Chieti. Grande successo di pubblico per i Campionati Nazionali di Pattinaggio artistico che si sono svolti nei giorni 6-7-8-9 Dicembre 2018 a Chieti, organizzati dal Centro Nazionale Sportivo Libertas per la stagione sportiva 2018 con la collaborazione del Centro Regionale Sportivo Libertas Abruzzo e con l’organizzazione tecnica dell’A.S.D. SAMMI SKATE di Chieti.

Le gare si sono svolte nel Palazzetto dello sport denominato “Palatricalle Sandro Leombroni” e nel Palazzetto dello sport “Santa Filomena” ed hanno registrato la presenza di oltre 2000 spettatori. A parlare sono i numeri della manifestazione, svoltasi per la prima volta in Abruzzo: sono arrivati nel capoluogo teatino oltre 600 atleti ed un totale di più di 800 persone che hanno riempito le strutture della città e quelle dei dintorni. Sono stati quattro giorni di gare di altissimo livello con atleti appartenenti a circa 40 società di dieci regioni d’Italia e si sono registrate prestazioni di ottimo rilievo. La classifica finale ha visto il successo dell’A.S.D. Fiumicino che ha preceduto nell’ordine A.S.D Jolly Pescara e A.S.D. Skate Papillon Napoli.

Nelle parole del Presidente Regionale Libertas Abruzzo, Massimiliano Milozzi, tutta la soddisfazione per la buona riuscita dei Campionati: “Il bilancio finale della manifestazione è sicuramente positivo in quanto c’è stato un grande successo di pubblico sia al Pala Santa Filomena che al Pala Leombroni. La cittadinanza di Chieti ci è stata molto vicina: oltre alle famiglie dei partecipanti e all’entourage delle varie società ci sono stati tanti teatini presenti presso i palazzetti. Il livello delle gare è stato altissimo: abbiamo visto esibizioni spettacolari e di qualità tecnica elevata. C’è stata la presenza del Presidente Nazionale Libertas Luigi Musacchia e del Segretario Nazionale Libertas Guglielmo Petrosino, del Delegato Provinciale del Coni Chieti Gianfranco Milozzi, dell’Assessore Regionale allo Sport Silvio Paolucci, dell’Assessore ai Trasporti e Mobilità del Comune di Chieti Mario Colantonio, dei Consiglieri Comunali Stefano Costa e Diego Costantini, oltre che dell’Assessore allo Sport Antonio Viola intervenuto alla conferenza stampa di presentazione, dunque ci è stata vicina la politica sia regionale che comunale. Possiamo migliorare ed avere ancora maggiore supporto dal Comune e dalla Regione che già ci hanno aiutato tantissimo in questa occasione: ci potrebbero magari dare una mano in futuro nell’organizzare, in altri campionati, delle escursioni parallele alle gare per far conoscere le bellezze del nostro territorio, ma anche far apprezzare la bontà delle nostre specialità enogastronomiche. Abbiamo avuto con noi anche la pluricampionessa mondiale Debora Sbei che ha dato maggior lustro ai campionati portando sue atlete a Chieti. Ci tengo a ringraziare tutto il mio staff senza il quale non sarei riuscito ad organizzare questa grande manifestazione che ci ha portato via tante energie, ma ci ha regalato altrettante emozioni e soddisfazioni. Sono molto soddisfatto di come sono andate le cose. Già dai Campionati nazionali di Atletica il Presidente Musacchia ci aveva dato fiducia e ce l’ha ridata anche quest’anno lodando l’organizzazione. Voglio sottolineare che siamo uno dei pochi Comitati Regionali, se non l’unico, che ha svolto due campionati nazionali di due sport diversi con così tanti partecipanti. C’è stata per l’Abruzzo la grande soddisfazione di vedere l’A.S.D. Jolly Pescara seconda classificata su più di 40 società ed ha avuto anche dei Campioni Nazionali grazie al bel lavoro fatto dal suo mentore Mario Di Giovanni. Il mio impegno futuro sarà quello di proporre una manifestazione di Pattinaggio Artistico a Pasqua a Teramo e poi un trofeo nazionale Libertas a Pineto noi come Comitato Regionale Abruzzo insieme a quello della Campania. Cercheremo anche di formare giudici abruzzesi che ci possano poi dare il loro apporto nelle gare”.

Anche Lucina Luchetti, Responsabile regionale Pattinaggio Libertas, è decisamente soddisfatta dei risultati raggiunti nei quattro giorni di gare: “Il bilancio è molto positivo, abbiamo visto atleti di altissimo livello. La competizione ha raggiunto in alcuni momenti una qualità paragonabile a quella di un Campionato Federale: siamo molto contenti sia per la preparazione dei ragazzi che per l’adesione delle società arrivate da tutta Italia che ci hanno chiesto di organizzare ulteriori campionati nazionali soprattutto per i gruppi e il pattinaggio spettacolo. Siamo dunque felici per il gradimento che ha avuto questo primo esperimento a Chieti, speriamo di riproporlo: risulta decisamente buono avere manifestazioni così nel capoluogo teatino anche per le società che arrivano dal Sud in quanto Chieti è più vicina e raggiungibile rispetto a località del nord per loro. Il lavoro è stato tanto, ci siamo prodigati con tutto lo staff per dare la possibilità ai ragazzi di gareggiare al meglio”.

Il Presidente Libertas Nazionale della Libertas, Luigi Musacchia, ha voluto lasciare infine una bella testimonianza di stima nei confronti di Massimiliano Milozzi e della città di Chieti: “Ringrazio tantissimo Milozzi per come ha organizzato l’evento: sono sicuro che riusciremo prossimamente a portare qui manifestazioni di altre discipline, ormai l’equipe di Massimiliano ha la nostra piena approvazione. Mi piace dare attenzione a chi sa lavorare al meglio in queste occasioni. Chieti è una città dotata di un buon numero di impianti, voglio ricordare ad esempio lo Stadio Angelini che fu teatro dei Campionati Nazionali Libertas di Atletica lo scorso anno, ci sono poi anche il Pala Leombroni e il Pala Santa Filomena dove si sono svolte le gare. Non ci sono dunque défaillance dal punto di vista delle strutture. Il valore aggiunto è la capacità organizzativa: o ce l’hai o qui non veniamo. Devo necessariamente fare una valutazione sulla bontà dell’organizzazione e in questo il mio amico Milozzi è stato molto preciso e bravo, la qualità c’è stata lo scorso anno e si è rinnovata anche in questa nuova occasione”.

Roma. Dopo il primo fine settimana di apertura nel quale il pubblico ha potuto ammirare più di 100 espositori provenienti da tutta Italia e dall’estero, la prima edizione di Oltrelarte – L’Eredità del futuro, la mostra antiquaria proposta da Fiera Roma e DGEVENTI all’interno di Novembre in Arte, proseguirà fino al 2 dicembre.

L’antiquariato, il modernariato e il vintage hanno avuto un forte appeal e un grande interesse da parte dei visitatori che, all’interno della Fiera, hanno potuto trovare un ampio ventaglio di opere di alta qualità: dal gioiello d’epoca ai pregiati arredi per case, palazzi, parchi e giardini; da pregevoli articoli di antiquariato a dipinti e capolavori preziosi, nonché opere con una decisa destinazione museale.

La Fiera, infatti, vuole essere un originale luogo d’incontro per intercettare ogni tipo di gusto e interesse, dal curioso al collezionista fino ad arrivare all’acquirente esperto di alto antiquariato, in un percorso artistico trasversale e inedito che non si era mai visto fino ad ora nella città di Roma.

Oltrelarte permette di fare un viaggio completo all’interno della storia dell’arte, offrendo, grazie alla varietà degli espositori, oggetti che vanno dall’epoca etrusca e romana fino a dipinti inediti di Mario Sironi e di altri artisti di grande rilievo internazionale, quali Depero, Balla, Guttuso, Fontana, Boldini (uno dei suoi dipinti in esposizione è stato scelto e pubblicato dalla rivista Vogue America).

Alta qualità e professionalità sono, quindi, le due parole chiave di questo nuovo grande evento che ha portato ai suoi visitatori pezzi che hanno in sé una grande storia e tradizione per un mercato in continuo cambiamento, al quale si stanno avvicinando anche clienti più giovani che amano l’arte e l’unicità.

Oltrelarte non si rivolge solo a un pubblico adulto, ma offre anche momenti dedicati alle famiglie e ai bambini: il 29 novembre dalle ore 18.00 alle 20.00 allo stand n. B21 nel padiglione n.5, la nota restauratrice romana Sara Penco terrà una dimostrazione di restauro adatta ai più piccoli con il workshop “Il Restauro spiegato a mio figlio” che vedrà un intervento dal vivo su un dipinto antico e il coinvolgimento dei bambini in alcune prove di pulitura. Sara Penco, inoltre, sarà la protagonista di un altro workshop, il 1° dicembre dalle 17.00 alle 20.00, nel quale racconterà e mostrerà dal vivo come avviene un restauro in tutte le sue fasi e quali sono le complessità dell’opera d’arte. Per partecipare al workshop è obbligatoria la prenotazione a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il focus sul restauro sarà dimostrato anche attraverso opere quali la "Pietà", dipinto michelangiolesco datato 1573 e ripreso dalla “Pietà di Ragusa” di Michelangelo e “Il martirio di San Lorenzo", opera riconducibile a Danil Seiter di Vienna che lavorò a Torino durante il periodo barocco.

Uno dei numerosi eventi collaterali proposti da Oltrelarte, molto apprezzato dal pubblico e dai giornalisti, è la mostra di arte cinematografica e cinema “Oltre il muro. Tempere originali del cinema dell’ex Unione Sovietica”, che offre 10 manifesti politico-propagandistici dell’ex Unione Sovietica, di forte impatto visivo, provenienti dalla vasta collezione della Galleria d’Arte Cinquantasei (Bologna). In più, sempre per gli appassionati di cinema, in una sala apposita, vengono trasmessi a rotazione 5 film russi in lingua originale sottotitolati.

Ad arricchire in maniera unica e originale l’offerta artistica della Fiera, c’è inoltre, la mostra “Mario Sironi. I piccoli studi e la grande decorazione”, promossa da Edizioni Cinquantasei Bologna in collaborazione con OltrelArte. L’esposizione vede protagonista la figura del grande pittore italiano Mario Sironi (1885 – 1961) e il suo linguaggio, fatto di forme solide e cupe, intense ed evocative, le quali hanno dato vita a un’arte sintetica ma al contempo monumentale.

La mostra è composta da più di 80 opere, di cui la maggior parte inedita, che vanno dal 1915 agli anni Trenta. Sono piccole opere personali (studi di pubblicità, di copertine e di grandi quadri; scorci di paesaggio e ritratti di proporzioni ridotte), conservate dalla famiglia e successivamente catalogate. Nel percorso espositivo, inoltre, si potranno ammirare anche alcune delle opere preparatorie per i mosaici e gli affreschi della grande decorazione in cui Mario Sironi eccelleva. Per l’occasione è stato pubblicato il catalogo,“Appunti di Viaggio. Piccoli studi di Mario Sironi dal 1915 al 1955”, realizzato da Edizioni Cinquantasei Bologna e a cura di Fabio Benzi e Andrea Sironi-Strausswald.

Ospiti di grande pregio hanno già apprezzato la qualità di quest’appuntamento, che da tanto mancava a Roma, come il noto storico dell’arte Fabio Benzi, una delegazione proveniente dalla Cina e dall’America, e persone del mondo dello spettacolo e dell’alta moda.

Al fine di rendere questa manifestazione uno degli appuntamenti fissi dell’agenda annuale di Roma, la Fiera ha scelto di offrire ai visitatori l’ingresso gratuito, per permettere a tutti gli appassionati e curiosi di spendere il loro tempo in un luogo affascinante e di qualità.

Pescara. Dopo il lancio dell'iniziativa social promossa da un gruppo di cittadini e amministratori per creare i "Comitati Civici Di Stefano Presidente", sono già stati costituiti ad oggi 170 Comitati che coprono oltre la metà dei comuni abruzzesi.

A darne notizia sono gli stessi promotori dell’iniziativa diffondendo pubblicamente il testo sul quale si stanno raccogliendo le adesioni :

“Il 10 febbraio finalmente potremo scegliere attraverso il voto, il nuovo Presidente dell’Abruzzo e il Governo della nostra Regione. In vista di questo appuntamento fondamentale, molti partiti e forze politiche non sembrano interessati a definire proposte basate sui programmi e sono invece concentrati esclusivamente sulla individuazione di un nome in un dibattito autoreferenziale. ** Non c’è dubbio che la scelta del futuro Presidente sia elemento importante per le elezioni regionali, ma l’impressione è che tutto il resto passi in secondo piano. Noi riteniamo che il candidato Presidente invece debba essere individuato tenendo a mente le peculiarità dell’Abruzzo, il grave contesto di crisi che vive la nostra, il mutato quadro politico e i segnali che in tal senso dalle ultime elezioni politiche sono emersi, il fermento nuovo e positivo che proviene dal mondo civico, dalla società, dal mondo del lavoro, dagli amministratori locali. Occorre, a nostro parere, indicare un Presidente che non solo abbia bene a mente questi elementi ma che davvero conosca la realtà abruzzese in ogni suo aspetto vivendola di persona da tempo: un Presidente che attraverso il dialogo con le persone abbia sviluppato idee, progetti, un programma concreto e realizzabile da eseguire un minuto dopo la chiusura delle urne elettorali. Per queste ragioni vogliamo rompere gli indugi e schierarci apertamente, consapevoli che il destino dell’Abruzzo è davvero nelle nostre mani e non deve invece essere influenzato da scelte di pochi e calate dall’alto. Vogliamo quindi essere promotori dei COMITATI CIVICI PER FABRIZIO DI STEFANO PRESIDENTE per contribuire ad indicare un candidato Presidente che a nostro giudizio ha le caratteristiche giuste per fare tutto ciò e guidare la Regione Abruzzo forte della sua esperienza, coerenza e capacità, portando anche un significativo contributo elettorale oggi determinante per il successo della coalizione. Chiediamo alle donne e agli uomini d’Abruzzo quindi di farsi promotori in ciascuna singola realtà di un "Comitato Civico per Di Stefano Presidente", affinché il dibattito di queste ore sia indirizzato senza altre perdite di tempo verso tale scelta”.

I recapiti per entrare in contatto e per aderire ai *Comitati Civici Di Stefano Presidente*, ricordano infine i promotori, sono i seguenti:
attraverso FB alla pagina 'Comitati Civici Di Stefano Presidente' oppure inviando un messaggio Whatsapp al 3392005015 o scrivendo una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pescara. Risultati oltre le aspettative per QuattroZampe Expo, la prima fiera professionale del Centro Sud Italia dedicata al mondo del Pet che lo scorso fine settimana si è svolta al Porto turistico di Pescara. Famiglie, bambini, anziani ma soprattutto centinaia di animali a quattro zampe hanno affollato il polo espositivo allestito con decine di stand dedicati al mondo animale in tutte le sue varianti. L’evento, promosso da Video&Dintorni con il supporto della Cna di Chieti e di Pescara e a ingresso gratuito anche per i pelosetti, ha coinvolto, diverto, emozionato e fornito anche preziosi consigli alle tante persone che condividono la propria casa con un pet, ma anche ai professionisti di un settore che nel Centro Sud Italia ha ancora un grande potenziale di crescita. Tanti gli ingredienti che hanno decretato il successo di questa seconda edizione della fiera che si conferma un punto di riferimento per i pet lovers del Centro Sud Italia.
A cominciare dai partecipatissimi concorsi The Best Cat e The Best Dog. Nel primo caso a portare a casa il titolo e gustosi premi, è stato Zeus, uno splendido esemplare di Maine Coon di 22 mesi e 7 chili, accompagnato da Francesca De Marco di Manoppello. «E’ una razza che proviene dal Nord America, frutto di un incrocio con gli orsetti lavatori che può arrivare fino ai 17 chili», ha spiegato la proprietaria evidenziando il carattere docile del gattone. Non solo felini alla fiera del Porto Turistico che ha visto in passerella anche decine di cani iscritti alla mostra amatoriale The Best Dog, momento ludico per grandi e piccini per sfilare con i propri amici a quattrozampe. Sono stati cinque, in questo caso, i premiati: Muffin, uno splendido alano, che ha ottenuto il primo posto assoluto; Pandora, un intelligentissimo dogo argentino "sordo" vincitore nella categoria outsider; Mozzo, un esemplare pastore maremmano che ha strappato il titolo di “più pelosone”; Graf, un levriero afgano, che ha conquistato il premio come “più tale e quale” per la somiglianza nei colori e nelle movenze con la sua padroncina; Inverno, un pastore abruzzese, condotto da un bimbo di appena due anni che ha meritato il premio nella categoria “baby handler” per la tenerezza suscitata da un bambino conduttore di un cane di 50kg.
QuattroZampe Expo ha visto la presenza anche di graziosi cincillà e di centinaia di fido che, rigorosamente al guinzaglio, hanno partecipato come visitatori all’evento e hanno osservato le straordinarie performance dei loro “colleghi” delle unità cinofile delle forze dell’ordine. Dopo un’interessante tavola rotonda coordinata dal docente universitario Andrea Mazzatenta incentrata sul ruolo del naso del cane nella ricerca di persone scomparse, gli eroi a quattro zampe hanno dato dimostrazione della loro intelligenza e della potenza del loro “tartufo”. Leo per la Polizia di Stato, Nox per i Carabinieri, Maike per la Guardia di Finanza e Xa e Inko per la Polizia Penitenziaria, guidati dai loro accompagnatori, hanno dimostrato di saper scovare droga, tabacco, esplosivi, soldi e una persona sequestrata, per il semplice gusto di poter ricevere giochi e coccole.
«Il popolo dei pet lovers dimostra di anno in anno non solo di crescere sempre di più, ma di essere interessato a contribuire allo sviluppo di una vera cultura del proprio mondo», evidenzia Silvia Di Silvio, titolare di Video&Dintorni. «Questo è possibile soprattutto attraverso il rapporto relazionale che si crea con gli operatori del settore, con cui i proprietari degli animali devono collaborare per una vera crescita condivisa. Con questo evento vogliamo contribuire ad aumentare il senso civico delle persone e il rispetto nei confronti degli animali e siamo pronti a ricevere tutti i suggerimenti per far decollare sempre di più questo appuntamento che, oltre a una fiera di settore, vuole essere una grande festa per pelosetti e pet lovers».

 

Pescara. Il sole ha fatto capolino alla Maratona di Pescara, che ha portato a casa un bel risultato in termini di partecipazione, non solo di atleti ma anche di pubblico. La centralissima Piazza Salotto e il lungomare di Pescara (ma anche quelli di Francavilla e Montesilvano) sanno sempre richiamare la curiosità di appassionati e non, poi naturalmente a metterci il “pepe” occorrono loro, i podisti. Gli organizzatori della Vini Fantini ne hanno contati circa 2000, di cui 1200 hanno preso parte alle prove competitive (maratona, mezza e staffetta) e il restante a bimbi e passeggiata. I primi ad arrivare al traguardo sono stati gli atleti della mezza maratona (21 km), con il favorito Giovannangelo a primeggiare dall'inizio alla fine; sorpresa-Mancini al terzo posto. Nella prova femminile si è imposta la triathleta Steinhauser. La gara principale, ovvero i 42 km, ha avuto il bel duello tra l'ultramaratoneta Velatta (che ha vinto) e Tescione (al primato personale) distanziati di pochi secondi. Tra le donne, successo della Hajnal (che aveva già trionfato a Pescara nel 2012).
UOMINI MARATONA: 1. Stefano Velatta (Atl. Paratico) 2h39'11”; 2. Francesco Tescione (Pod. Aprilia) 2h39'50”; 3. Marco D'Innocenti (Trail Monti Simbruini) 2h42'19”; 4. Alberto Marrangoni (Marà Avis Marathon) 2h42'49”; 5. Umberto D'Agostino (Mistercamp) 2h49'46”.
DONNE MARATONA: 1. Daniela Hajnal (Vini Fantini) 3h07'28”.
UOMINI MEZZA MARATONA: 1. Tommaso Giovannangelo (Vini Fantini) 1h15'06”; 2. Alessio Bisogno (Passologico) 1h16'12”; 3. Marco Mancini (Vini Fantini) 1h16'54”; 4. Massimo Lizza (Vini Fantini) 1h17'19”; 5. Riccardo Vanetti (Atl. Melito Bo) 1h18'39”.
DONNE MEZZA MARATONA: 1. Verena Steinhauser (Passologico) 1h23'24”.


Fonte: LATVLAB

Silvi. Strepitoso successo al Centro Universo di Silvi (TE) con il grande ospite: il famoso Claudio Guerrini DJ e speaker radiofonico di RDS ed inviato della nota trasmissione la Prova del Cuoco in onda sulla Rai ,che insieme alle due ballerine (Monica e Olga), ha fatto scatenare con tanta buona musica grandi e piccini coinvolgendoli anche sul palco a ballare insieme a loro.
Durante l’evento sono stati distribuiti diversi gadget di RDS che sono stati poi autografati dallo stesso Guerrini. Alla fine i suoi fans lo hanno atteso per potersi fare una foto ricordo insieme a lui.
Insomma un bel pomeriggio di puro divertimento per tutto il Centro Universo!
Per i prossimi appuntamenti seguiteci sui nostri social : Instagram e Facebook THE MAC LIVE MANAGEMENT.

 

Pescara. Ha avuto un successo pieno la seconda edizione di “URBAN NATURE – Diamo spazio alla Biodiversità”, evento promosso dal WWF e che ha coinvolto tantissime città in tutta Italia. Il WWF Chieti-Pescara ha riproposto le proprie iniziative nella Villa comunale di Chieti e nel Museo universitario, teatro per un giorno della riscoperta dell’elisir di buona salute nascosto nel verde urbano, con il patrocinio del Comune di Chieti.

Sono stati allestiti alcuni banchetti nell’area di piazzale Mazzini tra i quali, apprezzatissimo dai cittadini, quello a cura del Servizio CITES dei Carabinieri Forestali nel quale erano esposti materiali confiscati: pelle e zanne d’elefante, manufatti in avorio, cinte e borsette ricavate dalle pelli di coccodrilli e serpenti uccisi dai bracconieri… un vero e proprio campionario della crudeltà umana di fronte alla natura, una crudeltà che ciascuno di noi può contribuire a contrastare semplicemente rifiutando ogni prodotto realizzato in violazione delle leggi che tutelano l’ambiente.

Gli attivisti del WWF e personale del Museo universitario hanno dedicato invece la loro attenzione soprattutto ai bambini con postazioni in vari angoli del giardino pubblico riservate ai più piccoli per giochi e attività manuali legate alla riscoperta della natura. Il verde della villa è stato protagonista anche della visita guidata a cura di Massimiliano La Rovere e Nicoletta Di Francesco che hanno condotto gruppi di visitatori alla riscoperta delle preziose essenze botaniche custodite nel giardino, con una immancabile tappa presso il laghetto del Nettuno, dove esperti della Societas Herpetologica Italica hanno parlato del problema rappresentato dalle testuggini esotiche, lì presenti in gran numero, che stanno creando danni alla fauna autoctona in tutta Italia. Un banchetto è stato dedicato invece alla promozione delle Oasi WWF e in particolare di quella del Lago di Penne che, così come il Museo universitario, ha attivamente partecipato all’organizzazione dell’evento.

I momenti più emozionanti ci sono stati all’inizio e a conclusione della giornata. Urban Nature è cominciato a Chieti con la liberazione di una poiana, un grosso rapace diurno curato dal Centro Recupero Animali Selvatici gestito a Pescara dal Reparto Biodiversità dei Carabinieri Forestali. Il rapace, preso in consegna da una pattuglia della Stazione di Chieti, è stato restituito alla natura dal belvedere alle spalle del Museo di Villa Frigerj, che si affaccia verso la Majella. Momenti carichi di emozione: l’uccello dopo un primo volo esplorativo si è posato su un albero per studiare la situazione e probabilmente ha riconosciuto il suo territorio: la poiana era stata trovata ferita nella zona tra Bucchianico e Chieti e lì è tornata. Dopo qualche attimo ha infatti ripreso il volo e si è spostata tranquilla nella vallata.

Un altro momento di intensa partecipazione c’è stato presso il Museo universitario per la premiazione del concorso fotografico lanciato per l’occasione dal WWF Chieti-Pescara. La giuria, composta dal comandante provinciale dei Carabinieri Forestali di Chieti col. Nevio Savini, dal Direttore del Museo prof. Luigi Capasso e dal delegato regionale del WWF Italia Luciano Di Tizio ha avuto serie difficoltà per scegliere le prime tre classificate tra le 30 foto ammesse, esposte ancora per diversi giorni presso il Museo. Le immagini erano tutte meritevoli. Si è deciso però di premiare quelle che più avevano colto il tema del concorso: Urban Nature- diamo spazio alla biodiversità in città. Il primo premio è andato a Margherita Di Giambattista (una cassetta in legno con prodotti “Terre delle Oasi” offerta dall’Oasi Lago di Penne) che ha colto nel parcheggio di un supermercato la vegetazione che riconquista spazio tra il pavimento e un muretto, segno di una vitalità che nessun errore umano potrà mai cancellare. Il secondo e il terzo premio (pubblicazioni Cogecstre e Museo universitario) sono stati attribuiti invece rispettivamente a Marco Cilli, per l’immagine di un fungo su un albero circondato dal cemento e dal traffico, e a Giuseppino Pintore che ha sorpreso un topo a caccia di cibo sotto le ruote di una vettura in sosta.

“Un successo confortante - sottolinea la presidente del WWF Chieti-Pescara Nicoletta Di Francesco – che è stato possibile ottenere grazie alle importanti collaborazioni che Urban Nature ha ottenuto ma anche grazie all’impegno in prima persona di tanti nostri volontari. È un po’ anche per merito loro, della direzione e del personale del Museo universitario, dell’Arma dei carabinieri, dell’Oasi WWF e dei tantissimi bambini e adulti che hanno partecipato se da domenica possiamo guardare la natura in città con un pizzico di ottimismo in più”.

Nella foto: La giuria (da sin. Luigi Capasso, Luciano Di Tizio e Nevio Savini) con la vincitrice Margherita Di Giambattista

E’ subito boom di ascolti e nuovi followers per Carol Maritato che, accanto a Vincenzo Capua, ha iniziato venerdì 7 settembre la conduzione della nuova stagione di “E ci sei tu”, conosciutissima trasmissione radiofonica capitolina.

Carol Maritato e Vincenzo Capua, infatti, hanno appena cominciato ad allietare il pomeriggio di migliaia di romani, e saranno tutti i venerdì dalle 18 alle 19 su Radio Italia Anni '60, in frequenza a Roma sui 105.00 Fm e in diretta streaming sull'App per dispositivi mobili e sul sito www.radioitaliaanni60roma.it [1].

“E ci sei tu” è un programma di musica e intrattenimento, dove ogni puntata è accompagnata da momenti di musica Live e spazio social in trasmissione, oltre ad essere arricchita dalla presenza di autorevoli personaggi del mondo dello spettacolo e della scena canora italiana e internazionale.

Ospiti della puntata di venerdì scorso sono stati Monsieur David,apprezzato artista e professionista del teatro del Mimo, e Mino Abbaccuccio, comico di “Made in Sud”, le cui performances hanno fatto e continuano a far sorridere milioni di italiani. Numerosissimi i like ed i commenti durante e dopo la trasmissione a testimonianza del fatto che i radioascoltatori sono connessi ed il programma funziona!

Torna nell'etere, dunque, un programma radiofonico di grande rilievo, affermatasi negli anni, e nel 2014 vincitore del “Microfono d'Oro” come migliore trasmissione musicale della radiofonia romana.

Il duo alla conduzione di “E ci sei tu” sono Carol Maritato, cantante della The Mac Live Management, giá vincitrice di Maglia Rosa del Cantagiro e protagonista su palcoscenici importanti (come teatro Porta Portese, Ghione, Brancaccio, e il Palafiori di Sanremo), che è alla sua prima esperienza radiofonica e ciononostante si è già affermata egregiamente..!!

Ad affiancare Carol c’è Vincenzo Capua, artista conosciuto al grande pubblico sia per la sua esperienza cantautorale, sia per le partecipazioni in programma radio/tv di successo come “EdicolaFiore” e “L'anno che verrà”.

Insomma, non vi resta che sintonizzarvi sulle frequenze di Radio Italia Anni '60!

Pescara. Si è conclusa col sorriso, ieri sera al porto turistico, la III Edizione di Fermenti d’Abruzzo, il Festival delle birre artigianali abruzzesi prodotto dal Marina di Pescara e Spray Records, con il patrocinio della CCIAA Chieti Pescara e in collaborazione con l’agenzia Omerika. Ottimo riscontro per le degustazioni degli oltre 60 tipi di birre e per il menù proposto. Tutto esaurito per le uscite in barca con mastro birraio a bordo e grande partecipazione anche per gli 8 workshop organizzati. 10.000 circa le persone che hanno seguito la manifestazione nei 4 giorni di programma.

Tutto dimostra una crescente interesse verso il mondo della birra artigianale e quello che gli gira intorno. Tante le persone che hanno chiesto come si prepara una birra, quali gli ingredienti, la provenienza e la lavorazione. E molta disponibilità da parte dei birrifici che non si sono mai tirati indietro. Scenico - e molto gradito al palato - anche lo Spaghetto aglio e olio risottato, preparato venerdì sera, in diretta, dallo chef di Villa Chiara, Adriano Terenzi. Il tutto sempre a ritmo di musica dal vivo, con un gruppo diverso per ogni sera: Internazionale Vestina, dj Snaporaz, I Taglia ’90 e i Bisbetica family.

Due inoltre i concorsi organizzati: Regina di Fermenti, con doppia giuria, popolare e tecnica, e il contest riservato agli homebrewer, ovvero gli appassionati che creano la propria birra in casa.

Gli 11 birrifici coinvolti sono stati votati da più di 400 persone, che hanno raggiunto Fermenti d’Abruzzo anche sotto la pioggia di domenica. Il birrificio più apprezzato dal pubblico è stato Almond '22, di Jurij Ferri. La giuria tecnica - composta dagli esperti Jolanda Ferrara, Stanislao Liberatore e Maurizio Di Fazio - ha invece espresso un ex-equo per il Birrificio Majella, di Pretoro, e Bibibir, di Castellalto, spiegando così la difficile scelta:

Siamo stati davvero in difficoltà perché il livello era altissimo. Volevamo assegnare a tutti il titolo di Regina di Fermenti, ma ci sembrava importante anche nominare un vincitore. Così abbiamo scelto il Birrificio Majella, che sta sul mercato da 10 anni, e Bibibir che rappresenta una realtà emergente. Speriamo che il tutto sia di buon auspicio per le prossime edizioni. Un augurio a mantenere alte la voglia di partecipare e crescere.

30 infine i partecipanti homebrewer, le cui birre fatte in casa sono state analizzate da 5 giudici: Jurij Ferri Almond '22, Luca Fusè dell’ associazione Birrando… Si Impara, Agostino Bifano del Mad Hopper, Daniele Ambrogi e Angelo Cerella dell'Unionbirrai Beer Tasters sezione Abruzzo. Questi i nomi dei vincitori: Fabio Verrigni primo classificato, Francesco Rapino secondo, Luciano Manzi terzo.

Non è mancata una sorpresa: durante un seminario di approfondimento è infatti stata presentata in anteprima una nuova creazione della Almond '22 che entrerà in commercio alla fine dell’anno: sarà una birra strutturata, invecchiata in botte. Dunque la curiosità, già dimostrata verso l'intera manifestazione, continua a crescere.

Fossacesia. “I risultati della prima edizione del Mercato della Costa dei Trabocchi non solo sono buoni, ma entusiasmanti. La formula di puntare sui prodotti del nostro territorio è riuscita ad attirare turisti e villeggianti. Ed era l’obiettivo che ci eravamo prefissi”. E’ il bilancio che traccia il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio a conclusione della rassegna che, dal 14 luglio al 26 agosto, ha caratterizzato il lungomare di Fossacesia. “Risultati positivi sono stati evidenti sotto molti punti di vista dai quali ripartire per la prossima edizione. Il Mercato è stata l’occasione per porre l'accento su cosa può offrire la nostra Costa, far scoprire un territorio attraverso i suoi sapori, le sue colture, le tradizioni alimentari anche sotto l’aspetto enogastronomico - aggiunge Di Giuseppantonio -. E il merito va riconosciuto ai produttori che hanno voluto aderire alla nostra iniziativa”. “Non posso che essere soddisfatto soprattutto perché il successo riscosso ha visto premiato un lavoro organizzativo durato oltre un anno - afferma il consigliere comunale di Fossacesia, Lorenzo Santomero, che ha la delega alle politiche per l’Agricoltura, alla Città d’Identità (Città del Vino e Città dell’olio) -. Un’iniziativa che sono riuscito a portare avanti grazie al fattivo sostegno e incoraggiamento di molti produttori e del sindaco Di Giuseppantonio. Un ringraziamento particolare lo rivolgo a tutte le aziende del settore che hanno aderito e che hanno partecipato con lo spirito di promuovere e valorizzare alcune specialità del territorio. E’ stata un’esperienza sperimentale ma l’afflusso di turisti che abbiamo riscontrato ci ha fornito molte indicazioni per migliorarci. Siamo infatti già proiettati verso il Mercato della Costa dei Trabocchi 2019, con proposte che cercheremo di mettere in campo e che sono scaturite nel corso della riunione che la nostra Amministrazione ha avuto con gli espositori a conclusione di questa prima e soddisfacente edizione”.

Pagina 1 di 14

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione