Rubrica

Rubrica (124)

Pescara. Torna domani, l'appuntamento con "Di palo in frasca", programma condotto da Francesco Rapino (Francois Rapin), Giuseppe Mrozek (mister Giuseppi) e Fabrizio Manili (Sor Patrizio).
Nel corso della puntata parleremo delle tematiche più disparate a partire dall'attualità e dagli ultimi accadimenti.

Pescara. Torna oggi, come ogni giovedì, l'appuntamento con "Di palo in frasca", programma condotto da Francesco Rapino e dagli amici Giuseppe Mrozek e Fabrizio Manili.
Puntata assolutamente da non perdere, avremo infatti ospiti, tra le interviste, due grossi personaggi: ELIO (DI ELIO E LE STORIE TESE) ed ALVARO VITALI.

Pescara. Torna l'appuntamento con "Di palo in frasca", programma condotto da Francesco Rapino e dagli amici Giuseppe Mrozek e Fabrizio Manili.
Tra gli argomenti del giorno il vocalist dei Rocky Horror, Giovanni "Justice" Placido, ci parla del nuovo lavoro discografico e del suo gruppo. Poi Attilio Alessandro Ortolano, torna a parlarci del suo romanzo Bellezza e crudeltà.
Ovviamente non mancano musica e divertimento con le solite "grasse" risate.

Pescara. È tornato l'appuntamento con "Di palo in frasca", programma condotto da Francesco Rapino e dagli amici Giuseppe Mrozek e Fabrizio Manili.
In questa puntata si parte con l'intervento telefonico dell'amico Paolo Basile. Poi si parla della consegna della copia informatizzata dell'inventario dei beni storici e artistici della Curia di Chieti alla Soprintendenza con le interviste all'arcivescovo Bruno Forte e alla funzionaria della Soprintendenza, Anna Colangelo. Infine si passa al Gran Concerto Sinfonico con le interviste ai maestri Sergio Rendine e Giuseppe Fabrizio.

Editoriale

 

Pescara. In un momento storico come quello attuale, nel quale la tanto agognata verità viene rilasciata, predetta e consegnata all'opinione pubblica con assoluta certezza del suo essere intrinsecamente vera, per l'appunto, richiede particolare attenzione il concetto di post-verità. Non è certamente un caso se l'Oxford English Dictionary ha deciso di eleggere post-truth come parola dell'anno 2016. L'anno che ci siamo appena lasciati alle spalle ha infatti visto trionfare, almeno nel periodo di avvicinamento alla data del voto, il concetto di post-verità nei tre principali macro appuntamenti elettorali (in ordine cronologico Referendum in Gran Bretagna inerente la Brexit, elezioni politiche americane e Referendum costituzionale in Italia). Analizzando, a bocce ferme ed a risultati acquisiti, le varie notizie circolate sul Web nei giorni precedenti il voto è evidente l'enorme immissione di notizie completamente false ma che, spacciate per autentiche, sono in grado di influenzare una parte dell'opinione pubblica. Certo è che la leggenda metropolitana, la bufala, la post-verità, giustappunto, è sempre esistita e probabilmente esisterà sempre; ma è altrettanto vero che attualmente ha raggiunto e raggiunge un numero incredibilmente cospicuo di persone influenzabili, in particolare sull'enorme piattaforma del Web che è il grande dominatore del nostro tempo. La medicina per sconfiggere il male della menzogna beh, per quanto ci riguarda, nessuno ce l'ha! Se affermassimo il contrario, infatti, cadremmo per primi nella “trappola” della post-verità, che ha come prerogativa proprio il concetto di possedere la verità assoluta ed inconfutabile. E allora ancora una volta i maestri (quelli autentici) di un passato neanche troppo distante ci vengono in soccorso. “Basterebbe” (le virgolette rappresentano tutta la difficoltà di farlo nel periodo storico attuale), a cominciare da chi è deputato a fare informazione, a tutti i livelli ed in tutte le modalità possibili, applicare quel principio di falsificabilità tanto efficacemente messo a punto da K. R. Popper nel secolo precedente, secondo il quale solo ed esclusivamente le affermazioni che possano essere indipendentemente confutate appartengono all'ambito della scienza, senza andare a scomodare con ciò la libertà di parola e le libertà individuali ma invitando a riflettere su quanto si afferma; specialmente se consapevoli dell'impatto mediatico che determinate notizie possono avere.

Pescara. Torna l'appuntamento con "Di palo in frasca, programma condotto da Francesco Rapino e dagli amici Giuseppe Mrozek e Fabrizio Manilii. Si tratta dell'ULTIMA PUNTATA DELL'ANNO.
Nell'arco della puntata ci sarà l'intervento di Francesco Colagreco, poi si parlerà con l'encomio ricevuto in Comune a Francavilla da Marco Cileo dopo aver percorso l'Italia a piedi per promuovere la raccolta sangue Avis (oltre a lui ascolteremo il presidente dell'Avis cittadina, Giovanni Angelucci) ed infine si parlerà del programma artistico della stagione artistica del Teatro Marrucino di Chieti con l'intervista a Federico Fiornza, presidente dell'Acs.

Pescara. A pochi giorni dal Natale, come ogni giovedì alle 16.30 Su Studio Uno Abruzzo (e succesivamente su Metropolitan), l'appuntamento con "Di palo in frasca", programma condotto da Francesco Rapino e dagli amici Giuseppe Mrozek e Fabrizio Manili.
Tra gli argomenti del giorno il progetto "Sulle ali della libertà" con le interviste all'assessore alle Politiche Sociali del Comune di Pescara, Antonella Allegrino, e al direttore della Casa Circondariale di Pescara, Franco Pettinelli; lo Street Fest che si è volto nei giorni scorsi a Pescara con le interviste all'assessore al Turismo e ai Grandi Eventi del Comune di Pescara, Giacomo Cuzzi, e ello chef Cristiano Neri; ed infine la consegna di un'asta porta flebo alla Pediatria dell'Ospedale di Chieti da parte dell'asociazione Erga Omnes e della Protezione Civile Valtrigno, con le interviste al presidente della Erga Omnes Pasquale Elia, al responsabile della Valtrigno, Marco Rosati, e alla coordinatrice infermieristica di Pediatrica, Paola Sabbion.
Ovviamente non mancano musica e divertimento con le consuete "grasse" risate.

Pescara. Torna domani, come ogni giovedì, a partire dalle 16.30 su Studio Uno Abruzzo (e successivamente su Metropolitan), l'appuntamento con "Di palo in frasca", programma condotto da me e dagli amici Giuseppe Mrozek e Fabrizio Manili.
Tra gli argomenti del giorno lo spettacolo teatrale "Cettèo", con el interviste alla regista Franca Arborea e alla presidente dell'associazione "Per amore e per diletto", Giulia Tarquini; la consegna di un rosone d'oro al Comune di Amatrice con le interviste all'orafo artigiano Leonardo Landolfo Orafo, al sindaco di Francavilla, Antonio Luciani e al vicesindaco di Amatrice, Gianluca Carloni; ed infine il Capodanno Amicizia 2017 di Montsilvano, con le interviste all'assessore al Turismo del Comune di Montesilvano, Ernesto De Vincentiis, al consigliere comunale, Anthony Aliano, al vicepresidente di Federalberghi Pescara, Adriano Tocco, e agli organizzatori Alex Anconitano, Pietro Kus, e Rinaldo Di Meo.
Ovviamente non mancheranno musica e divertimento con le solite "grasse" risate. Vi aspettiamo.

Pescara. Anche nel giorno dell'Immacolata Concezione è andata in onda su Studio Uno Abruzzo la puntata di "Di palo in frasca", programma condotto da Francesco Rapino, Giuseppe Mrozek e Fabrizio Manili.

Tra gli argomenti la premiazione del Pescara Calcio a 5 in Comune dopo la vittoria della Supercoppa Italiana, gli addobbi natalizi per le attività commerciali realizzati dai detenuti della Casa Circondariale di Chieti e gli eventi natalizi di Francavilla e Pescara.

Vi riproponiamo la puntata qui su Metropolitan. Buon divertimento.

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione