Pescara. “Chi scende in politica deve essere disposto ad entrare nel fango, per aiutare gli altri ad uscirne. La politica è quotidiana pratica delle cose del mondo, spesso non belle e non pulite, mentre ciò che mi è sempre stato chiaro è l’orizzonte delle regole e dei valori".

Così in una nota il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini, che aggiunge: "Ho chiesto per il tramite del mio avvocato di essere sentito il prima possibile per rendere ogni chiarimento a chi indaga, sempre consapevole del fairplay professionale, perché l’accertamento penale si fa in tribunale e non altrove.

I fatti al vaglio degli inquirenti riguardano degli scarichi abusivi sul fosso Vallelunga, un canale fra Pescara e Francavilla. Il fosso è anche uno dei punti di campionamento Arta per la stagione estiva, tenuti costantemente sotto stretto controllo, che l’anno scorso era partito con qualità di acque scarse e divieto temporaneo di balneazione, mentre quest’anno, in virtù del lavoro fatto e delle analisi svolte in precedenza, è stato riclassificato dalla Regione, con conseguente rimozione del divieto di balneazione. Dati peraltro confermati anche dai risultati degli ultimi prelievi comunicatici oggi che si allegano.

Ho già fatto predisporre dagli uffici un’accurata relazione che descrive gli interventi fatti dal 2014 ad oggi su quel tratto di lungomare e lungo il corso del Fosso Vallelunga, in grado di spiegare e chiarire lo stato dell’arte. Ricordo anche che in quella zona sono stati recentemente svolti lavori anti allagamento da noi voluti per risolvere un problema endemico, nonché i lavori di bonifica del fosso, che dopo tanti anni di attesa siamo stati noi i primi ad attivare quando ci siamo insediati e che ad oggi risultano fermi per esigenze segnalateci dagli ambientalisti, rispetto ai tempi di riproduzione di alcune specie volatili che lì hanno nidificato. Li riprenderemo appena possibile.

Come al solito piena fiducia nella magistratura, con l’auspicio che si possa chiarire il prima possibile una situazione su cui ci siamo attivati da anni e che viene costantemente monitorata, basti pensare alle odierne analisi Arta che hanno ribadito la conformità delle acque di baneazione nella zona antistante Fosso Vallelunga.

Ciò che mi dispiace è la facile previsione di quanti, per ragioni di bassa politica, vorranno descrivere la situazione in termini deformati, infischiandosene della realtà dei fatti e rischiando di alimentare psicosi che non hanno ragion d’essere, con potenziali ripercussioni sull’estate che oggi inizia e che vogliamo vada avanti senza allarmi e paure”.

Pescara. «Oggi in commissione congiunta sanità-politiche sociali si é parlato della condizione di oltre 120 bambini che si sono recati in ospedale con sintomi da gastroenterite» commenta la capogruppo M5S Enrica Sabatini.

Il direttore dell’ASL ha illustrato lo stato attuale e che vede i NAS impegnati nel comprendere le cause che avrebbero determinato questa situazione. In commissione é emerso che la diffusione del campylobacter sarebbe avvenuta presumibilmente attraverso il cibo, ma i risultati delle indagini diranno con certezza cosa è accaduto realmente.

«Durante la commissione, molto partecipata con diversi giornalisti e genitori preoccupati di capire cosa stia succedendo, abbiamo richiesto espressamente al Presidente Natarelli di poter ascoltare il Sindaco sul tema» continua la capogruppo Sabatini. « ma il sindaco PD Alessandrini, nonché capo dell’amministrazione comunale ed autorità locale sanitaria, seduto all’angolo del tavolo, non ha proferito parola».

«E se è vero che come scriveva Watzlawich “non si può non comunicare”» conclude la capogruppo Sabatini «allora il suo silenzio è stato il messaggio più emblematico del dibattito».

Pescara. “Fino ad oggi i risultati delle analisi svolte dalla Asl non hanno ancora chiarito esaustivamente da cosa dipenda cosa è accaduto e quindi il servizio mensa resta sospeso.

Se siamo incerti sulle cause, siamo invece certi di quello che accadrà se verrà accertato che c’è stata omissione da parte della società che gestisce il servizio mensa nelle scuole del Comune di Pescara, o da parte di qualsiasi altro soggetto, che non potrà più lavorare nel nostro Comune.

E non lo dico perché sono molto adirato in questi giorni per quello che è successo, ma perché è un atto dovuto per quei bambini e per le loro famiglie, a cui sono vicino e assicuro ogni tipo di sostegno e giusto atto consequenziale.

Ringrazio la Asl per come si è subito attivata per curare i nostri bambini, dal direttore generale, ai primari, ai medici e a tutto il personale dei reparti interessati.

Dal primo minuto abbiamo richiesto l’intervento dei Nas e stiamo assicurando la massima disponibilità e collaborazione ad Asl e Procura, che stanno compiendo le verifiche.

A breve conosceremo le cause di questa triste situazione e non esiteremo un attivo ad agire di conseguenza e molto duramente”. Lo afferma in una nota il sindaco di Pescara, Marco Alessandrini.

San Salvo. Il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca si complimenta con i quattro studenti dell’Istituto comprensivo 1 “Salvo D’Acquisto” che questa mattina hanno partecipato alla finale italiana della venticinquesima edizione dei “Campionati internazionali di giochi matematici" che si è svolta presso l’Università Bocconi a Milano. Si tratta di Niccolò Di Giacomo 2C, Alice Laudadio 1D, Nicola Gullello 2I e Christian Grosso 1L, vincitori della semifinale disputata lo scorso 17 marzo a Lanciano. “Un abbraccio e un applauso a Niccolò, Alice, Nicola e Christian, alla dirigente Annarosa Costantini e ai loro insegnanti – ha dichiarato il sindaco di San Salvo – per la partecipazione ai giochi matematici e per i risultati conseguiti a dimostrazione della loro attitudine e della capacità della Salvo D’Acquisto di formare studenti preparati e pronti a confrontarsi per affrontare sfide importanti”.

San Salvo. “E’ inutile girarci intorno e aspettare che si arrivi alla vigilia di Ferragosto per dichiarare a residenti e turisti lo stato di emergenza perché non c’è l’acqua. La situazione della diga di Chiauci non ci fa stare tranquilli: allo stato attuale ritengo che non sarà in grado di garantire l’approvvigionamento idrico per la prossima estate”. Lo ha dichiarato questa mattina il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca nel rende nota la lettera che ha inviato nei giorni scorsi al commissario del Consorzio di Bonifica Sud, Franco Amicone, su cui ricade la gestione della diga collocata in provincia di Isernia.
Il sindaco constata che, al di là dei proclami a livello regionale, i lavori di completamento all’invaso di Chiauci siano ancora fermi al palo.
“Sono preoccupata, e non poco, considerando come in questi ultimi anni si siano registrate temperature alte e scarse precipitazioni che, assieme al considerevole aumento dei consumi idrici, hanno contribuito a creare disagi alla popolazione e alle aziende che operano nella zona industriale”.
Nella lettera inviata ad Amicone “ho ribadito come la diga di Chiauci garantisca l’approvvigionamento idrico di San Salvo Marina e di Piana Sant’Angelo, sia a uso potabile che industriale, ed ho chiesto, in particolare, di conoscere la situazione esistente della diga di Chiauci e gli interventi previsti, le prospettive future e se esistono effettive condizioni di rischio per la prossima stagione estiva, sia per le popolazioni e sia per le attività”.

Francavilla al Mare. Il sindaco di Francavilla, Antonio Luciani, dopo la decisione di prendersi un periodo di pausa, oggi ha reso noto di essere tornato nel pieno svolgimento delle sue funzioni.
Così ha scritto sulla propria pagina Facebook: "Dopo una settimana di assenza ho deciso di rientrare a tempo pieno nelle mie funzioni di Sindaco di Francavilla al Mare. Grazie a tutti per l’affetto dimostratomi, al Vice Sindaco Francesca Buttari, alla Giunta e ai Consiglieri Comunali che hanno ribadito la loro fiducia nei miei confronti. Ripartiamo più forti di prima".

Francavilla al Mare. Sulla propria pagina Facebook, il sindaco di Francavilla, Antonio Luciani, ha scritto una lettera aperta ai cittadini nella quale ha annunciato una pause di riflessione dano pieni poteri al vicesindaco Francesca Buttari.

Così recita la lettera: "Ho sempre preso molto seriamente il mio ruolo. Dal 1° giugno 2011 ad oggi mi sono dedicato alla cosa pubblica senza mai fermarmi né risparmiarmi. Dal primo istante ho capito che la nostra città aveva bisogno di provvedimenti forti, di assunzione di responsabilità, di onestà e dedizione. Di una visione nuova e proiettata al futuro. Ho affrontato questa sfida ereditando un Comune indebitato e con ridottissimi mezzi finanziari e come se non bastasse nel peggior momento economico degli ultimi 70 anni. A fronte di situazioni eccezionali occorreva uno sforzo eccezionale. Così è stato fino ad oggi e così, per quanto mi riguarda sarà fino alla fine del mio mandato. La Francavilla al Mare del futuro è stata descritta nelle mie linee di mandato. La mia visione è stata accettata e apprezzata da molti di voi e questo mi ha donato un carico suppletivo di energia. La ricerca delle fonti di finanziamento pubbliche e la collaborazione con l'imprenditoria privata sono state sempre al centro della mia azione, con trasparenza vera. Quello che qualcuno fa finta di non capire è che non avviene a caso se società che gestiscono supermercati o discount decidono di investire sul nostro territorio, né se la CEI decide di finanziare una nuova Chiesa per 3 milioni di euro, né se dei ragazzi decidano di costruire un nuovo centro sportivo (Tikitaka) né se la Regione ci assegni fondi per completare il Porto o per rivalutare la pista ciclopedonale a sud del Fiume Alento magari permettendoci di costruire uno splendido ponte. Non capita tutti i giorni di trovare chi vuole investire sul nostro futuro. Ve lo garantisco. Se accade è perchè abbiamo creato tutte le condizioni affinchè ciò potesse accadere. E' perchè non ci siamo impaludati nelle decisioni non prese o nelle discussioni senza fine. E' perchè ci siamo fatti trovare pronti come comunità attenta e vigile, disponibile e pratica. In altri luoghi non accade. Basta guardarsi attorno per capirlo. Non amo fare paragoni ma in questa fase è necessario farlo per capire che momento stiamo vivendo. Vorrei andare avanti così come sto facendo senza perdite di tempo. Invece, purtroppo, da qualche tempo è tornata l'era dei “se”, dei “ma” e dei “però”, delle discussioni senza fine e soprattutto senza merito, fatte per difendere interessi di pochi contro quelli della collettività.
Sono molto dispiaciuto e un pochino deluso. In altri periodi della mia vita avrei annunciato con enfasi le mie dimissioni.
Oggi ho invece acquisito una maggiore capacità di riflessione. Sono calmo, sereno, lucido. Purtroppo però non posso restare impassibile. Sono convinto che i Consiglieri Comunali eletti al mio fianco siano brave ed oneste persone. Non voglio accusarli di colpe che non hanno. Ci troviamo in questa situazione per una serie di cause, anche esterne alla città, che hanno fatto perdere di vista a qualcuno l'unico obiettivo che i cittadini ci hanno chiesto di raggiungere. Consegnare loro alla fine del nostro mandato una città migliore. Ritengo allora necessaria una pausa di riflessione. Sarà utile a tutti e anche a me. Comunicherò la mia assenza ai sensi dell'articolo 53 del tuel, 2° comma. In questo periodo il Vice Sindaco Dott.ssa Francesca Buttari assumerà, come previsto dalla legge, tutti i poteri spettanti al primo cittadino e la Giunta Comunale la aiuterà nelle funzioni. Perdonatemi ma per la prima volta dopo 7 anni, spegnerò il mio cellulare e mi concederò il tempo per riflettere sul futuro della città e anche per vedere le cose da una diversa angolazione".

"E' bene precisare a chiare lettere - conclude la lettera - che la mia azione non è in alcun modo collegata alla possibilità di candidatura in Regione o altrove ma strettamente ed esclusivamente legata alla vita amministrativa della nostra splendida città. È legata a Consiglieri che si sono fatti manovrare dall’esterno, a mancati senatori che non ne azzeccano una in politica, alla difesa degli interessi di tutti contro quelli dei pochi. A quelle dinamiche che ho sempre odiato utili solo a limitare la libertà, il pensiero e l'azione. Tutto ciò che faccio, lo faccio sempre con spirito di servizio e di sacrificio e per altruismo. Poi, come sempre, il tempo sarà l'unico giudice imparziale".

Carunchio. Il 19 marzo il sindaco di Carunchio, Gianfranco D’Isabella, partirà alla volta di Saluda, cittadina nello stato del North Carolina negli Stati Uniti d’America, con la quale dal 2016 ha stretto un sottoscritto un protocollo di partenariato. Prosegue lo scambio l’amicizia tra due comunità, divise dall’oceano Atlantino, ma con caratteristiche simili: numero abitanti, altezza sul livello del mare e soprattutto valore alle relazioni umane.

Da Carunchio in America con un sogno ambizioso: diventare ambasciatori dei sapori e della cultura del territorio del Vastese, collegando le zone interne alla costa. Un percorso che concretizza il in concreto quanto indicato nel protocollo di partenariato che deve diventare un'opportunità di reciproco arricchimento tra queste due piccole comunità.

Il sindaco D’Isabella ha presentato questa mattina nell’aula consiliare le finalità del prossimo viaggio con Marco De Marinis, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo di Castiglione Messer Marino, Michele Piccirilli, dell’Associazione di promozione e tutela della ventricina del Vastese e Antonio Caracciolo, titolare di Profumino che commercializza il tartufo fresco e confezionato del Vastese.

“Si dà continuità al partenariato – ha spiegato D’Isabella – che vede già da alcuni anni gli americani accolti nella struttura Tour d'Eau di Massimo Criscio che ci ha permesso di far fare esperienze uniche di territorio alla scoperta di Carunchio, dei paesi del Vastese e dei trabocchi di Vasto approfondendo la storia, le tradizioni e l'arte culinaria. Vogliamo unire questi due territori lontani per avvicinarli sempre più con azioni concrete e fattibili”.

Alla promozione territoriale, anche attraverso “Trigno terre sostenibili” di Beniamino Di Rico, il Comune di Carunchio aggiunge il progetto formativo elaborato dalla Scuola primaria dall’insegnante Gabriella Di Carlo (affiancata dalle colleghe Liliana Di Falcio, America Grieco e Maria Pia Palucci) per uno scambio culturale che vedrà impegnati 8 alunni che avranno modo di relazionarsi con i loro pari età di Saluda utilizzando internet con collegamenti diretti che è stato presentato dal dirigente De Marinis. “E’ un progetto – ha detto – nato per creare delle opportunità culturali per inglobare le scuole in questa iniziativa di gemellaggio per far colloquiare i nostri alunni con quelli d’oltreoceano. Un progetto di arricchimento dell’offerta formativa che verrà svolta nell’orario pomeridiano”.

Una trentina di oriundi italiani che vivono in America hanno richiesto la possibilità di ottenere la doppia cittadinanza che si potrebbe concretizzare con il soggiorno a Carunchio. “Questo vuol dire che non solo dei turisti come siamo tradizionalmente portati a pensare – ha spiegato D’Isabella – ma persone legate alle loro origini e che amano questo territorio. L’idea è di assecondare questa richieste cercando anche di creare una condizione favorevole sia per il patrimonio edilizio e sia attraverso leve fiscali vantaggiose. Vogliamo far capire che questo territorio si sta preparando all’accoglienza, con un partenariato che si sta allargando anche ad altri comuni negli Usa”.

In questa direzione si muove anche la richiesta Hendersonville, paese limitrofo a Saluda, che sapendo del prossimo arrivo del sindaco di Carunchio ha chiesto informazioni ed ha domandato di essere coinvolto per una sforzo congiunto. Hendersonville conta 2.600 abitanti con un’industria del tessile in crescita (cuscini, tessuti per divani tendaggi) e un mercato dell’agricoltura con prodotti locali molto richiesti. Il sindaco di Hendersonville, Michael Schwantzlander, sarà ospite al Palazzo Tour d’Eau per una settimana di lezioni di cucina, verso la metà di ottobre.

Pescara. Nel pomeriggio di oggi si è aggiunta una nuova pagina alla storia di Nadia e Bartolo, la coppia pescarese al centro del servizio di denuncia di Giulio Golia della trasmissione le Iene andata in onda domenica scorsa. È una pagina positiva per loro quella odierna, vittime innocenti di un assurdo raggiro e truffe di cui dovrà rispondere l’individuo trovato dalla Polizia con la loro pensione in tasca, proprio davanti alle telecamere del programma, positiva perché Nadia e Bartolo oggi sono stati ricevuti dal sindaco Marco Alessandrini e dal vicesindaco Antonio Blasioli, quelli “veri” e non quelli che venivano millantati dal soggetto che per anni ha sottratto i loro averi.

Per mesi avevano infatti creduto di aver addirittura anche parlato con il sindaco al telefono, cosa subito chiarita dal primo cittadino, che ha manifestato loro vicinanza e la piena solidarietà dell’Amministrazione Comunale, oltre alla disponibilità ad aiutarli a uscire da una storia che va avanti da anni. Presente all’arrivo della coppia e della trouope del programma a Palazzo di Città anche il dottor Sabatino Trotta, a capo del Centro di Salute Mentale di Pescara che li segue da tempo e con il quale saranno condivise iniziative a loro tutela.

“Davanti al servizio sono rimasto basito e mi sono subito attivato per andare a fondo alla loro storia e alla loro situazione – racconta il sindaco Marco Alessandrini – Ho chiesto lumi ai nostri uffici delle Politiche Sociali per verificare come abilitare un percorso di assistenza. Lo faremo in sinergia con il Centro di Salute Mentale di Pescara che li segue da tempo e con il quale saranno condivise iniziative a loro tutela, in accordo anche con famigliari o referenti fidati e soprattutto di cui loro si fideranno.

Venerdì mattina i nostri assistenti sociali andranno a casa di Nadia e Bartolo per avviare un percorso di assistenza domiciliare, li abbiamo rassicurati in tutti i modi, perché sono scossi da quanto accaduto. Daremo disponibilità anche degli uffici finanziari, perché Bartolo vuole sapere come regolarizzare una situazione debitoria generata dalla situazione e a loro insaputa. Faremo la nostra parte per aiutarli a venirne a capo, come succede ogni volta che ci giunge una segnalazione di truffe ai danni di anziani o di persone con problemi psichici, i nostri assistenti sociali ne fanno diverse alle autorità competenti, raccogliendole da famigliari, vicini e conoscenti. Pratiche davvero scellerate, per carpire quelli che non sono patrimoni ingenti, ma rendite essenziali e minime, pur preziosissime per chi diventa vittima di questo tipo di sciacallaggio”.

“Che storia assurda quella capitata a Bartolo e Nadia – aggiunge il vicesindaco Antonio Blasioli - Due persone semplici di cui un uomo senza cuore si è preso gioco truffandoli. Dispiace dover affrontare casi del genere perché ti rendi conto quanto può essere piccolo un uomo e quanto vulnerabili le persone che si affidano agli altri, specie quelli che vengono ritenuti amici. Saremo a disposizione per chiarire quello che c’è da chiarire e aiutarli a uscire da una situazione che li ha toccati davvero molto”.

Roseto degli Abruzzi. Il sindaco, Sabatino Di Girolamo, insieme all’assessore alla Cultura e al Turismo, Carmelita Bruscia, ha ricevuto questa mattina una delegazione della Pro loco di Roseto formata dal presidente Roberto Santicchia, dal vicepresidente Ercole Boschi e dal segretario Vittorio Fossataro. Il nuovo organismo si è così presentato, illustrando al primo cittadino il proprio organigramma e la propria struttura, e ha proposto la collaborazione con l’amministrazione comunale nella realizzazione di manifestazioni che valorizzino la città.

“Esprimo il mio più totale compiacimento per l’iniziativa”, dice il sindaco Di Girolamo, “in quanto la Pro loco può rappresentare uno strumento utilissimo di promozione della città e nel contempo può essere il braccio operativo di tante manifestazioni tese ad arricchire il calendario degli appuntamenti. Tra l’altro, la delegazione della Pro loco mi ha informato che l’adesione è già numerosissima e, nella sua apoliticità, sta raccogliendo un notevole successo. Ho promesso ai vertici dell’associazione la massima collaborazione da parte del Comune a tutte le iniziative che vorranno proporre nell’interesse di un arricchimento del cartellone estivo e nell’interesse di una destagionalizzazione degli eventi. Mi auguro che, attraverso l’istituita imposta di soggiorno, Roseto possa finalmente adeguare la propria proposta di manifestazioni alle richieste di un turismo sempre più qualificato ed esigente”.

Pagina 1 di 11

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione