Articoli filtrati per data: Sabato, 18 Marzo 2017

Pescara. Genitori, zii e nonni hanno condiviso la loro gioia per una nuova vita, nella Sala Consiliare del Comune, in occasione della cerimonia di “Benvenuto ai nuovi nati del mese di febbraio”, ideata dall’Assessorato alle Politiche Sociali per sostenere le famiglie e accogliere, con un affettuoso saluto, l'ingresso nella comunità di nuovi, cittadini. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con associazioni del terzo settore e partner privati, come Auchan Aeroporto, sostenitore del progetto. Anche in questa occasione, come nello scorso mese di febbraio, bimbi , genitori e parenti hanno trovato ad accoglierli il sindaco Marco Alessandrini e l’assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino, che hanno consegnato ai genitori una simbolica carta di identità, un pieghevole informativo sui servizi comunali dedicati alle famiglie e una valigetta contenente prodotti per l'infanzia. Il prossimo appuntamento sarà il 22 aprile prossimo per i nati di marzo.

Il benvenuto ha riguardato: Adele Gabrielli, Chiara Kola, Lina Mazza, Jasmine Giannetti, Andrea Palladinetti, Asia Asllani, Diletta Giancaterina, Daniel Midiri, Luca Recinella, Francesca Ziccardi, Lorenzo Visconti, Cristian Fosa, Gabriel Fonte.

“E’ bello vedere in questa sala tanti bambini e le loro famiglie – ha affermato il sindaco Marco Alessandrini – Questa iniziativa serve èer manifestare vicinanza a chi arriva e a chi lo accoglie ed è nata anche per informare genitori e chi li sostiene che questo particolare stato della vita di ognuno ha delle tutele, dei servizi che la Pubblica Amministrazione riconoscere proprio per supportare i nuovi nuclei e seguirli nella loro crescita. Auguri a questi bambini e a quelli che verranno”.

“E’ molto emozionante condividere la felicità per la nascita di un nuovo bambino - ha aggiunto l’assessore Antonella Allegrino - E’ una festa ma anche un momento per riflettere sul valore della vita, della famiglia, della solidarietà e della fratellanza. Non a caso abbiamo inserito questi valori nel facsimile di cartà d’identità che viene donato ad ogni neonato.E’ un modo per augurare loro una buona vita e invitare le famiglie a collaborare con l’Amministrazione Comunale per far crescere una città veramente accogliente, inclusiva e solidale”. Anche in questa occasione sono stati distribuiti i pieghevoli che illustrano i servizi che il Comune garantisce per sostenere i nuclei familiari, proteggere e tutelare i minori in condizioni di fragilità. “Servizi – ha aggiunto Allegrino – che sono sempre più articolati per rispondere alle esigenze delle famiglie e supportarle sia nella loro funzione educativa sia quando si trovano ad affrontare momento di difficolta”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Montesilvano. «Inizieranno a giorni i lavori per la realizzazione di un camminamento attrezzato nel parco “Giovanni e Francesca Falcone”, l’area verde di via Cavallotti». Lo annuncia l’assessore al verde Pubblico Ernesto De Vincentiis, che spiega: «Nei giorni scorsi la ditta che si occuperà dei lavori ha eseguito sul posto delle prove colore sull’asfalto. Il camminamento, infatti, riproduce un vero tricolore, in omaggio al giudice Falcone e sua moglie Francesca a cui il parco è intitolato. L’impresa ha quindi testato direttamente sul posto tenuta e intensità delle colorazioni, in un piccolo tratto per poi procedere alla realizzazione di tutta la pista che avrà una lunghezza di circa 175 metri».

L’opera, affidata alla ditta Sfamurri Claudio di Montesilvano oltre al camminamento prevede l’installazione di panchine, cestini porta rifiuti e spegni sigarette. Il percorso, secondo il progetto elaborato dall’UTC del settore Lavori Pubblici del Comune, terrà conto dei cancelli di uscita dai cortili condominiali e dei pannelli di ispezione per la manutenzione della rete dei sottoservizi. L’area verrà inoltre dotata di un impianto di illuminazione ed ulteriormente valorizzata da opere a verde. Il progetto, per un importo complessivo di 67.000 euro, include anche altri due lotti relativi alla realizzazione di una nuova recinzione presso i giardini di via Spagna e al potenziamento dell'arredo del parco Guy Moll con nuovi giochi per bambini.

«Questo intervento - dice ancora l’assessore - oltre ad essere un arricchimento per il decoro cittadino perché vede la riqualificazione di un’area ha un valore aggiunto perché è ulteriormente supportato dal prezioso contributo di cittadini attivi che, mediante lo strumento del regolamento sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani, si occuperanno, una volta conclusa la sua realizzazione, di piccole manutenzioni dell’area».

Nel quartiere infatti si è costituito il comitato Queen Park che riunisce 60 famiglie dei complessi condominiali della zona ed è guidato da Emiliano Clivio. Il Comitato abbellirà ulteriormente l’area e si occuperà della cura del quartiere anche grazie al supporto di sponsor.

Pubblicato in Cronaca

Montesilvano. Prosegue l’attività di concertazione con le associazioni attive sul territorio a supporto di persone con disabilità per la modifica e l’aggiornamento del regolamento comunale degli interventi e dei servizi sociali, che risale al 2003.

Nel corso dell’ultima riunione del tavolo della disabilità, uno dei forum tematici attivati dall’Amministrazione Comunale di Montesilvano, i rappresentanti delle associazioni hanno presentato osservazioni e modifiche al regolamento. «Si tratta - afferma il sindaco Francesco Maragno - di proposte molto operative e pratiche proprio perché elaborate da chi vive quotidianamente la condizione della disabilità. Abbiamo recepito tali suggerimenti perché qualificati, affini al regolamento predisposto dall’Amministrazione e di grande valore poiché provenienti da cittadini attivi che si stanno dando da fare per migliorare i servizi in favore di questa fascia della nostra popolazione».

Il regolamento così come modificato grazie all’apporto delle associazioni approderà sul tavolo della Commissione Sanità per il suo esame e infine in Consiglio Comunale per l’approvazione.

Tra le principali novità introdotte proprio nell’ambito delle riunioni del tavolo della disabilità, la prosecuzione della concertazione con le associazioni in merito alle attività sul piano socio - sanitario. «Quanto emerso nel corso di questi incontri - dice ancora il sindaco - è l’apprezzamento da parte di queste associazioni dello strumento del forum e la necessità di proseguire in questo percorso di collaborazione e di comunicazione continua, tempestiva ed efficace con le associazioni al fine di raggiungere in maniera capillare tutto il complesso mondo della disabilità».

Nel corso della riunione le associazioni hanno presentato anche ulteriori osservazioni che dovranno essere inserite nell’ambito di un protocollo di intesa che dovrà essere sottoscritto tra Comune e Asl e per il quale verrà convocata una conferenza di servizi.

Pubblicato in Politica

Ripa Teatina. Sarà inaugurata il prossimo 22 marzo alle ore 18, in occasione dei festeggiamenti della Madonna del Sudore, l’omonima gradinata che da via Nicola Marcone, adiacente al municipio, conduce alla Parrocchia San Pietro Apostolo. La scalinata è stata oggetto di un’opera di riqualificazione nell’ambito del progetto “6000 Campanili”. “Si tratta dell’opera più rappresentativa del programma di interventi”, commenta il sindaco Ignazio Rucci. Per la cerimonia di inaugurazione, infatti, saranno presenti l’Arcivescovo di Chieti-Vasto Padre Bruno Forte, il Sottosegretario alla Giustizia Sen. Federica Chiavaroli, il Presidente della Regione Abruzzo Dott. Luciano D’Alfonso e l’Assessore regionale ai lavori pubblici Dott. Donato Di Matteo. Il taglio del nastro sarà preceduto dal tradizionale giro della banda di Ripa Teatina per le vie del paese e dall’inaugurazione dell’opera scultorea, appositamente realizzata dal Maestro Giuseppe Liberati,sotto il porticato del municipio, accanto alla gradinata, e dedicata alle bellezze architettoniche del paese. Alle ore 19.00 Santa Messa nella Chiesa di San Pietro Apostolo e alle ore 21.00, all’interno della Sala Polivalente comunale, si terrà il concerto degli “Ottoni di Claudio”, con la partecipazione del tenore Nunzio Fazzini.

Pubblicato in Cronaca

Pescara. “I dati delle analisi sulle acque del mare e del fiume svolte dall’ARTA, a seguito di una specifica attività assunta con il Comune di Pescara, confermano il trend positivo sul tema della balneazione".
Così in una nota il vicesindaco di Pescara e assessore al Demanio e Lavori Pubblici, Enzo Del Vecchio, che aggiunge: "La tornata di campionamento eseguita lunedì 13 marzo scorso sui punti relativi alla balneazione di: Via Balilla, Teatro D’Annunzio e Fosso Vallelunga ci consegnano valori di CONFORMITA’ per gli ultimi due punti mentre rimane una criticità per il punto di prelievo di Via Balilla. In termini numerici l’ARTA ha riscontrato i seguenti valori: L’analisi della qualità delle acque ai fini della balneazione hanno rappresentato per l’Amministrazione Alessandrini una sfida importante che presuppone un monitoraggio anche pre-stagione balneare, com’è accaduto in questo caso e com’è avvenuto anche lo scorso anno, proprio per poter individuare le eventuali anomalie e criticità e poter intervenire laddove le verifiche mostrino elementi di non conformità.
Un metodo di lavoro che abbiamo condiviso con l’ARTA Abruzzo, il soggetto scientifico regionale che con grande professionalità e spirito di collaborazione non ha mai fatto mancare il suo pieno e competente apporto e che ci ha consentito di poter risalire alle molteplici situazioni di illegittimità causate dagli scarichi anomali o abusivi riscontrati lungo il corso d’acqua del fiume Pescara e lungo i canali di scolo che sfociano in mare, situazioni che incidono in maniera determinante sul tema della qualità delle acque di balneazione.
Proprio per questo la strategia seguita nella fase pre-stagione balneare, suggerita dalla stessa ARTA che si farà carico di svolgere tornate di campionamento ogni lunedì e fino a metà mese di aprile, è quella di monitorare i punti di campionamento a nord ed a sud del fiume Pescara (Via Balilla e Teatro D’Annunzio) ed a ridosso del Fosso Vallelunga.
Una lettura attenta di questi dati evidenzia la positività degli stessi ai fini della balneazione in linea con gli ultimi dati elaborati nel corso della seconda parte della stagione balneare 2016, ma segnano anche il rinnovarsi della criticità sul punto di Via Balilla che, evidentemente, sconta la presenza della diga foranea e delle correnti di ritorno che si generano dalla stessa rispetto al deflusso delle acque del fiume.
Ed infatti, i valori dell’Escherichia coli lungo l’asta fluviale sono indicatori di un malessere che, seppur affrontato con decisione negli ultimi due anni, attraverso la captazione di tutti gli scarichi golenali e la chiusura di quelli abusivi, abbisogna di un supplemento di indagini e controlli per riconsegnare anche alla qualità dell’acqua del fiume e al suo ambiente la salubrità da tutti attesa.
In questo scenario non dimentichiamo l’interesse e le azioni poste in essere dalla Regione Abruzzo attraverso il finanziamento delle opere di disinquinamento del fiume e del potenziamento degli impianti di depurazione di tutti i Comuni che gravitano lungo il fiume Pescara. Attività per cui il Comune ha assunto un ruolo attivo, mai avuto prima e che continueremo ad avere finché non si arriverà ad una soluzione per il fiume, il mare e i comparti collegati che danno forza economica alla nostra città”.

Pubblicato in Cronaca

L'Aquila. Si scuotono i muri della Regione Abruzzo per le inchieste sugli appalti regionali che hanno investito gli uffici della Giunta. In Abruzzo il terremoto è anche giudiziario e travolge, più o meno, tutti i piani della Regione. In quest’ottica risulta ancora più indispensabile adottare ogni misura prevista per combattere il fenomeno della corruzione nella pubblica amministrazione. Ecco perchè stride il mancato aggiornamento da parte della Regione Abruzzo del Piano triennale di prevenzione della corruzione per il triennio 2017/2019, previsto entro il 31 gennaio 2017 , come da Art. 1 della Legge 190/ 2012.

Una mancanza che non passa inosservata al M5S che ha presentato, a firma del Consigliere regionale Domenico Pettinari, un esposto all’Anac proprio per accertare se di fatto c’è stata inadempienza da parte dell’Ente nell’approvazione dell’aggiornamento del Piano e se vi siano comportamenti da sanzionare. Infatti, nello specifico la stessa legge prevede sanzioni che vanno da un minimo di 1000 euro ad un massimo di 10mila euro nei confronti della Giunta inadempiente.

LA DRAMATICA SITUAZIONE DEI PIANI ANTICORRUZIONE IN ITALIA.

Il problema della corruzione nel Paese, e in particolar modo nella Pubblica Amministrazione – dichiara Domenico Pettinari -, appare come una vera e propria emergenza sociale. I pubblici dipendenti di ogni ordine e grado possono essere sottoposti, per i loro doveri d'ufficio a tensioni e sollecitazioni, il cui contrasto merita di essere rafforzato con iniziative coordinate con la normativa vigente. Il danno prodotto dal sistema illegale della corruzione incide pesantemente e negativamente sull'efficienza della Pubblica Amministrazione concorrendo a determinare un imponente quanto ingiustificato aumento della spesa pubblica con le negative ricadute economiche e fiscali che questo comporta. La corruzione costa ogni anno circa 30 miliardi di euro.

L’Anac ha svolto una ricerca su 1911 amministrazioni per il triennio 2015/2017 il quadro che ne esce è allarmante. Lo studio ha incentrato la valutazione sulla qualità del processo di gestione del rischio, sulla programmazione delle misure di prevenzione e sul coordinamento o integrazione con altri strumenti di programmazione.

Analizzando questi parametri il dato più critico risulta essere l’analisi del contesto esterno, ovvero una mappatura degli interlocutori ed i temi trattati dagli stessi nelle amministrazioni. Questo dato, tutt’altro che secondario, risulta insufficiente o inadeguato nel 96,52% dei PTPC analizzati (addirittura assente nell’84,46% dei casi). Pertanto le amministrazioni risultano inadeguate a leggere ed interpretare le dinamiche socio-territoriali e di tenerne conto nella redazione del PTPC.

L’analisi del contesto interno, ovvero come avvengono i procedimenti amministrativi, attraverso l’analisi dei processi organizzativi (mappatura dei processi), pur essendo meno critica della precedente fase, risulta tendenzialmente non adeguata. Nel 73,9 % dei casi l’analisi dei processi presenta una bassa qualità ed analiticità.

Altro dato critico è quello relativo al trattamento del rischio che è risultato adeguato solo nel 37,72% dei PTPC analizzati. La qualità della programmazione delle misure di prevenzione, che indica la capacità delle amministrazioni di identificare e programmare gli interventi organizzativi finalizzati a ridurre il rischio corruttivo nell’amministrazione, è risultata prevalentemente insufficiente, in media nel 77% dei Piani analizzati.

Il livello di coinvolgimento degli attori interni ed esterni, utile alla migliore qualità del processo di gestione del rischio, e le azioni di accompagnamento per la predisposizione del PTPC risultano particolarmente critici. Infatti il coinvolgimento degli attori esterni è risultato assente nel 55,38%, quello degli attori interni inadeguato nel 61,25% delle amministrazioni. Anche la qualità delle azioni di accompagnamento, sensibilizzazione e formazione poste in essere per la realizzazione del Piano sembra essere sostanzialmente bassa nel 75,98% dei casi .

L’impegno dei soggetti nella valutazione dei ruoli e delle responsabilità relative al sistema di anti corruzione risulta carente nel 75,22% dei PTPC analizzati

 

 

I 13 PASSI VERSO L’ANTICORRUZIONE DEL M5S PER LA REGIONE ABRUZZO

 

 

1) un'analisi di tutte le aree di attività ed una mappatura esaustiva di tutti i processi;

 

2) Adozione di tutti gli interventi necessari riguardanti l’imparzialità oggettiva (volte ad assicurare le condizioni organizzative che consentono scelte imparziali) e l’imparzialità soggettiva del funzionario (per ridurre i casi di ascolto privilegiato di interessi particolari in conflitto con l’interesse generale);

 

3) L’Assicurazione dell’integrità morale dei funzionari pubblici e la trasparenza d’azione ed organizzazione della Pubblica Amministrazione;

4) Realizzazione di un lavoro di autoanalisi organizzativa per l’individuazione di misure di prevenzione della corruzione, concepito NON come adempimento a sé stante, ma come una politica di riorganizzazione da conciliare, in una logica di stretta integrazione, con ogni altra politica di miglioramento organizzativo;

5) L'effettiva rotazione degli incarichi negli uffici preposti allo svolgimento delle attività nel cui ambito è più elevato il rischio che siano commessi reati di corruzione;

6) Redazione del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione annuale coinvolgendo anche componenti delle forze politiche di minoranza;

 

7) Analisi dei i settori principali e strategici dell’Ente più esposti a fenomeni corruttivi (Appalti ed Opere Pubbliche, Contabilità Pubblica, Appalti e Forniture di Beni e Servizi).

8) Approfondire l’analisi degli aspetti cruciali indicati dal PNA, ossia: trasparenza, conflitto di interessi, incompatibilità dei pubblici dipendenti, conferimento incarichi, tempi dell’azione amministrativa;

9) Potenziare i controlli ed il supporto al Responsabile Prevenzione Corruzione;

10) Attivare un concreto processo di responsabilizzazione dei Dirigenti;

11) Attuare un monitoraggio costante del PTPC.

12) Condurre in modo univoco e dettagliato le direttive dell’Autorità Nazionale Anticorruzione istituendo una Commissione Consiliare specifica per analizzare i fenomeni corruttivi nel rispetto delle normative vigenti.

13) Esaminare il livello di informatizzazione dei processi per consentire la tracciabilità dello sviluppo del processo e ridurre quindi il rischio di “blocchi” non controllabili con emersione delle responsabilità per ciascuna fase;

 

UFFICIO TRASPARENZA ED ANTICORRUZIONE

Per rendere questi 13 passi una concreta strada verso l’anti corruzione in Regione Abruzzo, il M5S chiederà attraverso una Risoluzione, depositata nei prossimi giorni in consiglio regionale, l’istituzione di un UFFICIO PER LA TRASPARENZA E L’ANTICORRUZIONE che senza costi aggiuntivi per l’Ente, avrà il compito di far rispettare nella Regione Abruzzo le direttive dell’Autorità nazionale Anticorruzione nell’analisi dei fenomeni corruttivi anche affiancando il Responsabile della prevenzione della corruzione. Questo Paese, conclude Domenico Pettinari, ha bisogno di prendere una strada radicalmente diversa da quella percorsa fin ora, iniziamo da piccoli passi.

Pubblicato in Politica

Fossacesia. Arriverà entro settembre a Fossacesia la fibra ottica che coprirà quasi tutto il territorio comunale. Questo è quanto è emerso a seguito di un incontro che si è tenuto questa mattina a Fossacesia alla presenza del Sindaco Enrico Di Giuseppantonio, del Consigliere alla Promozione di Fossacesia Città Digitale Lorenzo Santomero, del Responsabile Access Operations Abruzzo e Molise della Tim Francesco Gentile, di Marco Pasini della Tim e del Responsabile del Servizio Informatico del Comune, Domenico Moretti. “L’Amministrazione Comunale è assolutamente soddisfatta di questo importante risultato che porterà Fossacesia in linea con gli standard europei sulla digitalizzazione dell’Italia – dichiara il Sindaco Enrico Di Giuseppantonio – e sin da ora offre la totale disponibilità all’Azienda per velocizzare al massimo il raggiungimento del traguardo”. L’arrivo a Fossacesia della fibra ottica porterà grandi vantaggi ai cittadini, alle attività produttive, a tutte le aziende del territorio perché dagli attuali 20 mega si passerà ai minimo 100 Mbits, rendendo la trasmissione dati via internet molto più veloce e quindi efficiente. “Abbiamo chiesto alla Tim, che abbiamo ringraziato, di coprire con la fibra ottica l’intero territorio cittadino – dichiarano il primo cittadino Enrico Di Giuseppantonio e il Consigliere delegato Lorenzo Santomero – così da offrire a tutti i cittadini un servizio di qualità che renda loro attività informatica più facile”. La scelta da parte della Tim di portare la fibra ottica a Fossacesia è stata dettata dall’importante vocazione turistica riscontrata sul territorio e quindi dal voler fornire, da parte dell’Azienda un servizio in un territorio economicamente appetibile. La fibra ottica, infatti, migliorerà notevolmente le prestazioni internet sul territorio, consentendo di accedere a contenuti video di particolare pregio, di fruire di contenuti multimediali contemporaneamente su smartphon, tablet e smart tv, di accedere, per quanto riguarda le imprese, a soluzioni professionali più all’avanguardia, di abilitare applicazioni innovative, come ad esempio la videosorveglianza.

Pubblicato in Cronaca

Lanciano. Sarà Dodi Battaglia, lo storico chitarrista dei Pooh appena uscito da un tour straordinario, l’artista che si esibirà a Lanciano nella seconda serata delle Feste di Settembre, il 15 settembre prossimo.

D’altra parte il presidente delle Feste di Settembre 2017, Maurizio Trevisan, l’aveva annunciato in occasione della conferenza stampa di presentazione della sua candidatura: “Porterò a Lanciano i grandi nomi del panorama musicale nazionale”.

E Dodi Battaglia, dal 1968 componente di una delle band più longeve e di maggior successo della musica italiana, rispecchia perfettamente questa intenzione.

“Battaglia – con cui sono in contatto già da settimane – conferma Trevisan – porterà a Lanciano il grandissimo mondo dei Pooh. E’ un chitarrista straordinario, un musicista di grande effetto, ma è anche un artista trasversale, capace di raccontare, con la sua voce e chitarra, la storia della musica italiana, quella appunto narrata in oltre cinquant’anni dai Pooh”.

Battaglia si esibirà venerdì 15 settembre, giorno della Festa patronale, e regalerà ai Lancianesi uno straordinario spettacolo di piazza.

Ma non sarà l’unico artista a rallegrare il clima del Settembre lancianese. “Siamo in dirittura d’arrivo – aggiunge Trevisan – anche con la chiusura dei contratti per le esibizioni del 13 e 14 settembre, oltre ovviamente alla serata conclusiva del 16, e continueremo a mantenere la promessa (già rispettata con Battaglia) di riportare a Lanciano la grande musica. A breve – conclude il presidente delle Feste di Settembre – organizzeremo una conferenza stampa per annunciare il programma completo della quattro giorni di festa e posso già anticipare che in quell’occasione ci saraà una grande sorpresa”.

Pubblicato in Cultura e eventi

Chieti. “Aggressivi e concentrati” questo è il mantra che per tutta la settimana coach Bartocci ha ripetuto ossessivamente ai suoi. L’amarezza per la debacle di Treviso brucia ancora l’anima delle Furie che intendono e possono cancellarla solo con una vittoria nel derby. Il capitano Luigi Sergio, alla vigilia della partita più importante della stagione, si fa interprete dell’umore e dello stato d’animo di tutto lo spogliatoio biancorosso: “A questo punto del campionato è vietato nascondersi. Siamo arrivati al rush finale e per tutti noi è di vitale importanza essere uniti e pensare da squadra. In queste circostanze a volte, anche per troppa generosità, si tende a prendere iniziative personali e a non avere pazienza. Questo va assolutamente evitato! A Treviso ci siamo disuniti cercando di rispondere con giocate singole e sappiamo come è andata a finire. Dobbiamo pensare come un’unica entità e metter in campo tutto il nostro potenziale. Roseto sta giocando un ottimo campionato, essendo stati capaci di compattare un gruppo di giocatori di qualità, che hanno disputato anche diversi campionati di serie A, con americani di ottimo livello. All’andata sfiorammo la vittoria non riuscendo a gestire negli ultimi secondi un pallone che ci avrebbe regalato due punti importantissimi. Adesso vogliamo e dobbiamo pareggiare il conto. Conosciamo bene l’importanza vitale che riveste quest’incontro per i nostri tifosi e per la nostra classifica e scenderemo in campo con la massima determinazione e la convinzione di fare bene. Chiedo al pubblico di sostenerci dal primo all’ultimo secondo di gioco, queste sono partite che si vincono dentro e fuori dal campo”.

Coach Bartocci, da parte sua, tende a delineare un’ipotesi di gara che prescinde dalle suggestioni tipiche di una gara di campanile: “C’è attesa e trepidazione da parte di tutti, il derby è una gara dal sapore specialema noi dobbiamo pensare e interpretare questa gara in funzione della nostra salvezza. I due punti, da qui alla fine del campionato, avranno sempre un peso gravosissimo sulla nostra classifica e sappiamo che dovremo lottare sino al suono dell’ultima sirena. Derby o non derby dobbiamo fare punti, nessuna delle altre squadre che competono per la salvezza ha mollato e tutte stanno lottando alla morte. Roseto ha tantissimo talento ed altrettanta esperienza per cui dovremo affrontare il match di domenica con il massimo rispetto dei nostri avversari e con una ferrea determinazione. Ma lo dico con assoluta franchezza queste sono partite che si vincono mettendo in campo attributi che prescindono a volte anche dal talento e dalla qualità. Vogliamo riprenderci subito, dopo la brutta battuta d’arresto contro Treviso, e mi auguro che la squadra faccia tesoro degli errori commessi per non ripeterli in futuro. Sarà una partita intensa, divertente, spettacolare ma per noi conterà solo e soltanto vincere, non possiamo concederci passi falsi”.

Sul versante Roseto, coach Di Paolantonio incassa il pass per poter schierare in campo Todor Radonjic e lascia al suo assistente Danilo Quaglia il compito di illustrare il piano gara: “Sarà una partita ostica, perché Chieti è reduce da una brutta prestazione a Treviso e vorrà sicuramente riscattarsi sul proprio campo. Da parte nostra, dopo l'ottima gara contro Mantova in cui abbiamo mostrato grande maturità in campo, vogliamo imporre il nostro ritmo anche in trasferta: quando siamo riusciti a farlo, spesso abbiamo portato a casa i due punti. Sarà un match importante per la classifica, vogliamo continuare a sognare”.

Meno di 24 ore alla gara e il momento di mettere da parte i proclami e concentrarsi. Furie al bivio, vincere o morire. Una sconfitta, infatti, innescherebbe un detonatore difficile da neutralizzare nelle ultime cinque partite della stagione. Roseto è una squadra forte e in fiducia, che potrà giocare con tutta la calma e la tranquillità che Chieti in questo momento non ha. Un bel vantaggio, non c’è dubbio. Per vincere, gli uomini di Bartocci dovranno giocare una gara difensiva inappuntabile, limitando il più possibile il forte attacco rosetano e in particolare bloccando le bocche da fuoco biancoblù dal perimetro.Bisognerà, inoltre, fronteggiare la forza fisica di Sherrod e Amoroso e arginare il talento di Adam Smith, senza lasciare spazio, come all’andata, al Carneade di turno.Ci sarà bisogno da parte di tutti di una gara di grande sacrificio. Sarà sicuramente una partitadurissima,da affrontare, come detto, con la giusta determinazione e con la baionetta in canna. Niente prigionieri, bisognerà lottare, lottare e … lottare. C’è in ballo la salvezza, un’intera stagione.

Appuntamento, questa volta, alle 18.30, quando gli arbitri Ursi, Giovannetti e Costa daranno inizio alla partita. Essendo stata indetta per l’occasione la giornata biancorossa, non saranno validi per l’ingresso gli abbonamenti annuali. Si consiglia, pertanto, di arrivare al PalaTricalle con un congruo anticipo per evitare lunghe file ai botteghini. La gara sarà trasmessa in diretta su Rete 8 (canale 10 del digitale terrestre) e sarà visibile anche in diretta streaming su LNP TV Pass. Aggiornamenti play by play sul profilo Facebook della Pallacanestro Chieti (https://www.facebook.com/pallacanestrochieti/).

Pubblicato in Sport

Pescara. La Squadra Mobile della Questura di Pescara ha dato esecuzione adun’ordinanza di custodia cautelare emessadal G. I. P. del locale Tribunale, dott. Elio BONGRAZIO, su richiesta del P.M., dott.ssaBarbara DEL BONO, nei confronti diFrancesco PAROLISE, di anni 20e di Andrea TIBERII, di anni 27 entrambi pescaresi, indagati per il reato di lesioni gravissime.
Gli arresti scaturiscono da due violente aggressioni avvenute nei giorni 11 e 19 febbraio nell’area urbana comunemente conosciuta come “Pescara Vecchia”, meta di giovani e giovanissimi soliti ritrovarsi nei numerosi locali lì presenti,in cui due ragazzi sono rimasti gravemente feriti; aggressioni attuate con un modus operandi coincidente con quello del famigerato ‘knockout game’.
L’attività d’indagine svolta dalla Squadra Mobile, si è basata sulla visione dei filmati provenienti dai sistemi di videosorveglianza presenti in zona e sulle indicazioni fornite dalle vittime e da alcuni testimoni.
Il GIP ha disposto l’applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del PAROLISE e quella della custodia in carcere per il TIBERII; il primo è indagato per il reato di lesioni gravissime in ordine a entrambi gli episodi, mentre il secondo è indagato per il reato di lesioni gravissime e per il reato di minaccia aggravata (dall’uso di un coltello) in ordine al solo episodio del 19 febbraio.

Pubblicato in Cronaca

Sponsor

Metropolitan Web

Metropolitan è un giornale online abruzzese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione