato gli interventi dovuti, aperto i cantieri e operato, via via, su piccoli e grandi edifici che oggi sono finalmente a norma e all'avanguardia.

Tanti lavori sono ancora in corso e altri in fase di progettazione, non abbasseremo mai l'attenzione sulle scuole, che con la manutenzione della città sono la nostra priorità.

Ci rivedremo presto per inaugurare i due nidi di Porta Nuova dove abbiamo investito. Anche questo era un impegno e ora è realtà!”. Lo afferma in una nota l’assessore all’Istruzione del Comune di Pescara, Giacomo Cuzzi.

Pagina 1 di 15

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione