Pescara. Ha avuto un successo pieno la seconda edizione di “URBAN NATURE – Diamo spazio alla Biodiversità”, evento promosso dal WWF e che ha coinvolto tantissime città in tutta Italia. Il WWF Chieti-Pescara ha riproposto le proprie iniziative nella Villa comunale di Chieti e nel Museo universitario, teatro per un giorno della riscoperta dell’elisir di buona salute nascosto nel verde urbano, con il patrocinio del Comune di Chieti.

Sono stati allestiti alcuni banchetti nell’area di piazzale Mazzini tra i quali, apprezzatissimo dai cittadini, quello a cura del Servizio CITES dei Carabinieri Forestali nel quale erano esposti materiali confiscati: pelle e zanne d’elefante, manufatti in avorio, cinte e borsette ricavate dalle pelli di coccodrilli e serpenti uccisi dai bracconieri… un vero e proprio campionario della crudeltà umana di fronte alla natura, una crudeltà che ciascuno di noi può contribuire a contrastare semplicemente rifiutando ogni prodotto realizzato in violazione delle leggi che tutelano l’ambiente.

Gli attivisti del WWF e personale del Museo universitario hanno dedicato invece la loro attenzione soprattutto ai bambini con postazioni in vari angoli del giardino pubblico riservate ai più piccoli per giochi e attività manuali legate alla riscoperta della natura. Il verde della villa è stato protagonista anche della visita guidata a cura di Massimiliano La Rovere e Nicoletta Di Francesco che hanno condotto gruppi di visitatori alla riscoperta delle preziose essenze botaniche custodite nel giardino, con una immancabile tappa presso il laghetto del Nettuno, dove esperti della Societas Herpetologica Italica hanno parlato del problema rappresentato dalle testuggini esotiche, lì presenti in gran numero, che stanno creando danni alla fauna autoctona in tutta Italia. Un banchetto è stato dedicato invece alla promozione delle Oasi WWF e in particolare di quella del Lago di Penne che, così come il Museo universitario, ha attivamente partecipato all’organizzazione dell’evento.

I momenti più emozionanti ci sono stati all’inizio e a conclusione della giornata. Urban Nature è cominciato a Chieti con la liberazione di una poiana, un grosso rapace diurno curato dal Centro Recupero Animali Selvatici gestito a Pescara dal Reparto Biodiversità dei Carabinieri Forestali. Il rapace, preso in consegna da una pattuglia della Stazione di Chieti, è stato restituito alla natura dal belvedere alle spalle del Museo di Villa Frigerj, che si affaccia verso la Majella. Momenti carichi di emozione: l’uccello dopo un primo volo esplorativo si è posato su un albero per studiare la situazione e probabilmente ha riconosciuto il suo territorio: la poiana era stata trovata ferita nella zona tra Bucchianico e Chieti e lì è tornata. Dopo qualche attimo ha infatti ripreso il volo e si è spostata tranquilla nella vallata.

Un altro momento di intensa partecipazione c’è stato presso il Museo universitario per la premiazione del concorso fotografico lanciato per l’occasione dal WWF Chieti-Pescara. La giuria, composta dal comandante provinciale dei Carabinieri Forestali di Chieti col. Nevio Savini, dal Direttore del Museo prof. Luigi Capasso e dal delegato regionale del WWF Italia Luciano Di Tizio ha avuto serie difficoltà per scegliere le prime tre classificate tra le 30 foto ammesse, esposte ancora per diversi giorni presso il Museo. Le immagini erano tutte meritevoli. Si è deciso però di premiare quelle che più avevano colto il tema del concorso: Urban Nature- diamo spazio alla biodiversità in città. Il primo premio è andato a Margherita Di Giambattista (una cassetta in legno con prodotti “Terre delle Oasi” offerta dall’Oasi Lago di Penne) che ha colto nel parcheggio di un supermercato la vegetazione che riconquista spazio tra il pavimento e un muretto, segno di una vitalità che nessun errore umano potrà mai cancellare. Il secondo e il terzo premio (pubblicazioni Cogecstre e Museo universitario) sono stati attribuiti invece rispettivamente a Marco Cilli, per l’immagine di un fungo su un albero circondato dal cemento e dal traffico, e a Giuseppino Pintore che ha sorpreso un topo a caccia di cibo sotto le ruote di una vettura in sosta.

“Un successo confortante - sottolinea la presidente del WWF Chieti-Pescara Nicoletta Di Francesco – che è stato possibile ottenere grazie alle importanti collaborazioni che Urban Nature ha ottenuto ma anche grazie all’impegno in prima persona di tanti nostri volontari. È un po’ anche per merito loro, della direzione e del personale del Museo universitario, dell’Arma dei carabinieri, dell’Oasi WWF e dei tantissimi bambini e adulti che hanno partecipato se da domenica possiamo guardare la natura in città con un pizzico di ottimismo in più”.

Nella foto: La giuria (da sin. Luigi Capasso, Luciano Di Tizio e Nevio Savini) con la vincitrice Margherita Di Giambattista

E’ subito boom di ascolti e nuovi followers per Carol Maritato che, accanto a Vincenzo Capua, ha iniziato venerdì 7 settembre la conduzione della nuova stagione di “E ci sei tu”, conosciutissima trasmissione radiofonica capitolina.

Carol Maritato e Vincenzo Capua, infatti, hanno appena cominciato ad allietare il pomeriggio di migliaia di romani, e saranno tutti i venerdì dalle 18 alle 19 su Radio Italia Anni '60, in frequenza a Roma sui 105.00 Fm e in diretta streaming sull'App per dispositivi mobili e sul sito www.radioitaliaanni60roma.it [1].

“E ci sei tu” è un programma di musica e intrattenimento, dove ogni puntata è accompagnata da momenti di musica Live e spazio social in trasmissione, oltre ad essere arricchita dalla presenza di autorevoli personaggi del mondo dello spettacolo e della scena canora italiana e internazionale.

Ospiti della puntata di venerdì scorso sono stati Monsieur David,apprezzato artista e professionista del teatro del Mimo, e Mino Abbaccuccio, comico di “Made in Sud”, le cui performances hanno fatto e continuano a far sorridere milioni di italiani. Numerosissimi i like ed i commenti durante e dopo la trasmissione a testimonianza del fatto che i radioascoltatori sono connessi ed il programma funziona!

Torna nell'etere, dunque, un programma radiofonico di grande rilievo, affermatasi negli anni, e nel 2014 vincitore del “Microfono d'Oro” come migliore trasmissione musicale della radiofonia romana.

Il duo alla conduzione di “E ci sei tu” sono Carol Maritato, cantante della The Mac Live Management, giá vincitrice di Maglia Rosa del Cantagiro e protagonista su palcoscenici importanti (come teatro Porta Portese, Ghione, Brancaccio, e il Palafiori di Sanremo), che è alla sua prima esperienza radiofonica e ciononostante si è già affermata egregiamente..!!

Ad affiancare Carol c’è Vincenzo Capua, artista conosciuto al grande pubblico sia per la sua esperienza cantautorale, sia per le partecipazioni in programma radio/tv di successo come “EdicolaFiore” e “L'anno che verrà”.

Insomma, non vi resta che sintonizzarvi sulle frequenze di Radio Italia Anni '60!

Pescara. Si è conclusa col sorriso, ieri sera al porto turistico, la III Edizione di Fermenti d’Abruzzo, il Festival delle birre artigianali abruzzesi prodotto dal Marina di Pescara e Spray Records, con il patrocinio della CCIAA Chieti Pescara e in collaborazione con l’agenzia Omerika. Ottimo riscontro per le degustazioni degli oltre 60 tipi di birre e per il menù proposto. Tutto esaurito per le uscite in barca con mastro birraio a bordo e grande partecipazione anche per gli 8 workshop organizzati. 10.000 circa le persone che hanno seguito la manifestazione nei 4 giorni di programma.

Tutto dimostra una crescente interesse verso il mondo della birra artigianale e quello che gli gira intorno. Tante le persone che hanno chiesto come si prepara una birra, quali gli ingredienti, la provenienza e la lavorazione. E molta disponibilità da parte dei birrifici che non si sono mai tirati indietro. Scenico - e molto gradito al palato - anche lo Spaghetto aglio e olio risottato, preparato venerdì sera, in diretta, dallo chef di Villa Chiara, Adriano Terenzi. Il tutto sempre a ritmo di musica dal vivo, con un gruppo diverso per ogni sera: Internazionale Vestina, dj Snaporaz, I Taglia ’90 e i Bisbetica family.

Due inoltre i concorsi organizzati: Regina di Fermenti, con doppia giuria, popolare e tecnica, e il contest riservato agli homebrewer, ovvero gli appassionati che creano la propria birra in casa.

Gli 11 birrifici coinvolti sono stati votati da più di 400 persone, che hanno raggiunto Fermenti d’Abruzzo anche sotto la pioggia di domenica. Il birrificio più apprezzato dal pubblico è stato Almond '22, di Jurij Ferri. La giuria tecnica - composta dagli esperti Jolanda Ferrara, Stanislao Liberatore e Maurizio Di Fazio - ha invece espresso un ex-equo per il Birrificio Majella, di Pretoro, e Bibibir, di Castellalto, spiegando così la difficile scelta:

Siamo stati davvero in difficoltà perché il livello era altissimo. Volevamo assegnare a tutti il titolo di Regina di Fermenti, ma ci sembrava importante anche nominare un vincitore. Così abbiamo scelto il Birrificio Majella, che sta sul mercato da 10 anni, e Bibibir che rappresenta una realtà emergente. Speriamo che il tutto sia di buon auspicio per le prossime edizioni. Un augurio a mantenere alte la voglia di partecipare e crescere.

30 infine i partecipanti homebrewer, le cui birre fatte in casa sono state analizzate da 5 giudici: Jurij Ferri Almond '22, Luca Fusè dell’ associazione Birrando… Si Impara, Agostino Bifano del Mad Hopper, Daniele Ambrogi e Angelo Cerella dell'Unionbirrai Beer Tasters sezione Abruzzo. Questi i nomi dei vincitori: Fabio Verrigni primo classificato, Francesco Rapino secondo, Luciano Manzi terzo.

Non è mancata una sorpresa: durante un seminario di approfondimento è infatti stata presentata in anteprima una nuova creazione della Almond '22 che entrerà in commercio alla fine dell’anno: sarà una birra strutturata, invecchiata in botte. Dunque la curiosità, già dimostrata verso l'intera manifestazione, continua a crescere.

Fossacesia. “I risultati della prima edizione del Mercato della Costa dei Trabocchi non solo sono buoni, ma entusiasmanti. La formula di puntare sui prodotti del nostro territorio è riuscita ad attirare turisti e villeggianti. Ed era l’obiettivo che ci eravamo prefissi”. E’ il bilancio che traccia il Sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio a conclusione della rassegna che, dal 14 luglio al 26 agosto, ha caratterizzato il lungomare di Fossacesia. “Risultati positivi sono stati evidenti sotto molti punti di vista dai quali ripartire per la prossima edizione. Il Mercato è stata l’occasione per porre l'accento su cosa può offrire la nostra Costa, far scoprire un territorio attraverso i suoi sapori, le sue colture, le tradizioni alimentari anche sotto l’aspetto enogastronomico - aggiunge Di Giuseppantonio -. E il merito va riconosciuto ai produttori che hanno voluto aderire alla nostra iniziativa”. “Non posso che essere soddisfatto soprattutto perché il successo riscosso ha visto premiato un lavoro organizzativo durato oltre un anno - afferma il consigliere comunale di Fossacesia, Lorenzo Santomero, che ha la delega alle politiche per l’Agricoltura, alla Città d’Identità (Città del Vino e Città dell’olio) -. Un’iniziativa che sono riuscito a portare avanti grazie al fattivo sostegno e incoraggiamento di molti produttori e del sindaco Di Giuseppantonio. Un ringraziamento particolare lo rivolgo a tutte le aziende del settore che hanno aderito e che hanno partecipato con lo spirito di promuovere e valorizzare alcune specialità del territorio. E’ stata un’esperienza sperimentale ma l’afflusso di turisti che abbiamo riscontrato ci ha fornito molte indicazioni per migliorarci. Siamo infatti già proiettati verso il Mercato della Costa dei Trabocchi 2019, con proposte che cercheremo di mettere in campo e che sono scaturite nel corso della riunione che la nostra Amministrazione ha avuto con gli espositori a conclusione di questa prima e soddisfacente edizione”.

Montesilvano. Almeno 3000 le presenze del pubblico tra venerdi 24 e sabato 25 agosto nell'Isola dei Bambini in Via Strasburgo a Montesilvano. Una fantastica due giorni quella vissuta nell'Isola dei Bambini di Amare Montesilvano,tra esibizioni sportivo/educative con coreografie dei pattinatori e il consueto Mercatino dei Bambini. Tantissimo il pubblico nelle due serata ma anche numerosissimi i bambini che hanno partecipato al “loro Mercatino” almeno 180 piccoli espositori che hanno scambiato e venduto le loro mercanzie, giocattoli “dismessi o usati”, le collezioni di giornalini, i giochi delle prime play station, pupazzi e bambole, il tutto su cavalletti e tavole fornite dall’organizzazione.Insomma un vero e proprio mercato fatto dai bambini e che, -ci teniamo, rimanga tale dichiara Renato Petra Presidente dell'Associazione organizzatrice- . che ha riempito la Via Strasburgo in ogni posto disponibile.
Anche momenti di musica con le scoppiettanti coreografie preparate da STELLA e ANGELA CANTELLI della SKATING ACADEMY . Ben 45 tra allievi e allieve delle varie categorie che hanno dato un “saggio” delle loro potenzialità tra piroette, assoli e di gruppo sulle note delle ultime hit, magicamente chiuse dalla campionessa europea NOEMI PROCACCI.
Non potevano mancare momenti sportivo/educativi con la installazione di un vero “mini ring” di pugilato costruito da ALBERTO FALASCA, ALESSANDRO e MUSSA' dove si sono esibiti la Scuola Pugilistica di Montesilvano ASD DI GIACOMO diretta da LUCIANO e LORENZO DI GIACOMO quest'ultimo già campione europeo della sua categoria. Sul ring hanno “girato” i maestri SERGIO DI SABATINO, LOREDANA NAPPO e MATTEO TUCCI insieme agli allievi delle varie categorie mostrando al pubblico delle vere “mosse di boxe” ma anche di difesa personale. Riconoscimenti in ricordo delle serate sono stati assegnati dall'Associazione Amare Montesilvano e dall'Assessore al Turismo ERNESTO DE VINCENTIIS a STELLA CANTELLI della SKATING ACADEMY , a BOGDAN D'YACHOK e FEDERICO LA SELVA campioni emergenti della ASD DI GIACOMO e a LUCIANO DI GIACOMO.
Diversi i bambini presenti che hanno avuto la possibiltà di potersi esibire sia sui pattini che sul ring.

Pescara. Bella cornice di pubblico per il primo raduno delle squadre Unibasket, tenuto ieri, 21 agosto, a Pescara. Presenti le tre ammiraglie del gruppo Unibasket: la serie B di coach Stefano Rajola, la serie C Gold che giocherà a Lanciano e allenata da coach Corà, la squadra Under 18 che sarà impegnata nel campionato nazionale che ha preso il nome di DNG. Molti dei protagonisti hanno salutato i presenti e spiegato le proprie ambizioni. Tanti interventi dei dirigenti e degli allenatori hanno dato le prime informazioni sul nuovo anno sportivo.

La pallacanestro chiama, i tifosi rispondono! Il 21 agosto, molti cittadini non sono ancora rientrati in città dalle vacanze, eppure, come spesso accade, il mitico campo di Stella Maris di Pescara si è popolato di sostenitori e di curiosi, per conoscere il nuovo roster e le nuove squadre che si sono formate.

Intanto, si intensificano i contatti tra la Pallacanestro Lanciano e l'Unibasket. Nei prossimi giorni si potranno avere maggiori dettagli in vista di una eventuale collaborazione.

Le foto e le interviste di rito hanno aperto la serata, con i ringraziamenti particolari agli Amici della Pallacanestro, al fotografo Giancarlo Del Sole, allo Speaker Riccardo Tacconelli e a Claudio.

Il presidente Carlo Di Fabio ha fatto gli onori di casa, accogliendo in questa cornice, così cara alla pallacanestro pescarese, la nuova struttura Unibasket. Carlo Valentinetti ha spiegato le sue sensazioni sul nuovo progetto e ha annunciato qualche sostanziosa novità sulla campagna abbonamenti.
Prima di passare la parola alle tre squadre di vertice del gruppo Unibasket, microfono a Fabio Di Tommaso, responsabile tecnico del settore giovanile della fascia Under13 - Under 16 (i più piccoli continueranno a lavorare nei settori giovanili di provenienza, mentre i più grandi lavoreranno nel gruppo della DNG).

Luca D'Onofrio ha spiegato le ambizioni del gruppo Under 18, impegnato in un campionato difficile e appassionante, passando poi la parola all'allenatore, il giovane Matteo Di Iorio che, dopo il titolo regionale dello scorso anno, farà questo ulteriore passo in avanti.

L'allenatore della serie C Claudio Corà ha spiegato il progetto della sua squadra e lo stesso ha fatto il dirigente frentano Valerio Di Battista. Parola poi a Cukinas, che in inglese ha voluto salutare tutto il pubblico, e al capitano Alex Martelli, che ha sposato il progetto Unibasket.

Coach Stefano Rajola ha spiegato le ambizioni della squadra pescarese impegnata in serie B, pronta a far innamorare i tifosi che affollano il Pala Aterno Gas&Power. Anche il presidente Carlo Di Fabio ha motivato la sua fiducia in questa squadra, al secondo anno di un cammino chiaro e definito. Tutti i senior della squadra adriatica hanno salutato il pubblico con un piccolo intervento e tutti sono apparsi molto motivati.

Il saluto a tutti i dirigenti impegnati in questo grande progetto e le parole del nuovo responsabile Marketing Massimilano Mattioli hanno chiuso l'evento, non prima di confermare al pubblico i rumors: il 22 e il 23 settembre Pescara sarà la sede di un importantissimo quadrangolare che vedrà in campo i Roseto Sharks, il Giulianova Basket 85, il Cuore Basket Napoli e l'Unibasket Pescara. Una squadra di A2 e tre squadre di B per una tappa fondamentale del precampionato del centro-Italia.

Adesso, tutte le squadre in palestra, pronte a sudare in vista di un nuovo entusiasmante campionato.

Silvi. Grande successo per l’Amministrazione Comunale il 20 agosto in Piazza dei Pini che oltre al grande comico Mino Abbacuccio a salire sul palco anche la bellissima e giovane cantante affermata Carol Maritato della The Mac Live Management, Stefano D’Alberto con il suo live show accompagnato dal duo musicale “Corde Tese”. Ora di seguito l'intervista al Sindaco Andrea Scordella e all'Assessore al Turismo Giuseppina Di Giovanni.

Sindaco Andrea Scordella:

Nonostante vi siete insediati nel mese di luglio scorso siete riusciti a metter su un ricco cartellone estivo. Immagino dietro c’è stato un grande lavoro di squadra...

"Sicuramente c’è stato dietro un grande lavoro di squadra grazie a tutta la Giunta e ai Consiglieri. Noi ci siamo insediati intorno alla metà di luglio e dunque abbiamo concentrato tutta una serie di eventi dalla fine di luglio e il mese di agosto. Il grande lavoro è stato quello di selezionare le migliori offerte che avevamo al momento con anche la sfortuna di avere poche risorse da destinare agli eventi estivi, in quanto Silvi veniva da quattordici mesi di commissariamento e dunque non c’è stata quella programmazione necessaria per far partire questa stagione estiva. Il grande lavoro, il grande merito è di tutti i ragazzi, soprattutto dell’Assessore al Turismo, è stato quello di riempire il cartellone, un ottimo palinsesto estivo che comunque ci ha permesso di far conoscere la nostra città, che ha iniziato a rivivere. Dunque l’importante è quello di aver soddisfatto i nostri cittadini e turisti e sicuramente migliorare il nostro lavoro per il prossimo anno".

Per il futuro di Silvi quali progetti avete in mente per il turismo?

"Silvi ha bisogno innanzitutto di programmazione nel settore turistico che è fondamentale per rilanciare questa cittadina. L’idea è quella di capire di quale natura e di quale turismo vuole vivere Silvi. Dobbiamo portare avanti un turismo di tipo familiare ma anche rivolto all’ambiente grazie al Parco Marino ed a un turismo anche sportivo perché abbiamo la possibilità di ospitare molti eventi attraverso anche un rilancio dei grossi impianti sportivi di cui Silvi è dotata. E l’idea è quella di seguire una strategia per riportare Silvi ad avere un turismo non soltanto ai mesi estivi ma creare un turismo ricreativo che vada da aprile a ottobre".

Assessore al Turismo Giuseppina Di Giovanni:

Come siete arrivati alla The Mac Live Management, agenzia che rappresenta diversi artisti?

"Sono stata contattata da alcuni amici che mi hanno consigliato la The Mac Live Management per la loro professionalità, ho dato un’occhiata agli eventi che avevano organizzato ed ho conosciuto il titolare Antonio Carlo Moccia una persona professionale e seria ed abbiamo deciso di organizzare questo bellissimo evento denominato Night of Stars".

Com’è caduta la scelta sul comico Mino Abbacuccio?

"Personalmente amo molto guardare trasmissioni divertenti, basate sulla comicità per cui ho preferito invece di fare un grande evento concentrato su un cantante ho voluto portare un comico perché mi sembrava una cosa divertente e magari più adeguata sia a tutta la popolazione di Silvi che ai turisti presenti. Mino mi era piaciuto, l’ho visto, poi me lo ha proposto anche Antonio il titolare dell’Agenzia e abbiamo deciso di portarlo e ne sono contentissima".

Titolare dell'Agenzia Antonio Carlo Moccia:

"Un semplice saluto da parte del titolare della The Mac Live Management Antonio Carlo Moccia?
Grazie per questa domanda, voglio semplicemente fare un ringraziamento a tutta l’Amministrazione Comunale di Silvi nella persona del Sindaco Andrea Scordella e all’Assessore al Turismo Giuseppina Di Giovanni che hanno creduto in me ed alla disponibilità del grande comico Mino Abbacuccio, di Carol, di Stefano D’Alberto e del duo musicale “Corde Tese”. Grazie di cuore".

Per info artistiche
https://www.facebook.com/The-MAC-LIVE-Management-1253066538042193/?ref=br_rs
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
themaclive.it/

Sulmona. Piazza  Garibaldi  gremita  di  gente,  l’aria  impregnata  di  emozione  e  risate  e  poi,   loro,  Gabriele  Cirilli,  Lorena  Bianchetti  e  Flavio  Insinna  protagonisti  del  “Premio  D’Amorosi  Sensi  Ovidio”,   seconda  edizione  svoltosi  ieri  sera  –  lunedì  13  agosto,  in  una  bellissima  notte  di  mezza  estate.      E  su  tutti,  la  gara.  Sono  il  regista  abruzzese  Ivan  D’Antonio  e  il  vignettista  sardo  Alvalenti  Filù  i  plurivincitori   del   Concorso   nazionale   a   tema   sull’amore,   ideato   da   Gabriele   Cirilli:   “Un’emozione   straordinaria,   colgo   l’occasione  per  ringraziare  i  miei  “sostenitori”  e  chi  mi  ha  aiutato  a  realizzare  questo  mio  sogno,  a  partire   dalla  sindaca  (dimissionaria)  Annamaria  Casini”.  La  vittoria  di  D’Antonio  è  stata  proclamata  da  una  giuria   composta  da  personaggi  del  mondo  dello  spettacolo  e  dell’imprenditoria;  quella  di  Filù  da  una  giuria  popolare.   Sul   palco,   insieme   a   loro,   anche   gli   altri   vincitori   selezionati   da   una   redazione   web.   Tra   i   giurati,   i   cantanti   Antonella   Bucci,   Silvio   Pozzoli   e   Mauro   Mengali,   il   regista   Claudio   Insegno,   l’attore   Nicola   Nocella,   l’imprenditore  Domenico  Santacroce,  il  fotografo  Paolo  Di  Menna,  il  cantante  Marco  Formichetti,  vincitore   della  prima  edizione  del  Premio,  e  la  giornalista  Elisabetta  Guidobaldi  dell’agenzia  Ansa.      La   rassegna,   dedicata   alla  parrocchia   San   Francesco   di   Paola   di   Sulmona,   ha   goduto   del  patrocinio   e   del   contributo   del   Comune   di   Sulmona   e   si   è   avvalsa   della   collaborazione   dell’associazione   “Insieme   Semplicemente”   nella   persona   del   presidente  Anselmo   Colarossi.   Il   “Premio   Ovidio”   ha   visto   coinvolto   la   fondazione  CARISPAQ  e  l’associazione  METAMORFOSI.      Nel  corso  della  serata  -­‐  si  stima  una  presenza  tra  le  3mila  e  le  5mila  persone  -­‐  non  sono  mancate  le  menzioni   speciali  per  i  personaggi  che  nel  corso  dell’anno  si  sono  distinti  per  un  atto  d’amore  verso  la  propria  regione.   Così  come  personaggi  non  abruzzesi,  ma  che  sono  legati  al  sociale  come  il  cantautore  Luca  Guadagnini  che  da   10   anni   porta   avanti   l’evento   “Rock   per   un   bambino”   in   favore   dell’Ospedale   Pediatrico   Bambino   Gesù   di   Roma,  e  aziende  come  Roche  Farmaceutica  per  il  progetto  legato  alla  sclerosi  multipla  #afiancodelcoraggio,   che  ha  ritirato  il  premio  Sara  Vinciguerra,  Head  of  Governmental    Affairs  di  Roche  e  segretario  della  giuria  del   concorso.        Ad  impreziosire  la  serata  e  lo  spettacolo  anche  altri  grandi  ospiti:  Quartetto  Piano  Piano,  gli  artisti  Umberto   Noto,  Giovanna  D’Angi,  Alfredo  Simeone  e  Luigi  Fiorenti,  direttamente  dal  “Cirque  su  Soleil”  Pippo  Crotti.   Sarà  presente  anche  l’attrice  Cinzia  Leone,  protagonista  insieme  a  Cirilli  di  uno  spot  per    dell’Abruzzo.           Comunicazione  Gabriele  Cirilli   Daniele  Mignardi  Promopressagency   Rif.  Stefano  Ghionni  -­‐  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.     Cell:  328  1413270  -­‐  www.danielemignardi.it 

Una giornata all’insegna dello sport, dell’ecologia e del divertimento, quella vissuta domenica 29 Luglio per la sesta edizione del Gran Sasso Bike Day. L'evento, inserito nel cartellone del Festival del Gran Sasso, ha portato sulla salita intitolata al grande "Marco Pantani"migliaia diamanti della natura. Un percorso di 35 km di strade chiuse al traffico, con un dislivello totale di 1100 metriche andava da Fonte Cerreto a Campo Imperatore.Panorami mozzafiato, neanche un veicolo a motore lungo il percorso, solo bici da corsa, mountain bike, tandem e biciclette con carello porta-bimbi per animare la manifestazione.
A promuovere l’evento, come negli anni scorsi, è stata l’associazione sportiva “Bike 99”, sostenuta dall’Associazione culturale “Assergi Racconta”, con il patrocinio del Comune dell’Aquila, dell’Ente Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e dalla Croce Rossa.
Nessun limite di età per i partecipanti, il più anziano superava gli 80 anni… il più giovane, Filippo, di soli 15 mesi, portato amorevolmente sulla bici della mamma con l’apposito carrellino.
Lungo il percorso erano presenti tre punti di ristoro allestiti dalla Protezione Civile.
Grandissima è stata la partecipazione anche grazie alla promozione del Centro Turistico che ha dato la piena adesione alla manifestazione.
Il Centro Turistico Gran sasso ha dato la piena adesione alla manifestazione, favorendo con prezzi ridotti l’utilizzo della funivia. Il piazzale Simoncelli, era strapieno di automobili e più di 1000 persone hanno utilizzato la funivia per salire a Campo Imperatore.
Tanti i partecipanti alla ciclopedalata di 115 km per i Borghi che ha toccato Santo Stefano di Sessanio, Calascio, Castel del Monte per poi attraversare tutta la piana di Campo Imperatore e far ritorno a Fonte Cerreto. Tra gli stand montati per l'occasione a Fonte Cerreto, il pasta party offerto dall'Amministrazione Separata Beni Usi Civici di Assergi e sapientemente cucinatodagli Alpini di Camardaha avuto grande successo.Inoltre, escursioni a piedi e mercatini dell'artigianato locale hanno completato l’evento. L'associazione “Bike 99”, attraverso queste manifestazioni ed il merchandising (anche attraverso le magliette degli organizzatori), ha voluto promuovere la cultura e la conoscenza del ciclismo come sport sano attivando, inoltre, anche un discorso condiviso con tutti gli altri utenti della strada nell'ottica del reciproco rispetto al fine di mantenere sempre alta la sicurezza stradale.

Pescara. A conclusione della 45^ edizione dei Premi Internazionali Flaiano che ha visto sfilare sul palcoscenico di Piazza della Rinascita a Pescara giornalisti, scrittori, studiosi e protagonisti dell’ultima stagione teatrale, televisiva e cinematografica, il bilancio è più che positivo. Migliaia di persone hanno affollato la piazza principale della città per seguire la cerimonia di consegna dei Premi che in un’unica serata ha visto la partecipazione di tantissimi volti noti del mondo della cultura e dello spettacolo: dal maestro della luce Vittorio Storaro (più volte premio Oscar) a Ferzan Ozpetek, da Elena Sofia Ricci ad Ennio Fantastichini, magistrali interpreti teatrali che, con i loro spettacoli in giro per l’Italia, hanno registrato quasi ovunque il tutto esaurito ed ancora le giornaliste ed inviate Rai e Mediaset Giovanna Botteri, Maria Cuffaro e Gabriella Simoni, Monica Guerritore, Massimo Popolizio e poi la prolifica scrittrice di gialli storici Ben Pastor, fino ai nuovi volti dello spettacolo tanto amati dai giovani come Alessandro Cattelan, Mika, Francesco Montanari sono soltanto alcuni dei tanti protagonisti che hanno reso straordinaria la serata conclusiva del 45° Flaiano. Memorabili sono stati anche i giorni immediatamente antecedenti la premiazione, del 45° Flaiano Film Festival che ha registrato un’altissima partecipazione di pubblico: 5000 presenze in una sola settimana, con una media di 600 persone al giorno così come sottolineato nel bilancio del Direttore Artistico del Festival, Riccardo Milani. Molto seguito il Concorso Mibact-Flaiano Opera Prima di cui il pubblico e la giuria popolare di 100 spettatori ha particolarmente apprezzato la varietà di temi e generi affrontati dai cinque film in gara: “Favola” di Sebastiano Mauri; “La terra dell’abbastanza” dei fratelli D’Innocenzo; “Dopo la guerra” di Annarita Zambrano; “Gli asteroidi” di Germano Maccioni; “L’età imperfetta” di Ulisse Lendaro.

Prodotto da Palomar e Rai Cinema, distribuito da Nexo Digital, il film vincitore, "Favola" di Sebastiano Mauri, protagonista uno strepitoso Filippo Timi, ha trionfato per l’originalità della scelta visiva e narrativa, trattando temi importanti quali la tolleranza, l’amore e la diversità. In conclusione si può certamente affermare che il programma del Festival, nell’insieme delle sue rassegne è stato apprezzato dal pubblico, con punte significative per “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino in versione originale, “Napoli velata” di Ferzan Ozpetek, “Come un gatto in tangenziale” di Riccardo Milani, a dimostrazione del fatto che il cinema italiano, presente trasversalmente in tutte le sezioni, ne è uscito assoluto vincitore.

 

Pagina 1 di 13

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione